Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Amorphis
Queen of Time
Demo

Below a Silent Sky
A View from Afar
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

01/06/18
THORIUM
Blasphemy Awakes

01/06/18
MORTIIS
Perfectly Defect - ristampa

01/06/18
GRUESOME (USA)
Twisted Prayers

01/06/18
MAGICAL HEART
Another Wonderland

01/06/18
NERVOSA
Downfall Of Mankind

01/06/18
BLACK CRUCIFIXION
Lightless Violent Chaos

01/06/18
WOLFSSCHREI
Rise Dead Ember

01/06/18
ALIEN WEAPONRY
Tū - Album Cover

08/06/18
HAUNTED
Dayburner

08/06/18
TRILLIUM
Tectonic

CONCERTI

26/05/18
CIRCUS MAXIMUS + ANGEL MARTYR (ANNULLATO!)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

26/05/18
MILADY METAL FEST
ARCI TOM - MANTOVA

26/05/18
SAILING TO NOWHERE
BLACK OUT - ROMA

26/05/18
DON BROCO
SERRAGLIO LIVE - MILANO

26/05/18
MONSTERS OF REZ
ARROGANT PUB - REGGIO EMILIA

26/05/18
KYTERION + MADVICE
EVILUTION CLUB - ACERRA (NA)

26/05/18
METAL QUEEN FESTIVAL (day 2)
SALONE POLIVALENTE - STRAMBINO (TO)

26/05/18
HELL OBELISCO + OWN PAW THEE DIE + SUPERNAUGHTY
ART ROCK CAFE - IMOLA

26/05/18
METAPHORIC MIND + KIMERA + DREAL + SYMPHONIA
https://www.facebook.com/events/126423758217518/

26/05/18
TONS + DEADSMOKE
CASEIFICIO LA ROSA - POVIGLIO (RE)

Judas Priest - Screaming for Vengeance
( 13471 letture )
Nel 1982 i Judas Priest erano reduci dal passo falso di Point of Entry, che confermava la loro tendenza ad alternare dischi eccellenti ad altri molto meno riusciti ed erano attesi al varco da molti. Qualcuno li dava addirittura già per spacciati quando, a sorpresa, piazzarono sul mercato questa pietra miliare dell’Heavy Metal. In un momento in cui molto era stato detto, ma tanto di più restava da dire, la band produsse com l'aiuto di Ton Allom un disco che stabiliva nuovi canoni in fatto di suono e, fatto non secondario così come potrebbe sembrare, in fatto di abbigliamento con la famosissima foto contenuta all'interno dell'artwork. La cosa più stupefacente di Screaming for Vengeance fu infatti il suono del disco in sé e per sé, che stabiliva un nuovo canone ed un preciso punto di riferimento per l’intero settore. Nitido, maestoso, possente e incisivo come non si era mai sentito, tanto che Allom avrebbe quasi potuto posare col gruppo come facente parte della band a tutti gli effetti.

