Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Kansas
The Absence of Presence
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

07/08/20
SELENSEAS
The Outer Limits

07/08/20
STILLBIRTH
Revive the Throne

07/08/20
SELBST
Relatos De Angustia

07/08/20
EMPEROR
Wrath of the Tyrant (ristampa)

07/08/20
WOR
Prisoners

07/08/20
TEMPLE NIGHTSIDE
Pillars of Damnation

07/08/20
ARCTIC RAIN
The One

07/08/20
DUKES OF THE ORIENT
Freakshow

07/08/20
RAMOS
My Many Sides

07/08/20
BLACK ROSE MAZE
Black Rose Maze

CONCERTI

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

11/08/20
BAD RELIGION
FESTIVAL DI RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

Anthrax - Fistful Of Metal
( 9441 letture )
La storia del thrash metal trova le sue origini in una manciata di dischi, tuttora considerati delle vere reliquie per gli adepti del filone più corrosivo, eccitante e veloce del pianeta. Il thrash si originò principalmente dall'incrocio di diverse correnti, avvenuto nel Nuovo Continente grazie al prolifico scambio di cassette che i giovani metalhead locali attuavano al fine di colmare la loro insaziabile sete d'acciaio. La melodia e la tecnica dell'heavy metal inglese, certamente, muoveva un ruolo di primissimo piano nella scena di aficionados americana, che però iniziava anche a coltivare una certa attrazione per l'attitudine bastarda e punkeggiante di band come i Motorhead e, ancor più marcatamente, i Venom, inglesi che muovevano le fila del loro black metal pseudosatanico alle spalle del movimento NWOBHM. In America, la miscellanea tra queste diverse smagliature stilistiche, sorse anche in risposta al dilagante fenomeno del glam metal, troppo colorato ed ammiccante per i ragazzini ribelli che chiedevano uno sfogo più irruento per le proprie frustrazioni represse. La rivolta iniziò a muoversi in città come Los Angeles e San Francisco, nella cui Bay Area la scintilla divenne un focolare: inutile ripercorrere per l'ennesima volta una storia conosciuta anche dai muri. A centinaia di chilometri di distanza, però, il thrash metal stava trovando ulteriore terreno fertile. A New York, nel 1981 nascono gli Anthrax, una di quelle band che andrà a costituire l'ossatura dei celebri Big Four of Thrash Metal. Una band che, sin dal primo colpo sferrato, quel Fistful Of Metal che ora andremo a riscoprire, si pone tra i pionieri e gli artefici di un sound fino a quel momento sconosciuto ed estremo. Qualcuno sostiene che la canzone Metal Thrashing Mad, indiscutibilmente un cavallo di battaglia per i thrashers di ogni generazione, sia nata prim'ancora della definizione di 'thrash metal', e che addirittura questa sia derivata dalla canzone stessa per opera di qualche misconosciuto fanzinaro dell'epoca. Fu la Megaforce Records di John Zazula, che di li a poco scoprirà anche i Metallica, a puntare forte sul debut di questi ragazzi, sorti dall'incontro tra i chitarristi Scott Ian e Danny Lilker.

Proprio con i Metallica, i ragazzi newyorkesi condivideranno lo studio di registrazione a New York, stringendo un forte legame di amicizia che li porterà a frequentarli e ad aiutarli nei problemi pratici che degli adolescenti possono trovarsi ad affrontare, quando chiamati a registrare un disco dall'altra parte dell'America. Gli Anthrax all'apice della loro violenza e della sporcizia sonora: il disco d'esordio esce nel febbraio 1984, dopo due demo e un singolo, con un artwork tremendamente thrash adolescenziale, e con mezz'ora abbondante di durata è già di per sè un classico. La formazione a cinque prevedeva Neil Turbin al microfono, Dan Spitz e Scott Ian alle chitarre, l'ordinato Charlie Benante alla batteria e Danny Lilker al basso. Una ritmica martellante, riff secchi, esplosivi e letali, refrain da delirio inconteniile, da gridare a squarciagola, la voce stridula ma azzeccatissima del bistrattato Neil Turbin: sarà anche un cantante sublime, il suo successore Belladonna, ma per il thrash più incontaminato ed abrasivo la voce di Turbin era nettamente più azzeccata. Sembrerà una bestemmia, eppure è così, perchè dal disco successivo la band newyorkese si eleverà dal rango di comune thrash band ed evolverà il proprio sound in direzione più melodica ed allegrotta, e non è detto che tutti i puristi abbiano gradito questo cambio di rotta. In Fistful of Metal , il thrasher medio può trovare pane per i suoi denti (nonostante la presenza di un paio di pezzi meno isterici, che conferiscono varietà e melodia al full length), a cominciare dalle velocità farneticanti e dal riffing da psicosi; gli acuti di Turbin violentano ulteriormente la soglia di resistenza inibitoria, già scossa dalle fiondate ritmiche e dai letali assalti sferrati dalle chitarre di Dan Spitz e dell'ancor lungocrinito Scott Ian. I nervi restano tesi come una corda per quasi tutta la durata del disco, e nonostante una tecnica ancora perfettibile i ragazzi dimostrano una buona caratura pratica, delineando trame chitarristiche non piatte e sezioni soliste di grandissimo valore melodico, calde e dallo straordinario gusto armonico, probabilmente ancora ispirate alla tradizione della scuola classic heavy europea, ben combinata con la matrice punk del riffing thrash americano. Gli espedienti degli stop'n'go e delle ripartenze fulminanti, in assolo, vengono utilizzati con sapienza e naturalezza, ma quello che piace particolarmente è l'incastro di improvvise parti serratissime in canzoni dalla struttura di per sè non propriamente devastante; il suono appare così già maturo e delineato, ovviamente non ai livelli di un Among The Living ma sicuramente di grande valore storico e artistico. Quanti fans old school avrebbero preferito ascoltare più a lungo gli Anthrax di Fistful Of Metal? Non pochi, a detta di chi scrive, anche se l'evoluzione di Spreading The Disease permetterà al combo americano di elevarsi dalla massa di comuni thrash metal bands, eccitanti ma inammovibili sul medesimo canovaccio stilistico. Quel che è certo è che Fistful of Metal è di gran lunga superiore a tutto quanto fatto in casa Scott Ian a partire da State Of Euphoria in poi, e su questo non ci piove.

