Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Enslaved
Utgard
Demo

Veritas
Threads of Fatality
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

27/11/20
ONDSKAPT
Grimoire Ordo Devus

27/11/20
SCOUR
Black

27/11/20
EAST TEMPLE AVENUE
Both Sides of Midnight

27/11/20
ULTIMATIUM
Virtuality

27/11/20
DARKNESS
Over and Out

27/11/20
CARNAGE ALPHA
From There to Oblivion

27/11/20
DIAMOND HEAD
Lightning to the Nations 2020

27/11/20
WITHIN THE RUINS
Black Heart

27/11/20
ARRAYAN PATH
The Marble Gates to Apeiron

27/11/20
WRECK-DEFY
Powers That Be

CONCERTI

26/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

27/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

28/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
LEGEND CLUB - MILANO

28/11/20
BELPHEGOR + GUESTS
BLACK WINTER FEST - MILANO

29/11/20
ORPHANED LAND
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

29/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

30/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

01/12/20
ORPHANED LAND
LEGEND CLUB - MILANO

02/12/20
ORPHANED LAND
TRAFFIC CLUB - ROMA

03/12/20
ROSS THE BOSS + GUESTS (CANCELLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

Novembers Doom - Aphotic
( 3900 letture )
Comincio a pensare che i Novembers Doom si comportino come i gamberi; e cioè che facciano un passo avanti e contemporaneamente due indietro.

Non sono certo dei giovanotti di primo pelo questi musicisti di Chicago: nel corso di due decenni hanno dato alla luce ben otto full-lenght (compreso quest’ultimo) assestando delle decise sterzate al proprio sound, riducendolo quasi all’osso e depurandolo dai preziosismi melodici dei primi lavori. Ciò che sorprende davvero è che, in questo processo di semplificazione, i Novembers Doom appaiano oggi una band meno matura di quanto non fosse ai suoi esordi, arrivando a proporre dei brani stanchi e illuminati solo di rado da delle buone intuizioni.

Di melodico, in questo Aphotic, rimangono delle sezioni acustiche e di violino che stranamente appaiono totalmente sganciate dal mood generale dell’opera, risultando quasi dei riempitivi seppur di ottima fattura. Un discorso a parte va fatto però per la bella e totalmente acustica What Could Have Been, impreziosita dalla delicata ugola di Anneke Van Giersbergen, ex-singer dei The Gathering.
Questi elementi di ricercatezza sonora non valgono purtroppo un giudizio positivo se si prende in considerazione l’intera opera, fatta di riff death metal fin troppo ripetitivi e prevedibili, dove solo il growl poderoso di Paul Khur riesce a tenerci svegli. Il vero problema di questo Aphotic risiede proprio nell’eccessiva elementarità dei riff chitarristici, i quali in alcuni tratti rendono davvero pesante venire a capo di questi cinquanta minuti di musica.
Tra i brani da salvare segnalerei solamente Harvest Schyte, dove è di nuovo il vocalism ispirato di Paul a salvare la situazione, e Six Sides, dove aleggiano perfino gli echi dei primi Paradise Lost (grazie ancora a Paul…). Neanche la traccia finale, Shadowplay, esce indenne dalla disarmante ripetitività delle partiture metal, che fanno il loro ingresso a metà del brano e rovinano così una promettente e malinconica introduzione fatta di solo basso, batteria e chitarra pulita.

A conti fatti, mi risulta impossibile conferire la sufficienza ad un lavoro che presenta solamente un brano davvero riuscito (quello con la dolce Anneke, e più per merito suo…) e solamente altri due accettabili. Non so cosa stia succedendo ai Novembers Doom, ma credo che questo sia davvero il culmine della loro triste parabola discendente.
Se siete fan della band di Chicago, sono pur certo che almeno un po’ vi piacerà; in fondo tutti noi troviamo sempre degli aspetti positivi in ciò che amiamo…



