Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Long Distance Calling
How Do We Want to Live?
Demo

Mordred
Volition
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/09/20
OSSUARY ANEX
Obscurantism Apogee

23/09/20
MYSTHICON
Silva-Oculis-Corvi

25/09/20
SKALMOLD
10 Year Anniversary - Live in Reykjavik

25/09/20
LONEWOLF
Division Hades

25/09/20
VOUS AUTRES
Sel de Pierre

25/09/20
KATAKLYSM
Unconquered

25/09/20
ANNA VON HAUSSWOLFF
All Thoughts Fly

25/09/20
BLOODRED
The Raven/s Shadow

25/09/20
MORTA SKULD
Suffer for Nothing

25/09/20
OBSIDIAN KINGDOM
Meat Machine

CONCERTI

23/09/20
STEVEN WILSON (ANNULLATO)
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

26/09/20
STAY STEEL FEST
SKULLS CLUB - SERRAVALLE (SAN MARINO)

27/09/20
VISIONS OF ATLANTIS + YE BANISHED PRIVATEERS + AD INFINITUM
LEGEND CLUB - MILANO

29/09/20
WITHIN TEMPTATION + EVANESCENCE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

03/10/20
PAGAN FEST
LAGHI MARGONARA - GONZAGA (MN)

03/10/20
SKELETOON
LEGEND CLUB - MILANO

08/10/20
HOUR OF PENANCE + GUEST TBA
TRAFFIC CLUB - ROMA

08/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/10/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
GRAN TEATRO GEOX - PADOVA

09/10/20
ESOTERIC + NAGA + (ECHO) (ANNULLATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

Motley Crue - Greatest Hits
( 5220 letture )
La reazione degli appassionati di musica di fronte alla pubblicazione di una raccolta di un gruppo amato, di solito, può essere di tre tipologie:
1. Il diretto interessato è un collezionista sfegatato di ogni cosa riguardante la propria band preferita, dai booklet ai poster, passando per ogni oggetto che li riguardi, con fare vagamente feticista. Ergo, comprerà senza dubbio il prezioso CD il giorno stesso in cui sarà messo sul mercato;
2. Il diretto interessato accoglie la notizia con indifferenza, in quanto pensa che la raccolta possa essere utilissima per chi voglia avvicinarsi alla suddetta band da neofita, ma poco indicativa per chi quella band la mastica da mattina a sera. Forse comprerà il disco, ma lo farà quando lo troverà fra le offerte a poco prezzo;
3. Il diretto interessato pensa che l’ennesima raccolta sia solo l’ennesimo espediente per tirar su due soldi in più e che possa addirittura risultare dannosa, specie se, come spesso accade, mette assieme solo brani di comprovato successo commerciale, tralasciando chicche più elitarie. Non solo non comprerà il disco, ma farà anche opposizione passiva nascondendo le copie fra gli scaffali dei negozi.

A questo punto, se vi dico che la raccolta di cui si parla quest’oggi è addirittura la settima dei losangelini Motley Crue, la domanda è d’obbligo: qual è la vostra reazione? La mia, sinceramente, oscilla fra la numero 2 e la numero 3: pur non essendo mai stato un fan sfegatato del movimento glam metal, infatti, apprezzo molto la band di Vince Neil e soci, che ha scritto pagine importantissime non solo per il genere, ma per tutto il rock in generale. Non solo, pur essendo viceversa un fan maniacale degli Iron Maiden, confesso candidamente di non aver mai visto dal vivo la band inglese (anche se, a mia parziale discolpa, sono venuti in Italia il giorno prima della mia maturità e l’anno dopo il giorno prima di un mio esame universitario) e di aver invece assistito con piacere al concerto dei Motley Crue del Gods of Metal 2009.

