Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Five Finger Death Punch
F8
Demo

Conception
State Of Deception
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

10/04/20
HER CHARIOT AWAITS
Her Chariot Awaits

10/04/20
PRETTY MAIDS
Maid In Japan

10/04/20
ITALICUS CARNIFEX
Incide Your Mind

10/04/20
ARCHGOAT
Black Mass XXX

10/04/20
WOLFHEART
Wolves Of Karelia

10/04/20
JOE SATRIANI
Shapeshifting

10/04/20
FM
Synchronized

10/04/20
ACROSS THE SWARM
Projections

10/04/20
METAL CHURCH
From the Vault

10/04/20
CORDYCEPS
Betrayal

CONCERTI

04/04/20
GUTALAX + GUESTS TBA
CIRCOLO EKIDNA - CARPI (MO)

04/04/20
FULL OF HELL + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

04/04/20
ANCIENT + NECRODEATH + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

04/04/20
TYGERS OF PAN TANG + GUESTS TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

04/04/20
DEATHLESS LEGACY
GRINDHOUSE CLUB - PADOVA

04/04/20
IMAGO MORTIS + GUESTS
KRACH CLUB - MONASTIER (TV)

04/04/20
NECRODEATH
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

05/04/20
VAN DER GRAAF GENERATOR (POSTICIPATO)
POLITEAMA GENOVESE - GENOVA

07/04/20
VAN DER GRAAF GENERATOR (POSTICIPATO)
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

08/04/20
VAN DER GRAAF GENERATOR (POSTICIPATO)
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

Aerosmith - Pump
( 7496 letture )
SCAMBI DI CORTESIE CON MTV
Serviva Permanent Vacation per far accettare gli Aerosmith all'establishment fighetto di MTV, e Pump, di due anni successivo, è la carta decisiva, l'asso nella manica della band per scrivere un nuovo capitolo di storia e, nel mentre, guadagnare un bel po' di soldi, che male di certo non fa. Pump è un disco commerciale, e ne va fiero, perché lo è senza fare concessioni alla musicaccia: semplicemente, i cari vecchi 'Smith, solo tirati a lucido e pronti per la televisione. Il look è quello giusto, sporco e sessuale, l'attitudine anche: facciamo vedere a questi ragazzini che se scendiamo in campo siamo ancora i più forti. Chi sono d'altra parte Guns N' Roses, Mötley Crüe, Poison, i redivivi vecchietti Whitesnake, di fronte alla coppia di matti Perry-Tyler, quando decidono di suonare insieme e non di buttarsi giù dal palco a vicenda?

SESSO, DROGA, ROCK'N'ROLL, ANCORA SESSO...
Pump ha una carica fisica terrificante, è torbido ed eccitante come il rock deve essere: bastano i primi secondi della prima traccia, Young Lust: Perry spara il riff, Tyler prima urla selvaggiamente, poi si aggrappa all'armonica e poi delira un testo che richiama Eddie Cochran ("you feel it in the summertime blues") e morde la carne viva delle ragazze. Per tutto il disco, sono i mugolii di Tyler a eccitare le giovani fan della band nei momenti più impensabili, ma è Perry a giganteggiare assieme a lui, senza perdere un colpo: Toxic Twins sempreverdi, ruggenti e svelti. Love in an Elevator è il grande successo commerciale, inno sleazy con un flavour da classifica ma con un'inventiva che è tutta made in Aerosmith, e un taglio aggressivo che non spaventa il grande pubblico, né allora né oggi. Gli onori della cronaca, va detto, se li prende anche Janie's Got a Gun, ben più tormentata nelle tematiche ma di eguale impatto sonoro, e la romantica power ballad What it Takes non sta certo a guardare. La band è in forma smagliante, e mostra la viva carne delle sue radici hard blues, coniugandole secondo il verbo del nuovo heavy da classifica con una perizia che fa spavento, non temendo di spingere su un acceleratore che non si consuma mai. Anche quando la corsa folle perde un po' vigore (Monkey on my Back e My Girl), non possiamo parlare di cadute di stile o brani "sbagliati", quanto di semplici episodi meno incisivi, ma non per questo da dimenticare. Pump è l'alchimia del rock'n'roll, maledizione: canzoni per tutti ma non da tutti, se capite cosa intendo. Mi si dirà: non è Toys in the Attic, non è Rocks! Verissimo, ma la diversità non implica necessariamente un meglio e un peggio. Scegliendo un approccio da puristi, si potrebbe sostenere che tra le contaminazioni rock dei due capolavori settiantiani degli Aerosmith e questa versione da MTV ci sia un abisso, ma niente sarebbe più falso. In Pump ci sono gli stessi marchi di fabbrica della band, e la loro commistione con un suono user friendly li privilegia anziché sottometterli: con un po' di lustrini e paillettes, l'hard blues viene "imposto" alla folla adorante, che per non saper né leggere né scrivere per una volta fa la cosa giusta e glorifica una leggenda del rock.

