Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

10/07/20
MERIDIAN DAWN
The Fever Syndrome

10/07/20
MICHAEL GRANT & THE ASSASSINS
Always the Villain

10/07/20
ENUFF Z`NUFF
Brainwashed Generation

10/07/20
SHINING BLACK
Shining Black

10/07/20
TOKYO MOTOR FIST
Lions

10/07/20
EXECUTIONERS MASK
Despair Anthems

10/07/20
INTER ARMA
Garber Days Revisited

10/07/20
ROAD SYNDICATE
Smoke

10/07/20
DAWN OF A DARK AGE
La Tavola Osca

10/07/20
BATTLE DAGORATH
Abyss Horizons

CONCERTI

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Ramones - Leave Home
( 4034 letture )
Dopo il fragoroso esordio, manifesto dell'ormai esploso punk, i quattro scanzonati di New York pubblicano l'anno seguente la loro seconda fatica: Leave Home. Impatto, spensieratezza, humor ed echi pop, come nel precedente platter, sono gli ingredienti prediletti per quest'album, che rivela una produzione più spigolosa e granitica, che meglio esprime sound della sei corde di Johnny Ramone e della batteria di Tommy.

Le quattordici canzoni di Leave Home, rigorosamente sotto i tre minuti di durata, costruite tutte sulle stesse strutture essenziali e minimaliste, trademark del gruppo, passano con disinvoltura, con una dose di humor provocatorio non indifferente, per tematiche slegate da una logica d'insieme o da un filo conduttore. L'innocenza delle linee vocali, dal sapore gustosamente pop, si presta a descrivere storie innocenti, come le romantiche I Remember You e Oh, Oh, I love her So; le scherzose Suzy is a Headbanger, Now I Wanna Be a Good Boy e Swallow My Pride, che descrive il mancato successo del primo album. Come contraltare alle arie distese e solari di California Sun, infatti, si pongono canzoni più spinte nelle tematiche, a partire dalla stessa opener, Glad to See You Go, che recita:

Gonna take a chance on her
One bullet in the cylinder
And in a moment of passion
Get the glory like Charles Manson.
Gonna smile, I'm gonna laugh
you're gonna get a blood bath


Non da meno la provocatoria You Should Never Have Opened That Door o la "diseducativa" Carbona Not Glue, che parla di come inalare il Carbona, detersivo per lavasecco, giustamente più efficace della colla, per cui Carbona not Glue. Per evitare che la compagnia che produceva quel detersivo sporgesse denuncia, venne tolta la canzone dalla prima versione LP, sostituita da Babysitter.

Leave Home, nonostante guadagni più impatto e incisività grazie alla produzione di Tony Bongiovi, si colloca tra due capisaldi della discografia dei punk newyorkesi, Ramones e Rocket to Russia, risultando un prodotto minore, ma non per questo meno ispirato e valido, tutt'altro: Leave Home fotografa una band divenuta professionista ed ormai entrata nel giro del music businness, che negli anni a seguire porterà problemi e cali di ispirazione ai Ramones.



VOTO RECENSORE
83
VOTO LETTORI
53.67 su 34 voti [ VOTA]
No Fun
Lunedì 7 Maggio 2018, 20.18.38
7
Ah ah ah, ho letto ieri il commento di @Stagger è ho riso per mezz'ora, e adesso ho ricominciato. Ma in questo commento c'è una grande verità, la musica ci dà sensazioni e ci entra nella pelle ma più spesso siamo noi a dare sensazioni alla musica che ascoltiamo vivendola. Per motivi simili a quelli di Stagger ma più in là nel tempo non posso ascoltare Interstate Love Song degli Stone Temple Pilots senza che mi si blocchi il respiro, e questo ci può stare, ma il fatto è che mi accade anche per gli Ace of Base, ed è questa la magia!
Stagger Lee
Domenica 6 Maggio 2018, 23.04.27
6
Il mio affetto per questo album, e cmq per la band, nasce dal fatto che 14 anni fa sono uscito con una mia collega di ufficio e dopo cena ci siamo parcheggiati in zona industriale, e mentre andava il cd ci siamo fatti una gran scopata.
Mulo
Martedì 15 Novembre 2016, 17.50.44
5
Stupendo! Il mio preferito della band,grandi Ramoni avete inventato un genere di rock n roll nonché un look imitatissimo (ultimamente ahimè ripreso anche dai fighetti del cazzo).95/100
Rob Fleming
Sabato 6 Febbraio 2016, 18.07.28
4
Buona replica del debutto
Run To The Hills
Martedì 6 Settembre 2011, 9.28.22
3
Mi smarono ...... grande .........
Flag Of Hate
Martedì 6 Settembre 2011, 0.41.56
2
Ho provato molte volte ad approcciarmi a questi musicisti, sempre fallendo miseramente. Mi ripetevo "eddai, sono i Ramones, pure le pietre li conoscono, uno dei prodotti più rappresentativi del loro periodo... fai un tentativo, su!"; ma nulla da fare, non reggo più di tre canzoni, poi mi smarono. Tutto inutile: non fanno per me.
Jimi The Ghost
Sabato 3 Settembre 2011, 21.49.34
1
Caspita, mi era sfuggito di leggerlo! Bella rece. Poi i Ramones si amano, si odiano...Grande Alberto. Un saluto da Jimi TG
INFORMAZIONI
1977
Sire Records
Punk
Tracklist
1. Glad to See You Go
2. Gimme Gimme Shock Treatment
3. I Remember You
4. Oh Oh I Love Her So
5. Carbona Not Glue
6. Suzy Is a Headbanger
7. Pinhead
8. Now I Wanna Be a Good Boy
9. Swallow My Pride
10. What's Your Game
11. California Sun
12. Commando
13. You're Gonna Kill That Girl
14. You Should Never Have Opened That Door
Line Up
Joey Ramone (voce)
Johnny Ramone (chitarra)
Dee Dee Ramone (basso e voce d'accompagnamento)
Tommy Ramone (batteria)
 
RECENSIONI
84
72
82
83
92
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]