Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ayreon
Electric Castle Live and Other Tales
Demo

Morningviews
You Are Not the Places You Live In
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

25/05/20
TILL DIE
Ruthless

25/05/20
SINISTER DOWNFALL
A Dark Shining Light

27/05/20
HELIKON
Myth & Legend

29/05/20
XIBALBA
Anos En Infierno

29/05/20
VIOLENT HAMMER
Riders of the Wasteland

29/05/20
OUR POND
Paraphernalia

29/05/20
GRAVE DIGGER
Fields Of Blood

29/05/20
SORCERER
Lamenting Of The Innocent

29/05/20
PALAYE ROYALE
The Bastards

29/05/20
BEHEMOTH
A Forest (EP)

CONCERTI

29/05/20
RAIN + GUESTS (ANNULLATO)
BLACK DEVILS SPRING PARTY - S. GIOVANNI IN PERSICETO (BO)

29/05/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
LEGEND CLUB - MILANO

30/05/20
MARK LANEGAN BAND (ANNULLATO)
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

09/06/20
PERIPHERY (ANNULLATO)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

10/06/20
IN.FEST
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO

12/06/20
SYSTEM OF A DOWN + KORN + GUESTS TBA (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

12/06/20
GUNS N` ROSES + GUESTS TBA (ANNULLATO)
FIRENZE ROCKS - VISARNO ARENA (FIRENZE)

13/06/20
AEROSMITH + GUESTS (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

16/06/20
STEEL PANTHER + THE WILD (SOSPESO)
ALCATRAZ - MILANO

16/06/20
DEATHLESS LEGACY
CRAZY BULL - GENOVA

A Life Divided - Passenger
( 2602 letture )
Dopo averci dato un assaggio delle loro capacità con l’ep Heart On Fire, i tedeschi A Life Divided pubblicano il loro album d’esordio, Passenger. Il progetto del combo teutonico è di quelli che fanno storcere il naso ai metallari intransigenti, poiché si colloca in quella terra di nessuno posta fra il pop ed il metal, fatta di riff potenti e melodie da MTV. Il genere proposto è infatti un mix (molto ben riuscito, in ottica commerciale) tra nu-metal alla Linkin Park, gothic ruffiano buono per tutti i gusti ed electro-rock alla Depeche Mode. L’album ci propone ben poco di innovativo ma è reso piacevole da melodie semplici ed accattivanti e da scelte banali ma di sicuro impatto. Purtroppo però io sono un recensore, non un semplice ascoltatore, ed in quanto tale devo premiare chi osa e prova a proporre elementi innovativi e bocciare chi, pur proponendo della musica piacevole, si siede su canoni ormai abusati e suona per il portafogli più che per passione, e qui di passione ce n’è ben poca: le tracce scorrono via fredde ed impalpabili senza trasmettere alcuna emozione, senza ricordarci perché amiamo così tanto (forse troppo) la musica.

Ma veniamo all’ascolto vero e proprio di questo Passenger; cominciamo con Heart On Fire, il trionfo della banalità: giri sentiti già mille altre volte, voce quasi fastidiosa per quanto è ruffiana, testo banalissimo; Forever invece risulta essere perlomeno un po’ più particolare, il sound è più potente, la voce meno stucchevole, così come per la successiva Anyone. I toni diventano decisamente più elettronici, ed allo stesso tempo gotici, in Words, che colpisce soprattutto per un mix di suoni alquanto strani, attraverso i quali i tedeschi cercano, senza riuscirci, di far passare la traccia come un pezzo ispirato ed emozionante; con Hey You riusciamo a salire di livello grazie ad un valido songwriting ed all’armonia con cui le chitarre e la componente elettronica riescono finalmente a fondersi, mentre Doesn’t Count sembra una traccia scartata da qualche album dei Linkin Park. Save Me ed Other Side hanno invece qualche connotazione commerciale in meno, e riescono a mettere in bella mostra le qualità tecniche della band, comunque notevoli, anche se spesso male utilizzate. Di scarso valore inoltre Sounds Like A Melody, cover degli Alphaville piatta ed anonima, mentre Change si discosta da tutte le altre tracce grazie ad un tocco epic che, combinato agli effetti elettronici, dà vita ad un interessante connubio. In chiusura, The End va a scomodare -con poco successo- i Rammstein.

In conclusione... davvero nulla di che, anche se sono consapevole che l’album possa essere discretamente apprezzato da quella fascia d'ascoltatori che si fa coinvolgere dal sound alla Linkin Park e dai refrain ruffiani. Da parte mia, ribadisco, non può che giungere una sonora bocciatura: il metal, quello vero, è ben altra cosa.



VOTO RECENSORE
40
VOTO LETTORI
31.28 su 21 voti [ VOTA]
AnalBag
Domenica 10 Gennaio 2016, 17.40.57
8
se il genere proposto dagli A Life Divided vi piace vi consiglierei di rivolgervi verso gruppi come Orgy e Deadsy che sono a parer mio ben più meritevoli!
Michele
Venerdì 11 Febbraio 2011, 21.45.10
7
@Raven : guarda che vi seguo per questo Comunque credo di poter comprendere il punto di vista del recensore,solo che io,al posto suo,avrei comunque giudicato il lavoro basandomi solo sul suo contenuto,lasciando perdere tutte le questioni di "immagine". Va beh,sono scelte di valutazione che si fanno,e vanno rispettate,anche perché da come ne parla il recensore non sembra comunque un granché il disco ^^
golden boy
Venerdì 11 Febbraio 2011, 20.35.41
6
@ michele: per me cio che non è metal è da buttare nel momento in cui cerca di farsi passare come tale pur non essendolo..in sintesi, non ti boccio perchè non sei metal ma perchè vuoi fare il finto alternativo rockettaro per vendere qualche copia in più..
sbrillocco
Venerdì 11 Febbraio 2011, 20.10.59
5
cercare di fare i mezzi metallari e creare aborti del genere non aiuta nessuna scena...
Raven
Venerdì 11 Febbraio 2011, 19.18.54
4
Mi permetto di rispondere io, Michele, basta dare un'occhiata al ns data base, ti accorgerai che siamo la metal webzine più aperta della rete.
Michele
Venerdì 11 Febbraio 2011, 18.59.10
3
Non saprei,insomma...da quel che ho capito per il recensore tutto quello che non è Metal è automaticamente da buttare? Spero di aver capito male,perché se no sarei preoccupato =) Sul disco non mi esprimo,perché non l'ho ascoltato e,sinceramente,visti i nomi di riferimento tirati in ballo nella recensione so già che non mi piacerà.
golden boy
Venerdì 11 Febbraio 2011, 13.09.00
2
grazie dei complimenti..sai alla fin fine anche roba così è considerata parte della sfera rock-metal ed è giusto che sia recensita.. purtroppo stavolta è toccato a me eh eh..
Sonny
Venerdì 11 Febbraio 2011, 11.12.17
1
Non capisco perchè vi ostiniate a recensire album pop (come dite voi "alla Linkin Park") per poi lamentarvi che non è metal... Comunque bella recensione, ammetto che un po' mi incuriosisce questo lavoro, lo ascolterò
INFORMAZIONI
2011
AFM Records
Rock
Tracklist
01 Heart On Fire
02 Forever
03 Anyone
04 Words
05 Hey You
06 Doesn't Count
07 Save Me
08 Other Side
09 Sounds Like A Melody
10 Change
11 The End
Line Up
Jp - Voce
Korl - Batteria
Toby - Basso
Mike - Chitarra
Tony - Chitarra
Erik - Programming, Tastiera, Chitarra
 
RECENSIONI
40
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]