Screaming for Vengeance colpiva immediatamente, a partire dalla copertina col famoso e piuttosto pacchiano "Hellion" -non certo il massimo dell'eleganza di basso profilo, ma coerente con la musica- e dalla già richiamata foto posta all'interno, con quella granulosa immagine dei cinque che andava a stabilire il canone estetico definitivo per una heavy metal band e che tanto impatto avrà nell'immaginario di una generazione ancora poco avvezza al surplus di immagini disponibili al giorno d'oggi. Quella foto, infatti, stimolerà il loro immaginario in un modo che abbiamo comunque affrontato su queste pagine in un apposito articolo. Considerazioni estetiche a parte, Screaming for Vengeance era un disco che pur mantenendo i piedi ben piantati negli anni 70, traghettava definitivamente il metal negli 80, dandogli quella forza e quella robustezza che all'epoca dei fatti solo gli statunitensi Malice riusciranno ad eguagliare in studio, ma solo qualche tempo dopo. A stagliarsi su tutto, la voce di Rob Halford, all'epoca quasi arrivata al massimo del suo splendore e pienamente assecondata dal fisico integro del cantante; la più suggestiva coppia di asce della storia del metal -Glenn Tipton e K.K. Downing- con il loro gusto per il riff allo stato puro; per proseguire con i pezzi in scaletta, tutti dall'eccellente in su. Dall’intro The Hellion fino alla conclusiva Devil’s Child si aveva a che fare con una serie di anthem metallici che ognuno di noi, non importa l’età e se era già stato preso dal vortice del metal al tempo della pubblicazione del vinile, dovrebbe conoscere a memoria. Che si parli del metal allo stato brado di Electric Eye; della marzialissima Riding on the Wind; della base settantiana di Bloodstone sulla quale Halford si esercita nello screaming, fino a giungere al rallentamento di (Take this) Chains, ancora un esercizio di gestione delle linee compositive tipiche degli anni 70, il pathos non si abbassa mai. Viene declinato in salse diverse, semmai. Si riprende con Pain and Pleasure, un mid time roccioso e luciferino che fa da antipasto per Screaming for Vengenace, title-track isterica e rasoiante, con Rob a violentare i padiglioni auricolari e le chitarre ad incrociarsi in maniera perfetta. Uno dei più tipici manifesti metal del quinquennio 80/85. Ancora un salto negli anni 70 con You've got Another Thing Coming, con la tensione che si abbassa un po'. Poi la sinuosa ed ipnotica Fever, prima di terminare con Devil’s Child. Ancora grandi assoli, una prova di Halford da incorniciare e la band a dimostrare ancora una compattezza assoluta.

Una prova impeccabile di basso e batteria nel contesto dei ruoli loro affidati; i magici assoli della premiata ditta Tipton/Downing ed i loro tellurici riff disseminati a cascata in ogni anfratto del disco e la prova magistrale di Halford a stabilire il punto di riferimento per il cantato metal in screaming dell’epoca; ma non solo. Tutto questo all'interno di un album quasi perfetto per l'epoca della sua uscita, capace di parlare ai rockers provenienti dagli anni 70 ed in parte a quelli degli anni 60 e perfetto per esaltare i giovanissimi lungocriniti che si affacciavano sulla scena del rock i quali, all'alba degli anni 80, si apprestavano a vivere il decennio più bello della storia del metal. Soltanto Defenders Of The Faith sarà superiore e solo Painkiller negli anni a venire, reggerà il confronto con questa pietra miliare da venerare per ogni amante delle chitarre distorte.



