Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Phil Campbell
Old Lions Still Roar
Demo

Pinewalker
Migration
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/19
THE WHO
Who

22/11/19
MAGIC KINGDOM
MetAlmighty

22/11/19
LINDEMANN
F & M

22/11/19
BLOOD INCANTATION
Hidden HIstory of the Human Race

22/11/19
LORD MANTIS
Universal Death Church

22/11/19
AVATARIUM
The Fire I Long For

22/11/19
BLOOD EAGLE
To Ride In Blood & Bathe In Greed - Part III

22/11/19
BLOOD INCANTATION
Hidden History Of The Human Race

22/11/19
CRYSTAL VIPER
Tales of Fire and Ice

22/11/19
SKYBLOOD
Skyblood

CONCERTI

22/11/19
EARTH + GUEST
BLOOM - MEZZAGO (MB)

22/11/19
SKID ROW + HOLLOWSTAR + RED RIOT
CAMPUS MUSIC INDUSTRY - PARMA

22/11/19
HEIDEVOLK + GUESTS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

22/11/19
STRANA OFFICINA + COLONNELLI
THE CAGE THEATRE - LIVORNO

22/11/19
HADDAH + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

22/11/19
SAKEM + GUESTS
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

22/11/19
THE END AT THE BEGINNING + GUESTS
PADIGLIONE 14 - COLLEGNO (TO)

23/11/19
EARTH
TPO - BOLOGNA

23/11/19
HELLUCINATION + JUMPSCARE
PHOENIX FEST - FORMIA (LT)

23/11/19
HEIDEVOLK + GUESTS
REVOLVER - SAN DONÀ DI PIAVE (VE)

Fifth Angel - Time Will Tell
( 3494 letture )
Si può parlare di apice di una carriera quando si ha a che fare col secondo ed -al momento- ultimo disco di una band che è in giro da tanti anni? A questo ancora non so rispondere; ma se c’è una cosa che proprio non mi va giù è constatare il fatto che una band della grandezza dei Fifth Angel abbia letteralmente gettato al vento le proprie potenzialità, perlopiù tutt’altro che velate. Una piccola speranza all’orizzonte c’è, visto che il terzo album è previsto proprio per il 2011, e si spera in un ritorno sulle scene che corrisponda ad un nuovo grande inizio e non ad un singolo e sporadico album fine a se stesso. Si rivela dunque necessario un breve riepilogo della loro biografia, così da partire da basi comuni di giudizio.

I Fifth Angel provengono da Seattle, Stati Uniti, e la loro formazione originaria era composta da Ted Pilot alla voce, Ed Archer e James Byrd alle chitarre, John Macko al basso, e Ken Mary alla batteria (proprio quest’ultimo è divenuto in seguito uno dei turnisti più importanti in circolazione; può vantare infatti di aver suonato con Alice Cooper, Impellitteri ed House Of Lords, nonché varie collaborazioni con gente del calibro di Accept, Bonfire e numerose altre band -e tutto ciò non è di certo stato tanto d’aiuto per l’impegno profuso dal batterista nel progetto Fifth Angel-). I cinque diedero alle stampe Fifth Angel nel 1986 ed il presente Time Will Tell nel 1989, entrambi dischi pregni di un heavy metal classico, ma con molti accenni di hair metal ed hard rock. Come anticipato, nel primo dei due album la chitarra solista è affidata a James Byrd, musicista dalle doti eccezionali, uscito troppo presto di scena sovrastato dal suo ego eccessivo e sostituito in Time Will Tell da Kendall Bechtel che tenta di non far rimpiangere il predecessore, riuscendoci a tratti. Per fare un paragone diretto, i Fifth Angel potrebbero risultare quanto di più vicino al sound dei più famosi Europe. La loro forza sta nell’energia sprigionata tanto dalla parte strumentale quanto da quella vocale, la stessa energia di cui sono capaci tutti quei grandi gruppi del metal classico. Avete presente quando guardando un video dei KISS vi sentite catturati dalla forza del rock ‘n’ roll e vi viene l’irrefrenabile istinto di prendere in mano una chitarra e spaccare tutto? Ecco, la musica dei Fifth Angel, anche se non proprio a questi livelli, ci si avvicina comunque molto.

L’album si apre con Cathedral, canzone che, alla pari della seguente Midnight Love, ci porta fin da subito su sentieri metallici. Gli anni ’80 sono ancora vivi e ben consolidati nel sound dei Fifth Angel, lo si capisce tanto dai riff di chitarra quanto dalle ritmiche su cui poggiano i vari brani. Per non parlare della voce, acuta e potente come poche altre sanno essere. Ma come tutti ben sappiamo, non possono mancare i pezzi lenti e melodici, quelli che fanno breccia nei giovani cuori degli innamorati e ne carpiscono i sentimenti più profondi. Mi riferisco alla splendida Broken Dreams, una vera delizia per noi metallari dal palato fine, e preceduta a sua volta da una canzone che sprigiona nel miglior modo possibile emozioni a metà tra potenza heavy metal e sentimentalismi tipici di una ballad romantica, Seven Hours. La titletrack Time Will Tell ci riporta nella direzione primaria, ben sorretta da un ritornello tanto semplice quanto di sicura efficacia:

