Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

07/12/19
CARONTE
Wolves of Thelema

11/12/19
THE RIVER
Vessels into White Tides

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
ARKONA (PL)
Age Of Capricorn

13/12/19
HORRIFIED
Sentinel

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
MOSAIC
Secret Ambrosian Fire

13/12/19
COMANDO PRAETORIO
Ignee Sacertà Ctonie

13/12/19
EREGION
Age Of Heroes

CONCERTI

07/12/19
AGENT STEEL + CRISALIDE + INNERLOAD
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

07/12/19
NAZARETH
LEGEND CLUB - MILANO

07/12/19
KADINJA + GUESTS
LA TENDA - MODENA

07/12/19
SCALA MERCALLI
BANDIT BIKERS PUB - PARMA

07/12/19
JUGGERNAUT + SUDOKU KILLER
NUOVO CINEMA PALAZZO - ROMA

07/12/19
ESSENZA + GUESTS
GALTOR CAFFE' - MORROVALLE (MC)

07/12/19
ANTIDEMON + GUESTS
CASTELLO INCANTATO - SCIACCA (AG)

07/12/19
WRETCHED CONCEPTION FEST
STELLA NERA - MODENA

07/12/19
JUMPSCARE + ASPHALTATOR
EQUINOX PUB - VEROLI (FR)

07/12/19
NATIONAL SUICIDE + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

Ozzy Osbourne - Blizzard Of Ozz
( 12932 letture )
Una della più grandi doti di Ozzy Osbourne è quella di cadere sempre in piedi, e Blizzard Of Ozz ne è l’esempio più concreto. Poco dopo la pubblicazione di Never Say Die nel 1978 coi Black Sabbath, infatti, il padre fondatore della band di Birmingham fu chiamato a levare le tende per via dei suoi eccessi nell’alcol e nelle droghe. La fuoriuscita dalla propria band originaria fu causa di una forte crisi depressiva del cantante, che durò per quasi un anno e trovò fine solo grazie al supporto morale della futura moglie Sharon Arden ed alla voglia di ricreare un gruppo per conto proprio. Una volta trovato in Randy Rhoads il nome giusto a cui affidare la chitarra solista, e in Lee Kerslake e Bob Daisley gli elementi migliori coi quali porre le basi della sezione ritmica, in breve tempo fu dato alla luce il primo album del nuovo progetto solista di Ozzy. A questa formazione si aggiunse come membro esterno il tastierista Don Airey (presente anche in Never Say Die), e fu così delineata quella che può a tutti gli effetti essere definita la line-up migliore della band. Il tour promozionale a Blizzard Of Ozz durò un anno: tuttavia, già al termine della prima serie di concerti, Bob Daisley e Lee Kerslake abbandonarono la formazione e fecero ritorno negli Uriah Heep, venendo sostituiti per le restanti date dal bassista Rudy Sarzo (ex Quiet Riot) e dal batterista Tommy Aldridge (ex Gary Moore). Ma le curiosità riguardanti il duo Daisley-Kerslake non terminano qui: infatti, per motivi legati a questioni di diritti d’autore, nella ristampa del 2002 Ozzy Osbourne ha dovuto cancellare le parti di basso e batteria dei due, che sono state ri-registrate per l’occasione da Robert Trujillo, futuro bassista dei Metallica, e da Mike Bordin, batterista dei Faith No More. Ma lasciamo da parte tutto questo, ed andiamo dritti alla musica vera, quella suonata, ponendoci innanzitutto una domanda: che cos’è Blizzard Of Ozz? Al di là del titolo (traducibile come “Bufera di Ozz”), l’album può essere considerato l’essenza stessa di Ozzy Osbourne. E’ la sua anima heavy metal (I Don’t Know) ma anche la sua vena romantica (Goodbye To Romance), è ossessione e poesia (Mr. Crowley), è trasgressione e pazzia (Crazy Train). Ma c’è di più: Blizzard Of Ozz è anche il vertice assoluto della carriera di Randy Rhoads, il suo apice. La qualità e la sostanza strumentale presenti in questo disco raggiungono dei livelli ineccepibili nella musica metal, nel 1980 così come nel 2011, nulla è cambiato, la forza della musica non muore mai. Memorabili resteranno le melodie oscure e l’assolo finale di Mr. Crowley, o l’eterna freschezza di un pezzo come Crazy Train; certo è che la prima parte dell’album suona più dinamica (nonché qualitativamente superiore) rispetto alla seconda parte, più orientata verso sonorità hard rock anni ’70, ma non ritengo corretto considerare i brani meno conosciuti e meno fortunati come dei riempitivi, anzi, la loro presenza è sicuramente fondamentale ai fini della scorrevolezza del disco.