La tensione balza subito a mille, perchè il pezzo d'apertura è il più devastante di tutti, il migliore del lotto forse: Deathrider piomba sull'ascoltatore con il suo riffone fottutamente thrash, tra urla, ritmica forsennata, velocità allucinante, la voce graffiante terribilmente underground di Neil Turbin ed un assolo squillante, abrasivo. Stop e ripartenze da delirio, dal primo all'ultimo minuto. Il biglietto da visita è, insomma, incoraggiante. Tuttavia, nei due brani successivi -nonstante siano dei veri e propri hit classici della band- sembra si allenti la pressione: Metal Thrashing Mad, a dispetto del titolo e del valore simbolico del pezzo, è esaltante nel refrain vocale e nel riffing, ma ritmicamente non è particolarmente imbizzarrito e definibile propriamente thrash. Stesso discorso, a maggior ragione, va perpetuato per I'm Eighteen, che poi è una cover di Alice Cooper, e come tale affonda le proprie radici nell'hardrock, marcatamente. Si ritorna finalmente a scuotere le teste con Panic, dotata di riffing frenetico, teso e sferrato a velocità elevata. Il pezzo è peraltro arricchito da un guitar solo di grande bellezza melodica, quasi accostabile alla tradizione classica inglese (leggasi: Iron Maiden), anthemico e infarcito di variazioni, scale, tapping. L'efficace guitarwork in fase solista emerge anche in Subjugator, pezzo dal ritmo coinvolgente ma non da pura follia: questo diventa assolutamente splendido quando, poco prima dei tre minuti, la traccia rallenta, quasi si ferma e riparte improvvisamente con un assolo esorbitante, velocissimo, sorretto da una ritmica fasdt'n'furious. Soldiers of Metal è un altro anthem, che si fa gradire sopratutto per la solennità del riffing-base, Death from Above è un'altra corsa avvincente, mentre Anthrax, dal riffing tenebroso, sintetizza l'inconfondibile approccio e il suono stesso della band di cui porta il nome. La breve strumentale Across the River, dalla ritmica prepotentemente thrash, sfocia in un assolo incendiario immediato che riporta ancora alla mente i primissimi Maiden: e anche il pezzo finale, Howling Furies, viene vitalizzato da una sorprendente sezione solista, più che dall'andamento globale dello stesso. Alla fine, il disco si rivela più che ottimo, e un posto nei classici, per valore storico e affettivo, se lo merita eccome. Seminale.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
79.28 su 100 voti [ VOTA]
Galilee
Venerdì 5 Giugno 2020, 11.11.03
92
Secondo quale criterio? Io dico invece che POT è un capolavoro e SOWN pure, tanto quanto gli altri due. E l'ultimo ci arriva vicino. Anzi aggiungo che WCFYA e SOE sono due lavori magnifici.
Sandro70
Venerdì 5 Giugno 2020, 11.02.25
91
Capolavori sono among the living e spreading the disease, il resto va dall'ottimo ( sound of white noise ), al buono ( persistence of time e fistful of metal ) e al discreto / sufficiente ( i restanti ).
Legalizedrugsandmurder
Venerdì 5 Giugno 2020, 8.10.32
90
Sound of white noise sarebbe il nulla? Allora voglio altri 10, 100, 1000 nulla...
alex
Venerdì 5 Giugno 2020, 0.35.40
89
I 5 primi album sono capolavori del thrash metal. Poi il nulla
mariner
Martedì 26 Maggio 2020, 11.32.00
88
Uno dei capisaldi della nascita del thrash anche se è più corretto parlare di speed così come per le altre opere prime di Metallica, Slayer e Megadeth... Ricordo una intervista dell'89 a Scott Ian su HM in cui diceva che Turbin era stato defenestrato per il caratterino non proprio accomodante... Raccontò che una volta dovevano aprire per gli Scorpions e Turbin si rifiutò di cantare perché gli Scorpions erano troppo commerciali...ho il vinile originale e sul retro della cover ricordo la dedica "to the Bangers of the world who are the pulse of this aggressive METAL movement that is taking the world by storm"... Bei tempi... Voto:85
Dani77
Domenica 7 Luglio 2019, 18.21.02
87
100!!!
Diego75
Domenica 3 Marzo 2019, 15.36.40
