Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/07/20
AGONY FACE
IV Time Totems

14/07/20
INISANS/SEPULCHRAL FROST
Death Fire Darkness

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
KANSAS
The Absence of Presence (Nuova data)

17/07/20
THYRANT
Katabasis

17/07/20
WORSHIP
Tunnels

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
ZOMBI
2020

CONCERTI

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Behemoth - Satanica
( 7408 letture )
Alla fine degli anni '90 i Behemoth sono una delle tante band di culto emerse, in qualche modo, dal sottosuolo iper-prolifico del black metal underground.
Forse perché trainati dalla loro nazione (la Polonia) che, in passato, aveva già fatto emergere i Graveland; forse perché il gruppo di Nergal aveva già messo a segno qualche capolavoro come Sventevith e ...and the Forest dreams eternally; forse anche perché il suono e il bagaglio tematico della band si stava chiaramente modificando: i connotati black/pagan di Grom, perfettamente iscrivibili nel contesto di metà anni '90, si trasformano in qualcosa di tanto nuovo e interessante quanto confusionario e soffocato da una produzione poco più che decente (Pandemonic Incantations).
Forse è proprio grazie a questi motivi che i Behemoth passano sotto l'occhio vigile (e, all'epoca, qualitativamente infallibile) della nostrana Avantgarde Records, label che fornisce loro l'opportunità di recarsi agli Starcraft Stimulation Studios per partorire Satanica.

АПО ПАΝΤΟΣ ΚΑΚΟΔΑΙΜΟΝΟΣ
La nuova veste dei Behemoth è quanto più riuscita, potente, efficace e diretta che mai. Fin dai primi secondi di Decade of Therion l'ascoltatore si accorge che "questi qua diventeranno famosi". La voce di Nergal ha acquistato la sua personalità e si muove abilmente sulle sovrapposizioni e sugli effetti vocali pur senza cambiare timbrica; lo sconvolgente drumming di Inferno getta le basi per quello che diverrà, in futuro, il proprio, inconfondibile trademark e il suono delle chitarre riesce, finalmente, a far emergere tutte quelle linee frenetiche di black metal moderno e "nuovo" che erano sepolte nel precedente full-lenght.
L'oscurità della photo-session e l'artwork criptico ma suadente sono solo la cornice di un quadro che, da ora in avanti, prenderà Aleister Crowley come maestro principale; da Satanica in poi i testi della belva polacca assumeranno la forma di riflessioni e rimandi riguardanti la mitologia del Magick e la cosmogonia di Eliphas Levi.
LAM è un viaggio infernale che comincia sotto i pesantissimi colpi di Inferno e continua con le urla delle sei corde che si muovono a metà strada fra black e death metal. La coda del brano prende forma con vari flussi sonori caratterizzati da vanescenti assoli che costituiranno una sottile trama per il resto della sezione ritmica; i rimandi sono gli stessi di Driven by the Five-Winged Star del precedente album ma, questa volta, siamo immersi in un vero e proprio rituale.
Lo testimonia l'immediato crescendo di Ceremony of Shiva che, con i suoi riff iniziali colmi di tensione, ci porta - grazie ai veloci legati raddoppiati -, all'interno del mantra: le declamazioni di Nergal sembrano pronunciate al contrario e i labili cori femminili non fanno che accrescere questa sensazione di teatro grandguignolesco.
I potenti riff di Of Sephirotic Transformation and Carnality e di The Sermon to the Hypocrites sono presi dalla tradizione dei Morbid Angel ma espansi, dilatati e, in questo caso, intervallati dalle colonne monolitiche del rullante di Inferno.
I momenti più impressionanti (per il pathos, per i crescendo) si trovano nella brutale Starspawn e nell'intricata The Alchemist's Dream. Proprio quest'ultima ha un songwriting che cresce e decresce, si modella continuamente grazie alla forza degli elementi, trasmessi musicalmente grazie ai riff sghembi ma melodici; questi ultimi si separano da qualsiasi tradizione metal melodico creando, a sua volta, l'ennesimo tassello da aggiungere al trademark dei Behemoth.
L'ultimo pezzo del puzzle che compone Satanica è costituito da Chant for Eschaton 2000, uno dei migliori brani dell'album. Dai primi, caotici, secondi iniziali si staglia un apocalittico fraseggio amplificato dalla solita e tremenda doppia cassa; le urla di Nergal non comunicano mai uno stato d'animo ma provengono dal regno degli spiriti perché, con questo incredibile disco, la nostra demoniaca trinità polacca parla direttamente dal magico mondo delle divinità perdute.