Ma andiamo per ordine, con la prima colata di puro heavy metal rappresentata da I Don’t Know, che ci mostra un Ozzy Osbourne in forma smagliante, con la sua caratteristica voce di sempre, quella amata e venerata dai metallari di tutto il mondo, e ci rivela al contempo le grandiose doti di Randy Rhoads, vero punto cardine dell’album, il quale ci delizia con riff semplici ma graffianti e assoli di un’intensità magnifica. Ozzy si trova attorniato da persone che gli chiedono quando sarà la fine del mondo e quale sarà il futuro dell’umanità ( People look to me and say / Is the end near, when is the final day / What's the future of mankind ), e risponde in modo concitato di non chiedere a lui per avere queste risposte, perché lui non lo sa, non può saperlo ( Don't look at me for answers / Don't ask me - I don't know ). Crazy Train è sicuramente la canzone più conosciuta dell’intero album, e meritevole di tanta fortuna. Ha dalla sua un sound fresco e potente, delle parti di chitarra leggendarie che delineano alla perfezione l’idea di un “treno pazzo” che sembra non voler mai fermare la sua corsa, così come funzionale a questa rappresentazione è pure la sezione ritmica, con dei groove di batteria potenti e continuativi e parti di basso che appaiono leggermente più in risalto del solito. In questo secondo brano Ozzy si eleva a nostro “maestro di vita” affermando che forse non è troppo tardi per imparare come amare e dimenticare come odiare ( Crazy, but that's how it goes / Millions of people living as foes / Maybe it's not too late / To learn how to love / And forget how to hate ). Con Goodbye To Romance siamo di fronte all’unica ballad del disco, una canzone romantica con il retrogusto di melanconia, che evidenzia l’innata capacità del singer nel trasmettere forti emozioni anche quando i toni si fanno più leggeri (I said goodbye to romance / Goodbye to friends, I tell you / Goodbye to all the past / I guess that we'll meet / we'll meet in the end). La brevissima ed intensa strumentale Dee, eseguita dal solo Randy Rhoads, precede Suicide Solution, una canzone che causò non pochi problemi ad Ozzy per via di presunti messaggi subliminali presenti nel testo. In realtà questo brano, dai toni graffianti ed aggressivi, potrebbe essere letto semplicemente come il racconto di ciò che il Madman ha vissuto sulla sua pelle nel periodo successivo all’uscita dai Black Sabbath, un periodo in cui l’alcol era il compagno più fedele. A detta di Ozzy, comunque, la canzone vuole essere soltanto un omaggio al cantante degli AC/DC, Bon Scott, morto da poco a causa del suo abuso di alcol ( Wine is fine / But whiskey's quicker / suicide is slow with liquer / Take a bottle, drain your sorrows / Candied thoughts await tommorows / await tommorows!). Un inquietante preludio di tastiere ci introduce a quello che è considerato, ancor più delle canzoni di apertura, il capolavoro assoluto di Blizzard Of Ozz: Mr. Crowley. E le motivazioni non sono infondate: atmosfere cupe, assoli e riff di chitarra che resteranno nella storia, il tutto narrato dalla particolarissima voce dal Principe delle Tenebre in persona, rendono questo pezzo indimenticabile (Mr. Crowley, what went on in your head / Mr. Crowley, did you talk with the dead / Your life style to me seemed so tragic / With the thrill of it all / You fooled all the people with magic / You waited on Satan's call). Con Mr. Crowley si conclude la parte principale dell’album, da qui in avanti si avrà infatti a che fare con tracce che, pur avendo dalla loro una qualità da non sottovalutare, non raggiungono gli apici dei brani precedenti. No Bone Movies è quanto di più distante ci possa essere da Mr. Crowley, andando a puntare tutto su sonorità hard rock tipiche degli anni ’70 e, per quanto possa essere divertente e piacevole da ascoltare, non resterà a lungo impressa nella nostra memoria. Di queste ultime tre canzoni la migliore è senza dubbio Revelation (Mother Earth), di intensità nettamente superiore alle altre due e concepita in modo da risultare più imponente nel suo incedere. Ozzy coglie l’occasione per rivolgersi direttamente alla Madre Terra e chiedere perdono per tutti gli orrori generati dagli uomini, distruttori di loro stessi e delle loro stesse terre ( Mother please forgive them / For they know not what they do / Looking back in history's books / It seems it's nothing new / Oh! Let my mother live ). Come meglio chiudere il proprio disco solista d’esordio se non con una canzone che trasuda heavy metal da tutte le parti? Steal Away (The Night) è questo, e nulla più. La grandiosità di Ozzy sta anche nel riuscire a passare da uno stile all’altro, da un tipo di emozione ad un’altra del tutto differente, senza perdere nulla in energia, vitalità e, ovviamente, qualità. Nell’edizione del 2002 di Blizzard Of Ozz i fan del Madman possono inoltre deliziarsi con una traccia bonus, You Lookin’ At Me Lookin’ At You, ovvero un altro bel pezzo di puro heavy metal alla Ozzy Osbourne.

Blizzard Of Ozz è il primo di una lunga serie di album che Ozzy tirerà fuori dopo la separazione dai Black Sabbath, evento che l’ha segnato nel profondo ma che gli ha dato la possibilità di dimostrare al mondo cosa sia in grado di fare con le proprie forze. La presenza di un chitarrista dell’importanza di Randy Rhoads si è rivelata fondamentale, e ha persino innalzato quest’ultimo allo stesso livello del singer inglese, cosa non da poco per un giovane musicista allora appena ventiquattrenne dalle grandi prospettive, purtroppo spezzate solo dalla tragica morte avvenuta due anni più tardi. Blizzard Of Ozz è stata dunque la dimostrazione che Ozzy c’era, e non si sarebbe certo lasciato abbattere dagli eventi negativi, trasformando anzi tutto questo in energia positiva da trasmettere attraverso l’immortale forza dell’heavy metal. Gli anni ’80 erano appena cominciati, e c’erano da attendersi soltanto grandi cose da un personaggio tanto carismatico come Ozzy Osbourne.



