Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Slipknot
We Are Not Your Kind
Demo

Atlas Entity
Beneath the Cosmic Silence
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

23/08/19
DEADTHRONE
Premonitions

23/08/19
DOMINATION INC.
Memoir 414

23/08/19
LAGERSTEIN
25/7

23/08/19
METH.
Mother of Red Light

23/08/19
ISOLE
Dystopia

23/08/19
DEVIN TOWNSEND
Eras part IV

23/08/19
SACRED REICH
Awakening

23/08/19
ILLDISPOSED
Reveal Your Soul for the Dead

23/08/19
NEMESEA
White Flag

23/08/19
AVIANA
Epicenter

CONCERTI

23/08/19
NECRODEATH + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

23/08/19
POVOROCK (day 1)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
REZOPHONIC + GUESTS
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

24/08/19
BREAKING SOUND METAL FEST
SALENTO FUN PARK - MESAGNE (BR)

24/08/19
POVOROCK (day 2)
AREA FESTEGGIAMENTI - POVOLETTO (UD)

24/08/19
METAL REDENTOR FEST
SPAZIO LUPARDINE - PENTIMELE (RC)

25/08/19
BEHEADED + HELION
CIRCOLO SVOLTA - MILANO

30/08/19
DRAKKAROCK (day 1)
VALHALLA PUB - BORGO TICINO (NO)

31/08/19
DRAKKAROCK (day 2)
VALHALLA PUB - BORGO TICINO (NO)

01/09/19
DRAKKAROCK (day 3)
VALHALLA PUB - BORGO TICINO (NO)

Bruce Dickinson - Tyranny Of Souls
( 7786 letture )
Ho pregato il capo, l’ho supplicato per poter avere l’onore di recensire l’ultima fatica solista di uno dei miei miti dell’infanzia, e adesso che ce l’ho…. Beh, quasi mi son pentito.
Non è assolutamente facile essere obiettivi e dare un giudizio completamente sereno di fronte a questo Tyranny of Souls: 10 tracce in cui il mitico Bruce ritorna all’attacco, appesantendo le sonorità rispetto alla band madre (gli Iron Maiden, per chi avesse vissuto gli ultimi 50 anni su Plutone), spostando appena il tiro dai precedenti lavori solisti (The Chemical Wedding su tutti) e incentrando la proposta musicale su dei riff granitici di chitarra, ad opera del sempre più bravo Roy Z, e sulla sua voce, inimitabile ormai da un quarto di secolo.
Il punto è: COSA valutare? Il personaggio, con il suo peso storico e musicale, o le canzoni, in maniera asettica, per l’effettivo valore delle stesse?
Alla fine ho ovviamente scelto la seconda ipotesi, credo che un recensore sia tale perché deve (dovrebbe) possedere il giusto distacco emotivo dai lavori che recensisce…. Così, un bel respiro, e mi butto nell’ardua impresa.
Partiamo dalle certezze: il disco è piacevole. 43 minuti e rotti di ottimo heavy metal, molto vario, con pezzi tiratissimi (come il primo singolo, Abduction) ed altri in cui la vena rock più melodica e malinconica dello zio Bruce si esalta (Navigate the Seas of the Sun), in cui però il ‘marchio’ Iron Maiden è tutt’altro che cancellato. Più lo ascolto, nella sua interezza, più ne ricevo la sensazione di un disco abilmente composto e prodotto, dove la formula vincente di Harris e soci è tutt’altro che assente, piuttosto è ben mascherata e diversamente colorata. Non vogliatemene, ma questo CD a mio modesto parere suona MOLTO Iron Maiden, anche se non in maniera sfacciata; non che debba essere per forza una pecca, per carità, ma di certo gridare al miracolo mi sembra quantomeno azzardato. Entriamo, però, nello specifico, sì che ognuno di voi possa più facilmente confrontarsi con le mie parole.