Questa trasfigurazione avrà il suo compimento con il riuscitissimo, e stilisticamente impeccabile, Thelema.6; in quel caso, però, le sonorità della band saranno nettamente più incanalate nel death metal e nei suoi lati più tecnici, pur mantenendo quest'aura magica di cui i Behemoth rappresentano uno dei migliori artefici in questione.
Per chi avesse voglia, invece, di coglierne l'essenza più pura, la prima forma di manifestazione, nel suo lato più mutevole e temibile, Satanica è il titolo giusto.
Che il rituale abbia (di nuovo) inizio.



VOTO RECENSORE
84
VOTO LETTORI
79.87 su 87 voti [ VOTA]
Aceshigh
Giovedì 20 Febbraio 2020, 20.26.16
24
Riascoltato stasera. Grande album, uno dei loro migliori. 35 minuti di veemenza senza cali. Chant for Eschaton splendida. Voto 88
franny
Lunedì 8 Ottobre 2018, 0.09.42
23
in che senso?
Dany71
Domenica 7 Ottobre 2018, 22.00.44
22
Ringrazio i primi 16 commenti per avermi ricordato quanto odio parlare con i metallari. Mannaggia, non leggo quasi mai i commenti.
Buried Alive
Mercoledì 22 Agosto 2018, 11.48.39
21
Da questo disco in poi i Behemoth diventano la miglior band estrema europea.
black
Sabato 16 Aprile 2016, 12.30.40
20
Chant for ¦¥¦²¦¶¦§¦¡¦³¦¯¦­ 2000 ¨¨ la canzone che molte band si possono sognare da avere, grande gruppo visti live quest anno nel tour di the satanist, perfetti non posso dir altro! satanica capolavoro fine anni 90..voto minimo 95
Morlock
Giovedì 29 Gennaio 2015, 19.15.27
19
Dico solo che basta Decade of therion per cancellare almeno un centinaio di band dello stesso periodo e ultra osannate
Sorath
Domenica 4 Settembre 2011, 22.23.56
18
Un album che porta ancora nel sound le influenze del loro passato, dal prossimo album in poi saranno semplicemente divini...anche se lo erano,per me, anche nel loro periodo black.
SNEITNAM
Martedì 22 Febbraio 2011, 20.26.37
17
Gran disco dotato di molta personalità. Il mio preferito dei Behemoth rimarrà sempre Pandemonic Incantations ma comunque tutti gli album dopo meritano, peccato solo per Zos Kia Cultus che è troppo influenzato dai Morbid Angel e dai Nile. Comunque per tutti gli amanti dei prodotti di plastica e per chiunque vuole sentirsi un adolescente ascoltatevi i Behemoth! Una garanzia! E se lo dice Undercover allora...
Bloody Karma
Martedì 22 Febbraio 2011, 8.53.58
16
unico disco del periodo death che ho dei Behemoth, d'altronde già all'epoca questo cambio stilistico mi disse e continua a dirmi poco e niente...
Moro
Domenica 20 Febbraio 2011, 16.43.51
15
@Undercover: si si, mi trovi daccordo.
Undercover
Domenica 20 Febbraio 2011, 14.30.16
14
@Moro parlavo in linea generale come death/black, ovvio che l'evoluzione degli Exmortem non è presente nei primi due dischi ancorati più alla forma classica degli anni Novanta. Solo il primo di quella discografia però maciulla letteralmente (almeno a mio avviso) tutta la discografia dei Behemoth. Nergal è uno che si è saputo vendere, ha capito che come band black erano nella media, come death forse son più capaci, ha aspettato il momento adatto e ha virato in tale direzione, però in fin dei conti come anche tu dici oltre uno due dischi davvero memorabili non han fatto, poi il trend d'ascolto di massa per nomea acquisita è altra storia.
Moro
Domenica 20 Febbraio 2011, 14.21.47
13
Li conosco gli Exmortem ma non ci vedo queste affinità coi Behemoth di Satanica... forse qualcosa si comincia a sentire con Thelema.6 ma ci sono ancora molti riff "aperti", molte sonorità convesse... I migliori Exmortem, quelli più "originali" cominciano a sentirsi nel 2001, ma all'epoca anche i Behemoth avevano fatto dei gran bei dischi (Thelema.6 e Satanica appunto).
Flag Of Hate
Domenica 20 Febbraio 2011, 12.27.49
12
Wow, siamo in 3 a conoscere gli Exmortem, gruppo estremamente valido. Un vero peccato che si siano sciolti nel 2010. Comunque, penso che siate troppo severi con questi polacchi! Da certi sottogeneri del Metal non si può pretendere una evoluzione perpetua, e i Behemoth ne sono un esempio: fanno quello che sanno fare, e secondo me lo fanno piuttosto bene. Non sono certo i migliori nel Death, ma il loro sporco lavoro lo adempiono discretamente. Questo è uno dei loro lavori migliori, un 77/100 lo porta a casa.