UN DISCO PER DOMARLI E... SISTEMARSI PER SEMPRE
Così gli Aerosmith compiono il loro percorso di (ir)redenzione, da dinosauro degli anni settanta a band "cool", per tutti. Miracoloso come questo sia accaduto, di fatto, senza asciugare il sound delle sue componenti fondamentali, e concedendosi qualche eccesso di songwriting non permesso a tutti. Ma d'altra parte, Perry e Tyler non sono "tutti", no? In ogni caso, per capire l'impatto sul mercato di Pump basti pensare che il successivo Get a Grip, uscito in piena era grunge, venderà ancora di più, segno che la band era arrivata a trascendere il rock per porsi nel mainstream leggendario - il luogo in cui veleggiano band storiche che avranno successo sempre e comunque, perché piacciono al di là delle mode. Per capire la qualità musicale, invece, basta ascoltarlo: Storia del Rock, senza possibilità di errore.



VOTO RECENSORE
88
VOTO LETTORI
69.73 su 71 voti [ VOTA]
Aceshigh
Lunedì 17 Giugno 2019, 20.45.48
36
Superclassicone degli anni ‘80 che volgevano alla fine... Uno di quei dischi che fa sempre piacere rimettere sul piatto. Non stanca mai. A settembre farà 30 anni, ma la carica, la passione e l’euforia che trasmette lo manterranno ... forever young! Voto 90
Area
Venerdì 14 Settembre 2018, 13.19.48
35
Il migliore della loro discografia anni 80!
TheSkullBeneathTheSkin
Martedì 24 Aprile 2018, 14.18.30
34
v o t o l e t t o r i s e s s a n t a s e i ? :\ s o n o a l l i b i t o
fasanez
Sabato 3 Marzo 2018, 11.54.26
33
Ho sempre amato questa band, mi ricordo quando li vidi live a un vecchissimo ormai, sigh, monsters of rock a Bologna, quando secondo me, proprio nel tour di questo disco, dettero del filo da torcere agli headliner whitesnake. Disco bellissimo, 90 pieno per me.
Shadowplay72
Giovedì 30 Novembre 2017, 12.12.47
32
Comunque non sono d'accordo con la recensione,dove dice che guns,whitesnake,motley crue,e poison,non erano niente di fronte agli aerosmith.anche quelle erano grandi band nel periodo d'oro tralaltro di questo tipo di musica!
Shadowplay72
Giovedì 30 Novembre 2017, 12.04.12
31
penso proprio che i giovani non li ascoltino per nulla @jaw.comunque concordo con te che sono grandi album!
jaw
Giovedì 30 Novembre 2017, 12.01.34
30
Dai che gli Aerosmith siano ricchi e famosi e' ovvio che siano un gruppo alla moda non credo. Ma poi sei cosi sicuro che i giovani li ascoltino?
Shadowplay72
Giovedì 30 Novembre 2017, 11.52.58
29
entrambi @jaw
jaw
Giovedì 30 Novembre 2017, 11.50.53
28
Non so se sia migliore questo o Permanent, grandi entrambi. Piu che altro e' sterile l incipit su Mtv, visto che gli Aerosmith non sono un gruppo per fighetti. I fighetti sono quelli di oggi che potrebbero scambiare Pump con l Eni station ahah!
InvictuSteele
Venerdì 29 Settembre 2017, 0.24.19
27
Per me questo e' il miglior album della band, bello dall'inizio alla fine e senza filler come in tutti gli altri lavori. Una bomba, band che ho sempre amato. Voto 90
IRON799
Domenica 24 Gennaio 2016, 13.38.10
26
L'album è davvero bello, veloce e orecchiabilissimo per chiunque. Anche per chi il rock non lo ascolta mai... la conferma della svolta ultra-commerciale del gruppo
Rob Fleming
Sabato 16 Gennaio 2016, 12.55.24
25
A conferma che Permanent vacation non era un fuoco fatuo dopo due anni ci pensa Pump. Bei tempi. Voto 78
Philosopher3185
Lunedì 2 Marzo 2015, 13.11.57
24
Migliore di permanent vacation,un ottimo compromesso tra il loro Hard Rock grezzo e le inflessioni pop.Per me l'ultimo grande album degli smith.
lux chaos
Sabato 27 Settembre 2014, 18.54.32
23
Proprio oggi in macchina riascoltavo questo capolavoro assoluto. Il mio preferito della band, strepitoso
Alessandro Bevivino
Martedì 19 Novembre 2013, 20.33.37
22
ALBUM magnifico.
BJP
