Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Slipknot
We Are Not Your Kind
Demo

Atlas Entity
Beneath the Cosmic Silence
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/08/19
ILLDISPOSED
Reveal Your Soul for the Dead

23/08/19
DEADTHRONE
Premonitions

23/08/19
ASTRALIUM
Land of Eternal Dreams

23/08/19
ISOLE
Dystopia

23/08/19
LAGERSTEIN
25/7

23/08/19
DENNER’S INFERNO
Fountain of Grace

23/08/19
DEVIN TOWNSEND
Eras part IV

23/08/19
CROBOT
Motherbrain

23/08/19
DOMINATION INC.
Memoir 414

23/08/19
METH.
Mother of Red Light

CONCERTI

21/08/19
FOR THE FALLEN DREAMS + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

22/08/19
RHAPSODY OF FIRE + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

23/08/19
NECRODEATH + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

23/08/19
POVOROCK (day 1)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
REZOPHONIC + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/19
BREAKING SOUND METAL FEST
SALENTO FUN PARK - MESAGNE (BR)

24/08/19
POVOROCK (day 2)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
METAL REDENTOR FEST
SPAZIO LUPARDINE - PENTIMELE (RC)

25/08/19
BEHEADED + HELION
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

30/08/19
DRAKKAROCK (day 1)
VALHALLA PUB - BORGO TICINO (NO)

Helloween - Keeper of the Seven Keys - Part I
( 14124 letture )
Keeper Of The Seven Keys – Part I venne pubblicato dai teutonici Helloween nel 1987, due anni dopo il pregevolissimo Walls Of Jericho un album che si assestava su un consolidato heavy/speed metal davvero molto interessante. La band decise, tuttavia, di apportare un significativo cambio alla line up arruolando l’allora diciottenne Michael Kiske, un singer dotato di una voce capace di arrivare a tonalità altissime e che all’epoca militava negli sconosciuti Ill Prophecy. La cosiddetta "svolta power" del gruppo avvenne proprio grazie all’enorme talento di Kiske ed anche al fatto che il chitarrista Kai Hansen (nel platter precedente svolgeva -con risultati discreti a dire il vero- anche il ruolo di cantante) poteva ora più compiutamente dedicarsi alla sua sei corde. Non è un caso, infatti, che su otto pezzi che compongono Keeper Of The Seven Keys – Part I sono ben cinque le composizioni di Hansen (sei se consideriamo la conclusiva Follow The Sign scritta insieme a Michael Weikath). I risultati sono sotto gli occhi di tutti perché Keeper Of The Seven Keys – Part I è certamente uno dei dischi basilari nell’ambito del power metal pur conservando alcune sonorità precipuamente speed. Ovviamente si sente ancora l’influenza di band storiche come Accept, Iron Maiden e Judas Priest, ma è palese lo sforzo posto in essere per ricercare un proprio personale songwriting. Il full length faceva parte di un pretenzioso progetto che fu suddiviso in due parti; nella seconda, uscita nel 1988 con il titolo di Keeper Of The Seven Keys – Part II, l’altro chitarrista Weikath disporrà di maggiore spazio come compositore e si accentuerà ancora di più l’avvicinamento al power metal grazie all’utilizzo di maggiori aperture melodiche e di refrain più immediati (e talvolta anche un po’ troppo scontati). Il disco in disamina è, al contrario, meraviglioso, trascinante, senza momenti di stanca, insomma un vero e proprio capolavoro in grado di superare per qualità il già considerevole Walls Of Jericho.

Dopo la breve ma intensa Invitation, parte uno dei brani migliori mai incisi dagli Helloween intitolato I’m Alive dotato di una grandissima ritmica e nel quale Kiske dimostra da subito tutta la sua bravura. La seguente A Little Time ha un riffing che ricorda molto lo stile della band di Rob Halford poi il pezzo si dipana in un cantato melodico molto gradevole ed è fantastico il refrain principale. Twilight Of The Gods ha un incedere potente con ancora in evidenza un grande Kiske. Commovente la ballata A Tale That Wasn't Right: in definitiva uno dei momenti migliori dell’album. Future World è una vera e propria gemma dotata di una ritmica coinvolgente e direi anche simpatica. Un intro tenebroso ci introduce alla lunghissima composita Halloween che aumenta subito di ritmo: un pezzo a tratti epico con grandi riff e spettacolari assoli del duo Michael Weikath/Kai Hansen. Chiude il disco la già citata Follow The Sign dove va evidenziato un gradevole assolo di chitarra a suggellare questo bellissimo disco.

