Privacy Policy
 
IMMAGINI
Clicca per ingrandire
La band nel 1981
Clicca per ingrandire
La copertina dell'album
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
DEGIAL
Predator Reign

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

25/11/17
COUNCIL OF RATS + NIDO DI VESPE + MALLOY
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

Iron Maiden - Killers
( 37921 letture )
Nel 1981, in tutta Italia non esistevano riviste specializzate dedicate alla musica metal e reperire informazioni di qualsiasi tipo era quantomeno molto problematico. Le testate italiane dedicate solo all’heavy erano fantascienza ed uno dei pochissimi metodi per avvicinarsi a certe cose era una pubblicazione per fighetti chiamata Rockstar. Su di essa ogni tanto comparivano discutibili recensioni di dischi heavy a firma Pierfrancesco Atzori, ed è così che molti lessero le prime critiche a gruppi come Vanadium, Judas Priest ed anche Iron Maiden. È dunque in tal modo che molti seppero dell’uscita di Killers, che per fortuna era distribuito dalla EMI e quindi acquistabile anche rivolgendosi ai normali negozi di dischi, fatto che contribuì non poco alla diffusione della N.W.O.B.H.M. nella nostra penisola.

In quel momento, gli Iron Maiden erano più che la punta di diamante di quel movimento musicale che tutto stava cambiando e si avviavano infatti a diventare il metal ed a restarlo per molti anni. Inoltre, erano reduci dal successo del loro devastante omonimo album di debutto e, a livello mediatico, dalla incendiaria esibizione dal vivo a Top of the Pops. Quel passaggio televisivo aveva procurato loro una forte popolarità nel Regno Unito, ed aveva fatto sì che i quattro pezzi registrati su una demo con la prima formazione andassero a finire su un LP, cosa difficilissima in un’epoca in cui dovevi essere o punk coi capelli corti e colorati, o un “dandyno” ben vestito per entrare in sala d’incisione. Killers, seguito di quel primo parto della Vergine (non ridete, c’è un precedente illustrissimo), risultò più maturo del debutto, che pure aveva in embrione tutte le caratteristiche del sound maideniano, con l’entrata di Adrian Smith al posto di Dennis Stratton, con la produzione di Martin Birch che seppe catturare la loro irruenza governandola quel tanto che bastò per registrare l’album e con un songwriting già notevole in pezzi come The Ides of March, Murders in the Rue Morgue e Innocent Exile. Indubbiamente, Killers scontò anche la mancanza dell’effetto “sorpresa assoluta” di cui si era giovato l’iconico album precedente, ed è probabilmente questo a classificarlo come inferiore a quest’ultimo nell’immaginario collettivo, nonostante in realtà l’unica vera critica che gli si può muovere è di essere il solo lavoro compreso tra il 1979 e l’86/88 a non mostrare reali segni di miglioramento, ma solo di assestamento. In realtà, l’uso del termine “solo” nel quadro di opere così dense di significato storico, è probabilmente ingeneroso, ma questa è la percezione della maggioranza. I miglioramenti, non dimentichiamolo, sono sempre più facili da ottenere quando si parte da una situazione negativa che da una positiva, ed ottenerli a stretto giro di posta dopo Iron Maiden non era certo semplice. Importante nell’economia dell’evoluzione almeno iconografica della Vergine di Ferro (quella ci fu, indubbiamente) anche la copertina dell’album firmata da Derek Riggs, con un Eddie dalla personalità più marcata rispetto al suo esordio e con la romantica insegna del Ruskin Arms che si intravede in basso a sinistra. Nonostante tutto, Killers mostrava ancora una band fortemente legata alle prime fasi della sua carriera, relativamente impregnata di elementi vagamente punkeggianti (Drifter), saldamente poggiata su una scrittura che nel 1981 era anche molto ricercata in questo ambito (Murders In the Rue Morgue, Genghis Khan, Killers), eppure intrisa di quella irruenza dalla faccia felice tipica della N.W.O.B.H.M. e probabilmente non più sviluppabile oltre quel limite. Non senza cadere nel subdolo tranello dell’autoplagio e dell’autocitazione che, molti anni dopo, non sarebbe stato più evitato da Harris & soci. È dopo Killers, infatti, che si registra l’inizio della leggenda vera e propria.

Il valore storico di Killers, poi, è accresciuto dal fatto che si tratta dell’ultimo album in studio realizzato con Paul Di’Anno, il quale verrà allontanato dalla band per i suoi eccessi mal tollerati da un Harris già allora ultra-professionale, che porterà al reclutamento di Bruce Dickinson, ma anche dal fatto che con Killers si chiude la prima fase della carriera degli Iron Maiden, con il passaggio successivo a fasi più mature, ma meno “fresche”. Comunque la vogliate pensare circa le qualità dei due cantanti negli anni in cui i fatti accadevano, è fuor di dubbio che gli Iron Maiden non avrebbero potuto affrontare la loro storia da The Number of the Beast in poi senza l’avvicendamento di cui sopra e forse sarebbero rimasti solo -se così si può dire- una delle migliori band delle fasi iniziali degli anni 80, per poi sciogliersi o, più probabilmente, proseguire come tante nel giro dei locali minori dopo essersi riformate. La storia del metal, del resto, è sempre più zeppa di questi esempi, ma nel caso degli Iron una gestione manageriale del gruppo, scelte sempre azzeccate per quanto spesso dolorose, ma soprattutto la capacità di scrivere una serie di album epocali ai quali anche Killers può appartenere senza sfigurare, hanno fatto la differenza. E che differenza.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
86.86 su 334 voti [ VOTA]
Lizard
Giovedì 16 Novembre 2017, 20.26.45
544
Jaw: non ho ancora capito se la tua presenza sul sito debba essere ricondotta ad una sincera partecipazione o ad una volontà diciamo burlonesca. Nel prima caso, l'abuso di turpiloquio non dà forza alle tue argomentazioni, per cui ti chiederei di limitarlo in maniera sostanziale. Grazie.
jaw
Giovedì 16 Novembre 2017, 19.11.31
543
Comunque sugli Iron la diatriba e' annosa ( e nel frattempo uno che viene a criticare gli Iron su una web metal e' un rotto nel culo) . Primo perche' il cambio del cantante e' decisivo e per me Paul e' superiore per personalita' , non per tecnica, infatti tecnica e tecnocrazia di merda creano modelli egemoni a cui la pecora del cazzo si associa, infatti di replicanti ( di merda)di Bruce ce ne sono tanti, non tanti di Paul. Detto questo sino a 7th degli Iron non butto via neanche una singola canzone.
jaw
Martedì 14 Novembre 2017, 22.28.27
542
Se non ti piace il rhash ok, che la musica dei maiden sia piu ricrcata va bene, prova pero a ricordare come si e evoluto il metal in soli due anni, vale per i tasti di oggi piu o meno. Dai sono inarrivabili tutti e due
Stagger Lee
Martedì 14 Novembre 2017, 21.59.48
541
Quoto i commenti di Klostri, Mulo, Silvia & Lisa....quando faccio un giro su questa recensione vedo il voto 85 e penso al 100 di kill 'em all non so se ridere o piangere.
Lady Killer
Venerdì 10 Novembre 2017, 16.39.27
540
Sono d'accordo con te! Album stupendo, musicisti al top! Up The Irons!!! Dimenticavo, grande prova del compianto Clive Burr.
rik bay area thrash
Giovedì 9 Novembre 2017, 23.02.14
539
È incredibile !!! Periodicamente viene (vengono) riprese revirw di album già ampiamente commentati eppure ... si trova sempre il modo di aggiungere e/o confermare opinioni consolidate . Questo significa che un album come killers È storia (vera storia) e patrimonio dell heavy metal (imho).
Silvia
Giovedì 9 Novembre 2017, 20.38.16
538
Benissimo Lisa, sei grande!
lisablack
Giovedì 9 Novembre 2017, 20.08.40
537
Iron Maiden è il migliore della loro intera discografia..voto 150, ti va bene Silvia?
Silvia
Giovedì 9 Novembre 2017, 19.55.33
536
Concordo con voi ragazzi, i primi 3 sono da 100 x novità (Iron Maiden), mescolanza di stili (Killers) e definizione di un genere (The Number of the Beast). Sì è vero anche qui ci sono alcune venature punk secondo me ma x sentirle bisogna considerare proprio la struttura dei pezzi al netto di armonizzazioni e assoli. Comunque l'influenza prog le minimizza mentre le trovo più evidenti nel primo, Iron Maiden, che ha anche atmosfere più cupe forse. Number invece è 100% puro heavy metal. Non mi stanco mai di commentare questa band, hahaha! E ovviamente sono solo mie opinioni
Mulo
Giovedì 9 Novembre 2017, 19.42.26
535
X me i primi 3 dei Maiden sono da 100,sia come qualità che come importanza storica. Però (sempre imho) anche Painkiller se lo merita... Klostri,Killers l'avevo citata tra le mie canzoni preferite eh eh...
Vecchiothrasher
Giovedì 9 Novembre 2017, 19.39.56
534
il mio album preferito... più che heavy metal e molto sul punk questo album . Poi ovviamente gli iron ci hanno regalato con bruce album belli e meno belli!
Silvia
Giovedì 9 Novembre 2017, 19.13.55
533
Si' anche secondo me il voto non e' rappresentativo della grandezza di questo album ma dopotutto e' anche una questione soggettiva e ognuno di noi la vede in modo diverso
klostridiumtetani
Giovedì 9 Novembre 2017, 19.04.56
532
@Mulo, e le triplette e sestine di Steve? E "Wrathchild" , "Another Life" , "Innocent Exile" , "Killers", "Prodigal Son" e "Drifter"? Dove li mettiamo? Tornando sul discorso dei voti , dico solo : 85 a Killers e 100 a Painkiller...? mah... misteri che solo ai "sapienti critici" sono noti.
thrasher
Giovedì 9 Novembre 2017, 17.42.54
531
Questo rimarrà sempre il mio preferito
Silvia
Giovedì 9 Novembre 2017, 17.05.09
530
Certo che no @klostri, io volevo solo dire concisamente quello che penso di Paul Di’Anno, probabilmente la mia voce preferita di sempre. Questo album ha un ruolo speciale x me, sia x i pezzi che x l’interpretazione di tutti i musicisti coinvolti. Splendida l’intesa fra le chitarre, molto personale il basso, dinamica e perfettamente sulla battuta la batteria... Inoltre, la proposta musicale non si può inquadrare esattamente perchè in questo album si svilupparono nuove idee ma su chiare influenze passate. Insomma, un capolavoro immortale che mi dà tuttora le stesse emozioni. In più, a prescindere dalla analisi, che pezzi, ma che pezzi!!! Ovviamente x me
Mulo
Giovedì 9 Novembre 2017, 16.52.48
529
Esatto klostridiumtetani!Vogliamo parlare delle asce o della prestazione eccelsa di Burr?! Le mie preferite sono The Ides of March, Murders in the Rue Morgue, Genghis Khan,Killers e Purgatory.
klostridiumtetani
Giovedì 9 Novembre 2017, 16.43.27
528
Comunque questo album è superlativo non solo perché ci canta Paul. Sembra ci si stia dimenticando della prestazione eccelsa di tutti quanti .
Silvia
Giovedì 9 Novembre 2017, 16.08.18
527
Bravissimo rush, sottoscrivo! Poi anche x me è il “mio” album pur essendo io nata una decina d’anni prima di te . Comunque sì Paul Di’Anno qui esprimeva impulsività e rabbia in un modo molto diretto, a briglia sciolta e dal profondo, x questo resta inimitabile. Si è proprio calato nella parte del killer compulsivo ma tormentato direi! Che poi era il risultato che voleva ottenere a livello di interpretazione e mi pare ci sia riuscito in pieno
rush1981
Giovedì 9 Novembre 2017, 15.52.55
526
Verissimo Silvia.. seppur la tecnica vocale di bruce è tutta di un altro pianeta ..l interpretazione di Paul lascia emozioni allo stato puro e grezzo di quella che è stata una delle voci più impulsive del heavy metal.. questo disco è straordinario.. è il mio disco ..e pensare che in quello stesso anno io nascevo..non fa che avere un infinito valore per me ..come musicista 😉
Silvia
Sabato 4 Novembre 2017, 23.24.33
525
Comunque ragazzi ogni volta sono fiumi di parole e si perde poi il messaggio fondamentale... Nel mio caso voglio dire in due parole (che non ci riesco mai ) che interpretazione superba quella di Paul su questo album.... aggressività pura e semplice, senza mezzi termini.
lisablack
Lunedì 30 Ottobre 2017, 18.35.24
524
Obscure certo la band doveva andare avanti..sempre e comunque. Anche perché erano giovani e con l'entusiasmo alle stelle, e ci hanno regalato capolavori anche anni dopo. Meglio cosi..gli Iron sono andati avanti come giusto che sia, per la gioia di noi fans.
bootleg
Lunedì 30 Ottobre 2017, 18.20.54
523
Seguendo il suggerimento di Raven dico che nessuna carta costituzionale prevede l uso del web .....E se cacciano degli missili dentro i sever e andate a spalare della merda e" meglio!
ObscureSolstice
Lunedì 30 Ottobre 2017, 18.19.58
522
Ok Raven...non lo riporto nuovamente di là, non me ne sono accorto della lunghezza del testo, pardom. Ecco brava @lisablack...così è un altro punto di vista e modo di rispondere senza tenere gli occhi chiusi...Ti posso dire che sono fatti che succedono ogni giorno in ogni band, come raccontarti che se non vai d'accordo col cantante dove inizialmente era andato tutto perfetto o quasi incidendo anche un disco..dopo è naturale che tipo io se sono il fondatore della band e vedo che il nostro amico vocalist sta iniziando ad avere comportamenti troppo esagerati e non si può andare avanti, allora si prende un altro cantante...è inevitabile se si vuol continuare, non ti pare? A tal proposito anche a prodotto finito dopo lo split, disco inciso e mandato sul mercato...ma poi il pubblico non capisce perchè non ragiona da dietro al palco e degenera perchè lo rivorrebbe nella band. Immedesimati in una band tua, ecco...perchè inventarsi pure che "l'umile" Paul se ne sia andato con le sue gambe è veramente ridicolo...come in ogni band capitano i dissapori ed è difficile non averli, avanti un altro e un calcio nel culo. Che questa storia anche del "suono punk" è uscita pure dalla personalità di Paul DiAnno che si stava influenzando al periodo...più il sentire il padrone di casa Steve Harris che non è vero, fate vobis...il modo di suonare non lo è per niente, troppo articolato e difficile discendente dall'hard rock, la produzione più calda, genuina e sporca soprattutto del primo disco, ma va a paripasso con i mezzi congruenti dell'epoca che si usavano...quindi...nuovo movimento di Heavy Metal...ora al presente i mezzi sono altri e i suoni sono più puliti e curati, se metteste ora la stessa produzione del passato cambiando gli addendi il risultato non cambia, magari con una voce più classica non parrebbe minimamente con una voce che canta di pancia gridando pensando che sia punk se sotto suona diversamente
lisablack
Lunedì 30 Ottobre 2017, 17.09.41
521
Obscure..Di Anno avrà' fatto senz'altro degli errori nella sua carriera, questo è sicuro perché ha perso il "posto" nei Maiden e non è cosa da poco. Sono treni che una volta persi..non passano più. Dico bene? Poi riguardo le antipatie simpatie..su Harris puoi aver ragione. Il mio è solo un discorso strettamente personale, molti personaggi famosi non ho in simpatia. Ciò' non toglie che siano gente perbene e Harris credo che lo sia.
Raven
Lunedì 30 Ottobre 2017, 17.07.40
520
L'invito velato di cui al commento 516, comunque, era a spostare la discussione su DiAnno in quanto tale (e sempre mantenendo toni rispettosi e tranquilli nel quadro dello scambio pacato di idee, possibilmente) nell'articolo sulla bio. Se no qua diventa una infinita e generica diatriba su DIAnno si/DiAnno no che, se ha un senso, lo ha appunto in calce ad uno scritto che riguarda lui.
ObscureSolstice
Lunedì 30 Ottobre 2017, 17.01.49
519
Guarda caso chi doveva rispondere....@Silvia: "una lunghissima discografia indipendentemente dai Maiden"...ooh sii...e tutto sto tempo e non se ne era accorto nessuno ahah!! Appunto ha fatto tour su tour in tutti questi anni da capogiro in tutta europa e nel mondo guarda!! Che bugiarda... Ti inventi di quelle cose veramente...per difendere il violentatore domestico nullafacente ahah. Pure la sua donna lo difenderà "no è bravo, è tenero" e mazzate, poi chissà se lo avrà pure perdonato. Che se le cose più ben fatte sono state l'ultimo disco con gli Architects of Chaoz già sciolti in un solo disco andato caput mandati al diavolo (probabilmente per suoi comportamenti...) per merito suo dove voleva impedirgli di non usare persino il nome della loro band e le apparizioni sempre in tema maideniano con Stratton e Bayley...il resto solo pisguiglie e pinzellacchere: un singolo coi Gogmagog (1985) e un disco di qua e di là omonimi di qualità irrisoria a breve termine che si contano su mezzo palmo di una mano in oltre trent'anni e passa, sono state più le raccolte e le cover!! Ma neanche tu lo conosci Silvia, hai capito o no?? Tu lo conosci di persona?? No! Possibile che ragioni così a bastian contrario negando difendendo a spada tratta....Io inizio a pensare che ti piace così tanto perchè ti ci ritrovi nei panni. Sto leggendo sempre e comunque pareri negativi su Harris, confronti negativi su Dickinson, e Paul DiAnno lo fate passare come un luminario. Perchè non parlate di lui in modo veritiero? Potrebbe essere il più stronzo del pianeta ma se si fosse creato una base musicale da dove ri-partire dopo i Maiden facendo vedere quello che sa fare con questa sua fantomatica personalità da vendere che sarà finita sul fondo di una bottiglia..non si sarebbe potuto dire niente di male, solo ringraziarlo omaggiarlo e basta. Cioè il nulla più cosmico. Ma perchè non parlate di lui? Tutti lo conoscono come artista e come uomo, ti è chiaro? Pubblicamente come artista (1980-1981) è ok, ma come si è fatto conoscere come uomo lasciamo perdere. E' provata e innegabile. Ha mai devoluto qualcosa in beneficienza? Ha mai dato qualcosa per qualcuno oltre che ingannare e provocare i suoi vecchi compagni, ma almeno cambia logo dei Maiden con sfondo rosso? quello è il minimo sindacabile se vuoi iniziare a creare qualcosa di tuo dopo i tuoi venticinque anni di vita da ragazzino, dai. Dopo 40 anni ancora che gira con scritto Paul DiAnno con il logo rosso coi caratteri dei Maiden. Non capisco perchè glielo permettono...Non è riuscito nemmeno a crearsi un'attività da musicista propria e duratura, oltre che non ha saputo nemmeno disegnarsi un logo suo. Ma si può? Nemmeno gli eccessi hanno saputo contribuire a comporre, solo a essere più d'impatto in sede live nel breve periodo coi Maiden. Cioè, grande prova e interpretazione a cantare le canzoni degli altri ma finita lì, per due fottuti anni. Solo due. Se fosse morto la gente lo ricorderebbe come un grandissimo, una stella. Invece a chiedere elemosina per tanto tempo, pure dallo stato come falso invalido in sedia a rotelle. Vuoi che ti dica quanti cantanti dimenticati esistono per uno o due dischi o ep e sono finiti morti o al lastrico uscendo definitivamente dalle scene? Rispettabilissimi. E che voce. Ma non hanno mai fatto questa figura di merda colossale tirando a campare da italiano medio sugli altri...A tutto c'è un limite di dignità. A lavorare! Ah, comunque, anche altri senza nominarli artisti storici hanno avuto problemi di salute rischiando pure la vita senza esporre il problema di un minimo di lamentela...non vorrei che si tirassero fuori i problemi di salute di DiAnno come una scusante per fargli passare anche questo finale drammatico della sua vita per impietosirlo e farlo passare per poverino che tutto gli è dovuto e lasciato passare agli errori e al non fare niente come artista, una vittima del sistema. Sicuramente uno juventino (cit.)...andrò a leggere l'autobiografia @Raven se mi sono perso qualcosa, ma non penso, io non mi invento le storie, questo è quanto. Finisco dicendo che "Killers" è e rimane un grande album come il predecessore soprattutto per la mente e la scrittura in songwriting di Steve Harris, le gesta del fedele compagno Dave Murray, il da poco assoldato Adrian Smith e Clive Burr che si sono ripetuti anche dopo unicamente grazie a loro. Questa è storia...
Silvia
Lunedì 30 Ottobre 2017, 15.10.15
518
@Raven, trovata, puoi anche cancellare questi due post
Silvia
Lunedì 30 Ottobre 2017, 14.53.03
517
@Raven, non l'ho trovata! Pensavo che alla fine non l'aveste recensita.... Sotto quale sezione e'? Ho letto la bella intervista che gli hai fatto ma non ho trovato la recensione al libro...
Raven
Lunedì 30 Ottobre 2017, 14.18.39
516
A titolo di cronaca, esiste una autobiografia di DiAnno, peraltro qui recensita, dove lui stesso spiega molte cose.
Silvia
Lunedì 30 Ottobre 2017, 14.15.35
515
Si puo' dire tutto quello che si vuole su Di'Anno, pero' ha una lunghissima discografia indipendente dai Maiden con tanti gruppi, si puo' leggere anche su un sito come Wikipedia. Che poi non abbia avuto grande successo e' un altro discorso. Capisco che ad alcuni stia molto antipatico al limite dell'insulto e del disprezzo (povero chi giudica una persona senza conoscerla) ma non capisco il senso di riportare notizie false su di lui. Non e' mia intenzione riaprire la solita polemica sterile con le solite persone, pero' ci tenevo a fare questa precisazione che puo' essere facilmente verificata.
ObscureSolstice
Lunedì 30 Ottobre 2017, 13.51.59
514
@ lisablack commento 489....ti rispetto, ma peccato che lui non l'ha dimostrato in seguito...la grande personalità è innegabile (1980-1981), ma c'è chi ce l'ha avuta più di lui e molti, anche stando da soli hanno saputo comporre musica importante e si sono fatti rispettare nel genere. È troppo facile parlare quando stai in una band con la pappa pronta con un genio come Steve Harris che fa tutt. Badate troppo all'approccio di simpatia quando dici che Harris non ti sta molto simpatico, sempre rimasto umile..d'altro canto un Paul Dianno lo è? eppure nessuno lo dice..bisogna valutare le cose importanti, perche' nel momento in cui e' finita questa sua grande personalita' e non ha fatto niente musicalmente parlando dopo l'81..scarne apparizioni a breve termine molto breve, cover band dei Maiden...et similiar. Bisogna valutare non solo quando era da poco maggiorenne, ragazzino agli esordi, ma se pensi fino ad adesso in senso totale la valutazione cambia e si abbassa...Peccato, amo e ho amato i primi due dischi, ma l'innegabile condotta e in futuro da vittima non ha portato a farne parte come un singer da lodare e stimato nel panorama metal a volerlo chiamare magari tra i grandi artisti del rock o metal a partecipare a collaborazioni con lui. Invece niente. Chi ha avuto la stima di chiamarlo fino ad ora? Bisogna riflettere anche su questo...ci sara' un motivo se nessuno l'ha mai voluto tra i piedi
klostridiumtetani
Venerdì 27 Ottobre 2017, 19.45.54
513
Vorrei dire che non capisco il ragionamento secondo il quale "...a questo disco do 85 , perché nei successivi hanno fatto di meglio..." . Se è da 100 , gli si da 100 , e se poi hanno fatto di meglio... gli si da sempre 100 (o un s.v. , se proprio vogliamo). Mi sembra semplice. Generalmente le recensioni si scrivono a disco appena uscito , e nel suo momento storico, altrimenti aspettiamo che tutte le band si ritirino , e facciamo tutte recensioni "postume" , per avere tutta la "gamma" artistica sotto mano... boh...
