Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
Una rara foto d'epoca con Dave Halliday
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
WILDNESS
Wildness

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

CONCERTI

19/11/17
CRIPPLED BLACK PHOENIX + EARTH ELECTRIC + JONATHAN HULTEN
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

19/11/17
ROCK TOWERS FESTIVAL
ESTRAGON - BOLOGNA

19/11/17
BACKYARD BABIES + GUESTS
LAND OF FREEDOM - LEGNANO (MI)

19/11/17
SOULS OF DIOTIMA
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

Hell - Human Remains
( 5258 letture )
Quando mi è stato proposto di recensire Human Remains degli Hell, il mio primo pensiero è stato: "Mala Tempora Currunt....qualcun altro che ha deciso di usurpare uno dei nomi più gloriosi e sfortunati della nwobhm, o più probabilmente che nemmeno sa chi erano, gli Hell". E invece, incredibilmente, una volta avviato il lettore e preso confidenza con le note riguardanti questo album, ho capito, con indicibile stupore, che non si trattava di sprovveduti imitatori o semplici ignoranti in materia, ma stavo proprio ascoltando dopo tempo immemore il ritorno di uno dei pilastri della nwobhm; una delle band che (quasi) più di ogni altra ha contribuito ad inserire e sviluppare tematiche occulte nel metal, unite ad atmosfere musicali ossianiche e pesanti, definendo alcuni standard che faranno la fortuna di molti, ma non la loro.

Gli Hell, infatti, hanno seminato molto, ma non hanno raccolto quasi nulla, inanellando una serie di episodi sfortunati e/o tragici da far letteralmente rabbrividire. Nati nel 1982 dalle ceneri dei Paralex (il cui Ep White Lightining è una delle maggiori influenze di Lars Ulrich), e dei Race Against Time, si distinsero da subito per il loro heavy potente e nerissimo, per i loro spettacoli coinvolgenti e teatrali, guadagnandosi rapidamente una legione di fans devotissimi, e la fama di gruppo estremo e scomodo, cosa che nel 1982 era certamente vera. La fama della band e la spocchia dei giornalisti che non erano preparati a musica così intricata, fecero sì che i rapporti tra i due mondi diventassero subito difficilissimi, e la reputazione dei musicisti distrutta da giudizi prevenuti che influirono pesantemente anche sui promoter e sui gestori dei locali; tanto che per gli Hell -che nel frattempo avevano provocato la nascita di tantissime altre realtà di quel genere- diventasse quasi impossibile suonare dal vivo. Alla fine, dopo tantissime tribolazioni ed uno stop, il gruppo -che nel frattempo, se non ricordo male, si era autoprodotto un demo ed un 45 giri- riesce a firmare per il primo album nel 1985 o giù di lì, ma lo fa con la Mausoleum, che di lì a poche settimane fallisce. I ragazzi accumulano debiti, il carismatico vocalist e chitarrista Dave Halliday non regge al colpo, e nel 1987 si suicida. Nessuna notizia ho avuto più di loro fino ad oggi, quando i superstiti della prima formazione vengono in contatto con quello che era forse il loro fan più devoto, che li vide numerose volte dal vivo, e che si ispirò a loro per la sua carriera: tale Andy Sneap, il cui nome credo non abbia bisogno di alcuna presentazione. Il progetto è semplice: reclutare David Bower al microfono, fratello del chitarrista Kev, ed affidare a Sneap il vecchio materiale, compreso quello dei demo, per dargli un suono moderno e fare uscire quell'album che gli Hell non riuscirono mai ad incidere. Non solo Sneap accetta, ma imbraccia la chitarra e suona con loro. Il risultato è Human Remains.

