Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Volbeat
Rewind, Replay, Rebound
Demo

Atlas Entity
Beneath the Cosmic Silence
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/08/19
SORCERY
Necessary Excess of Violence

20/08/19
NOX ARCANA
The Haunted Symphony

23/08/19
CROBOT
Motherbrain

23/08/19
ISOLE
Dystopia

23/08/19
CEREMONY
In The Spirit Of The World

23/08/19
LAGERSTEIN
25/7

23/08/19
NEMESEA
White Flag

23/08/19
DEADTHRONE
Premonitions

23/08/19
ASTRALIUM
Land of Eternal Dreams

23/08/19
METH.
Mother of Red Light

CONCERTI

20/08/19
FRANK TURNER & THE SLEEPING SOULS
FESTA RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

21/08/19
FOR THE FALLEN DREAMS + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

22/08/19
RHAPSODY OF FIRE + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

23/08/19
NECRODEATH + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

23/08/19
POVOROCK (day 1)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
REZOPHONIC + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/19
BREAKING SOUND METAL FEST
SALENTO FUN PARK - MESAGNE (BR)

24/08/19
POVOROCK (day 2)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
METAL REDENTOR FEST
SPAZIO LUPARDINE - PENTIMELE (RC)

25/08/19
BEHEADED + HELION
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

Blood Ceremony - Living With The Ancients
( 8112 letture )
Ci avevano sedotto con il loro imperdibile debut album. Ora, a distanza di tre anni, sono finalmente tornati: menestrelli di un rock dai colori cupi, dotato di un fascino senza età che non conosce i segni del tempo. Forse quello stretto dai Blood Ceremony, a giudicare da tanta abbondanza, è un patto col diavolo, vista la difficoltà anche solo di eguagliare il precedente omonimo album - figuariamoci superarlo - con questo sorprendente Living With The Ancients, grazie ad un vortice musicale colmo di mistero e attraversato da una profonda ed arcana sacralità.

'The Great God Pan, inno al dio Pan, parte lenta e doomish, ma ben presto la canzone cambia pelle, vestendosi di un hard rock potente, filtrato nel prog di estrazione seventies e nella danza ritualistica degli immancabili Black Sabbath e Black Widow. Questo brano è arricchito dagli inserti di un vecchio organo - usato dalla band per l'occasione - in grado di donare, nella bellissima coda strumentale, una disarmante carica mistica; riportando alla mente l'uso che ne facevano band come Deep Purple ed Uriah Heep.
Un dolce flauto ci introduce nella successiva Coven Tree: con il giusto retrogusto folk, la canzone si presenta lenta, come nella miglior tradizione doom, e sorretta dalla voce ipnotica di Alia O'Brien ed impreziosita da eleganti ricami acustici.
The Heremit, breve strumentale in cui è ancora il flauto a farla da padrone, è la giusta introduzione alla diabolica Demon Brother; i testi dei Blood Ceremony si bagnano di occultismo, filosofia e letteratura, raccontando storie macabre che li avvicinano ai Ghost, loro compagni di un tour che vedrà toccare anche l'Italia in quella che sarà l'unica ed imperdibile data, ad Aprile, al Bronson Club di Ravenna.

Quello che piu' stupisce è la capacità di gestire senza fatica i vari elementi presenti nella musica della band, tutti perfettamente bilanciati fra loro, ed il tutto con l'unico scopo di creare atmosfere irreali, in cui la luce viene usata solamente per celare le ombre che in realtà si nascondono dietro di essa. Oliver Haddo - celebre personaggio del racconto di Somerset Maugham, “The Magician”, ne è la prova più evidente in tal senso: otto minuti di irrequieto hard/doom/prog/rock, in un'altalena emozionale dall'impatto devastante.
Molto belle anche Mourning Of The Magicians e Night Of Augury, ma la vera punta di diamante dell'intero album è la conclusiva Doughter Of The Sun', dove un riff incalzante di Sean Kennedy - chitarrista e maggior compositore del gruppo canadese - apre la strada ad un arpeggio da brividi, raggiunto presto dall'ingresso del flauto di Alia e dell'avvolgente sezione ritmica; da quì in poi la canzone diverrà l'epicentro di questo terremoto nato dalle viscere della terra e destinato a schiavizzare orde di adepti nel mondo.

Questi figli del sole sembrano quasi danzare sulla loro musica, riuscendo senza fatica ad elevarla oltre le nubi, oltre la tempesta che imperversa ai loro piedi....il dio Pan ha donato loro la magia, ed i Blood Ceremony sono giunti fra noi per reclamare il loro posto nell'olimpo della musica nera.



