Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Trivium
In the Court of the Dragon
Demo

Slowpoke
Slowpoke
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/10/21
LIVLOS
And Then There Were None

22/10/21
OSUKARU
Starbound

22/10/21
DREAM THEATER
A View from the Top of the World

22/10/21
KOLOSSUS
K

22/10/21
DRACONICON
Dark Side of Magic

22/10/21
CRADLE OF FILTH
Existence is Futile

22/10/21
NECROFIER
Prophecies of Eternal Darkness

22/10/21
SIXX A.M.
Hits

22/10/21
RED TO GREY
Balance of Power

22/10/21
MASSACRE
Resurgence

CONCERTI

22/10/21
FULCI + HELSLAVE
DEFRAG - ROMA

22/10/21
WIEGEDOOD + PORTRAYAL OF GUILT
BLOOM - MEZZAGO (MB)

22/10/21
ANGEL MARTYR + HUMAN DECAY + SINISTER GHOST + COTARD SYNDROME
VEGAS - VIAREGGIO (LU)

23/10/21
HYPERION (ITA) + GENGIS KHAN
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

23/10/21
FULCI + CRAWLING CHAOS
CIRCOLO DEV - BOLOGNA

24/10/21
TOTAL RECALL + FULCI + RISE ABOVE DEAD
LEGEND CLUB - MILANO

29/10/21
LABYRINTH
DRUSO - RANICA (BG)

04/11/21
MICHAEL SCHENKER GROUP
AUDIODROME LIVE CLUB - MONCALIERI (TO)

05/11/21
DISTRUZIONE + NEID + NECROFILI
TRAFFIC LIVE - ROMA

06/11/21
SKANNERS + ARTHEMIS + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

Chupacabras - Il Tuo Delirio
( 2347 letture )
Il duro zoccolo di adepti del nu-metal è duro a morire. Nonostante il genere sia secondo forse solo al grunge per decadenza, in tanti trovano passione e attualità nelle forme ormai da tempo cristallizzate di uno dei generi più odiati dai metalheads. Se siete appassionati o simpatizzanti del genere e seguite Metallized, avrete sicuramente notato che la nostra odiata/amata penisola si è contraddistinta per uscite di qualità piuttosto elevata nell’ultimo periodo. Purtroppo, come si suol dire, non tutte le ciambelle escono col buco, e (come avete potuto sbirciare) il disco che mi ritrovo a recensire non è stato all’altezza dei suoi compatrioti. Sotto l’ala della giovanissima W1tch r3cords, i liguri Chupacabras confezionano un pacchetto di rabbia e aggressività che come un ariete cerca di sfondare la porta principale del castello, senza però soffermarsi a pensare che c’è il forte rischio di rompersi le corna.

Il primo ascolto dell’album non mi lascia particolarmente perplesso: decisamente chitarroso, diretto nei testi, non il massimo dell’originalità ma diamogli tempo. Purtroppo già al secondo ascolto inizia a farsi viva una ripetitività disarmante. In circa trentacinque minuti di musica sembra di ascoltare sempre gli stessi riff, e gli stereotipi del genere, già di persè monolitico, vengono bruciati in una manciata di minuti. La sezione ritmica viene letteralmente soffocata dalla chitarra e dalla voce (e tutti noi sappiamo che questa pecca può pesare molto sulla varietà del prodotto finale), e solo l’ottima produzione riesce ad attenuare il divario strumentale. Nessun pezzo si distingue particolarmente per qualità o originalità, e anche se i testi puntano a politicizzare (particolarmente accanite le critiche agli Stati Uniti), il messaggio della band non penetra in profondità. Insomma, urlare "cazzo" e "motherfucker" poteva destare stupore negli anni cinquanta ma, a mio modesto parere, penso che il modo più efficace di scuotere i cuori di un popolo la cui aspirazione massima è diventare calciatori o veline, sia quello di puntare a testi con profondità intellettuale, giochi di parole, sarcasmo, ironia, sottigliezze. L’unica nota positiva che mi viene in mente è la forza degli attacchi della chitarra, ma anche in questo senso l’album non riesce a convincermi pienamente, sia per l’abuso della sei corde sia per la già citata ripetitività. Anche se la vostra massima aspirazione in termini musicali fosse fare unicamente headbanging, ci sono migliaia di lavori molto più utili alla causa.

Dispiace moltissimo essere cosi duri nei confronti di una band italiana ma, proprio nel campo del nu, in Italia abbiamo davvero poco di cui lamentarci, e se noi recensori non riuscissimo a essere neanche obbiettivi, tanto varrebbe spendere meglio il nostro tempo. Il mio consiglio per la band è quello di non arrendersi di fronte alle critiche, fermatevi un attimo a prendere fiato e ponderate attentamente sul da farsi, cosi non va bene.



VOTO RECENSORE
45
VOTO LETTORI
23.33 su 21 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2010
W1tch R3cords
NuMetal
Tracklist
01. Condanna
02. Guerra Preventiva
03. Il Tuo Delirio
04. Chupacabras
05. Vortice Di Polvere
06. Orizzonti Verticali
07. Ragazzo Inutile
08. Non Esisto
09. Bush Kick Ass
10. Naziskin In The USA
11. Lacrime
Line Up
Freddy - voce
Fede - chitarra
Marco - basso
Slavo - batteria
 
RECENSIONI
45
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]