Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Wardruna
Kvitravn
Demo

Profanity (GER)
Fragments Of Solace
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

29/01/21
STEVEN WILSON
The Future Bites

29/01/21
WILSON
Thank You, Good Night. Live

29/01/21
SOULS OF DIOTIMA
Janas

29/01/21
EXIMPERITUS
ahrartu

29/01/21
NIGHTFALL
Eons Aura (EP Reissue)

29/01/21
NIGHTFALL
Athenian Echoes (Reissue)

29/01/21
WEREWOLVES
What a Time to be Alive

29/01/21
CELLAR TWINS
Duality

29/01/21
NIGHTFALL
Macabre Sunsets (Reissue)

29/01/21
NIGHTFALL
Parade Into Centuries (Reissue)

CONCERTI

06/02/21
MAGNUM + GUEST TBA (CANCELLATA)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

11/02/21
VENOM INC. + GUESTS
TRAFFIC CLUB - ROMA

12/02/21
VENOM INC. + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

13/02/21
VENOM INC. + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

17/02/21
IMONOLITH + TBA
BARRIO'S CAFE - MILANO

18/02/21
IMONOLITH + LOGICAL TERROR
MK LIVE - CARPI (MO)

19/02/21
THE DEAD DAISIES
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

20/02/21
ANCIENT + GUESTS
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

21/02/21
TURMION KATILOT
LEGEND CLUB - MILANO

26/02/21
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

Facebreaker - Infected
( 2199 letture )
I Facebreaker giungono al loro terzo parto sotto la Cyclone Empire e freschi del loro primo tour in Europa che ha riscosso molto successo, allargando la cerchia dei loro fan anche nel basso ventre europeo. Guidati dall'esperto front-man e vocalist Roberth Karlsson (Edge of Sanity vi dice qualcosa?) i Facebreaker si sono fatti notare con il primo full lenght Bloodred Hell e da allora il gruppo ha collezionato molte critiche positive passando per il secondo Dead Rotten and Hungry.

Come facilmente immaginabile dall'art-work (che fa molto Cannibal Corpse) i cinque svedesi suonano un death metal old school roccioso e compatto con leggeri miglioramenti rispetto alle uscite precedenti e una spruzzata di melodia al punto giusto. Dopo un primo ascolto una caratteristica che balza all'occhio (meglio, all'orecchio) un alternarsi di brani veloci, brevi e violenti con tracce ben pi ragionate e di media durata, nelle quali i Facebreaker danno il loro meglio. Le presentazioni iniziano con Creeping Flesh e Cannibalistic, due canzoni che rispecchiano esattamente quanto precedentemente detto. La prima (2:17 minuti) ha un ritmo veloce, trascinante e subito si fa notare l'accopiata vincente vocals/chorus del duo Karlsson/Magnusson. La seconda (quasi 5 minuti) meno esplosiva della precedente e incontriamo subito i primi rallentamenti; vero protagonista della song il growl pastoso di Karlsson che si incastra alla perfezione con gli altri elementi. Gi dalle prime tracce il disco si fa ben volere, grazie anche l'ottima produzione e ad un marcato sound di ispirazione scandinava molto ben suonato e pulito. I brani si ascoltano con piacere, non ci si annoia, un disco che an che se ascoltato una sola volta piace, merito dell'immediatezza delle canzoni. Torn to Shreds una scheggia impazzita, una mina vacante sulla quale siamo inciampati e che esplode alle nostre orecchie con tutta la violenza e la velocit tanto cara agli amanti del brutal death. Epidemic e Into The Pit sono tra i capitoli degni di menzione, soprattutto la seconda, dove un ossessivo riff si ripete per tutta la canzone; i nostri scadono un pochettino quando si cimentano in veloci e violente sfuriate come in Reanimating The Dead e Waiting For The Pain mentre danno il meglio della loro tecnica nella canzoni pi lente e ragionate. Sicuramenete piacer Bloodthirst, il singolo pi pubblicizzato del disco, ma difficile trovare una sola canzone che rappresenti al meglio questa terza opera dei Facebreaker, compito che a mio avviso merita la title track, tra i brani meglio riusciti in assoluto di Infected : il riff iniziale stupendo, epico, dal nulla irrompe il growl di Karlsson che unito al chorus-scream di Magnusson rappresenta una delle migliori trovate del disco, le chitarre svolgono un lavoro ritmico molto efficace che si assimila subito, il ritornello entra nella tua testa in stato 'headbang' e non ne uscir facilmente; un pezzo death quasi perfetto se non fosse per l'assolo di chitarra un p troppo elementare.

Ammetto che Infected non ci offre nulla di innovativo ma un disco tutt'altro che negativo. Pecca di originalit ma mi prendo la responsabilit di definirlo tra le migliori uscite death dell'anno, il lavoro svolto dall'ex voce degli Edge of Sanity e gli altri membri notevole, azzeccata l'intenzione di inserire qualche sprazzo melodico nell'uragano death che ci propongono da dieci anni, basta ascoltare brani validi come le gi citate Bloodthrist, Epidemic, Into The Pit e Infected che da sole valgono l'acquisto.

Amate il death old school molto diretto ma ragionato? Comprate questo disco.
Amate la violenza brutal/death e ritmi martellanti senza troppi virtuosismi? Comprate questo disco.
In ogni caso ne rimarrete soddisfatti.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
33.95 su 20 voti [ VOTA]
alessandro 'jenaplisk' gionta
Gioved 30 Dicembre 2010, 17.40.34
3
grazie mille per l'accoglienza.
Khaine
Luned 27 Dicembre 2010, 23.32.58
2
Oh oho, abbiamo un nuovo redattore... benvenuto!
Mika
Luned 27 Dicembre 2010, 23.07.29
1
Pienamente soddisfatto...ottima rece
INFORMAZIONI
2010
Cyclone Empire Rec.
Death
Tracklist
1. Creeping Flesh
2. Cannibalistic
3. Torn To Shreds
4. Epidemic
5. Bloodshed
6. Mankind Under Siege
7. Waiting For The Pain
8. Into The Pit
9. Bloodthirst
10. Reanimating The Dead
11. Infected
Line Up
Roberth Karlsson (Vocals)
Janne Ivarsson (Guitar)
Jonas Magnusson (Bass & Backing Vocals)
Mika Lagreen (Lead Guitar)
Mikael Wassholm (Drums)

Link e Contatti:
Facebreaker @MySpace
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]