Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Helloween
United Alive in Madrid
Demo

Freakings
Rise of Violence
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

15/10/19
ARCANE TALES
Power of the Sky

17/10/19
SHRINE OF INSANABILIS
Vast Vortex Litanies

17/10/19
MAESKYYRN
Interlude

17/10/19
SHRINE OF INSANABILIS
Vast Vortex Litanies

17/10/19
BREAK ME DOWN
The Pond

18/10/19
SANTA CRUZ
Katharsis

18/10/19
HOLY SERPENT
Endless

18/10/19
UNAUSSPRECHLICHEN KULTEN
Teufelsbücher

18/10/19
KONKHRA
Alpha and the Omega

18/10/19
NEGATOR
Vnitas Pvritas Existentia

CONCERTI

14/10/19
VOLBEAT + BARONESS + DANKO JONES
FABRIQUE - MILANO

14/10/19
OMNIUM GATHERUM + IN MOURNING + HEIDRA
LEGEND CLUB - MILANO

15/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
Estragon - Bologna

16/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
Magazzini Generali - Milano

16/10/19
SLEEP
TPO - BOLOGNA

16/10/19
A PALE HORSE NAMED DEATH
LEGEND CLUB - MILANO

17/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
Teatro della Concordia - Torino

17/10/19
THUNDERMOTHER
LEGEND CLUB - MILANO

18/10/19
BLACK FLAG - ANNULLATO
ORION - ROMA

18/10/19
PINO SCOTTO
STAMMITCH TAVERN - CHIETI

Nuclear Assault - Survive
( 5441 letture )
Ci sono dischi che ascolto sempre molto volentieri anche a distanza di tanti anni dal loro acquisto perché hanno insita la capacità di sorprendermi ancora, e questo per me significa soltanto una cosa sola: si tratta di capolavori assoluti; questo, infatti, è il termine esatto per classificare Survive degli americani Nuclear Assault, secondo immenso album in studio dopo quell’autentica mazzata tra i denti che è Game Over. Il full length uscì nel 1988 ed è una delle opere che, a mio avviso, incarnano maggiormente l’attitudine al thrash style sebbene siano palesi i riferimenti all’hardcore; violenta, nichilista, essenziale, potente e si potrebbe andare avanti all’infinito nello sciorinare aggettivi per definire nel modo più esaustivo possibile la musica che sgorga dal momento in cui la mia puntina Shure inizia a solcare il 33 giri: dodici pezzi granitici ed adrenalinici concentrati in appena circa mezz’ora pregni di cambi di tempo al cardiopalmo e riff taglienti con l’acida ugola di John Connelly (quanto adoro il suo particolare vocalism!) a vomitare liriche ironiche, irriverenti ed interessanti. Le tematiche trattate sono intrise di pessimismo sul futuro dell’umanità (la cover in questo senso è davvero molto esplicativa).

Si parte con la grandiosa, multiforme Rise From The Ashes -il cambio di tempo dopo una cinquantina di secondi è letteralmente da sturbo-, segue l’irruenta Brainwashed -un’invettiva contro lo strapotere dei media- la velocissima F# -munita di un assolo alla sei corde al vetriolo- e la title track dal pregevolissimo ed incisivo tema portante. L’inizio più pacato di Fight To Be Free, affidato ad un bel fraseggio di chitarra, sembra voler concedere una tregua all’ascoltatore, ma subito dopo senza pietà la ritmica si fa nuovamente forsennata! Dopo la brevissima strumentale Got Another Quarter, è la volta di Great Depression un’altra gradevole devastazione sonora; Wired ha, invece, un incedere marziale, inquietante e meno veloce, ma non per questo meno interessante, mentre Equal Rights si fa ricordare per il cantato frenetico si Connelly. Gli otto secondi in puro stile grind di PSA sembrano un’ideale anticipazione di quello che sarà il sound dei Brutal Truth in cui militerà il bassista Dan Lilker; chiude l’album Technology, aperta da una risata sinistra del solito Connelly, e un’inaspettata ed apprezzabile cover del famoso brano dei Led Zeppelin Good Times Bad Times (detto da un estimatore incallito della band di Page vi potete certamente fidare!).

Platter sontuoso da riscoprire senza alcuna ombra di dubbio. All’epoca stravedevo per i Nuclear Assault addirittura in misura maggiore rispetto a band quotate come gli Exodus e Anthrax (il che è tutto dire); purtroppo riusciranno a sfornare soltanto un altro lavoro straordinario intitolato Handle With Care per poi eclissarsi gradatamente verso l’anonimato più assoluto.



