Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Dream Theater
A View From the Top of the World
Demo

Slowpoke
Slowpoke
CERCA
RICERCA RECENSIONI
PER GENERE
PER ANNO
PER FASCIA DI VOTO
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

29/10/21
DEATH SS
Ten

29/10/21
ARCHSPIRE
Bleed the Future

29/10/21
HAXKAPELL
Eldhymner

29/10/21
DOEDSVANGR
Serpents Ov Old

29/10/21
A SECRET REVEALED
When the Day Yearns for Light

29/10/21
MOTORHEAD
Everything Louder Forever - The Very Best Of

29/10/21
GHOST BATH
Self Loather

29/10/21
MICHAEL SCHINKELS ETERNAL FLAME
Gravitation

29/10/21
JOE BONAMASSA
Time Clocks

29/10/21
LUCIFER
Lucifer IV

CONCERTI

29/10/21
LABYRINTH
DRUSO - RANICA (BG)

04/11/21
MICHAEL SCHENKER GROUP
AUDIODROME LIVE CLUB - MONCALIERI (TO)

05/11/21
DISTRUZIONE + NEID + NECROFILI
TRAFFIC LIVE - ROMA

06/11/21
SKANNERS + ARTHEMIS + GUESTS
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

06/11/21
THE BLACK CROWES
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

06/11/21
DISTRUZIONE + SOUTH OF NO NORTH
LIZARD CLUB - CASERTA

06/11/21
HATEFUL + GRUMO + MEMBRANCE
CIRCOLO DEV - BOLOGNA

12/11/21
INCANTATION + ABIGAIL WILLIAMS + VALE OF PNATH
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

12/11/21
MARDUK + VALKYRJA + DOODSWENS
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

13/11/21
INCANTATION + ABIGAIL WILLIAMS + VALE OF PNATH
TRAFFIC CLUB - ROMA

Minotauri - Minotauri
( 3204 letture )
Non fatevi ingannare dal nome della band, perché i Minotauri non sono italiani, bensì... finlandesi! Invece la casa discografica non può ingannarvi, perché le band che escono per la casa genovese suonano sempre generi di nicchia, mai commerciali: i Minotauri non fanno eccezione, in quanto il loro sound si rifà pesantemente ai grandi del classic doom metal, ovvero Black Sabbath, Pentagram e Witchfinder General; contrariamente alla maggior parte delle band che suonano heavy doom metal però, i Minotauri inseriscono fortunatamente un tocco di originalità e di variazione in più, che proviene dall'influenza di una cult band finlandese, i Sarcofagus, dei quali il mainman Honkonen si dichiara fan sfegatato (e proprio come il leader di questo gruppo, Kimmo Kuusniemi, Ari è autore di tutti i brani e testi, ed è il cantante/chitarrista della propria band). Il risultato è davvero interessante, in quanto i Minotauri riescono a differenziarsi da molte delle band che suonano questo genere, immettendo uno spirito vagamente più hardrockeggiante (per quanto hardrockeggiante possa essere il doom metal, ovviamente...) che dona un tocco più ispirato rispetto al solito atteggiamento di copiare pedissequamente i riff sabbathiani; Honkonen scrive brani pesanti, ossianici, ma mai talmente lenti da diventare frustranti (questo è sempre il rischio per chi si dedica al genere metal più grigio e plumbeo, purtroppo): un pizzico di vitalità, che dimostra anche come i Minotauri sentano il doom metal come parte della propria musica, ma non della propria vita reale: ovvero, i Minotauri tengono ben distinti questi due elementi, ed è proprio per questo che la disperazione e la tristezza non compaiono mai nei testi della band; il trio non sente il bisogno di lasciarsi andare ai sentimenti più cupi dell'anima, perché non li sente dentro di sé... e questo si vede anche dalle lyrics, che sono più che altro brevi horror story (nemmeno tanto originali, a dire la verità); i Minotauri sanno scrivere della grande musica, perché non c'é un solo pezzo che sia mediocre... l'amalgama dei classico heavy metal con i riff più cupi, sia nell'album vero e proprio (i primi 8 brani), che nell'EP risalente al 2002 (i brani dal 9 al 12) e nel singolo del 2000 (brani 13 e 14) ci fa capire quanto i Minotauri amino la musica che suonano, e quanto vogliano che noi la amiamo insieme a loro; certo, i brani non appartenenti all'album sono forse un po' acerbi, un po' grezzi, e quindi di qualità inferiore rispetto agli altri (anche a causa della produzione non perfetta), ma la classe c'é, eccome, e dimostra come i Minotauri abbiano saputo migliorarsi nell'arco di pochissimi anni. L'unico brano live presente è sicuramente d'effetto, ma è ovviamente troppo poco per giudicare quanto la band finlandese sappia farsi valere sul palco... le premesse sono comunque ottime, almeno dal punto di vista prettamente sonoro.
In definitiva i Minotauri rendendo omaggio ai padri fondatori del doom metal, hanno scritto una pagina di alto livello nel grande libro oscuro della musica del destino funesto: e se volete far capire a qualcuno quale sia l'essenza del doom metal, fategli ascoltare la intro di Devil Woman... la sua via sarà istantaneamente illuminata.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
25.68 su 32 voti [ VOTA]
legalizedrugsandmurder
Mercoledì 12 Giugno 2019, 21.28.33
2
pienamente d'accordo con la recensione, e mi chiedi come faccia ad avere 20 di media lettori... o sono troll o ignoranti
Rob Fleming
Domenica 31 Gennaio 2016, 15.50.58
1
Discreto. 5 punti in più per la bellissima copertina. 75
INFORMAZIONI
2004
Black Widow
Doom
Tracklist
1. Singing In The Grave
2. Black Chakras
3. Nuclear Siren
4. Intro/Devil Woman
5. My Way
6. Backstabber
7. Doom Metal Alchemy
8. Lover From The Grave
9. Cemetary Shadows (bonus track)
10. Frustrated (bonus track)
11. Paid Love (bonus track)
12. You Will Learn... (bonus track)
13. Pain Of Life (bonus track)
14. Violence (bonus track)
15. Paid Love (live) (bonus track)
Line Up
Ari Honkonen (voce/chitarra)
Tommi Pakarinen (basso)
Viljami Kinnunen (batteria)
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]