Ho sempre giudicato Keeper Of The Seven Keys – Part I la release più matura degli Helloween quella nella quale si trovano in perfetta simbiosi lo speed delle origini con la nuova direttrice musicale intrapresa che vira, come predetto, nettamente verso il power metal.
Li vidi in concerto a Modena, durante il Monster Of Rock, il 10 settembre 1988 dove fecero un’esibizione fantastica che divertì molto il pubblico presente.
E’ un peccato che il gruppo non abbia saputo più ripetersi a tali eccelsi livelli!



VOTO RECENSORE
95
VOTO LETTORI
83.50 su 220 voti [ VOTA]
lisablack
Mercoledì 20 Marzo 2019, 20.07.51
69
Certo..più che d'accordo
GRC
Mercoledì 20 Marzo 2019, 19.48.49
68
D'accordissimo tutti capolavori, ma questo è datato 1987, un particolare da non sottovalutare.
lisablack
Mercoledì 20 Marzo 2019, 19.39.59
67
E anche Somewhere out in space, e Immagination from the other side, tutti capolavori..
lisablack
Mercoledì 20 Marzo 2019, 19.37.56
66
Si il primo è più speed è vero..al di la' del genere, questo potrebbe essere il miglior power album di sempre, se la gioca con Land of the free, e Somewhere far beyond, per me.
ElectricVomit
Mercoledì 20 Marzo 2019, 19.28.02
65
Quoto #18: riassume perfettamente e con obiettività il senso di questo cd. Analisi lucida, senza inutili enfasi mitizzanti o, peggio, tese all'assolutizzazione.
GRC
Mercoledì 20 Marzo 2019, 19.27.52
64
Miglior disco power della storia, preferisco questo al "II" che comunque resta un capolavoro, il debutto lo ritengo un disco Speed e non Power comunque altro disco da 90. Resta il fatto che non si avvicineranno più ai livelli dei primi tre album.
lisablack
Mercoledì 20 Marzo 2019, 18.40.32
63
Capolavoro non del power, ma del metal tutto, questo, il seguente e il debutto per me son tutti da 100, album che ha fatto epoca e secondo me, la miglior formazione degli Helloween, anche se adoro Deris.
fasanez
Giovedì 6 Settembre 2018, 19.12.05
62
Uno dei miei dischi favoriti in ambito metal, mi ha "iniziato" al genere che forse ho amato di più. 99. 100 al II solo per KOTSK, picco inarrivabile di tutta la loro immensa discografia. Da avere.
Aceshigh
Giovedì 6 Settembre 2018, 17.28.37
61
Punto fermo imprescindibile del metal. Come detto qualche commento più in basso dal Megna quest'album è l'atto di nascita di un certo modo "happy" di fare power metal che da lì in poi è stato (e ancora è) ultra-imitato. Non che nelle prove precedenti non fossero presenti spunti che preannunciano i due Keeper (ma è facile scovarli col senno di poi no?) ma comunque nel 1987 ... un fulmine a ciel sereno, anche grazie alla voce di Kiske. Irrinunciabile così come la part 2. Voto 99 senza dubbio alcuno.
Messatsu
Mercoledì 29 Agosto 2018, 13.54.55
60
@megna Niente da dire su Future World dal punto di vista compositivo: eccellente song. Il problema sono gli effettacci sonori messi lì per renderla simpatica ed invece rischiano di rovinarla.
Orlok
Mercoledì 22 Agosto 2018, 11.10.03
59
Signori miei vi proporrei di rinnovare la recensione di questo capolavoro, che vedo qui liquidato in poche righe. Questo disco assieme al successore per me si devono considerare tra i migliori dischi Metal di tutti i tempi. 99 senza dubbio!
megna
Martedì 19 Giugno 2018, 12.25.21
58
Il ritornello di Future World dice tutto e decreta la nascita del power metal di stampo joyful helloweeniano senza se e senza ma. Basta con le pluriabusate e pacchiane croci rovesciate, diamoci un taglio con teschi sanguinolenti e zombie demoniaci, aboliamo i sabba di ogni genere e risma. Life is funny!
Area
Mercoledì 6 Giugno 2018, 12.18.38
57
