Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Possessed
Revelations of Oblivion
Demo

Degraey
Reveries
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

31/05/19
VADER
Thy Messenger (EP)

31/05/19
VANANIDR
Road North

31/05/19
CONSTANTINE
Aftermath

31/05/19
EVIL ANGEL
Unholy Evil Metal

31/05/19
DARKTHRONE
Old Star

31/05/19
VEUVE
Fathom

31/05/19
DEATH ANGEL
Humanicide

31/05/19
1914
The Blind Leading The Blind (ristampa)

31/05/19
FUNERAL STORM
Arcane Mysteries

31/05/19
FULCI
Tropical Sun

CONCERTI

30/05/19
MANTICORE + GUESTS
BLUE ROSE SALOON - BRESSO (MI)

31/05/19
MORTADO
CRAZY BULL - GENOVA

01/06/19
ARCH ENEMY + GUESTS
LIVE CLUB - TREZZO SULL ADDA (MI)

01/06/19
KING DUDE + GUESTS
POSTWAR CINEMA CLUB - PARMA

02/06/19
GOTTHARD + GUESTS
LIVE CLUB - TREZZO SULL ADDA (MI)

04/06/19
ARKONA
Traffic Live Club - Roma

05/06/19
HALESTORM + GUEST TBA
ESTRAGON - BOLOGNA

05/06/19
ARKONA
Slaughter Club - Paderno Dugnano (MI)

06/06/19
DEIPHAGO + GUESTS
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

07/06/19
MORTADO
ISTANBUL CAFE' - LECCE

Queensryche - Dedicated To Chaos
( 7227 letture )
Trent’anni di carriera all’interno del mondo metal non sono pochi ed i Queensryche decidono di festeggiarli con l’uscita di un nuovo disco. I creatori, vale la pena di ricordarlo, di uno dei migliori e più importanti concept album della storia della musica pesante e non solo tornano alla ribalta con questo Dedicated To Chaos. La band non è più quella del leggendario Operation: Mindcrime, ma questo lo sappiamo e l’abbiamo accettato già da tempo; non è facile tuttavia accettare quest’ultima loro fatica, in breve: il peggiore album dei Queensryche. Sempre che di album si possa parlare, dato che il progetto, come affermato dai membri del gruppo, ha l’intenzione di essere sostanzialmente una semplice raccolta di canzoni totalmente slegate tra loro che hanno come semplice obiettivo il download. Questo, di suo, già toglie valore all’opera, ma non sarebbe certo un danno irreparabile se non fosse che, oltre a non avere una logica ed una connessione interne, le canzoni soffrono una evidente mancanza di idee ed evidenti lacune nel songwriting, facendo rimpiangere Chris DeGarmo, il compositore dei grandi successi della band. È però da ormai quasi quindici anni che il chitarrista ha lasciato i Queensryche, e sarebbe troppo facile affibbiare alla sua assenza il tracollo del gruppo, senza dubbio da imputare alla primadonna Geoff Tate e al poco ispirato Michael Wilton.

L’intenzione sarebbe di proporre un disco di rock sperimentale e moderno, nei fatti quest’intenzione è una semplice copertura per nascondere la vuotezza in cui naviga in questo periodo la band capitanata da Geoff Tate. La promessa di rendere il cd molto “ritmico” è stata mantenuta, basso e batteria sono effettivamente in evidenza come mai prima, il tutto però a scapito della melodia, quella che dovrebbe essere un punto di forza della band e che ora sembra in vacanza. La preponderanza della sezione ritmica, in aggiunta, non crea neanche quel groove che sarebbe stato legittimo aspettarsi vista la perdita di altre qualità sonore.
Al baratro compositivo in cui è finita la band si aggiunge una caduta evidente dal punto di vista testuale: neologismi e storpiature fanno da padrone nelle canzoni, uno slang derivante senza dubbio dal web e che a quanto pare dovrebbe risultare accattivante per le nuove leve.
Come se non fosse sufficiente, la sensazione che questo disco non sia né carne né pesce viene amplificata dalla sua durata davvero eccessiva, sedici brani per un’ora abbondante di musica con cui i Queensryche sembrano quasi volersi suicidare diluendo le già poche idee in uno spettro troppo ampio per com’è ora ridotta la band.

Ne esce fuori un “album” davvero pessimo. La media qualitativa delle canzoni è davvero bassa, e una produzione abbastanza piatta non aiuta il dodicesimo album in studio dei nostri. Una delusione non del tutto inaspettata per chi ha seguito le anticipazioni e le preview offerte dalla band prima dell’uscita del disco.