Domenica 7 Aprile 2013, 13.24.26
21
Gran bell' ottimo album! Singoloni + il resto! D'accordo con il voto, do' 90
Simone
Mercoledì 21 Novembre 2012, 12.11.01
20
Hard Rock e poi ancora Hard Rock.Anche se al posto di Janie s got a gun avrei preferito come singolo Young Last.
Nitro
Mercoledì 7 Novembre 2012, 19.35.43
19
Capolavoro!
Moonage
Martedì 28 Febbraio 2012, 21.00.23
18
Non siamo ai livelli di Toys In The Attic, ma Pump rimane un capolavoro.
Francesco
Giovedì 4 Agosto 2011, 18.50.12
17
Dopo Permanent vacation, gli Aerosmith sfornano un altro capolavoro! Un album senza punti deboli, godibile dall'inizio alla fine
blackie
Giovedì 26 Maggio 2011, 23.57.44
16
un album fondamentale degli anni 80!il massimo dei voti!tutti classici veramente stupendo!quanti ricordi love in elevator.......grande prova coma sempre. steven tyler e joe perry su tutti!
Zarathustra
Martedì 17 Maggio 2011, 16.49.05
15
@Mkrje: è effettivamente in programma, anche se in questo momento non ricordo quando
Mkrje
Martedì 17 Maggio 2011, 16.29.04
14
Album stupendo, 90 come minimo. ma quand'è che recensite honkin on bobo?
Mkrje
Martedì 17 Maggio 2011, 16.29.04
13
Album stupendo, 90 come minimo. ma quand'è che recensite honkin on bobo?
Frankiss
Domenica 20 Marzo 2011, 14.50.19
12
disco leggendario dal gusto extraordinaire....nemmeno un pezzo superfluo ..mai un calo di tono...qui siamo vicinissimi alla perfezione....anche x me il voto è più alto...almeno un 93...
Argo
Sabato 19 Marzo 2011, 23.00.16
11
Il mio cd preferito degli Aerosmith. (tra l'altro comprato oggi nel pack 2cd assieme a Permanet Vacation)
Lizard
Sabato 19 Marzo 2011, 22.23.47
10
Il primo vinile comprato con i sudati risparmi (se non ricordo male), è come il primo amore
Khaine
Sabato 19 Marzo 2011, 12.22.41
9
Hehe si, ma loro sono sempre stati divertenti (vedi l'artwork di Night In The Ruts LOL!!)
Matocc
Sabato 19 Marzo 2011, 12.11.50
8
@ Khaine: uomini d'onore siete... grandi! volevo aggiungere una cosa su Pump: come ha scritto già MyCoven, questa è una delle copertine più GENIALI della storia!
Electric Warrior
Sabato 19 Marzo 2011, 12.11.25
7
Il loro ultimo capolavoro, in bilico da commerciale e hard rock devastante.
jak
Sabato 19 Marzo 2011, 12.09.21
6
(la diversità non implica necessariamente un meglio e un peggio): questa frase è davvero da incorniciare
Khaine
Sabato 19 Marzo 2011, 12.08.15
5
Cmq Matocc, come vedi le nostre promesse difficilmente rimangono inattese
Matocc
Sabato 19 Marzo 2011, 12.06.36
4
leggendario, il loro miglior disco degli anni '80- e tra i più belli della loro discografia. aggressivo, moderno, incazzato ma dallo stile inconfondibile. la rece rispecchia in tutto e per tutto quello che è il mio pensiero... davvero non saprei cosa aggiungere... ah sì, IMMORTALI !!!!!
MyCoven
Sabato 19 Marzo 2011, 12.05.19
3
Dimenticavo la copertina....fantastica!!
MyCoven
Sabato 19 Marzo 2011, 12.03.27
2
Grandissimo album. Musicassetta sciolta nel walkman.....90 ci sta benissimo.
Khaine
Sabato 19 Marzo 2011, 11.53.56
1
Voto 90. Il mio preferito in assoluto della band. Young Lust è uno spettacolo puro!!!!
INFORMAZIONI
1989
Geffen Records
Hard Rock
Tracklist
1. Young Lust
2. F.I.N.E.
3. Going Down/Love in an Elevator
4. Monkey on my Back
5. Water Song/Janie's Got a Gun
6. Dulcimer Stomp/The Other Side
7. My Girl
8. Don't Get Mad, Get Even
9. Hoodoo/Voodoo Medicine Man
10. What it Takes
Line Up
Steven Tyler (Vocals, Keyboards, Harmonica)
Joe Perry (Guitar, Backing Vocals)
Brad Whitford (Guitar)
Tom Hamilton (Bass Guitar)
Joey Kramer (Drums, Percussion)
 
RECENSIONI
80
70
75
68
s.v.
88
82
72
61
84
85
82
90
90
75
63
ARTICOLI
23/11/2012
Articolo
AEROSMITH
La recensione della biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]