Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Turilli / Lione Rhapsody
Zero Gravity (Rebirth And Evolution)
Demo

Wraith (USA)
Absolute Power
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

20/09/19
BELENOS
Argoat

20/09/19
TUNGSTEN
We Will Rise

20/09/19
LEE AARON
Power, Soul, Rock N Roll

20/09/19
URN
Iron Will of Power

20/09/19
SNOW BURIAL
Ostrava

20/09/19
AS I LAY DYING
Shaped by Fire

20/09/19
BRETUS
Aion Tetra

20/09/19
COFFINS
Beyond The Circular Demise

20/09/19
CULT OF LUNA
A Dawn to Fear

20/09/19
CULT OF LUNA
A Dawn to Fear

CONCERTI

17/09/19
JACK SONNI + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

19/09/19
DER WEG EINER FREIHEIT + DOWNFALL OF GAIA
LEGEND CLUB - MILANO

19/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

20/09/19
LIGHT THIS CITY
DAGDA - RETORBIDO (PV)

20/09/19
SOTO + GUEST TBA
LEGEND CLUB - MILANO

20/09/19
RAM + VULTURE + INDIAN NIGHTMARE
DEDOLOR MUSIC HQ - ROVELLASCA (CO)

20/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
LARGO VENUE - ROMA

20/09/19
S.R.L. + VIOLENT INNER PROTEST + ORGANIC ILLUSION
SAXA BEACH - PORTO S. ELPIDIO (FM)

20/09/19
HORRID + STIGE
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

21/09/19
NILE + HATE ETERNAL + VITRIOL + OMOPHAGIA
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

Cinderella - Night Songs
( 5783 letture )
Ma Tom Keifer e la storia dei Cinderella sono un’unica cosa? Presumibilmente si, basta guardare la track list del loro debut-cd per rendersene subito conto, e non solo per questo fattore.
Nei primi anni ottanta due amici di Philadelphia, Tom Keifer (voce, chitarra) ed Eric Brittingham (basso) lasciano i Saints In Hell per dare vita ad un combo intento a comporre pezzi originali, stufi di suonare cover. A loro si uniscono Michael Kelly Smith (chitarra) e Tony Destra (batteria), poi entrambi defenestrati e confluiti nei Britny Fox -buon gruppo di hard/glam americano- mentre il monicker viene scelto una notte, prendendo spunto da un film porno. Nell‘85, durante un loro show all'Empire Club di Philadelphia con una formazione non ancora definitiva, i pianeti convergono grazie all’attenzione di una novella rockstar, Jon Bon Jovi che, entrato per caso a bere un drink, viene fulminato ed affascinato dalla personalità e dalla voce di Tom Keifer. Fa conoscere la band alla Polygram e per magia, improvvisamente, la vita dei Cinderella cambia, ponendoli sul lungo rettifilo che porta allo stardom. Dopo aver siglato il contratto con la label Mercury Records, gli esperti del marketing esercitano pressioni affinché Kelly Smith e Destra tolgano il disturbo; quest’ultimo, poi, perirà tragicamente in un incidente stradale un paio d'anni dopo. Entrano in line-up Jeff LaBar alla chitarra e Fred Coury ai tamburi, anche se nel disco non spacchetterà nemmeno le bacchette dal cellophane, poiché al suo posto suoneranno Jim Drnec ed in seguito Jody Cortez. Dalla riserva di pezzi del labbruto Tom (tutte le tracks del disco sono sue senza co-autori) prende vita l’esplosivo album d’esordio, Night Songs, prodotto da Andy Johns, già assistente di Rolling Stones e Led Zeppelin. Un cd che riserverà botti artificiali al quartetto ed al fiorente mercato hard. La classica Cenerentola che diventa Principessa in una notte!

