Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Amorphis
Queen of Time
Demo

SpellBlast
Of Gold and Guns
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

01/06/18
THORIUM
Blasphemy Awakes

01/06/18
ALIEN WEAPONRY
Tū - Album Cover

01/06/18
WOLFSSCHREI
Rise Dead Ember

01/06/18
BLACK CRUCIFIXION
Lightless Violent Chaos

01/06/18
MORTIIS
Perfectly Defect - ristampa

01/06/18
GRUESOME (USA)
Twisted Prayers

01/06/18
MAGICAL HEART
Another Wonderland

01/06/18
NERVOSA
Downfall Of Mankind

01/06/18
LIPZ
Scaryman

08/06/18
MATERDEA
Pyaneta

CONCERTI

26/05/18
CIRCUS MAXIMUS + ANGEL MARTYR (ANNULLATO!)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

26/05/18
MILADY METAL FEST
ARCI TOM - MANTOVA

26/05/18
SAILING TO NOWHERE
BLACK OUT - ROMA

26/05/18
DON BROCO
SERRAGLIO LIVE - MILANO

26/05/18
MONSTERS OF REZ
ARROGANT PUB - REGGIO EMILIA

26/05/18
KYTERION + MADVICE
EVILUTION CLUB - ACERRA (NA)

26/05/18
METAL QUEEN FESTIVAL (day 2)
SALONE POLIVALENTE - STRAMBINO (TO)

26/05/18
HELL OBELISCO + OWN PAW THEE DIE + SUPERNAUGHTY
ART ROCK CAFE - IMOLA

26/05/18
METAPHORIC MIND + KIMERA + DREAL + SYMPHONIA
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

26/05/18
TONS + DEADSMOKE
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

Judas Priest - Sad Wings Of Destiny
( 13822 letture )
La diatriba è vecchia, sostanzialmente inutile, e per di più si presta a circa 1376 risposte diverse. La domanda è: chi è stato il primo? Quale è stata la prima band a produrre un album che si possa considerare pienamente Heavy? Insomma: a chi dobbiamo il nostro essere qui oggi? Come ho appena scritto ognuno di noi può pensarla in maniera differente e parimenti lecita, magari anche in base alla propria età ed alle proprie esperienze personali; sono stati i Led Zeppelin? I Black Sabbath? I Motorhead? (Apro una parentesi: sarebbe un giochetto carino sentire nella sezione Commenti l’idea di vari lettori in merito e poi compararla con la loro età). Personalmente considero il punto zero, il primo disco contenente tutto ciò che connota l’Heavy come lo avremmo conosciuto da lì in poi – magnifica cover compresa – il secondo album dei Judas Priest: Sad Wings of Destiny. Dopo l'anonimo Rocka Rolla, condizionato sia da una certa immaturità compositiva, sia da problemi di produzione, (studio da dividere con un altro gruppo), SWOD fu registrato in Galles presso i London's Morgan Studios, e segnò la svolta Heavy di Halford e soci distanziando la concorrenza sopratutto in fase di velocità di esecuzione e corposità del sound, e caratterizzando il platter con i primi veri riffs priestiani e le tipiche sovrapposizioni di K.K. Downing e Glenn Tipton che avrebbero inciso profondamente nel modo di suonare di gran parte delle H.M. band da lì in avanti. Molti dei pezzi contenuti in quest'album, che già ebbero notevole successo all'epoca, diverranno poi dei classici del gruppo tanto da essere in alcuni casi ancora eseguiti in sede live a distanza di qualcosa come trentatre anni.

Perle come Victim of Changes, (che è poi un collage di un pezzo scritto dal precedente vocalist, Al Atkins e nuove parti appositamente scritte da Rob Halford), con il suo incedere marziale tipicamente metallico; The Ripper, dalla durezza bene in sintonia con un testo che – ovvio – si riferisce alla storia di Jack lo squartatore; Tyrant, probabilmente la canzone più famosa di questo vinile, con i suoi incroci chitarristici ed una prestazione vocale che mostra un Halford nel pieno possesso delle sue facoltà…vocali e come – purtroppo – non siamo più in grado di ascoltare oggi; e Genocide, prodromo della futura nwobhm, costituiscono i pilastri dell’album.
Anche pezzi come Dreamer deceiver, primo vero lento d’alto livello made in Judas; Deceiver, quadrata ed essenziale; Epitaph, altra song scritta da Tipton in slow motion che mostra ancora una volta la capacità di modulazione di Rob in una song che, (ci avete fatto caso?), ricorda alcune cose coeve dei Queen, forse anche come testo:

The old man's sitting there, his head bowed down
Every now and then he'll take a look around
And his eyes reflect the memory-pain of years gone by
He can't regain nostalgic dreams he'll never see again


ed Island of Domination, un’altra killer song – per l’epoca – tipica da chiusura album, fanno la loro parte alla grande, costituendo un monolitico blocco Heavy, specialmente considerando ancora l'epoca di uscita del disco. Uno degli LP più importanti degli anni 70, (a proposito, ci sono recensioni pseudo-qualificate che indicano come anno di pubblicazione il 1974, bah...) con pochi paragoni nel settore, un nuovo standard cui tutti i gruppi che volevano muoversi in ambito pesante dovettero adeguarsi, e che, anche se molte uscite sia coeve che precedenti si contendono questo onore, è senz'altro da considerarsi come il primo album HM della storia.