86
A mio parere il disco perfetto degli anthrax...iquelli con belladonna non mi hanno mai convinto .... dischi molto altalenanti...qualche canzone ma sinceramente non sono. Mai riuscito ad ascoltare un disco dall’ inizio alla fine a differenza delle altre band thrash....come ripeto questi x me sono gli anthrax ....i dischi successivi molto altalenanti...voto 100!
Diego75
Domenica 3 Marzo 2019, 15.34.21
85
A mio parere il disco perfetto degli anthrax...iquelli con belladonna non mi hanno mai convinto .... dischi molto altalenanti...qualche canzone ma sinceramente non sono. Mai riuscito ad ascoltare un disco dall’ inizio alla fine a differenza delle altre band thrash....come ripeto questi x me sono gli anthrax ....i dischi successivi molto altalenanti...voto 100!
GRC
Martedì 11 Dicembre 2018, 19.46.25
84
L'ho messo stamattina in macchina, erano anni che non l'ascoltavo. Disco bello, considerato da sempre un album thrash personalmente lo ritengo un album puramente speed*. Comunque il meglio lo daranno dal lavoro successivo, lo splendido Spreading The Disease, album tra speed e thrash, resta in ogni caso, Fistful Of Metal, un disco storico da avere assolutamente. *Ho letto e sentito molte definizioni sullo speed, c'è chi lo intende come sinonimo del thrash, chi del power, addirittura chi lo intende come evoluzione più sofisticata del thrash e chi ancora (la più fantasiosa) distingue una canzone thrash da una speed dalla durata, sotto i 3 minuti è thrash sopra i 3 minuti è speed. Secondo questa teoria brani come Piece by Piece o Necrophobic sarebbero thrash mentre brani, tra l'altro dello stesso album (Reign in Blood degli Slayer), come Angel of Death o Raining Blood sarebbero speed, un' assurdita. Secondo me lo speed è un'evoluzione, più veloce ed intensa, del metal classico (Maiden, Judas), il collegamento tra il metal di matrice classica con il thrash e il power. Dallo speed le strade si dividono definitivamente, metal melodico il power (e tutte le sue evoluzioni, symphonic metal, neoclassical ecc.) e metal "estremo" il thash (e tutte le sue evoluzioni death, groove, black ecc.). Naturalmente in questi due filoni sono da escludere le categorie metal derivate da stili pre o proto metal, esempio il prog metal dal prog rock, e tutti di generi crossover metal (rap metal, funk metal, nu metal ecc.) o gothic metal (ibrido tra darkwave e metal) nati dall'incrocio tra metal e altri stili.
Silvia
Martedì 20 Febbraio 2018, 15.44.31
83
Lisa non lo so su questi 3... Quando sento Metal Thrashing Mad mi sembra questo il piu’ bello, poi sento The Skull Beneath the Skin e mi sembra Killing, poi sento Die By the Sword e dico no no Show no Mercy, hahaha ! Secondo me i 3 album si equivalgono anche come tiro e come struttura, un po’ legata ancora alla NWOBHM, chi piu’ chi meno...
lisablack
Martedì 20 Febbraio 2018, 15.02.02
82
Be' si..però fra tutti e 3 un preferito c'è sempre e il mio è Show no mercy, senza nulla togliere agli altri.
Silvia
Martedì 20 Febbraio 2018, 14.58.48
81
Ragazzi/e, io questi confronti non riesco mai a farli... Sia questo che Killing che Show No Mercy hanno dei pezzi da paura secondo me, tutti pugni in faccia con un gran tiro e voglia di spaccare il mondo
lisablack
Martedì 20 Febbraio 2018, 14.51.00
80
Bel debutto che tiene testa a Killing is my business..riguardo Show no mercy..niente da fare. Il debut degli Slayer è storia, opinione mia da fan perciò di parte.
Mulo
Martedì 20 Febbraio 2018, 14.44.01
79
Grand debutto (superiore sia al primo megadeth che a show no mercy),esclusa la cover che reputo inutile ,le uniche due non eccellenti sono Death from Above e Across the River.Le altre sono dei capolavori.Voto 90/100
Steelminded
Sabato 27 Gennaio 2018, 0.07.23
78
Mi piace for all kings
rik bay area thrash
Venerdì 26 Gennaio 2018, 23.19.21
77
Ciao Silvia , quoto il tuo post #71, non aggiungo altro perché hai scritto già tutto Tu
Mulo