@ObscureSolstice: Gli Helloween già dal primo EP facevano dei pezzi che criticavano la società. Dai Keeper in poi sono diventati sempre più positivi e la critica é rimasta ma condita anche da humor. L'intero dei booklet (nei CD) e nelle sleeves (col Vinile) erano addobbati di caricature di jack o lantern.
ObscureSolstice
Mercoledì 6 Giugno 2018, 12.12.29
56
#55: giusto, appunto gli Helloween sono molto hell, basta vedere i testi
Area
Venerdì 25 Maggio 2018, 14.59.28
55
Prima parte di un album leggandario! Si passa dallo Speed/Power di Walls of Jericho a un sound prettamente Power con brani più lunghi ma godibili e mai pesanti, la mia preferita di sto disco restano I'm Alive, Helloween e in particolre Future World. La cosa bella degli Helloween (e anche dei Gamma Ray) é che pur facendo Power le loro tematiche non sono fantasy, o per meglio dire parlano di tante cose anche delle brutture del mondo, un altro aspetto che li rende simili agli Iron Maiden. Persino le copertine dei dischi sono puramente "Metaforiche". Niente contro le altre Power Metal bands.
Silvia
Sabato 4 Novembre 2017, 0.21.39
54
Infatti x speed intendo quel genere dell'epoca tipo i primissimi Rage di Peavy (x non dire Avenger), Accept, Exciter, primi Blind Guardian, appunto Walls of Jericho (l'album). È un termine che oggi non si usa più in quel senso, e cioè velocità e drammaticità (ovviamente si tratta di heavy, non c'è dubbio, alla fine ci si perde nelle etichette e non ha molto senso). Gli Helloween x me sono stati molto importanti in quegli anni quindi li vedo sempre come un gruppo speed che è diventato melodico (di fatto originando quello che poi sarebbe diventato power) e la chiave di questa svolta oltre al songwriting diverso è stata la voce di Kiske pulita a differenza di quella di Kai che non so mai come definire (grezza? graffiante? ) e che io adoro comunque. Anzi la preferisco a quella di Kiske come gusto personale e trovo che nessuno riesca ad imitare i pezzi di Kai con quel graffio particolare e unico che solo lui ha. Questo lavoro è sicuramente più maturo ma il "tiro" e il pathos di Walls of Jericho sono irraggiungibili x me. Comunque entrambi capolavori.
ObscureSolstice
Venerdì 3 Novembre 2017, 23.35.01
53
Lo è ancora molto aggressivo il primo disco con un aspetto differente e piu' di metallo fuso. Io sinceramente non saprei scegliere, sono dischi incredibili entrambi,, questo mi ha segnato molto, certo che il primo ha il suo perché, sempre bellissimo, diretto, concreto e veloce nell'esecuzione, appunto speed metal che al tempo si usava molto perche' era il periodo del movimento di un insieme di band che uscivano, ma alla fine un termine con poco senso solo per la velocità se ci pensi bene (Exciter speed ma per me sempre heavy metal, tuttavia..) se noti adesso e' un po' tornato e gli hanno riaffibiato tale sinonimo power/speed, evabeh. Comunque un Hansen non ha la voce proprio roca..l'estensione ce l'ha anche lui ma in modo minore e diversa, questo Keeper è un lavoro più pensato e articolato, più profondo e lungo per come Hansen ha apportato anche certi testi non semplici e lunghi, per quello che è un passaggio più maturo e non solo nel sound o nella voce di Kiske.
Silvia
Venerdì 3 Novembre 2017, 22.28.33
52
E come voto 96 ci sta visto che ho dato 100 a Walls of Jericho che è il mio preferito. (il precedente post è stato inviato prima di finire...)
Silvia
Venerdì 3 Novembre 2017, 22.24.47
51