VOTO RECENSORE
85
VOTO LETTORI
84.33 su 188 voti [ VOTA]
Antonio
Martedì 27 Marzo 2018, 17.52.46
104
@Krimm infatti dovrebbe essere cosi', ma qui mettono 87 ai linkin park, 92 ai guns e capolavori del genere solo 85.
Roberto Caronte
Sabato 17 Marzo 2018, 13.17.28
103
Per me il disco che più rappresenta il concetto di heavy metal
Krimm
Venerdì 5 Gennaio 2018, 10.56.10
102
85?! come scusate? cioè, 85 ad uno degli album più importanti della storia del Metal? ma scherziamo? Sad Wings of Destiny, merita come minimo 90, e proprio a stare bassi.
fra
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 14.28.49
101
Come si fa a dare 85 a un disco che rappresenta in modo perfetto l'heavy metal? 100 e lode per me!
The Reaper
Venerdì 25 Agosto 2017, 23.28.40
100
Tutto quello che volete ma il cantato di Rob in Dreamer Deceiver è qualcosa di ineguagliato. Incredibile che un simile LP sia quasi sconosciuto. Con tante scuse a Maiden, Motorhead, Saxon ed ACDC. E con tutto il rispetto per RJ Dio, David DeFeis e Mattew Barlow; ma sentitevi questo! L'ugola di Rob Halford è una cornucopia elfica che ci porta il vento del Maelstrom dall'Ultima Thule fino a casa. Hail!
galilee
Mercoledì 9 Agosto 2017, 11.20.08
99
Boh...per me il meglio del Judas va da Sad wings a Jugulator....
Max1
Mercoledì 9 Agosto 2017, 8.33.16
98
La triade SAS, SC e SWOD è il top deJudas, con UITE a suggellare il tutto. Tutto il primo periodo dei Judas lo ritengo imprescindibile e con una certa periodicità me lo risento. Da BS in poi non mi interessano quasi più , sarà per il tipo di evoluzione che hanno avuto oppure sarà perché io non ero ai tempi e non sono ancora più interessato ad un certo di tipo di "metal"! De gustibus !
Mulo
Martedì 8 Agosto 2017, 18.21.47
97
Pure x me (insieme a Stained Class e British steele)
Diego
Martedì 8 Agosto 2017, 18.15.52
96
Per me il migliore dei judas priest!!!
Salvatore
Martedì 20 Giugno 2017, 9.44.11
95
*perdonate gli errori grammaticali ma sto diciannove di fretta! Ha ha ha!....
Salvatore
Martedì 20 Giugno 2017, 9.37.14
94
Il commento si riferiva (Suarez) forse a un altra recensione dove so e paragonato appetito a Sad ,che non c entra niente ne come genere,ne come valutazione(confondere l hard Street con l heavy metal gotico e un p o inappropriato al dila' dei propri gusti o di parte!....tutto qua!.....
Suarez
Martedì 20 Giugno 2017, 8.28.06
93
Ma che c'entrano i voti dei guns con questa recensione dovete spiegarmelo però
Salvatore
Martedì 20 Giugno 2017, 1.41.32
92
Piuttosto darei un 94! E leggenda pura! × me e'iniziato tutto con questo album!
Salvatore
Martedì 20 Giugno 2017, 1.36.21
91
Parole 'sante' Antonio! Paragonare i Guns ai Priest e un eresia! ( secondo me ha un che di provocatorio).....Qui si ha la 'messa appunto Dell heavy metal! .....sia nelle tematiche, (allora dedicare una canzone a Jack lo squartatore) oppure al genocidio ,era un qualcosa di scoccane! era il 1976,non era ancora chiamato heavy metal ma Dark sound (Black Sabbath,Uriah Heep,Black Window)infatti i Priest fusero tutti e tre gli stili per crearne uno loro che,nel decennio successivo esplodera' definitivamente! e poi non trovo neanche questo accostamento ai Queen
Antonio
Lunedì 12 Giugno 2017, 15.35.40
90
94 ad Appetite for Destruction e solo 85 al migliore album dei Judas Priest ? No ragazzi non ci siamo capisco i gusti personali ma un pò di equilibrio quando si danno i voti non guasterebbe.
Psychosys
Martedì 23 Maggio 2017, 18.32.39
89
@Giaxomo Rob invece sta nella mia top 1, fisso!
Giaxomo
Martedì 23 Maggio 2017, 15.50.42
88
Diciamo che è l' "ABC" per un (futuro) cantante heavy metal. Purtroppo c'è chi può e chi non può....
Steelminded
Martedì 23 Maggio 2017, 15.22.03
87
Giax in effetti non volevo dire miglior album dei presto perché è dura scegliere... Quel che volevo dire è che la prestazione vocale qui è incredibile!
Giaxomo
Martedì 23 Maggio 2017, 14.10.56
86
@Psychosys: hai trovato la persona sbagliata per fare classifiche, mi dispiace Certamente i cantanti da te menzionati sono l'eccellenza del panorama rock / metal di sempre, non si discute, ma..anche in questo caso ho una certezza: Rob sta, senza ombra di dubbio, nella mia top 3