Eppure, quest’ennesima raccolta mi trova decisamente freddo, per non dire amareggiato. Il motivo di questa mia amarezza dipende dal fatto che i nostri amici californiani ci regalano diciannove tracce il cui valore, chiaramente, è assolutamente indiscutibile: qualunque appassionato di rock e metal in generale non può non aver mai sentito, almeno una volta in vita sua, l’anthemica Shout at the Devil, la dolce Home Sweet Home, la godereccia Girls, Girls, Girls ed altre tracce indimenticabili della carriera del gruppo statunitense. A classici di questa portata si aggiungono anche Saints of Los Angeles e The Animal In Me, provenienti dall’ultimo album Saints of Los Angeles, e la splendida If I Die Tomorrow che, pur essendo già stata inclusa nella raccolta Red, White & Crue, è a mio giudizio una delle canzoni più belle mai uscite dalla prolifica penna di Nikki Sixx. Infine, per chi avesse apprezzato i Motley Crue privi della voce di Vince Neil, c’è anche Afraid, uno dei brani di maggior successo di Generation Swine. Non penso di dover ribadire, insomma, la qualità complessiva delle canzoni presenti su questa raccolta. La Storia parla per loro in mia vece.
Quel che però fa storcere il naso è il fatto che tutte queste canzoni siano già state pubblicate infinite volte in ciascuno dei best of rilasciati dai rockers californiani, in particolare sul ricchissimo Red, White & Crue, già citato poche righe fa. L’utilità di questo Greatest Hits, dunque, già di suo ci appare drammaticamente scarsa. Ma l’aspetto peggiore di quest’operazione discografica è il fatto che la tracklist sia la stessa della raccolta pubblicata già due anni fa, niente di più, niente di meno; la sola aggiunta che varrebbe a giustificare questa riproposizione integrale del medesimo disco sta nel DVD allegato alla versione deluxe, che ripropone brani live registrati nel corso del celebre festival itinerante Crue Fest. Un po’ poco, insomma, specie considerando che non sono solo le canzoni ad essere rimaste le stesse, ma lo è anche il prezzo del CD.

Fermo restando che, naturalmente, qui non si discute affatto la grandezza dei Motley Crue, bensì l’effettivo valore del disco in questione, il mio consiglio non può che essere il seguente: se ancora non conoscete questo insieme di brani immortali, che hanno reso famosa in tutto il mondo una delle band più irriverenti e scatenate mai uscite fuori da Los Angeles, allora il disco è ciò che fa per voi: si tratta di un’esaustiva raccolta dei maggiori successi del gruppo e certamente vi divertirete molto. Se invece, verosimilmente, avete già avuto modo di imbattervi in Vince Neil e soci, passate tranquillamente oltre. Continuate pure ad ascoltare uno degli altri sei best of rilasciati dal gruppo dal 1991 ad oggi oppure, ancor più semplicemente, componete con l’ausilio del vostro mouse il vostro unico, personale ed inimitabile greatest hits.