VOTO RECENSORE
91
VOTO LETTORI
86.45 su 136 voti [ VOTA]
Replica Van Pelt
Venerdì 29 Novembre 2019, 20.19.51
97
E' da brividi,è tutto quello che è imperfetto reso in qualche modo nobile,tanto di cappello Mr. Ozzy,bisogna passarci per attraversa l'anima.A suo modo (come tutte le cose) 100.
Philosopher3185
Sabato 19 Ottobre 2019, 22.20.49
96
@jawia ben chiaro,stiamo parlando di due album capolavoro..hanno fatto la storia nel periodo in cui il metal era esploso e si stava evolvendo sempre di piu'.
jaw
Martedì 16 Luglio 2019, 22.35.12
95
opinioni, resta il fatto che nell'uno e nell'altro caso, nessuno oggi puo' fare dischi del genere, se si pensa che i Black Sabbath hanno praticamente detto, suonato e scritto, molto di quello che sedicenti asini ( mi si passi l offesa, che tale poi non e') nel rock ossianico non hanno saputo fare. Quello che Ozzy o R.J. hanno fatto nei platter solisti appartiene al rock arena, ovvio no? puo' essere una canzone o l'altra, ma quando parte stand up & shout, ebbe' ditemi chi ha mai fatto musica migliore per gli hard rockers?
ObscureSolstice
Martedì 16 Luglio 2019, 22.25.31
94
@Sandro 70: forse, e dico forse, ma non volermene...Rainbow in the dark, sebbene specifico che rimane sempre un bel pezzo, ma..non a tutti entusiasma in mezzo a tutto quell'heavy, come il resto del disco. Poi quel suono di tastiera aveva spiazzato non poco. Tipo, una ballad come Goodbye to Romance se la mangia a colazione a mio modesto parere. Lo dico da super ammiratore di entrambi sia chiaro, ma la qualità qui è ben decisamente ancor piú in alto e ci sono certi valori aggiunti, tra cui canzoni, che ne fanno parte sempre a fior fiore di punti positivi per Ozzy @Philosopher: c'è anche un certo Don Airey dietro le tastiere ad organetto, tastierista di Deep Purple, Rainbow e molteplici altre band
Philosopher3185
Domenica 24 Febbraio 2019, 23.03.11
93
Holy Diver è un grande capolavoro del metal anni 80,non si discute su questo ma Blizzard gli è superiore perchè cè Randy Rhoads...
Silvia
Giovedì 21 Febbraio 2019, 11.04.38
92
Holy Diver è uno dei simboli del metal x composizioni e stile del cantato
Sandro70
Giovedì 21 Febbraio 2019, 10.18.52
91
Holy diver filler? Per curiosità , quali sarebbero?
Rob Fleming
Giovedì 21 Febbraio 2019, 7.33.22
90
Ozzy sottovalutato?
lisablack
Giovedì 21 Febbraio 2019, 7.28.11
89
Holy Diver non ha filler..per favore eh
ObscureSolstice
Giovedì 21 Febbraio 2019, 3.45.06
88
Si sottovaluta troppo Ozzy Osbourne mi sembra di capire e la storia primaria del metal, forse... Questo disco è un Ca-po-la-vo-ro. Se si dá 96 a Holy Diver di R.J. Dio, bisogna dare 98 a questo allora, anche perchè dopo c'è la perfezione compiuta e storia dei primi Black Sabbath. Non ha un filler, forse Holy Diver ce l'ha. Uscito tre anni prima di quest'ultimo, è uno dei simboli del 1980, in quell'anno usciva Heaven and Hell (voto recensione 95) dei Black Sabbath, British Steel, Iron Maiden...e altri dischi fondamentali. Qui con la presenza di Randy Rhoads uno dei chitarristi piú stimati e incredibili in assoluto dell'heavy metal, così amato e di strabiliante bravura che di solito viene ricordato e ammirato anche da fuori il metal, o da coloro che preferiscono solo esclusivamente rock, hard rock, psychedelia (ma anche no) come ha detto @Philosopher al commento sottostante sul suo maestro di chitarra. Uno dell'A B C del metal incontrastato insomma. Vivian Campbell in confronto si trasforma in poca cosa una caccola, per quanto lo adori c'è da dirlo, non puó reggere il confronto. Randy Rhoads strappato ai Quiet Riot dal Madman, grande fiuto... Questo è il grandioso BLIZZARD OF OZZ, il loro apice, non scherziamo... Non piú importante dei Black Sabbath, ma neanche di meno, diversamente e sicuramente. Un tassello importante degli anni '80, un altra storia sconvolgente e malefica, tastiere a organetto da melodie sulfuree e blande quando si innalza l'oscuritá al preludio di gran gusto da atmosfere horror e psichedelica in stile Goblin e dei film di Dario Argento. Solo i grandi riescono a ripetersi anche da soli e lui è uno di quelli. Ma ovviamente, non voglio farne una questione di numeri per questo Lp eccezionale per quanto ha condizionato nel metal. Meraviglia... Menzione d'onore alla presenza dello storico batterista Lee Kerslake degli Uriah Heep. Lo tengo come reliquia, dissacrante e malinconico e fortemente metallico, quell'Ozzy che impugna una croce e non fa fede, non gli fa alcun effetto il draculeo con mantello rosso. Non si puó non amare OZZY. Se fosse cosí, non si ama l'heavy metal.... Inimitabile e spericolato. Lui è il metal
