Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Progenie Terrestre Pura
starCross
Demo

Dead Like Juliet
Stranger Shores
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/07/18
THE LIONS DAUGHTER
Future Cult

20/07/18
MUTILATION RITES
Chasm

20/07/18
CRYONIC TEMPLE
Deliverance

20/07/18
SCARS ON BROADWAY
Dictator

20/07/18
CEMETERY LUST
Rotting in Piss

20/07/18
SANDRIDER
Armada

20/07/18
KHÔRADA
Salt

20/07/18
BLACK ELEPHANT
Cosmic Blues

23/07/18
ATAVISMA
The Chthonic Rituals

25/07/18
MANTICORA
To Kill To Live To Kill

CONCERTI

17/07/18
IRON MAIDEN + TREMONTI + RHAPSODY OF FIRE + THE RAVEN AGE
PIAZZA UNITA` D`ITALIA - TRIESTE

18/07/18
STEVEN TYLER
PIAZZA UNITA' D'ITALIA - TRIESTE

18/07/18
MYLES KENNEDY + DORIAN SORRIAUX
TEATRO DAL VERME - MILANO

19/07/18
MYLES KENNEDY + DORIAN SORRIAUX
TEATRO ROMANO - OSTIA ANTICA (ROMA)

20/07/18
PROTEST THE HERO + GUESTS
ROCK PLANET CLUB - PINARELLA DI CERVIA (RA)

21/07/18
COLONY SUMMER FEST (Day 1)
CENTRO FIERA - MONTICHIARI (BS)

21/07/18
MYLES KENNEDY + DORIAN SORRIAUX
CASTELLO - UDINE

21/07/18
DIVINE METAL FEST
ALTERNATIVE MUSIC CLUB - MONTENERO DI BISACCIA (CB)

22/07/18
RICHIE KOTZEN
ESTATE IN FORTEZZA SANTA BARBARA - PISTOIA

22/07/18
COLONY SUMMER FEST (Day 2)
CENTRO FIERA - MONTICHIARI (BS)

Enslaved - The Sleeping Gods
( 3468 letture )
A poco meno di un anno dall’eccellente Axioma Ethica Odini, tornano gli Enslaved offrendo questo regalo ai loro fan: l’album in questione è infatti disponibile in download ufficiale gratuito. Non penso che il gruppo abbia bisogno di ulteriori presentazioni, dato lo splendore che costituisce la loro intera carriera musicale, coronato dall’ennesima conferma discografica proprio lo scorso settembre.

The Sleeping Gods risulta un pretesto per introdurre nuove sperimentazioni all’interno del sound tipico della band: è addirittura presente una traccia dove il metal viene lasciato in disparte a favore dell’elettronica. Il brano appena citato, Synthesis, è una semplice canzone strumentale perfetta per un qualsiasi viaggio mentale che si dipana grazie alla combinazione tra sintetizzatore e qualche frase sussurrata in sottofondo; l’effetto finale, seppur sorprendente conoscendo gli Enslaved, risulta particolarmente positivo ed apprezzabile anche dai più chiusi - musicalmente parlando. Heimvegen, la prima traccia, presenta tutte le caratteristiche tipiche di Axioma Ethica Odini: si parte con ritmiche quasi heavy con conseguente cantato in clean, per poi progredire verso riff più marcati, ma comunque melodici, questa volta seguiti dall’acida voce di Grutle Kjellson; come nel precedente album i ritornelli con entrambe le voci risultano impeccabili e veramente fascinosi. La successiva Alu Misyrki è legata a ritmiche più punk, classici riff in 4/4 dove la band dimostra di saper spaziare molto bene tra melodia, velocità e aggressività. Nordlys, brano anche questo strumentale, rappresenta un’ulteriore cambiamento di sound in cui affiorano infatti elementi classici del post-rock. La title track, dove la ritmica ricorda aspetti musicali tipicamente etnici, pone fine all’EP: più che una canzone, The Sleeping Gods, assomiglia ad un rituale; il cantato di Grutle scandisce frasi in norvegese e il brano assume toni quasi evocativi grazie a suoni particolarmente tetri e altri tendenzialmente folkloristici. Ci troviamo dunque di fronte a cinque tracce totalmente diverse tra di loro, ma ugualmente ben riuscite, il che - al giorno d’oggi – è di per sé un caso decisamente raro.

The Sleeping Gods dimostra al mondo intero come questi cinque norvegesi, oramai non più giovincelli, abbiano ancora molte idee (di qualità) per la mente. Chissà se si è trattato di una semplice e decontestualizzata sperimentazione oppure troveremo alcuni di questi elementi all’interno del prossimo album?
Non conoscendo la risposta nel frattempo - promuovo a pieni voti.

L’antipasto è servito, ora si attende la portata principale.



VOTO RECENSORE
77
VOTO LETTORI
64.04 su 41 voti [ VOTA]
Warty
Martedì 14 Giugno 2011, 17.53.38
6
Devo ascvoltarlo ancora bene, ma per adesso mi piace parecchio!
piggod
Martedì 14 Giugno 2011, 16.52.10
5
Gran ep che tenta di mettere nuova carne sul fuoco. Ormai gli Enslaved sono una sicurezza.
Witchcraft
Lunedì 13 Giugno 2011, 1.39.24
4
Immensi come sempre..una band come poche ce ne sono in circolazione..the sleeping gods mi mette i brividi ogni volta che l'ascolto....
fabriziomagno
Giovedì 9 Giugno 2011, 19.28.21
3
@moro: boh! io ci sono riuscito al primo tentativo...!
Mattia
Giovedì 9 Giugno 2011, 16.35.20
2
Cavolo dire che è bello è dire poco.
Moro
Giovedì 9 Giugno 2011, 10.39.46
1
E' un mese che cerco di scaricarlo ma non ci riesco...
INFORMAZIONI
2011
Scion A/V
Avantgarde
Tracklist
1. Heimvegen
2. Alu Misyrki
3. Synthesis
4. Nordlys
5. The Sleeping Gods
Line Up
Grutle Kjellson – voce, basso
Arve Isdal – chitarra
Ivar Bjørnson – chitarra, tastiere
Cato Bekkevold – batteria
Hellbrand Larsen – tastiere, voce, mellotron
 
RECENSIONI
86
75
92
77
87
80
78
82
85
87
90
90
ARTICOLI
12/12/2017
Intervista
ENSLAVED
Di passioni che non finiscono e cose da hipster
01/12/2017
Live Report
ENSLAVED + ADIMIRON
Circolo Colony, Brescia, 30/11/2017
01/11/2016
Live Report
ENSLAVED + NE OBLIVISCARIS + OCEANS OF SLUMBER
Traffic Live Club, Roma, 27/10/2016
03/10/2012
Intervista
ENSLAVED
Spirito prog
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]