La dodicesima fatica dei Queensryche (se possiamo chiamarli ancora così) è quindi un disco pop, con obiettivi strettamente commerciali. Almeno in quest’ultimo ambito è stato un prodotto di successo? Non proprio: Dedicated To Chaos è l’album che ha registrato la posizione in classifica più bassa mai raggiunta dalla band…



VOTO RECENSORE
40
VOTO LETTORI
28.83 su 43 voti [ VOTA]
Andrew lloydd
Domenica 9 Marzo 2014, 12.35.17
39
Una sola domanda: Perché?
anvil
Martedì 4 Dicembre 2012, 15.00.09
38
Pessimo disco…..(faccio anche uno sforzo a definirlo disco..) da evitare come la peste .
Diego
Lunedì 17 Settembre 2012, 12.14.20
37
Mi rifiuto di credere che sia stato scritto dagli stessi di Operation Mindcrime e mi rifiuto di credere che la dipartita di DeGarmo sia stata così deleteria per il gruppo...Rimangono in quattro i responsabili e ho il forte sospetto che centri, e molto, Tate. La cosa fa ancora più male perchè è sempre stato un mio idolo...
Flag Of Hate
Martedì 31 Luglio 2012, 12.25.54
36
Cavolo è vero, anche Doctrine è un rifiuto tossico mica male... ma secondo me non batte Illud
il vichingo
Martedì 31 Luglio 2012, 12.23.10
35
@Flag: ad essere sinceri Lulu non è propriamente un album Metal. Comunque, per quanto mi riguarda, il premio va a Doctrine dei Pestilence
Flag Of Hate
Martedì 31 Luglio 2012, 12.19.52
34
Più lo ascolto più mi schifa. L'unico dilemma è il seguente: tra questo, Lulu e "Illud Divimum Indegnum" chi vince il premio "Razzie Awards 2011 peggior album metal"??
Arrraya
Sabato 5 Maggio 2012, 18.10.35
33
Concordo con voi, "Broken" però è un bel pezzo che non avrebbe sfigurato in "Promise Land". Ho deciso: me lo rimetto nel lettore, mi faccio un giro in bici, lo riascolto e vediamo se a distanza di mesi riesco a salvare qualcos' altro. Certo che i tempi che furono ormai sono andati
Arrraya
Sabato 5 Maggio 2012, 18.06.34
32
Ma sbaglio o mancano la recensioni di "Empire" e "Promise Land" ? Cazzo cazzo cazzo. Faccio immediata richiesta
Enrico
Giovedì 29 Dicembre 2011, 17.45.28
31
Basta ascoltare l'album solista di Tate per capire di chi è la colpa di questo schifo di disco.
Enrico
Giovedì 29 Dicembre 2011, 12.16.14
30
Mah... A questo giro non li ho proprio capiti. Disco da lasciare sullo scaffale; non spendeteci i soldi nemmeno se siete i più grandi fan della band o ve ne pentirete!
Cuordipietra
Venerdì 9 Dicembre 2011, 13.04.29
29
Questo disco fa cagare da tutti gli orifizi disponibili, pori cutanei compresi. Aggiungere altro è ininfluente. 0 su cento.
conte mascetti
Giovedì 10 Novembre 2011, 0.15.46
28
ormai i qr sono alla frutta. Dopo american soldier speravo in qualcosa di meglio. Peccato, sono entrambi pessimi.
Luca
Lunedì 7 Novembre 2011, 10.57.08
27
mi chiedo come abbiano potuto cadere così in basso.
fabio II
Giovedì 3 Novembre 2011, 11.14.23
26
Se 20 e più anni fa mi avessero detto che, visto i recenti trascorsi, non avrei nemmeno ascoltato un nuovo Queensryche, sarebbe stata cosa da non credere! D'accordo che i tempi cambiano e tutto muta; ma i Queensryche negli eighties rappresentavano ad ogni uscita un evento a cui le masse si adeguavano o rimanevano indietro ( penso ad esempio ai pur grandi Fates Warning ). A Milano nel '90 al Rolling( se non ricordo male con Lynch Mob a supporto ) uno dei migliori concerti a cui abbia mai assistito
ludwig
Martedì 25 Ottobre 2011, 9.34.18
25
Gruppo finito da anni, da quando cioè hanno smesso di scriversi le canzoni (che poi è conseguenza della perdita di ispirazione). "Hear in the now frontier" era un esperimento "rough" che ci stava, Q2K e Tribe il segnale che le idee erano appiattite e la band si era fermata, OM2 un debole colpo di coda obbligato dal concept (e molto aiutato dai produttori), American soldier era un disco composto quasi interamente dal produttore, e solo suonato dai Queensryche: quindi una sorta di "falso d'autore" senza anima e senza personalità. Qui stessa cosa, con l'aggravante che i pezzi sono quasi tutti incolori, e la produzione (come sempre pessima di Kelly Gray) danneggia anche quel poco di buono che c'era nelle intenzioni ritmiche. I deliri di onnipotenza di Tate nelle recenti interviste fanno il resto.
