Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Blind Guardian Twilight Orchestra
Legacy of the Dark Lands
Demo

Clepsydra
The Gap
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

17/01/20
VICTORIUS
Space Ninjas From Hell

17/01/20
RAWFOIL
Tales from the Four Towers

17/01/20
ONIROMANTIC
Chaos Frames

17/01/20
BRITISH LION
The Burning

17/01/20
SVARTTJERN
Shame Is Just A Word

17/01/20
SONS OF APOLLO
MMXX

17/01/20
BONDED
Rest in Violence

17/01/20
BLEED THE SKY
This Way Lies Madness

17/01/20
ANTI-FLAG
20/20 Vision

17/01/20
UNCOMMON EVOLUTION
Algid

CONCERTI

17/01/20
CANNABIS CORPSE + WITHERED
FREAKOUT CLUB - BOLOGNA

17/01/20
MELECHESH + W.E.B + SELVANS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

18/01/20
BRVMAK
CIRCOLO CULTURALE HAPPY DAYS - NAPOLI

18/01/20
CANNABIS CORPSE + WITHERED
PIPPO STAGE - BOLZANO

18/01/20
CANDLEMASS
Slaughter Club - Paderno Dugnano (MI)

18/01/20
MELECHESH + W.E.B + SELVANS
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

18/01/20
SCALA MERCALLI + GUESTS
ARCI TOM - MANTOVA

18/01/20
NUCLEAR ABOMINATIONS FEST
POSTWAR CINEMA CLUB - PARMA

18/01/20
SLABBER + BLACK THUNDER
VALHALLA PUB - BORGO TICINO (NO)

23/01/20
TEMPERANCE
LEGEND CLUB - MILANO

Delirium X Tremens - Cyberhuman
( 2994 letture )
Cyberhuman dei Delirium X Tremens ci arriva qualche mese dopo la sua uscita dalla fredda Belluno. Si tratta di un lavoro di cinque brani, registrato in maniera davvero ottima per essere un demo (si sente decisamente la supervisione del produttore). Il titolo intrigante ed il buon artwork invogliano sicuramente all' ascolto e noi ci "concediamo" volentieri. La band presenta il suo progetto con questa frase :"Technological hate is coming now". Tutto lascerebbe presagire che si tratti di cyberthrash, "proto-genere" che tra l' altro amo moltissimo, e l' interesse sale di conseguenza, anche perchè non sarebbe affatto male poter segnalare la vivacità di questa nuova tendenza entro i nostri confini. In effetti alcune nostre band (Sisthema, Catarìa ed altri) si stanno cimentando in questo nuovo "metal-tecnologico" negli ultimi anni con risultati spesso notevoli in termini di resa finale. L' ascolto della prima traccia permette di apprezzare fin da subito le ottime capacità tecniche del quintetto, si nota immediatamente il growling del vocalist Alberto, profondo ed inquietante, la potenza e la precisione della produzione e la generale perizia degli interpreti, evidentemente ottimi allievi della scuola death più intransigente (i Deicide apprezzerebbero molto), ma anche delle recenti tendenze scandinave (numerose le affinità riscontrabili a livello di sound con gruppi come gli In Flames). La seconda traccia, Science, rafforza questa prima impressione, mentre in Delirium 9991, apprezziamo la buona sensibilità per la melodia e l' ottima dimestichezza del cantante Alberto sulla chitarra acustica. Inside Me fa letteralmente crollare un muro di suono sull' ascoltatore ed impressiona per la pulizia interpretativa e per i cambi di velocità, oltre che per l' ottimo cantato. L' ultimo brano è il più lungo ed il maggiormente strutturato. Si tratta probabilmente della traccia più orientata sulle sonorità proprie del primo cyber americano, ma a questo punto il demo è finito ed uno sviluppo ulteriore in questa direzione, (che sembra essere quella che il gruppo vuole percorrere) non è disponibile. Il voto potrebbe sembrare basso visto quanto detto finora, ma alcune considerazioni abbastanza stringenti possono giustificarlo facilmente. Se l' intento della band era la produzione di un demo death-metal al passo con i tempi e degno del paragone con i classici del genere, come voto saremmo stati sopra gli ottanta centesimi. Se invece il demo che abbiamo ascoltato vuole proporre del cyberthrash inteso in una qualunque delle sue (peraltro fin troppo varie) accezioni, allora il voto è senz' altro simile a quello assegnato. Le venature Fearfactoriane nell' ultimo brano non sono sicuramente sufficienti per farci ascrivere i D.X.T. a questo nuovo filone dell' ultimo metal e quello del brand "cyberthrash" sembra poter diventare un fraintendimento ricorrente. Non è la prima volta che a "squilli di tromba meccanici" segue purtroppo (o per fortuna magari) un disco death metal di livello, ma pur sempre death metal. Dispiacerebbe dover pensare che il cyber si riduca ad un banner pubblicitario da mettere su ogni nuovo demo per attirare l' attenzione, rischiando oltretutto di confondere parte del pubblico (peraltro tutt' ora in formazione) di questa nuova tendenza. Se il vero intento dei Delirium X Tremens era la realizzazione di un demo cyber-metal, gli auguriamo vivamente di maturare questo nuovo approccio in futuro, se non lo era si liberino di definizioni inutili e si prendano l' ottimo posto che gli spetta nel quadro delle band emergenti nostrane. Insomma ragazzi occupatevi della vostra musica, infondo non è detto che il resto sia così importante.


VOTO RECENSORE
63
VOTO LETTORI
15.17 su 28 voti [ VOTA]
Cosma
Martedì 5 Aprile 2005, 2.28.39
1
salve, ma I Catarìa citati sono sardi per caso?
INFORMAZIONI
2004
Autoprodotto
Death
Tracklist
1) 1000 Wolves
2) Science
3) Delirium 9991
4) ...Inside Me
5) Cyberhuman
Line Up
Alberto Da Rech : Voce
Fabio Della Lucia : Chitarra
Lorenzo Baldan : Chitarra
Thomas Lorenzi : Batteria
Matteo De Mori : Basso
 
RECENSIONI
85
63
ARTICOLI
18/10/2017
Live Report
DELIRIUM X TREMENS + KANSEIL
Revolver, San Donà di Piave (VE), 14/10/2017
17/01/2017
Intervista
DELIRIUM X TREMENS
Cosa può raccontarci un alito di vento?
07/05/2014
Live Report
NEGURA BUNGET + L`ALBA DI MORRIGAN + DELIRIUM X TREMENS
Seven Live, Vigodarzere (Padova) - 01/05/2014
30/07/2012
Intervista
DELIRIUM X TREMENS
Di Belluno, dell'Italia e... Di vichinghi!
27/02/2012
Live Report
FLESHGOD APOCALYPSE + DELIRIUM X TREMENS + LAHMIA
Revolver Club, San Donà di Piave (VE), 24/02/2012
16/11/2011
Intervista
DELIRIUM X TREMENS
Gli echi passati di una collina ancora splendente
11/10/2010
Articolo
DELIRIUM X TREMENS
Belo Dunum: lo studio report
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]