Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Iamthemorning
The Bell
Demo

Break Me Down
The Pond
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/10/19
PLATEAU SIGMA
Symbols - The Sleeping Harmony of the World Below

25/10/19
CIRITH UNGOL
I’m Alive

25/10/19
VISION DIVINE
When All Heroes Are Dead

25/10/19
RINGS OF SATURN
Gidim

25/10/19
NOVERIA
Aequilibrium

25/10/19
CREST OF DARKNESS
The God Of Flesh

25/10/19
MELTDOWN (NOR)
Deadringer

25/10/19
CLOAK
The Burning Dawn

25/10/19
DAWN RAY`D
Behold Sedition Plainsong

25/10/19
VELVET VIPER
The Pale Man Is Holding A Broken Heart

CONCERTI

23/10/19
FOLKSTONE
ORION - ROMA

23/10/19
PINO SCOTTO
MOB CLUB - PALERMO

25/10/19
MACHINE HEAD
LIVE CLUB - TREZZO SULL'ADDA (MI)

25/10/19
INTER ARMA
LIGERA - MILANO

25/10/19
ARBORES AUTUMNALES FESTIVAL
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

25/10/19
FOLKSTONE
VIPER THEATRE - FIRENZE

25/10/19
HELLRETIC + BRVMAK
500CAFFE' - PIEDIMONTE S. GERMANO (FR)

26/10/19
DESTROYER 666 + ABIGAIL + DEAD CONGREGATION + GUESTS
MU CLUB - PARMA

26/10/19
MACHINE HEAD
HALL - PADOVA

26/10/19
INTER ARMA
FREAKOUT - BOLOGNA

Battle Beast - Steel
( 5431 letture )
Parlare di anacronismo in un “insieme limitato”, matematicamente parlando, come l’heavy metal classico o il power metal, è come prendere il telefono e fare uno squillo ai due fratelli Young, proponendo loro di trasformare il loro caratteristico rifferama tagliente in uno swing acustico. Questo particolare assioma, scendendo nello specifico, può essere applicato all’esordio discografico del sestetto finlandese Battle Beast: un disco che, piccoli accorgimenti “moderni” a parte, potrebbe essere stato partorito nel 1988 o nel 1986. Facendo un po’ di retorica: una sana boccata d’aria per un nostalgico oltranzista o un cieco neoclassicismo dell’ultima ora?

Steel si apre in fretta: qualche tocco di charleston e la coppia di axemen Juuso Soinio e Anton Kabanen esplode in un riffing sostenuto, ritmato a regola d’arte da un Pyry Vikki dietro alle pelli. Ma la parte del leone -o della leonessa?- la fa la voce, la quale -a discapito della dominante misoginia nel mondo del metal- è offerta da Nitte Valo, una donna, come si suol dire… “con gli attributi”. Enter the Metal World, infatti, cattura l’attenzione dell’ascoltatore per la sua voce: un’aggressiva miscela di Coverdale e Udo Dirkschneider. Uno dei pochi vagiti di modernità è segnato dall’inizio di Armageddon Clan -che per qualche secondo iniziale potrebbe sembrare all’ascoltatore un brano dei Rammstein- ma subito smentito dal riffing, tipicamente made in Germany, che contribuisce ad aumentare i rimandi alla terra dei crauti, degli Accept e dei Running Wild. Emerge finalmente la seconda voce, piacevolmente suina, come quella d’un Gene Simmons d’annata, su The Band of the Hawk, pacchiano mix tra elementi tipicamente scandinavi (le tastiere preponderanti) e elementi tipicamente continentali (i cori pirateschi). Dopo una genuina speed song, Justice and Metal, la title track riprende un attimo il timone della situazione, grazie a piccoli accorgimenti di produzione e funambolici assoli, ma subito si ritorna nel rurale con Die-Hard Warrior, canzone a tratti confondibile senza difficoltà con i Korpiklaani. Cyberspace, tra un “maidenismo” e un altro, passa inosservata, seguita in fila indiana dalla mediocre Show Me How to Die -specie l’abusatissimo intermezzo in crescendo a metà canzone- ma insieme creano la giusta insoddisfazione che permette di poter apprezzare al meglio la canzone successiva, Savage and Saint. Introdotta da un ottimo arpeggio, che ricorda quello di Beyond the Realms of Death del Prete di Giuda, si dimostra una calda e coinvolgente ballata, che permette alla voce di Nitte Valo di esprimere la sua estensione “femminile”, rivelando una piacevole somiglianza con Patti Smith: senza esitazione il miglior episodio del platter. Di nuovo un capitolo gradevole si apre con Iron Hand, canzone che passa da un sostenuto power a momenti sinfonici, mentre la chiusura del disco è affidata a Victory, conclusione “sanza 'nfamia e sanza lode”.

“Nessuna infamia, qualche lode”. Non ci è pervenuto se il Sommo Poeta apprezzasse il power metal, ma, forse - cambiando una citazione di se stesso - avrebbe valutato così questo esordio dei Battle Beast.