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 19.12.44
512
Povero @Raven se ha le notifiche attivate, hahaha
Thomas
Venerdì 27 Ottobre 2017, 19.06.00
511
Alla faccia dei commenti...
lisablack
Venerdì 27 Ottobre 2017, 18.12.29
510
D'accordo con te Silvia riguardo Gengis khan, un grande brano per uno degli uomini più crudeli mai esistiti. E poi la copertina..il miglior Eddie, stupenda a dir poco.
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 17.30.49
509
@Mulo sono d'accordo. Splendido anche il Live at Reading festival 1980 anche se è solo audio ed è un bootleg. Non so poi se hai visto l'esibizione alla TV tedesca del Killers tour. Ovviamente non emoziona come un live ma tutti e 5 spaccano alla grande. Il Live After Death x me è sopravvalutato. Pazzesco con Bruce il Live at Hammersmith che mi avevi consigliato e poi come bootleg il Palladium 82 x me.
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 17.21.15
508
@Lisa, non ho dubbi che ti piaccia Gengis Khan perche' secondo me e' un pezzo con delle atmosfere e tempi black (ovviamente ante-litteram e non alla velocita' moderna). Mia traccia preferita Killers, bello fin dall'entrata e bellissima l'interpretazione del testo da killer compulsivo che ha dei momenti di pentimento ma non riesce a fermarsi. Hahaha, delirio! (menomale che i miei non conoscevano l'inglese )
Mulo
Venerdì 27 Ottobre 2017, 17.16.33
507
Il disco in questione è un capolavoro e la band hai tempi era pazzesca con un Di Anno incredibile! Il concerto del Rainbow uscito nel 1981 (ma registrato il 21 Dicembre 1980)è uno dei concerti mogliori che abbia mai visto! Energia da vendere! La band era molto "calda"e coinvolgente (a differenza del live after death,molto più freddo). Grandi veramente.
lisablack
Venerdì 27 Ottobre 2017, 16.58.35
506
Condivido con Sub Zero, Silvia gli Scour mi piacciono, ben venga Anselmo che fa del death!! Tornando in OT qui i brani sono tutti ottimi, preferenza assoluta per Gengis Khan, Innocent exile e Wrathchild.
Sub Zero
Venerdì 27 Ottobre 2017, 14.38.10
505
Condivido il pensiero di @Thrasher. Ci sono album che magari non son capolavori ma che valgono di piu. Per me è cosi con Show no Mercy e Schizophrenia dei Sepultura. Killers è un album che rimane nel cuore per sempre, più di altri grandi capolavori
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 14.01.59
504
@thrasher condivido, è molto aggressivo nel tiro. Voglio anche aggiungere una piccola cosa sull’avvicendamento fra Paul e Bruce. Con Paul non sarebbero mai arrivati a fare metal “a tutto tondo” perche’ secondo lui Killers che era gia’ troppo melodico e non più diretto come il primo
thrasher
Venerdì 27 Ottobre 2017, 13.51.56
503
Powerslave seven ecc sono tutti capolavori... ma questo killers per rimarrà sempre più yeah non so se mi spiego... è pieno di attitudine la voglia di spaccare tutto... come Kill em all dei Metallica non è il più bello ma ha qualcosa di particolare
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 13.24.18
502
Verissimo Lisa, infatti io le legnate me le prendo sempre, hahaha! . Pero' ti ripeto, le emozioni che mi da' la sua voce sono inarrivabili tuttora. Assieme a Phil Anselmo il mio cantante preferito di sempre (a proposito, magari ti piacciono gli Scour di Phil, te lo dico al volo senza voler andare OT). Quindi figurati legnate da tutte le parti ma io li adoro, due voci inconfondibili e due teste calde eccessive ma sincere
lisablack
Venerdì 27 Ottobre 2017, 13.12.04
501
Si certo sono due epoche diverse, la vera anima della band..è difficile dire quale sia, sapevo che era il tuo preferito, l'ho detto proprio a te perché ci sono fans di Bruce che mi potrebbero da' una legnata ahahah
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 12.56.53
500
Lisa non dirlo a me, rimane il mio cantante preferito, anche dopo tutti questi anni lo sai ! Infatti abbiamo scritto la stessa cosa contemporaneamente qui sotto tu un post prima di me . X paragoni intendevo quelli che parlano di quale sia la vera anima della band, ecco in quel senso, io i paragoni non li faccio, sono due epoche diverse. Poi sulle preferenze i paragoni si fanno eccome e vi rompo sempre le scatole sul fatto che adoro Paul e lo difendo sempre, hahaha! Come ho detto era il mio mito da giovanissima
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 12.48.40
499
Hahaha, vero Fabio. Pero' Raven ha dato 99 a Powerslave e solo 85 (sacrilegio! ) a Killers quindi ci sta. Alla fine non importa come sarebbero andate le cose, sono solo supposizioni e di se e ma son pieni i mari, l'importante e' quello che ci rimane da ascoltare, una gemma piu' bella dell'altra con entrambi. Alla fine le preferenze sono soggettive poi. Bruce sara' anche la leggenda ma personalmente Paul mi e' rimasto nel cuore ed e' inimitabile. Si' Bruce azzecca le sue note ma la grinta di Paul non la raggiunge ne' quelle sfumature emozionanti che ci ha regalato lui col suo stile unico. Senza togliere nulla a Bruce, lo dico prima di scatenare il finimondo che quando si fa un appunto a Bruce si salvi chi puo', hahaha
lisablack
Venerdì 27 Ottobre 2017, 12.45.39
498
Silvia..io preferisco Di Anno in tutto anche se ho adorato Bruce, i suoi dischi gli ho consumati, per me Di Anno è migliore. È brutto fare paragoni e non è giusto..ma ogni tanto scappano!
Fabio Rasta
Venerdì 27 Ottobre 2017, 12.30.59
497
in conclusione di recensione, Raven è molto, ma molto meno ottimista sul futuro della Band senza il tanto discusso avvicendamento... adirittura catastrofico oserei dire...
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 12.16.11
496
Fabio capisco cosa intendi, diciamo che Bruce ci sa fare secondo me, chiamiamola come vogliamo . Lo ripeto, i due non sono paragonabili x me, troppo diversi nelle personalita' e nello stile, in tutto, x questo continuo a dire due ere diverse, non necessariamente in contrapposizione, almeno x me fino a Powerslave 5 fantastici album
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 12.10.57
495
Pero' Lisa secondo me Paul neanche da sobrio avrebbe retto i ritmi, lo dice lui stesso, tutti quei meeting, pianificazioni, non fare troppa baldoria non era roba x lui. Lui dice che ha questa specie di allergia x le regole e tutto si puo' dire agli iron Maiden ma non che fossero degli improvvisati. I tour estenuanti poi secondo me se non sei rigoroso non li fai, a prescindere dallo sballo. Ovviamente sono solo supposizioni, ci mancherebbe. Comunque grande artista, alla fine incarna l'anima ribelle davvero anticonformista che si acclamava prima e che oggi viene disprezzata. Il metal e' cambiato, hahaha
Fabio Rasta
Venerdì 27 Ottobre 2017, 12.04.44
494
Certo, ma oltre a tutto quello che dite voi, x il grande pubblico era troppo oltraggioso. BRUCE, oltre che + professionale, + tecnico, + fantasioso, + estroso, era anche decisamente + accattivante? Si dice cosi? In alto si xchè i valori sono indiscussi. Ma non così in alto. Credo io... poi...
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 12.02.54
493
Si' Lisa purtroppo e' cosi'. Invece Steve x me e' un grandissimo mito, mi ha sempre ispirato tantissimo e ancora oggi se penso di incontrarlo credo che non reggerei l'emozione, cadrei a terra come un salame, hahaha! Come dici tu una cosa a pelle, mi incute un immenso rispetto, e non parlo da donna a uomo (fisicamente mi ha sempre lasciato indifferente), ma da persona a persona. Stessa cosa di Kai Hansen e Jesper Strömblad, x dire, queste sono le 3 persone che mi hanno ispirato di piu' musicalmente
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 11.57.45
492
@Lisa, oltretutto all'epoca aveva molto successo personale come frontman oltre che come cantante, cosi' racconta chi ha vissuto quel periodo in Inghilterra
lisablack
Venerdì 27 Ottobre 2017, 11.55.40
491
A me Steve non ha mai ispirato simpatia, parlo così a pelle..ovviamente è un'idea solo mia..mica lo conosco? Per carità' ottimo musicista, nulla da dire. Se di Anno si sballava di meno era sempre al suo posto..l'unica colpa che gli si può fare è questa. Si è bruciato l'occasione della sua vita.
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 11.41.29
490
Si' Lisa ma aveva troppa insofferenza x le regole e gli schemi, un vero ribelle e una vera testa calda (cosi' dice lui), infatti e' finito in gattabuia parecchie volte. E poi una personalita' troppo forte e impulsiva x stare con Steve, credo. Anche Bruce lo e' ma credo che abbia un atteggiamento diverso, piu' meticoloso e professionale. Da quanto raccontano e dice lui stesso poi non era costante e non amava fare i tour in quel modo rigoroso. Non credo alla questione droghe e eccessi perche' anche altri componenti dei Maiden si facevano a pezzi, ma forse erano piu' gestibili. Sul talento e la personalita' ti do ragione
lisablack
Venerdì 27 Ottobre 2017, 11.30.03
489
Io penso che sarebbero arrivati in alto anche con di Anno, secondo me lui si sottovaluta troppo, aveva personalità da vendere.
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 11.29.40
488
@Fabio si' in Purgatory bello il ritornello dove cala il ritmo e rimane la sua voce in evidenza seguita dalle chitarre armonizzate, uno dei passaggi piu' belli. Pero' vabbe', uno dei miei album preferiti di tutti i tempi, forse il piu' importante x me, quindi mi piace praticamente tutto. Come ho scritto prima belli anche i testi che parlano quasi sempre di personaggi tormentati, malefici o innocenti.
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 11.17.49
487
@Fabio, il primo che comprai fu The Number of the Beast, e mi ricordo che rimasi colpita dalla BACK cover, da Bruce che indicava l'abisso, hahaha! Mi colpi' molto piu' del diavolo in copertina (considera che li conoscevo solo grazie alla radio, tipo un brano alla settimana, lol che tempi). A proposito, quell'immagine (l'originale dove tiene la fiaccola in alto) e' anche un anticipo del ruolo di Bruce nel gruppo (come la copertina originale censurata di Maiden Japan lo fu del ruolo di Paul, heeelp! ). Si' hai ragione e voglio sottolineare che Paul pero' considera Bruce il vero cantante dei Maiden. E' anche molto buffo come racconta l'ascolto di The Number of the Beast, dicendo che non avrebbe scommesso un soldo bucato su Bruce invece poi rimase senza parole dal capolavoro che venne fuori (grande Paul, uno sbruffone patentato ma sincero! ). Ok tornando in tema, guarda come canta quella strofa di Killers che citi tu, un'interpretazione superba!
Fabio Rasta
Venerdì 27 Ottobre 2017, 10.48.00
486
Silvia, senza scatenare un Ot, ma in sostanza cosa hai comprato x primo?
Fabio Rasta
Venerdì 27 Ottobre 2017, 10.44.24
485
Sulle ere diverse non ci piove. E PAUL è il primo a riconoscere che con lui non sarebbero arrivati mai così in alto. /// Le mie preferite di Killers: Exile x la rabbia, la title track e il lento per pathos e assoli, Purgatory x il ritornello melodico, Drifter x il contrasto rabbia/dolcezza e lo splendido finale corale. Scream for mercy, he laughs as he's watching you bleed, Killer behind you, my blood lust defies all my needs. Oooh look out, I'm coming for you! Ahahahaha!
Silvia
Venerdì 27 Ottobre 2017, 9.51.18
484
No Fabio x me non è così . X me la folgorazione è stata con TNOTB che passavano alla radio nell’ora metal... Poi sentii Phantom e Remember Tomorrow e fu un’altra folgorazione, hahaha. Poi comprai (piano piano con i soldini risparmiati come hai fatto notare tu) anche gli album e fu la nascita di un mito perchè Paul mi piaceva tanto anche come look (e poi vabbe’ a voi non interessa magari ma era pure un bellissimo ragazzo! ). Ripeto, forse x questo x me si tratta solo di due ere diverse della band, non vedo questa continua contrapposizione e ricerca di capire quali sono i “veri” Maiden. I Maiden hanno avuto due periodi diversi, il secondo li ha catapultati nella storia ma il primo ha gettato le premesse x questo salto, anche grazie a Paul che si distingueva da tutti gli altri cantanti della scena di allora. @Quello che si offende, sì Paul non ha saputo ripetersi nella sua carriera ma queste due perle bastano e avanzano. Sarà che io tendo molto a riascoltare le stesse cose, dando alla musica un valore emozionale oltre che di conoscenza quindi non ne risento più di tanto. Aggiungo anche che dei primi due album non è solo la voce a piacermi ma pure i pezzi, idem i primi 3 con Bruce. Quindi insomma, che band! Ma il ruolo di Paul x me è intramontabile
Fabio Rasta
Venerdì 27 Ottobre 2017, 9.39.33
483
Si. Mentre negli altri dischi, primo compreso, si sentono "i musicisti", qui sono veramente incazzati.
Quello che si offende facilmente
Venerdì 27 Ottobre 2017, 9.32.22
482
Oggettivamente questi dischi son perfetti così e la voce di Di Anno è indiscutibilmente notevole, io preferisco l'era Dickinson ma sarebbe da sordi non ammettere il valore di un album simile. Purtroppo Di Anno non è riuscito ne a conservare ne la voce ne la carriera, rivelandosi una gran testa di minchia, meno male che ha inciso queste perle con gli Iron in ogni caso gli spetta di diritto un posto nella storia del Metal.
Fabio Rasta
Venerdì 27 Ottobre 2017, 9.27.23
481
... dicevo: ho notato, facendo una specie di sondaggio x conto mio fra alcuni amici, che x ciascuno, l'album preferito degli IRON coincide sempre con il primo ascoltato dei medesimi. Leggendo commenti qui ho rilevato + o - la stessa cosa. "Interessante...!" direbbe il Sig. Spack. La cosa non vale necessariamente invece x altre Band.Voi cosa ne pensate?
Fabio Rasta
Venerdì 27 Ottobre 2017, 9.21.17
480
2 cose: io preferisco DI'ANNO semplicemente xchè incarna perfettamente quell'anima stradaiola a me tanto cara, esprimeva il degrado e l'asfalto da cui venivamo un po' tutti, andata persa purtroppo con i (peraltro favolosi) "orpelli" di BRUCE. Secondo: Killers è la prima cosa che ho ascoltato degli IRON, vinile comprato a £12500 dopo mesi e mesi di sudati risparmi (confermo: la copertina fu causa della sudata scelta), ed è a tutt'oggi il mio preferito di loro.
Silvia
Giovedì 26 Ottobre 2017, 23.49.46
479
Aggiungo che mi stupisce sempre come questo cambio fra Paul e Bruce, avvenuto ormai 35 anni fa, sia oggi più attuale che mai! Mi stupisce si fa x dire perchè in realtà significa che anche Paul ha lasciato un segno profondo nel gruppo. E non ditemi che parlo da fan (a Metal Shock saranno fischiando le orecchie, hahaha!!!)
Silvia
Giovedì 26 Ottobre 2017, 23.40.01
478
Infatti secondo me sono due epoche distinte, due songwriting diversi e ognuno calza a pennello nel proprio stile (x dire, inorridisco quando sento Sanctuary fatta da Bruce, heeeeeeelp!!!). Sara’ forse che ho conosciuto il gruppo quando bene o male il cambio era avvenuto da poco quindi x me c’erano e ci saranno sempre due cantanti (sorry Blaze ). X dire, nell’ora metal alla radio si trasmetteva spesso Phantom of the Opera anche se erano i tempi di Powerslave. Specifico, senza nulla togliere al contributo di Bruce, alla sua tecnica, alla sua personalità, alla sua professionalità, al suo essere iconico x il gruppo, al suo modo di tenere il palco, etc etc etc etc. Così come x me i chitarristi sono e saranno sempre due, Adrian e Dave. Anche se ufficialmente sono tre, spero che si capisca cosa intendo, che non è, come alcuni provocatoriamente dicono, un modo di vivere nel passato, ma una preferenza mia personale x loro due e x Paul. Infine, grande grande il lavoro del compianto Clive su questo album (scusate, mi ripeto)
GorgoRock
Giovedì 26 Ottobre 2017, 22.49.39
477
In dischi come Iron Maiden e Killers Di Anno tutta la vita...poi per l'evoluzione che hanno avuto, Bruce è stato determinante ed è la voce in assoluto dei Maiden.
Silvia
Giovedì 26 Ottobre 2017, 21.51.49
476
@thrasher, a me!!!! Paul Di'Anno è probabilmente il mio cantante preferito! Non è questione di paragoni, anche Bruce mi piace molto, e anzi, ho conosciuto i Maiden con Bruce ma ben poche voci mi emozionano come Paul. Emozioni incredibili ancora dopo tutti questi decenni... Voce leggermente distorta e graffiante ma calda, uno stile puramente istintivo che in questo album x me esprime al massimo tutta la rabbia e insofferenza della sua personalità ma sempre con quelle splendide sfumature calde. Caratteristiche inimitabili x chiunque (non parlo di raggiungere le sue note ma di renderle in quel modo). Concordo con @klostri (un'altra grande descrizione ) anche se io le influenze punk le sento ancora (Purgatory?) e con @rik su Prodigal Son. @rik è vero, in questo album ci sono diversi momenti atipici e infatti secondo me ci sono tutte le influenze di Steve qui ma mescolate in un risultato sorprendente. Comunque al #455 ho già espresso cosa penso di questo splendido album, x me uno dei più belli di sempre. @jek chissà che splendida esperienza. A questo proposito, i live di questi periodo che si vedono sul tubo sono incredibili. C'è un live alla TV tedesca in cui tutta la band è strepitosa a dir poco
klostridiumtetani
Giovedì 26 Ottobre 2017, 21.01.45
475
@jek , #471 , intendevo dire sottovalutato da parte della critica , che non fu molto magnanima nei suoi confronti. Nel giro dei "metallari" era sicuramente un must!. Ma io faccio sempre distinzione tra appassionati e "critici" (il cui nome dice tutto) .
jek
Giovedì 26 Ottobre 2017, 20.44.30
474
@thrasher io, anche e come dici tu Bruce è la voce degli Iron e a livello tecnico non c'è paragone.
thrasher
Giovedì 26 Ottobre 2017, 20.31.15
473
A chi piace più di anno come cantante? Bruce è la voce degli Iron ma io ho sempre preferito Paul... chi la pensa come me?
tino
Giovedì 26 Ottobre 2017, 20.25.25
472
La copertina forse più rappresentativa dell'heavy metal? Togli tranquillamente il forse
jek
Giovedì 26 Ottobre 2017, 20.20.46
471
@klostridiumtetani non so, può darsi ma ai tempi per come li ho vissuti io questo disco non è stato ne sottovalutato ne poco considerato. Nel giro dei metallari che frequentavo nessuno non poteva non avere una copia di questo disco. Poi come ho già detto per me rappresenta il battesimo del metal dal momento che li vidi al Vigorelli la musica non fu più la stessa.
rik bay area thrash
Giovedì 26 Ottobre 2017, 20.14.24
470
Scusate il doppio post se potete, cancellatene uno .... scusate ancora, sigh
rik bay area thrash
Giovedì 26 Ottobre 2017, 18.50.30
469
AD 1981 un'altro tassello importante si va ad aggiungersi. Già il titolo dice tutto e in più la cover dell'album che è entrata di diritto nel gotha delle più rappresentative della n.w.o.b.h.m. e forse anche dell' heavy metal . Album 'storico' a livello di song ( come dice @Klostri) e un passo avanti nell' evoluzione sonora dei maiden. Erano veramente 'avanti' rispetto alla concorrenza e lo dimostra anche una song come prodigal son struggente nel suo incedere e un po fuori schema nel contesto dell'album (non è inteso in modo negativo). Ancora oggi si ascolta con l' entusiasmo della prima volta. Cosa non da poco . (Imho)
rik bay area thrash
Giovedì 26 Ottobre 2017, 18.49.07
468
AD 1981 un'altro tassello importante si va ad aggiungersi. Già il titolo dice tutto e in più la cover dell'album che è entrata di diritto nel gotha delle più rappresentative della n.w.o.b.h.m. e forse anche dell' heavy metal . Album 'storico' a livello di song ( come dice @Klostri) e un passo avanti nell' evoluzione sonora dei maiden. Erano veramente 'avanti' rispetto alla concorrenza e lo dimostra anche una song come prodigal son struggente nel suo incedere e un po fuori schema nel contesto dell'album (non è inteso in modo negativo). Ancora oggi si ascolta con l' entusiasmo della prima volta. Cosa non da poco . (Imho)
klostridiumtetani
Giovedì 26 Ottobre 2017, 18.02.00
467
Effettivamente anche questo è un disco molto sottovalutato e preso poco in considerazione (all' epoca) , credo più che altro perché erano davvero troppo avanti . Se il primo è stato un album "diretto" e di "pancia" (per quanto di "pancia" si possano definire canzoni come "Phantom..." , o "Charlotte...") , in cui l' elemento "punk" la faceva da padrone , qui troviamo un songwriting molto più curato e attento a quello che sarà la futura evoluzione del loro sound. L' entrata di Adrian ha sicuramente sortito l' effetto voluto ; è qui che il connubio Murray / Smith inizia già a fare scuola fin dall' inizio, e si inserisce perfettamente nella volontà e nelle grazie di Mr. Harris. In ogni caso riesce a mantenere e forse a superare l' aggressività e il senso di immediatezza del primo, solo con più "raffinatezza" , e lo stesso Paul da la sua miglior prova di sempre, come non è più riuscito a fare nella sua vita. Comunque basta dare un ' occhiata ai titoli delle song presenti . Ce n' è una che terreste fuori da una loro esibizione live? Per me No! Una più bella dell' altra. Dimostrazione di grande forza , di crescita , ed evoluzione. Per non parlare della copertina che è sicuramente una delle migliori , e senza ombra di dubbio la più rappresentativa (insieme forse a quella di "The Number...") dei Maiden .
thrasher
Venerdì 20 Ottobre 2017, 23.08.53
466
E questo album è uno dei miei preferiti di sempre... potente veramente
thrasher
Venerdì 20 Ottobre 2017, 23.07.14
465
Farò Storcere Il naso A Più Di qualcuno Ma Ho Sempre Preferito La Voce Di Anno che Di Bruce...
rush1981
Domenica 10 Settembre 2017, 17.17.26
464
Il miglior disco degli iron maiden...! Piece of mind e the number of the beast a seguire... voto 99
Mulo
Domenica 23 Luglio 2017, 20.48.06
463
Fottuto capolavoro! Disco molto potente x l'epoca,qua Burr offre la sua migliore prestazione (sentite Genghis Khan),ma tutta la band gira al massimo. I primi 3 dei Maiden sono imprescindibili (e impressionanti).100/100
Stagger Lee
Sabato 22 Luglio 2017, 15.10.36
462
Silvia quel che dici su DiAnno è vero. I primi due album avevano quasi "bisogno" di una voce come la sua.