Ah ma io qui non avevo commentato .... Strano perchè questo è uno dei dischi storici x me, come più o meno avete detto tutti la nascita del power (x me Walls of Jericho è speed) e, soprattutto, un album stra-ascoltato che mi riporta indietro alla mia adolescenza in maniera molto forte (come dice @rik, “anni incredibili e album incredibili”). Non c’è molto da aggiungere ai vostri commenti se non che in mezzo a tanti aspetti stratosferici non deve passare inosservato il lavoro di Markus che a me piace molto come bassista. Però come sempre devo raccontare che quando quest’album uscì fu una delusione terrificante x me e x i miei amici (che ci stavamo avvicinando chi al thrash chi al death) perchè ci aspettavamo uno speed alla Walls of Jericho e soprattutto nessuno di noi digerì il fatto che Kai non cantasse più perchè ci eravamo affezionati alla sua voce graffiante e roca. Ora questo album è storia ma pensate alla differenza con WoJ, abissale all’epoca. Oggi non si può capire perchè comunque sono album che molti ascoltano assieme e le frontiere dello speed sono abbondantemente superate ma pensate all’epoca com’era avanti, aggressivo e pieno di pathos Walls of Jericho. Comunque fortunatamente poi l’ho ascoltato senza pregiudizi e l’ho pure comprato, consumandolo x gli ascolti.
ObscureSolstice
Venerdì 3 Novembre 2017, 21.45.17
50
ecco, da qui inizia il Power metal! Anche se era già iniziato dal predecessore per l'etichetta data, ma come lo considero io heavy metal in tutto e per tutto Walls of Jericho come lo dice il recensore, perchè qui il cambio di sonorità sostanzialmente c'è stato definitivamente, con un suono più curato e maturo, per consacrare la band creando questa opera monumentale da tramandare alle future generazioni divisa in due parti Keeper of the Seven Keys, l'arrivo dell'incappucciato con la palla di vetro in stile nostradamus, il custode dellle sette chiavi...ma quale sarà il destino del mondo e degli stupidi umani mortali, quali saranno le loro sorti...con alle sue spalle un paesaggio paradisiaco. Questo è soltanto il contorno di una storia fantastica e incredibile, questa è la prima dove un ragazzo di 18 anni dal nome Michael Kiske interpreta perfettamente questa opera alla voce dalla prima all'ultima canzone, dove ogni traccia è una hit potentissima e mai arriveranno a ripetersi in futuro...perchè non si può ripetere la storia e la grandezza della storia, ecco cosa ha dimenticato di dire il recensore. Il secondo capolavoro, da infiggere nella memoria di tutti. Bellissimo...
Radamanthis(il sostituto visto che lui ancora non
Lunedì 31 Ottobre 2016, 17.42.43
49
Oggi e' Halloween !:happy happy Helloween!!!
ivancarli86
Lunedì 31 Ottobre 2016, 10.48.53
48
Così...solo perchè oggi è Halloween e Radamanthis lo scriverà sicuro: happy happy Helloween!!!
rik bay area thrash
Martedì 18 Ottobre 2016, 18.36.18
47
Anni incredibili e album incredibili. E così anche gli helloween dopo un buonissimo esordio ti piazzano sto keeper che si staglia subito come grandissimo disco dove potenza e melodia si fondono in modo mirabile supportati da un grande kiske. Come già scritto da altri utenti i primi due dischi degli helloween sono imprescindibili.
Lemmy
Martedì 18 Ottobre 2016, 18.28.03
46
@ terzo, hai ragionissima, quella canzone è oro puro.
terzo menati
Martedì 18 Ottobre 2016, 18.20.45
45
Il kisko detta ancora legge...ascoltare ghostlights per credere
Lemmy
Martedì 18 Ottobre 2016, 18.01.31
44
Il catechismo del power metal per me, grandi musicisti e grande Kiske la voce più perfetta e sublime del power, ascoltare questo album mi mette sempre di buon umore.Grande album, il migliore del gruppo insieme a Wall of Gerico, diverse le voci, diverse le sensazioni, ma due capisaldi imprenscindibili del genere.
Rob Fleming
Domenica 24 Gennaio 2016, 16.03.36
43