VOTO RECENSORE
s.v.
VOTO LETTORI
27.76 su 30 voti [ VOTA]
venom
Domenica 20 Marzo 2016, 2.50.20
26
disco solo per nuovi fan o collezionisti.io adoro i crue e l ho comprato anche se l ennesima raccolta inutile.
ratt
Venerdì 15 Marzo 2013, 15.45.12
25
@frankiss: beh, rl'omonimo con corabi per me è molto buono, anche Generation swine , NEL SUO GENERE è apprezzabile. Beh, poi Saints of los angeles per me spacca
pompinio il superbo
Venerdì 15 Marzo 2013, 15.43.29
24
s.v.
blackie
Giovedì 19 Aprile 2012, 3.06.53
23
non mi sono mai appasionato alle raccolte....eppure riempono quasi sempre le casse delle band....questa e l ennesima...
Davide
Sabato 3 Dicembre 2011, 12.05.52
22
Questo è un Greatest Hits vecchio di quasi 3 ANNI, cosa c'è da insultare se ora viene per la prima volta commercializzato anche in Europa?
Elluis
Sabato 3 Dicembre 2011, 11.49.03
21
Stessa tracklist e pure stessa copertina: cioè tutta la rimanenza invenduta in questi 2 anni è stata riproposta uguale uguale con solo un cazzo di dvd aggiunto. No, ma non è un'operazione commerciale, tranquilli ! In fondo non è un caso che si chiami Greate$t Hit$, con il simbolo del bel dollarone.
Frankiss
Sabato 3 Dicembre 2011, 2.33.11
20
Quanto ho amato i Crue, x certi versi li amo ancora..ma non fanno un disco decente da Dr. Feelgood....mi domando poi a che serve l'ennesimo Best Of....si diano da fare x comporre un album alla loro altezza...altrimenti x vivacchiare come star panzute e senza più fame di rock...vadano nel loro stripper bar preferito e ci si sotterrino!!!
Barry
Venerdì 2 Dicembre 2011, 22.29.01
19
A quel punto sai che fai? A mali estremi, estremi rimedi: o lo giri oppure lo metti fra i dischi pop o hip/hop
Freddie
Venerdì 2 Dicembre 2011, 22.28.14
18
.... più originale la recensione che il disco....
AdemaFilth
Venerdì 2 Dicembre 2011, 22.26.57
17
Ahah non avevo nessun dubbio a riguardo! Solo che con tutti i Greatest Hits che stanno uscendo in questo periodo, non ci basteranno le scaffalature!
Barry
Venerdì 2 Dicembre 2011, 21.17.50
16
Ahah nessun problema...considera che il punto 3, nella parte riguardante l'opposizione passiva, è autobiografico XD
AdemaFilth
Venerdì 2 Dicembre 2011, 20.52.34
15
Caro Barry, sappi che se dovesse toccarmi il the best of dei Deathstars copierò i tuoi tre punti, ovviamente senza rivelare la fonte
Lontano
Venerdì 2 Dicembre 2011, 20.39.11
14
Basta... sotto Natale solo best-of e raccolte trite e ritrite... Mi chiedo solo se queste uscite sono pilotate dalla label (contratti che prevedono n dischi ogni n anni), oppure sono avvallate dagli artisti per far cassa?
jeffwaters
Venerdì 2 Dicembre 2011, 19.32.58
13
mi tengo il mio greatest hits con Bastard,Helter Skelter,Live Wire e compagnia bella,cmq grazie per sempre 'CRUE!!!
Radamanthis
Venerdì 2 Dicembre 2011, 16.32.33
12
Band che amo ma un best of così me lo posso fare anche io e forse meglio...
Finntrollfan
Venerdì 2 Dicembre 2011, 15.19.18
11
GIRLS, GIRLS,GIRLS... per tacere delle altre!
P2K!
Venerdì 2 Dicembre 2011, 14.58.21
10
Servo vostro...
Flight 666
Venerdì 2 Dicembre 2011, 13.41.50
9
@P2K!: Grazie della segnalazione, abbiamo provveduto a correggere!
Barry
Venerdì 2 Dicembre 2011, 11.45.32
8
Questo è vero e lo sapevo, però so che è anche stata rimaneggiata parecchio dal buon Nikki
P2K!
Venerdì 2 Dicembre 2011, 11.44.20
7
Tranquillo Barry... Certo, poi se uno volesse "infierire" c'è da specificare che "If I Die Tomorrow" era un pezzo originariamente scritto dai Simple Plan i quali però non ne erano convintissimi. A seguito di questo il produttore Bob Rock ha portato il pezzo Nikki Sixx il quale lo ha rimaneggiato...
Barry
Venerdì 2 Dicembre 2011, 10.52.36
6
Ops e dire che avevo pure controllato...sorry
enri sixx
Venerdì 2 Dicembre 2011, 8.50.17
5
vogliamo un nuovo album o ancora meglio una raccolta di canzoni inedite dei tempi d'oro . basta the best con le solite canzoni.
Metal3K
Venerdì 2 Dicembre 2011, 8.24.57
4
Oscillo tra i punti 2 e 3 anche io
Metal3K
Venerdì 2 Dicembre 2011, 8.23.03
3
Oscillo da i punti 2 e 3 anche io
P2K!
Venerdì 2 Dicembre 2011, 8.14.18
2
ENNESIMA raccolta... BASTA!!! Comunque "Afraid" non fa parte dell'era Corabi ma bensì di quello scempio che fu "Generation Swine" il disco del ritorno al microfono di Vince Neil.
BILLOROCK fci.
Venerdì 2 Dicembre 2011, 8.08.41
1
Rock n roll time people.... oh yeah !!
INFORMAZIONI
2011
Eleven Seven Music
Glam Rock
Tracklist
1. Too Fast for Love
2. Shout at the Devil
3. Looks That Kill
4. Too Young to Fall in Love
5. Smokin’ in the Boys Room (Bronswille Station cover)
6. Home Sweet Home
7. Wild Side
8. Girls, Girls, Girls
9. Dr Feelgood
10. Kickstart My Heart
11. Same Ol’ Situation
12. Don’t Go Away Mad (Just Go Away)
13. Without You
14. Primal Scream
15. Sick Love Song
16. Afraid
17. If I Die Tomorrow
18. Saints of Los Angeles
19. The Animal in Me (Remix)
Line Up
Vince Neil (Voce)
Mick Mars (Chitarra)
Nikki Sixx (Basso)
Tommy Lee (Batteria)
 
RECENSIONI
77
73
75
83
99
93
79
90
80
ARTICOLI
30/03/2019
Articolo
MOTLEY CRUE
The Dirt - Il film visto da Metallized
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]