Venerdì 26 Gennaio 2018, 18.47.08
76
Di For All Kings che ne pensate?
klostridiumtetani
Venerdì 26 Gennaio 2018, 18.40.18
75
E a me piace moltissimo anche Worship... voto 90!
Silvia
Venerdì 26 Gennaio 2018, 18.24.58
74
@klostri #72 hahaha bella interpretazione
Steelminded
Venerdì 26 Gennaio 2018, 18.21.08
73
E bravo klostri... per me pero Sono tutti e tre grandiose in uguale maniera..
klostridiumtetani
Venerdì 26 Gennaio 2018, 16.37.52
72
@Silvia, ma infatti secondo me in Spreading, hanno costruito l' ossatura del loro particolare sound, ma in Among ci hanno aggiunto la "ciccia"
Silvia
Venerdì 26 Gennaio 2018, 15.58.56
71
Concordo con @klostri anche se x me Spreading è il loro apice! Come detto in un’altra recensione sono troppo di parte x questa band che ha un valore sentimentale immenso x me (infatti commento poco x evitarvi le sviolinate, hahaha ). Purtroppo i lavori dopo Among non rientrano nei miei gusti e oggi non li ascolto alla nausea come allora ma i primi 3 album sono delle perle x me e Belladonna rimane una delle mie voci preferite, cosi’ come mi piace molto il drumming di Charlie
klostridiumtetani
Venerdì 26 Gennaio 2018, 15.44.17
70
@Steelminded, per me non esageri affatto: 95 è giusto. I due successivi per me sono superiori , e li reputo da 100 se non di più! (Soprattutto Among, secondo me deve essere un s.v. in quanto era davvero qualcosa di non comparabile con niente fatto fino ad allora).
Steelminded
Venerdì 26 Gennaio 2018, 14.55.15
69
Fucking masterpiece, non inferiore ai successivi due... grandioso: 95. Forse mi direte che esagero...
thrasher
Sabato 20 Gennaio 2018, 13.36.11
68
Ho sempre saputo che slayer metallica e anthrax uscirono lo stesso anno
jaw
Sabato 20 Gennaio 2018, 13.34.39
67
Infatti non e' l unico quelli a scavalco delle annate recavano ovviamente la fase di lavorazione iniziale perche' le copertine erano gia' pronte, e volendo allargare il discorso precedente questo per me e inferiore a kill dei metallica o show degli slayer, ma non meno importante per il lo stile thrash degli anni a venire
Aceshigh
Sabato 20 Gennaio 2018, 13.26.51
66
Sembrerebbe il 28 gennaio 1984... Registrato nell'83 però. Il singolo Soldiers of Metal è uscito a novembre dell'83
thrasher
Sabato 20 Gennaio 2018, 13.21.23
65
Questo disco non uscì nell 83?
jaw
Sabato 20 Gennaio 2018, 13.04.23
64
Uno dei dischi piu' importanti, thrash power e speed fusi insieme come tradizionalmente facevano i gruppi nord americani, come il primo exciter
Shadowplay72
Domenica 5 Novembre 2017, 17.33.44
63
Disco storico di una delle piu' grandi thrash metal band,anche se preferisco among the iving e state of euphoria a questo album!
Aceshigh
Domenica 5 Novembre 2017, 17.26.26
62
Esordio stratosferico. Me lo registrarono su una cassetta con Live Undead sul lato B, avevo 10 anni, che ricordi. Poi comprai il vinile che ancora custodisco gelosamente! Sì, ci sono ancora parecchie influenze heavy e speed ma penso che a livello di songwriting sia al livello dei successivi due album, per cui voto 92! Ah dimenticavo: per me la copertina è geniale, un classico delle toppe da giubbotto e da chiodo!!!
Silvia
Venerdì 5 Maggio 2017, 9.46.49
61
Grandissima Metal Thrashing Mad! Col successivo divennero il mio gruppo thrash preferito. Che ricordi...
Steelminded
Venerdì 5 Maggio 2017, 9.05.19
60
Grande esordio, stile più classic metal che altro. Neil Turbin gran voce, peccato avrebbe meritato maggiore fortuna.
tino
Mercoledì 22 Febbraio 2017, 8.57.33
59
Il big 4 è stato costruito per riunire in un unico show i 4 gruppi che negli anni d’oro hanno fatto più successo contribuendo a diffondere quel tipo di musica, poi che ci siano stati guppi migliori, che non facciano più thrash, che facciano schifo, che sono meglio i sodom o i tankard, quello è un altro discorso.
Pink Christ
Mercoledì 22 Febbraio 2017, 8.39.18
58