ObscureSolstice
Giovedì 21 Febbraio 2019, 3.06.23
87
Ooh Mr. Crowley...
Philosopher3185
Mercoledì 20 Febbraio 2019, 19.16.44
86
Un album incredibile! ricordo che il mio maestro di chitarra,a parte l'amore per i Black Sabbath,non ha mai potuto soffrire il metal,eppure spesso e volentieri tesseva grandi lodi nei confronti di Randu Rhoads;ora capisco perchè..lui era in grado di incenerirti con riff potentissimi e poi spiazzarti con un bel lento melodico,era anche un grande chitarrista acustico(cosa non comune),probabilmente uno dei piu' grandi di tutti i tempi! tecnico e preciso ma senza annoiare-dote piu' unica che rara-grande songwriter e grande showman;la voce sgraziata di Ozzy è la ciliegina sulla torta che arricchisce il sapore di un album epocale che oramai è nell'olimpo delle leggende di questa musica.E ci rimarra' in eterno.
Megna
Venerdì 25 Maggio 2018, 17.08.02
85
Incommensurabile!!! Pungente, ironico e irriverente! Nell'olimpo dei grandi album di sempre!
Aceshigh
Venerdì 1 Settembre 2017, 16.30.16
84
Pelle d'oca ogni volta che sento certi riffs, certi assoli... Questo e Diary (che per me è un pelo sopra) vanno studiati a memoria !!!!
Il Marchese Del Grillo
Lunedì 15 Maggio 2017, 23.56.56
83
Naturalmente volevo dire "scavato" non certo quello che è uscito!😂
Il Marchese Del Grillo
Lunedì 15 Maggio 2017, 23.49.21
82
Recentemente ho visto la puntata di " ieri, ozzy e domani" in cui Ozzy e il figlio Jack visitano IronMountain negli Usa. Trattasi di un gigantesco bunker anti atomico scacato in una montagna e nel quale si conservano cimeli, oggetti e reperti vari legati alla storia degli states. Tra questi si custodisce anche la prima registrazione mai realizzata di Crazy Train da Ozzy e Randy. Ozzy raccontava che fu registrata in quello che all' epoca era il loro studio mobile (un furgone) e poi chiedeva di non risentire il nastro...spiegando che ancora oggi pensa a Randy ogni giorno. La registrazione viene cmq fatta partire ed è strabiliante.
ste
Mercoledì 14 Dicembre 2016, 23.45.33
81
Uno dei miei dischi preferiti in assoluto, voto 100. Randy Rhoads stratosferico, quest'album e' pieno zeppo di riff e soli da brividi, per sempre nella storia del metal e della musica. Una canzone più' bella dell'altra, poesia, adrenalina e tanto, tanto genio. Imprescindibile.
jek
Venerdì 4 Novembre 2016, 21.31.50
80
Bella fatica con quel gruppo l'album tributo e un discone da paura
Alessandro Piria
Venerdì 4 Novembre 2016, 21.31.39
79
Che dire..?! bellissimo disco che ho ascoltato fin da adolescente quasi 25 anni fa! Ozzy e R.Rhoads forniscono 2 prestazioni senza eguali, 2 autentici fuoriclasse, da qui una canzone più bella dell'altra! Con Diary of Madman c'è un abisso musicale, rispetto a Blizzard, sebbene passi solo 1 anno , ma anch'esso un grande album forse per un pubblico più ristretto rispetto al primo album..!
Metal Shock
Venerdì 4 Novembre 2016, 21.19.39
78
Parli di Speak of the devil? Certo molto meglio di Live Evil in the studio! Ahahah. A questo punto meglio Randy Rhoads Tribute, che goduria!
jek
Venerdì 4 Novembre 2016, 21.13.02
77
A me bark era piaciuto avevo preso anche un EP con Slow Down che nella versione europea non c'era. Sicuramente molto inferiore ai primi due. Da avere anche il live che fa da contraltare a Live Evil dei Sabbath.
Mulo
Venerdì 4 Novembre 2016, 21.03.26
76
A me esclusa la title track e un altro paio di pezzi non è piaciuto nemmeno Bark at the moon... The ultimate sin lo reputo superiore a Bark anche se entrambi questi dischi sono anni luce distanti dai primi 2
Metal Shock
Venerdì 4 Novembre 2016, 20.59.46
75