tino
Martedì 23 Maggio 2017, 12.36.10
85
e mettiamoci pure chris
Psychosys
Martedì 23 Maggio 2017, 12.23.46
84
Quotone a @Giaxomo, l'acuto di Victim Of Changes è anche il mio preferito. Nessuno come Halford in tutta la storia secondo me, è il mio numero 1. Poi tanti altri grandissimi come Paul Rodgers, Gillan, Kiske, Tate (dei tempi d'oro) e compagnia
Giaxomo
Martedì 23 Maggio 2017, 12.16.51
83
@Steelminded: mi inchino profondamente anche dinnanzi a QUELL'acuto Faceva semplicemente ciò che voleva con le corde vocali. Certo che fino a Painkiller è difficilissimo scegliere il loro lavoro migliore...ma questo dal primo posto non me lo leva nessuno!
Steelminded
Martedì 23 Maggio 2017, 12.12.37
82
Perché in deceiver, lacuto di halford? Miglior prova del metal gode di sempre secondo me, il suo gioiello.
Giaxomo
Martedì 23 Maggio 2017, 12.04.56
81
Riascoltato stamattina per l'ennesima volta (ho perso il conto). L'acuto di Halford alla fine di Victim of Changes è la morte civile. Ti annienta, ti fà sentire una nullità, è la storia che si palesa e ci si schianta addosso come un tir ai 100 km/h. Con una raffinatezza incommensurabile, però. Ribadisco il mio NON-voto.
Mulo
Giovedì 4 Maggio 2017, 11.37.24
80
Probabilmente (insieme ad Unleashed)il più bello de Priest,100 secco.Tyrant,Victim of changes (con quel riff preso da Stormbringer),Ripper,Genocide e tutto il resto è da insegnare.Da qua sino a British Steele solo capolavori.
Giaxomo
Lunedì 30 Gennaio 2017, 22.05.10
79
(E che me l'hai fatto notare solo ora)
Giaxomo
Lunedì 30 Gennaio 2017, 22.03.50
78
@nonchalance: Ti giuro, ti giuro e ti giuro nuovamente che si è trattato solo di una coincidenza! E che coincidenza! 😃😃😃
nonchalance
Lunedì 30 Gennaio 2017, 22.01.01
77
@Giaxomo: Ma, Faulkner non è il "nuovo" chitarrista della band..?!
Giaxomo
Lunedì 30 Gennaio 2017, 21.57.32
76
Altro giro, altra corsa. Quest'album l'avevo preso in mano con molta superficialità all'inizio dell'università 3 anni fa e dopo un paio di ascolti, altrettanto modesti e poco attenti, l'avevo accantonato accanto agli altri cd posti sulla mensola. Da lì in poi, il nulla, solo qualche ascolto di lavori prodotti da band che conoscevo, con lo scopo di completarne la discografia. O sporadici acquisti di nuove usciti. Per il resto una crisi musicale nera come la pace, nonostante abbia seguito questa webzine sempre con la stessa passione. Circa tre mesi fa, l'ho ripreso in mano, quasi per puro caso, perché era sotto ad un libro che mi accingevo a leggere: "L'Urlo e il Furore" di W. Faulkner. Grazie a questo lavoro, e ad un altro sparuto gruppo,ho ritrovato la stessa passione per la musica con la "M maiuscola". Anche qui, come con i Rotting Christ, con i dovuti limiti, non ho le facoltà e le doti per votarlo. Raven, com'è che giusto che sia, contestualizza sempre ed è il miglior modo per valutare un'opera, di qualsiasi tipo. Stimo il coraggio che avete, a volte, nell'assegnare quel numero a certe opere. Io non voto. Taccio e contemplo.
nonchalance
Domenica 22 Gennaio 2017, 14.30.10
75
Moolto d'accordo con lisablack..questo, è un must assoluto! Per me, è da S.V.: deve rimanere incastonato nel tempo.
lisablack
Domenica 22 Gennaio 2017, 13.05.06
74
85 a questo? No dai, qui il voto è illimitato perché siamo nella leggenda. Oltre ad esserci dei brani da sogno, qui c'è storia. Dio mio che album..!
Psychosys
Martedì 5 Luglio 2016, 1.52.38
73
Ripensandoci, non ho espresso la mia idea come volevo. Ritengo che Paranoid sia il fondamento dell'Heavy Metal, ma il primo disco 100% Heavy sia Iron Maiden (o, al limite, Sin After Sin o Overkill). Paranoid ha elementi ancora legati alla scena 60s, Blue Cheer e Led Zeppelin soprattutto. Iron Maiden invece lo considero puro Heavy dalla prima all'ultima nota.
Psychosys
Lunedì 27 Giugno 2016, 17.01.43
72