Silvia
Sabato 22 Luglio 2017, 14.56.56
461
È vero ciò che dici su Paul Di'Anno, unico! Ho già detto mille volte quanto amo la sua voce e neanche a me importa se non è "tecnico". Anzi meglio! Bello sentire quei toni graffianti, spigolosi ma caldi nel vero spirito ribelle, x la serie prendi il microfono e sfoga la tua rabbia! Questa è l'attitudine che preferisco, istinto puro e quindi voce unica non omologata dalle lezioni dei vocal coaches.
Philosopher3185
Sabato 22 Luglio 2017, 12.31.06
460
Forse l'unica pecca di questo album,è quella di essere meno "spontaneo" e piu' elaborato rispetto all'esordio,ma nel complesso è un altro autentico capolavoro.Di anno è in forma eccezionale e la sua voce da quel tocco in piu' alle composizioni!non sara' tecnico ma in quanto a carisma e cuore,è come Bon scott,piu' unico che raro! uno che crede in cio' in cui canta(cosa non scontata);che dire poi dei brani?i riff di Killers,wrathchild,purgatory faranno da scuola a molti chitarristi negli anni a venire,genghis khan lascia intimoriti dalla sua ferocia e dalla sua velocita' un autentica mazzata in pieno viso!prodigal son contiene uno degli assoli piu' belli che abbia mai sentito in vita mia.
Silvia
Martedì 30 Maggio 2017, 11.09.19
459
Haha, dovete preservarlo! . Io invece ho scoperto, riprendendo in mano il vinile l'altro giorno - i pezzi ormai li ascolto in mp3 o sul tubo - di aver fatto un disegno di Steve Harris a matita nella copertina interna bianca (su Killers non c'erano i testi) nel lontano 1987 e mi sono stupita di come non sia svanito in tutti questi anni ma soprattutto di come io abbia osato "pasticciare" l'album hahaha ! Comunque la copertina x l'epoca era bella tosta perche' il riferimento alla Thatcher con Eddie trionfante e' piu' che palese
tpr
Martedì 30 Maggio 2017, 2.50.14
458
A proposito di copertine , appena uscito il vinile il volto è stato immediatamente riprodotto da una cara amica a tutta parete nella cantina dove ci bombardavamo di decibel. Oggi , qualche annetto dopo , nella semi-oscurità di quei vecchi e impolverati locali, seminascosto da una scaffalatura, il suo sguardo è ancora più inquietante.
Silvia
Giovedì 4 Maggio 2017, 10.27.58
457
@Lisa, concordo, x me è difficile scegliere fra i due quale sia il migliore. Trovo anche molto bello che i giovanissimi stiano apprezzando questi due album che magari x noi hanno anche un "valore affettivo" (almeno x me assieme a The Number of the Beast che è il primo che ho scoperto della band). Sto notando anche una grande rivalutazione di Paul e Clive, Clive (RIP grandissimo) che negli anni passati non se lo filava nessuno! Poi a me piacciono molto anche i testi, quasi tutti vertono su personaggi malefici ma tormentati. Sì è una bella copertina anche se Eddie non mi è mai stato troppo simpatico 😅! Avevo una maglia di Somewhere e una felpa di Live after Death le cui stampe andarono totalmente scrostate, e che furono oggetto di continui contrasti con i miei perchè secondo loro non mi stavano bene! Fortuna che del contenuto non glien'è mai importato nulla e capivano che le indossavo x supportare il gruppo 👍🏻
lisablack
Giovedì 4 Maggio 2017, 4.15.45
456
C'è poco da dire..questo disco e il debutto sono classici, due vere perle. Il 100 ci sta tutto, per entrambi. E poi la copertina..per me la migliore con Eddie, sarà che ho sempre la t shirt scolorita che non potrei mai gettare via.
Silvia
Giovedì 4 Maggio 2017, 2.35.23
455
110 e lode con menzione e se ci fosse anche di più! Un album che (come il primo Iron Maiden, altrettanto favoloso) mi piace perchè lo ascolto da decenni, lo conosco nota x nota ma non mi stanca mai, mi sembra sempre fresco e con un tiro che non si smorza mai. Insomma un mito! L'unico pezzo che salto è Drifter e a volte Another Life, x il resto mi piace tutto ma proprio tutto, Killers (inizio fantastico) è la mia preferita seguita da Wrathchild, Prodigal Son, Murders in the Rue Morgue, The Ides of March...Incredibile che un album così vario sia stato scritto quasi interamente da una sola (geniale) persona (mitico Steve ) perchè io ci sento tante influenze diverse, incluso quel punk che lui nega di apprezzare. C'è anche quello che io considero il primo tempo black metal ante-litteram in Genghis Khan e poi mi piace troppo quando si "spezza il ritmo" in Purgatory. La voce strepitosa, calda ma grezza al tempo stesso, e naturalmente non perdo occasione x dire che Paul era il mio mito da ragazzina 😉.... Bellissima anche la produzione, il drumming e il suono delle chitarre, insomma x me uno dei dischi più belli mai usciti...
tpr
Venerdì 13 Gennaio 2017, 21.17.24
454
ogni volta che lo ascolto è un rito. avvicinarsi al vinile con quello sguardo che ti fissa minaccioso e sadico è una sfida che prelude alla devastante tempesta di metal che ti trapassa come un'onda atomica il corpo. spettacolo puro. Di Anno stratosferico.
vincent
Mercoledì 11 Gennaio 2017, 23.25.31
453
sono un grandissimo fan dei maiden ma non ho mai considerato killers un capolavoro sicuramente un buon disco , prodigal son innocent exile drifter e another life non le ho mai apprezzate e capite e poi manca la voce di bruce...
Tommaso calvino
Domenica 4 Dicembre 2016, 8.35.55
452
Bellissimo. Eccezionale. Voto 100
Steelminded
Giovedì 17 Novembre 2016, 8.47.40
451
Ah come suonavano i maiden....
Raven
Venerdì 7 Ottobre 2016, 21.55.12
450
Potrei dire lo stesso, ma sarebbe inutile.
LexLutor
Venerdì 7 Ottobre 2016, 21.51.59
449
Il bello dell'opinione sconfinante nella dialettica è il rimanere sulle proprie posizioni con la consapevolezza del quando ci si deve tirare indietro per evitare la caciara della prevalenza dell'una visione rispetto l'altra. Ti lascio alle tue (invero un po sterili) analitiche "contestualizzazioni".
Raven
Venerdì 7 Ottobre 2016, 8.09.00
448
Confondi l'appassionato fan sfegatato con il critico. Nel privato lo sono anch'io (è stato il secondo vinile metal che acquistai), ma per fare critica bisogna astrarsi da questi ragionamenti.
LexLutor
Giovedì 6 Ottobre 2016, 23.17.10
447
Mi dispiace raven. Non sono d'accordo. Attenzione : non ho detto che hai sbagliato valutazione. È la tua, pertanto la rispetto a prescindere. Ma non la condivido. Killers è avulso da qualsivoglia contestualizzazione. Killers è il solco profondo di una scelta stilistica che ancora fa proseliti. Killers mette i brividi solo a parlarne. Figurati a giudicarlo. Ed è uno di quei pochi casi in cui il "cieco" culto è guidato dalla luce di una potenza intergenerazionale che ispira e incute profondo stupore. Mi fa specie che tu non avverta la sua forza. Che per mea rimane assolutamente, dogmaticamente indiscutibile.
Raven
Martedì 4 Ottobre 2016, 14.08.58
446
Strano, ne hai usate quasi 40. Non si può dare 100 a tutto se si vuole contestualizzare una discografia in continuo crescendo per almeno 7 album.
LexLutor
Martedì 4 Ottobre 2016, 14.05.55
445
100. perchè è un tuono musicale che ha fatto irruzione in tre generazioni di metallari. Potente, cafone, a tratti brutale. Ma suonato da 5 Dei. Ma di che stiamo paralndo??!! Da adorare per sempre. 85? ahahahah! Non ho parole.
Staffan
Martedì 23 Agosto 2016, 10.31.12
444
Insieme a The number of the beast lo ritengo il loro disco più bello. Grandissimo Paul Di Anno.
il Marchese Del Grillo
Giovedì 4 Agosto 2016, 22.14.02
443
Sono particolarmente legato a questo album. Non conoscevo nulla dei Maiden e un pomeriggio, quando ero un ragazzetto, entrai con un amico in una Standa lungo la circonvallazione di Milano, e ricordo che in un grosso cesto di vimini avevano decine di musicassette in offerta di qualsiasi genere musicale. Rovistando nel cesto trovammo "Iron Maiden" e "Killers". Io portai via Killers solo perchè mi piaceva la copertina e il mio amico si impossessò di Iron Maiden. Completammo il raid con due tavolette di cioccolata. Poi ci scambiammo le cassette. Restai subito folgorato da quei suoni assolutamente nuovi per me. A distanza di decenni lo riascolto ancora, ora in CD e le emozioni si rincorrono. Su tutti i brani amo Murders in the Rue Morgue, Purgatory e Killers. Mi accompagnano da una vita.
hermann 60
Venerdì 10 Giugno 2016, 18.37.40
442
Potentissimo che nostalgia Paul di Anno e Clive Burr...
klostridiumtetani
Venerdì 13 Maggio 2016, 20.36.24
441
@Raven, ma dai! Qui sono tutti masochisti, e tutti fanno sempre finta di non capire. Tu lo sai meglio di me Io mi adeguo
Raven
Venerdì 13 Maggio 2016, 19.42.39
440
Si Peppe, compresi alcuni che, evidentemente masochisti, continuano a cadere nello scherzo pur avendo capito tutto.
klostridiumtetani
Venerdì 13 Maggio 2016, 19.32.41
439
@peppe, qui è tutto uno scherzo e nulla di serio... se non l'hai capito lo capirai
peppe
Giovedì 25 Febbraio 2016, 15.37.19
438
..compreso anche l 85 per live after death.
peppe
Giovedì 25 Febbraio 2016, 15.34.28
437
somewhere in time 86, killers 85: a me, sembra uno scherzo.
TPR
Mercoledì 17 Febbraio 2016, 0.03.30
436
............ mancava solo la legalizzazione del plagio.
Arrraya
Martedì 16 Febbraio 2016, 21.56.26
435
Boh. A me sembra piuttosto evidente che quello fosse un pezzo di Harris che poi ha ripreso per "killers", del resto i primi due album sono il frutto della fine degli anni 70 del gruppo londinese,e si parla di un lustro buono dove son nate la maggior parte dei pezzi dei loro fantastici (e ineguagliati) primi album, quindi è molto più probabile che fosse il drummer dei Samson (a proposito, avete notato il logo della band nell'album in questione?) ad aver trafugato il pezzo da qualche demo. Come già fatto notare, era consuetudine per gli artisti degli anni '60/70 coverizzarsi a vicenda e i nomi e i titoli si sprecano. Vorrei fare un esempio di una band fin troppo dimenticata ma assolutamente seminale come gli MC5. Gli standard del Blues venivano ripresi e manipolati, rigirati, personalizzati. Altra band come i Blue Cheer coverizzavano alla grande. Insomma credo che fosse la consuetudine in un periodo cosi fervente. Altra cosa è il plagio dell' ultimo album con un pezzo di cui ormai non mi ricordo nemmeno il titolo, ripreso di sana pianta dagli Huriah Heep, ma li credo che la colpa sia solo di Gers, che non credo sia mai entrato dentro il mood Maideniano.
Raven
Lunedì 15 Febbraio 2016, 8.54.24
434
#430: bene, ora sei contento? Spero di si, adesso puoi vantarti con gli amichetti.
Er Trucido
Domenica 14 Febbraio 2016, 22.23.38
433
@tpr: se i Led Zeppelin hanno plagiato o no non è certo un recensore a dirlo, ma le cause o meno intentate (mi risulta ce ne sia una in corso) il recensore può notare o meno ma può sempre sfuggire. la cosa che si può dire e che si è sempre saputa (motivo per il quale la stampa all'inizio della loro carriera li vide in maniera negativa) è che hanno saccheggiato il sottobosco del rock/blues americano in maniera più o meno lecita per quegli anni. Diciamo che all'epoca era più tollerato. Io personalmente ho recensito led IV ponendo anche l'accento su quelle cose note e appurate in maniera ufficiale e ti invito a leggere la recensione per dimostrarti che in quel caso non ci sono problemi a dire determinate cose.
tpr
Domenica 14 Febbraio 2016, 21.48.40
432
emerge ancora purtroppo che si sfugge al tema attraverso una ennesima generalizzazione. I LED ZEPPELIN HANNO Plagiato o no? Lo possiamo sapere ? Lo possiamo vedere scritto da un recensore ? Ci può essere un suo dignitoso commento conseguente? Se ritenete opportuno farlo , con la solita ampiezza e acutezza che contraddistingue i commenti più impegnati , ditemi dove lo dovrò leggere per non essere O.T.
mario
Domenica 14 Febbraio 2016, 21.17.17
431
Sarebbe una bella idea fare un articolo sui plagi, semiplagi e scopiazzamenti vari nella storia del rock e metal, gli esempi stessi che ho fatto io non è che ci vadano lisci, non alcuni es. come quelli citati al #418, perchè possono presi ad es. come scopiazzatori che in quanto a crediti....ma poi a loro volta in seguito scopiazzati.Prendiamo ad es. Hotel California , è semiscopiazzata dai Jethro Tull, e i famosi Deep Purole?. Date un po un occhiata su youtube al video intitolato Deep Purple Plagiarism?(Not even Half as much as Led Zeppelin), ne vedrete delle belle. Potrebbe essere interessante per Metallized fare un articolo sui plagi.Chiuso OT.
klostridiumtetani
Domenica 14 Febbraio 2016, 21.06.59
430
Aspettavo proprio una reprimenda sul "caps lock", per avere conferma del fatto che intervenite solo quando vi pare... o meglio, quando vi "punge il culo" ...
Raven
Domenica 14 Febbraio 2016, 20.20.54
429
No, significa solo che l'argomento deve essere esposto in calce alla giusta recensione/articolo. Un fatto di semplice ordine normale in qualunque sito e forum. Inoltre, la risposta è stata comuqnue data. Quando qualcuno cerca di fare le cose per bene c'è chi si punge. Grande chiusura mentale (senza Caps Lock, altra cosa non opportuna in uno scritto postato in rete).
klostridiumtetani
Domenica 14 Febbraio 2016, 19.46.34
428
Quando qualcuno vi "punge il culo" siete sempre puntuali con la manfrina dell' OT.... GRAAANDEEEEE AAAPEEERTUURAAAA MEEENTAAALEEE.......
tpr
Domenica 14 Febbraio 2016, 19.46.17
427
Va bene , Raven. Capitolo chiuso.
Raven
Domenica 14 Febbraio 2016, 19.42.58
426
E comunqaue, dal Fatatl Portrait al gruppo: "Curiosamente, Jake Holmes si risolse solo nel 2010 (a distanza dunque di ben 41 anni) a far causa alla band per plagio, salvo poi accordarsi con i musicisti al di fuori delle aule di tribunale. Quali siano stati i termini dell’accordo, non è dato saperlo, ma ci piace l’idea di rendere un po’ di giustizia al cantautore, senza il quale, probabilmente, Jimmy Page non ci avrebbe dato uno dei suoi più noti pezzi di bravura."
Raven
Domenica 14 Febbraio 2016, 19.40.34
425
NO, guarda, usare quella espressione qui è (oltre che ot come argomento) assolutamente fuori luogo.
tpr
Domenica 14 Febbraio 2016, 19.39.39
424
Appunto : di un simile argomento, relativo al gruppo continuamente definito il più famoso al mondo , forse , se ne è parlato da qualche parte. Pertanto ritengo che pure Tu sia pefettamente d'accordo sul giogo della moneta....
Raven
Domenica 14 Febbraio 2016, 19.31.15
423
Guarda , non ricordo dove, ma si è parlato anche di quello da qualche parte.
tpr
Domenica 14 Febbraio 2016, 19.29.54
422
complimenti Raven per l'acuta osservazione sulla possibile ambiguità della mia affermazione. Una risposta l'ha data Mario. Ma io non avevo posto la questione in termini maliziosi o maligni. Pensavo a qualcosa che ritengo, lo ammetto un pò presuntuosamente , più profonda, ed è il conformismo che appiattisce tutti i (pur bravi) recensori . Il caso mi è stato offerto dalla questione sul plagio del pezzo simbolo dei Led Zeppelin. NON SE NE VUGLIONO TRARRE LE OVVIE CONCLUSIONI. Si assiste solo a atteggiamenti che lo ignorano, al massimo lo minimizzano quasi giustificandolo, generalizzando la pratica ed affermando che è comune a tanti gruppi. Ecco allora stupito la mia spiegazione , che non è la Bibbia ovviamente , ma è ben ragionata, e cioè che essendo i Led Zeppelin uno dei gruppi Totem anche economicamente definirli dei plagiatori (se tali) POTREBBE FAR SI' CHE CI RIMETTA TUTTO IL MOVIMENTO. Per chi come me legge quanto scritto in questa bellissima fonte di sapere quale trovo essere Metallized, notare certe mezze omertà lascia perplessi.
Raven
Domenica 14 Febbraio 2016, 14.42.53
421
No, scusa tpr, di che moneta parli?
mario
Domenica 14 Febbraio 2016, 14.06.08
420
Killers è una delle perle splendenti della vergine di ferro, a chi non piace pazienza, non può mica piacere tutto a tutti allo stesso modo , fatto sta che piaccia o non piaccio questo disco è storia, ma non storia detto in senso freddo, perchè trasuda passione e trasmette energici impulsi, e voglia di riasdcoltarlo almeno a me e a tanti altri, al pari dei dischi era Bruce fino a Somewere in Time due diversità, stesse emozioni, almeno per quanto riguarda il mio pensiero e opinione personale.
mario
Domenica 14 Febbraio 2016, 13.51.03
419
Per non parlare eei gruppi che amano gli accept, dream theather, judas Priest e appunto Iron maiden, più della metà del metal dovrebbe chiudere bottega.
mario
Domenica 14 Febbraio 2016, 13.47.35
418
A qualcuno, tanto per fare alcuni es. e di nomi, piacciono, kai hansen e i Gamma rey', Michael Jackson, Hotel California, Deep Purple, il power heavy, il blast beat, l'heavy doom?. giaà ma molti che li amano non paagano.. crediti. vero!?
tpr
Domenica 14 Febbraio 2016, 13.09.09
417
E' veramente significativo come certi "presunti" commentatori e sedicenti "recensori" continuino a parlarsi addosso del nulla e volutamente ignorino argomenti decisivi come il plagio e nientemeno degli idolatrati Led Zeppelin. Il giogo della moneta..........
tpr
Domenica 14 Febbraio 2016, 13.03.33
416
E' veramente significativo come certi "presunti" commentatori e sedicenti "recensori" continuino a parlarsi addosso del nulla e volutamente ignorino argomenti decisivi come il palgio, e ninetemeno degli idolatrati Led Zeppelin. Il giogo della moneta......
Rob Fleming
Giovedì 4 Febbraio 2016, 16.25.49
415
@klostridiumtetani: hai letto l'articolo su Classix Metal? Io sì, ma dopo aver scritto il commento. Mi ero limitato a considerazioni anagrafiche di uscita.
tpr
Lunedì 25 Gennaio 2016, 23.35.33
414
................peccato che i led zeppelin paghino crediti per Whole lotta love ad un tal Dixon... forse anche loro non valgono niente.
klostridiumtetani
Lunedì 25 Gennaio 2016, 19.46.44
413
@Rob Fleming, peccato anche che "The Ides Of March" fu scritta da Steve Harris nel '77, quando nei Maiden militava un certo Barry Purkis, ovvero Thunderstick, che poi nel '79 sostituì Clive Burr nei Samson, e diede i co-credits a Harris (e non si sa perché anche a Dickinson) per la release di "Thunderburst" su "Head on"...........vedi tu.......
terzo menati
Lunedì 25 Gennaio 2016, 19.09.30
412
Peccato che il pezzo più bello e' purgatory...peccato non lo sappiano neppure i Maiden
Rob Fleming
Lunedì 25 Gennaio 2016, 18.47.11
411
Bello, ma a mio avviso non può competere con l'esordio. Si apre con The Idle of march che non è altro che un "remake" di Thunderburst presente su Head On dei Samson, il cui cantante all'epoca era Bruce Bruce che poi altri non è che...Tutto torna. Ottime anche Prodigal son (la mia preferita),Wrathchild, Murders in the rue Morgue, Another life (con palesi influssi dei Thin Lizzy), Genghis Khan e Killers. 85
tpr
Sabato 23 Gennaio 2016, 13.06.37
410
una valutazione forte , ma che sento sempre più vera : agli inizi erano gli Iron maiden, poi sono diventati i Dickinson's. da molto tempo continuano a clonare se stessi. per ripartire con forza e dare nuove emozioni ai fan ( come l'ottimo dystopia dei megadeth) dovrebbero fare una cosa sola: cambiare singer. nel bene ha dato l'impronta al metal , ma oggi ne rappresenta l'impossibilità di uscire dallo specchio di se stessi e di dire qualcosa ancora che non sia già trito e ritrito.
Max
Lunedì 11 Gennaio 2016, 16.23.23
409
@Argo Infatti è una mia opinione personalissima, sta di fatto che io ho passato i 50 e quindi i Maiden li ho visti nascere e xrescere! Oggi i primi due album li sento ancora abbastanza spesso, TNOTB raramente e tutto il resto ..nel dimenticatoio.
Argo
Domenica 10 Gennaio 2016, 12.25.42
408
@Max: mi sa che il futuro dopo quel disco non ti ha dato ragione.
LMA
Domenica 10 Gennaio 2016, 11.49.56
407
Chitarre splendide, sopratutto nelle parti soliste, in questo disco si forma il duo che a mio gusto è il migliore del Metal. Disco molto bello, superiore al primo qualitativamente parlando. 85 anche per me.
Max
Giovedì 17 Dicembre 2015, 8.56.20
406
Dopo Killers i Maiden avrebbe dovuto cambiare nomeer me sono finiti li! Opinione personale , ma Dickinson non mi è mai piaciuto così come la "fastidiosa" omnipresenza di Harris e del suo basso.
lisablack
Sabato 10 Ottobre 2015, 19.41.27
405
85??..mah! 100 e basta, questa è storia, leggenda, culto..nient'altro da aggiungere!
tpr
Mercoledì 7 Ottobre 2015, 23.46.08
404
VIVA Di Anno .
Angelo
Domenica 4 Ottobre 2015, 12.36.34
403
io lo preferisco al primo album. Secondo me qui le chitarre hanno molto più corpo.
jek
Domenica 4 Ottobre 2015, 11.41.51
402
@Painkiller effettivamente anche per me vale la tesi delle due band, ricordo che ai tempi per digerire Dickinson ci ho messo un po' non tanto con TNOTB ma con piece of mind ho rimpianto DiAnno ma metabolizzato il passaggio si capisce l'immenso apporto di Bruce agli Iron.
Riot into Fire
Domenica 4 Ottobre 2015, 6.05.54
401
@Sambalzalzal #399: non possiamo basarci sui dati di vendita, perché allora Lady Gaga sta molto, ma molto davanti a Ottorino Respighi o Derek Bailey, per dire due che mi vengono in mente così...
Painkiller
Sabato 3 Ottobre 2015, 22.14.14
400
@jek: questione di punti di vista, per quello per me ci sono gli articoli dedicati ai Maiden. A parte ciò anche io credo che sia un album strepitoso, non c'è una canzone una che non mi piaccia o che abbia perso smalto negli anni. Il drumming di Clive Burr poi è spettacolare. Sono d'accordo poi con chi dice che con l'arrivo di Bruce si parli di altra band. Ascolti i capolavori dell'era Dickinson e pensi che siano il massimo, ascolti Killers, Iron Maiden, le rullate pestone di Burr e la voce calda e rock di Paul e dici "cavoli che band unica". Impossibile scegliere, anzi, perché scegliere quando possiamo sentirle entrambe?