Time will tell, stand and begin to fight for yourself
Time will tell, anyway
Time will tell, only the strong can take it so well
Time will tell, anyway - Only time will tell


Molto buona si rivela essere anche l’unica cover presente nel disco, la frizzante Lights Out degli UFO, band dall’importanza storicamente riconosciuta. Come spesso accade quando si tratta di cover, la canzone finisce con l’assumere un andamento più brillante della versione originaria: le chitarre sono più taglienti e la voce più acuta. Ma è anche vero che i Fifth Angel sono una band puramente heavy metal, mentre gli UFO di questo genere sono più che altro gli ispiratori. La seconda metà dell’album purtroppo non possiede la stessa potenzialità della prima parte, ma una canzone come So Long merita senz’altro tutte le attenzioni possibili. E ancora una volta non si tratta di suoni duri e taglienti, ma bensì di riff di chitarra lunghi e melodici, sullo stesso tono della stupenda Broken Dreams, già menzionata in precedenza. Per il resto, canzoni come Wait For Me, Angel Of Mercy, We Rule, e la conclusiva Feel The Heat sono i classici pezzi che nulla tolgono e nulla aggiungono ad un album già di per se ottimo; semmai mantengono inviolato il giudizio finale prolungando in ogni caso il piacere dovuto all’ascolto complessivo del disco.

Per quanti di voi si ritengano conoscitori del lato più classico del metal, e mai siano entrati in contatto con la musica dei Fifth Angel rimane una sola cosa da fare, ovvero andare alla ricerca dei loro due unici lavori e ascoltarli, ascoltarli fino allo sfinimento. “Perché?” vi starete chiedendo. Semplice: perché pur trattandosi di una produzione assai limitata, vi troverete dinanzi a dei componimenti che la maggior parte dei gruppi heavy attuali si può solo sognare. Chissà se c’è ancora una pur flebile speranza di rivedere i riuniti Fifth Angel agli stessi fasti di quel magico 1989? Come detto in apertura di recensione, probabilmente sì. Ma chi può davvero dirlo? Una cosa però è certa: “time will tell”.