Pensavo di averlo commentato ed invece niente. Grave errore! A parte gli scherzi, Victim Of Changes è sicuramente fra le mie 10 canzoni preferite, non che la migliore dei Priest, The Ripper è l'essenza del metal in se, uno di quei brani imprescindibili. Il resto è oro colato. Le dure Tyrant e Island Of Domination ed un paio di lenti di classe come Dreamer Deciver e Epitah scoprono le carte dei Judas Priest. Un Rob Halford assolutamente incontrollabile (quell'urlo di Victim Of Changes fa venire i brividi a chiunque provi emozioni) ed una coppia di asce infuocate con due grandissimi come Downing e Titpton fanno si che i Judas Priest entrino di diritto nella leggenda. 100\100 il loro miglior disco, non che una PIETRA MILIARE della musica. Per rispondere alla domanda della recensione, il primo disco Heavy in assoluto secondo me è assolutamente Paranoid!
mario
Venerdì 25 Marzo 2016, 15.45.58
71
Hai ragione Raven, colpa di un cellulare da rottamazione ,mi raccomandò per il disco da me citato, ci conto
Raven
Venerdì 25 Marzo 2016, 15.27.10
70
Correttore del cellulare? Se no dovremmo fare entrare appositamente un redattore Ravennate per accontentarti
mario
Venerdì 25 Marzo 2016, 15.26.58
69
#Scusate #Raven ovviamente.
mario
Venerdì 25 Marzo 2016, 15.25.47
68
A mio avviso nella diatriba per le mie orecchie ci rientrerebbe l' omonimo dei Montrose del 1973, un disco intero intriso dalka prima all' ultima traccia di sonorita' dure, toste, rock heavy di una potenza mai sentita prima in un album intero.Disco soartiaque vero e prorio per l'epoca dimenticato dai più' ma importantissimo, citato Da Hetfield, Mustaine, dai Rush, dai Maiden e da Dickinson , dai Motörhead e dagli AC/DC, come un disco fondamentale per lo sviluppo dell'heavy , chiedo a @ Ravenna e a Tutto Metallized se si potesse fare la recensione di quel disco, mi farebbe enormemente piacere.
Max
Venerdì 25 Marzo 2016, 15.23.06
67
Questi sono i JUDAS !! Punto, senza se e senza ma. Painkiller? Ma per favore!
Raven
Venerdì 25 Marzo 2016, 14.39.15
66
Gruppo mai dentro l'heavy o semplice dimenticanza, fai tu
peppe
Venerdì 25 Marzo 2016, 14.27.16
65
perchè nel dilemma della vecchia diatriba, non hai citato i deep purple? così, curiosità.
Rob Fleming
Sabato 30 Gennaio 2016, 12.50.10
64
Magnifico. Victim of changes, The Ripper (mai sentita questa song caro Re Diamante?), Dreamer deceiver, ancor meglio della TT, i capolavori. Epitaph, scusate l'apparente bestemmia, mi sembra ricordare qualcosa dei Queen con quelle atmosfere piano-voce. Il resto non delude. 90
andy usurper
Sabato 31 Ottobre 2015, 19.34.19
63
Disco basilare per il movimento HM e per tutte le band che seguirono,assolutamente importante!Ha dato il LA e le cifre stilistiche a quello che oggi chiamiamo HM,li c'erano suoni oscuri,canzoni minacciose intrise di fumo nero come mai prima,insomma,la base,unico!
andy usurper
Sabato 31 Ottobre 2015, 19.21.28
62
Questo è da 100,non Pain,secondo me!Qui la sola Victim of Changes e Ripper bastano per spazzarlo via!Questi sono i Priest che adoro e che hanno fatto la storia,questo è un disco che anche fra 100 anni se ne parlerà,non credo lo stesso per Painkiller,adoro queste sonorità,e da nostalgico dico questi sono i veri e meravigliosi Judas Priest,senza estremizzazioni fuori luogo per loro,col giusto sound e canzoni capolavoro!
Gilli97
Sabato 31 Ottobre 2015, 18.58.37
61
Disco spettacolare, gli preferisco Painkiller, però Victim Of Changes è spettacolare
peppe
Sabato 10 Ottobre 2015, 15.46.59
60
ma nessuno spende una parola per the ripper?
Zess
Sabato 7 Febbraio 2015, 3.47.10
59
Il loro migliore anche per me.
HMF LucaR16
Venerdì 6 Febbraio 2015, 23.29.01
58
Inferiore per Importanza storica solo a Kil Em' All e Black Sabbath. Capolavoro assoluto, senza se e senza ma. Halford straordinaril, assoli memorabili ed il loro miglior pezzo: Victim Of Changes. Hanno sfornato altri capolavori, nessuno al livello di questo. 100\100
iron
Sabato 24 Gennaio 2015, 14.31.43
57
Miglior album dei Priest, senza dubbio. Painkiller per quanto capolavoro non sarà mai a questi livelli... e comunque questo è il primissimo album SOLO Heavy Metal... voto finale = S.V. questo album supera qualsiasi voto possibile...è come Black Sabbath, la sua grandezza è infinita...