Sambalzalzal
Sabato 3 Ottobre 2015, 21.47.45
399
Steelminded@ badante e accompagno! se non erro ha subito pure un processo per truffa, fosse stato in Italia si sarebbe buttato sull'invalidità permanente andando a gonfiare le file di quelli che si dichiarano ciechi e poi se ne vanno in giro con la vespetta senza meno, la tipologia di personaggio è quella Mah insomma, io non mi riferivo a te e comprendo che Dickinson è senza meno un uomo che a molti può risultare antipatico e mi ci metto anche io però andando a dire come ho letto sotto che è irritante o addirittura sopravvalutato significa negare l'innegabile e cioè che è stato e continua ad essere uno dei punti cardine della storia della musica (ovviamente lascio fuori dalla mia critica persone che hanno cominciato ad ascoltare metal da pochi mesi, quelli sono giustificati) Per come la vedo io i Maiden con DiAnno sono una band completamente diversa da quella che è venuta con l'era Dickinson, ciò che non capisco è una cosa e cioè come p possibile che persone che li reputano finiti con la fuoriuscita di DiAnno poi siano riusciti a seguirli con attenzione per oltre 20 anni. Cazzo ci vuole perseveranza ma soprattutto una voglia grandissima di prendersi a mazzate le palle! la voce è l'anima di un gruppo, se di primo acchitto non piace uno che è pazzo che continua ad ascoltarla!? Ascolto Iron Maiden e Killers e mi fanno impazzire, esce fuori DIAnno e per curiosità ascolto The Number of The Beast, Dickinson mi fa cagare, perfetto volto pagina e finisce la. Così dovrebbe essere, invece nel 2015 ancora salta fuori "eh ma era meglio DiAnno" DiAnno continua ancora a pseudo suonare ma non mi pare abbia grandi riscontri e questa è la prova del nove. Se uno dovesse stare a sentire tutti quelli che dicono che DiAnno era un mostro oggi dovrebbe fare più soldi di Madonna, non mi pare sia così
jek
Sabato 3 Ottobre 2015, 21.22.45
398
Io invece @Painkiller trovo la recensione decisamente bella perché contestualizza il periodo d'uscita e l'importanza che ha avuto nel passaggio alla maturazione del sound dei Maiden. Le canzoni penso che per chi si avvicina non necessitano di grandi presentazione vista la bellezza e immediatezza dei pezzi. L'unico appunto resta il voto che per me non può scendere sotto il 90
Painkiller
Sabato 3 Ottobre 2015, 19.18.12
397
Recensione che proprio non mi piace. Se mi avvicinassi al disco senza averlo mai sentito resterei con un grosso punto di domanda. Si parla sommariamente della storia del disco, lo si confronta in generale col suo predecessore, ma si parla poco delle canzoni, che poi sono la cosa che conta. Non mi aspettavo un track-by-track ma quasi, cosa che gli album di importanza storica meriterebbero secondo me, per spiegare a chi non c'era, a chi non è cresciuto coi Maiden dell'epoca perché, a 33 anni dalla sua creazione questo disco è ancora da considerarsi epocale.
ObscureSolstice
Venerdì 2 Ottobre 2015, 11.36.41
396
@Steelminded: non riesco a trovare un accordo con te in ogni cosa che dici. Non dire che nessuno lo ha affermato perchè non è vero, ho letto commenti allucinanti e stupidi senza argomentazione del canto di Bruce tanto per sparare cazzate e insultare come un dodicenne "a vanvera". il fatto è che certa gente pur di criticare Dickinson negherebbe l'evidenza e direbbero che canta pure male...proprio lui. Dai su, non ho voglia di continuare la crociata senza senso..canta meglio lui, no canta meglio DiAnno. A me piacciono tutti e due, sono due voci opposte, DiAnno mi è piaciuto, si un tempo...poi basta, perchè è durato meno di un coniglio che tromba, cioè pochissimo. Vattelo a vedere ora..fa pietà, come Blaze quasi (e chi l'avrebbe mai detto..che brutta fine) E' sfatto pure fisicamente forse per la stazza (anche se non è così eccessivo manco fosse Jon Oliva)...forse sintomi post dell'eccesso che si sentono negli anni..dove si vede a volte col bastone, o che continua di vittimismo a percepire la pensione di invalidità pur di non lavorare all'italiana, dove per dire un Lemmy l'ho visto una volta nella vita col bastone in una vita lunghissima piena di sacrifici, eccessi e dischi fatti fino a ieri
Steelminded
Giovedì 1 Ottobre 2015, 15.03.38
395
cusate una schiappa
Steelminded
Giovedì 1 Ottobre 2015, 15.03.07
394
Ops, volevo dire una chiappa... sarà co sta storia della bandiera ormai penso sempre a quello...
Steelminded
Giovedì 1 Ottobre 2015, 15.02.30
393
Samba__bellissima la chiosa sulla badante di DiAnno mi hai fatto ridere... Comunque pur preferendo DiAnno come cantante negli Iron Maiden, per quel poco che ha fatto, non è che noi pensiamo che Bruce sia una chiappa. Nessuno l'ha detto.
Mulo
Giovedì 1 Ottobre 2015, 14.33.23
392
X me non sapete leggere,io ho solo detto che preferisco di anno ( per quello che ha fatto con gli iron)bruce nn che bruce è una pippa!
Sambalzalzal
Giovedì 1 Ottobre 2015, 14.01.08
391
Dickinson ed Eric Adams dei Manowar, ma anche DeFeis dei Virgin Steele del passato sono probabilmente le voci meno "imitate" della scena. tradotto significa che corde vocali così ce le hanno in pochi, altro che "a bruce Dickinson gli fanno il culo" ma culo di che? questi ognuno suona un tipo di musica diversa con gruppi diversi non vedo il bisogno di gare. Se poi si vuole andare a parare che il gruppo che ascolta uno è meglio di quello che ascolta un altro allora mi vergognerei. Parlando di Dickinson e facendo paragoni (inutili) con altri, ci sono più cantanti che scimmiottano Halford e Dio che lui ed è fatto certo. Uno che poteva e può giocarsela sullo stesso campo? John Arch dei fates warning. DiAnno aveva un altro timbro vocale, non era meglio o peggio di Dickinson il problema è che non aveva bisogno di suonare con i Maiden aveva bisogno di una badante ed è per questo che è stato segato
galilee
Giovedì 1 Ottobre 2015, 13.52.30
390
Pelù super voce, altro che Di Anno e Dickinson..
Steelminded
Giovedì 1 Ottobre 2015, 13.35.50
389
Si infatti, vale anche per Piero Pelù.
ObscureSolstice
Giovedì 1 Ottobre 2015, 10.29.49
388
grande @renzo mattei, sottoscrivo quello che dici. Chi dice che ci sono tanti cantanti che fanno il culo a Dickinson beh chi lo sa, può anche essere vero, ma se pensiamo ai lavori e canzoni fatte da Bruce e uniamo il tutto capiamo la grandezza a 360° dell'artista...perchè non l'ha fatto Paul dopo?
renzo mattei
Giovedì 1 Ottobre 2015, 9.22.11
387
obscure@ il paragone con dio e halford l’ho fatto io. Qualcuno ha sostenuto che ci sono un mare di cantanti che fanno il culo a dickinson, io ho sostenuto che contemporanei a lui (intendo primi anni 80 e non postumi come ad esempio un tate chiaramente ispirato a dickinson) non ne vedo ombra. Forse solo Dio o Halford lo surclassano nel genere, ma sono comunque paragoni fuori luogo in quanto sono tutti eccellenti e tutti danno uno smalto unico alla musica che li accompagna. Poi ci sono eccellenze fuori dal metal come possono essere Gillan, Coverdale o Perry dei Journey, ma Dickinson E’ il cantante metal per definizione. Di anno comunque era unico e io lo metto sullo stesso piano di Dickinson solo che è durato come uno yogurt, invece bruce è come il parmeggiano reggiano invecchiato che diventa migliore con gli anni.
ObscureSolstice
Giovedì 1 Ottobre 2015, 9.00.53
386
non capisco chi non gli piace la voce di Dickinson, probabilmente non è abituato ad ascoltare tanto sano heavy metal. E' semplicemente la voce di heavy metal classico appunto, come chessò il rock classico dei migliaia di cantanti che esistono oppure come la musica classica per antonomasia con forme classiche, dove DiAnno canta anche lui o prova a cantare così di toni alti, impostati, e ritmi classici, solo che ha una voce meno tecnica e canta più normale dove comunque ha un bel timbro vocale. Precedentemente nei commenti ho letto che inconsciamente qualcuno ha voluto fare un paragone tra Dickinson con Dio e Halford..beh i migliori e fare un paragone coi migliori già questo ci si è dati la risposta da solo. Io non capisco veramente come tu caro Paul DiAnno ti possa essere bruciato così velocemente e ingenuamente ma la tua voglia di far musica non c'è mai stata con costanza, responsabilità e dedizione nel tuo lavoro..non te n'è mai fregato un cazzo diciamola così...perchè la musica non è solo divertimento ma è anche un lavoro se ci tieni, io penso che l'hai usato soltanto come mezzo di svago per guadagnarti qualche soldo per divertirti e fare lo sbarbato quello che eri senza voler responsabilità, legami troppo duraturi, ma ti posso assicurare che eri un grande quando con la tua voce graffiante solcavi i piccoli palchi a presentare la creatura più forte e duratura del metal in tutto il pianeta
brus
Mercoledì 30 Settembre 2015, 13.10.16
385
XRino: in wikipedia sotto musica mainstream tra le altre cose si specifica che ,cito testuale "Essa può comprendere quindi generi musicali che riscuotono un seguito notevole, come la musica pop e derivati, o il rock" Ora,una band che ha venduto tra 50 e 80 milioni di dischi ed ha influenzato miliardi di altre band non credo sia sbagliato definirla mainstream
draKe
Mercoledì 30 Settembre 2015, 10.29.28
384
eh eh, Raven, io un appello l'avevo fatto al comm. N°1000 della rece di "The book of soul", ma è come se non l'avessi scritto...pazienza...per fortuna l'OT imperante avviene raramente! Comunque mi diverto tantissimo a leggere queste infinite discussioni...grazie ragassuoli!!!
Raven
Mercoledì 30 Settembre 2015, 10.10.48
383
Oltre ad evitare di andare OT, vi spiacerebbe conservare sempre toni rispettosi? Grazie.
andy usurper
Mercoledì 30 Settembre 2015, 6.48.25
382
Per me,questi sono i Maiden e questo è il loro album top insieme al primo,Di Anno era I Maiden,adoro Bruce,ma Paul era Paul senza se e senza ma,per me capolavoro assoluto,i primi 2 album sono da 100,quindi per me questo è da 100!Brani immortali che hanno reso immortale La Vergine Di Ferro nei nostri cuori!
BlackSoul
Mercoledì 30 Settembre 2015, 6.39.49
381
Dickinson sarà stato importante e tutto, ma la sua voce la trovo irritante, con quel vibrato e quella tendenza a stonare proprio permanenti. Meglio DiAnno va.
Rino
Martedì 29 Settembre 2015, 23.51.42
380
@Brus: i maiden furono la band che riportò in auge il metal e il rock dopo l'esplosione del punk, su questo hai ragione. ma questo NON significa che lo portarono nelle classifiche e nelle hit parade, nel mondo mainstream, assolutamente no. lo rifecero grande, lo riportarono a livelli di buona popolarità, ma NON mainstream prego.. non ho bisogno di documentarmi tranquillo, ne so già ababstanza senza che me lo dica tu..
metallo
Martedì 29 Settembre 2015, 23.47.43
379
Anche io mi arrendo @Brus, ci rinuncio.Buonanotte a tutti.
brus
Martedì 29 Settembre 2015, 23.45.54
378
Cmq che cazzo di voce aveva in quel periodo Bruce? >Allucinante,bisogna però anche dire che già dal 1983 non era più come prima.
brus
Martedì 29 Settembre 2015, 23.40.04
377
Metallo volevo scrivere anche io la stessa cosa,ma dopo il commento di Mulo su Invasion io mi arrendo
brus
Martedì 29 Settembre 2015, 23.38.48
376
Sei addirittura andato a prendere Invasion la canzone più punk in assoluto dei Maiden,per ciò rimasta "sepolta".
metallo
Martedì 29 Settembre 2015, 23.37.36
375
Per non andare in OT su Killers , invito tutti ad andare su Youtube a mettere:Bruce's Auditions for Iron Maiden1981-Killers.
Mulo
Martedì 29 Settembre 2015, 23.14.37
374
Invasion è stato il prototipo di Invaders.... Quest'ultima è stata rimaneggiata nel testo e nella musica. Comunque la canta molto bene
brus
Martedì 29 Settembre 2015, 23.05.16
373
E dici pure "studiate prima di dire cazzate" ahaha ma questo mi sà che devi farlo tu
brus
Martedì 29 Settembre 2015, 23.03.17
372
"X chi dice che Di Anno non può cantare su TNOTB vorrei ricordare che Invaders c'era già su The soundhouse tapes del '79 con il titolo di Invasion.... Studiate prima di dire cazzate." Ah Mulo ma che cavolo stai dì???? Guarda che sono 2 canzoni diverse è simile solo il titolo AHjaha
Steelminded
Martedì 29 Settembre 2015, 22.24.45
371
Con Richard Harris (rip), prossimamente su questi schermi...
metallo
Martedì 29 Settembre 2015, 22.18.16
370
Ora DiAnno puo' cantare con una sola cosa.Con il suo culo(tanto e' uguale alla sua bocca) canta cosi' bene .......le sue sonore scoregge, le fa a meraviglia.Una Salsicvia bollita a quattro zampe.
Mulo
Martedì 29 Settembre 2015, 22.02.18
369
X chi dice che Di Anno non può cantare su TNOTB vorrei ricordare che Invaders c'era già su The soundhouse tapes del '79 con il titolo di Invasion.... Studiate prima di dire cazzate.
Psychosys
Martedì 29 Settembre 2015, 21.44.15
368
Continuo ad essere d'accordo con @Mulo. Non c'è scritto da nessuna parte che Dickinson è meglio di Di 'Anno. E' un'opinione soggettiva. Range vocale, tonalità ed estensione non contano un cavolo. Quelle sono qualità personali. Ma definireste meno bravo un cantante lirico rispetto ad uno nomale cantante solo perché deve cantare in un certo modo? Conta l'interpretazione. E le interpretazioni vocali di entrambi sono sempre state magnifiche. Poi che uno canti la roba dell'altro sono altri discorsi. Dickinson si è adattato e riesce con sufficienti risultati a cantare qualcosa del precedente. Di Anno potrebbe benissimo cantare su The Number Of The Beast, perché è stato cacciato quando mezzo disco era già pronto, ma i suoi risultati sui successivi gli sarebbero certamente sfavorevoli. Semplicemente non bisogna gettare merda su Di Anno inutilmente, andando a criticare il suo operato con i Maiden e non bisogna mitificare altrettanto inutilmente Dickinson, poiché nonostante le sue indubbie doti canore, non è certo grazie a lui che sono arrivate bordate di fans. Bisogna metterli sullo stesso piano, poi si può preferire l'uno all'altro. Per quanto mi riguarda uno può anche preferire Blaze (e qui è meglio che dica il meno possibile )
tpr
Martedì 29 Settembre 2015, 21.22.13
367
affondo ancora nella notte dei ricordi per riesumare alcune valutazioni che , quali rockettari e proto metallari del tempo, facevamo. a torto o a ragione quando uscirono i primi due vinili , penso anche per le ragioni di suono generate dal tecnico, li chiamavamo dei purple incattiviti e induriti. con la fuoriuscita di di anno nessuno più concepi quel sound come rock. forse sta qui una parte della differenza tra i due singer e ricordo che alcuni abbandonarono l'acquisto dei maiden non essendo stati in grado di evolversi verso il metal .
Steelminded
Martedì 29 Settembre 2015, 18.17.53
366
L'uomo chiamato metallo
metallo
Martedì 29 Settembre 2015, 16.55.40
365
Simo aroogante sarai te.
paolo
Martedì 29 Settembre 2015, 16.52.05
364
Cavolo, dopo 140000000 di commenti per il nuovo dei maiden adesso si ripeterà la stessa storia sotto la recensione di tutti gli arretrati...c'è da aver paura!!!
metallo
Martedì 29 Settembre 2015, 16.51.55
363
Mi concedo dicendo che una voce come quella di Bruce(pur nelle mie preferenza al terzo posto tra i cantanti metal mie preferiti) e' un dono all'umanita',inimitabile, inconfondibile , sublime, DiAnno con i Maiden ha fatto due capolavori, Bruce, con i Maiden ne ha fatti almeno 5 e tutti diversi ma di una bellezza sfavillante, e ancora oggi nonostante gli acciacchi, l'eta' e il tumore, e' capace ancora come artusta completo di donare emozioni a non finire.Grande Bruce.
renzo mattei
Martedì 29 Settembre 2015, 16.50.37
362
Continuare a paragonare dickinson e di anno ha secondo me poco senso, sono due cantanti diversi che hanno dato un taglio diverso alla band, ma sempre con risultati di eccellenza. Che poi Dickinson le prenda da altri cantanti dell’epoca (intendo di quando si è messo in mostra nei primi anni 80, non ora) è un’altra affermazione inutile e comunque tutta da dimostrare. Più scadente di Dio (da cui ha preso molto)? Di Halford? Sicuramente si ma comunque gli album cantati da lui sono così belli proprio grazie alla sua interpretazione. I nomi dell’epoca (nell’heavy metal) che lo surclassano secondo me sono solo quei due, se poi divaghiamo nei sottogeneri ovviamente anche lì ci sono manici più scomodi, ad esempio Steve Perry, ma appunto si divaga. Poi come per le donne il fascino sta nelle differenze e nelle imperfezioni, lui non è mai stato perfetto ma con appeal infinito.
simo
Martedì 29 Settembre 2015, 16.43.28
361
Ancora non avete conosciuto la proverbiale arroganza dell'utente dal Nick"metallo"? Lasciatelo perdere nelle sue fantasiose idee
Mulo
Martedì 29 Settembre 2015, 16.34.47
360
Mi congedo dicendo che il Dickinson solista è migliore del Di Anno solista,nei Maiden si equivalgono ma io preferisco Paul.. Dickinson se paragonato ad altri cantanti come lui le prende da un sacco di nomi... Killers capolavoro ma a mio avviso inferiore al primo e a TNOTB. Saluti.
Raven
Martedì 29 Settembre 2015, 16.31.26
359
Mi pare che si stia andando OT da un pezzo.
Steelminded
Martedì 29 Settembre 2015, 16.26.15
358
Tate dei tempi d'oro è un grandissimo, inarrivabile, dai ragazzi andiamoci piano.
metallo
Martedì 29 Settembre 2015, 16.19.01
357
Sei tu che di musica non capisci nulla, misono scocciatomdi parlare con gente non obiettiva., buona continuazione anche a te.
Mulo
Martedì 29 Settembre 2015, 16.14.39
356
È ufficiale che te di musica non capisci nulla. Buona continuazione, mi sono rotto di parlare con gente non obiettiva.
metallo
Martedì 29 Settembre 2015, 16.11.20
355
E lasciatelo dire che Tate × cantare a livello di Bruce The Numbero of The Beast, Piece of Mind,Powerslave,Seven, e Somewere in Time, deve rinascere non una ma 300 volte, anzi non gli basterebbe tutyo il ciclo completo delle reincarnzioni per esegiurle alla Bruce, Tate ultimamente fa ribrezzo.
Mulo
Martedì 29 Settembre 2015, 16.05.07
354
E lasciatelo dire che Dickinson x cantere a livello di Tate in Rage for order e Operation Mindcrime deve rinascere
Mulo
Martedì 29 Settembre 2015, 16.02.57
353
Kiske è migliore di Dickinson... Vedi che se paragonato a cantanti con voce estesa e potente come la sua risulta inferiore.... Con Di Anno nn sono paragonabili xche'son diversi. Lo capisci? Di Anno non ha avuto l'intelligenza di far fruttare il suo dono ma purtroppo si è perso negli sballii
metallo
Martedì 29 Settembre 2015, 15.57.51
352
DIO e' il mio idolo ma e' morto, Tate andava forte, ma ultimamente e' lui che mi ha fattompisviare sotto dal ridere.
Mulo
Martedì 29 Settembre 2015, 15.52.55
351
Ho già spiegato il xche'si e'ridotto cosi'... Comunque se paragonato a Dio o al Tate dei tempi d'oro è Dickinson che fa ridere...
metallo
Martedì 29 Settembre 2015, 15.48.20
350
Noon ti iiinventare niente, non ho detto che Cipoverdale e' una pippa, ho detto che ora di Anno e' una cofeca, fa ridere i polli, schifezza assoluta.
Mulo
Martedì 29 Settembre 2015, 15.45.35
349
Allora uno come Coverdale secondo il tuo ragionamento è una pippa... Chii non sa cantare aces high o run to the hills è una schiappa.. Interessante...
metallo
Martedì 29 Settembre 2015, 15.42.06
348
Innoltre non sarebbe capace di avere una espressivita sentita ed emotivamente soprprendente che ha dimostrato nrlla sua maturita' sull'ultimo doppio album,Paul farebbe solo ridere, ha una monotonia disgustosa eora la sua voce e' merda vergognosa, non conosce le parole vergogna e dignita',favletteralmente schifo.
metallo
Martedì 29 Settembre 2015, 15.38.26
347
E' un dato di fatto che Dickinson e'vpiu' completo, di Anno non ha fiato a sufficenza, neanche per cantare i supi cavalli di battaglia, ha fatti molisdimi meno live di Bruce, e avrebbe dovuto mantenerla meglio la voce invece fs sol8 ridere ora, unoltre non sarebbe in grado di eseguire dall'inizio la fine un disco come power slave perche' non regge la tessitura vocale di quel disco, ne darebbe capace di fare una Ace Hight, o una Rime o Ancient Mariner o una Run to the Hills, senza che gli venga un infarto, inoltre Bruce anche se di timbrica differente sarebbe in grado di esegiure dignitosamente la maggior parte del repertorio del Periodo Di Dianno, ora di Anno non vake un cazzo, il vero cantante e' Dickinson, e' lui che ha vinto,le stronzate si pagano care, caro Paul, fai ridere come i clown del circo.
Mulo
Martedì 29 Settembre 2015, 15.29.04
346
Dickinson è stato solo più intelligente di Di Anno questo si, di certo non più bravo. Dove sta scritto che ha la voce più potente e con più estensione e'migliore di un altro che ha altre caratteristiche?? Ma come ragionate?? L'errore di Di Anno è stato quello di perdersi negli sballi e non prendere sul serio la sua vita e carriera.
metallo
Martedì 29 Settembre 2015, 15.21.45
345
Ora come ora Di Anno non e' in grado di interpretare un c..o di niente, e' la parodia di se stesso, fa pena, mentre Dickinson nonostante quello che ha passato e' ancora un signor cantante, Bruce e' migliore di Di DiAnno, per estensione vocale, per chiarezza, squillantezza, tecnica, registro, timbrica, vocal rage, e potenza, lo straccia su tutti i fronti.Poul ora e' solo un rotolo de coppa ambulante, senza vergogna, un macchietta da circo.
Mulo
Martedì 29 Settembre 2015, 15.15.21
344
X forza,sono state scritte x il range vocale di Bruce quelle canzoni. Un po' come Rodgers che non è adatto ai Queen... Adesso dite che anche Rosgers è scarso?? Sono cantanti diversi
SOL
Martedì 29 Settembre 2015, 15.12.51
343
Il punto è che Dickinson che canta Paul può mancare di fascino o di amalgama voce/strumenti rispetto alla versione originale di un brano. Paul non ha viceversa la possibilità di cantare tanti brani dell'era Dickinson perché si strozzerebbe dopo 20 secondi.