VOTO RECENSORE
92
VOTO LETTORI
79.57 su 59 voti [ VOTA]
Aceshigh
Giovedì 23 Novembre 2017, 9.07.20
15
Grandissimi ! Con il loro thrash venato di hardcore i Nuclear Assault erano unici !!! Non saprei scegliere tra questo e Game Over. Voto della recensione condiviso al 100%
thrasher
Martedì 31 Ottobre 2017, 22.02.19
14
Cassetta e vinile consumati.... difficilmente si trova la ristampa di quest album... peccato
ObscureSolstice
Martedì 31 Ottobre 2017, 18.40.52
13
Una mazzata. Tra i migliori dischi thrash in assooluto e uno dei miei migliori. Inalazioni di smog di fumo nero tossico sulle vostre città...Why don’t you think for yourself...Live in this self made Hell
doomale
Martedì 16 Aprile 2013, 21.40.16
12
gran bell'album..il primo che acquistai originale dei nuclear...e anche il mio preferito! Senza nulla togliere comunque a game over! bella e scanzonata anche la cover dei Led Zeppelin..90 confermatissimo
Andy '71
Sabato 29 Dicembre 2012, 11.11.17
11
Disco strepitoso!Visti,se non ricordo male nel tour di questo disco a Milano al Rolling Stones,e poi passato la serata dopo il live,sui marciapiedi insieme ai Nuclear in una baldoria di birra e discorsi sulla scena italiana,con un Dan veramente a pezzi con un sacchetto con dentro il vinile degli Incinerator,storica thrash band siciliana.....Che tempi cazzo,che meravigliosi tempi!The Usurper!!!
vitadathrasher
Martedì 21 Agosto 2012, 17.11.44
10
Ottimo disco, thrash-core senza fronzoli, grezzo, l'essenza del thrash. Purtroppo come gli altri dischi ha delle lacune di produzione: Se i loro primi 3 album fossero passati da produttori più quotati il risultato finale sarebbe di gran lunga migliore. La cosa che mi rimane sempre impressa è la copertina con le ciminiere.....Da ragazzino comprai il vinile anche per la cover
AL
Martedì 15 Maggio 2012, 20.07.26
9
un lavoro molto bello. la voce non finisce di convincermi però!
Blackout
Domenica 26 Giugno 2011, 16.27.20
8
Secondo capolavoro dei NA. Bellissimo!
A Roma solo la Lazio!
Lunedì 20 Giugno 2011, 14.38.22
7
Finalmente SURVIVE! Disco strepitoso, d'accordissimo con il recensore in tutto, sopratutto nell'ultima parte! Voto 90!
Luigi
Lunedì 20 Giugno 2011, 12.05.54
6
I Nuclear Assalut sono stati uno dei gruppi thrash migliori peccato si siano spenti troppo presto
LAMBRUSCORE
Lunedì 20 Giugno 2011, 11.33.18
5
scusate, ma quando è stata messa questa rece? comunque album che ascolto sempre volentieri (ce l'ho dal 1990) e penso non mi stancherà mai....
Er Trucido
Lunedì 20 Giugno 2011, 11.01.40
4
Bellissimo disco, i Nuclear assault ci sapevano veramente fare!
Ubik
Lunedì 20 Giugno 2011, 10.57.27
3
Assolutamente fantastico. E' uno dei miei dischi thrash preferiti
Lukas
Lunedì 20 Giugno 2011, 8.43.49
2
Concordo un gran bel disco sotto tutti i punti di vista.
valereds
Lunedì 20 Giugno 2011, 7.07.44
1
Strepitoso!
INFORMAZIONI
1988
IRS Records
Thrash
Tracklist
1. Rise from the Ashes
2. Brainwashed
3. F#
4. Survive!
5. Fight to Be Free
6. Got Another Quarter
7. Great Depression
8. Wired
9. Equal Rights
10. PSA
11. Technology
12. Good Times Bad Times
Line Up
John Connelly - voce, chitarra
Anthony Bramante - chitarra
Dan Lilker - basso
Glenn Evans - batteria
 
RECENSIONI
50
60
60
90
92
80
85
ARTICOLI
30/07/2015
Live Report
NUCLEAR ASSAULT + ASSAULTER + ENFORCES
Traffic Club, Roma, 23/07/2015
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]