iommi
Mercoledì 10 Dicembre 2014, 20.32.21
56
La tracklist è sbagliata,ma in effetti questa finisce in bellezza. Dream Deceiver e Deceiver sono insieme il mio "pezzo in due parti" preferito
Galilee
Mercoledì 1 Ottobre 2014, 19.11.34
55
Non so se sia sbagliata sai? Questo disco c'è l'ho in varie edizioni e la tracklist è differente. Però in effetti questa non l'avevo mai vista.
Sabbracadabra
Mercoledì 1 Ottobre 2014, 18.46.47
54
L'ordine della track list è sbagliata.
Painkiller
Lunedì 28 Luglio 2014, 14.40.11
53
a quest'album va dato 90 solo per la sua importanza che ha avuto nel mondo del metal, uno degli album più influenti che siano mai esistiti peccato per la produzione piuttosto scarsa ma l'album per me è il loro primo capolavoro
Philosopher3815
Lunedì 28 Luglio 2014, 0.41.29
52
Ho dato 90 a questo disco,gli avrei dato anche 95,ma ancora una volta cè di mezzo una produzione,indecente e oscena!
Philosopher3815
Lunedì 28 Luglio 2014, 0.40.18
51
Non è sicuramente il loro capolavoro,ma è un album estremamente importante per tutto il movimento Heavy Metal che sarebbe esploso 4 anni dopo..ricordiamoci che non cèrano ancora gli Iron Maiden e i Black sabbath,per quanto abbiano influenzato il metal,sono stati fondamentalmente una band Hard Rock,prog,intrisa di jazz e blues..ma i Judas si sono distinti proprio per essersi distaccati dagli altri generi,suonavano solo Rock duro,veloce che all'epoca era considerato Metal(oggi non tanto,in quanto ci sono band piu' estreme)e prima di allora non si era sentito niente di cosi' minaccioso e aggressivo in maniera diretta con urgenza espressiva.
DestructionThrash
Venerdì 9 Maggio 2014, 15.07.32
50
Bellissimo! Ancora un sound a metà tra l'hard rock e l'heavy metal fatto da dio. 95/100
venom
Sabato 3 Maggio 2014, 1.52.03
49
il piu bello insieme a stained class.il vertice espressivo dei judas!pochi album riescono a entrarti nel cuore come questo!capolavoro!
Raven
Martedì 24 Dicembre 2013, 20.33.36
48
Infatti questo è uno dei rarissimi casi in cui mi sono espresso con "personalmente".
deedeesonic
Martedì 24 Dicembre 2013, 20.27.10
47
Come si fa a sapere chi ha iniziato tutto? Forse un ominide che inciampando ha sbattuto "ritmicamente" la testa su un ramo, o uno che ha scorreggiato mentre era seduto su un tronco cavo! Potreste informarvi così ci fate la prossima recensione! (Sto scherzando, ovviamente) . Comunque d'accordo sulla rece e sul voto.
Raven
Martedì 24 Dicembre 2013, 19.41.38
46
Si parla di heavy nel senso moderno del termine, di quello che ha reso possibile e indicato una via a certi gruppi che poi avrebbero fondato la nwobhm. Chiaro che i BS vengono prima e sono a loro volta imprescindibili, ma questo è il primo esempio di heavy moderno strutturato in un disco intero.
Ste
Martedì 24 Dicembre 2013, 19.11.36
45
senza voler essere un guru o altro..anche se parliamo di heavy in senso stretto i BS ci stanno benissimo, nel senso, Black Sabbath un potrebbe dire che suona troppo '70, ok forse i primi ascolti ma poi la cosa cambia ( N.I.B con tanto di cappello) allora possiamo dire Paranoid, sempre del '70 e se Paranoid, Iron Man e War Pigs non sono delle autentiche metal song io non sono un metallaro...ma passi pure questo, allora prendiamo Master of Reality e allora sbattimo la faccia contro un muro di granito Quello è Heavy metal senza problemi, quel suono pesantissimo i toni bassi, il basso onnipresente e la chitarra monolitica Master of reality riesce ad essere più avanti come suono e come idee degli stessi Type of Negative che compariranno molti anni più avanti.. e siamo solo al 1971..
Raven
Domenica 22 Dicembre 2013, 9.31.12
44
Se parliamo di heavy in senso stretto, probabilmente il disco è questo, ma è una domanda che non ha una risposta univoca. Basta spstare leggermente il punto di vista e risaliamo anche più indietro dei BS. Certamente non sono stati i JP ad iniziare tutto.
Ste
Domenica 22 Dicembre 2013, 0.26.27
43