Sin dai rintocchi della campana lugubre e molto AC/DCiana della title-track ci si trova a racimolare attimi di vita, sul filo spinato di una voce tagliente e di un coacervo musicale scottante. Un andamento cantilenante, un solo lamentoso alla moviola ma che penetra nell’anima, un singing che disossa la polpa, un inciso che vi spacca i neuroni e vi obbliga a cantare, ecco come si presenta la canzone eponima. Una band con un look appiccicatogli addosso dalle nuove tendenze glam, notare il coloratissimo scatto di copertina, ma pressofusa con ringhiosi soli e potenza da vendere. I quattro singoli Shake Me, Nobody's Fool, Somebody Save Me e appunto Night Songs, sono il badge esplicativo dello stile dei Cinderella, rocciosità e refrain orecchiabili che sconquassano le charts, la mia preferenza va alla micidiale Somebody Save Me, massiccia quanto un tir beccato sul naso con solo funambolico, e al grandioso class metal di Shake Me, senza dimenticare la semiballad spopola-pupe di Nobody's Fool, guarnita di un clip evocativo. Ma questo passo d’abbrivio per la loro carriera non ha solo in carniere pezzi eccellenti pubblicati in versione single, anche Nothin' for Nothin' dà una bella spallata al sistema, Once Around the Ride è ipnotica nel riff delle due asce e la voce di Keifer punzona i culi intenti a fondersi con le poltrone alzando il pugno e intimando: sveglia guys, ecco i “cenerentoli” che vi ridurranno in cenere se non smuovete le chiappe. La sessualissima Push Push è eccitazione umorale, Hell on Wheels fornisce un anticipo del secondo, magico capitolo, nel modo di intrecciare le sei corde, mentre la voce sega in due le resistenze, In from the Outside è blues elettrificato con singing pulito alternato a stilettate raschianti tipiche e un chorus che fa battere il piedino, mentre Back Home Again non è la classica ballad di chiusura ma un hard diretto e resistente alle intemperie. Ancora oggi godo in modo supremo a spararmi il video di Shake Me, con tutti quei clichè eighties fatti di capelli cotonati, colori sgargianti, bacchette roteanti, cori trascinanti e l’abitudine, ormai scomparsa, di far passare chitarre e bassi dietro la schiena di slancio a mo’ di coreografia; tra l’altro il pezzo è memorabile.

Questo crogiuolo urticante di song procura ai Cinderella lo sfondamento istantaneo del muro dell’anonimia regalando loro l’attenzione del grande pubblico che, pervaso dalla video rotation di MTV, li impone come “next big thing” a suon di copie vendute. Night Songs sarà doppio disco di platino in sei mesi, triplo nel ‘91, vendendo in media 50.000 pezzi a settimana solo negli Usa, e risalendo la classifica di Billboard sino alla posizione numero 3. La versione VHS Night Songs - The Videos verrà proclamata oro nel ‘87. Nel 1986 i Cinderella vanno in tour con David Lee Roth e l’anno successivo consolidano il loro consenso crescente, facendo da apripista per i Bon Jovi e partecipando al festival Monsters of Rock nel Regno Unito. Anche dal vivo non deludono certamente, anzi. Trentadue minuti di musica racchiusi in un debutto che certifica la nascita di un’ennesima star nel firmamento hard a stelle e strisce; nulla a che vedere con il vero capolavoro che sforneranno di lì a breve. Ma questo capitolo lo analizzeremo prossimamente. Cinderella rules, senza paura di smentita.