Intendevo i Big 4 per me. Ognuno avrà i suoi, io capisco che son 4 band storiche e ormai leggendarie nell'ambito thrash metal perchè hanno dato il via al movimento e lo hanno fatto conoscere al mondo, ma ormai si vive di vecchi ricordi. A parte gli Slayer che continuano a spaccare il culo, Megadeth,Anthrax e Metallica non fanno piu thrash da un bel pò di anni pur essendoci quasi sempre qualche contaminzaione con il genere, si son spostati tutti verso altri lidi. I big 4 andavano bene negli anni 80 ma adesso che senso ha parlarne? Sarebbe meglio the 4 legends, almeno si capisce che è una storia passata ormai da anni.
nonchalance
Venerdì 17 Febbraio 2017, 15.08.41
57
Accuse pesanti qua, son sempre in ballo i gusti! I Big4 sono quelli: erano i più noti prima, dopo e tuttora. Che, poi, abbiano fatto uno-due dischi degni di essere chiamati tali ci può anche stare..però, il resto lo fa il nome! Io, a questo punto, organizzerei uno Small4: Exodus - Testament - Overkill - Death Angel
Pink Christ
Venerdì 17 Febbraio 2017, 14.15.38
56
Big 4? Slayer, Exodus, Testament e Metallica (metterei in mezzo anche Overkill e Sodom che li amo da sempre). Il resto viene dopo, Anthrax e Megadeth han fatto due, tre album a testa degni di esser chiamati Thrash, il resto è trash e basta. La storia dei big 4 è un pò na cazzata
Osvaldo
Domenica 20 Novembre 2016, 18.25.32
55
Ottimo debutto, molto diretto, grezzo e divertente. La doppia cassa di Benante faceva già sfracelli rispetto a tanti altri debut di quegli anni... le canzoni ci stanno, i riff sono già thrasheggianti al punto giusto e turbin alla voce non era affatto male. Non sarà una uscita epocale come gli album seguenti, ma rimane un lavoro di grande importanza storica (è uscito a gennaio 1984, quindi sarà stato composto e registrato nel corso del 1983... mica male!!)
Christian Death Rivinusa
Mercoledì 9 Novembre 2016, 0.36.12
54
non ci metto i sepultura di oggi perche' hanno solo il nome e basta,per me i veri sepultura furono e resteranno quelli dei fratelli cavalera che hanno fatto un thrash ai tempi brutale veloce ai livelli degli slayer… .con arise hanno toccato vette altissime non dimentichiamoli
Christian Death Rivinusa
Mercoledì 9 Novembre 2016, 0.27.58
53
gli exodus sono la prima scelta dopo megadeth,slayer,testament e i metallica. poi ci sarebbero exodus,kreator,sodom e destruction
galilee
Martedì 8 Novembre 2016, 21.09.40
52
Ognuno ha i propri big 4. Anthrax, Megadeth, Testament, Overkill.
rik bay area thrash
Martedì 8 Novembre 2016, 21.02.05
51
Tutto vero quello che dite ragazzi e Lisa ma io nel mio piccolo penso agli exodus ed a un certo bonded by blood ....
galilee
Martedì 8 Novembre 2016, 14.12.12
50
Ero ironico ovviamente, anche se seguivo i miei gusti. Ho ascoltato più POT degli Anthrax che tutta la discografia dei Metallica, Slayer e Exodus...eh eh..
Christian death rivinus
Martedì 8 Novembre 2016, 13.48.29
49
Condivido in pieno il commento di lisablack riguardo i metallica.....prepariamocci a un load reload stile.....che piacera' tantissimo ai nuovi fans dei metallica e non agli amanti del vero thrash
lisablack
Martedì 8 Novembre 2016, 13.41.19
48
D'accordo con Christian riguardo i Testament, anche se io detesto i big 4 come idea a prescindere. Riguardo i Metallica..be' non suonano thrash dall'88, mi pare che ho detto tutto..fate voi...
galilee
Martedì 8 Novembre 2016, 12.38.28
47
Secondo me dai Big 4 dovevano invece togliere i Metallica....
Christian death rivinus
Martedì 8 Novembre 2016, 11.10.02
46
A me questa band non mi ha preso come altre.....pero' ogni tanto mi piace ascoltare questo, persistence of time e among the living... E secondo me al loro posto nel big four meritavano di esserci i Tesament...la band a mio avviso thrash piu' sottovalutata di tutte nonostante abbiano una formazione mostruosa musicalmente parlando, e anche per la loro immensa e valida carriera....
rik bay area thrash
Martedì 8 Novembre 2016, 9.13.23
45