1. Mars Within – Un'intro dal sapore sabbathiano, 1 minuto e mezzo che suona come una dichiarazione di guerra per quello che stiamo per ascoltare….
2. Abduction – Si parte! E moooolto bene, direi! Apre il disco ‘vero’ un riffone del buon Roy, e una sezione ritmica indiavolata si lancia nel primo pezzo. Le linee vocali sono moooooolto Dance of Death (il refrain mi ricorda Rainmaker), ma le chitarre sono down tuned, e i ragazzi dietro Bruce picchiano come dei forsennati! Bello!
3. Soul Intruders – Altro pezzo sparatissimo alla partenza, doppia cassa alla Judas Priest, riferimento musicale che permea tutto il pezzo. La voce di Bruce è troppo bella per essere giudicata in qualsivoglia maniera, il pezzo rallenta nel ritornello, acquisendo epicità, anche se le linee vocali sono tutt’altro che nuove.
4. Kill Devil Hill – Atmosfere sulfuree, ed una cadenza molto epica per questa quarta traccia. Le linee della parte cantata continuano a non convincermi, se non fosse Bruce a cantarle…
5. Navigate the Seas of the Sun – La chitarra acustica ci fa ‘accomodare’ al quinto brano, dove i colori sono più sfumati, andando a pescare in un rock che strizza l’occhio a certe sonorità quasi AOR. Chi ha detto che ricorda Journeyman???
6. River of No Return – Tornano le chitarre ‘cattive’, ma la song si mantiene su atmosfere fumose e non veloci, lasciandoci godere la voce di Bruce, che passa in maniera deliziosa dal registro più basso ai suoi celeberrimi acuti. Mi richiama parecchio alla mente certi suoni di Accident of Birth
7. Power of the Sun – La voce filtrata della Sirena ci introduce in un pezzo dove, finalmente, si ricomincia a fare sul serio. Un bel pezzo lanciato, forse il più diverso dalle classiche strutture Maiden.
8. Devil on a Hog – Riff sabbathiano in apertura, ma sa di già sentito lontano mille miglia. Un ritornello costruito in polifonia, moooolto melodico, con un riffing che ricorda da vicinissimo quello di Resistance dei Queensryche
9. Believil – Altro intro sulfureo, voci sussurrate… Bruce racconta storie di dannazione, il male striscia sulla traccia 9 come un serpente a sonagli… Per poi esplodere in tutta la sua potenza! La voce di Bruce è alle stelle, uno dei pezzi più belli del platter.
10. A Tyranny of SoulsBruce parte piano, atmosfere che si susseguono ancora una volta, in un classico Maiden anthem, un piacere per le orecchie.