@Jek: ahahahah! Va beh questione di gusti, con quell`album si e` avvicinato di piu` al metal patinato in voga in quei anni. Non e` accostabile ai primi due, ma un 75 io lo do`. Se uno lo trova a poco per me fa bene a comprarlo. Se poi uno vuole completare l`opera si compra i primi due, ed unici, album dei Badland dove suona Jake E. Lee, due superbi dischi di hard rock!
jek
Venerdì 4 Novembre 2016, 20.52.06
74
Jeke E. Lee sarà un buon chitarrista ma The Ultimate Sin non l'ho lanciato dalla finestra perché il vinile per me è sacro, costava, e mi giravano zero lire in sacoccia ma ero talmente incazzato che c'è mancato poco.
Metal Shock
Venerdì 4 Novembre 2016, 20.40.13
73
Si e` vero che i primi due sono i migliori e Randy un alieno (Rip) ma anche i due dischi con Jake E.Lee non sono male, e che chitarrista, e che dire di Zakk Wilde, No more tears e` l`ultimo grande disco di Ozzy!
Doomale
Venerdì 4 Novembre 2016, 20.36.06
72
Questo e Diary af a madman sono due album che non possono assolutamente mancare nella collezione di chi ascolta heavy metal...Come dice Metal shock, anche i prossimi 3 non sono male, ma qui il livello era altissimo. Vabbè poi su Randy Rhoads non c'è nulla da dire..era un grandissimo.
jek
Venerdì 4 Novembre 2016, 20.32.15
71
Ha ragione il @Mulo i primi due sono due capolavori (grazie specialmente a Randy Rhoads) poi per me dopo bark at the moon non mi ha fatto più impazzire, meglio che li senti sul tubo per evitare delusioni.
Argo
Venerdì 4 Novembre 2016, 20.02.07
70
Diary l'ho già ordinato, è in arrivo. Ho sempre associato Ozzy ai Black Sabbath, e mi sono sempre sbagliato ascoltando questo cd... heavy metal, hard rock, classica... e un grande chitarrista ad accompagnarlo.
Mulo
Venerdì 4 Novembre 2016, 19.59.57
69
Prendi anche Diary of a madman che è di pari livello (se nn meglio)... Gli altri ascoltali sul tubo prima di fare eventuali acquisti ( sono di molto inferiore ai primi 2)
Metal Shock
Venerdì 4 Novembre 2016, 19.55.55
68
@Argo: fidati, fino a No more tears compreso, prendili tutti, sono tutti grandi lavori!!!!
Argo
Venerdì 4 Novembre 2016, 19.52.44
67
Non ho mai ascoltato niente di Ozzy solista, e ho preso questo cd anche grazie al prezzo bassissimo. Del tutto diverso da come mi aspettassi, bellissimo.
gabriele
Lunedì 29 Agosto 2016, 18.51.04
66
Il secondo disco metal ascoltato, il primo fu diary of a Madman . di una bellezza unica, il primo amore. Randy Rhoads monumentale. L'assolo di Mr. Crowley per me e' uno dei più belli della storia della musica.
manaroth85
Giovedì 19 Maggio 2016, 23.28.46
65
Stavo ripensando che x fortuna ozzy fu licenziato dai sabbath da una parte non avremmo avuto capolavori come heaven and hell. Headless cross.tyr.cross p. Born again e dall altra dischi come questo! E i successivi uno piu bello Dell altro!
lisablack
Domenica 10 Aprile 2016, 19.29.34
64
Capolavoro, storia del Metal. Mr. Crowley di una bellezza indescrivibile.
Avantasia
Martedì 29 Marzo 2016, 15.54.20
63
Capolavoro ASSOLUTO ed album di rara bellezza. IMMENSO.
Rob Fleming
Lunedì 1 Febbraio 2016, 17.43.23
62
Capolavoro totale. Citare una canzone piuttosto che un'altra, un assolo piuttosto che un altro in questo caso è fuori luogo. Ogni brano fa parte della storia del metal. 90
Guillermo
Sabato 28 Novembre 2015, 18.38.30
61
quizá les interese leer mi critica también en: [EDIT: link rimosso]
Fly 74
Domenica 15 Novembre 2015, 22.35.17
60
Un' opera d'arte meravigliosa consegnata alla storia del Rock e della mia vita.
MetallaroRosso
Domenica 15 Novembre 2015, 21.36.58
59
senza dubbio un album da 95, con questo album Ozzy è riuscito a rialzarsi dopo il suo licenziamento dai Black Sabbath direi che questo è uno dei migliori album di Ozzy, non c'è niente da dire sul ritmo dell'Album dato che un grande come Randy Rhoads riesce a renderlo semplicemente molto trascinante.
m.p.
Lunedì 19 Ottobre 2015, 10.16.42
58
"... e ha persino innalzato quest’ultimo (Randy Rhoads) allo stesso livello del singer statunitense..." osbourne è inglese non americano
Gilli97
Sabato 10 Ottobre 2015, 22.42.34
57
Però,album superlativo. Forse è un azzardo,ma questo è senza dubbio il miglior album metal di sempre. Ogni pezzo é da mozzafiato sin dall'inizio,poi quando iniziano gli assoli di randy rhoads di mr. Crowley,c'è solo da inchinarsi al miglior chitarrista metal di sempre