VOTO RECENSORE
95
VOTO LETTORI
82.05 su 164 voti [ VOTA]
Raven
Venerdì 27 Aprile 2018, 18.38.19
88
Era vecchia e, dato l'articolo, ne ho approfittato farà parte del prossimo Archivio della 'Zine
Pirata
Venerdì 27 Aprile 2018, 18.29.13
87
...anche quello di Turbo a pensarci su...
Pirata
Venerdì 27 Aprile 2018, 18.26.49
86
Rifatta la recensione con annesso rimando al recente articolo sulle foto metallare eh, Raven! Mancherebbe da sistemare quel votaccio a Sin after sin :/...
Aceshigh
Giovedì 15 Febbraio 2018, 14.35.59
85
Defenders of the faith e Screaming for Vengeance solo la sufficienza? Per carità ... de gustibus non disputandum est, però se proprio dobbiamo dare i voti per me il primo vale 9,5 e il secondo 9
Wizard
Giovedì 15 Febbraio 2018, 14.29.27
84
Sad Wings of Destiny 8, British Steel 10, Screaming For Vengeance 6, Defenders of the Faith 6, Painkiller 8.
Wizard
Giovedì 15 Febbraio 2018, 11.43.44
83
I migliori dei Judas sono Sad Wings, Painkiller e British Steel.
Aceshigh
Giovedì 15 Febbraio 2018, 9.29.15
82
Impossibile non sentire i brividi alla schiena quando parte The Hellion!!! Uno degli album fondamentali dei Priest. A parte Pain and Pleasure che mi ha sempre annoiato un po', il resto è a livelli eccelsi! Da avere a tutti i costi. Voto 90
Suarez
Giovedì 18 Gennaio 2018, 14.29.28
81
E' davvero impossibile scegliere il migliore in una discografia come quella dei maiden, dei priest, e molti altri fenomeni assoluti. Dei judas posso dire che i migliori sono questo, defenders of the faith e painkiller
Mauri66
Giovedì 18 Gennaio 2018, 12.05.08
80
Il migliore dei Judas secondo me...ed è difficile scegliere in mezzo a Sad Wings, Stained Class, British Steel, Defenders e Painkiller. Ma questo è Metallo allo stato puro! Quando i Judas sono al top non ce n'è per nessuno!
il vescovo
Mercoledì 29 Novembre 2017, 16.25.41
79
IL DISCO..punto ...un pezzo di storia whells of steel dei saxon e the warning dei ryche sono l'altro pezzo di storia qui nn esistono voti questi sono come i dipinti che creano correnti di pensiero
il vescovo
Mercoledì 29 Novembre 2017, 16.25.41
78
IL DISCO..punto ...un pezzo di storia whells of steel dei saxon e the warning dei ryche sono l'altro pezzo di storia qui nn esistono voti questi sono come i dipinti che creano correnti di pensiero
duke
Giovedì 12 Ottobre 2017, 21.22.02
77
100 % heavy metal !
Salvatore
Sabato 1 Luglio 2017, 0.07.41
76
Definire i riff di Screaming con quelli degli Zeppelin a parer mio non trova così tanta somiglianza,anche perché si è lontani anni luce dai due generi musicalidirei più accostabili ai riff dei Purlple di Burn piuttosto!....) ma tornando alla album , come detto nel precedente Point. ..,qui si ha la rinascita del percorso metallico definito esplicitamente a partire da British Steel e inaugurato dalla NWOBHM dei Maiden e Saxon,creando un vero e proprio movimento! Leggendari guerrieri di Birningham!..voto 95
Lemmy
Lunedì 20 Marzo 2017, 21.38.03
75
@ J.B.T. tI ringrazio per il tuo intervento, sapevo che prima o poi qualcuno me lo avrebbe chiesto e citato Stained Class, ma ne approfitto per chiarire, mi sembra di essere stato abbastanza chiaro, io ho parlato di leggendaria galappata maideniana perchè c'è un motivo specifico che ho citato nel mio precedente post, che la rende unica e la contraddistingue da altri simil galloping, per i seguenti motivi caratterizzant: 1) perchè ottenuta suonando un riff di power chord con uno schema ritmico in sedicisemi, l'impostazione del registro del riff riguarda la funzione che effettua un riff veloce di 4 battute con power chord appunto, tipicamente usato su una strofa ed anche però su un bridge. 2) per la tecnicadi alternare le pennate nei sedicesimi in modo rapido, secco ma preciso. 