ottimo disco, gran sound seventies. Per rispondere alla domanda d'inizion rece su qual'è è il punto 0 da cui è partito tutto, secondo me, non è questo disco primo perchè troppo avanti nella cronologia (1976, il punk è alle porte) poi già prima ci sono stati dischi molto più heavy o in egual modo interessantissimi che hanno contribuito da dar forma alla "cosa" metal..."In Rock" 1070 dei Deep Purple tanto per far un esempio, o anche In Trance degli Scorpion. Sputo il rospo, per me il punto 0 da cui si è effettivamente cominciato a parlaere con un altro linguaggio che si distingueva dal canone del tempo e procedeva per la sua strada in modo proprio e indipendente influenzando sino ai giorni nostri moltissimi gruppi nel modo di far musica sono i Black Sabbath con l'omnim0 disco del 1970 (ricordiamo che Rocka Rolla subisce ancora quel fascinoso alone d'ombra derivato dai Black sabbath, per cui non possono essere i Judas Priest gli iniziatori del metal) è con le campane a morto, la pioggia a spiovento e il monolitico riff di sole 3, dico 3 note che Tony Iommi e soci creano quella cosa, nel suono, nelle visoni, nel songwriting, e già nella copertina stessa!! nel lessico e nell'interpretazione delle song che 10 anni dopo prenderà il nome di Metal!!
matteo38
Sabato 30 Novembre 2013, 11.22.49
42
miglior disco 70s dei priest, solo dietro a painkiller. voto 95. teniamo presente che i priest dei 70 sono osticissimi .
davide
Giovedì 19 Settembre 2013, 23.06.40
41
ottimo album che ascolto sempre volentieri voto senza esagerare 92
Metal Maniac
Giovedì 17 Gennaio 2013, 17.51.13
40
uah ah ah!!! ragazzi siete troppo geniali coi nick!!!
san giovanni bassista
Giovedì 17 Gennaio 2013, 16.34.18
39
Grandissimo album, ogni canzone di quest album è un capolavoro, non c è cantante migliore di Halford dimostra la sua grande estenzione e modulazione vocale,le chitarre sono incredibbili ,gli assoli sublimi, poi il basso è fantastico, Ian Hill mette in risalto le sue qualità di bassista (soprtutto in Tyrant) per non parlare della batteria ,i piatti hanno un suono unico!cosa volete di più?questo è puro heavy metal, tyrant è incredibbile,fantastica,per non parlare di Victim of Changes che personalmente,è la mi canzone preferita,il mio voto è 95!
dario
Sabato 22 Dicembre 2012, 11.17.39
38
bellissimo !! la cosa che più mi fa impazzire di questo album sono le parti di chitarra solista. voto 85 anche per me. L'unico brano che trovo insopportabile è Epitaph : ogni volta che lo sento mi da i nervi e passo subito oltre... mi sembra di sentire un brano pop alla elton jhon !!!!! non capisco la sua presenza . ciao
metalhammer
Sabato 19 Maggio 2012, 10.51.06
37
Album eccellente. Per me si può parlare, coi Led Zeppelin, Deep Purple, ecc. di "proto-heavy", cioè di un tipo di musica che condizionerà pesantemente l'heavy metal della fine degli anni Settanta e la neonata NWOBHM. Ma quelli che possono definirsi per primi heavy metal consapevolmente sono proprio i Judas Priest, prima ancora dei Black Sabbath. E', nella discografia settantiana dei Judas Priest, la perla più preziosa, più figlia del progressive rock psichedelico!!!
Raven
Giovedì 5 Aprile 2012, 10.16.42
36
Perchè, io invece cosa ho scritto? Sempre a guardare solo il numerino...
The Mad Avenger
Giovedì 5 Aprile 2012, 10.14.14
35
Mi dispiace dirlo ma questo disco e` stato sottovalutato da morire da voi sia in senso storico che in senso musicale. The Ripper, Victim of Change, genocide e la immortale Tyrant non possono e non devono essere sottovalutati in questo modo. Il primo VERO album metal a mio avviso... Voto 99
blackie
Mercoledì 1 Febbraio 2012, 3.41.36
34
cosa sipuo chiedere di piu?victim of change,ripper tyrant ...disco epocale e ineguagliabile...chitarristi fantasticihalford di un altro pianeta...
sergiotanchiano
Giovedì 12 Gennaio 2012, 19.40.04
33
85????????????????85 + 15 semmai,è molto meglio di painkiller per me
DavidHolocSpeedFuck
Sabato 26 Novembre 2011, 11.59.53
32
sinceramente preferisco il poker settantiano Sad Wings-Sin after-Stained-Killing a quello ottantiano. Questo forse è il cd più bello dei preti di giuda, bellissime tutte le track. 98 è il voto giusto per me.