Gilli97
Sabato 10 Ottobre 2015, 22.42.33
56
Però,album superlativo. Forse è un azzardo,ma questo è senza dubbio il miglior album metal di sempre. Ogni pezzo é da mozzafiato sin dall'inizio,poi quando iniziano gli assoli di randy rhoads di mr. Crowley,c'è solo da inchinarsi al miglior chitarrista metal di sempre
VecchioThrasher
Lunedì 7 Settembre 2015, 13.31.25
55
Che dire capolavoro!
Victim Of Fate
Giovedì 2 Luglio 2015, 11.38.34
54
Due parole: Randy Rhoads.
Philosopher3815
Lunedì 28 Luglio 2014, 9.57.09
53
capolavoro..dischi di questo calibro si mangiano intere discografie di altre band!
Beta
Mercoledì 23 Luglio 2014, 21.06.31
52
Una pietra miliare dell'hard 'n' heavy. Mi vedo tantissimo nel personaggio e nelle canzoni, fantastici i riff di chitarra. Assolutamente un 95 non lo toglie nessuno \,,/
Lisa Santini
Mercoledì 21 Maggio 2014, 19.56.42
51
Questo album e' fantastico!!!!!!!!!!! Ozzy osbourne mi piace tantissimo e anche a mio zio!!!!!!! Il mio album preferito e' Blizzard of Ozz!!!!!!
Zakk85
Sabato 7 Settembre 2013, 11.47.59
50
Il capolavoro assoluto di Ozzy Osbourne. Un disco composto da pezzi di altissimo livello ed il tocco unico di Randy Rhoads si sente e da ancora più valore ai pezzi. Vero capolavoro!! per me voto 100
Vitadathrasher
Lunedì 6 Maggio 2013, 22.26.43
49
Il miglior disco di ozzy, con Randy tutto diventa magia, assoli eccezionali.
dario
Lunedì 6 Maggio 2013, 21.59.38
48
Randy e ozzy che accoppiata !! album indimenticabile.
Alexus Pries
Martedì 23 Aprile 2013, 21.50.50
47
Meraviglioso!!!! Adoro randy rhoads!!!! è un chitarrista eccezionale!!!! il migliore che ozzy abbia mai avuto, insieme a zakk wilde!!!! Amo crazy train!!!!! W Ozzy e Randy (RIP)!!!!!!
ricky50
Domenica 10 Marzo 2013, 18.11.42
46
qualcuno mi sa spiegare il significato della cover?? (complimenti x la recensione)
manaroth85
Sabato 27 Ottobre 2012, 12.37.29
45
capolavoro, immenso, oltre alle bellissime suicide solution, crazy train, mr crowley, i don t know la migliore è revelation, stupenda voto 9.5
manaroth85
Sabato 27 Ottobre 2012, 12.37.27
44
capolavoro, immenso, oltre alle bellissime suicide solution, crazy train, mr crowley, i don t know la migliore è revelation, stupenda voto 9.5
Francesco
Domenica 2 Settembre 2012, 14.44.14
43
Metal4ever: è una tua opinione personale e la rispetto, ma guarda che ogni album di Ozzy è entrato nella storia del metal...
Francesco
Domenica 2 Settembre 2012, 14.35.52
42
Metal4ever: gli altri album di Ozzy sono belli ma non come questo? Certo, come no. Guarda che Ozzy non ha mai sbagliato un album nella sua carriera, ha sfornato dischi uno più bello dell'altro.
Ninjago
Domenica 2 Settembre 2012, 14.27.17
41
BLIZZARD OF OZZ e DIARY OF A MADMAN sono due dieci davvero azzeccati...l'unica pecca sono questo cazzo di ristampe, remaster 20 o 30 bit .reissued repackaging...e quanto ne volete....non servono proprio a nulla se non per fare mercato e speculazione...ecco la verita'.....la qualita' della musica non c'entra niente con un mix o una copertina modificate....batteria basso originali mix e quanto si voglia...solo per speculare e confondere......in 15 anni 3 remastered....per collezionare le stronzate delle major....era meglio prima ...una versione e via...ma cosa vuoi migliorare....se si va a spulciare sono solo capaci di aumentare il volume comprimere il reale suono e farlo passare per oro colato.....non lo dovrei dire ma il p2p se lo meritano con tutto il mio cuore un discofilo del tempo che fu. GRAZIE A TUTTI E VIVA LA MUSICA...MA ABBASSO IL MARKETING
stellabyblood
Venerdì 27 Luglio 2012, 3.06.58
40
Rhoads non ha pari... l'assolo di mr crowley è come l'orgasmo
Oberyn Martell
Mercoledì 18 Luglio 2012, 18.16.47
39
Che disco signori ...
riverside
Mercoledì 18 Luglio 2012, 17.16.57
38
...grazie mille matocc ....ora e' tutto chiaro....quindi e' ok averle tutte e due. perfetto
Matocc
Mercoledì 18 Luglio 2012, 13.46.50
37