3)per la posizione a volte della posizione con notazione anglosassone in forma 4con power chord base solitamente di due note EDAG . 4)Per il contenuto armonico la semplice sequenza da primo grado (Re 5) e quarto grado (sol 5) che contrasta magicamente con il settimo ribassato (Do 5) seguito dal primo rivolto del quarto grado (Sol con basso Si) e battuta 4.Il che lo rende unico nel suo incedere. Lessi anche su un articolo,di una rivista per chitarre, non mi ricordo l'intervista, che l'ispirazione l'idea era quello di reinterpretare l'uso chitarristico dei sedicesimi di Jimmy Pge nei primi album Zeppelin, e di velocizzare ed estremizzare sezioni ritmiche sempre canzoni vetuste tipo Apache dei The Shadows e altre sempre dei Zeppelin tipo Achilles Last Stand.
J.B.T.
Lunedì 20 Marzo 2017, 11.27.14
74
@Lemmy: Comunque la famosa "galoppata" dei maiden è presa pari pari dal brano stained class dell'omonimo album dei priest.
Mulo
Mercoledì 26 Ottobre 2016, 21.10.19
73
Grande Lemmy,concordo su tutto
Lemmy
Mercoledì 26 Ottobre 2016, 21.02.11
72
Concordo con Lisablack, degli anni 80 il migliore del gruppo è Defenders of The Faith, una vera e propria lezione di heavy, che assommato a Painkiller eraa anni 90 , sono delle perle brillantissime non solo del gruppo, ma per l'heavy tutto in generale, i migliori invece degli anni 70 (anche se con modi e stile diversi) sono Sad Wings, Stained Class, e British Steel, che considero pur nelle differenze accennate migliori a questo per qualità e composizioni, concordo anche Burning Heye sul discorso The Number dei Maiden, e aggiungo il carattere tecnico innovativo dei Maiden di The Number, quell'album sfoggiava una sonorità nuova e sfrontata, con la famosa e leggendaria "galoppata", ottenuta suonando un riff di power chord con uno schema ritmico in sedicesimi, tipicamente usato su una strofa o un bridge, un unicum mai sentito prima, che fece scuola e imitatissimo e anche per i prodromi del power, il che lo rende superiore a questo se pur ottimo album, ma The Number of The beast è da 100 per l'importanza tecnica e l'impatto che ebbe nel periodo, e che ha mantenuto intatto fino ai nostri giorni.
lisablack
Mercoledì 26 Ottobre 2016, 20.23.14
71
Questo album è molto bello ma inferiore, per me, a Defender che io considero l'apice dei Judas, nonché uno dei migliori album di metal classico di sempre. Per me superiore anche a Painkiller che è un capolavoro.
Mulo
Mercoledì 26 Ottobre 2016, 19.39.44
70
Ah Clive Burr! Non dirmelo! I Maiden con lui ai tamburi insieme ai Megadeth sono le mie band metal preferite di sempre! Nel hard rock i Re sono i Purple ovviamente
Burning Eye
Mercoledì 26 Ottobre 2016, 19.33.25
69
The Number era parecchio potente per l'epoca, suoni cristallini e pieni. Uno dei migliori lavori alla console di Martin Birch, poi le composizioni erano agili e in alcuni punti stellari, Hallowed, The Prisoner, Children sono gemme brillanti anche all'interno di un disco di pezzi già ottimi! Clive Burr poi era l'uomo per i Maiden.
Mulo
Mercoledì 26 Ottobre 2016, 19.28.07
68
Ascoltato l'altro giorno in successione a The number... dei Maiden... cazzo questo dei Priest mi suona preistorico in confronto al capolavoro dei Maiden...
Burning Eye
Giovedì 15 Settembre 2016, 23.29.58
67
Anche qui i Priest creano qualcosa da tramandare, bellissimo.
Psychosys
Lunedì 12 Settembre 2016, 22.55.48
66
5 capolavori: Hellion. Electric Eye, Riding On The Wind, Screaming For Vengeance e You've Got Another Thing Comin. Il resto non all'altezza ed alcune canzoni sono proprio brutte. Gli do al massimo 80.
Rob Fleming
Sabato 30 Gennaio 2016, 12.57.58
65