Il mio preferito delle zucche e tra i migliori di sempre in ambito metal. I'm alive e Future world saranno gli archetipi con cui tutti si confronteranno al momento di scrivere la propria speed song; Twilight of the Gods e la superlativa A Tale That Wasn’t Right sono brani in cui la melodia è padrona assoluta della scena. Halloween è l'emblema del gruppo riuscendo ad unire le sue due anime in un'unica song. Inarrivabili 90
Alexi Laiho
Giovedì 7 Gennaio 2016, 0.06.09
42
La punta di diamante del Power Metal. Il genere non lo sopporto, ma loro sono fantastici, una di quelle coppie di chitarristi molto oltre la media, insieme ad un vocalist come Kiske (che se la gioca con Halford, Dickinson, Dio e Tate per la migliore voce del Metal) il risultato poteva essere solo questo. 97
Steelminded
Giovedì 12 Novembre 2015, 12.53.35
41
Che opus ragazzi, che musica, che arte... Grandissimissimo album della storia del metal! Evviva!
Enomis
Sabato 31 Ottobre 2015, 15.49.44
40
Anche se non sono Radamanthis... Happy Halloween anche quest'anno!
Christian Death Rivinusa
Martedì 4 Agosto 2015, 0.39.18
39
psychosys… .se ti stai avvicinandoval power metal ti posso consigliare di ascoltarti alcuni album dei gamma ray in cui canta kay hansen ex voce degli helloween di walls of jericho ed in mini cd… ti consiglio di ascoltare land of free,somewere of the space,power plant ed heading four tomorrow cantato da ralf schapers adesso voce dei primal fear gruppo priestiano… .poi episode,vision degli stratovarius… i crimson glory con l'omonimo e trascendence sono dei veri capolavori… .con alla voce uno dei migliori del genere secondo solo a kiske secondo me… di nome midnigth… inizia da questi che gia' e' tanta roba… .spero che il mio consiglio sia utile… ciao e buon ascolto
Galilee
Mercoledì 17 Giugno 2015, 16.17.33
38
Sicuramente un capolavoro dell'heavy metal che ha influenzato in maniera determinante i due decenni successivi Voto 99
Psychosys
Lunedì 8 Giugno 2015, 22.09.54
37
La canzone Halloween è stata la colonna sonora della mia terza media. Stupenda! Mi sto avvicinando ora al Power, al quale sono (involontariamente) stato iniziato dai DragonForce. Ho scelto di ascoltare come inizio al genere gli Helloween (dei quali ho sentito Walls Of Jericho, che mi fece una buona impressione) e al primo ascolto, questo Keeper Of The Seven Keys mi è piaciuto. Che dischi mi consigliate in campo Power?
Christian Death Rivinusa
Mercoledì 26 Novembre 2014, 4.14.43
36
colonna del power metal… ..per me di pochissimo superiore al secondo… .grande compositore uno dei miei idoli di sempre k.hansen che per mia fortuna ho visto all' opera ripetute volte..nel 2000 e nel 2001… con i gamma ray… .Che spettacolo vederlo dal vivo nel cantare e suonare ride the sky….… Una delle piu' belle canzoni e' halloween… .che pezzo ragazzi… .gli assoli sembrano duelli e i riff sono fantastici e che varianti… ..disco che ogni vero metallaro dovrebbe avere… ..
Enomis
Venerdì 31 Ottobre 2014, 15.43.17
35
Come direbbe Kiske (precisamente nella track 7)... It's Halloweeeeen!
Radamanthis
Venerdì 31 Ottobre 2014, 15.12.53
34
Come lo scorso anno: Così...solo perchè oggi è Halloween: happy happy Helloween!!!
Therocker77
Martedì 14 Gennaio 2014, 18.50.32
33
I Keepers sono capolavori assoluti di un genere, oltre che album fondamentali per l'Heavy Metal in senso ampio; dire quale sia il migliore dei due è arduo oltre che inutile..sono entrambi meravigliosi, il primo è forse più ancorato alla mwobhm..grezzo, cupo, cattivo e veloce..anche se il senso melodico non manca..sicuramente il secondo è decisamente più "catchy"..pieno di ritornelli e strofe da cantare a squarciagola come se fossero filastrocche per fanciulli in chiave Heavy Metal...e forse la magia di questi album stà proprio in questo!..95/100
Andy '71 vecchio
Martedì 19 Novembre 2013, 8.51.56