Mulo
Martedì 29 Settembre 2015, 15.10.40
342
Così come Dickinson non interpreterà mai una "Remember Tomorrow" al livello di Di Anno... Sono troppo diversi e secondo me non c'è per forza uno più bravo dell'altro. Come paragonare Buffon a Messi...
Psychosys
Martedì 29 Settembre 2015, 15.05.44
341
Si è vero, anche negli anni 80 un buon numero di bands ha alleggerito di parecchio il sound per vendere di più. Direi che il DIsco Nero è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.
Galilee
Martedì 29 Settembre 2015, 15.02.02
340
Tornando ai due singer, direi che preferire uno o l'altro non ha importanza. L'importante è essere consci del fatto che un piece of mind o un powerslave Di Anno non sarebbe mai stato in grado di cantarli. E nemmeno un TNOTB. Vorrei vederlo si Run to the hills....
Galilee
Martedì 29 Settembre 2015, 14.57.35
339
x PSYCHOSIS... direi che non è proprio cosi. Alcune si ammorbidirono altre fecero l'opposto. E poi nei primi anni 90 si diffuse nel mondo tutto il metal estremo che prima era solo un fenomeno underground. Quindi direi che se dovessimo fare un paragone per ogni metal band alla metallica che s'inteneriva ce n'erano almeno 20 che esplodevano ed erano più incazzate che mai. Inoltre non tutte le band famose fecero dischi più morbidi. Hai citato No prayer for.. beh di certo era un disco più peso di 7Son of.. Poi potremmo parlare dei Judas, degli Slayer, degli Anthrax, dei Pantera, Machine head etc etc etc..
Mulo
Martedì 29 Settembre 2015, 14.30.53
338
Oddio anche negli anni 80 molte band europee ( nwobm e non) hanno "americanizzato il sound" , vedi ad esempio turbo o the final countdown oppure i dischi dei saxon di metà anni 80... Nei '90 è toccato alle band thrash che si sono lasciate abbagliare delle enormi vendite di "snake" ( comunque anche " Justice " vendette tantissimo)
Psychosys
Martedì 29 Settembre 2015, 14.02.49
337
Diciamo che le metal bands si sono ammorbidite negli 90: Load e Reload, No Prayer For The Dying e Fear Of The Dark, Counown To Extincion Youthanasia Criptic Writings e Risk. Grazie (o per colpa) del Black Album, c'è stata una svolta musicale meno metal rispetto al decennio precedente. Negli anni 80 le metal bands suonavano come tali, senza andare ad ammorbidire il proprio sound e condividevano il panorama musicale con il Glam ed i generi più catchy dell'Hard Rock ed Heavy Metal, senza assimilarli nelle loro sonorità.
Mulo
Martedì 29 Settembre 2015, 13.46.05
336
I Priest vendevano più dei Maiden nei primi anni '80 ( screaming doppio platino in USA), per non parlare di Pyromania (10 milioni in USA) . I Maiden erano la band metal più popolare in Europa e Giappone questo si. Poi se non ho capito male dici che nei primi anni '90 l'hard rock era più easy rispetto agli '80?! Semmai è il contrario,era a fine anni '80 che era più easy con gruppetti come poison o bon jovi a impestare le chart di mezzo mondo... Nei primi anni '90 sono esplosi dischi come Badmotorfinget o Dirt che sono belle mazzate e la scena si induri'rispetto ad anni prima
brus
Martedì 29 Settembre 2015, 13.25.26
335
x Rino,documentati e capirai che si gli IRON furono "scelti" per riportare in auge il rock/hard inglese che stava scemando dopo il "punk",tutti i gruppi da te citati sono arrivati DOPO seguendo appunto la scia nuova che si era creata con gli IRON in testa,l'unica band su cui posso darti ragione erano i LEPPARD ma per loro i "piani" erano un pò diversi,hard rock da radio e videoclip a palla, era una cosa molto "commerciale" e televisiva. Che dal '91 in poi era tornato di moda è verissimo ma non era il METAL bensì il rock/hard più "facile" più "easy listening" e questo successe proprio perchè agli inizi del 90 il rock visse una nuova fiammata grazie al GRUNGE. Il METAL vero è stato negli anni '80 e infatti stava declinando nei primi '90 a meno che le band non si fossero un pò ammorbidite,di fatti vedi tutti gli album delle band METAL degli '80 che dischi fecero negli anni '90,guarda solo i METALLICA che dal thrash puro arrivarono a fare il Black album,guarda No prayer e Fear of tthe dark 2 dischi molto più HARD rock che METAL,guarda gli ANTHRAX e tanti altri che per restare sull'onda dovettero appunto adattare il loro sound
Steelminded
Martedì 29 Settembre 2015, 12.56.32
334
Infatti Rino, perché non mi sembra che si sia in genere messo in dubbio la grandezza di Bruce.
Rino
Martedì 29 Settembre 2015, 12.39.51
333
Ma infatti io non dico che sia un reato preferirgli Di Anno. come ho detto al 264, si può preferire uno o l'altro ed è legittimo, ma TECNICAMENTE bruce credo sia indiscutibile, come voce, come cantante, come frontman, ma questo non significa che Di Anno non sia un grande in ciò che ha fatto. era perfetto per ciò che faceva, perchè non sempre essere l'eccellenza 'tecnica' equivale ad essere il top in un determinato settore. Mi spiego meglio: Tom Araya o James Hetfield non sono certo dei cantanti al livello di un ronnie James Dio, sono degli 'urlatori' (passatemi il termine) che hanno iniziato a cantare più che altro xk nessuno lo faceva, nella loro band (cosa ricorrente nel thrash, dove infatti i cantanti suonano anche uno strumento). Però loro erano perfetti per ciò che facevano, meglio di quanto avrebbe fatto uno stesso RJ Dio alle prese con una Hell Awaits o Whiplash! Così Paul Di Anno era azzeccatissimo per i primi due dischi, pur essendo tecnicamente inferiore a Bruce; uno può preferire Killers o Powerslave, sono questioni di gusto, ma mettere in dubbio la grandezza di Bruce lo trovo fuori luogo (e mi riferisco ad una ristretta minoranza di commenti allucinati, mica a tutti, sia chiaro).
Mulo
Lunedì 28 Settembre 2015, 23.44.20
332
Purtroppo non l'ho mai visto on stage nel 80-81,ho solo il dvd del live rainbow '81... Che dire,un grandissima performance sua e della band. Io ho sempre preferito i Maiden con Paul che quelli con Bruce (che reputo un ottimo cantante sia chiaro)
tpr
Lunedì 28 Settembre 2015, 23.39.21
331
squalificare di anno per cio che ha fatto fuori dai maiden è ridicolo. E' evidente che nessuno dei presenti lo ha visto on stage . Io ho avuto la fortuna : tutti , ripeto tutti , al tempo lo acclamarono , era lui il frontman. Vero solo che non era nel progetto : giubbetto in pelle nera contro leggins a righe.........
Psychosys
Lunedì 28 Settembre 2015, 23.29.58
330
Nessuno dice che Dickinson non sia un ottimo cantante, ma non è mica un reato preferirgli Di Anno.
Rino
Lunedì 28 Settembre 2015, 23.00.32
329
AHAHAHAHAHA quindi iMaiden sarebbero il gruppo 'prescelto' per portare il metal nel maisntream?? AHAHAHAHAHAHAHAHA questa è una delle più colossali CAZZATE che io abbia mai letto, xk allora motley crue, def leppard o quiet riot cosa sarebbero, pop puro?? sto leggendo delle cose ALLUCINANTI, mettere in discussione le doti di Dickinson frontman è assurdo! Ok, forse non scriverà molte canzoni ma la sua immnsità sta nel range vocale e nelle sue interpretazioni, a me sinceramente che le scriva Harris o Dickison frega poco, so solo che PRETENDO un cantante che me le canti in maniera DIVINA come Dickinson fa! Il popolo metal è paradossale, a volte, sempre pronto a infangare di merda e stracciarsi le vesti quando un'icona si sputtana (leggasi metallica o simili) inneggiando alla purezza e alla coerenza ma, al tempo stesso, capace di mettere in dubbio la grandezza di uno dei suoi esponenti migliori in senso ASSOLUTO.. cioè qui stiamo parlando del nulla, discutere Dickinson è come discutere leonardo da vinci... porca vacca... ma possibile che non siamo mai contenti? abbiamo dei miti, delle leggende allucinanti e andiamo a sputare merda e definire i Maiden MAINSTREAM?????
Mulo
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.50.49
328
Guarda che una voce come quella di Di Anno è più appetibile x le masse che una voce "urlata"alla Dickinson... Sul fatto che sarebbe stato comunque cacciato non lo sapremo mai xche'manca la controrova ( ovvero un Paul apposto di testa e senza droghe). Comunque i Maiden fino a powerslave andavano molto forte soprattutto in europa e in giappone,con quel disco sfondarono anche in USA ( prima facevano da supporto ai Priest,Scorpions e company). Ma dall'85/86 in america sfondò il glam di Motley e company e x loro quello era il metal da anteporre al pop,non i maiden.... Il disco che ha portato il metal alle grandi masse è stato il black album... Dal '91 x almeno un paio d'anni il metal fu una grandissima moda
brus
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.41.17
327
Lo avrebbero cacciato in ogni caso perchè "serviva" Bruce per fare il salto di qualità e fare entrare il Metal nelle classifiche internazionali alla pari del POP e della DISCO. Ritirando fuori Freddy Mercury, ci voleva un gruppo metal da "affiancare" nel mondo della musica a band come Queen,Michael Jackson,Simple Minds,U2 ecc perchè Il metal doveva diventare MAINSTREAM, secondo te con DI Anno ci sarebbero riusciti? Si era una bestia e mi piaceva anche ma questi sono discorsi "soggettivi" .
Mulo
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.30.31
326
Brus,guarda che run to the hills ( singoli di maggior successo fino ad allora) era già pronta prima dell'innesto di Dickinson,TNOTB (canzone) era già pronta... I maiden hanno sostituito un fattone con un cantante professionale e basta. Ma l'hai visto Paul che cazzo dì bestia era nel live at rainbow '81?! Questo fosse stato professionale e meno testa matta nn l'avrebbero mai cacciato
Steelminded
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.26.50
325
Poi se mi si fa il paragone con Ozzy, allora lì è un po' più difficile rispondere. Potrei dirvi però che Ozzy, a differenza di Paul, si è fatto un carrierone con i Sabbath e non solo due dischi e due tour. DiAnno è stato troncato prima che il gruppo esplodesse come tale. Poi a me mi sa che Ozzy non è tanto anti-biz come DiAnno -- tv shows docent.
Mulo
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.25.25
324
Di Anno è un tossico alcoolista cazzo pretendi che scriva canzoni?? Normale che Dickinson solista sia meglio di lui
brus
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.25.06
323
Non sono IO a dire che hanno fatto il salto di qualità con Bruce e che Di Anno non sa scrivere ma è la STORIA,sono i FATTI
Steelminded
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.24.26
322
Grazie Mulo. W DIckinson per carità... ma allora Harris Murray e Smith due volte evviva! E poi basta a dare contro DiAnno con argomenti secondo me tirati per i capelli. Non ha fatto nulla perché non è un musicista o compositore e perché è una testamatta. Se fosse rimasto nei Maiden, senza dare di matto ovviamente, nessuno sa dire come la sua carriera si sarebbe evoluta.
Steelminded
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.21.47
321
No caro Brus si parla anche di scrittura e di capacita musicali, o ti sei perso qualche commento... alcuni, tra cui me, ti stanno dicendo che Bruce senza i pezzo di Harris non sarebbe andato da nessuna parte. E un'esagerazione perché avrebbe fatto bene, perché ha talento etc etc. Altri, tra cui te, dicono invece che è Bruce che ha fatto fare il salto di qualità e per sostenere tale tesi portano come argomento il fatto che DiAnno non sappia scrivere e suaonare e che infatti dopo la cacciata dai Maiden non abbia combinato un cavolo da sé... Non è semplicistico come la metti tu...
Mulo
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.21.38
320
Meno male che ci sei tu steelminded che con la tua simpatia rallegri i miei lunedì sera... Comunque dai w dickinson senza di lui i maiden si sarebbeto fottuti la carriera! Scream for me Metallizeeeeed !! Ahaha
brus
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.16.11
319
Infatti non c'entrava proprio un cazzo tirare fuori Bohemian Rhapsody,si sta parlando di VOCE e FRONTMAN non di scrittura
Steelminded
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.14.31
318
Addirittura Freddy Mercury.... miiiiiii che devo leggere... fortuna che ha risposto puntuale Mulo. Pensate a Bohemian Rhapsody e chiudiamola qui dai...
metallo
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.13.47
317
No @Mulo e' per lui difficile da capire che da solo non vale una cicca.Gli e cosi' difficile da capire?.
brus
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.12.57
316
Il paragone con freddy era per il successo mica per le canzoni ,è tutto un altro genere un altro stile e rivolto ad un altra fascia di "mercato" sei tu che hai fatto un paragone del cazzo
metallo
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.11.12
315
Dickinson solista aDianno gli fa scuola e doposcuola, inoltre basta sentire If Eternity, e empire of cloud per capire dove sta la classe e dove no.
Steelminded
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.10.23
314
Mulo, sono di nuovo d'accordo con te (nonostante l'aramaico), però non scomoderei mai il nome di Dio invano... non mi cadere nel tranello di paragonarlo ai comuni mortali eh...
Mulo
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.09.34
313
A Di Anno gli frega(va) solo di sballarsi, la musica x lui era (è) un pretesto x fottersi con le droghe... Difficile da capire eh?!
brus
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.09.06
312
Quoto in pieno metallo Ma poi che cazzo parliamo a fare,questi non sono pensieri o pareri ma è la storia che parla infatti
Mulo
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.07.10
311
Ho letto un paragone con Freddy Mercury... Mercury ha scritto ( oltre ad avere interpretato ovviamente) una canzone del livello di Bohemian rhapsody più altri mille classici dei Queen... L'altro cazzo ha scritto di memorabile ai tempi d'oro? (Anni '80) 2 o 3 canzoni... Grandi intenditori di musica scrivono qua...
metallo
Lunedì 28 Settembre 2015, 22.04.35
310
Se Paul aveva un po di sale in zucca, sarebbe andato avanti, invece non ha combinato niente, non sa scrivere, e non sa suonare, e' quando uno rimane fuori dal gruppo cacciato o meno che sia, a dimostrare al mondo quanto vale.I risultati di paul quali sono?.La risposta la da la impietosa realta'.
Mulo
Lunedì 28 Settembre 2015, 21.51.18
309
Forse scrivo in aramaico bho.. Allora Paul Di Anno ha sempre preferito demolirsi con l'alcool ,la droga e a livello di testa era ingestibile. X questo l'hanno fatto fuori dai Maiden. Avesse avuto il carattere e la professionalità di un Murray,come sarebbero andate le cose?! E non venitemi a parlare di successo xche'li conta molto dalla label e dal management ( mi viengono in mente i Metallica dei primi 2 dischi,erano un fenomeno underground... Iniziarono a farsi conoscere realmente dalla massa nel '86 quando la q prime li piazzo'di supporto a Ozzy nell'ultimate si tour in usa). Comunque si Dickinson ha scritto anche ciofeche tipo " Bring you daughter..." È un buon cantante ma io gli preferisco un Dio o un Halford ( anche un Kiske a dir la verità) . Nel 2016 è lui insieme a Smith il punto forte della band ( anche xche'gli altri sono musicalmente dei morti viventi)
metallo
Lunedì 28 Settembre 2015, 21.45.18
308
La voce di bruce e' inimitabile, in tanti provano ad avvicinarvisi, ma niente, e' un dono di natura, ci si nasce.
Steelminded
Lunedì 28 Settembre 2015, 21.35.42
307
303 e 302...
Steelminded
Lunedì 28 Settembre 2015, 21.34.09
306
Finalmente qualche savio commentatore che guarda in faccia la realtà... Bravi 302 e 303. E poi basta smerdare Paul. Pure per me Bruce è qualitativamente superiore, ma con i pezzi di Harris e co, anche io avrei fatto bene. Poi a dire il vero Paul l'ho visto di recente: spettacolo non molto edificante, visto che era seduto per problemi fisici e beveva e fumava sigarette tra i pezzi e durante, ma vi posso assicurare che la voce ce l'aveva ancora altroché... Peccato si sia un Po demolito da sé... Io avrei sempre voluto sentire qualche altro album con lui perché nei primi due è inarrivabile. Dovevano prenderlo al posto di quello dei wolfsbane (vi giuro ora come ora non ricordo il nome)
yog
Lunedì 28 Settembre 2015, 21.33.43
305
tante discussioni ma mi pare che il vero valore di Di Anno si sia dimostrato fuori dagli iron......cioè ZERO,un cantante mediocre e patetico che cerca di andare avanti riproponendo (in maniera oscena) ciò che nemmeno lui ha scritto......ma lo avete visto e sentito dickinson? oppure bisogna per forza elogiare un bidone senza voce e senza dignità?
brus
Lunedì 28 Settembre 2015, 21.32.27
304
Il timbro vocale di Dickinson è standardizzato certo ma a posteriori dire questo ci credo. E' solo DOPO che sono arrivati mille cantanti con quel tipo di voce ,certo c'era Gillan,Halford e pochissimi altri ai quei tempi. In ogni caso è un fatto "oggettivo" che è grazie alla voce di Bruce che The number ha spaccato non c'è nulla da fare,per entrare nel "mainstream" bisogna essere dei fuori classe non ci sono cazzi. E poi parli di Hetfield ma guarda che aveva un grandissima voce pure lui ai tempi se no anche i Metallica non avrebbero avuto quel successo. E' vero che ci vogliono le canzoni potenti ci mancherebbe ma senza il "grande cantante e frontman" non si arriva a certi livelli. Pensi che i Queen sarebbero arrivati dove sono arrivati senza Mercury? Andiamo....
Psychosys
Lunedì 28 Settembre 2015, 21.23.32
303
Mi dispiace ma concordo con @Mulo. Dickinson è stata certamente una bella new entry, ma non è certo grazie a lui che i Maiden sono passati alla storia. Anzi, ritengo il suo timbro vocale molto stereotipato e standardizzato, non brutto ma certamente non eccelso. Riconosco comunque la sua prova su The Number Of The Beast di grande qualità. I Maiden non avrebbero retto con Paul? I Metallica hanno affrontato tour mondiali da sballati, e non mi sembra che i loro risultati fossero di scarsa qualità. In più, Dickinson ci ha regalato belle canzoni come Revelations e Powerslave, però il meglio in fase di songwriting lo ha dato con il progetto solita, quindi non è stato grazie a lui che sono arrivati i fan. In più non si può sentire che Killers è un disco poco importante: un lavoro che ha stabilito i canoni per tutte le metal bands a seguire. Concordo con @Argo: Killers e The Number sono praticamente gemelli, infatti Paul si sarebbe trovato bene su quel disco. La vera svolta stilistica è arrivata con Piece Of Mind, anche in vista del cambio Burr-McBrian.
Mulo
Lunedì 28 Settembre 2015, 20.14.11
302
Le canzoni di quel disco le ha scritte Harris e senza canzoni di livello non si va da nessuna parte.
galilee
Lunedì 28 Settembre 2015, 20.12.33
301
C'è poco da ridere. TNOTB fece la differenza anche grazie alla super voce di Dickinson, poi i live fecero il resto. È storia...
Mulo
Lunedì 28 Settembre 2015, 19.48.13
300
Invece TNOTB fece il botto grazie alle composizioni di Dickinson vero? Ahaha! Se Di Anno non fosse stato un fattone Dickinson sarebbe rimasto nei Samson e poi sparito! Le hit dei Maiden le ha scritte Harris ( qualcosina anche Smith ). Fatevene una ragione. Il professorino deve solo ringraziarlo Di Anno.
metallo
Lunedì 28 Settembre 2015, 18.57.57
299
@Galilee la penso anche io cosi', troppa differenza caratteriale, e troppa divergenza di vedute, c'era inoltre il fatto che avrebberonda li in poi viaggiato in tutto il mondo, e siccome Paul non aveva nessuna intenzione di mettere la testa a posto,Harris ha dato vita al nuovo progetto, che evidentemente gia' aveva in testa, troppa differenza, e mancanza di affinita',e alla fine tira chebtevritira la corda si spezzo'.Ma ando bene lo stesso, con Bruce incendiarono i palchi di mezzo mondo.Destino.
metallo
Lunedì 28 Settembre 2015, 18.51.38
298
Lessi che arrivo' con Killers al primo posto in quasi tutta Europa, e questo la dice lunga quanto fu importante per il loro sdoganamento oltreconfine questo album, poi gia' l'homdetto in mia opinione fare confronti tra il primo periodo e gli altri interessa poco, per me sia con DiAnno che con Bruce erano una forza della natura, troppo forti.
Galilee
Lunedì 28 Settembre 2015, 18.44.03
297
Da quello che lessi creava un sacco di casini più che il non riuscire a cantare dal vivo. Poi probabilmente non c'era affinità a livello personale, sennò penso se ne sarebbero sbattuti i coglioni ancora per un pò...
metallo
Lunedì 28 Settembre 2015, 18.35.02
296
Vendette meno in casa loro, poi bello bollito non direi, o almeno non so, non c'ero in quel periodo, chi lo vide nei concerti, che fecero allora, penso solo loro posdono dirlo se era bollito o meno, so che Harris gli faceva continui cazziatoni, ma per quanto riguarda le prove pre concerti per via dell'uso sregolatipo e stupido delle sostanze che si soarava dentro e dell'alcol, ma nei concerti veri e propri non so dirti, all'ennesimo energico battibecco con Harris che logicamente temeva che la sua voce per i suoi stravuzi potesse mandare a carte 48 i loro concerti lo avra' rimproverato piu' duramente,ma DiAnno nelle interviste disse sempre di essersene andato di sua volonta',poi come ando' veramento nessuno lo sa penso.
brus
Lunedì 28 Settembre 2015, 18.33.51
295
Siccome Kilers non aveva avuto lo stesso successo dell'esordio bisognava fare per forza il grande salto prendendo Bruce
brus
Lunedì 28 Settembre 2015, 18.32.07
294
XMulo: anche se Di anno avesse rigato dritto ecc sarebbe stato cacciato comunque. 1-Come già scritto da qualcuno Killers non replicò il successo del precedente album,almeno in termini di vendite. 2- I Maiden erano praticamente l'unico gruppo Metal con alle spalle una portaaerei come la EMI che aveva investito moltissimo su questa band e per rilanciare il nuovo rock inglese(NWOBHM appunto) e quindi loro sapevano benissimo che per sfondare alla grande la band avrebbe avuto bisogno di un gran cantante e un grande frontman e lo trovarono in Bruce Dickinson,probabilmente era sott'occhio già dal 1980 e aspettavano solo il momento giusto per cacciare Di anno. 3-Guardate che ai tempi i discografici pensavano si ai soldi ma era anche gente davvero appassionata di musica e se ne intendeva parecchio e sapevano benissimo che avrebbero sfondato con Bruce nei Maiden.
