Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ne Obliviscaris
Urn
Demo

Rust
Rust
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
HOUSTON
III

CONCERTI

18/11/17
EXTREME NOISE TERROR + GUESTS
CSO RICOMINCIO DAL FARO - ROMA

18/11/17
HELLOWEEN
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

18/11/17
BE THE WOLF + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

18/11/17
MORTUARY DRAPE + SULFUR + PRISON OF MIRRORS
CIRCUS CLUB - SCANDICCI (FI)

18/11/17
CELESTIA + IMAGO MORTIS + BLAZE OF SORROW
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

18/11/17
HAVENLOST + DISEASE ILLUSION
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

18/11/17
ANIMAE SILENTES + VORTIKA
MOLIN DE PORTEGNACH - FAVER (TN)

18/11/17
DOMINANCE + CRISALIDE
BE MOVIE - SANT'ILARIO D'ENZA (RE)

18/11/17
UNMASK + KILLING A CLOUD
TEATRO LO SPAZIO - ROMA

19/11/17
CRIPPLED BLACK PHOENIX + EARTH ELECTRIC + JONATHAN HULTEN
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

Hardcore Superstar - The Party Ain’t Over ‘Til We Say So
( 3901 letture )
Tempo di celebrazioni per gli svedesi Hardcore Superstar, che a undici anni dall’esplosivo esordio Bad Sneakers and a Piña Colada (e a quattordici dal primo demo, It’s Only Rock’n’Roll, datato 1997) pubblicano un’antologia dei propri pezzi migliori. Scegliere una manciata di canzoni in una discografia omogenea e capace di regalarci decine di pezzi validi e ugualmente coinvolgenti deve essere stata una vera impresa: un best of è sempre un prodotto discutibile, in quanto è sempre meglio ascoltare e conoscere i dischi originali nella loro interezza, però questo The Party Ain't Over ‘Til We Say So potrebbe essere utile a chi vuole avvicinarsi alla band capitata dall’istrionico Jocke Berg, un frontman da cui molti dovrebbero prendere lezioni.

I venti brani prescelti per la raccolta contribuiscono a ripercorrere a passi disordinati l’evoluzione stilistica del gruppo, che era partito sfornando una sorprendente miscela di hard rock, glam, punk e sleaze metal dalle sfumature ultracatchy: chi li segue da sempre, dunque, potrà riannodare i fili della memoria ripassando delle vere micce di energia come Liberation o Have You Been Around, ma anche la ballatona Someone Special la raffinata e malinconica Shame, unico estratto di un disco a volte troppo sottovalutato come Thank You (For Letting Us Be Ourselves), caratterizzato da un rock più soft e quasi hard rock-bues in certi frangenti. Il capitolo più easy e pop della serie, No Regrets, viene omaggiato con la struggente Still I’m Glad e la divertentissima Honey Tongue, mentre la risalita coincisa col disco omonimo non può che garantire la presenza di hit irrinunciabili quali My Good Reputation, la strepitosa We Don’t Celebrate Sunday, la bastarda Wild Boys e tutte quelle altre gemme metal-oriented estratte dai dischi successivi, dalle titletrack di Dreamin’ in a Casket e Beg for It alla bellissima Into Debauchery.

Il recente Split Your Lip, disco in cui vengono abbandonate le reminiscenze metalliche a favore di un hard rock più stradaiolo (come quello delle origini), porta in dote un pezzo eccezionale come Last Call for Alcohol, la bizzarra Moonshine ed un paio di ballate carine ma che, bisogna dirlo, rubano un posticino che gli aficionados avrebbero riservato a vecchi cavalli di battaglia come Rock’n’Roll Star, Kick on the Upperclass ed altri. Del resto, i gusti sono la cosa più soggettiva che esista e pretendere di mettere d’accordo tutti con una raccolta è praticamente impossibile. Ognuno ha le proprie preferenze, le canzoni preferite e quelle che evocano ricordi particolari: di sicuro, chi non ha mai ascoltato gli Hardcore Superstar e si trovasse ad ascoltare la compilation in questione non tarderà a capire quanta energia e melodia venga sprigionata dal quartetto svedese, decisamente in gamba nel comporre canzoni immediate, orecchiabili, dai chorus irresistibili e intrise di emozioni spumeggianti.

Nel disco sono presenti anche due brani non inclusi in nessun disco: il singolo Bastards, risalente al 2007, e l’inedito We Don’t Need a Cure, entrambi poco significativi: proprio il pezzo “nuovo” appare assai curioso, con quelle linee vocali ancheggianti e i cori di sottofondo cantati da bambini. Esprimere un giudizio su un best of è sempre un’operazione complicata e molto più opinabile rispetto ad un disco normale, pertanto ci limitiamo alla pura disamina senza interpellare la matematica. Per chi ancora non conoscesse questi ragazzi, non a caso ritenuti i Motley Crue del 2000 -per la musica, non per gli atteggiamenti, beninteso- non deve fare altro che riparare all’errore, con questa raccolta o con qualche disco originale, non fa differenza: tanto basteranno poche canzoni per invogliare la conoscenza dell’intero catalogo targato Hardcore Superstar!