VOTO RECENSORE
81
VOTO LETTORI
64.77 su 62 voti [ VOTA]
Area
Mercoledì 17 Luglio 2019, 12.10.12
41
@Maurillo, anche per me questo é un album da 90.
Maurilio
Mercoledì 17 Luglio 2019, 1.00.51
40
Che disco....qui un 100 va addirittura stretto.
Maurilio
Lunedì 8 Aprile 2019, 22.16.12
39
In tutta onestà faccio fatica a scendere sotto i 90 con qualsiasi album del gruppo in questione. Grandissimi.
Ruby
Martedì 26 Marzo 2019, 21.54.18
38
@GRC , e chi ti ha detto niente. Puoi scrivere quello che vuoi, così come io posso dire che le tue divagazioni tolgono l' attenzione sul valore effettivo della band in questione, e non portano alcuna rilevanza degna di ulteriore attenzione , se non (appunto) divagazioni che non tangono minimamente la squisitezza stilistica e artistica di questa band.
Area
Martedì 26 Marzo 2019, 13.11.24
37
@Ruby, Ah guarda io l'ho fatto nei post precedenti!
Area
Martedì 26 Marzo 2019, 13.10.27
36
@GRC, si ma non hai capito, i Blue Cheer o i Mountain hanno ispirato i gruppi americani dei 70, quelli degli anni 80 che poi faranno il cosidetto Glam o Hair Metal sono stati appunto Montrose, Cheap Trick, Van Halen, Aerosmith, Alice Cooper, New York Dolls e Kiss... te lo direbbero anche loro. Poi e anche qui mi ripeto l'influenza britannica maggiore furono i Rolling Stones anche a livello di immagine (soprattuto il periodo di Sticky Fingers)
GRC
Martedì 26 Marzo 2019, 0.37.34
35
@Ruby, senza offesa, io penso di scrivere e dire ciò che voglio, l'importante è farlo nel lecito. Se non ti piace ciò che scrivo basta non leggerlo.
Ruby
Lunedì 25 Marzo 2019, 20.56.21
34
Bla...bla...blaaa... questo è punk, quello è grunge, e l' altro è hard rock... Vogliamo solo dire che i Cinderella sono un' ottima band e forse una delle più rappresentative nella scena metal 80/90? Hanno fatto pochi album , ma tutti di livello eccelso.
GRC
Lunedì 25 Marzo 2019, 20.13.13
33
E comunque, @Area, è un pò azzardato definire Hard Rock band come Cheap Trick, gruppo molto più Power Pop che Hard Rock, e New York Dolls, gruppo che effettivamente in molti confondono per Hard Rock, ma che musicalmente, nel 1973, era la cosa più vicina al Punk che c'era al mondo. Dimenticavo un altro gruppo Hard americano fondamentale (soprattutto per l'Hair/Pop/Glam Metal anni '80), anche se di qualche anno più recente (esordio 1973) in confronto ai gruppi sotto citati, gli Aerosmith.
GRC
Lunedì 25 Marzo 2019, 17.28.25
32
@Area, io la triade Zeppelin, Purple, Sabbath la paragonerei più a Mountain, Blue Cheer, Blue Oyster Cult, veri padri dell'Hard americano. I gruppi che hai nominato tu sono "figli" dei gruppi Hard seminali britannici e americani.
Area
Lunedì 25 Marzo 2019, 13.34.05
31
@GRC, Hard Rock anni 80 giusto... ma Americanissimo anche nelle influenze, cioé per dire loro non prendevano da Deep Purple o Black Sabbath, qualcosa dagli Zeppelin si, ma le influenze erano soprattutto Cheap Trick, Montrose, New York Dolls, Kiss e Van Halen, i grandi del Rock Americano dei 70. Sul fronte Britannico era forte l'influenza dei Rolling Stones.
GRC
Lunedì 25 Marzo 2019, 13.12.45
30
Immaginavo una risposta del genere, l'epoca è diversa, lo stile non proprio dato che l'Hair/Pop/Glam Metal non è altro che Hard Rock anni '80, diretto discendente dell'Hard Rock anni '70. Personalmente non comprendo un 96 a Long Cold Winter (esagerato) e un 88 a Led Zeppelin II (vergognoso) (per essere "stilisticamente" più vicino) un 95 a Van Halen (voto coerente) o un 90 a Shout At The Devil (voto coerente). Comunque, mio giudizio personale, voto 80 questo album e 83 Long Cold Winter, album bellissimi ma andiamoci piano con i voti.
Area
Lunedì 25 Marzo 2019, 12.57.15
29