Capolavorissimo. Se dovessi descrivere l'Heavy Metal citerei sempre The Hellion, Electric eye, Ride like the wind e Screaming for vengeance. Puro, incontaminato, acuto come le guglie di una cattedrale gotica (il vinile lo comprai a Vienna, forse mi aiuta questo particolare a fare l'accostamento).90
Philosopher3185
Mercoledì 13 Gennaio 2016, 21.34.14
64
Son tornato al periodo Metallo classico...a riascoltare album come questi,devo rettificare delle cose.Mulo ha ragione..questo album pur essendo un grandissimo album,contiene anche delle cadute di stile,che lo relagano un gradino piu' in basso rispetto a painkiller:Take this chains,Devils child(ancora una volta i priest giocano a fare gli acdc,senza averne la classe che hanno i fratelli Young).Poi,si torna sempre al solito discorso del sound..le chitarre non mordono abbastanza,rispetto agli accept(che hanno un sound favoloso propio a livello di chitarre).
Metallycra
Giovedì 7 Gennaio 2016, 14.50.06
63
E' il mio preferito dei Priest. Lo preferisco di gran lunga a Painkiller
VecchioThrasher
Lunedì 7 Settembre 2015, 11.26.47
62
Che dire di sto album...the hellon,eletric eye più ne ha piu ne metta...Vecchio old heavy metal! Capolavoro!
Argo
Sabato 25 Luglio 2015, 11.49.57
61
Top assoluto, è diventato il mio cd prerito dei Priest, almeno dei 4 che possiedo!
raven
Venerdì 19 Giugno 2015, 16.59.37
60
Calcola che senza questo non ci sarebbe stato Defenders
Argo
Venerdì 19 Giugno 2015, 16.57.13
59
Possiedo questo cd da qualche mese (avevo Painkiller e Defenders), e solo in questi giorni sono arrivato ad apprezzarlo pienamente. Voto 8,5.
Agnostico
Venerdì 15 Maggio 2015, 18.45.44
58
Sono d'accordo,da british steel è cominciata una nuova fase della loro carriera.Io adoro tutti i loro album fino a painkiller,degli anni 80 screaming for vengeance è tra i migliori
Galilee
Venerdì 15 Maggio 2015, 18.16.00
57
I dischi anni 70 sono un discorso a se. Non riesco a far paragoni. Poi vabbeh io son di parte coi Judas, sempre
metallo
Venerdì 15 Maggio 2015, 18.12.03
56
La penso come Galilee, poi insieme a Stained Class, Killing Machine,British Steel, Angel of Retribution, Defender of The Faith sono i dischi che considero tra i piu' belli e i migliori capolavori dei Judas Priest.Gusti personali ovviamente.E' una band che non ha mai fatto album mediocri nella sua carriera, discutibili si, ma mai ciofeche, persino Turbo reputo se pur con alcuni suoi limiti un disco non male, figuriamoci un po.
Galilee
Venerdì 15 Maggio 2015, 17.57.07
55
Beh gusti, per me li vale tutti e anche di più! Sicuramente è il disco dei Judas uscito negli 80 che preferisco.
Steelminded
Venerdì 15 Maggio 2015, 17.54.01
54
Non lo disprezzo come album, ma dico solo che secondo me non vale sad wings,stained class, British steel, killing machine, defenders, turbo, painkiller, e soprattutto non vale 92... Evviva!
Brecchindelo'
Venerdì 15 Maggio 2015, 17.06.19
53
Sto disco non mi e` mai piaciuto. Non mi piaceva negli anni 80 e non mi piace adesso. Stiamo parlando dello stesso anno in cui i Maiden tirarono fuori "The number of the beast", che a mio parere lo straccia decisamente. A me i Priest piacciono molto, ma questo disco non sono mai riuscito ad apprezzarlo. Il loro suono risultava un passo indietro a quello di Harris e soci, seppero rifarsi a fine decennio, ma questo per me e` un vinile sovrastimato.
TheGodfather
Sabato 17 Gennaio 2015, 13.19.10
52
altro capolavoro priestiano. Livello altissimo e classe disseminata a piene mani dall'inizio alla fine dell'album. Brani come "Riding On The Wind" e la title track sono avanti anni luce rispetto alla concorrenza, ma mi piace sottolineare anche la stupenda bonus track "Prisoners Of Your Eyes", presente nella ristampa di qualche anno fa. Una outtake che avrebbe fatto la fortuna di moltissime altre band. E questo ci dà l'idea di quanto fossero grandiosi i Priest degli anni '80.. Voto 99... solo perché 100 l'ho dato a British Steel che io ritengo l'album metal definitivo dei primi '80.