Lo so, la premessa è molto lunga, ma converrete che in questo caso bisogna sapere con cosa si ha a che fare, perchè diversamente si correrebbe il rischio di liquidare il disco con uno scontato: "bello, ma troppo in ritardo", ed io non voglio che questo accada. Human Remains è un album fantasticamente metal; teatrale, visuale, oscuro, potente (grandissimo Sneap), basato su una prova vocale da attore, che può ricordare quelle di King Diamond in forma più aggressiva (ed in generale l'album può essere accostato ai migliori Mercyful Fate), con chitarre taglienti, riff massicci, concepito come fosse un tutt'uno, senza stacchi tra un brano e l'altro, spesso ricorrendo ad effetti striduli e demoniaci. Insomma: un album metal come non ne sentivo da tempo.
Dopo la sinfonica apertura di Overture Themes From Deathsquad, da On Earth as it is in Hell a Save Us From Those Who è tutto un susseguirsi di colpi di teatro metallico, stacchi vertiginosi dal melodico al potente e viceversa, con le punte più riuscite da individuare in Save Us From Those Who e Macbeth, il cui demoniaco discorso tra streghe dell'inizio, riporta in pieno climax primi anni 80, così come la musica. Fantastiche le prove di David Bower -che riesce a non far rimpiangere il cantante scomparso- e di Sneap sia alla chitarra che alla consolle, ma anche gli altri fanno il loro più che bene. Circa Bower: ho scritto che la sua è una prova attoriale, ed infatti lui é un attore professionista, con una voce da tenore (si sente in certi cambi), utilizzata ad ampio raggio, e raramente ho sentito qualcuno più adatto di lui per questa musica.

So già che qualcuno si scandalizzerà per tanto entusiasmo per qualcosa che è solo metal, ed accuserà il sottoscritto o tutta la testata di incoerenza, ma, fatta salva anche l'autonomia di ognuno di noi, qui non si tratta di arrivare con 25/30 anni di ritardo ad un certo risultato e poi lamentarsi perchè si viene accusati di scimmiottare qualcun altro, no; qui si tratta di rendere omaggio a chi questi pezzi li ha scritti tra l'82 e l'85, e poi non ha potuto farli sentire, aprendo la strada ad altri e non riuscendo mai a percorrerla, spero che questo sia chiaro a tutti. Se questo album fosse uscito quando doveva, probabilmente avrebbe portato gli Hell nell'Olimpo del metal a fianco dei più grandi, invece esce solo oggi, con tutte le sue (poche) ingenuità e dopo che tutto è stato detto in loro assenza. Spero che in molti capiscano con chi hanno a che fare e che la band abbia la possibilità in futuro di misurarsi con la modernità grazie a pezzi nuovi di un album nuovo, ma ora dico solo: "Accomodatevi cari Hell. Bentornati e.... scusateci".