VOTO RECENSORE
48
VOTO LETTORI
50.48 su 33 voti [ VOTA]
Hangar1893
Giovedì 14 Luglio 2011, 13.24.29
15
Non sapevo che Hagrid avesse una band
CaCAmeLO
Mercoledì 13 Luglio 2011, 22.39.35
14
@ Born too late... figliolo mio, sicuramente i ND hanno sfornato di meglio ma considerare questo nuovo lavoro come un passo indietro, bé... me sa che devi continuà a scrivere ancora un po', perché, obbiettivamente, dopo aver ascoltato "Aphotic", il tuo giudizio è decisamente poco credibile
born_too_late
Mercoledì 6 Luglio 2011, 16.38.57
13
Dai tuoi primi commenti non traspariva affatto che avessi letto la recensione, ma che ti fossi soffermato solo sul voto esortandomi a dare un giudizio oggettivo. A questo aggiungici una battuta evitabile, perché l'avere il doppio dei miei anni non significa avere in dono l'oggettività; confronta il voto che hai dato (95) con la media dei lettori (tra cui spicca un votone che la alza inesorabilmente...) e trai le tue conclusioni. Non mi piace affatto alimentare sterili polemiche, mi piacerebbe soltanto ricevere critiche sensate (e solo il tuo ultimo commento è ben motivato). Saluti e senza rancore, Daniele.
Metal3K
Mercoledì 6 Luglio 2011, 9.38.18
12
@ BORN TOO LATE Leggo con dispiacere la tua risposta polemica. Ho letto con attenzione la tua recensione prima di dire la mia e non sono d'accordo. Ma dove sta scritto che si debba essere per forza d'accordo? Sono 25 anni che ascolto Metal, sono molto legato ai primi lavori di My Dying Bride, Paradise Lost, Anathema e credo che oggi gli unici che riescono ad esprimere al meglio quel sound sono i Novembers Doom. Che ti devo dire, io questo genere ce l'ho nel sangue, tu forse no. Per me da un punto di vista melodico questo disco e' eccezionale, per te no, sono gusti... Per te e' noioso, io piu' lo ascolto piu' mi piace e anche io lo ascolto da mesi. Non ho alcuna intenzione di polemizzare e spero di aver dato un contributo alla discussione esprimendo semplicemente la mia opinione. Passo e chiudo. Grazie lo stesso per la risposta e credimi la mia voleva essere solo una battuta simpatica, non offensiva.
born_too_late
Martedì 5 Luglio 2011, 20.15.19
11
Metal3K, temo che tu sia andato TROPPO PRESTO nella sezione commenti, per criticare il mio 48 (senza leggerne le motivazioni) forse un anteprima del voto dei lettori già nella homepage ti avrebbe risparmiato perfino la fatica di cliccare.
Metal3K
Martedì 5 Luglio 2011, 11.46.04
10
@ BORN TOO LATE Forse sei NATO TROPPO TARDI per capire questo disco... scherzo Per carita' sui gusti non si discute, ognuno ha i suoi ed il mondo e' bello perche' vario. Posso proporvi di mostrare nella lista delle recensioni, accanto al voto del recensore, anche quello medio dei lettori? Cosi' magari chi legge si fa un'idea piu' obiettiva, ma e' solo una proposta. Grazie cmq per la risposta. Ciao
Salvo
Domenica 3 Luglio 2011, 22.27.53
9
in effetti 48 è un voto che il disco non merita. è un buon lavoro, per me un 75 se lo merita tutto.
born_too_late
Domenica 3 Luglio 2011, 16.25.32
8
Liberi di non fidarvi ragazzi, ho espresso solo il mio giudizio. Come ho scritto in chiusura sicuramente ci sarà chi troverà del buono in quest'album. @ Metal3K: lo ascolto da mesi, molto prima dell'uscita ufficiale, e sono arrivato a questa conclusione. @ Undercover: odio verso la band? ma cosa ci guadagnerei? per me manca totalmente d'ispirazione, tutto qui.
Asmael
Domenica 3 Luglio 2011, 13.56.55
7
vergogna....merita molto di più...non fidatevi del born too late...questo album spacca...
Undercover
Domenica 3 Luglio 2011, 10.26.45
6
Neanche se avessero toppato del tutto la produzione, fosse piatto all'inverosimile (cosa che non è) e mancasse del tutto l'ispirazione ma stiamo scherzando? Cos'è odio vero la band? Quello prima 45 questo 48 e sono lavori di tutto rispetto entrambi... bah.
Edylc
Domenica 3 Luglio 2011, 8.55.52
5
Non conosco i precedenti ma 48 mi sembra davvero poco. A me è piaciuto, 70 è il minimo
Metal3K
Domenica 3 Luglio 2011, 7.59.54
4
Dimenticavo: da segnalare anche la partecipazione di Dan Swano (EDGE OF SANITY, etc) nei brani 5. e 6.
Metal3K
Domenica 3 Luglio 2011, 7.57.56
3
Consiglio al recensore di riascoltare il disco con attenzione, o semplicemente di dare un giudizio oggettivo. CHi legge questo voto così basso potrebbe pensare che sia davvero una ciofeca... NON FIDATEVI Per me al momeno è il miglior disco dell'anno che, oltre allo straordinario brano con Anneke, offre a chi ascolta il miglior esempio di Doom Death in circolazione. VOTO: 95 (altro che 48!!!)
Cosmo
Sabato 2 Luglio 2011, 20.42.52
2
"Novella Reservoir" era ottimo, detto da profano del genere. Questo non ho avuto modo di ascoltarlo
frankss
Sabato 2 Luglio 2011, 20.38.12
1
Non è male l'album anzi a tratti orecchiabile 48 è pochino 70...
INFORMAZIONI
2011
The End Records
Doom
Tracklist
1. The Dark Host
2. Harvest Scythe
3. Buried
4. What Could Have Been
5. Of Age and Origin - Part 1: A Violent Day
6. Of Age and Origin - Part 2: A Day of Joy
7. Six Sides
8. Shadow Play
Line Up
Paul Kuhr – Vocals
Sasha Horn – Drums
Larry Roberts – Guitars/Vocals
Vito Marchese – Guitars
Mike Feldman – Bass
 
RECENSIONI
64
48
70
45
85
80
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]