The sinner
Sabato 20 Agosto 2011, 1.08.38
31
Questo disco è gotico, dark, epico e fottutamente METAL !!! Stiamo parlando di un album uscito nel 1975 e strapieno di classici che i Priest ancora oggi "sparano" dal vivo con quel capolavoro che porta il titolo di "VICTIM OF CHANGES" che senza dubbio rimane la punta di diamante non solo di "SAD WINGS OF DESTINY" ma probabilmente dell'intera discografia di questa band inarrivabile !!!
jena
Giovedì 18 Agosto 2011, 17.47.07
30
ehm.... giusto per essere un po' pignoli, non è che potete mettere a posto la track list qui a fianco? E' invertita...
jena
Mercoledì 17 Agosto 2011, 15.40.34
29
Con questo album ho problemi emozionali e/o emotivi, lo ammetto subito. SWOD lo ascolto dal Dicembre del 1990, ( presi le import giapponesi - che tuttora conservo - di questo e di Rocka Rolla perchè in Italia al tempo erano introvabili alla cifra folle di £ 35.000 cad. ). The Ripper è tra le mie 10 canzoni preferite di sempre, non solo in ambito Metal. Voto = 95, e basta
SNEITNAM
Mercoledì 10 Agosto 2011, 15.07.52
28
Capolavoro veramente sublime e raffinato. La scuola di Maestri come Led Zeppelin e Black Sabbath un pò si sente ma comunque si sente anche l'ascesa di quella personalità della band che, tramite una continua evoluzione attraverso una bella botta di capolavori, la porterà a scrivere nella storia come deve essere suonato l'Heavy Metal nella sua forma più pura. Grandi!
Master of Reality
Domenica 31 Luglio 2011, 23.50.36
27
Victim of Changes = 6.5; The Ripper = 6.5; Dreamer Deceiver = 7.5; Deceiver = 6.5; Prelude = 5.5; Tyrant = 6.5; Genocide = 5; Epitaph = 5; Island of Domination = 5; Voto album = 6.5
Sugara 'Sug Zug'
Lunedì 25 Aprile 2011, 19.06.24
26
Scocciare per un paio di punti al voto finale non è bello, ma in questo caso per un capolavoro come questo è veramente poco, come minimo sopra la 90... Personalmente è il disco che mi piace di più dei Judas.
Alex Metalheart
Domenica 27 Marzo 2011, 19.46.43
25
un po' poco per il primo grande concept heavy della storia del metal, pensare che per l'epoca ha una registrazione abbondantemente sopra la media ed un ottimo sound, meritava mooooolto di più
hellvis
Venerdì 10 Settembre 2010, 15.26.08
24
Oltre ad essere un capolavoro, fu il punto do passaggio fra il metal classico dei Black Sabbath e quello che arriverà più tardi negli anni 80 con Maiden e Saxon, giusto per fare un esempio. Senza i Priest e questo disco non sarebbe probabilmente esistita tutta la NWOBHM e nemmeno il metal USA anni 80 visto che i Priest erano idolatrati negli USA persino dai glamster e dai gruppi hair metal oltre che da thrashers, per non parlare della scena tedesca che adorò da subito i Priest. E voi che fate, gli date "solo" 85? Ma che sieie Painkiller-dipendenti?
Franky1117
Sabato 21 Agosto 2010, 15.43.01
23
seminale e irraggiungibile;insieme a Painkiller il top,85 mi sembra pochissimo
onofrio
Sabato 26 Giugno 2010, 20.59.44
22
Victim Of Changes è stratosferica, mitica e leggendaria.
metal4ever
Mercoledì 3 Febbraio 2010, 22.34.19
21
In questi giorni mi sto facendo una cultura dei Judas Priest e devo ammettere che questo è un gran bell'album, e i successivi sono ancora meglio comunque voto 80
Raven
Sabato 7 Novembre 2009, 8.29.42
20
Uhm.....rocka rolla non è che mi piaccia molto, ma prima o poi arriveremo al completamento della discografia, quindi....
Black27
Sabato 7 Novembre 2009, 1.13.43
19
ah, e anche Rocka Rolla a mio avviso è fantastico, Run Of The Mill è un capolavoro che secondo me si avvicina a Victim Of Changes... è prevista in un futuro la recensione? magari anche di Stained Class?
Black27
Sabato 7 Novembre 2009, 0.58.20
18
Ma per un disco immenso del genere, perchè solo 85?!?
Raven
Martedì 23 Giugno 2009, 22.45.05
17
Quel che non c'è, ci sarà
Ubik
Martedì 23 Giugno 2009, 22.01.41
16
questo è un disco stupendo ma cm mai nn c'è la rece di painkiller?
Raven
Giovedì 14 Maggio 2009, 12.52.25
15
Rece rivista ed adeguatamente ampliata