Michele
Domenica 20 Febbraio 2011, 10.56.06
11
Io penso che il loro problema sia solo che stanno diventando famosi.
enry
Domenica 20 Febbraio 2011, 10.14.56
10
Bel disco, ma la mia idea, pur se meno severa, non è molto lontana da quella di Undercover. Satanica e Thelema 6 per me sono i loro migliori. Dopo, una manciata di dischi suonati e prodotti alla grande, ma anche molto simili e praticamente intercambiabili. Perfetti nella forma ma piatti nella sostanza (soprattutto negli ultimi anni). Satanica è cmq un gran disco. 80
Undercover
Domenica 20 Febbraio 2011, 10.13.51
9
@Moro posso definire gli ultimi Behemoth con un termine solo: adolescenziali. Fanno presa sui ragazzini al primo approccio o su gente che si gasa sulle superproduzioni ma chi ascolta death metal che sia black oriented o meno e ha un minimo di conoscenze decenti dovrebbe scartarli o ascoltarli per quello che sono: prodotti di plastica.
Moro
Domenica 20 Febbraio 2011, 10.01.13
8
@Undercover: sono, in linea di massima, daccordo con te. Amo tantissimo solo Satanica e Thelema.6 (il disco più riuscito). Nei successivi, sono diventati schiavi della propria formula e si sapranno rinnovare un pochino solo grazie all'uso dei synth e dei samples. Ricordo che quando presi Zos Kia Cultus, volevo quasi buttarlo dalla finestra...
Michele
Domenica 20 Febbraio 2011, 9.51.09
7
Quando racconterò ai miei figli cosa si ascoltava alla mia epoca,parlerò sicuramente dei Behemoth! Un must : 89.
Undercover
Sabato 19 Febbraio 2011, 20.01.27
6
@Lambruscore assolutamente sì per questo dico che la gente s'intrippa con gente che ritengo sopravvalutata quando c'è tanto di meglio in giro penso anche ai primi Hate a esempio che li smontano e rimontano tipo Mattel.
LAMBRUSCORE
Sabato 19 Febbraio 2011, 19.59.56
5
visti circa 10 anni fa mi erano piaciuti. ritengo thelema 6 il loro capolavoro. @undercover: davvero notevoli i danesi exmortem, li conosciamo in 4, ma aprono davvero tanti culi, secondo me, anche a gruppi famosi tipo i deicide di oggi.
Undercover
Sabato 19 Febbraio 2011, 19.39.48
4
Band che ho sempre ritenuto di un sopravvalutato bestiale, questo è l'unico disco che reggo per intero, "Demigod" per metà il resto non riesco neanche ad ascoltarlo talmente sono noiosi. Nella stessa Polonia c'è tanto ma tanto di meglio, non comprendo davvero cosa ci trovi la gente quando nello stesso stile gli Exmortem li arano come un bulldozer che passa sopra un pulcino.
Nightblast
Sabato 19 Febbraio 2011, 18.23.46
3
Primo disco dei Behemoth che ascoltai...Un must, a dir poco assurdo.
Nikolas
Sabato 19 Febbraio 2011, 14.02.03
2
Il mio preferito dopo Demigod, un disco spettacolare!
Blackster
Sabato 19 Febbraio 2011, 13.57.37
1
Bello *_*
INFORMAZIONI
1999
Avantgarde
Death / Black
Tracklist
1. Decade of ΘΕΡΙΟΝ
2. LAM
3. Ceremony of Shiva
4. Of sephirotic Transformation and Carnality
5. The Sermon to the Hypocrites
6. Starspawn
7. The Alchemist's Dream
8. Chant for ΕΣΧΗΑΤΟΝ 2000
Line Up
Venomenon - Harsh Vocals, Guitar
Nattsjel - Guitar, Bass

session members:
Nergal - vocals, lead & rhythm guitars, bass, synth
Inferno - drums
L.Kaos - lead guitars
 
RECENSIONI
75
80
85
90
87
82
84
84
80
82
ARTICOLI
16/02/2020
Live Report
SLIPKNOT + BEHEMOTH
Mediolanum Forum, Assago (MI), 11/02/2020
20/04/2015
Live Report
BEHEMOTH + BOLZER + THAW
Atlantico, Roma, 15/04/2015
25/02/2014
Live Report
BEHEMOTH + IN SOLITUDE + INQUISITION + SVARTTJERN
Zona Roveri, Bologna, 20/02/2014
09/07/2012
Articolo
BEHEMOTH
As Above, So Below
25/02/2012
Live Report
CANNIBAL CORPSE + BEHEMOTH + LEGION OF THE DAMNED + MISERY INDEX
Estragon, Bologna, 21/02/2011
21/02/2012
Live Report
CANNIBAL CORPSE + BEHEMOTH + LEGION OF THE DAMNED + MISERY INDEX
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI), 16/02/2012
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]