Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Neal Morse
Sola Gratia
Demo

Sun Eater
Light Devoured
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

30/10/20
YES
The Royal Affair Tour - Live From Las Vegas

30/10/20
BLACK STONE CHERRY
The Human Condition

30/10/20
STORMBRINGER
Stealer of Souls

30/10/20
ENGST
Schone Neue Welt

30/10/20
NUCLEAR POWER TRIO
A Clear and Present Rager

30/10/20
WILDNESS
Ultimate Demise

30/10/20
THE FLOWER KINGS
Islands

30/10/20
LIKE MOTHS TO FLAMES
No Eternity in Gold

30/10/20
URIAH HEEP
Fifty Years in Rock

30/10/20
THEM
Return to Hemmersmoor

CONCERTI

24/10/20
NERO DI MARTE + GUESTS
CS BOCCIODROMO - VICENZA

24/10/20
OTTONE PESANTE
SECRET SHOW - GENOVA

24/10/20
VIRTUAL SYMMETRY
CINEMA PLAZA - MENDRISIO (CH)

25/10/20
DEATH THE SUNDAY FEST
CIRCOLO ARCI MU - PARMA

30/10/20
ULVEDHARR + GUESTS
DRUSO - RANICA (BG)

30/10/20
OTTONE PESANTE
INK CLUB - BERGAMO

30/10/20
HELLUCINATION + NEBULAE
TRAFFIC CLUB - ROMA

31/10/20
DEATHLESS LEGACY + DAMNATION GALLERY
CRAZY BULL CAFE' - GENOVA

31/10/20
OTTONE PESANTE
IL CASTELLO - PARMA

31/10/20
CLAUDIO SIMONETTI`S GOBLIN + VICOLO INFERNO
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

DGM - Synthesis
( 3063 letture )
Nati come band strumentale nel lontano 1994, i DGM si sono guadagnati con gli anni un’importante credibilità nella scena prog/power italiana ed europea, trovando accostato il loro nome a quelli dei più conosciuti Dream Theater e Symphony X (per citarne due su tutti). Per celebrare il quindicennale della loro carriera è stato concepito Synthesis, primo DVD live della band, registrato nell’aprile 2010 durante una data romana e contenente inoltre un cd con due tracce inedite più otto tracce ripescate dai vecchi lavori e ri-registrate per l’occasione.
A riguardo occorre specificare che con questa recensione mi appresto ad analizzare proprio il suddetto cd, e non quindi il relativo DVD, in quanto unica parte della release messami a disposizione. Trattandosi appunto di un disco contenente praticamente solo tracce preesistenti, con due sole (ma, nel complesso, assai gustose) novità, mi è difficile fare una normale critica dal punto di vista musicale, perciò mi porrò l’obiettivo primario di scovare quelle migliorie -qualora ce ne fossero- frutto della rivisitazione effettuata dalla band.

Le due nuove canzoni, poste proprio in apertura, sono Just Like Before e The Only One. Riguardo la prima non c’è molto da dire: si tratta di un buon brano, anche se non eccellente, ma che da solo non varrebbe di sicuro i soldi spesi; per fortuna la seconda si pone su un livello più ragguardevole e non potrà non essere apprezzata dai più. In ogni caso, se questi due brani saranno presenti nel futuro album della band romana, sarà senza dubbio un lavoro all’altezza del loro nome. Le seguenti tracce sono tutte quante rivisitazioni tratte dai precedenti lavori in studio, col fine di migliorarne la resa e di aumentarne il piacere dell’ascolto. Fin dalla prima, A Day Without The Sun (dall’album Hidden Place), ci si rende subito conto che l’idea di ridare nuova vita a queste canzoni non è stata affatto malsana: i suoni sono nettamente più puliti e limpidi, volti a rendere giustizia ad un duro lavoro effettuato in studio di registrazione. Ed è così che i ritmi frenetici di Fabio Costantino dietro le pelli e le melodie di Emanuele Casali alle tastiere e di Simone Mularoni alla chitarra guadagnano tutto un altro valore. Particolare enfasi assumono quindi in questa sede quelle canzoni che fanno della purezza stilistica e della tecnica i loro punti di forza: mi riferisco nello specifico a Living On The Edge (dall’album Misplaced), con le sue sfuriate chitarristiche di alto livello, e al duo costituito da Dreamland e da Eternity (entrambe dall’album Dreamland), durante le quali si possono apprezzare i DGM in tutta la loro potenza, costantemente sorretti da un reparto melodico mai in secondo piano. Nella scelta delle ultime quattro canzoni ho avuto invece la percezione che si sia verificato il rischio più comune relativo al genere prog, ovvero la ripetitività sia concettuale che formale.

Tirando le somme, comunque, Synthesis è una release per la quale vale spendere un po’ dei propri soldi: la apprezzerà sia chi vede il prog come un genere in cui la resa finale assume un valore di assoluto rilievo sia chi desidera deliziarsi delle grandiose capacità dei DGM in sede live. Io mi rammarico una volta di più per non aver avuto la possibilità di descrivervi l’esibizione di Roma presente sul DVD, ma, con assoluta fermezza, posso assicurarvi che non rimarrete delusi da questa nuova proposta discografica della band capitolina.



VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
28.95 su 20 voti [ VOTA]
ayreon
Mercoledì 1 Dicembre 2010, 14.47.34
2
non li ho anccora sentiti con il cantante nuovo,però credo che "hidden place" sia uno dei dischi di prog metal italiano più originale di tutti.certo l'assenza di Reali e Tani si sentirà eccome
ixo
Mercoledì 1 Dicembre 2010, 12.00.55
1
Sinceramente dopo i primi 3 pezzi ho spento, mi pare che ci sia roba 1000 volte migliore in giro.. specie in campo prog
INFORMAZIONI
2010
Scarlet Records
Prog Metal
Tracklist
1. Just Like Before
2. The Only One
3. A Day Without The Sun
4. Living On The Edge
5. Dreamland
6. Eternity
7. Save Me
8. Guiding Light
9. Through My Tears
10. Is Hell Without Love?
Line Up
Mark Basile - Voce
Simone Mularoni - Chitarra
Emanuele Casali - Tastiere
Andrea Arcangeli - Basso
Fabio Costantino - Batteria
 
RECENSIONI
85
60
75
78
82
s.v.
ARTICOLI
13/04/2017
Live Report
SECRET SPHERE + DGM + TRICK OR TREAT + SKELETOON
The Triumvirate Tour - Officine Sonore, Vercelli - 08/04/2017
12/10/2011
Live Report
SYMPHONY X + PAGAN'S MIND + DGM
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI), 07/10/2011
04/12/2002
Intervista
DGM
Parla Titta Tani
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]