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
72.48 su 87 voti [ VOTA]
Raven
Martedì 19 Agosto 2014, 8.15.09
33
Ma è possibile che tu non ti sia accorto che il tuo patetico tentativo di metterti in mostra trascorrendo le nottate a postare commenti provocatori e/o chilometrici sempre uguali è fallito? Dai, tra poco magari quando compirai 14 anni paparino ti comprerà il motorino e forse potrai attirare l'attenzione di qualche coetanea da portare in gelateria e magari ci scappa anche un bacetto sulla guancia. Così magari col tempo, quando ne farai 18, alle 05,29 sarai occupato a fare qualcosa di più costruttivo. Ora vai a letto che sarai indubbiamente stanco, il tuo turno di lavoro è finito. Timbra il cartellino e vai pure a riposare, un'altra notte di commenti ti aspetta.
The Sentinel
Martedì 19 Agosto 2014, 5.29.21
32
Quoto l'utente subito qui sotto. Voto e recensione dovrebbero essere da 200, minimo, per rapporto con i voti regalati a gruppetti vari di qualsiasi genere di metal, giovani o meno, sotto etichetta o non...roba da matti...per fortuna ormai la gente ascolta direttamente (legalmente o meno) le cose e decide con le proprie orecchie il livello o meno di una band/titolo e se fa per lui o no, senza bisogno di doversi fidare più o meno costantemente dei recensori come avveniva un tempo per indirizzare e selezionare gli ascolti/acquisti tra tutto quello che usciva non potendo ovviamente in ogni caso comprare/sentire tutto per discorso economico e non...ma sennò la "stampa" di settore di oggi avrebbe una marea di colpe nel rendere la scena inflazionata, nell'alterare i valori in campo ecc.
Fotturion
Lunedì 13 Gennaio 2014, 12.11.17
31
Grandissimo album! lo sarebbe stato allora come lo è adesso! meglio tardi che mai.. band che sembra finalmente star riscuotendo il successo che si merita(va). Dispiace per Dave Halliday..
Manuel
Venerdì 13 Dicembre 2013, 6.34.25
30
Citando "Raven", rimango basito leggendo i primi commenti a questa recensione...Questo è un grandissimo disco inferiore solamente al successivo!
Radamanthis
Giovedì 14 Novembre 2013, 15.36.37
29
Gran bel disco! Heavy classico senza troppi fronzoli, tecnico al punto giusto, scorrevole, diretto, d'impatto! Voto 85
Galilee
Venerdì 20 Settembre 2013, 16.28.37
28
Gran disco e grande band secondo me, Dal canto mio in ambito Heavy classico, la miglior scoperta da anni a questa parte.
Hellhound
Giovedì 11 Luglio 2013, 13.29.42
27
disco molto buono,non ne escono molti simili.Plague And Fyre devastante,la mia preferita! voto 83
Raven
Venerdì 31 Agosto 2012, 14.04.32
26
lieto di esserti stato utile
AL
Venerdì 31 Agosto 2012, 11.17.42
25
veramente bravi! bel cd. li ho conosciuti grazie a questa recensione (mitico Raven!) e al loro concerto a Tolmin... dei grandi!
antiborgir
Lunedì 8 Agosto 2011, 23.40.32
24
Io ho dato una bella ascoltata al cd l'ho trovato veramente bello!!Mi piace perchè ricorda la scena Heavy dei primi anni '80 !voto 75
fabio
Lunedì 18 Luglio 2011, 12.31.42
23
Direi che per quello che ho sentito in giro credo sia l'album di heavy classico dell'anno - molto meglio dell'ultimo osannato In Solitude. Per alcune cose possono essere accostati ai magnifici Agony Bag -85/100
Raven
Sabato 2 Luglio 2011, 15.48.23
22
Ho notato anche che i primi commenti sono negativi, ed i seguenti più positivi. Probabilmente è un disco che cresce con gli ascolti, ma arriva prima a chi viene da quelle sonorità , cosa abbastanza prevedibile.
jek
Sabato 2 Luglio 2011, 15.11.04
21
Dovevo una risposta a Raven ripromessa dopo l'ascolto del cd. Vista la ridda di commenti poco lusinghieri ho ascoltato e riascoltato, letto e riletto la rece e devo dire che le mie impressioni sono più che lusinghiere. Visti i gusti musicali di Raven non avevo dubbi, ma ho voluto considerare l'insieme con occhio e orecchio critico. I riferimenti ai Fate e al re ci sono tutti, e non scimmiottandoli ma personalizzandoli. Se le canzoni sono state scritte nel periodo 82 - 85 depongono a favore loro e le trovo ,amando il periodo, anche attuali. Il voto è più che giusto, la rece veritiera quindi invito tutti al di là dei gusti persnali un riascolto e una rilettura.
Witchcraft
Sabato 25 Giugno 2011, 17.10.24
20
Sono basito..tutte queste critiche ad un album come questo..ottimamente scritto,ottimamente suonato..ha sicuramente avuto la fortuna di uscire ai giorni nostri,con una produzione bombastica,il che non guasta mai,ma la qualità oggettiva del lavoro mi sembra innegabile..il paragone con i Merciful Fate poi lo trovo tutt'altro che assurdo..la teatralità delle due band mi sembra molto similare..infine trovo la voce di Bower davvero espressiva..la recensione di Raven è perfetta,avrei dato lo stesso identico voto anch'io..