AL
Mercoledì 4 Marzo 2009, 9.55.30
14
ottimo album anche se preferisco british steel, painkiller e jugulator
Digirock
Sabato 13 Settembre 2008, 16.27.10
13
SWOD è assolutamente a livello di Sreaming For Vengeance, Defenders Of The Faith e Painkiller (British Stell è ovvio). Per il voto Real Aggiungete ALMENO 10 punti.
Raven
Martedì 12 Agosto 2008, 11.07.26
12
Bè, certo, ma il modo di scrivere i riffs, di suonarli.....prova ad immaginartelo con le tecniche di registrazione di oggi.
N.I.B.
Domenica 6 Luglio 2008, 12.23.30
11
IL PIU' GRANDE...!!!!
Antonius
Martedì 8 Gennaio 2008, 14.34.15
10
Il piu' grande album dei Judas..... L'album del cambiamento dall'Hard rock all'heavy metal..... Tracce indimenticabili EPOCALE
Francesco Gallina
Lunedì 1 Ottobre 2007, 9.30.34
9
Certo che SFV e DOTF sono ben più heavy, ma era il 76, storicamente era heavy quanto quelli.
ironhawk
Venerdì 7 Settembre 2007, 23.54.03
8
dicevo, ci siano differenze di partiture, ma lo ritengo improbabile.
ironhawk
Venerdì 7 Settembre 2007, 23.52.19
7
Visto che il discorso si è spostato sulla copertina vorrei far notare un errorino: in essa è raffigurato un angelo, creatura soprannaturale e quindi non umana, che ha l' ombelico, cioè la cicatrice del cordone ombelicale. Da quando gli angeli nascono dal grembo di donna? E veniamo al platter: c' è chi ha detto che è il più grande album dei priest. Più grande di "Screaming" e "Defenders"? Siamo sicuri? Io lo considero semplicemente l' album di passaggio dal prog sabbathiano dell' esordio all' heavy. Fateci caso: tracce di prog, qua e la, ci sono, soprattutto nelle parti lente come in quelle di "victim of changes". E che dire delle tastiere in "prelude" ed "epitaph"? Non aiutano certo la componente heavy! Sia chiaro: io non ho ascoltato il vinile ma un' edizione in cd stampata dalla Repertoire records e distribuita dalla Giucar spa; è possibile che nel vinile, probabilmente l' edizione ascoltata da chi ha commentato prima di me, ci siano differenze di partiture, ma lo r
Francesco Gallina
Martedì 4 Settembre 2007, 11.47.13
6
Mamma mia Samson....un pò di ironia, vabbè che dallo scritto si perde il tono del discorso, ma insomma.....
samson
Sabato 25 Agosto 2007, 22.11.26
5
Non si può fare a meno di quest' album per la copertina? Se avessi giudicato "DEFENDERS OF THE FAITH" solo dalla copertina l' avrei snobbato di brutto. Meno male che SWOD è un grande album, altrimenti chi lo prende sarebbe poi costretto a dire "l' album non è un granchè, MA AVETE VISTO CHE BELLA COPERTINA?", con la logica conseguenza di venire preso in giro da tutti. Diciamo che non si può fare a meno di averlo perchè è il primo HM album.
Tyrant
Giovedì 16 Agosto 2007, 16.33.19
4
Ops..dimenticavo di dire che ovviamente il mio nickname e' preso dall'omonima canzone di questo album
Tyrant
Giovedì 16 Agosto 2007, 16.32.02
3
Semplicemente il piu' grande disco dei Judas Priest. Non tutti i brani sono dei veri capolavori, ma basterebbe anche solamente "Victim of changes" per renderlo un classico.
Francesco GALLINA
Lunedì 7 Maggio 2007, 8.33.01
2
Forse sono stato un pò tirato....una delle prime rece di prova x metallized.
Il Paladino Del Metallo
Mercoledì 11 Aprile 2007, 20.03.12
1
Ad un disco così dai solo 85?! questa è storia non so se mi spiego....è PURO HEAVY METAL ! ! ! io darei un bel 100 e non credo sia poi così esagerato
INFORMAZIONI
1976
Gull Records
Heavy
Tracklist
1. Prelude
2. Tyrant
3. Genocide
4. Epitaph
5. Island Of Domination
6. Victim Of Changes
7. Ripper
8. Dreamer Deceiver
9. Deceiver
Line Up
Rob Halford - Vocals
K.K. Downing - Guitar
Ian Hill - Bass
Gleen Tipton - Guitar
Alan Moore - Drums
 
RECENSIONI
67
79
75
50
59
100
74
55
97
95
s.v.
95
90
87
92
71
85
70
ARTICOLI
28/06/2015
Live Report
JUDAS PRIEST + FIVE FINGER DEATH PUNCH
Summer Arena, Assago (MI), 23/06/2015
21/06/2011
Articolo
JUDAS PRIEST
Vittime del cambiamento
30/11/2010
Articolo
JUDAS PRIEST- ROB HALFORD
Chrome master, steel warrior
02/07/2005
Articolo
JUDAS PRIEST
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]