Ciao Lisa e Metal Shock. Sai Metal Shock in realtà apprezzo spreading .. e among the ... non è solo un fattore diciamo geografico mi sa che è solo un fattore di gusto personale. Ciao e alla prossima.
lisablack
Martedì 8 Novembre 2016, 7.42.39
44
Anch'io comunque con gli Anthrax è come amore e odio. Una band che quasi apprezzato di più nell'era Bush con un album come Sound of white noise..Spreading the disease è il loro miglior lavoro per me..gli altri dischi mi son piaciuti ma non ci vado matta.
Metal Shock
Martedì 8 Novembre 2016, 6.06.11
43
Ciao Rik: non sei il solo a cui non piace questo disco, lo avro` ascoltato giusto un paio di volte, e a parte due o tre brani, non mi dice tanto, molto meglio gli altri album degli Anthrax, indipendentemente da Belladonna. Ma non penso che la band ti piaccia tanto, sono di New York ehehehh
Luca 1898
Martedì 8 Novembre 2016, 0.01.58
42
Anch'io lo comprai in edicola, a me piace, Howling Furies vale la spesa
Christian death rivinus
Lunedì 7 Novembre 2016, 20.51.01
41
Album fantastico lo comprai tanto tempo fa a scatola chiusa in edicola ....poco piu' di dieci mila lire....e' stato uno dei miei acquisTi musicali a basso costo piu' azzeccati,mi piaceva tantissimo turbin alla voce anche se belladonna ha dato piu' classe e stile alla band....questo e' un album per me piu' grezzo e diretto...unico
terzo menati
Lunedì 7 Novembre 2016, 18.27.12
40
E' vero, roba alla exciter, anche come voce. Ma quando sento...meching lov am lusing controoool...
rik bay area thrash
Lunedì 7 Novembre 2016, 18.19.19
39
So che alcuni utenti si irriteranno non poco ma i gusti musicali purtroppo sono soggettivi. Senza dubbio un buon esordio che però a me sinceramente non dice molto. Mi spiego. Qui di thrash non è che ci sia moltissimo. Mi pare più un mix heavy / speed. Alcune song sono molto valide, e su questo non si discute, ma nel complesso mi lascia alquanto indifferente. Sarò fatto male io .....
Tatto
Martedì 19 Luglio 2016, 10.26.42
38
Quando esce quest album la megaforce aveva già scoperto e prodotto i metallica....e non "di lì a poco avrebbe scoperto anche i Metallica"- bow to The phantom lord
HERMANN 60
Lunedì 6 Giugno 2016, 17.54.07
37
Grande esordio con un cantante cazzuto come Turbin altro che quella fighetta di Belladonna....
VecchioThrasher
Mercoledì 9 Settembre 2015, 14.44.22
36
Ragazzi canonata di album! uno dei miei preferiti!!!
lorenzo
Domenica 26 Ottobre 2014, 13.46.55
35
sono un fan della band e penso che le demo e il cd anche sono davvero fantastiche il mio voto è 85 quest album spacca di brutto si fa notare e ha stile e dopo che hanno perso un pò di stile . Si sono recuperati con wosrhip music secondo me \m/
peppe
Mercoledì 4 Giugno 2014, 15.43.31
34
l ho trovato anch io con la rivista!! e ho capito dal primo ascolto che cos è uno shock. dall inizio alla fine. eterno capolavoro, per nn parlare di quello che combina neil turbin!
Giovanni
Giovedì 2 Gennaio 2014, 20.16.56
33
Esordio grandioso, ma ilò meglio vi9ene dopo!
Galilee
Venerdì 13 Settembre 2013, 16.17.36
32
Gran disco, ma inferiore ai due successvi. Grezzissimo. 85/100
blackie
Giovedì 18 Aprile 2013, 12.56.06
31
che grande album questo fistful of metal!!!altri tempi che purtroppo non tornerannoma metal trashin mad e deathrider rimarrano scolpite nella storia per sempre!bella la voce di turbin.
Celtic Warrior
Domenica 6 Gennaio 2013, 19.59.55
30
Grandissimo album thrash metal , Neil Turbin un cantate capace di ottimi acuti e di una potenza fuori dal comune uno dei miei cantanti preferiti ai tempi , peccato che dopo aver lasciato il gruppo non ebbe fortuna , questo è un album che ogni tanto mi sparo a palla e mi pompa ancora di bestia , voto 90.
Sambalzalzal
Martedì 18 Dicembre 2012, 9.47.10
29
Bellissimo album, forse il mio preferito degli Anthrax! Dico forse una cosa che per molti suonerà come un'eresia ma mi accodo a Doomale@ Turbin a Belladonna lo straccia!
Doomale