Raven
Sabato 25 Giugno 2011, 16.50.41
19
@Nightblast: è ovvio che io la penso in maniera diversa, ma non era a te che mi rivolgevo quando parlavo di spocchia.
Dorian Gray
Sabato 25 Giugno 2011, 11.28.35
18
a mè non è dispiaciuto.non conosco la loro discografia antecedente a quest'album,ma human remains è gradevole!
Gabriele
Sabato 25 Giugno 2011, 11.08.44
17
@bibiesse Non hai tutti i torti, ma il ventennio tra gli anni 70 e 80 ha sempre esercitato un grande fascino su di me. Quando su e-bay mi venderanno la macchina del tempo rimedierò senz'altro
bibiesse
Venerdì 24 Giugno 2011, 19.28.47
16
A Gabriele: dici "purtroppo per me" intendendo, presumo, che tu sia troppo giovane per avere vissuto gli anni 80 in diretta; hai 25 anni o giù di lì? E sei proooooprio sicuro che sia "purtroppo per te"???? Su ebay trovi tutti i cd che vuoi. io i miei 20 anni mica ce li trovo...... A Raven: scrivo poco ma leggo sempre!
Nightblast
Venerdì 24 Giugno 2011, 18.43.43
15
Raven con tutto il rispetto, se un brano è brutt, è brutto nell'84 così come nel 2011...Phantom of the Opera risale al 1980, ma ancora oggi dopo 31 anni è un pezzo con le palle straquadrate...O che so, No remorse dei Metallica o Looking down the cross dei Megadeth per citare esempi di band straconosciute...prendi album come Melissa o Don't break the oath...sono stati scritti 30 anni fa praticamente ma ancora oggi risultano dannatamente attuali e meravigliosamente irresistibili...Questo Human Remains, a gusto mio, è davvero mediocre...come mediocre è la band che lo ha composto, adesso come negli anno'80.
Gabriele
Venerdì 24 Giugno 2011, 18.13.28
14
Cristo... Secondo me, considerando quando sono stati scritti i pezzi, l'album si meriterebbe anche qualcosa di più! Sarebbe stato un classico senza tempo. La longevità dei pezzi è pazzesca poi: suonano freschissimi come se fossero stati scritti ieri. Non li conoscevo, ma purtroppo apparteniamo a due generazioni diverse. Purtoppo per me, ovviamente.
Raven
Venerdì 24 Giugno 2011, 16.51.04
13
Che dirti? Ripeto: basta leggere la filosofia che ha ispirato il giudizio, poi è chiaro che l'età (tu 42, io 44), ci rende più vicini a queste cose, ma da qui a rifiutarsi di inquadrare storicamente il disco.... a proposito, bentornato, era un pezzo che non leggevo un tuo commento
bibiesse
Venerdì 24 Giugno 2011, 16.48.00
12
Per me è un discone. Ho 42 anni, ascolto metal da quanto ne avevo 13 (anche se degli hell a suo tempo ne avevo solo sentito parlare senza aver mai avuto modo di ascoltare nulla) e mi sento di condividre la rece. Per me è un discone ed anche il cantante lo trovo perfetto per questo gruppo e questi pezzi. De gustibus!
Raven
Venerdì 24 Giugno 2011, 16.04.46
11
Sono basito. Eppure mi pareva di essere stqato chiaro, bastava leggere almeno l'ultimo paragrafo: "So già che qualcuno si scandalizzerà per tanto entusiasmo per qualcosa che è solo metal, ed accuserà il sottoscritto o tutta la testata di incoerenza, ma, fatta salva anche l'autonomia di ognuno di noi, qui non si tratta di arrivare con 25/30 anni di ritardo ad un certo risultato e poi lamentarsi perchè si viene accusati di scimmiottare qualcun altro, no; qui si tratta di rendere omaggio a chi questi pezzi li ha scritti tra l'82 e l'85, e poi non ha potuto farli sentire, aprendo la strada ad altri e non riuscendo mai a percorrerla, spero che questo sia chiaro a tutti. " Se non fosse chiaro lo ripeto per l'ennesimo volta: ho valutato l'album come se fosse uscito nell'85, a paragone di ciò che c'era allora, perchè questo doveva essere il suo destino. paragonare questo disco fatto di pezzi scritti nell'82/84 -quelli del demo addittura erano in mono- con gli album di band attuali come Portrait ed In solitude, significa semplicemente non aver letto la recensione, ma solo il voto, ed a chi tiene questa posizione ribadisco anche che a me del budget della Nuclear non me ne fotte niente. Certo che chiunque abbia una tecnica decente può farlo questo disco , ORA, ma quando i pezzi sono stati scritti invece no. Spero di essere stato esaustivo, ma in ogni caso non tornerò sul discorso, perchè trovo che sarebbe un dialogo tra persone che non vogliono capirsi, fermo restando il rispetto per le posizioni di tutti. Solo..... un po' meno di spocchia da parte di qualcuno gioverebbe ai vari discorsi sulla musica,
ixo
Venerdì 24 Giugno 2011, 13.51.42
10
Concordo come la maggiorparte di voi: cd inutile, poi la voce sinceramente la trovo pure fastidiosa, mi ricorda "il" cantante dei sopor aeternus, dopo una pera ovviamente