@ riverside : le differenze ci sono eccome, ma le devi cercare nel sound di batteria e basso, non nell'esecuzione o nel timing. calcola che nel remaster del 2002 le parti sono state risuonate in perfetta sincronia con quelle originali e "incollate" su voce e chitarra, quindi gli stacchi sono per forza identici; cambiava semplicemente la mano di chi le suonava (e ovviamente gli strumenti usati). se ascolti attentamente la versione Legacy 2011 noterai che il suono è più omogeneo e naturale rispetto all'altra che alla fine era solo un "copia e incolla" di basso e batteria suonati nel 2002 aggiunti a chitarra e voce risalenti al 1980
riverside
Mercoledì 18 Luglio 2012, 13.14.01
36
...album a dir poco strepitoso...musica davvero ispirata...pero devo chiedere una delucidazione sulla nuova versione Legacy....ma siamo sicuri che rispecchia l'originale con le parti di basso e batteria? perche ascoltandola mi sembra uguale alla remasters 2002....se avete notato delle differenze ne possiamo parlare...magari indicatemi qualche timing dove vi sono la differenze....grazie mille da un appassionato collezionista
BILLOROCK fci.
Venerdì 22 Giugno 2012, 11.43.16
35
OTTIMA scelta Conte , ottima !!
conte mascetti
Venerdì 22 Giugno 2012, 11.31.11
34
Lo posseggo in mille versioni...vinile, cd prima edizione,remaster del 95, remaster 2002 con basso e batteria sostituiti da Bordin e Trujillo e edizione super deluxe 2011. Questo è il succo del sound 80, con quelle copertine favolose (horror-trash) e quei loghi da brivido. Non riesco ad esprimere quanto siano splendidi questi dettagli. Un sound unico, con randy rhoads sugli scudi...tutti devono sentire questo album e i successivi Diary,Bark at the Moon e Ultimate Sin, che a mio parere è sottovalutato da matti. Il Madman sfornerà disconi fino a No more tears, per poi fare dischi di mestiere che restano però superiori a molti altri di numerosi artisti in commercio...
Madman
Lunedì 18 Giugno 2012, 0.13.11
33
il miglior lavoro solista di ozzy osbourne. crazy train canzone fantastica... sugli scudi anche i don't know, mr. crowley e steal away. un disco incredibile.
blackie
Mercoledì 2 Maggio 2012, 0.57.05
32
uno dei colossal del metal capolavoro ineguagliabile.ozzy inarrivabile!!!!
The Mad Avenger
Mercoledì 2 Maggio 2012, 0.40.23
31
Epico....fottutamente EPICO!!! Che disco ragazzi. Uno dei migliori della scena Metal. Mr Crowley, Crazy Train, Suicide Solution...Posso dire solo Wow difronte a questo colosso del metal . Voto 97
metallo 00
Venerdì 20 Aprile 2012, 21.32.44
30
Molto bello
BILLOROCK fci.
Mercoledì 8 Febbraio 2012, 14.24.07
29
Cazzo, questo si che è un Blizzard... ohh yes !!
conte mascetti
Domenica 27 Novembre 2011, 17.00.45
28
un grande classico.
BILLOROCK fci.
Martedì 8 Novembre 2011, 13.37.52
27
Buongustaio!! Bravo Celtic !!
Celtic Warrior
Martedì 8 Novembre 2011, 13.33.26
26
Lo sto ascoltando ora , l accoppiata Ozzy .. Randy Rhoads è vincente su tutti i fronti , disco bellissimo .
terry
Mercoledì 24 Agosto 2011, 16.56.34
25
CAPOLAVORO.
BILLOROCK fci.
Martedì 23 Agosto 2011, 13.46.43
24
mi ero scordato di questo disco ( che ovviamente posseggo gelosamente) .... ozzy perdonami.. !! cmq è un capolavoro. 95 !!
The sinner
Martedì 23 Agosto 2011, 1.38.15
23
Ottimo esordio per il madman dopo la defezione dai mustacchi Black Sabbath........L'album è notevole toccando i picchi qualitativi con "Mr.Crowley" e la struggente "Revelation (mother earth)" farcita di un solo chitarristico da "leggenda" del mai troppo compianto Randy Rhoads......"Blizzard of 'Ozz" sfiora di pochissimo il capolavoro che secondo me verrà centrato in pieno col successivo "Diary of a madman" !
MAIDEN
Domenica 21 Agosto 2011, 19.24.56
22
Bella dritta , per me il migliore di Ozzy . Bella recensione.
Matocc
Domenica 21 Agosto 2011, 19.20.02
21
ho preso l'edizione 2011, sono state re-incluse le parti di basso e batteria originali e anche qui c'è la B-side You Lookin’ At Me Lookin’ At You + la chitarristica RR ... inoltre c'è un remix di Goodbye To Romance (2010 guitar & vocal mix) che fa venire la pelle d'oca da quant'è bella...
Sorath
Mercoledì 15 Giugno 2011, 19.52.33
20
E' una perla di immortale bellezza.
Edo
Mercoledì 15 Giugno 2011, 17.02.36
19