Domenica 18 Novembre 2012, 16.34.46
28
..che album...preso con la rivisya Metal la cassetta originale...E cmq Neil turbin su ste canzoni spacca davvero un botto con la sua voce...Secondo me Belladonna tutto il mio rispetto ma non sarebbe stato adatto a canzoni come Deathrider o Metal trashing mad...ascoltatevelo infatti su Alive 2!! Voto 90 alla storia
Therocker77
Martedì 21 Febbraio 2012, 12.03.12
27
Uno dei miei dischi preferiti, trovo che FOM sia meraviglioso; mi piace tanto il fatto che il disco sia impregnato di NWOBHM; Sembra il perfetto enello di congiunzione tra l'HM britannico e il futuro movimento thrash, un pò come show no mercy...FOM è un album unico. Pezzi veloci e rozzi...inoltre la produzione non impeccabile gli dona quel senso di 80's ancora più marcato.....per me 99 !
The Nightcomer
Martedì 29 Novembre 2011, 10.24.53
26
Conobbi gli Anthrax con Among The Living, che acquistai quando uscì, ma ricordo che allora tra i miei amici c'erano feroci dibattiti sugli Anthrax, che dividevano con la loro svolta stilistica (o forse, più propriamente, evoluzione), che a partire dal lavoro successivo avrebbe assunto una dimensione meno heavy e più thrash. Forse sbaglierò, ma ho sempre considerato Fistful of Metal un disco eterogeneo, dallo stile non ancora completamente definito: contiene degli evidenti riferimenti al metal classico, ma contemporaneamente spinge le sonorità ai limiti concepibili per l'epoca, sfociando in episodi di power/speed antesignani e destinati a diventare dei classici. La voce di Turbin è fantastica per questo stile: è più heavy di quella di Belladonna, senza voler sminuire quest'ultimo, che molto ha dato alla band nei due album successivi. Considerato l'anno di uscita Fistful of Metal non può non essere considerato un disco importante.
SNEITNAM
Mercoledì 24 Agosto 2011, 14.45.33
25
Cazzo che album, e quanti ricordi...grandi Anthrax!
Maurizio
Giovedì 7 Luglio 2011, 15.21.16
24
Copertina orribile, poi per il resto un debutto che spara miica male; ma Spreading e Among sono di livello nettamente superiore.
antiborgir
Domenica 17 Aprile 2011, 13.37.51
23
Questo disco è veramente un pugno in faccia!!!Voto 100
Argo
Domenica 17 Aprile 2011, 13.26.46
22
Ho riascoltato questo disco e devo dire che è fenomenale! Altrochè! E' totalmente un altro gruppo rispetto ai lavori successivi, e secondo me la produzione di questo disco non è sporca come scritto nella recensione, anzi, mi sembra si senta molto meglio e con suoni più puliti del successivo album, che ha degli alti a livelli surreali e si sente tutto come ci fosse un grande fruscio.
il leccese
Martedì 8 Marzo 2011, 16.11.52
21
si ma scott ian con la chitarra leopardata è da bandire..meglio quelle con il giudice dredd o silver surfer!
Broken Dream
Martedì 8 Marzo 2011, 0.06.18
20
Caposaldo del metal..voto a mio avviso bassino per un disco che ha dato il là ad un modo di suonare e vivere il genere che tanti di noi amano.
S,S. LAZIO & HEAVY METAL
Lunedì 7 Marzo 2011, 10.59.57
19
Disco stupendo. Per me voto 90!!!!
Painkiller
Lunedì 7 Marzo 2011, 9.21.26
18
disco grezzo e seminale ma senza la voce di Belladonna......
Argo
Domenica 6 Marzo 2011, 14.01.49
17
Ricordo di aver ascoltato questo disco una volta sola della mia vita e di non averlo apprezzato molto. L'inizio degli Anthrax per me è con Spreading the Disease. Forse mi conviene dare a questo album un secondo ascolto.
Lord_of_all_fevers
Domenica 6 Marzo 2011, 12.35.29
16
assolutamente un must!! sono anni che l'ascolto e canzoni come "deathrider" o "death from above" non penso riusciranno mai a stancarmi... e poi dan lilker è una garanzia!!
LAMBRUSCORE
Domenica 6 Marzo 2011, 9.42.55
15
ce l'ho in versione 2 45 giri, con copertina apribile e foto all'interno, sono un "pochino" geloso di questo gioiello del metal....
Ba....
Sabato 5 Marzo 2011, 22.34.49
14
COME SI PUO' DARE A QUESTO DISCO SOLO 80????? DACCORDO CON ROX68! CAPOLAVORO STORICO ALMENO 95/100