@GRC, ma che discorso é? Sono epoche e stili differenti... L'unica cosa vera é che Led Zeppelin, Machine Head o Paranoid sono stati più seminali, complice anche il fatto che sono andati commercialmente meglio. Nel senso... il Glam/Hair dei Cinderella fatturava molto bene, ma soprattutto negli Stati Uniti con qualche picco magari in Giappone e una fama moderata in Germania e Inghilterra. I Led Zeppelin, Deep Purple e BLack Sabbath invece vendevano milioni di copie negli States, Canada, Regno Unito e superavano le 400.000 unità anche negli altri paesi d'Europa. Ecco fa conto che quelle cose lì nell'Hair riuscivano a farle solo Bon Jovi, Aerosmith e Guns N Roses (e comunque questi non subito)
GRC
Lunedì 25 Marzo 2019, 12.31.04
28
Va bene tutto, l'album è bello e piacevole, ma se diamo 90 (addirittura 96 voto recensore a Long Cold Winter) quanto dobbiamo dare a dischi come Led Zeppelin, Machine Head o Paranoid 120?
Area
Lunedì 25 Marzo 2019, 12.14.12
27
@Mauri66, invece per me il capolavoro é proprio sto disco, anche se da Long Cold Winter viene fuori la vena Blues che tanto Western
Mauri66
Lunedì 25 Marzo 2019, 11.36.08
26
81????? Un bel 90 non glielo toglie nessuno! Grande disco e grandissima band che poi ha sfornato il capolavoro che è Long Cold Winter.
rik bay area thrash
Lunedì 29 Gennaio 2018, 16.59.13
25
Album esplosivo irruente, immediato, ruvido, sanguigno. Uno dei tantissimi album spettacolari che i mid eighties ci stava regalando. La cover è bellissima e rispecchia fedelmente i cliché del movimento hair metal, anche se musicalmente questo album non ha molte attinenze. Questo night songs è una colonna sonora imprescindibile per ogni amante delle sonorità hard rock de luxe (imho)
Aceshigh
Lunedì 29 Gennaio 2018, 14.45.46
24
Esordio bomba!!! Chiaramente se facciamo il paragone con l'album successivo, Night Songs ne esce sconfitto. Però bisogna pure tener conto che Long Cold Winter è in assoluto uno dei dischi hard rock più belli di sempre, un album da 10 e lode. Questa prima prova a parer mio non è mica così tanto lontana da quel vertice irraggiungibile, siamo anche qui di fronte a un piccolo capolavoro. Sì, voto troppo basso. Almeno 90
Shadowplay72
Domenica 26 Novembre 2017, 14.08.23
23
La musica con cui son cresciuto.i cinderella hanno fatto tutti album favolosi.questo sopra tutti per me.voto basso!
Giaxomo
Lunedì 20 Novembre 2017, 20.53.47
22
Diciamocela qua: se uno li ascoltasse per la prima volta in radio oggigiorno potrebbe confondersi con gli AC/DC di Brian Johnson (RIP Malcolm) proprio per l'ugola dell'immenso Keifer, ancora più ruvida, pregna di "alcol e fumo". Io assegno un bell'85 a questo LP, non tanto per le novità apportate in sé (pressoché nulle, le cicche ci saranno nel capolavoro LCW) ma per il connubio di ritornelli radiofonici, facilmente assimilabili (vedi i singoli o "Back Home Again", la mia traccia preferita con un grande assolo) legati ad arrangiamenti mai banali e pacchiani. Un classico dell'hard rock anni 80 carico di influenze hair, un lavoro già maturato, con qualche motivo blues che emergerà già dal lavoro successivo.
Philosopher3185
Domenica 2 Aprile 2017, 22.16.28
21
buon album con qualche pezzo di un certo spessore:night song,nobody's full ma il meglio sarebbe arrivato con long cold winter
Area
Domenica 6 Novembre 2016, 23.45.10
20
Questo per me é un album da 90, lo considero il migliore dei Cinderella e uno dei miei album Rock anni 80 preferiti. Li ho sempre considerati tra i migliori discepoli di KISS e Aerosmith. Qui l'influenza di questi due nomi é forte,
Metal Shock
Martedì 19 Aprile 2016, 21.32.52
19
La cosa piu` sbagliata di questo album e` la copertina: fuorviante al massimo. Uno la vede e pensa ad un gruppo glam; niente di piu` sbagliato. Primo album hard rock di un gruppo meraviglioso; l`ho consumato a forza di ascoltarlo nella mia giovinezza. Per me il voto ` 88.
Rob Fleming
Domenica 17 Gennaio 2016, 15.14.44
18
Night songs e Nobody's fool su tutte. 75
vinilespeed900
Sabato 10 Marzo 2012, 22.44.09
17