Galilee
Lunedì 28 Settembre 2015, 18.23.48
293
Dalla biografia che lessi, ricordo che in generale il disco vendette molto meno del debutto. Non solo in Uk. Boh, forse ricordo male... Poi Di Anno era già bello bollito..Ahah
metallo
Lunedì 28 Settembre 2015, 18.16.14
292
@Galilee(289).Certo che e' forte il primo,anche per mee'- una bomba , tanto che lo preferisco a a Killers di poco, quello che intendenvo io e' la visibilita' che ebbero fuori i confini lo sdoganamento oltremanica, e' vero che nel Regno Unito arrivo solo" 12*,ma ando' bene fuori, specialmente in Europa raggiunse vendite e posiziono migliori del primo, inoltre ti faccio presente che la bandcon questo lavoro ando percla prima volta oltremanica in tour,in paesi come U.S.A, Canada e Giappone,non solo, non finisce qui mica, l'album acquisto' anche il prestigioso status di "Band Gold Album" in tutto il mondo, poi tutti sanno la storia,e cosa fece DiAnno alla fine del tour, ma questa e' storia nota.
Galilee
Lunedì 28 Settembre 2015, 17.48.58
291
Superiore per tecnica, talento, tenuta del palco , comunicazione e timbro di voce molto più personale.
Mulo
Lunedì 28 Settembre 2015, 17.44.23
290
Bruce superiore a Di Anno? Su che base si afferma ciò?? Sono due cantanti diversi e imparagonabili a mio avviso... Aggiungo anche che se Mr Di Anno rigava dritto senza sballarsi dalla mattina alla sera non so se il signor Dickinson sarebbe passato alla storia....
Galilee
Lunedì 28 Settembre 2015, 17.41.04
289
X Metallo.. Senza killer come sarebbe andata? Beh, è il disco di minor successo della band, credo che sarebbe andata da Dio lo stesso, visto che l'esordio fu una bomba e The number of the beast spaccò tutto. Killer fu un disco interlocutorio e cosi bisogna prenderlo. C'è chi lo considera il loro miglior disco. A me personalmente annoia un pò. Gli preferisco tutto il resto.
Argo
Lunedì 28 Settembre 2015, 17.15.09
288
Killers è magnificamente prodotto, come lo è stato l'album gemello The number of the Beast. Le canzoni di TNOTB me le vedo ben cantate da DiAnno.
ObscureSolstice
Lunedì 28 Settembre 2015, 16.43.39
287
..che poi solo il primo album era stato registrato in quella maniera, già Killers qualche ritocchino di miglioramento gliel'avevano dato..
ObscureSolstice
Lunedì 28 Settembre 2015, 16.29.33
286
@tpr: no purtroppo, non ho potuto avere il piacere di vedere i Maiden dal 1980-81 con DiAnno alla voce, mi sarebbe piaciuto senz'altro. Non dico che non è stato un frontman del tutto rispetto, ma dico per come la penso io che il vero frontman in quegli anni era Steve Harris..anche se zitto zitto.. Cosa contraria ad ora dove il frontman è Bruce Dickinson...se togli lui praticamente i Maiden non esistono più. Quando togli un Paul DiAnno invece non è così: 1)perchè è durato poco e si è bruciato subito, 2) c'è stata la scelta di trovarne un altro, appunto nei Samson hanno trovato un gioiello. Ti faccio anche un esempio di chitarra...tolto un Dennis Stratton e mettendo un Adrian Smith...ora come ora sarebbe mooolto più difficile stare senza un Adrian Smith, è più versatile, in fatto di bravura chitarristica poi sappiamo tutti le potenzialità di Adrian. Per cui...puoi ben capire che anche nel periodo da The Number of the Beast in poi è sempre storia anche se differente. Per il fatto di sound primitivo nel primo periodo in termini musicali posso dirti che è normale, in qualsiasi inizio una band ha sempre un sound più acerbo poco maturo e grezzo. Ma la grandezza dei primi due album bisogna ringraziare Steve Harris per la creazione di tanti capolavori, perchè senza il contenuto in fatto di canzoni, la produzione sporca, viva e di bassa qualità non renderebbe ugualmente.
metallo
Domenica 27 Settembre 2015, 15.07.51
285
Io penso che continuare a fare confronti,tra il primo periodo Maiden e i successivi, sempre a mio modesto modo di vedere sia per certi versi un po forzato, e anche se non proprio inutile, direi quasi sterile, mi spiego, si potrebbe parlare di evoluzioni se il gruppo rimane pressoche' intatto con i stessi componenti, ma dopo la fuoriuscita di Paul, sono entrati due nuovi componenti, Bruce alla voce e Nicko alla batteria, parliamo qui di 2 figure che in un gruppo per me sono una bella fetta percentuale di impatto e influsdo determinante in una band , sono 2 gruppi quasi completamenti diversi.Pur considerando Bruce superiore (e questo e' evidente) rispetto a a DiAnno, e' pur vero che sono di stile di cantato completamente diversi,oltre che di timbri di uso dei registri, di tesditura e di vocal range in generale, troppo diversi, se metti Bruce a fare pezzi adatti a DiAnno gli vengono molto male cosi' se metti a fare pezxi adatti a Bruce a DiAnno, anche li vengono decisamente male, e' come fare confronti tra Brian Johnson o Bon Scott e Gillan o Kiske, a cosa servirebbe il confronto!?.Per me basta dire che sono 2 periodi completamente diversi , ugualmente importanti, il primo importante in egual modo del secondo, si ferma e interrompe con l'uscita di Paul, il secondo importante anch'esso con l'entrata di Bruce, ma senza Killers come sarebbe andata!?,non scordiamoci che e' con questo lavoro che i Maiden acquisirono visibilita' e posizioni importanti in Europa, che poi si allargarono in seguito anche oltreoceano.Ma senza questo disco e il suo successo?.E chi lo sa!
Steelminded
Domenica 27 Settembre 2015, 14.29.37
284
Il dottor Ravenna è autore di circa 1500 recensioni su metallized. Non che condivida spesso il suo pensiero, ma è un mostro do conoscenze
Raven
Domenica 27 Settembre 2015, 13.49.46
283
Fabio78, la spiegazione è molto semplice: all'inizio ero ancora più tirato con i voti e ritenevo che non esistesse un 100 in natura. Poi h deciso di essere più malleabile e ne ho assegnati alcuni. In generale la scala dei voti assegnati agli IM rispecchia la loro progressione e si armonizza con la loro crescita, considerando Powerslave il loro apice.
Sambalzalzalh
Domenica 27 Settembre 2015, 0.02.20
282
DiAnno per questi dischi fu il non plus ultra ma fu Bruce a fare la differenza, sfido chiunque a dire il contrario. Senza di lui i Maiden sarebbero finiti nel giro di altri due dischi come è capitato a gruppi tipo i Samson. Secondo me è un po' inutile mettersi a fare paragoni con i due periodi, senza offendere nessuno premetto.. Con Di Anno la band semplicemente non sarebbe mai potuta arrivare ai picchi raggiunti in seguito, non parlo solo di dischi. Dickinson oggi nonostante gli acciacchi dell'età ancora da la legna a gente che ha la metà dei suoi anni. DiAnno? Velo pietoso.
tpr
Sabato 26 Settembre 2015, 22.55.15
281
sono curioso di sapere se hai avuto occasione di sentirli in quel tempo, lontano in termini di anni e primitivo in termini musicali.
ObscureSolstice
Sabato 26 Settembre 2015, 21.14.21
280
@tpr: pensa chi fu con Paul Mario Day ancora prima
Fabio 78
Sabato 26 Settembre 2015, 21.14.16
279
@raven riguardo al 100 che secondo me può valere killers,non riesco a capire una cosa,tu sei un grande recensore (leggo sempre con attenzione le tue recensioni) sei un esperto di musica dal rock e le sue variazioni,conosci la storia delle band storiche e moderne ma quello che vorrei sapere perche su una webzine metal arrivi a dare 100 su album dei pink floyd che per carità possono anche valerlo e volti altissimi ad altre band mentre ai maiden dove hai recensito gli album migliori ti fermi al 99 o meno (85 a SIT)..eppure sono tra le tue band favorite..ora io sarò anche un fan ma a 40anni un po di metal lo ascoltato pure io e penso che su alcuni album ci dovrebbero essere dei paletti come nel caso di killers che se nel 81 effettivamente poteva essere un buon album metal dopo 35 anni può tranquillamente salire nel olimpo del heavy metal.GRZ per l eventuale risposta.
tpr
Sabato 26 Settembre 2015, 21.05.08
278
ObscureSolstice: concordo , fin dal tempo dei vinili . ma c'e sempre la prima volta e per me con i maiden fu con di anno
ObscureSolstice
Sabato 26 Settembre 2015, 20.51.23
277
bisogna dire che parlando di DiAnno si può parlare più di cose negative che positive, ahimè. E' sfatto fisicamente...non ce la fa a cantare e grida di stomaco essendo che ha una panza come il mappamondo e la sua voce si è "ingigantita" rispetto a quando era sbarbatello per la sua stazza e poi si deve sedere perchè ha tirato troppo di fiato e dopo due strilli non ce la fa più già sudato da far schifo...cercando di aiutarlo a fargli riprendere fiato...si appoggia col bastone, sedendosi sotto la batteria, perchè forse l'ispettore l'inail delle pensioni è in giro e lo sta guardando. @trp: anche i Maiden con Dickinson sono marchiati a fuoco, te lo posso assicurare.
tpr
Sabato 26 Settembre 2015, 20.45.38
276
Painkiller: Penso che , come dici tu, se le composizioni non sono validissime il tecnico del suono non le possa toccare e trasformare in oro. certo è che fu lui (probabilmente) l'artefice del suono Maiden e quindi dell'avvento del metal.
Painkiller
Sabato 26 Settembre 2015, 20.36.24
275
Killers è...si può usare "perfetto"? Lo preferisco di gran lunga, per dirne una, a Powerslave...
Painkiller
Sabato 26 Settembre 2015, 20.35.16
274
@tpr: per me l'unico errore di Martin Birch è stato fear of the dark. Suono davvero moscio. Certo, anche le composizioni non aiutano. Poteva congedarsi meglio dal mondo della musica. Peccato.
tpr
Sabato 26 Settembre 2015, 20.27.59
273
ObscureSolstice: IO ME LO SONO GUSTATO AL PALAZZETTO DELLO SPORT A PADOVA con i Maiden prima maniera : marchiato a fuoco.
Rino
Sabato 26 Settembre 2015, 20.25.34
272
A volte ci penso anche io, non lo nego Addirittura, pensando che in questo 2015 ricorrono i 40 anni della band, avevo osato immaginarmi una canzone 'a due voci' su Book Of Souls, con Di Anno ospite (ovviamente non nello stile dei Maiden recenti, sul quale lo zio Paul non starebbe bene... qualcosa alla '2 Minutes to Midnight' per intenderci)...
ObscureSolstice
Sabato 26 Settembre 2015, 20.09.44
271
a volte fantasticando sogno e mi piacerebbe rivedere DiAnno almeno una volta nella vita salire sul palco durante un concerto dei Maiden, affiancare Bruce Dickinson e abbracciare Steve Harris buttando alle spalle tutte le stronzate del passato, che inizia a cantare almeno una canzone dell'era DiAnno coi Maiden..poi aspetta, mi rivedo i live sul tubo del Paul DiAnno di com'è messo adesso...o quando si è esibito insieme a Blaze poco tempo fa e cambio subito idea...oh no, per l'amor del cielo...era soltanto una libidine di fantasia pensando al Paul DiAnno strafatto del 1980-81
tpr
Sabato 26 Settembre 2015, 19.57.40
270
permettimi , una precisazione ed una chiosa: - io stesso ho indicato che le influenze deep sono "tra" le più evidenti concordando in anticipo sulle tue valutazioni di intravedere altre derivazioni; - aggiungo che a mio avviso e scusa l'insistenza trovo molta più radice ( ed evoluzione ) ad es nel SACRO IDOLO( non trovo termini migliori) "STARGAZER" .
metallo
Sabato 26 Settembre 2015, 19.06.14
269
tpr, si in sostanza diciamo che concordo sulle influenze dei Deep Purple, e completamente daccordo sul discorso produttore, ma furono influenzati anche dall'altro gruppo di quel periodo li, prova anche ad ascoltare ad es. Achilles Last Stand dei Zeppelin, e si capisce un bel po sulle basi e sezioni ritmiche dei Maiden.
tpr
Sabato 26 Settembre 2015, 18.20.50
268
267 perfetto. Insisto sul produttore perché è lo stesso dei deep purple e questo assume almeno due possibili significati: uno - l'humus da cui originano i veri e unici definitori ( non padri) del Metal appare essere una fusion del classic dei deep e in genere il punk; due - le influenze sui Maiden del suono deep (specificatamente di Blackmore) sono tra le più evidenti.
metallo
Sabato 26 Settembre 2015, 18.05.06
267
Ogni gruppo ha i suoi periodi, le sue evoluzioni, nuovi fans che entrano e vecchie guardie di fans che escono, petiodi bui, stagnanti e poco ispirati , e riprese in estremis, ecc. ecc.Personalmente per me Iron Maiden e Killers sono dei capolavori, in quel periodo li nessuno faceva una musica cosi',ne piu' si e ' ripetuta, cosi' come con Bruce e l'ingresso di Nicko , nuove imoostazioni/sperimentazioni sonore altra musica stupenda copiata e stracopiata da una miriade di bands.Up The Irons.
metallo
Sabato 26 Settembre 2015, 17.56.45
266
Tpr@,Pino Scotto dice tutto e il contrario di tutto,i Maiden agli inizi hanno sempre cecato di evolversi speciamente nella forma canzone, caro Scotto mi sa che la musica la ascolti a singhiozzo, seppero uscirne eccome, prendiamo ad es. 2 songs a scopo esemplificativo Fligh of Icarus e Rime of He Ancient Mariner, mi oare non ci sia niente da dire, ebbero anche impatto e influenza sul primo prog metal.
tpr
Sabato 26 Settembre 2015, 17.29.39
265
ricordo un commento che fece pino scotto su machine head: il gruppo raggiunse qui i più alti vertici creativi e di composizione musicale t6rovando uno schema perfetto da cui poi non seppero più uscirne. per me vale più o meno lo stesso con i Maiden dopo Killers: schema perfetto poi ripetuto . vi ricordate chi era il produttore ? ......
Rino
Sabato 26 Settembre 2015, 17.17.06
264
Ma che Bruce sia tecnicamente meglio di Di Anno è un dato di fatto, quello si OGGETTIVO! è la cosa più oggettiva che si possa dire a proposito dei Maiden, poi come dice Raven può piacere o meno, può essere più o meno feroce, espressivo e quello che si vuole, ma dal punto di vista tecnico c'è un abisso! ma ve lo immaginate Paul a cantare Rime Of The Ancient Mariner? Aces High? ma dai, su...
Vitadathrasher
Sabato 26 Settembre 2015, 17.11.53
263
Secondo me c'è una progressione, perchè quando una band tira fuori ottimi album uno dietro l'altro fino a seven son, senza fare passi falsi e quindi senza involversi significa che si evolve. E nel caso dei maiden si passa da una fase più grezza ad una più raffinata. Il soggettivismo sta nel piacere più o meno i singoli lavori. Tutti ottimi. Lo stesso discorso lo farei con i lavori dei metallica fino al black. Poi sul soggettivismo ci possiamo fare 1000 seghe mentali senza uscirne mai.
metallo
Sabato 26 Settembre 2015, 17.10.08
262
Comunque credo anche io come Raven che Bruce sia un cantante migliore di DiAnno, nel complesso, anche se a dite il vero alcune volte DiAnno, sia stato piu' ferocemente espressivo di Bruce in altri frangenti e' stato 100 volte piu' convincente Bruce, ma come timbro e potenza, audacia, e tessitura vocale anche io preferisco in sostanza Bruce, sempre per mia opinione e parere personale, lo trovo piu' completo.
Rino
Sabato 26 Settembre 2015, 17.07.17
261
Erano scontenti perchè si è troppo abituati a PRETENDERE che la band faccia pari pari quello che i fan desiderano, e invece degli artisti sono liberi di fare ciò che ritengono più opportuno, bello o brutto che sia. nessuno costringe gli Iron Maiden a rifare Killers o TNOTB ogni anno o a non metterci i synth xk lo desiderano tizio, caio e sempronio. altrimenti ascoltatevi gli ACDC così andate sempre sul sicuro, senza intrippamenti mentali privi di senso come possono essere le classifiche numeriche applicate alla musica. E' come se io dicessi che preferisco la pizza alla psta al forno ma Tizio mi venisse a dire 'che cazzo dici, è molto meglio la pasta al forno...'... peggio dei bambini..
Raven
Sabato 26 Settembre 2015, 17.05.40
260
Non io.
Mulo
Sabato 26 Settembre 2015, 16.58.00
259
Leggo " la produzione IM è in costante miglioramento per i primi sei album" . Detta così somewhere in time risulta migliore del primo o di TNOTB.... Eppure ricordo che nel'86 erano tutti scontenti di quel disco...
Master
Sabato 26 Settembre 2015, 16.25.37
258
@Raven: mi associo a quelli che continuano a non seguirti. "Somewhere in time" a mio parere contiene anche canzoni che per i miei gusti sono appena discrete, come "Heaven can wait", "Stranger in a strange land" e "Deja-vu", invece bene o male mi piacciono tutte quelle di "Killers" (seppure non abbia secondo i miei gusti una "Alexander the great", che reputo superiore). Di cosa stiamo parlando con questa benedetta qualità oggettiva? Ricchezza e complessità del sound? Allora chiamiamola così, non capisco...La progressione c'è, nel senso che ci sono forti cambiamenti, tra il primo e il sesto album, ma questo non mi pare significhi che l'ultimo degli album coraggiosi debba essere definito il migliore. So che ho già posto la questione tante volte, ma proprio non comprendo le ragioni per cui sostieni questa posizione in maniera convinta.
Sambalzalzal
Sabato 26 Settembre 2015, 16.14.54
257
Comunque, mi riascoltavo proprio un paio di giorni fa Murders... a distanza di anni ancora vengono i brividi a sentirla
Steelminded
Sabato 26 Settembre 2015, 16.11.22
256
vabbé vevo fatto tutto un ragionamente, ma non me lo ha postato. Sarà per la prossima...
Steelminded
Sabato 26 Settembre 2015, 16.10.31
255
Raven, pur mettendoci tutta la buona volontà, non riesco proprio a seguirti in questa tua tesi della oggettività. Cos'è oggettivo?
metallo
Sabato 26 Settembre 2015, 15.50.12
254
Non so fino a che punto comunque uno possa dire una cosa" oggettiva", infatti quando ho detto numerosissime persone intendevo ricomprenderci anche critici musicali e recensori, visto che non pochi valutano superiore il periodo DiAnno, al successivo, ricomprendendoci anche la famosa questione produzione, poi ognuno la veda come gli pare, giudicare un opera nel complesso rimarra' sempre una cosa non facile.
Raven
Sabato 26 Settembre 2015, 15.41.39
253
Continuaiamo a parlare di cose diverse. Anche io potrei preferire quelle più sporche come gusto personale, ma oggettivamente c'è una progressione che deve essere valutata come tale. Gusti da un lato, critica oggettiva dall'altro. Potrei anche preferire DiAnno come gusto (non è così) ma Dickinson è un cantante oggettivamente10.000 volte migliore.
ObscureSolstice
Sabato 26 Settembre 2015, 15.40.33
252
questo è l'album del cambio da Dennis Stratton ad Adrian Smith. L'artwork è horrificamente incredibile, il più bello di tutto il genere metal. Un plauso a Derek Riggs, l'ideatore di Eddie
metallo
Sabato 26 Settembre 2015, 15.35.29
251
@Raven , comunque credo che anche la produzione sia alquanto soggettiva, visto che ci sono numerosisseme persone che preferiscono quelle piu' sonoramente sporche e grezze, comunque anche DiAnno disse che gli sarebbe piaciuto cantarle rifarle con una produzione migliore, e anche Bruce ha affermati una cosa simike ultimamente, ma se gli toccassi queste produzioni cosi' per i primi 2 album del gruppo, credo cge molti fans del periodo Di Anno ne rimarebbero delusi e contrariati, quindi mi pare che si rientri sempre nel campo soggettivo, poi bo non so, sbagliero' io, i gusti e pareri in campo musicale sono infiniti, ci sara' sempre chi la vuole cotto e chi cruda.
Raven
Sabato 26 Settembre 2015, 15.18.27
250
Al di là dei gusti personali, la produzione IM è in costante miglioramento per i primi 6 album ufficiali in studio da ogni punto di vista. Scrittura, produzione, amalgama, line-up, arrangiamenti, popolarità e maturazione della band in generale. Questi sono dati oggettivi, il resto è gusto, ma è un'altra faccenda che non può riguardare chi scrive volendo fare critica.
metallo
Sabato 26 Settembre 2015, 15.15.47
249
P.S.Inoltre ci tego a precisare che per me capolavoro e' un lavoro da 94/95 in su.Poi sono le diverse sumature e sensazioni che assegnano i punteggi eccelsi piu' alti, ognuno ha i propri parametri valutativi per giudicare.
metallo
Sabato 26 Settembre 2015, 15.11.20
248
@Psychosis, avevo capito male io, credevo che tu intendessi che la tua posizione era oro colato, e le altre erano soggettive, se e ' cosi', nessun problema, ho espresso un opinione proprio come te, questione di preferenzece di gusti, tutto qui, ognuno ha i suoi , e meno male.
Psychosys
Sabato 26 Settembre 2015, 15.11.09
247
Si, concordo con Steelminded, non si possono stilare graduatorie, ma solo esprimere opinioni personali.
Steelminded
Sabato 26 Settembre 2015, 15.06.05
246
Secondo me esistono quelli che apprezzano il post reunion e gli altri. Con i primi non discuto del post reunion, perché non c'è confronto. Possono parlare con tutti dei primi nove album... E qui secondo più o meno tutti concordano che i primi sette sono capolavori. Magari c'è qualcuno che ti dice che i primi due sono il meglio, ma non è una tesi credibile secondo me. Sono tutti ad altissimo livello... Discussione chiusa.
Psychosys
Sabato 26 Settembre 2015, 15.04.47
245
Si, ma è soggettivo, è una tua opinione che gli altri dischi valgano quanto o più di Killers, come è una mia opinione che questo sia migliore dei successivi 5.
metallo
Sabato 26 Settembre 2015, 14.22.55
244
Di successivi uguali omigliori se ne trovano eccome, The Number=100,Piece of Mind=98/99, Powerslave 100,Seven Son=98,Somewewre=97/98.Per me l'era DiAnno vale rispettivamente cosi': 1)Iron Maiden=100, 2)Killers=97/98.
Psychosys
Sabato 26 Settembre 2015, 14.13.19
243
Io darei così: 100, 100, 92, 80, 70, 93, 83, 52, 50, 98, (meglio che non lo dica), 60, 40, 90, 30, 80. Comunque di successivi migliori a Killers è dura trovarne, o perlomeno rientriamo nel campo della soggettività
metallo
Sabato 26 Settembre 2015, 14.04.33
242
@Fabiom78 al 235........distaccandosi completamente dalle influenze punk!?.Ne sei propro sicuro.Ti invito pazientemente e con calma ad ascoltare, la traccia finale Drifter, e' una traccia veloce, e con sezione ritmica e srumentale tipicamente Punk, e' punk dall'inizio alla fine.
Steelminded
Sabato 26 Settembre 2015, 13.09.08
241
Virtual 11 65, the final frontier 75, ma non sono più i Maiden, sono un'altra band...
Steelminded
Sabato 26 Settembre 2015, 13.06.45
240
In ordine darei questi voti: 98, 80, 100, 94, 96, 100, 96, 72, 70 poi il nulla... Escluso book of souls che non ho ancora sentito...