32
Capolavoro assoluto della band tedesca!Ricordo quando comprai il vinile e rimasi stupefatto,brividi di emozione,poi li vidi ad agosto dello stesso anno,e ciao.......Concordo anche sul voto,superiore alla pt II,ottima recensione per un disco che fa parte della storia del metal!
Radamanthis
Giovedì 31 Ottobre 2013, 10.57.15
31
Così...solo perchè oggi è Halloween: happy happy Helloween!!!
Macca
Giovedì 26 Settembre 2013, 11.46.09
30
A me il power come il black dopo un pò (poco a dire il vero) stufa, ma ci sono album che sono strepitosi. Questo e il successore sono l'esempio lampante. Ottimo, ha fatto la storia di un genere. Voto 90
Philosopher3185
Martedì 10 Settembre 2013, 16.53.17
29
Poco da dire...la Bibbia(insieme al secondo capitolo)del Power Metal! a me,non dispiacciono nemmeno i Gamma Ray...quando li ho visto nel 2004 insieme ai Maiden a Firenze,tra poco valeva la pena esserci stato,piu' per i Gamma che per i Maiden,tra un po'!! Michale Weikath,un chitarrista sottovalutato...
Le0vince
Sabato 29 Giugno 2013, 15.34.44
28
Buon album sicuramente. Canzoni fresche, veloci e spensierate. Rimangono comunque alcune ingenuità compositive e la produzione non è delle migliori. Un gradio sotto al disco che faranno in seguito. Voto 80
W.Axl
Giovedì 25 Aprile 2013, 18.37.26
27
Ci sono album di cui si deve per forza riconoscere il valore storico universale, poi il piacere o non piacere viene secondariamente. Da qui inizia il power europeo come lo intendiamo noi. Punto. Oggettivamente il voto non può essere diverso da 99, poi la parte soggettiva me lo fa considerare un filo sotto i capolavori dei Blind Guardian, cioè IFTOS e NIME. Voto 95.
Alexus Pries
Lunedì 22 Aprile 2013, 19.05.38
26
Semplicemente mostruoso!!! W Kay Hansen e Michael Kiske!!!!
BJP
Domenica 7 Aprile 2013, 12.02.22
25
"AAAAAAAAAHH! It's Halloween ooooooohhh... Tonight!" Che figata di album. Le trovo tutte splendide, voto 95
Metal Maniac
Mercoledì 31 Ottobre 2012, 23.35.36
24
così, solo perchè è halloween, anzi HELLOWEEN!
Giasse
Lunedì 27 Agosto 2012, 21.47.02
23
Avevo la toppa sul giubbotto jeans...
herr julius
Venerdì 3 Agosto 2012, 8.17.09
22
Disco bellissimo e fondamentale per la nascita del power metal moderno, copiato poi da miriadi di cloni (ad esempio stratovarius), anche se avevano semplicemente dosato diversi ingredienti già presenti in altre ricette: i cambi di tempo a non finire tipici e le accelerazioni del techno thrash inventato da metallica e megadeth, unite al metal più classico di stampo priest. Io comunque all'epoca quando sentiii Kiske per la prima volta me ne innamorai perchè uno dei miei idoli era Geoff Tate, e Kiske si era chiaramente ispirato a lui, quasi a livello di plagio. La voce di Tate a metà anni 80 ricordo fu veramente vissuta come una novità e gli Helloween fecero il botto con questo disco mischiando speed con I queensryche.
H/M
Martedì 12 Giugno 2012, 1.16.26
21
se non son da 100 i 2 keeper, cos'è da 100? mah!
AlinoSky
Domenica 15 Aprile 2012, 14.14.41
20
questo è il metal!
xXx
Mercoledì 30 Novembre 2011, 21.19.48
19
Mi aggiungo anche io ai vari commenti entusiastici ma mi chiedo...se un album come questo non prende 100 a chi va dato? boh...Comunque ha un solo difettoura troppo poco, per il resto è PERFETTO in tutto e x tutto e ha un Kiske che definire magico è poco. il bello è che canta ora in modo identico al 1987! ASSOLUTO! Voto 100
The Nightcomer
Mercoledì 30 Novembre 2011, 20.12.44
18