Grande album ho ancora la cassetta e lp originali usciti nel 1986 in italia
Lontano
Venerdì 13 Gennaio 2012, 20.17.58
16
Cavolo, che ricordi... e che album...
blackiesan74
Mercoledì 11 Gennaio 2012, 10.11.40
15
Ovviamente volevo scrivere "recensione"
blackiesan74
Mercoledì 11 Gennaio 2012, 10.10.53
14
Grandi Cinderella! "Night Songs" è una delle mie canzoni preferite della loro intera discografia; otima (come sempre) anche la censione, ma anch'io alzerei di poco il voto a 85. In ogni caso Cinderella rules forever. E speriamo che Tom sia sulla via di risolvere i suoi problemi di voce!
lux chaos
Martedì 10 Gennaio 2012, 22.41.16
13
@fabio II: veramente, un capolavoro di song!!! Meritava un gran successo!!! Ciao fabio!!
N.I.B.
Martedì 10 Gennaio 2012, 17.24.21
12
Gran bell'Album... davvero... mi era piaciuto fin dalle prime note...!!!!
fabio II
Martedì 10 Gennaio 2012, 9.43.00
11
lux chaos sei andato a pescare un grande brano, se ha fatto successo '18 and life' degli Skid Row poteva benissimo capitare a 'Don't cloese your eyes'
marmar
Lunedì 9 Gennaio 2012, 21.48.19
10
Mitici! Che botto fecero all'epoca, me lo ricordo ancora, ma quello che più mi è rimasto impresso sono il loro sound e la voce di Keifer, veramente interessanti. I primi due album sono veramente ok e non si possono ignorare.
lux chaos
Lunedì 9 Gennaio 2012, 17.45.29
9
@fabio II: ti quoto alla grande sui Kix, buon gruppo, e sull'album che hai citato, che per me contiene una delle più belle canzoni stile "ballad coi controcaxxi" che è "don't close your eyes"....STREPITOSA!!!!
enri sixx
Lunedì 9 Gennaio 2012, 14.41.21
8
grande album glam metal , voto 87
Radamanthis
Lunedì 9 Gennaio 2012, 11.13.29
7
Anche io sono dell'idea che questo disco dia un ottimo disco ma inferiore a Long cold winter mentre è sugli stessi livelli (alti) degli altri. Credo anche io che la tecnica di questa band sia molto migliore rispetto alle altre glam bands dell'epoca e questo forse, x assurdo, li ha resi meno assimilabili (assurdo se ci penso...). Il voto di questo album è x me un bell'85. Grandi Cinderlla!
fabio II
Lunedì 9 Gennaio 2012, 10.38.57
6
Come ricorda Frankiss l'album è incentrato sull'high voltage r'n'r di chiara impostazione Ac/Dc ( 'Fly On The Wall' le prende di brutto) arricchito inoltre da suoni più tipicamente catchy/Usa. In questo contesto 'Night Songs' è davvero buono ( non male, sullo stesso stile, anche i Kix di 'Blow My Fuse, ed i cuginetti Britny Fox ); ovvio come poi dicono i commenti qui sotto che 'L.C.W.' è di un altro livello ( così come anche il terzo 'H.S.' ).
Argo
Domenica 8 Gennaio 2012, 17.11.20
5
Grande album, grande gruppo che purtroppo non è stato molto tenuto in considerazione perchè probabilmente troppo "tecnico", rispetto alle party-band di quegli anni. Gioiellino da avere, assieme al seguente.
xXx
Domenica 8 Gennaio 2012, 14.20.08
4
Long cold winter è di alto livello, l'apice dei Cinderella ma questo è molto bello comunque. Una band che poteva dare di piu' e di conseguenza ricevere di piu'!
lux chaos
Sabato 7 Gennaio 2012, 20.22.32
3
molto bello, concordo con the rock sul fatto che sia inferiore a long cold...cmq gran gruppo!!
tommy
Sabato 7 Gennaio 2012, 18.51.06
2
gran bel gruppo che ho conosciuto attraverso questo sito...subito dopo i motley crue...
The Rock
Sabato 7 Gennaio 2012, 14.50.46
1
Ottimo album anche se inferiore a Long cold winter. In sintonia con il recensore ma alzerei di poco il voto, a 85 ci arriva.
INFORMAZIONI
1986
Mercury Records
Hard Rock
Tracklist
1. Night Songs
2. Shake Me
3. Nobody's Fool
4. Nothin' for Nothin'
5. Once Around the Ride
6. Hell on Wheels
7. Somebody Save Me
8. In from the Outside
9. Push Push
10. Back Home Again
Line Up
Tom Keifer (Voce, Chitarra)
Eric Brittingham (Basso)
Jeff LaBar (Chitarra)
Fred Coury (Batteria)
 
RECENSIONI
85
88
96
81
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]