VOTO RECENSORE
90
VOTO LETTORI
53.52 su 38 voti [ VOTA]
Giaxomo
Sabato 7 Gennaio 2017, 15.09.15
20
Ascoltato in loop per una settimana e niente, lo amo alla follia. ALLA FOLLIA. Sonorità spudoratamente sabbathiane, molto più cupe e tetre, mescolate con il flauto "à la Ian Anderson", voce femminale (stupenda) grintosissima e allo stesso tempo delicata (e pure sensuale a tratti, aggiungerei). Un mix perfetto dei due gruppi citati sopra ma carico di personalità, nessun filler, nessun calo, assoli veramente ben fatti e riconoscibilissimo l'uno dall'altro. L'acid doom / stoner che incontra i Jethro Tull. Non è un disco pagan / folk eppure rende l'atmosfera tipica di una serata in onore di qualche divinità pagana, a qualche dio della pioggia o del sole. Non ho ascoltato i due successivi ma spero abbiano aggiunto qualche spunto psichedelico in più. 90 sulla carta STRAMERITATO, 96 per quanto riguarda i miei gusti. Possono far scuola.
Hopkins
Martedì 3 Gennaio 2017, 8.56.17
19
visti nel 2009 con Electric Wizard a padova, gran concerto
Rob Fleming
Sabato 16 Gennaio 2016, 19.34.08
18
Conferma rispetto allo splendido debutto. 78
Arrraya
Domenica 11 Maggio 2014, 15.42.05
17
Una band che ha un bell' andazzo. Bello il singolo appena uscito, e ribadisco che piu che doom è acid psichedelico, con rimandi alla fine degli anni 60, quindi ovviamente me piace.
Doom
Domenica 15 Maggio 2011, 0.40.31
16
beh se non è da 90 questo. il doom vive anche se non amo le bands citate da undercover e witchcraft solo questione di gusti sia chiaro che siano tutti validi non si discute
Lizard
Sabato 7 Maggio 2011, 13.04.42
15
Ascoltato... Al momento disco dell'anno, senza ombra di dubbio!!! Livello di songwriting e di coinvolgimento decisamente superiore. Questi sono i gruppi da premiare e mi mordo le mani per non averli visti dal vivo!!
wind77
Lunedì 28 Marzo 2011, 9.36.41
14
non potrò fare a meno di acquistarlo! ! curiosità a mille dopo aver letto questa recensione!
Kupu
Domenica 27 Marzo 2011, 19.26.14
13
Il primo era molto bello, questo sfiora il capolavoro.
Witchcraft
Domenica 27 Marzo 2011, 13.54.14
12
@Undercover..io invece con Lizard mi riferivo agli album da 90,che in questo caso sono ben pochi hai ragione..se scendiamo sotto il gradino dell'eccellenza troppi ne troviamo di ottimi album..ad esempio le band citate da te sono tutte validissime..
Undercover
Domenica 27 Marzo 2011, 13.26.15
11
@Witchraft io è di quelli che parlo , se scendiamo sotto quel gradino la lista diviene oceanica.
Witchcraft
Domenica 27 Marzo 2011, 12.54.22
10
@undercover il mio commento nn era riferito ad un genere in particolare..hai ragione cmq,ci sono ottimi gruppi doom in giro..ma di 90,come questo per i Blood Ceremony ne vedo ben pochi al giorno d'oggi....scrivere album eccelsi,con un songwriting privo di filler e'cosa assai rara al giorno d'oggi..
Undercover
Domenica 27 Marzo 2011, 9.32.18
9
@Witchcraft stai scherzando vero? Il panorama doom odierno è pieno di uscite di questo valore, è l'unico che qualitativamente si dimostra all'altezza se poi uno segue solo Rise Above e compagnia è un discorso ma non buttiamo affermazioni di sto genere che sono campate in aria, gente come Orchid, Devil, Alunah, King Destroy (più pesanti ma sempre sabbathiani), Serpentcult, Ghost e Noctum (svedesi) solo per citarne alcuni sono su questi livelli, cioè non si possono leggere delle dichiarazioni simili sembra che il genere sia stantio a come ne parli.
Witchcraft
Domenica 27 Marzo 2011, 6.27.43
8
@ Lizard....magari ne uscissero ogni mese,album di questa bellezza..saremmo tutti un po piu' poveri,ma di sicuro anche piu' appagati
Michele
Sabato 26 Marzo 2011, 21.09.55
7
Non amo molto il Doom stile Black Sabbath,ma solo per la cantante penso che una chance sia d'obbligo :Q______
andrea
Sabato 26 Marzo 2011, 19.44.34
6
fantastici, altro acquisto che farò al più presto. se solo venissero a suonare un po' più a est!
One~Eye
Sabato 26 Marzo 2011, 18.48.46
5
Il loro primo album è spettacolare, questo 90 lascia pochi dubbi sul secondo, dovrò prenderlo...
Lizard
Sabato 26 Marzo 2011, 18.00.25
4
Argh.... Voi volete vedere il mio miseo conto collassare!!!!!!
luci di ferro
Sabato 26 Marzo 2011, 17.48.03
3
quel 90 vuol dire acquisto obbligato dal mio negoziante di cd di fiducia.
Electric Warrior
Sabato 26 Marzo 2011, 17.38.21
2
Recensione molto interessante, come il disco in questione. La cover del disco è favolosa, molto 70's.
30 seconds to jared
Sabato 26 Marzo 2011, 17.32.16
1
wow,sembra davvero1 bell'album,solitamente ascolto alternative,ma la recensione mi ha incuriosito molto!!!!
INFORMAZIONI
2011
Rise Above Records
Doom
Tracklist
1 - The Great God Pan
2 - Coven Tree
3 - The Heremit
4 - My Demon Brother
5 - Morning of the Magicians
6 - Oliver Haddo
7 - Night of Augury
8 - The Witch's Dance
9 - Daughter Of The Sun
Line Up
Alia O'Brien (vocals, flute, organ)
Sean Kennedy (guitar)
Lucas Gadke (bass)
Andrew Haust (drums)
 
RECENSIONI
82
90
90
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]