Mika
Sabato 5 Marzo 2011, 20.08.34
13
Lo ascoltavo proprio ieri con un mio amco, sarà che ci sono cresciuto, ma mi stavo commuovendo. I'm eighteen ha il sapore di un periodo in cui tutto era possibile nella mia testa.
rox68
Sabato 5 Marzo 2011, 18.25.37
12
Non capisco, una recensione dai toni ultra-enfatici e poi soltanto 80 come voto?
enry
Sabato 5 Marzo 2011, 16.25.19
11
Molto bello, anche se il mio preferito resta 'Among the Living'. Copertina oscena. 80/100 mi trova abbastanza d'accordo.
Lizard
Sabato 5 Marzo 2011, 15.50.24
10
Sì sì... Può darsi benissimo che io abbia letto la sua versione edulcorata della vicenda
Er Trucido
Sabato 5 Marzo 2011, 15.45.39
9
@Lizard: non ricordo bene la questione Turbin (penso che ci fosse qualche lite di mezzo), ma mi sembra che invece Lilker se ne andò per il motivo inverso... i casi della vita!
Lizard
Sabato 5 Marzo 2011, 15.40.42
8
Discone clamoroso con un Turbin spettacolare che, a quanto sapevo, andò via di sua scelta proprio perché la musica degli Anthrax era troppo aggressiva per i suoi gusti.
Blackster
Sabato 5 Marzo 2011, 15.34.48
7
Me la ricorderò sempre questa copertina e soprattutto grandissimo album, devastante.
Captain Wild
Sabato 5 Marzo 2011, 15.24.56
6
Il mio preferito degli Anthrax!
Frankiss
Sabato 5 Marzo 2011, 15.22.13
5
grande disco copertina pacchianissima che mi ha sempre suscitato ilarità....
Jek
Sabato 5 Marzo 2011, 15.12.10
4
Stupenda recensione per un disco brutale. Questo disco degli Antax è secondo solo a Armed & Dangerous. Non vado matto per il thrsh ma alcune band sono devastanti, gli antrax fanno parte delle storia del metal.
Crushed Liver
Sabato 5 Marzo 2011, 14.33.15
3
Quanto nostalgia ogni volta che metto il vecchio vinile di mio zio...che dire...dal mio punto di vista (un pò parziale lo ammetto) questo è il miglior album degli Anthrax. Ha tutto: dinamismo, tecnica, ferocia, un Turbin ispiratissimo e almeno 4/5 pezzi che hanno fatto la storia del genere. 95
Radamanthis
Sabato 5 Marzo 2011, 14.27.34
2
Neil Turbin su questo album è spettacolare! Questo album merita, a mio parere, almeno 10 pts in piu'! Dai ragazzi, è da 90!!! Non riesci a tener la testa ferma per piu' di 10 secondi e solo x esigenze fisiche (dato che non ho piu' 15 anni e qualche dolore al collo a furia di fare headbanging)! Disco spettacolare come neppure i successivi! Primo album nella storia della band sia per anno, sia per importanza, sia x risultato finale! PS: la produzione "sporca" e la voce "imprecisa" di Trubin sono qualità e non difetti di questo capolavoro! I'M METAL THRASHING MAAAAAAD!
Undercover
Sabato 5 Marzo 2011, 13.46.35
1
I primi tre degli Anthrax per me sono da 100 netto... l'importanza storica, i brani che ti fanno scapocciare e la voce di Turbin che non nego apprezzare più di quella di Belladonna mi portano a considerarlo alla stregua dei due masterpiece successivi.
INFORMAZIONI
1984
Megaforce Records
Thrash
Tracklist
1. Deathrider
2. Metal Thrashing Mad
3. I'm Eighteen
4. Panic
5. Subjugator
6. Soldiers of Metal
7. Death from Above
8. Anthrax
9. Across the River
10. Howling Furies
Line Up
Neil Turbin - vocals
Dan Spitz - guitars
Scott Ian - guitars
Danny Lilker - bass
Charlie Benante - drums
 
RECENSIONI
68
58
50
55
84
85
75
90
87
80
ARTICOLI
25/11/2018
Live Report
SLAYER + LAMB OF GOD + ANTHRAX + OBITUARY
Mediolanum Forum, Assago (MI), 20/11/2018
12/11/2015
Live Report
SLAYER + ANTHRAX + KVELERTAK
Alcatraz, Milano (MI) , 05/11/2015
26/06/2014
Live Report
ANTHRAX
Orion Live Club, Ciampino (RM), 19/06/2014
18/06/2014
Live Report
SLAYER + ANTHRAX
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI), 15/06/2014
17/07/2011
Articolo
ANTHRAX
Scott Ian, la biografia
09/07/2011
Live Report
THE BIG 4 - METALLICA - SLAYER - MEGADETH - ANTHRAX
Arena Fiera, Rho (MI), 06/07/2011
29/06/2011
Articolo
ANTHRAX
Joey Belladonna, la biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]