Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

14/07/20
INISANS/SEPULCHRAL FROST
Death Fire Darkness

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
LONELY ROBOT
Feelings Are Good

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
THYRANT
Katabasis

17/07/20
U.D.O.
We Are One

17/07/20
GUARDIAN OF LIGHTNING
Cosmos Tree

17/07/20
MEAN STREAK
Eye of the Storm

CONCERTI

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Davide Castelli - Image Reflections
( 3108 letture )
Ok, lo confesso, è una mia mancanza: prima di ascoltare Image Reflections non conoscevo Davide Castelli. Il chitarrista milanese, si legge sulla biografia presente sul suo sito ufficiale, suona da parecchi anni calcando palchi nazionali e non, sia come solista che come turnista (ha inciso per Deathrage, Vantage, Roberto Urgesi), raggiungendo anche posizioni importanti, considerando il fatto che nel 1998 Davide sale sulle ambite quinte del Festival di Sanremo accompagnando il cantante Pier Didoni (ok, lo confesso, non conosco neanche lui). Nonostante un curriculum comunque importante (i Deathrage erano una formazione thrash attiva nel milanese alla fine degli anni '80 ed autrice di ben due LP), questo secondo album in studio, per i diversi motivi che ora proverò a spiegare, non riesce a convincermi.

Partiamo dal concetto che al giorno d'oggi un prodotto ufficiale non può avere una produzione inadeguata. Attenzione, non ho detto "povera", "semplice", "home-made", ho detto "inadeguata": nel caso di Castelli abbiamo un album di heavy/neoclassic metal -una specie di incrocio tra Malmsteen ed Axel Rudi Pell- quindi un tipo di musica molto melodica e tecnicamente molto impegnativa. Album come questi necessitano solitamente di una produzione nitida, che esalti la fascia di note che compone ogni singolo virtuosismo, album di questo tipo in genere hanno bisogno di un missaggio che permetta di distinguere chiaramente gli strumenti coinvolti, non il contrario. Tutto ciò non avviene nel caso di Image Reflections: questo, che per me è un problema minore perchè comunque parliamo di un CD evidentemente autoprodotto ed amatoriale, in nessun caso contribuisce a migliorare il giudizio su un disco contenutisticamente ed esecutivamente carente.

Dal punto di vista compositivo ci troviamo infatti di fronte ad un album piuttosto banale: gli assoli di Davide non hanno personalità, certe volte sembrano addirittura stonati (The Mystic) e duole rilevare il fatto che siano anche suonati molto male -spesso il tocco appare indeciso, tanto da sembrare lacunoso, soprattutto sulle note lunghe, sui vibrati e sui bending. Mentre appare buono il tentativo di diversificare impostando il disco su atmosfere appartenenti a generi "parenti" ma tra loro comunque "diversi" (penso all'hard rock della title-track in rapporto ai neo-classicismi di Baroque One, all'approccio rilassato di You Touch Me With Your Heart o all'heavy metal di Sirens Cry) rimane il fatto che certe mancanze (soprattutto quelle esecutive) si ripetono anche in tutti gli altri brani. E il problema non è della band, è di Davide.

Insomma, qui l'impressione è che si sia voluto strafare, incidendo un disco probabilmente senza averne le dovute competenze e suonando un tipo di musica ambizioso, ma fuori dalla propria portata; oltretutto non è che al buon Davide manchino proprio del tutto le capacità, anzi: ho visto alcuni video caricati sul profilo youtube ufficiale dell'artista e quasi non credevo alle mie orecchie... sotto molti aspetti quei video (ripresi con una semplicissima telecamera) suonano meglio di quello che, essendo un album in studio, dovrebbe rappresentare l'eccellenza, la perfezione, la consacrazione dell'idea artistica di un musicista! E suonano meglio non solo perchè il suono è più buono di quello contenuto nel disco che stringo tra le mani, ma soprattutto perchè Davide Castelli si esibisce con convinzione, con energia, come si confa ad ogni chitarrista rock. Caratteristiche che mancano ad Image Reflections, che invece appare troppo amatoriale anche solo per essere riascoltato con piacere. Scusate la franchezza.



VOTO RECENSORE
32
VOTO LETTORI
23.16 su 25 voti [ VOTA]
Warty
Sabato 10 Settembre 2011, 15.57.42
4
@Raze: Il voto più basso dovrebbe essere il 10 dato a Violence From The Vault dei Buzzov-en
Raze
Venerdì 9 Settembre 2011, 22.06.48
3
Se non vado errato dovrebbe esserci un 13 dato a carnival of souls dei Kiss come voto più basso su questo sito....cmq, per quanto mi riguarda,ormai tutti questi shredder o presunti tali mi danno la nausea...poi....
Arvssynd
Venerdì 9 Settembre 2011, 21.58.48
2
Questa è una pura iniezione di fiducia e speranza a chi (come me) non è un guitar hero.
HyperX
Venerdì 9 Settembre 2011, 21.41.14
1
credo di non aver mai visto voto più basso. Equivalente ad un "andare a lavorare". Ammazza che bastonata, e consideriamo che è italiano e di solito si tende a dare un 5-10 punti in più solo per patriottismo. Ho paura quasi a cercare i samples ...
INFORMAZIONI
2011
Castle Magic Records
Shred/Neo-Classic
Tracklist
01 Norwegian Winter
02 The Mystic
03 Baroque One
04 Image Reflections
05 You Touch Me With Your Heart
06 Deep Impact
07 Prelude
08 Incantesimo
09 Sirens Cry
10 Mirrors Of Eternity
11 Like A Butterfly
Line Up
Davide Castelli - Chitarra classica ed elettrica
Marco Castelli - Basso e tastiera
Marco Faraci - Batteria
Manuel Signoretto - Batteria sulle tracce 3 e 9
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]