VOTO RECENSORE
68
VOTO LETTORI
51.68 su 38 voti [ VOTA]
Rosario
Venerdì 29 Gennaio 2016, 11.08.59
13
Recensione ingiusta! Album tutto sommato da 80!
deedeesonic
Lunedì 12 Maggio 2014, 20.50.32
12
Questo non l'ho ascoltato ma ho l'omonimo del 2013 e mi piace parecchio!
Sambalzalzal
Lunedì 12 Maggio 2014, 20.01.47
11
Finiti di ascoltare proprio oggi. 50
Beta
Mercoledì 17 Luglio 2013, 21.02.41
10
anche io li ho visti come spalla ai Nightwish. Tecnicamente bravissimi, hanno una grinta pazzesca (ergo: sanno accattivare il pubblico ), la cantante ha una voce superba che reisce a tenere favolosamente anche in live. nonostante non sia esattamente un genere che mi fa stravedere, mi hanno davvero preso. anche io piazzo un ottanta di voto
Cristiano
Martedì 4 Giugno 2013, 8.38.09
9
A me quest'album piace, pure se ci sono 2/3 canzoni che non mi dicono niente, e mi piace anche il loro nuovo lavoro. Show Me How To Die mediocre? E poi non capisco come si faccia a confondere Die-Hard Warrior con i Korpiklaani... mah...
Enrico
Giovedì 4 Aprile 2013, 12.12.09
8
non mi era mai successo che un gruppo spalla eclissasse i protagonisti della serata....gusto per le canzoni a parte, sono stati eplosivi e Nitte ha fatto un sfigurare la performance canora che è seguita....mamma mia che figura!
Marco
Giovedì 10 Maggio 2012, 21.28.21
7
GRANDISSIMI!!!!!! sono giorni che continuo ad ascoltarmi a ripetizione l'album, tutte bellissime. Sembra davvero di sentire i Judas e vogliamo mettere la voce di Nitte Valo, superba. Voto 80. Bravissimi!!!!!!
norvegia
Giovedì 3 Maggio 2012, 22.00.06
6
anche io li ho visti di supporto ai nightwish e sono rimasto soddisfatto, non li conoscevo prima. show me how to die resta subito in testa
Kalyth
Sabato 28 Aprile 2012, 1.06.20
5
Dal vivo sono fantastici: sembrava di sentire i Judas Priest! Grandiosi e con un'energia davvero alle stelle. Dopo un paio di canzoni ho pensato: "Povera Annette": cantare dopo una come Nitte Valo non è facile. In realtà la Holzon si è difesa egregiamente, ma i Battle Beast mi hanno positivamente sorpreso.
Lontano
Mercoledì 18 Aprile 2012, 21.20.59
4
Visti ieri sera come opening-act dei Nightwish. Dal vivo ci sanno fare, però nonostante le loro chiare capacità musicali e sceniche (Nitte é una front-woman proprio coi controca..i), bé, non sanno di niente... COndivido e sottoscrivo il finale di recensione, ma per me il voto sta appena sopra 60, giusto per l'energia trasmessa.
Blank Infinity
Mercoledì 12 Ottobre 2011, 14.15.15
3
Ho letto ora che questo gruppo dovrebbe fare da spalla al concerto dei Nightwish del 25 aprile a milano... Ad essere sincero non li conosco, speriamo che dal vivo ci sappiano fare!
Subhuman
Martedì 9 Agosto 2011, 16.54.11
2
Ciao nu metaller, ho visto adesso il tuo commento: la cantante (come sottolineato nella recensione) è una donna eheh. Concordo sul fatto che in Finlandia ci sia di meglio, rimane comunque un disco piacevole.
Nu metaller
Sabato 9 Luglio 2011, 15.40.21
1
Questi finlandesi ci sanno fare con l'heavy metal e direi che questi ragazzi hanno dato una buona prova con questo album. Devo dire che a livello strumentale sono discreti ma l'unico elemento che non mi è piaciuto è la voce e non capisco se il cantante è maschio o femmina? Ma secondo me in Finlandia c'è molto meglio.
INFORMAZIONI
2011
Hype Records
Heavy
Tracklist
1. Enter the Metal World
2. Armageddon Clan
3. The Band of the Hawk
4. Justice and Metal
5. Steel
6. Die-Hard Warrior
7. Cyberspace
8. Show Me How to Die
9. Savage and Saint
10. Iron hand
11. Victory
Line Up
Nitte Valo (Vocals)
Anton Kabanen (Guitars, Vocals)
Juuso Soinio (Guitars)
Janne Björkroth (Keyboards)
Eero Sipilä (Bass, Vocals)
Pyry Vikki (Drums)
 
RECENSIONI
45
67
68
ARTICOLI
08/02/2015
Live Report
SABATON + DELAIN + BATTLE BEAST
Alcatraz, Milano, 03/02/2015
01/05/2012
Live Report
NIGHTWISH + BATTLE BEAST + EKLIPSE
Mediolanum Forum, Assago (MI), 25/04/2012
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]