Mulo
Sabato 26 Settembre 2015, 12.57.53
239
Raven dei maiden solo il primo vale 100 i 2 successivi valgono sull'85. Da POM in poi riconosco ai Maiden di aver portato il metal alle masse più che il valore dei dischi... Un powerslave superiore al primo metal chiurch? Naaa
Vitadathrasher
Sabato 26 Settembre 2015, 12.51.33
238
100 e lode
Raven
Sabato 26 Settembre 2015, 12.42.42
237
Quindi per i successivi ed il precedente andiamo oltre 100, giusto?
Fabio Rasta
Sabato 26 Settembre 2015, 9.17.55
236
Mi associo agli ultimi commenti. Ricordo come fosse ieri le emozioni del primo ascolto... riesco a provarle ogni volta e sono passati più di trent'anni. Se non è magia questa,,,
Fabio 78
Sabato 26 Settembre 2015, 1.03.44
235
Composto da Harris durante il tour di IM questo disco mostra interamente la capacità creativa che avevano i maiden nel 81 nonostante non ci sia una traccia veramente memorabile Killers propone canzoni dirette, violente..distaccandosi completamente dalle influenze hard rock e punk del periodo e proponendo un heavy metal puro..il voto finale del album non può' essere inferiore a 100 pietra miliare della musica.
tpr
Sabato 26 Settembre 2015, 0.33.28
234
233 è il mio pensiero , esatto esatto.
Arrraya
Giovedì 17 Settembre 2015, 22.18.31
233
Questo è un grande album, altro che cazzi. Questo non ha avuto bisogno di crescere con gli ascolti. Per me se la gioca con il primo omonimo, quindi darei un bel dieci a tutti e due e un 9 agli altri fino a "Seventh Son", poi un 7 a "No Prayer..." e "Fear of...", il tutto prima della loro irreversibile scomparsa.
Franco 73
Sabato 12 Settembre 2015, 7.03.36
232
.....finisce Killers ed inizia Prodigal Son.....la quiete dopo la tempesta. Accostare queste due composizioni alla Pastorale di Beethoven sarà anche blasfemo, ma non penso proprio che sia esagerato. Il migliore album degli Iron Maiden assieme a Seventh Son.
Argo
Sabato 5 Settembre 2015, 10.06.22
231
@Mulo: a parte il gradimento, ti sei perso tante belle canzoni.
Mulo
Sabato 5 Settembre 2015, 8.34.34
230
Peccato che a Di Anno piacesse tanto sfasciarsi con alcool e droghe... Comunque a mio avviso questo e il primo sono grandi dischi ,i migliori della band. Con l'entata di dickinson e Mcbrain non son più stati di mio gradimento.
Psychosys
Sabato 5 Settembre 2015, 2.41.20
229
Questo non vuol dire che gli Irons non sarebbero diventati quello che sono, però Dickinson è certamente più presentabile al grande pubblico. Poi a me sarebbe piaciuto sentire altro materiale con Di Anno, che, come sapete. apprezzo tantissimo e in fatto di qualità vocali lo trovo uno dei più validi del giro.
Psychosys
Sabato 5 Settembre 2015, 2.37.50
228
Dickinson è stato il singer giusto per far spiccare la band ed elevarla ad un livello di pubblico superiore. Certo che però altri musicisti con problemi ben peggiori di avere un Di Anno nel gruppo hanno scalato vette molto alte: Metallica e Megadeth non erano proprio tranquilli e sobri. Però è proprio grazie a Paul, che questi due dischi sono indimenticabili, con un sound tutto loro, perché senza la sua attitudine e rabbia repressa, i dischi avrebbero perso tantissimo. Poi, preferire l'uno all'altro è solo una questione di gusti.
SunJay
Sabato 5 Settembre 2015, 0.32.34
227
Questo si che era un cantante...
SOL
Venerdì 7 Agosto 2015, 14.48.09
226
Assolutamente. Ci sarebbe la possibilità di vedere i Maiden riempire posti tipo l'Alcatraz o il Live come i Saxon, ma magari nulla di più. Di'Anno è stato essenziale per farli spiccare e distinguere agli inizi della NWOBHM, poi quando è espolsa nuovamente la metal-mania negli 80s Dickinson ha fatto il resto con il suo stile operistico e la sua esuberanza come frontman.
Vitadathrasher
Venerdì 7 Agosto 2015, 14.43.58
225
.......direi che Di Anno negli Iron, parlo di attitudine, era destinato ad essere cacciato: Un'anima punk, rozza, stradaiola, in una band "equilibrata" con uno stile britannico ortodosso e nazionalista direi, cover e testi parlano da soli. Bruce, oltre alle doti dette in precedenza, era un primo della classe un professionista, con capacità che vanno oltre la musica. Se vogliamo, il vero rocker bastardo era Di anno, ma bruce era il tassello mancante del progetto, steve/maiden, ovvero lo stereotipo del frontman heavy che "piace a tutti" e necessario per fare il salto di qualità (in classifica). Con Di Anno questo secondo me non sarebbe stato possibile.
Steelminded
Venerdì 7 Agosto 2015, 11.26.25
224
@Maurizio esatto, poi considerando che le tecniche grafiche al computer di oggi trentacinque anni fa non esistevano, il lavoro di copertina è veramente incredibile amici... @Vitadathasher sono d'accordo in sostanza con tutto quello che dici anche con il fatto che Bruce ha coinciso con l'esplosione al successo della band. Però come sarebbe stata con Paul non lo sa nessuno, io non ci metterei la mano sul fuoco onestamente su questo...
Lele 12 DiAnno
Venerdì 7 Agosto 2015, 11.23.50
223
Bravo @Vitadathrasher #219, il punto è proprio che con Dickinson si modfica l'assetto del gruppo (quello che tu definisci " l'alchimia"), e quindi prendono proprio una strada diversa, che li ha portati dove sappiamo. L'ho già scritto in risposta ad un commento alla recensione di Head On dei Samson, ma lo ribadisco qui: "... credo che Dickinson più che rovinare i Maiden direttamente abbia amplificato una tendenza distruttiva di Harris. Col divino Paul nel gruppo c'era un dipolo: positivo/negativo, sole/luna, yang/yin: Di'Anno/Harris, ovvero rocker/ragioniere. Con l'ingresso di Dickinson, un Harris al quadrato, s'è avuto invece uno pseudo-dipolo: Harris/Dickinson, ovvero ragionere/commercialista. Con questo non voglio togliere nulla a Dickinson, etc". Alla fine, secondo me, è sterile fare paragoni tra i due periodi, li vedo come due gruppi distinti.
Lele 12 DiAnno
Venerdì 7 Agosto 2015, 11.23.49
222
Bravo @Vitadathrasher #219, il punto è proprio che con Dickinson si modfica l'assetto del gruppo (quello che tu definisci " l'alchimia"), e quindi prendono proprio una strada diversa, che li ha portati dove sappiamo. L'ho già scritto in risposta ad un commento alla recensione di Head On dei Samson, ma lo ribadisco qui: "... credo che Dickinson più che rovinare i Maiden direttamente abbia amplificato una tendenza distruttiva di Harris. Col divino Paul nel gruppo c'era un dipolo: positivo/negativo, sole/luna, yang/yin: Di'Anno/Harris, ovvero rocker/ragioniere. Con l'ingresso di Dickinson, un Harris al quadrato, s'è avuto invece uno pseudo-dipolo: Harris/Dickinson, ovvero ragionere/commercialista. Con questo non voglio togliere nulla a Dickinson, etc". Alla fine, secondo me, è sterile fare paragoni tra i due periodi, li vedo come due gruppi distinti.
Lizard
Venerdì 7 Agosto 2015, 11.12.19
221
*Ottava
Lizard
Venerdì 7 Agosto 2015, 11.11.41
220
Se volete gustarvi un Bruce in seria difficoltà, vi consiglio di cercare la cover di Crosseyed Mary dei Jethro Tull che venne registrata come b-side quando Bruce era appena arrivato. La intono' per sbaglio sull'otrava superiore a quella originale, solo che si vergognava di ammettere l'errore e l'ha cantata tutta così, con un effetto a dir poco comico.
Vitadathrasher
Venerdì 7 Agosto 2015, 11.03.17
219
Di Anno nei primi due lavori ci sta proprio dentro e quando sono cantati da bruce non mi gustano gran che. Il discorso è che bruce ha aperto nuovi scenari per la band, non solo come frontman a tutto tondo, ma per la versatilità che un cantante come lui porta alla band nel comporre musica e nello specifico a comporre heavy. Di Anno è più particolare e meno "populista" di un bruce che con la sua entrata secondo me ha fatto scattare l'alchimia vincente nella band e l'ha resa super famosa. Con questo non dico che bruce sia in assoluto migliore, dico che sicuramente, senza, sarebbe stata un'altra storia per la band, forse oggi più di nicchia, e non l'heavy metal band di riferimento.
Maurizio
Venerdì 7 Agosto 2015, 10.17.17
218
Tra i due lavori con Di Anno Killers è meglio prodotto e ha una cover tra le più belle e famose della storia del metal.
Steelminded
Venerdì 7 Agosto 2015, 10.04.33
217
Io non volevo spingermi fin dove ha fatto Blacksoul, ma forse la penso più o meno come lui...
Blacksoul
Venerdì 7 Agosto 2015, 9.55.19
216
I miei preferiti dei Maiden sono il debutto e Piece of Mind, però devo ammettere che preferisco Paul in tutto e per tutto... Bruce ha un vibrato troppo fastidioso, a volte sembra che stoni, nonostante mi sia simpaticissimo...
Steelminded
Giovedì 6 Agosto 2015, 23.23.31
215
Verissimo, dove mi sono contraddetto?
klostridiumtetani
Giovedì 6 Agosto 2015, 23.21.36
214
@Steelminded, scusa, ma non hai detto che i tuoi preferiti sono "The number of the beast" e "Somewhere in time? Boh! Strana la vita...
Steelminded
Giovedì 6 Agosto 2015, 23.11.02
213
Aaaaahhhhh, se avesse continuato Paul per qualche album... Tutte le volte che sento i primi due capolavori dei Maiden, i primi di una lunga serie, rimpiango che una storia così promettente sia stata finita così male appena iniziata. Ok, non che sia andata male ai Maiden e ai loro fan di lì in avanti, ma in ogni caso per quanto mi riguarda le emozioni e la carica che la voce ruvida di Paul riesce a darmi in questi due album hanno qualcosa di eccezionale, inspiegabile... peccato davvero mi sembra come se il discorso sia rimasto incompleto, avrei voluto sentire di più di lui con i Maiden... ma è andata così e via... Bruce non c'entra niente in questo discorso sono due cose diverse. Ma per me lui in quei due due album comunica di più di quanto non riesca l'altro, che pur mi piace... Personale. Evviva!
Nosferatu_94
Venerdì 12 Giugno 2015, 23.40.08
212
quelli che il mio cuore ama sono powerslave,somewhere in time, e azzardo piece of mind (non mi linciate)... ma i piu importamti restano the number of the beast e killer's......alla fine li ho detti tutti .. per me è troppo difficile sta domanda !
Psychosys
Venerdì 12 Giugno 2015, 23.25.10
211
I miei preferiti sono Killers ed Iron Maiden, seguiti da The X Factor!
Steelminded
Venerdì 12 Giugno 2015, 21.58.43
210
I miei preferiti sono the number of the beast e somewhere in time...
Master
Venerdì 12 Giugno 2015, 21.51.16
209
Preferisco Killers al debutto. Questo e The number of the beast i miei preferiti dei Maiden nel complesso. Come canzoni singole però adoro anche cose fatte in seguito, come Rhime of the ancient mariner e Alexander the great!
Psychosys
Venerdì 12 Giugno 2015, 21.43.51
208
Sfida durissima. Iron Maiden è un carico di classici immortali, Killers è più adrenalinico e diretto. La quantità di Killers è sempre riuscita a raggiungere l'incredibile qualità del debut, secondo me. Ci ho pensato spesso ma è sempre stato un pareggio, 100 ad entrambi
Nosferatu_94
Venerdì 12 Giugno 2015, 14.06.34
207
@Steelminded,su iron maiden le song sono forse tra le piu creative di sempre ... ma come la mettiamo con la produzione e il concept dell'intero album ? e la copertina ? su queste ultime cose io preferisco killer's...
Steelminded
Venerdì 12 Giugno 2015, 12.49.55
206
Per me non c'è paragone: Iron Maiden.
Nosferatu_94
Venerdì 12 Giugno 2015, 12.44.10
205
SECONDO VOI è MEGLIO IRON MAIDEN O KILLER'S ???
acciaio inglese
Sabato 6 Giugno 2015, 3.24.20
204
ma stiamo scherzando?? 100 e tutti a casa!!
peppe
Venerdì 15 Maggio 2015, 15.01.54
203
non solo sono daccorso con HJ, ma aggiungo che non ci sono iron maiden senza killers e non c è killers senza iron maiden!!! se questo album non fosse mai stato dato alla luce, se il mondo metal non si fosse regalata una perla di nome murders in the rue morgue, intanto mi riprendo dai brividi, e chiudo dicendo che il mondo metal non sarebbe mai stato il mio. voi direte "e chi se ne frega", e fate anche bene, ma il mio pensiero di fan e di amante del metal in generale, rimane sempre e cmnq questo!
HJ
Giovedì 26 Febbraio 2015, 22.21.41
202
Adesso e' proprio l'opposto ci sono nordeuropei che si danno il nome d'arte italiano...come kee marcello
Sambalzalzal
Giovedì 26 Febbraio 2015, 22.18.22
201
Sicuramente DiAnno contribuì non poco, vocalmente ed attitudinalmente a far emergere la band. Sarebbe stato interessante vedere come si sarebbero evoluti se avesse continuato con loro ma probabilmente senza Dickinson non sarebbero mai arrivati agli apici che raggiunsero fino a Seventh
metallo
Giovedì 26 Febbraio 2015, 22.12.39
200
Questo per dire che cognomi italiani o nomi d'arte italiani nel mondo artistico e non, anglosassone o americano non erano ben visti, per dire, anche se in tutto altro campo, Scorsese e Turturro hanno sempre aspramente criticato chi cambio' cognomi d'arte o veri italiani, per essere piu'accettato, e non furono pochi che lo camiarano sia in Europa che negli U.S.A.
raven
Giovedì 26 Febbraio 2015, 22.10.31
199
Se leggete l'intervista fatta proprio in Sicilia trovate notizie anche su questo.
HJ
Giovedì 26 Febbraio 2015, 22.09.13
198
Beh almeno questo gli fa onore
metallo
Giovedì 26 Febbraio 2015, 22.06.28
197
Dichiaro' che il padre era di origini siciliane.
metallo
Giovedì 26 Febbraio 2015, 22.00.53
196
@ Hj lo so che e' un nome d'arte , ma lessi in un intervista che ha parenti siciliani, e che quando puo' e viene in Italia fa di tutto per rivederli con piacere.
HJ
Giovedì 26 Febbraio 2015, 21.54.39
195
Occhio che di anno e' un nome d'arte...in realtà si chiama Paul andrews
metallo
Giovedì 26 Febbraio 2015, 21.34.05
194
Grandissimo disco, con questo arrivarono ai primi posti in Europa, e li avvio' al successo, e il bello che lo fecero con un album,questo, che non e' affatto commerciale, anzi, e' intriso di ricchi e intricati passaggi misicali/strumentali, poi e' il primo loro disco letterario, e dotato di atmosfere particolari, inoltre caso piu' unico che raro osarono anche, e non poco, nella traccia 8 Prodigal son e' un caso particolarissimo per il periodo e in genere per il genere metal di brano quasi interamente acustico, il resto delle song?.Magia pura.Inoltre anche DiAnno ebbe coraggio a quel tempo in un mondo strettamente anglosassone,nonostante varie pressioni, a non voler cambiare il suo "Di Anno",a voler rimarcare ilsuo orgoglio di appartenere a chiarevorigini italiane, peccato poi come sia andata per lui, una voce che allora faceva scintille.Capolavoro.
HJ
Giovedì 26 Febbraio 2015, 20.42.05
193
Sono d'accordo. Anorher life e' un pezzo semplice, con un testo inesistente, ma di fatto e' un semplicissimo rock'n'roll diretto e immediato. Io l'adoro, soprattutto l'attacco di batteria e l'assolo iniziale.
Sambalzalzal
Giovedì 26 Febbraio 2015, 20.08.50
192
Killers ha delle atmosfere marce da sobborgo londinese che sono spettacolari. Secondo me una canzone che vale tutto il disco potrebbe essere Murders. Quella che non mi è mai piaciuta e che salto ogni volta che lo metto è Another Life
HJ
Giovedì 26 Febbraio 2015, 19.31.44
191
Ci ho messo trent'anni a farla...ma per gioco, un po' la storia dell'isola deserta
Galilee
Giovedì 26 Febbraio 2015, 17.48.23
190
Non lo dicevo in senso negativo eh.. Boh, fare una top five per me è impossibile.. Soprattutto se limitata al metal....
hj
Giovedì 26 Febbraio 2015, 17.10.44
189
super fan? per me sono sempre stati delle divinità, sono cresciuto con loro, poi ovviamente li ho persi per strada correndo dietro alla miriade di altre band che questo genere ha regalato all'umanità. Seventh son è un disco bellissimo, ma a quell'epoca ero in fissa con il thrash ed ero più avvezzo a sonorità più toste. Invece killers come the numeber (e piece e il primo) sono un po' come i primi amori che non si scordano mai. ps. per tua curiosità la mia top five all times è 1.the number, 2.killers, 3 don't break the oath, 4 back in black , 5. ride the lightning.
Galilee
Giovedì 26 Febbraio 2015, 17.02.55
188
Dopo questa affermazione non si può non intuire che sei un super fan dei Maiden. Ahahahah. Tra i primi 7 è una questione di gusti personali e basta. Quelli che ho ascoltato di più sono comunque Powerslave, piece of mind e Somewhere in time, stranamente visto che sono molto più legato al punk e all'hard rock che all'heavy classico, esclusi i Judas che sono la mia band preferita
hj
Giovedì 26 Febbraio 2015, 16.55.52
187
de gustibus. per me invece è il migliore a pari merito con the number e nella mia top 5 personale dei miei dischi preferiti. All'ultimo posto io metto 7 son anche se è ovviamente un signor disco.
Enomis
Giovedì 26 Febbraio 2015, 16.31.31
186
Concordo con quanto detto da @TheGodfatrher. Per me comunque disco da 85-90 Anche se lo considero il "peggiore" tra i primi, magnifici, 7.
TheGodfatrher
Giovedì 26 Febbraio 2015, 15.49.23
185
secondo me rispetto a "Number Of The Beast", e in generale rispetto alal produzione successiva, mancano anche i brani epici.. "Killers" è un album molto più conciso e diretto nell'approccio, un qualcosa che i Maiden andranno via via perdendo, o quantomeno metteranno in secondo piano a favore di brani molto più lunghi e articolati.
TheGodfatrher
Giovedì 26 Febbraio 2015, 15.46.37
184
Io lo trovo un disco molto aggressivo e coinvolgente, che riascolto sempre con grande piacere, mi diverte, ma non mi emoziona quanto il debutto o i primi 3-4 dischi con Bruce alla voce. Manca qualcosa a livello di epicità e pathos, sebbene le canzoni abbiano tutte un tiro e un'urgenza spaventose ed è davvero impossibile annoiarsi durante l'ascolto. Il mioo brano preferito è "Gengis Khan", probaiblmente lo strumentale dei Maiden che amo di più in assoluto. Sul voto finale concordo più o meno con il recensore. Però do qualcosina in più, 88.
hj
Giovedì 26 Febbraio 2015, 15.45.39
183
si in effetti il chorus cantato da plant ci starebbe bene soprattutto l'uh ye yeah...ma le influenze zeppeliniane che per motivi storici ci sono anche se mi ripeto molto rarefatte (a differenza di quelle purpliane e rainboviane) non ne fanno un disco dal sound seventies. Per me suona anni 80 come the number, il sound anni 70 lo sento evidente in cose tipo fly by night, 2112, lovedrive, Killing machine...in killers il sound era già bello granitico e deciso, anticipava the number il quale ne era la logica continuazione smussandone un po' gli spigoli e soprattutto dotandolo di un pezzo (run to the Hills) che gli ha consentito di rompere gli argini e sfondare. Killers non aveva un vero e proprio singolo...c'era purgatory che aveva un potenziale enorme ma non è stata utilizzata a dovere e alla fine il cavallo di battaglia è diventato wrathchild
Galilee
Giovedì 26 Febbraio 2015, 15.14.20
182
Ma secondo me Wrathchild ha un chorus decisamente bluesy che mi riconduce ai primi Sabbath e a certe cose degli Zeppelin. Per citarne uno.
hj
Giovedì 26 Febbraio 2015, 15.09.28
181
io invece musicalmente lo sento molto simile sia come suono che come tiro a the number of the beast, il quale lo considero la continuazione di killers. Penso che the number fosse già pronto per essere cantato da Paul prima del defenstramento e sinceramente sarebbe stato comunque notevole nonostante la prova divina di sua maestà Bruce. Di led zeppelin ci sento veramente poco e nulla e lì ti potrei fare un elenco che non finisce più di band storiche dove sento questa influenza, dai rush pre moving pictures ai priest e scorpions dei primi album, ai whitesnake, ecc le coordinate stilistiche dei maiden già delineate con il primo (fraseggi di chitarra, giri di basso, melodie,) ci sono tutte e sono belle evidenti. Ovviamente manca il brano finale fiume come ci hanno abituato ma c'era comunque una genghis khan dove si cimentavano con i cambi di tempo e di melodie. Se proprio vogliamo citare le influenze, io nei maiden ci ho sempre sentito un sacco i Rainbow e i purple, ma potremmo parlarne per ore senza venirne a capo
Galilee
Giovedì 26 Febbraio 2015, 14.17.42
180
Neanche secondo me ha punti deboli, ma mi annoia abbastanza. Ma appunto penso siano solo gusti personali. Stilisticamente lo trovo un disco di passaggio tra l'omonimo molto influenzato dal punk e il terzo disco prettamente heavy anni 80. In questo killer c'è un po di tutto, e tanto Led Zeppelin secondo me, ma il loro inconfondibile stile non lo sento ancora. Da un certo punto di vista è un disco sperimentale che prova soluzioni varie. Non lo considero comunque ne un disco mediocre ne un passo falso. Semplicemente mi piace molto meno di altri, perchè metà delle canzoni mi trasmettono ben poco.
hj
Giovedì 26 Febbraio 2015, 13.49.46
179
no scherzi a parte per me è un disco fondamentale, sicuramente l più duro e il più cattivo. Gli anni 70 ce li sento solo nel primo disco (strange world su tutte), il sound di killers è invece molto simile al successivo the number of the beast che si sarebbe comunque adattato benissimo alle qualità vocali di di anno. Punti deboli non ce ne sono, neppure la "semplicissima" another life che è un bellissimo esempio di semplice rock'n'roll arrangiato in chiave heavy metal. Ma comunque secondo me c'entra parecchio il periodo (e l'età) in cui è stato ascoltato. Per me è stato il mio 4 album di rock/metal ed ero un praticamente un bambino quindi non sono la persona più adatta per una valutazione distaccata e razionale, ma tant'è
Galilee
Giovedì 26 Febbraio 2015, 13.01.11
178
Magari anche lui. Ma poi Sticazzi oh.
HJ
Giovedì 26 Febbraio 2015, 12.56.09
177
Lo ascolto dal 1982...fatti due conti
Galilee
Giovedì 26 Febbraio 2015, 12.54.29
176
Stilisticamente è un disco di passaggio. Probabilmente l'hai ascoltato quanto Brumetta.
hj
Giovedì 26 Febbraio 2015, 12.45.42
175
parafrasando la pubblicità se questo è un disco di passaggio io sono la brunetta dei ricchi e poveri....