Beh, avete un’idea più chiara? Tyranny of Souls è davvero un bel disco, ma a mio avviso troppo poco personale e troppo poco distante dalla parola ‘novità’. Ripeto e ribadisco, le sonorità sono completamente diverse da quelle dei Maiden, ma non le strutture dei brani, non le (spesso scontate) linee vocali. Poi, ovvio, se a cantarle è un Bruce Dickinson in questo stato di forma, potrebbe fare pure un disco di rutti e prendere lo stesso 100. Ma il capo vuole che io sia obiettivo, ho voluto la bicicletta e adesso pedalo…
Compratelo a scatola chiusa, ma a scatola chiusa ascoltatelo.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
63.11 su 85 voti [ VOTA]
Punto Omega
Sabato 21 Luglio 2018, 22.29.44
34
Mah, più lo ascolto, più ho nostalgia degli ultimi tre solisti di Bruce e vorrei averne uno nuovo. Tornando al disco, così come i due precedeni anche questo è nettamente superiore a tutti i lavori post-scissione dei Maiden.
Leirinne
Giovedì 28 Giugno 2018, 22.49.50
33
Credo che questo disco sia stato immeritatamente sottovalutato. C'è tutto quello che si può volere da una mente come Bruce. La citata mancanza di Smith si sente. Ma il disco è assai valido e scorrevole. 85 meritati secondo me.
Christian death rivinus
Mercoledì 16 Agosto 2017, 1.52.15
32
Se in questo disco ci fossero stati gli assoli di smith e quelli dell'altra meta' dave sarebbe stato un capolavoro assoluto, pero' a me piace anche cosi'
Buried Alive
Martedì 15 Agosto 2017, 23.20.50
31
"Più lo ascolto, nella sua interezza, più ne ricevo la sensazione di un disco abilmente composto e prodotto, dove la formula vincente di Harris e soci è tutt’altro che assente, piuttosto è ben mascherata e diversamente colorata. Non vogliatemene, ma questo CD a mio modesto parere suona MOLTO Iron Maiden, anche se non in maniera sfacciata; non che debba essere per forza una pecca"...: e grazie a 'sto cazzo, Dickinson sono 35 che è nei Maiden ed è il secondo compositore per importanza e quantità, negli ultimi dischi ancor più che nei precedenti. Non è che forse, ma solo forse eh, nei lavori dei Maiden si sente l'influenza delle idee di Dickinson, e che quando lavora da solo si sentono solo le sue idee? Minchia che geni questi recensori... pur di fare una cazzo di critica passano per ritardati.
Christian Death Rivinusa
Lunedì 7 Agosto 2017, 18.07.12
30
No gatto... ma fatto bruce.... scusate ma è un errore di tastiera
Christian Death Rivinusa
Lunedì 7 Agosto 2017, 18.07.12
29
No gatto... ma fatto bruce.... scusate ma è un errore di tastiera
Christian Death Rivinusa
Lunedì 7 Agosto 2017, 17.39.44
28
Discone , 85 se li merita tutti, tra i migliori che ha gatto bruce come solista, con sonorità molto più pesanti degli ultimi maiden, ma è anche giusto, per proporre qualcosa di originale e diverso, rispetto la vergine di ferro
manaroth85
Martedì 6 Settembre 2016, 11.41.07
27
capolavoro! non vedo esca un nuovo lavoro! purtroppo rimane l ultimo grande disco su cui bruce ha cantato, le ultime 3 fatiche dei maiden a confronto arrancano un bel pò
zeljko
Venerdì 20 Marzo 2015, 14.58.29
26
ascoltare ,ascoltare, ascoltare...Il suono e più duro degli Maiden.vuoto 87
Philosopher3815
Lunedì 28 Luglio 2014, 8.37.34
25
Magari i Maiden,sfornassero' dischi di questa caratura...
Alberto Fuser
Sabato 25 Gennaio 2014, 22.35.53
24
Lo trovo un'ottimo album e comunque lui e' un numero uno !!
Alex Deutsch
Sabato 31 Agosto 2013, 0.46.52
23
Voi dite che questo non è il migliore tra gli album solisti di Bruce? ...mah ...per me è fantastico, chemical wedding è troppo cupo e involuto, accident of birth lo trovo anche molto bello anche se un po incerto, balls to picasso a parte la ballatona tears of dragon non offre granchè. Tyranny of Souls è l'opera più riuscita in assoluto. Bravo Bruce! Voto 90!
enzo
Mercoledì 24 Aprile 2013, 16.04.54
22
meraviglioso speriamo ne faccia un altro si dice di si 2013 portami una nuova perla di bruce come al solito voce pazzesca sentite il ritornello di soul intruder
David
Lunedì 24 Settembre 2012, 20.17.05
21
Un bel disco di Heavy tradizionale: Abduction e Power of the Sun bei pezzi, Navigate the Seas of the Sun bella nella sua tranquillità e Kill Devil Hill mezzo capolavoro con un chorus epico e una seconda metà di canzone meravigliosa. 78.
blackie
Lunedì 17 Ottobre 2011, 12.55.59
20
ottimo album leggermente inferiore a i precedenti ma eccellente su tutti i punti di vista.
golden boy
Sabato 30 Aprile 2011, 18.08.52
19
vado un po' controcorrente..album discreto ma nemmeno paragonabile ai precedenti..che l'impoverimento della vena artistica abbia colpito, dopo i maiden, anche bruce??
AL
Sabato 30 Aprile 2011, 16.13.31
18
album molto buono. è inferiore a chemical wedding che rimane il capolavoro di bruce. però qui ci sono alcune ottime canzoni.
Maurilio
Sabato 9 Aprile 2011, 20.41.48
17
Inferiore allo strepitoso e piú cupo Chemichal Wedding, ma pur sempre un eccellente disco, suonato e cantato bene. Poi scorre veloce ed in modo piacevole al contrario della lentezza e lungaggine delle ultime produzioni Maiden.