VOTO RECENSORE
83
VOTO LETTORI
63.93 su 43 voti [ VOTA]
Andrea
Mercoledì 5 Settembre 2018, 13.52.17
25
Album della Madonna.
Metal Shock
Giovedì 24 Maggio 2018, 18.06.33
24
Approfitto della recensione di questo stupendo disco per informare che la band ha sottoscritto un contratto con la Nuclear Blast (!!!) per l'uscita del nuovo disco The third secret a settembre di quest'anno!! Purtroppo della partita non farà parte il grande Ted Pilot, che ora fa' il dentista, ed il cantante sarà Kendall Bechtel, anche chitarrista: purtroppo ho visto qualche video live della loro esibizione al Keep it true e devo dire che come cantante non mi sembra un granché, vedremo. Gli altri componenti sono Ken Mary alla batteria e John Macko al basso. Curioso di vedere cosa tirano fuori dopo due capolavori di trent'anni fa.
LAMBRUSCORE
Mercoledì 24 Gennaio 2018, 14.12.21
23
Ottimi tutti e 2, nel loro genere sono dischi da avere..
pl
Giovedì 27 Aprile 2017, 11.32.31
22
li ho visti riuniti per hellion in germania...sempre loro...ma il pubblico e' miope e le etichette ingorde!!
Shadow
Giovedì 26 Gennaio 2017, 16.01.26
21
Ma che bella scoperta questo disco! Conoscevo il primo, ottimo disco, ma questo è decisamente più vario e intrigante. Grazie per aver rispolverato un pezzo di storia di una band ahimé troppo sottovalutata. E se è per questo di gruppi che non hanno raccolto il giusto ce ne sono anche troppi. Se qualche recensore vuole cimentarsi nella riscoperta degli antichi tesori noi siamo qui....
rik bay area thrash
Lunedì 16 Maggio 2016, 21.59.37
20
@ Metal Shock : qualche tempo addietro ho conosciuto una persona (adulta per capirsi, insomma vecchietto come me, eheh) che me ne parlava come quando sei all' ultimo giorno di scuola. Incredibile ma era emozionato. Bellissima esperienza e soprattutto fai amicizia senza problemi, amicizia che mantieni con il tempo. Li si esibiscono solo i gruppi relativamente conosciuti, ma validissimi. Così è bello ....
Metal Shock
Lunedì 16 Maggio 2016, 21.46.13
19
@Rickbay: il Keep it true, quello si` che sarebbe un festival da andare a vedere. Io me lo sogno!!!
rik bay area thrash
Lunedì 16 Maggio 2016, 21.40.48
18
@ Metal Shock : grandissimi gli sword canadesi !! Di questo ne lessi molto bene, ma non ebbero successo .... alcuni anni or sono vennero in europa a suonare in un metal fest tipo il keep it trur con molto successo, meglio tardi che mai .....
daniele
Lunedì 16 Maggio 2016, 21.31.08
17
questo non lo conosco ma il primo capolavoro assoluto
Metal Shock
Lunedì 16 Maggio 2016, 21.29.15
16
Lo comprai in vinile quando usci`: grandissimo album heavy metal, con influenze class. Uno dei gruppi per cui ti chiedi ma perche` non ebbero successo, come anche gli Sword canadesi nello stesso tempo piu` o meno. Mistero
Rob Fleming
Sabato 23 Gennaio 2016, 19.36.21
15
Non si capisce proprio perché scomparvero nell'anonimato più assoluto dal momento che Seven hours, Broken dreams, So long e Feel the heat erano brani veramente eccellenti 80
Sandro70
Giovedì 2 Aprile 2015, 21.42.26
14
il primo dei Fifth Angel è un disco che fa parte della storia della nostra musica, un vero capolavoro ! Time will tell è bellissimo , leggermente inferiore e spostato più verso il class metal. Da avere entrambi, senza esitazioni.
entropy
Giovedì 2 Aprile 2015, 21.04.17
13
me lo sono appena procurato. Davvero bello così come il debut. suona anche molto moderno, cosa che non mi sarei aspettato.
Invictusteele
Giovedì 15 Gennaio 2015, 15.01.02
12
Voto 95, una delle massime espressioni di heavy metal melodico
Vecchio Sunko
Domenica 20 Ottobre 2013, 20.05.40
11
Un disco fantastico...90 pieno!
Diego
Lunedì 3 Giugno 2013, 15.02.15
10
Possiedo ambedue i CD...bellissimi entrambi anche se sono legato musicalmente più al primo. Il mancato successo dei FA è inspiegabile quanto quello dei Crimson Glory (a quando le recensioni?) e degli Heir Apparent...
Dr.Shred
Giovedì 13 Dicembre 2012, 17.15.39
9
devo dire che questo gruppo è molto ma molto notevole...e comunque Kendall Bechtel chitarristicamente parlando è molto meglio di JAmes Byrd (i due sono molto amici!!!)sia dal punto di vista tecnico che musicale.....peccato che non ha avuto il successo che meritava questo gruppo
paolo69
Martedì 17 Luglio 2012, 6.35.37
8
Attendo con trepidazione il terzo atto di questa immensa,nonche sottostimata ,band,che a pari di malice,sword,crimson glory,manowar e pochi altri eroi seppero tenere viva la fiamma del vero HEAVY METAL...
Sambalzalzal
Lunedì 14 Maggio 2012, 20.20.40
7
fabio II@ ti ringrazio ancora dell'informazione! E' una bella cosa vedere recensito questo album! bravi!!!
fabio II
Lunedì 14 Maggio 2012, 17.09.14
6
Flight allora ti sei perso qualche minuto fa la risposta che ho dato a Sambal, erroneamente avevo accreditato la rece a Raven, per questo mi sono scusato
Flight 666
Lunedì 14 Maggio 2012, 17.01.18
5
@fabio II: mi chiedi scusa ma non hai scritto da nessuna parte qualcosa su Raven... Non guardiamo i voti lettori, i grandi dischi restano tali anche se qualcuno si diverte alle loro -e nostre- spalle!
fabio II
Lunedì 14 Maggio 2012, 16.57.58
4
Porca vacca non è di Raven, chiedo scusa a Flight 666. Grande disco, ma preferivo il primo perchè era totalmente epic, questo media con un pò di class à là Dokken. PS: come al solito i voti non li guardo molto, ma 37.57 è davvero una cosa falsa.
d.r.i.
Lunedì 14 Maggio 2012, 16.45.12
3
nel suo genere, uno dei dischi che ho apprezzato di più...questa band meritava maggior successo!!
Maurizio
Venerdì 7 Ottobre 2011, 17.00.34
2
Questo secondo è ultimo lavoro è molto bello, in alcune parti notevole come Broken dreams , Fell the heat e Angel of mercy. Ma il primo album omonimo è veramente impressionante fin dal primo ascolto con potentissime cavalcate heavy inaudite per un gruppo al debutto. Ho i due vinili ma del primo mi sono preso anche il cd....
Lizard
Domenica 12 Giugno 2011, 20.02.31
1
Gran bel disco -come il primo d'altronde- assolutamente da riscoprire!
INFORMAZIONI
1989
Epic Records
Heavy
Tracklist
1. Cathedral
2. Midnight Love
3. Seven Hours
4. Broken Dreams
5. Time Will Tell
6. Lights Out
7. Wait For Me
8. Angel Of Mercy
9. We Rule
10. So Long
11. Feel The Heat
Line Up
Ted Pilot (Voce)
Ed Archer (Chitarra)
Kendall Bechtel (Chitarra)
John Macko (Basso)
Ken Mary (Batteria)
 
RECENSIONI
83
80
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]