HMF LucaR16
Giovedì 15 Gennaio 2015, 21.44.31
51
Un disco che alterna colpi di genio come Hellion\Electric Eye, Riding On The Wind, Screaming For Vengeance e You've Got Another Thing Comin' a pezzi... Beh, come (Take Theese) Chains Fever e Pain And Pleasure. Il resto non è all'altezza delle migliori tracce del disco. Un buon disco, ma di sbilanciarmi non mi sento proprio. 80\100 e gli va già di lusso.
Tatore77
Mercoledì 17 Dicembre 2014, 19.11.53
50
Risposta più che lecita, Mulo...e un po' me l'aspettavo...ma la mia non era proprio una domanda perché preferisco il suono più "grezzo" e meno apocalittico di Screaming for Vengeance. Poi, quelle 7 note che introducono l'ultima strofa per me valgono il pezzo
Mulo
Martedì 16 Dicembre 2014, 23.59.46
49
Esiste...Si chiama Painkiller
Tatore77
Venerdì 12 Dicembre 2014, 21.39.40
48
Esiste un pezzo più gasante di Screaming for Vengeance?????
mulo
Mercoledì 10 Dicembre 2014, 12.54.40
47
4 pezzi fantastici (Electric Eye,Riding on the wind,Screaming for Vengenace,You've got Another Thing Coming),.Il rest bruttarello con picchi di raro orrore con (Take this) Chains,Pain and Pleasure e Fever
spiderman
Martedì 4 Novembre 2014, 18.59.06
46
Disco fenamenale, tra i migliori dei Judas, primo disco di platino della band a tutt'oggi il loro album piu' venduto, e ci sara' un motivo o no? Gia' la copertina futuristica con il rapace Hellion indica la direzione,l'andamento epico dell'intro The hellion, con un memorabile duello di chitarre, che fa veramente venire i brividi, sfocia poi nella meravigliosa Electric Eye, che comincia con un demolitorio riff che ha fatto epoca e scuola e doposcuola a tanti scolaretti, con Halford che entra con toni bassi ma alquanto potenti e pieni di forza trascinante, poi nella successiva "Riding", comincia a dar sfiggio dela sua abilta' vocale comincianda a salire ai piani alti, ed e' goduria assoluta,il tutto intrecciato in una battaglia epica fatta a suon di riffs micidiali e assoli di guitarra.Si susseguono poi pezzi leggendari di cui si sono gia' scrityi fiumi di inchiostro,in cui le orcchie commentano da sole e raggiunogono l'orgasmo, e cioe' Bloodstone e You've got another thing comin, invece la cavalcata selvaggia di Righting On The Wind e la veloce e straordinaria titletrack parlano da sole, e alla fine il voto non puo'essere che 100.Classico IMPRENSCIDIBILE E INOSSIDABILE.
Philosopher3815
Lunedì 28 Luglio 2014, 1.48.55
45
Poco da dire...capolavoro dei priest,...forse gli unici pezzi leggermente inferiori(si fa per dire..)sono you've got...e devils child,dove i Judas giocano(spesso..)a fare gli ac\dc..ma per il resto ogni brano è una gemma che ha fatto scuola a tutti i gruppi power e speed a venire..pochi dischi hanno un aura solenne,perversa e malefica come questo album.
hammer of god
Domenica 25 Maggio 2014, 23.08.22
44
fu il mio primo disco metal rimasi folgorato ancora adesso lo ascolto volentieri e solo i capolavori resistono all usura del tempo 99
DestructionThrash
Venerdì 9 Maggio 2014, 15.06.36
43
Questo disco prende come pochi. IL loro migliore album, e terzo miglior album metal. 100/100
Phantom Lord
Martedì 4 Febbraio 2014, 17.06.18
42
Questo è il giusto suono per i miei timpani con questo album sono entrati nella storia e sono diventati fonte di ispirazione per le presenti e future generazioni, non pùo secondo me mancare nella collezione di un vero metallaro.
AL
Giovedì 16 Maggio 2013, 11.07.04
41