Galilee
Giovedì 26 Febbraio 2015, 12.09.45
174
Questo disco divide molto. Personalmente l'ho sempre trovato abbastanza noioso. Tranne qualche episodio eccelso. Inoltre, secondo me il suono è troppo anni 70 e stranamente poco Maiden rispetto all'omonimo. In più direi che ci sono canzoni non proprio riuscite che si perdono durante l'ascolto e in mezzo ai brani più evocativi. Un disco di passaggio insomma.
Psychosys
Giovedì 26 Febbraio 2015, 1.20.47
173
Killers, nonostante sia un disco poco considerato da fan e dalla band stessa, è forse l'album che ascolto con più piacere dopo anni di passione per gli Iron Maiden. L'accoppiata The Idies Of The March\Wrathchild (dalla quale i Judas Priest prenderanno spunto per Hellion\Electric Eye) è un momento di pura magia: la intro è strepitosa con la perfetta coesione di chitarre e batteria. Wrathchild è un pezzo molto potente, riproposto ancora in sede live. La versione originale con Di 'Anno è stupefacente, vista la rabbia e l'aggressività con la quale viene suonata. Altro pezzone è Murders In The Rue Morg, più veloce e grezzo del precedente, vanta di un'ottimo ritornello e di una grande parte strumentale. Another Life abbassa leggermente il tiro, rimanendo comunque su livelli alti grazie ad un grande lavoro al drumkit ed una canzone tuttosommato pregievole. Successivamente la strumentale Genghis Kahn, la grande prova di Clive Burr che la batteria può elevare la canzone ad un livello superiore. L'esercito mongolo, preparato, attento, veloce e potente, poi la rottura delle righe. musicalmente parlando è superiore a Transylvania, nonostante anch' esso rimanga un grandissimo pezzo. Innocent Exile retta da un giro di basso, uno dei primi, composti da Harris, una gradevole canzone che spiana la strada alla title track: Killers! Un songwriting perfetto, (che verrà modificato talvolta interamente in sede live), una sezione strumentale da paura ed un'assolo fra i migliori della coppia Smith\Murray, incoronano Killers un classicissimo assoluto (mai riproposto live dopo in Beast Over Hammersmith, che mi risulti). Prodigal Son (questa mai riproposta live) è una ballad stratosferica, con chitarre acustiche ed un buon songwriting. Un pezzo solido, che ascolto con molto piacere. Il ritmo aumenta con una canzone velocissima per gli standard maideniani: Purgatory. Qui Di 'Anno gioca a "fare il Dickinson", visto che lo stile canoro impostato è simile a quello di Air Raid Siren. Singolo azzeccato. Altra canzone da recuperare è Twlight Zone, inserita nelle ristampe immediate all'uscita del disco in questione. Le due precedenti canzoni aprono la strada alla devastante Drifter, un pezzo da stadio, che contiene peraltro un'assolo stupendo (forse il mio preferito di Murray & Co). Riproposto live, come intro, outro o nel mezzo , va bene ovunque: trainante. Grande prova di Di 'Anno, che si dimostra un compositore in crescita (il songwriting di Killers è orgasmo per le orecchie) ed un ottimo cantante. Un talento dissolto in droghe, purtroppo, anche se un eventuale successivo con Paul non mi sarebbe dispiaciuto. Harris lavora più in fase di composizione che altro, concedendoci i migliori pezzi del repertorio. L'entrata nel gruppo di Smith migliora qualitativamente la band: ottimi assoli. Clive Burr immenso dietro alle pelli, concede una delle migliori prove di tutto il genere e non solo. Morale della favola, è vero che un paio di pezzi non sono magari al livello dei classici, però qui giacciono i veri Iron Maiden: quelli veloci, grezzi e un po' Punk. Un grande disco, insomma. Per me questo è addirittura il loro apice: migliore del precende e dei successivi. 100\100 e tutti a casa: grandi Iron.
HMF LucaR16
Lunedì 2 Febbraio 2015, 19.25.17
172
"un song-writing già notevole in pezzi come The Ides of March, Murders in the Rue Morgue e Innocent Exile". A me non risulta che 'The Ides Of The March' abbia un songwriting
giuseppe
Mercoledì 14 Gennaio 2015, 14.30.09
171
Non è ai livelli di the number of the beast però un 95 se lo merita
matt2
Martedì 13 Gennaio 2015, 1.01.11
170
innocent exile e drifter sono un pochino al di sotto , another life non è certo un classicissimo .il resto è storia e tutto sommato 90 ci sta , a mio parere leggermente meglio dell'esordio troppo eterogeneo quasi da sembrare un best of dei primissimi anni quando non erano nessuno. killers è più diretto, più monodirezionale, le vendite furono inferiori al precedente ma io ormai alle "nozze d'argento coi maiden" lo metto secondo solo a piece of mind a pari con powerslave. vamos
klostridiumtetani
Lunedì 12 Gennaio 2015, 21.34.27
169
Come si fa a non condividere gli ultimi 2 commenti! Ho vissuto quell'epoca ed è uno dei più unici che rari casi in cui la musica che "esplodeva" dai solchi era VERAMENTE qualcosa di mai sentito prima... riuscirono veramente ad andare "oltre". Poi tutto il resto. (senza nulla togliere al "resto", ma, per sua "sfortuna" è venuto dopo)
spiderman
Lunedì 12 Gennaio 2015, 21.18.50
168
@HMF LucaR16, concordo in pieno con quanto hai scritto, ti quoto alla grande, sottoscrivo per filo e per segno, pure le virgole di quello che hai scritto, anche io l' ho ascoltato e riascoltato numerosissime volte, percio' anche per me e' sicuramente da 100.Band immensa sia con DiAnno che con Bruce, ha scritto pagine indelebile nella storia del rock e del metal. TALENTI IMMENSI.
HMF LucaR16
Domenica 14 Dicembre 2014, 23.19.27
167
Riascoltandolo e rivalutandolo, posso consegnare quel punticino che vale il massimo a Killers: l'urlo di Di 'Anno in Drifter 'Walk Away!' mi fa salire i brividi ogni volta. Capolavoro assoluto, più maturo del primo. Non so decidermi fra questo e l'omonimo della band per il gradino più alto del podio. 100\100 meritato, musica che nessuno ha mai più fatto e nessuno (purtroppo) farà mai più.
HMF LucaR16
Lunedì 24 Novembre 2014, 23.16.56
166
Wrathchild, Murders In The Rue Morg,Killers, prodigal Son Gengis Kahn, tutte nello stesso disco... E la gente ne riesce davvero a parlare male (o non bene, perlomeno)? Immaginate un po' quali erano le aspettative nel 1981. Al tempo, il metal DIRETTO, quello veloce e potente, erano Iron Maiden, Judas Priest e poco altro. I primi metallari si aspettavano dalle già nominate band un disco ogni 3 anni, più o meno. Invece gli Iron Maiden, mentre sono in tour per un'anno, dopo i concerti compongono canzoni. E che canzoni! Se ci provassero ora, immaginate lo scempio che ne verrebbe fuori. La gente non si aspettava Iron Maiden e figuratevi un po' se si aspettava Killers solo 12 mesi dopo. Comunque tuttti i pezzi sono degni nota e la band in una forma strepitosa: non mi è mai andata giù la cacciata di Paul, che resta il top dei Maiden a mio avviso, dando davvero molto nella fase embrionale del gruppo. Se il primo disco è da 100, qui siamo allo stesso livello, ma è l'importanza storica a togliere un punticino a Killers. Proprio Uno. Voto: 99\100
Lisa Santini
Sabato 20 Settembre 2014, 19.33.12
165
@klostridiumtetani@ io questo album c'e' l'ho l'ho proprio ascoltato tanto e dico che e' bellissimo, sia la titeltrack "Killers" sia tutte le tracce cosa ne pensi? Ti piacciono gli Iron Maiden? Ma qui in questo sito mancano i Bresciani Hell's Guardian
klostridiumtetani
Sabato 20 Settembre 2014, 19.09.12
164
Non so se avete fatto caso che la finestra con le tende rosse sulla cover, sembra essere un riferimento alla copertina di twilight zone (l'interno della stanza con la ragazza allo specchio) e l'ombra della morte fuori della finestra riferita all'omicidio che si sta consumando in strada (copertina di killers).
klostridiumtetani
Sabato 20 Settembre 2014, 8.33.06
163
Beh, che un solo riff dei Sabbath spazzi via l'intera discografia Maiden è affermazione alquanto risibile e da fan a oltranza! Se guardiamo invece alla musica e ai suoi contenuti i Maiden sono stati artefici di qualcosa di epocale che ha segnato la storia come pochi. A livello esecutivo e compositivo hanno raggiunto vette ancora oggi inarrivabili e se uno non lo ammette vuol dire che deve fare pace con la musica! Non c'è nessuno da "spazzare" via,
Abbadon87
Sabato 20 Settembre 2014, 1.17.02
162
A me piacciono.Però prima di elevarli a miglior band metal dovrei dirvi un nome:Black Sabbath.I Sabba Nero con un solo Riff fanno fuori tutti i dischi dei maiden secondo me.Poi è un opinione.
Arrraya
Venerdì 19 Settembre 2014, 22.35.15
161
Twilight Zone da mettere a pieno titolo nella tracklist di Killers, anche se all'epoca fu lasciata fuori, ma recuperata nelle riedizioni.
hj
Venerdì 19 Settembre 2014, 20.59.59
160
se ne parla? se ne parlerà? mah io so solo che questo album è al secondo posto della mia top ten personale da...diciamo 32 anni. Immortale
Argo
Venerdì 19 Settembre 2014, 20.44.49
159
Se ne parla solamente perchè siamo in un sito metal... anche fra 20 anni se ne parlerà, sempre tra queste 4 mura bazzicate da buzzurri come noi metallari... Sto chiaramente scherzando, anche se un fondo di verità c'è.
charliecharlie
Venerdì 19 Settembre 2014, 20.25.11
158
aggiungo un'ultima cosa poi non rompo più... in effetti a ben guardare...2014-1981=33 se sono 33 anni che ancora se ne parla,tutto sommato tanto male questo disco non deve essere , eheheh!!!!!!
charliecharlie
Venerdì 19 Settembre 2014, 19.40.11
157
@enomis purtroppo ho avuto la sfortuna di vederli dal vivo solo 2 volte.nel '96 per l' x-factour e tre anni fa al sonisphere a imola.la prima volta il povero Blaze non può nemmeno lontanamente essere messo a paragone di "tu sai chi"(il numero 2 dopo Freddie Mercury per me).Tre anni fa invece ho visto una band spenta,ma forse è solo una mia impressione.d'altra parte l'età è quella che è...cmq sono poche le canzoni che butterei dei primi dieci album e non le nomino per non creare polemiche,quello che viene dopo,un po' come per i metallica,è qualcosa di cui avrei fatto volentieri a meno...ma sono un vecchio metallaro nostalgico...e killers resta uno degli album più sottovalutati come no prayer,secondo me...peace and love! FERREA VIRGO AD VITAM!!!
Enomis
Venerdì 19 Settembre 2014, 18.33.03
156
@charliecharlie Sono d'accordo con te su quasi tutto, in primo luogo sulla grandezza del disco; però mi sembra eccessivo fare una cesura così netta tra gli album: Davvero un No Prayer è al livello di questo, Iron Maiden o del più recente Brave New World? Ovviamente si tratta come al solito di gusti, quindi la risposta alla mia domanda potrebbe essere tranquillamente "si". Tuttavia credo come te che ogni album sia un libro, con la sua storia da raccontare, i suoi protagonisti, le sue luci e le sue ombre: di conseguenza andrei più cauto nell'esprimere un giudizio così netto ed univoco su ogni album successivo ad X Factor... In ogni caso, qui si parla dell'ultima perla con DiAnno: grandissimo album, a mio avviso non eguaglia, pur contenendo alcune tracce mostruose, la freschezza e quel pizzico di ingenuità del primo LP, ma resta una delle pietre miliari del Metal, questo per me è fuori d'ogni dubbio. Voto: 90
charliecharlie
Venerdì 19 Settembre 2014, 16.37.51
155
se mi chiedessero cosa salveresti dell'umanità,questo disco sarebbe una delle prime cose...si ok, Di Anno non è Bruce, ma nemmeno Nico è Clive....secondo me qua hanno cercato il progressive e gli è riuscito alla grandissima.poi hanno preferito altre sonorità, ed ugualmente hanno fatto centro.ogni disco è come un libro per me.ognuno con la sua storia e con le sue atmosfere.questo semplicemente,almeno per me, trascende ogni discussione.capolavoro assoluto della Musica con la m maiuscola.110 e lode,come gli altri (ovviamente fino a x-factor...il resto è solo soldi per le mogli o le ex)
UpLoad
Sabato 2 Agosto 2014, 12.41.30
154
Un altro 99... i maiden di DI Anno erano altri maiden, meno metal classico, meno melodici e più punk...lo definisco il primo disco di PunkMetal se si può chiamare un genere così. Ci sono delle perle di assoluta grandezza Murders in the Rue Morgue su tutte. Altro grande disco da mettere e premere play e ascoltare...
Lisa Santini metallara forever
Lunedì 7 Luglio 2014, 14.33.18
153
Killers e' il disco piu' duro degli Iron Maiden io l'ho ascoltato molte volte e devo dire una sola parola: stupendo!!!!!! Voglio avere stra tanti dischi, cosi me li posso ascoltare. Non capisco perche' alcuni all'album Killer danno pochissimi voti.
Anonimo
Martedì 10 Giugno 2014, 15.54.48
152
Discone della madonna, imperdibile per gli appassionati del metal.
Anonimo
Martedì 10 Giugno 2014, 15.54.39
151
Discone della madonna, imperdibile per gli appassionati del metal.
peppe
Giovedì 5 Giugno 2014, 14.11.36
150
ciao argo!
Argo
Mercoledì 4 Giugno 2014, 15.03.04
149
@peppe: io ci avevo fatto caso.
peppe
Mercoledì 4 Giugno 2014, 14.34.27
148
ma qualcuno ha mai fatto caso che tutti i testi in killers sono caratterizzati da praticamente una sola strofa ripetuta un paio di volte? ...detto questo è il "punk-metal album" più mostruoso della storia!!
DestructionThrash
Venerdì 9 Maggio 2014, 14.59.37
147
Mastodontico! 100/100
Lisa Santini
Venerdì 11 Aprile 2014, 17.32.56
146
Questo disco e' il migliore!!! Complimenti insieme a Fear Of The Dark!!!!!!!!!!! Vi AMO 3
enzo
Martedì 1 Aprile 2014, 23.44.18
145
come cazzo si fa a dire che di anno e meglio di dickinson mah sarebbe preferire di chiavare una di 80 anni ad una di 30 ,comunque de gustibus si e visto la fine di di anno poi.....................
cino77
Lunedì 20 Gennaio 2014, 20.56.31
144
in questo abum la band è in forma straordinaria..harris in alcuni brani da il meglio di se:killers innocent exile twligth zone wratchild...la voce di paul è rabbiosa fantastica poetica con venature punk e sfumature quasi blues in alcuni brani,clive burr è un diavolo scatenato...l'album è eccellente dall'inizio alla fine...non c'è seventh son che tenga...anche perchè la voce "epica" di dickinson dopo un pò ti arriva un pò sulle p*****
deedeesonic
Domenica 19 Gennaio 2014, 21.59.55
143
sperando di non farti incazzare!
deedeesonic
Domenica 19 Gennaio 2014, 21.58.28
142
@Raven, scusami ancora, ma avrei piacere di una tua disamina alla mia confutazione(#136), riguardo al tuo commento(#134).
Raven
Sabato 18 Gennaio 2014, 19.47.31
141
Si parlava di progressione contestualizzandola rispetto a questo disco. Qui si parla proprio di altro rispetto alla recensione
deedeesonic
Sabato 18 Gennaio 2014, 19.46.21
140
Scusa, ma mi sembra sia stato tu a spostare l'attenzione su "Seventh..." dicendo che non aveva progressioni rispetto ai precedenti... tutto lì! Comunque chiudo!
Raven
Sabato 18 Gennaio 2014, 19.33.01
139
Scusate, ma siamo OT rispetto al disco. La discussione sarebbe da spostare sul disco "incriminato".
deedeesonic
Sabato 18 Gennaio 2014, 18.56.33
138
@cino77, anche io ero uno che non "accettava" le tastiere nel metal, ma col tempo ho imparato ad apprezzarle, perchè riescono ad enfatizzare alcuni passaggi e possono conferire colore. Per quanto riguarda questo platter, non mi sembrano invasive, ed usate con la giusta parsimonia nei punti giusti, e visto che si parlava di progressione del sound, che piacciano o meno hanno costituito un ulteriore step.
cino77
Sabato 18 Gennaio 2014, 18.47.56
137
perchè l'introduzione delle tastiere la trovi una cosa positiva???
deedeesonic
Sabato 18 Gennaio 2014, 14.41.41
136
Non sono d'accordo sul fatto che Seventh son non mostri progressioni: intanto l'introduzione della tastiere avviene con questo album, e nella composizione dei brani viene "esasperato" l'incastro delle ritmiche con le armonizzazioni ed i fraseggi (i licks di Murray sono geniali), dando una dinamicità ineguagliabile in brani come Moonchild, Infinite.., Clairvoyant, Only the good... Una piccola precisazione: è Derek Riggs, e non Dereck. Scusate , ma da appassionato di disegno e pittura non potevo fere a meno...
cino77
Venerdì 17 Gennaio 2014, 22.31.40
135
alla fine siamo tutti nella stessa barca..come diceva raven è questione di gusti personali e non c'è nulla di oggettivo..però quel seventh son che qua risulta superiore a i primi tre album mi da proprio noia
Raven
Venerdì 17 Gennaio 2014, 12.58.58
134
La progressione qualitativa costante dei primi sei dischi in studio è semplicemente un dato di fatto. Il settimo è l'unico che non mostra progressione, ma stabillizzazione, ma va comunque considerato eccellente. Il resto attiene al gusto, non all'oggettività.
Argo
Venerdì 17 Gennaio 2014, 12.19.39
133
Ci sono stati 4 gruppi chiamati Iron Maiden nel corso della loro carriera, i Maiden dei primi 2 dischi. I Maiden degli anni 80. I Maiden degli anni 90 e infine i Maiden della reunion che esiste tutt'ora. Ora, potete preferire un album all'altro, ma dire che c'è un calo qualitativo di questa band durante i primi 7 album è quasi blasfemia. I primi 7 dischi dovete amarli alla follia (anche l'ottavo), e basta.
Gabriele
Venerdì 17 Gennaio 2014, 12.11.34
132
Concordo pienamente con Cino.
enzo
Venerdì 17 Gennaio 2014, 11.34.36
131
cino ma cosa dici voce scontata di dickinson ma se canta mostruosamente bene su seventh son con lui sono unici con di anno avrebbero fatto un altro disco e poi avrebbere fatto la carriera in ombra come altre band del periodo e grazie a bruce se sono diventati un mito alla sua voce unica e presenza scenica inimitabile e poi clive burr meglio di nicko per quanto mi piacesse clive r.i.p. nicko e nettamente migliore dal punto di vista tecnico ,i veri maiden sono con bruce alla voce non esistono senza
cino77
Martedì 14 Gennaio 2014, 17.23.34
130
dalle votazioni risulta essere migliore sevnth son of the seventh son rispetto a killer e iron maiden...tutto questo milascia perplesso soprattuto perchè il sito che le ospita si chiama metallized...seventh son è l'inizio della fine sintetizzatori mancanza di potenza e voce troppo scontata di dickinson...killers è tra i primi tre migliori labum dei maiden ,e la migliore formazione che abbiano mai avuto nel tempo...clive burr gli mangia in testa a nicko oltretutto paul con la sua voce rabbiosa con sfumature punk rendeva il gruppo unico!!!!!
cino77
Martedì 14 Gennaio 2014, 17.12.14
129
dalle votazioni risulta essere migliore sevnth son of the seventh son rispetto a killer e iron maiden...tutto questo milascia perplesso soprattuto perchè il sito che le ospita si chiama metallized...seventh son è l'inizio della fine sintetizzatori mancanza di potenza e voce troppo scontata di dickinson...killers è tra i primi tre migliori labum dei maiden ,e la migliore formazione che abbiano mai avuto nel tempo...clive burr gli mangia in testa a nicko oltretutto paul con la sua voce rabbiosa con sfumature punk rendeva il gruppo unico!!!!!
cino77
Martedì 14 Gennaio 2014, 17.12.09
128
dalle votazioni risulta essere migliore sevnth son of the seventh son rispetto a killer e iron maiden...tutto questo milascia perplesso soprattuto perchè il sito che le ospita si chiama metallized...seventh son è l'inizio della fine sintetizzatori mancanza di potenza e voce troppo scontata di dickinson...killers è tra i primi tre migliori labum dei maiden ,e la migliore formazione che abbiano mai avuto nel tempo...clive burr gli mangia in testa a nicko oltretutto paul con la sua voce rabbiosa con sfumature punk rendeva il gruppo unico!!!!!
cino77
Martedì 14 Gennaio 2014, 17.10.00
127
dalle votazioni risulta essere migliore sevnth son of the seventh son rispetto a killer e iron maiden...tutto questo milascia perplesso soprattuto perchè il sito che le ospita si chiama metallized...seventh son è l'inizio della fine sintetizzatori mancanza di potenza e voce troppo scontata di dickinson...killers è tra i primi tre migliori labum dei maiden ,e la migliore formazione che abbiano mai avuto nel tempo...clive burr gli mangia in testa a nicko oltretutto paul con la sua voce rabbiosa con sfumature punk rendeva il gruppo unico!!!!!
pierru
Martedì 10 Dicembre 2013, 17.53.00
126
che disco ragazzi!!!questo come ogni altro dei maiden è inconfondibile.la voce di dianno a me piace un casino ed è adattissima a questo album che suscita in me sensazioni di potenza e meraviglia.voto minimo 90
Alex
Martedì 5 Novembre 2013, 21.38.12
125
Esaltante, granitico, dirompente. E' tutto un crescendo di energia e potenza, che lascia letteralmente senza fiato. Davvero un'opera speciale, forse la testimonianza più eccelsa della compianta (almeno per me...) presenza di Di'Anno. Davvero imperdibile e immancabile accanto all'impianto Hi-Fi.
davide
Mercoledì 18 Settembre 2013, 22.23.18
124
album bellissimo il voto mi sembra decisamente troppo basso senza esagerare voto 98 come il primo
Awake
Sabato 14 Settembre 2013, 1.19.40
123
MetalHead95>>> beh, da quel giorno è cambiato tutto. Fabio78>>> ma ragazzi questo e' l inizio di tutto!!!! NON AVETE IDEA DI COME VI CAPISCO!!!
Awake
Sabato 14 Settembre 2013, 1.05.39
122
The Nightcomer >>>> "Trovo normale che un giovane, avendo scoperto questa band recentemente preferisca i dischi dell'ultimo periodo. Ma la storia del gruppo e del genere a cui appartiene è legata a ben altri anni e questo non può essere negato, indipendentemente dai rispettabilissimi gusti personali." STRAQUOTONE AL 200%.
Sambalzalzal
Mercoledì 14 Agosto 2013, 18.32.03
121
D.P.@ cazzo, beato te che sei riuscito a goderti quel concerto! Pochi anni dopo, quello show era già considerato come leggendario a Roma!!! Magari tornassero quei tempi! Due dei gruppi più importanti della storia a Castel St. Angelo... oggi come oggi una situazione simile sarebbe impensabile!!!! Non avevo ancora votato questo album... bellissima recensione con cui concordo pienamente. Il meglio dei Maiden secondo me arriverà poi con Bruce ma qua si parla di un capolavoro per i tempi in cui uscì, per quello che rappresentò e per quello che ancora rappresenta!