Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/07/20
AGONY FACE
IV Time Totems

14/07/20
INISANS/SEPULCHRAL FROST
Death Fire Darkness

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
WORSHIP
Tunnels

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
LONELY ROBOT
Feelings Are Good

CONCERTI

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Morning Death - Unconsciousness
( 946 letture )
I Morning death sono una band romana formatasi nel 2007 con una line-up un po' particolare, visto che la formazione comprendeva solo due chitarristi (Enrico Di Paola e Milo Trpevski) ed un batterista (Branko Trpevski). Dopo la realizzazione del primo ep, Metempsicosis, la band è ritornata con un secondo lavoro, intitolato Unconsciousness.

Il disco è composto da quattro brani e segna anche qualche mutamento stilistico rispetto all'opera prima. Se, infatti, quest'ultima era caratterizzata da influenze death con venature post progressive, nel nuovo lavoro sono stati in qualche misura accentuati rimandi al metal moderno, al death prog ed al post rock, per quanto comunque in linea di massima la band sembri privilegiare atmosfere alla My Dying Bride o alla Opeth.

Il disco si apre con un brano intitolato semplicemente Intro, subito una traccia molto varia ed atmosferica, dove delicati arpeggi s'intrecciano con riffs malinconici. Ma il pezzo forte dell'ep è costituito senz'altro dal secondo brano, Crypt of perdition, una lunga traccia della durata di oltre dieci minuti, nella quale i Morning death riescono a creare un sound avvolgente, emozionante ed intriso di malinconia, capace di alternare atmosfere suadenti a passaggi più aggressivi, grazie anche ad una notevole varietà espressiva e tematica all'interno del brano. Discorso analogo può farsi per la successiva Soul in motion, dove viene ulteriormente in evidenza la perfetta interazione tra la chitarra di Enrico e quella di Milo, mentre nella conclusiva Psychotropic Headkick, la band si orienta verso un approccio un po' più vario.

Buon lavoro, dunque, anche se bisogna ammettere tuttavia che ci saremmo aspettati in certi frangenti un approccio più aggressivo. Inoltre, per il genere suonato, sarebbe in effetti fondamentale la presenza di un basso di spessore al fine di completare la sezione ritmica. Pare che, comunque, sotto quest'aspetto, la band dopo le registrazioni dell'ep sia riuscita ad individuare l'uomo giusto in Daniele Neri, inserito adesso in line-up a tutti gli effetti: sarà dunque interessante ascoltare i Morning death con questa nuova formazione a quattro. Per adesso, comunque, Unconsciousness rappresenta un buon punto di partenza per poter apprezzare e conoscere la nuova proposta musicale della band romana.



VOTO RECENSORE
70
VOTO LETTORI
20 su 18 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2011
Autoprodotto
Prog Metal
Tracklist
1. Intro
2. Crypt of perdition
3. Soul in motion
4. Psychotropic Headkick
Line Up
Enrico Di Paola (guitars)
Milo Trpevski (guitars)
Branko Trpevski (drums)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]