Mitra65
Venerdì 24 Giugno 2011, 13.11.47
9
Disco inutile e privo di mordente
Nightblast
Venerdì 24 Giugno 2011, 11.45.52
8
Qualunque band dotata di una tecnica decente può realizzare un disco come questo "Human Remains"...erano mediocri in passato, e lo sono anche adesso...altro che aspettative...@luke skywalker: concordo pienamente con te. Sia i Portrait che gli In Solitude sono di un altro spessore rispetto a questi Hell...Anche se non ho molto gradito i loro continui e spudorati "richiami" ai Mercyful Fate...
Luke_Skywalker_666
Venerdì 24 Giugno 2011, 9.07.42
7
Sempre in ambito musicale simile: i nuovi dischi di IN SOLITUDE e dei PORTRAIT sono infinitamente superiori a "Human Remains", avessero potuto anch'essi godere del budget affibbiato della Nuclear Blast (che si da un bel da fare per spacciare gli Hell come la band che tutti avremo dovuto sentire e adorare - non l'ho fatto ai tempi avendo la demo, non lo faro' di certo ora) e avere Andy Sneap in consolle, sarebbero state 2 vere gemme preziose....ma aimè non è cosi'; questa è la differenza !!!
Alex78
Venerdì 24 Giugno 2011, 8.51.33
6
60 è un voto più che equo erano poca cosa prima e lo sono anche adesso
Raven
Venerdì 24 Giugno 2011, 8.13.53
5
Come temevo: non è chiaro il punto di vista dal quale è stata scritta la recensione. @Jek: magari fatti un giro in rete e controlla se ti piace. @NIghtblast: io non l'ho trovato anonimo, diverso si, molto interpretativo e lontano dall'impostazione tipica del cantante. @Dave:i GR sono tra i miei gruppi preferiti degli 80, ma ho sempre trovato i loro album compatti qualitativamente. infine... @Luke: che sia uscito per la NB a me non sposta nulla, lo avrei ascoltato e recensito così in ogni caso. I nomi di valore che citi sono già presenti nel DB, ma gli Hell avevano una influenza underground importante e diversa dalla media, infine non ho certo citato Ulrich cone valore aggiunto, è solo una citazione neutra per creare un aggancio con generazioni di lettori che degli Hell non sanno nulla. Il disco è da valutare come se fosse uscito nell'85, perchè questo doveva essere il suo destino, e paragonato con le uscite coeve. In questa ottica a me pare un ottimo disco, anche considerando il lavoro di mnodernizzazione di Sneap. Quanto alla distanza con i MF pari a quella degli anelli di saturno, tutto è relativo, in termini astronomici e praticamente nulla, come sempre: punti di vista.
Dave Insane
Giovedì 23 Giugno 2011, 22.20.07
4
nulla da ridire, ma qui non si può andare oltre la sufficienza, mancano soprattutto 2-3 canzoni in grado di trascinare il disco. i Grim Reaper per esempio nel loro complesso nn mi pare abbiano mai sfornato dei gran album ma al loro interno c'erano sempre 2-3 canzoni strepitose
Nightblast
Giovedì 23 Giugno 2011, 21.26.14
3
Disco ben suonato e ben prodotto...ma proprio non mi dice nulla...Inoltre il cantante mi sembra davvero anonimo...Una delusione.
jek
Giovedì 23 Giugno 2011, 20.42.52
2
Gli Hell gli avevo ascolticchiati negli anni 80 senza molto entusiasmo, come altri gruppi li avevo persi nei meandri dei ricordi. Ora questa recensione mi incuriosisce e visti i quasi identi gusti musicali, caro Raven vedro di prendere il CD. Certo il parallelismo con i Fate è un bel azzardo ma vedremo.
Luke_Skywalker_666
Giovedì 23 Giugno 2011, 19.03.52
1
Ultimamente si tende sempre ad enfatizzare piu' del dovuto un prodotto (buono) ma che se non fosse uscito (come spesso accade) sotto l'ala protettrice della Nuclear Blast e pacioccato a dovere da Sir Andy Sneap (che stavolta si è preso pure la briga di suonarci) non avrebbe destato alcun clamore. Il paragone che hai tirato in ballo coi Mercyful Fate, Francesco, è alquanto scomodo, dato che la band danese dista dagli Hell almeno quanto gli anelli di Saturno distano dalla Terra!!! Già 25 anni fa costoro furono solo una delle tante meteore provenienti dalla terra di Albione e nulla piu'...i nomi di valore erano ben altri: Angel Witch, Satan, Savage, Grim Reaper, etc ... non certo gli Hell !!! PS: E poi chi se ne frega di Lars, pare essere lui l'unico conoscitore sommo esperto della NWOBHM....basta !!!
INFORMAZIONI
2011
Nuclear Blast
Heavy
Tracklist
1. Overture Themes From Deathsquad
2. On Earth As It Is In Hell
3. Plague And Fyre
4. The Oppressors
5. Blasphemy And The Master
6. Let Battle Commence
7. The Devils Deadly Weapon
8. The Quest
9. Macbeth
10. Save Us From Those Who
Line Up
David Bower (Voce)
Kev Bower (Chitarra, Tastiera)
Andy Sneap (Chitarra)
Tony Speakman (Basso)
Tim Bowler (Batteria)
 