Khaine
Lunedì 21 Marzo 2011, 19.23.05
16
@ Zitloid: grazie mille, ho corretto!
Zilltoid
Giovedì 3 Marzo 2011, 9.34.16
15
La line up riportata è sbagliata, è quella di "The Chemical Wedding", quei due mostri di Casillas e Ingraham non ci sono purtroppo e secondo me ciò si sente pure! "Tyranny..." resta comunque un grande disco, non a livello del precedente (che è il disco migliore su cui abbia cantato Bruce dal 1988) ma pur sempre un gran disco, di molto migliore a tutto ciò che i Maiden hanno fatto dopo 7th Son.
Zilltoid
Giovedì 3 Marzo 2011, 9.34.07
14
La line up riportata è sbagliata, è quella di "The Chemical Wedding", quei due mostri di Casillas e Ingraham non ci sono purtroppo e secondo me ciò si sente pure! "Tyranny..." resta comunque un grande disco, non a livello del precedente (che è il disco migliore su cui abbia cantato Bruce dal 1988) ma pur sempre un gran disco, di molto migliore a tutto ciò che i Maiden hanno fatto dopo 7th Son.
bmw69
Sabato 15 Gennaio 2011, 14.37.48
13
veramente niente male, il ragazzo ci sa fare...
Zarathustra
Sabato 18 Settembre 2010, 10.50.27
12
@defsna81: pure io ho quella canzone là [cioè, ho comprato l'album standard e quella l'ho scaricata], è molto bella davvero!
defsna81
Sabato 18 Settembre 2010, 8.30.57
11
ho la versione giapponese con una stupenda bonus-track "ETERNAL" (che vi invito ad ascoltarla su you.tube) non so perchè ma una perla del genere potevano anche inserirla nell'album standard; facendo aumentare ancora di più la valutazione positiva sull'album!
northwinds66
Martedì 24 Ottobre 2006, 21.21.19
10
Bel disco, forse leggermente inferiore a Chemical Wedding ma con brani di valore assoluto a dimostrazione di un talento compositivo notevole.
Murraygirl
Lunedì 27 Febbraio 2006, 23.37.36
9
questo disco è bellissimo e nn si può dire altro,certo...ormai è 1 vita ke ascolto sl Iron Maiden e quindi la differenza di stile e bravura(x chitarre etc..)la sento,ma nn mi sento cmq di penalizzarlo x qst...il caro zio Bruce nn ci ha mai deluso...spero vivamente in1prossimo disco solista x qst 2006...voto 99 e lode cn orgoglio
loris
Mercoledì 21 Settembre 2005, 20.16.20
8
il disco è riuscito bene solo per la presenza di bruce hai detto niente direte voi.ma 1 disco così senza la sua immensa voce che cazzo di senso ha?quei riff si sono già sentiti mille volte bruce sicuramente potevi provare a far qualcosa di nuovo.ma non ti bastano gli irons?
Zell
Venerdì 29 Luglio 2005, 19.26.37
7
Un album spettacoloso nn c'è niente da dire,assoli incredibili e la voce è quella di sempre eccezionale veramente
jo
Venerdì 17 Giugno 2005, 2.05.43
6
Album Fantastico!!!!Grande BRUCE
strong84
Mercoledì 15 Giugno 2005, 15.48.04
5
Un bell'album.
Sbranf
Venerdì 3 Giugno 2005, 12.28.32
4
Beh, sull'aspetto prettamente vocale di Bruce, mi dispiace ma c'è poco da dire, troppo il migliore! L'ho proprio specificato, dovrei dare 100 alla voce, ma io devo recensire il disco, ed essere quanto più obiettivo possibile. Comunque gran lavoro!
Amx975
Mercoledì 1 Giugno 2005, 8.38.19
3
Il disco è bellissimo. Per apprezzarlo al meglio suggerisco di ascoltarlo più volte. Certo dopo lo stupendo, innovativo, imperioso e perfetto "The Chemical Weedding" difficile fare meglio Alla faccia di chi dice che "nonno" Bruce non c'è la fa più con la voce. I giovani farebbero bene ad imparare come si canta senza fare versacci filtrati al microfono, vocioni satanici e acuti da "voci bianche" BRUCE da vent'anni sei il meglio!!!!
FearOfTheDark
Giovedì 26 Maggio 2005, 20.39.32
2
Ho ascoltato solo i samples dal sito ufficiale e mi sembra meritevole d'acquisto... ho sentito anche qualche novità ( finalmente ) nell'uso della voce. Bruce sembra imprigionato nel ruolo di nonno spara acuti quando potrebbe sperimentare molte altre soluzioni più azzeccate che sicuramente non sminuirebbero la sua fama, anzi. Comunque, per un giudizio più serio aspetto di sentirmi il cd per intero, domani vado a prenderlo.
maiden88
Giovedì 26 Maggio 2005, 18.38.34
1
splendido il mio voto è 90
INFORMAZIONI
2005
Mayan/ Sanctuary Records
Heavy
Tracklist
1. Mars Within (intro)
2. Abduction
3. Soul Intruders
4. Kill Devil Hill
5. Navigate the Seas of the Sun
6. River of No Return
7. Power of the Sun
8. Devil on a Hog
9. Believil
10. A Tyranny of Souls
Line Up
Bruce Dickinson - voce
Roy Z - chitarra, basso in Power of the Sun, BeliEvil e nella traccia Bonus giapponese Eternal
Ray "Geezer" Burke - basso in Mars Within, Kill Devil Hill, Navigate the Seas of the Sun, River of No Return, Devil on a Hog e A Tyranny of Souls
Juan Perez - basso in Abduction e Soul Introuders
David Moreno - batteria
Maestro Mistheria - tastiere
 
RECENSIONI
72
88
81
54
73
70
ARTICOLI
15/04/2018
Articolo
BRUCE DICKINSON
A cosa serve questo pulsante? Autobiografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]