AL
Lunedì 24 Ottobre 2011, 10.29.56
24
mi dispiace vedere questi voti e leggere queste recensioni ... peccato per i QR che mi sembrano effettivamente in caduta libera....
Salvo
Domenica 23 Ottobre 2011, 22.35.51
23
eh si, non è un brutto sogno, è proprio l'ultimo album dei Queensryche. profonda delusione.
Radamanthis
Domenica 23 Ottobre 2011, 11.53.57
22
Una grande delusione...pensare che American soldier me li fece tornare a grandi livelli, pensare a un disco recente come Operation midcrime 2 o ascoltare un disco come OM I e vedere che la stessa band ha fatto questo obrobrio....
Metal3K
Domenica 23 Ottobre 2011, 7.45.48
21
Altra grande delusione... Non riesco a trovare nessun motivo di interesse per questo album e concordo appieno con il recensore. Per consolarmi ascolto "Empire"
Kryptos
Sabato 22 Ottobre 2011, 20.35.05
20
Una disgrazia di album, pensavo fosse impossibile fare peggio di "American Soldier" ma questo batte ogni record... Voto 1, perchè in fondo non posso negare la sua esistenza.
P2K!
Sabato 22 Ottobre 2011, 18.11.35
19
Ho ascoltato questo disco DECINE di volte, tutto di fila, senza alternarlo con altri dischi. Premetto che sono tra quei (pochi?) fan che ha ben accettato il cambiamento di sonorità verso lidi "modern/rock", dal tanto vituperato "Hear In The Now Frontiers" in poi, e ancora oggi ascolto MOLTO volentieri diversi brani tratti dal repertorio di questi dischi, trovando anche dei gioielli a mio avviso di qualità SUPERIORE (spOOl, The Right Side Of My Mind, Open, A Dead Man's Word, ecc...), ma devo dire che quest'ultimo disco mi ha deluso e alla fine mi sono dovuto affiancare a tutti coloro che lo hanno criticato. A parte 6 brani (su 16!!!) che ritengo di buona fattura, di cui SOLO 2 realmente OTTIMI ("At The Edge" e "Broken" quest'ultima poi era tra i brani "esclusi" nella versione "normale"... mah!!!), e gli altri 4 ("Get Started", "Around The World", "Retail Therapy", "Drive") godibili ma più per il fatto di essere meno peggio del resto del disco, dove tra filler semipassabili ("Hot Spot Junkie", "Luvnu", "I Take You", "Big Noize") e altri che sono stati sviluppati male ("Hard Times" sarebbe stata molto gradevole se non si dilungasse così tanto e "The Lie" che poteva essere un buon pezzo se non fosse per il solo delle chitarre insensato), ci sono ben QUATTRO ciofeche tra i pezzi più brutti MAI SCRITTI nella storia dei Queensryche. Mi riferisco ai 2 funky/rock sbilenchi e imbarazzanti di "Got It Bad" e "Higher", oppure l'ORRIDA "Wot We Do" (ma che cazzo gli è venuto in mente a Geoff?!) e l'estenuante "I Believe" (ma quante volte deve ripeterlo il titolo del pezzo?). Questa è la mia disanima dei brani. Per quanto concerne poi la produzione sonora, che vogliamo farci?! Ormai Kelly Grey è parte integrante della 'ryche family e quindi vai con questo suonop ovattato e dinamiche appiattite. Altre considerazioni che sarebbero da fare sono sull'ormai evidente egemonia di Geoff Tate sulle scelte della band, ma questo era evidente già dal precedente "American Soldier", disco di buona fattura ma che alla fine nasceva tutto da una sua idea e con la collaborazione di Jason Slater (quindi un esterno alla band) alla scrittura dei pezzi, con la sola eccezione di Scott Rockenfield, peculiarità accentuata all'inverosimile in questo "Dedicated To Chaos". Per non parlare l'ingresso nella band di Parker Ludgren ovvero il suo genero... Ho letto i commenti sull'assenza di Wilton alla scrittura dei pezzi. Io concordo con chi lo ritiene un buon chitarrista, ma come compositore qualche cosina di buono la fece anche lui (dice nulla la title track di "Empire"?), e oggi è evidente e comprensibile il suo scontento in seno alla band (ormai è solo un impiegato). L'assenza di De Garmo sicuramente ha cambiato gli equilibri e il destino sonoro della band, ma non dimentichiamoci che il buon Chris al di fuori dei Queensryche ha prodotto solo un EP (Spy4darwin) di matrice MOLTO simile a quella di "Hear In The Now Frontiers", quindi chi spera in un suo rientro per riascoltare sonorità "heavy" da parte dei nostri, a mio avviso sbaglia. Certo potrebbe anche migliorare il songwriting attuale della band ma sempre su lidi diversi da quelli storici e prestigiosi della band... Se concentrassero il loro songwriting su pezzi di matrice "intimista" e "pinkfloydiana" che TANTE soddisfazioni ci ha tolto nel passato... purtroppo sembra che l'ego di Tate si sia espanso all'inverosimile per poter accettare critiche.