Il suo album più bello e sincero, tra l'altro è uscito in un momento che dire buio è poco, è stato un grande a uscirsene con una cosa del genere dopo i casini con i Sabbath. Lunga vita ad Ozzy Osbourne!!!
Radamanthis
Mercoledì 15 Giugno 2011, 15.50.56
18
Il capolavoro del Madman, heavy metal allo stato brado con un Randy a livelli eccelsi! Capolavoro, voto 97
Maurizio
Mercoledì 15 Giugno 2011, 15.27.02
17
Da avere.Assolutamente.
Randy Rhoads
Mercoledì 15 Giugno 2011, 14.16.37
16
ozzy... ti voglio bene................
AL
Martedì 14 Giugno 2011, 15.23.08
15
il capolavoro di zio Ozzy...
ayreon
Domenica 12 Giugno 2011, 19.44.10
14
hai ragione, non c'è voto.Questo è fottutissimo metal,penso ad uno special di Mtv dove Paola Maugieri da gran saputella diceva che il suo debut solista era "diary of a madman".E la pagano pure
Luke_Skywalker_666
Domenica 12 Giugno 2011, 14.21.38
13
Ma come si fa a dare un voto a questo disco ???? Dai siamo seri...
MetalHawk
Domenica 12 Giugno 2011, 12.04.21
12
Il Capolavoro do Ozzy, pietra miliare dell Heavy Metal. Grandissimo album!
Electric Warrior
Domenica 12 Giugno 2011, 11.50.56
11
Il primo indimenticabile Ozzy, il capolavoro della sua carriera solista.
ayreon
Domenica 12 Giugno 2011, 8.06.34
10
solo "No bone movies"e "Steal away" abbassano il livello di un disco magnifico,uno dei capisaldi dell'heavy metal.Grazie Ozzy
Flight 666
Domenica 12 Giugno 2011, 1.51.09
9
@jek: grazie mille dei complimenti! In effetti la tentazione di assegnargli un voto ancora più alto c'era tutta, ma poi razionalmente mi sono convinto che siccome alcune canzoni non raggiungono la perfezione non gli si poteva dare di più...
jek
Sabato 11 Giugno 2011, 20.55.04
8
Blizzard Of Ozz è un disco memorabile. Randy Rhoads raggiunge dei livelli stratosferici, insomma un disco splendido. Come detto nella rece (N.B. Ottima e complimenti Arturo) solo perchè alcune tracce non sono a livello non si può dare il 100 ma lo meriterebbe. Sono sempre stato convinto che la dipartita di Ozzy dai Sabbath fu una fortuna per lui e per loro e questo disco e altri che seguono lo dimostrano. Mr. Crowley e tra i più bei pezzi della storia del metal e il solo di Randy è un'opera d'arte.
hm is the law
Sabato 11 Giugno 2011, 20.53.14
7
Un disco praticamente mitico!
luci di ferro
Sabato 11 Giugno 2011, 18.58.31
6
92/100 Blizzard CAPOLAVORO ASSOLUTO
olmetalheart61
Sabato 11 Giugno 2011, 17.14.21
5
rece splendida per in disco storico
Matocc
Sabato 11 Giugno 2011, 13.21.25
4
che dire, stupendo... certo che per essere uno appena uscito da una crisi depressiva non se l'è cavata affatto male! amo Ozzy e quella sua voce strana ma perfetta per la sua musica, BOO trasuda talento ed energia da ogni solco, un debutto solista da manicomio... semplicemente fondamentale, ha ispirato mezzo mondo metallico! IDK, SS, Mr.Crowley -che assolo finale!-, Crazy Train, GTR sono tutti capolavori scolpiti nella bibbia del metal... massimo dei voti! ALL ABOOOOOOARD !!!!!!
BILLOROCK fci.
Sabato 11 Giugno 2011, 13.17.41
3
il ritorno del signore del metal..... l avvento di una nuova epopea... musica oscura e commevente..... un album odiato e criticato dalla critica.... l ultimo bacio rock di randy rhoads..... tutto questo è Blizzard of ozzy....... imperdibile !!!! voto eccelso!!
Luigi
Sabato 11 Giugno 2011, 13.11.42
2
L'ho consumato a forza di ascoltarlo
Metal4ever
Sabato 11 Giugno 2011, 12.59.58
1
L'apice del Madman!!! farà altri buonissimi lavori ma non belli come questo. L'intro di organo di Mr.Crowley è storia!..
INFORMAZIONI
1980
Jet Records
Heavy
Tracklist
1. I Don’t Know
2. Crazy Train
3. Goodbye To Romance
4. Dee
5. Suicide Solution
6. Mr. Crowley
7. No Bone Movies
8. Revelation (Mother Earth)
9. Steal Away (The Night)
Line Up
Ozzy Osbourne - voce
Randy Rhoads - chitarra
Bob Daisley - basso, cori
Don Airey - tastiere
Lee Kerslake - batteria
 
RECENSIONI
70
81
80
81
80
88
80
79
81
86
91
ARTICOLI
24/06/2018
Live Report
FIRENZE ROCKS - OZZY OSBOURNE + GUESTS
Visarno Arena, Firenze, 17/06/2018
27/09/2010
Live Report
OZZY OSBOURNE + KORN
Palasharp, Milano, 22/09/2010
14/07/2010
Live Report
OZZY OSBOURNE + LABYRINTH
Villa Contarini, Piazzola Sul Brenta (PD), 05/07/2010
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]