RECENSIONI
80
ARTICOLI
09/10/2017
Live Report
HELL IN THE CLUB
Rock Town, Cordenons (PN), 07/10/2017
13/01/2017
Live Report
TRICK OR TREAT + SOUL SELLER + HELL`S GUARDIAN
Mephisto Rock Cafe, Lu Monferrato (AL) - 06/01/2017
29/11/2015
Live Report
CHILDREN OF BODOM + SYLOSIS + HELL`S GUARDIAN
Alcatraz, Milano (MI) , 24/11/2015
26/11/2015
Intervista
HELLIGATORS
Dateci un palco e spazzeremo via tutto!
27/07/2015
Intervista
HELLOWEEN
La vita è più facile se ascolti gli Helloween!
25/12/2014
Articolo
JINGLE HELL
Hai paura di Babbo Natale?
11/09/2014
Live Report
FALL IN HELL FESTIVAL
Legend Club, Milano (MI), 06/09/2014
10/08/2014
Live Report
HELLYEAH + RUNOVER + ORKOLAT
Summer Music Arena, Codroipo (UD), 03/08/2014
02/07/2014
Live Report
HELLFEST
DAY 3, Clisson, Francia, 22/06/2014
01/07/2014
Live Report
HELLFEST
DAY 2, Clisson, Francia, 21/06/2014
01/07/2014
Live Report
HELLFEST
DAY 1, Clisson, Francia, 20/06/2014
06/03/2014
Articolo
LOUDER THAN HELL
La Recensione
29/11/2013
Live Report
AMON AMARTH + CARCASS + HELL
Live Club, Trezzo sull’Adda (MI), 24/11/2013
04/07/2013
Live Report
HELLFEST
DAY 3 - Clisson, Francia, 23/06/2013
02/07/2013
Live Report
HELLFEST
DAY 2 - Clisson, Francia, 22/06/2013
02/07/2013
Live Report
HELLFEST
DAY 1 - Clisson, Francia, 21/06/2013
27/06/2013
Live Report
HELLYEAH + SACRED MOTHER TONGUE + RHYME
Rock'N'Roll Arena, Romagnano Sesia (NO), 23/06/2013
01/10/2012
Live Report
ADE + DESTRUDO + BLACKSMITHS FROM HELL
Closer Club, Roma, 23/09/2012
04/09/2012
Intervista
HELLYEAH
Non c'è Justin Bieber che tenga!!!
19/08/2012
Articolo
HELLOWEEN
La biografia
06/07/2012
Live Report
HELLFEST
DAY 3 - Clisson, Francia, 18/06/2012
04/07/2012
Live Report
HELLFEST
DAY 2 - Clisson, Francia, 17/06/2012
04/07/2012
Live Report
HELLFEST
DAY 1 - Clisson, Francia, 16/06/2012
01/07/2012
Live Report
ANTROPOFAGUS + BLASPHEMER + WARMBLOOD + GOD SAVE THE HELL
Carlito’s Way, Retorbido (PV), 23/06/2012
29/04/2012
Live Report
NACHTMYSTIUM + DARK FORTRESS + HELL MILITIA
Onirica, Parma, 24/0/42012
29/10/2011
Live Report
EXHUMED + CEPHALIC CARNAGE + BEYOND MURDER + HELLVATE
Traffic Club, Roma, 19/10/2011
13/08/2011
Intervista
HELL IN THE CLUB
Che i giochi abbiano inizio!
24/06/2011
Live Report
HELLFEST
Clisson, Francia, 17-18-19/06/2011
24/01/2011
Live Report
HELLOWEEN + STRATOVARIUS
Atlantico, Roma, 19/01/2011
03/08/2010
Intervista
SIKELIAN HELL FEST
La voce dell'organizzazione
29/07/2010
Live Report
SIKELIAN HELL FEST
22/07/2010, Day One
28/06/2010
Live Report
HELLBRIGADE FESTIVAL
Club 71, Milano, 19/06/2010
09/02/2008
Live Report
HARD ROCK HELL FESTIVAL
Una giornata nel Regno Unito
4/05/07
Live Report
MANOWAR + RHAPSODY + HOLYHELL
Hans-Martin Schleierhalle, Stuttgart (GER), 31/03/2007
19/10/2006
Intervista
ALLHELLUJA
Parla Massimo Gajer
16/01/2003
Intervista
X-HELLS
Parla la band
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]