Frankiss
Sabato 22 Ottobre 2011, 15.35.40
18
Dire che sono finiti...non è eresia ormai...
MegaSimo
Sabato 22 Ottobre 2011, 15.28.08
17
non sono riuscito ad andare oltre l'ascolto dei samples...
LoSpaccone
Sabato 22 Ottobre 2011, 14.32.35
16
Che fine ingloriosa!
ayreon
Sabato 22 Ottobre 2011, 13.39.27
15
va la che se vi fate una crociera di 3 giorni ve li vedete assieme a bands come i Living colour che fanno tutto Operation ,basta sborsare dai 750 dollari in su,mi sembra sia a novembre
Flag Of Hate
Sabato 22 Ottobre 2011, 12.08.06
14
Io proprio non riesco a capire come un gruppo storico, autore di capolavori epocali come "Operation Mindcrime", uno dei concept album più belli di sempre; possa pensare, comporre, registrare e mettere in commercio una colossale fetenzìa di tale portata... Proprio non capisco.
marduk
Sabato 22 Ottobre 2011, 11.24.36
13
la delusione dell'anno assieme ai morbid angel...disco inascoltabile e a tratti ridicolo..
Hellion
Sabato 22 Ottobre 2011, 11.20.46
12
..finalmente la mia scrivania non traballa più!
Doom
Sabato 22 Ottobre 2011, 9.37.46
11
una delle mie band culto ,improponibile sto disco acquistato solo per affetto
Electric Warrior
Sabato 22 Ottobre 2011, 9.15.36
10
Questo è uno dei dischi più brutti che abbia mai avuto modo di ascoltare in vita mia.
BILLOROCK fci.
Sabato 22 Ottobre 2011, 7.37.54
9
hh-desgn : Non ti dare pena , ci hai provato !!
HH_desgn
Sabato 22 Ottobre 2011, 1.07.49
8
comprato, l'ammetto l'ho COMPRATO!... e me ne son pentito... mai ascoltato per intero...soldi buttati nel cesso!!!!!
Sbiriguda
Sabato 22 Ottobre 2011, 0.53.43
7
Rarissimo caso di album oggettivamente brutto.
Malleus
Venerdì 21 Ottobre 2011, 22.32.53
6
UNA MERDA TOTALE!!!!!!!!!
Nightblast
Venerdì 21 Ottobre 2011, 22.07.55
5
Leggere un 40 come voto alla band di Tate è davero strano...ma concordo in toto con il recensore...questo cd è inutile.
luci di ferro
Venerdì 21 Ottobre 2011, 21.18.02
4
mamma mia i capolavori from the past - rage for ... operation mind.... the warning.. empire... promise land.. tribe... Qk2...... operation live cri... omonimo'83.
NoRemorse
Venerdì 21 Ottobre 2011, 21.02.11
3
Che schifo...veramente un album terribile...l'unica che si salva è I Take you, che ha un ritornello riuscito...per il resto, quasi inascoltabile...
Flag Of Hate
Venerdì 21 Ottobre 2011, 20.59.08
2
Finalmente l'avete recensito! Per fortuna concordo con la recensione di Lament, in linea con altre che ho letto: poche parole, questa è LA cagata del 2011, una delle peggiori uscite dell'anno. Evitatelo come la peste, o come un libro di Bruno Vespa, è lo stesso. 35/100, e gli va pure largo.
eddie
Venerdì 21 Ottobre 2011, 20.52.53
1
non l ho ascoltato,ma i vecchi Queensryche sono difficilmente avvicinabili...
INFORMAZIONI
2011
Roadrunner Records
Rock
Tracklist
01. Get Started
02. Hot Spot Junkie
03. Got It Bad
04. Around The World
05. Higher
06. Retail Therapy
07. At The Edge
08. Broken
09. Hard Times
10. Drive
11. I Believe
12. Luvnu
13. Wot We Do
14. I Take You
15. The Lie
16. Big Noize
Line Up
Geoff Tate – lead vocals, keyboards, saxophone
Michael Wilton – lead, rhythm & acoustic guitars, backing vocals
Eddie Jackson – bass, backing vocals
Scott Rockenfield – drums, percussion, keyboards
Parker Lundgren – lead, rhythm & acoustic guitars, backing vocals
 
RECENSIONI
75
76
40
79
84
50
76
97
88
100
88
87
77
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]