VOTO RECENSORE
s.v.
VOTO LETTORI
44.38 su 42 voti [ VOTA]
Raze
Martedì 24 Luglio 2012, 11.53.47
9
@Flag questa è la prima raccolta dei HCSS dal '97.
enry
Domenica 18 Dicembre 2011, 9.22.50
8
Avete ragione un po' tutti, anche se io non ho tutto questo astio verso i best of. Insomma, ascoltando parecchi generi ci sono molte band di cui mi piacciono quei 2-3 pezzi per disco, in questi casi il best of mi torna utile, mi piglio a 18 euro i loro 15 brani migliori e finita lì. Discorso diverso per i fans, per i quali è ovviamente inutile. Discorso ancora più diverso per le bands che pubblicano raccolte dopo 5 anni di attività o per l'odiosissima moda di ripubblicare un disco uscito due anni fa con l'aggiunta di un dvd e due scarti da studio. I Rammstein però li salverei dai, un best of dopo 17 anni ci sta tranquillamente.
Flag Of Hate
Domenica 18 Dicembre 2011, 1.08.36
7
Spezzo una lancia in favore dei citati Rammstein: dal 1994 e dopo 6 album di gran successo (e di buona qualità, dai!) "Made in Germany" è la prima compilation del gruppo, e per quanto inutile per chi li segue, alla fine è giustificabile. Discorso diverso per gli HS, perchè, vado a memoria, hanno pubblicato un'altra raccolta appena 2 anni fa; e soprattutto per i Deathstars, che sinceramente non mi sembrano una band che si possa permettere di pubblicare raccolte di alcun tipo....
Er Trucido
Venerdì 16 Dicembre 2011, 16.59.40
6
Si comunque il fine è lo stesso
Khaine
Venerdì 16 Dicembre 2011, 16.58.25
5
Ad onor del vero questa raccolta è uscita un mese fa (potrei sbagliare di un poco il timing). Diciamo che, proprio in quanto raccolta, l'abbiamo recensita con tutta calma, ma dovreste già trovarla nei negozi.
Er Trucido
Venerdì 16 Dicembre 2011, 16.55.57
4
Tutti i natali escono raccolte, oramai è il trend...
hm is the law
Venerdì 16 Dicembre 2011, 16.14.19
3
non è la moda è lo schifo del momento
Fulvio
Venerdì 16 Dicembre 2011, 13.07.58
2
mmm ma è la moda del momento? Rammmmstein,Deathstars ed ora loro? anyway questa band va supportata abbestiah!!! Ritengo utile questo best of...ma avere la loro intera discografia sarebbe meglio!!
Radamanthis
Venerdì 16 Dicembre 2011, 0.13.06
1
Per chi non li conoscesse direi che è un disco da avere! Una gran bella band, divertente e potente al punto giusto!
INFORMAZIONI
2011
Nuclear Blast
Hard Rock
Tracklist
1. We Don’t Need a Cure
2. We Don’t Celebrate Sundays
3. Moonshine
4. My Good Reputation
5. Wild Boys
6. Someone Special
7. Dreamin’ in a Casket
8. Into Debauchery
9. Here Comes That Sick Bitch
10. Last Call for Alcohol
11. Beg For It
12. Liberation
13. Bastards
14. Medicate Me
15. Standing on the Verge
16. Still I’m Glad
17. Have You Been Around
18. Shame
19. Honey Tongue
20. Run to Your Mama
Line Up
Jocke Berg (Voce)
Silver Silver (Chitarra 1997-2007)
Vic Zino (Chitarra 2007-2011)
Martin Sandvick (Basso)
Magnus Andersson (Batteria)
 
RECENSIONI
75
s.v.
82
75
74
85
71
80
ARTICOLI
09/11/2017
Intervista
HARDCORE SUPERSTAR
100% Hardcore Superstar!
16/09/2016
Live Report
HARDCORE SUPERSTAR + JUNKIE DILDOZ + HANGARVAIN + QUINTACOLONNA + LOST & FOUND
Circolo acsi a.s.d. Supernova, Tuoro sul Trasimeno (PG), 10/9/2016
16/07/2016
Live Report
WHITESNAKE + HARDCORE SUPERSTAR
Pistoia Blues, Piazza Duomo (PT), 15/07/2016
26/11/2014
Live Report
HARDCORE SUPERSTAR + SPEED STROKE
Rock Planet, Pinarella di Cervia (RA), 22/11/2014
25/05/2013
Intervista
HARDCORE SUPERSTAR
InarrestabilI e completi: parla Jocke!!!
20/11/2010
Intervista
HARDCORE SUPERSTAR
Godersi la notorieta'...
11/01/2008
Intervista
HARDCORE SUPERSTAR
Parla Silver Silver
13/11/2006
Live Report
HARDCORE SUPERSTAR
La data di Roma
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]