Anch'io l'ho acquistato all'epoca di uscita questo album... I riferimenti a formazioni classiche come Judas e Irons, giustamente ricordate nella recensione, erano già evidenti nel precedente lavoro, ma all'epoca non avevo dato loro molta importanza, visto che ascoltavo gli Helloween lasciandomi trasportare dalla grande carica emotiva che allora mi trasmettevano: diretti, puliti, efficaci, melodici, con grande impatto, ottima tecnica e capacità di variare nei temi e nelle atmosfere... Insomma, sembrava ci fossero tutte le carte in regola perchè giungesse una piena consacrazione del gruppo, che però non arrivò mai, purtroppo. La parte II, tanto attesa, non riuscì a ripetere la magia presente in questo album, nonostante contenesse qualche buon pezzo,. Poi la band si perse definitivamente nell'oblio. Così pensammo in diversi, all'epoca di uscita della parte II, ma ricordo di aver letto pareri identici in una rivista di settore.
metalhammer
Giovedì 24 Novembre 2011, 15.41.24
17
Fantastico. Il brano d'apertura è da brivido alla schiena!!!!!! Si sente benissimo l'influsso di band cme gli Iron Maiden e i Judas Priest!!!!!
megna1
Domenica 16 Ottobre 2011, 11.31.52
16
i 3 migliori dischi metal della storia per me? Keeper I&II, Walls of Jericho, Empire (ma a scelta al posto di Jericho ci può stare anche Master of Puppets o Seventh Son degli Iron)
Toni
Lunedì 27 Giugno 2011, 12.24.43
15
Disco totale, come direbbe caccamo
Maurizio
Giovedì 19 Maggio 2011, 16.53.50
14
L'unico difetto è che dura troppo poco. Il resto è magia.
Argo
Domenica 17 Aprile 2011, 13.53.16
13
BELLO BELLO BELLO BELLO.... ottimo disco, non faccio distinzione con la seconda parte, che è allo stesso livello. Un disco consigliato a tutti, è stato il mio primo disco power-metal.
Metal4ever
Domenica 17 Aprile 2011, 13.42.02
12
Uno dei dischi Heavy/Power più belli che abbia mai sentito.... Halloween è troppo bella!!
eddie
Domenica 10 Aprile 2011, 21.47.46
11
...i primi 3 degli helloween sono bellissimi...ognuno a suo modo...monumentali...
Franky1117
Martedì 12 Ottobre 2010, 0.27.11
10
questo è veramente un capolavoro imprescindibile, alla pari con la più blasonata seconda parte a cui non ha nulla da invidiare. Halloween a parer mio la miglior canzone degli helloween
Smau
Venerdì 20 Agosto 2010, 17.33.43
9
inchiniamoci di fronte all'immensa sapienza!
Radamanthis
Domenica 30 Maggio 2010, 8.16.06
8
Non mi soffermo a commentarlo, uso solo una parola: CAPOLAVORO! Kiske Immenso! (idem x il Keeper II)
Maurilio
Domenica 18 Aprile 2010, 11.39.08
7
Lo comprai nel 1988 e ne rimasi folgorato! Capolavoro assoluto che ascolto volentieri ancora oggi!!
Raven
Mercoledì 20 Gennaio 2010, 13.11.23
6
e giustamente valutato meglio del cap. II. Bella rece,
Luigi
Mercoledì 20 Gennaio 2010, 12.54.19
5
Gran bel disco e bella recensione
hm is the law
Lunedì 18 Gennaio 2010, 19.38.52
4
Il caplavoro assoluto degli Helloween!!!!!!!!
pafum
Domenica 8 Novembre 2009, 12.36.21
3
l'apice...mai più raggiunto...
AL
Mercoledì 1 Luglio 2009, 9.47.59
2
la canzone Halloween è una della mia top 10 del metal... canzone strepitosa!!!!
Quorth_on
Venerdì 31 Ottobre 2008, 19.05.51
1
It's halloween...TONIGHT
INFORMAZIONI
1987
Noise / RCA
Power
Tracklist
1. Initiation
2. I'm Alive
3. A Little Time
4. Twilight Of The Gods
5. A Tale That Wasn't Right
6. Future World
7. Halloween
8. Follow The Sign
Line Up
Michael Kiske - voce
Michael Weikath - chitarra
Kai Hansen - chitarra
Markus Grosskopf - basso
Ingo Schwichtenberg - batteria
 
RECENSIONI
77
75
40
74
72
55
58
68
75
80
80
70
64
67
82
90
95
90
ARTICOLI
23/11/2017
Live Report
HELLOWEEN
Mediolanum Forum, Assago (MI), 18/11/2017
27/07/2015
Intervista
HELLOWEEN
La vita è più facile se ascolti gli Helloween!
19/08/2012
Articolo
HELLOWEEN
La biografia
24/01/2011
Live Report
HELLOWEEN + STRATOVARIUS
Atlantico, Roma, 19/01/2011
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]