uno di quegli album che ascolto per settimane ... grandioso!
denis
Lunedì 18 Febbraio 2013, 17.46.55
40
Ho avuto modo di ascoltare l'album con l'edizione del 30esimo anniversario,che dire,all'inizio non ero convinto al 100% della qualità complessiva dell'album,anche se musicalmente mi ha colpito subito al primo ascolto,ma come accade SEMPRE ogni album specialmente delle pietre miliari come questa se va ascoltata e riascoltata,e infatti dopo svarianti ascolti posso confermare che questo è un disco eccezionale! Un must have
Macca
Domenica 16 Dicembre 2012, 14.57.07
39
Immenso.
Davide
Lunedì 3 Dicembre 2012, 22.36.10
38
Il disco heavy metal per eccellenza!!!
ecodont
Mercoledì 25 Aprile 2012, 22.04.06
37
electric eye la mia preferita.....che dire se non capolavoro, sebbene non batta painkiller. voto 90
Legacy
Mercoledì 25 Aprile 2012, 21.54.23
36
niente da dire semplicemente il miglior disco dei Preti dopo Painkiller... 97
matteo36
Martedì 14 Febbraio 2012, 10.09.18
35
allora, screaming è sicuramente un classico e merita perlomeno 92 . devo però ammettere che quando lo presi per un po di tempo rimasi un po perplesso.infatti, accanto a sparate tipicamente metal (the hellion ,electric eye , riding on the wind) i judas piazzarono dei brani un po "alla point of entry" che mi lasciarono un po cosi. per esempio bloodstone e pain &pleasure. per non parlare di take these chains , scritta da un certo halligan jr stranissimo pezzo con una stranissima entrata distorta in sol# .fortunatamente l'album torna poi su coordinate più consone alla band fino a sfociare nell ottima balllad(?) fever e nella classicissima devil's child uno dei pezzi loro che perisco.quindi disco assolutamente da avere ma alcuni pezzi possono lasciare spiazzati.
il vichingo
Sabato 4 Febbraio 2012, 16.17.45
34
Sempre grandi i Judas Priest... uno dei mei album Heavy preferiti. Heavy metal men...
blackie
Sabato 4 Febbraio 2012, 16.13.20
33
lo so a memoria...un album stratosferico qui non avevano rivali...con halford da applausi dall inizio alla fine.meal gods!!
Celtic Warrior
Martedì 10 Gennaio 2012, 13.52.49
32
Concordo con MAIDEN , album da 95/100 che bei tempi !!!
fabio II
Martedì 10 Gennaio 2012, 13.48.58
31
Con 'Defenders Of The Faith', 'British Steel' e 'Stained Class' per me rappresenta il massimo dei Priest
MAIDEN
Mercoledì 14 Settembre 2011, 15.45.05
30
Giusto Finntrollfan pure io gli avrei dato 95 ,( comunque punto più punto meno non cambia) , i primi anni 80 furono davvero anni d" oro x il metal .
Finntrollfan
Mercoledì 14 Settembre 2011, 15.20.42
29
Abbiamo fatto 95 con British steel, si poteva fare 95 anche con questo album. Il 1982 è stato un grande anno per l'Heavy: sono usciti Screaming For Vengeance e The Number of the Beast, due pietre miliari del metal.
MAIDEN
Mercoledì 14 Settembre 2011, 14.52.25
28
La cassetta di questo album smise di funzionare dopo solo 1 anno da tanto l"ascoltai uno dei migliori album Heavy Metal della storia secondo me , Rob Halford una delle migliori ugole metallose di sempre .
Celtic Warrior
Sabato 10 Settembre 2011, 11.36.29
27
ah ah propio così , scusa matocc ti ho fatto diventare più vecchio prima del tempo .
Khaine
Sabato 10 Settembre 2011, 11.32.06
26
LOL un errore in buona fede
Celtic Warrior
Sabato 10 Settembre 2011, 11.28.52
25
Anticipato di 2 mesi , scusate .
Khaine
Sabato 10 Settembre 2011, 11.27.05
24
Ma perchè, Matocc fa il compleanno? Auguri!
Celtic Warrior
Sabato 10 Settembre 2011, 11.20.48
23
Grandissimo album . ps ( auguri matocc )
Matocc
Sabato 10 Settembre 2011, 11.16.06
22
ottimo disco, già l'intro Hellion rende l'idea di cosa ci aspetta... heavy metal coi controcazzi! mitici JP
The sinner
Sabato 20 Agosto 2011, 1.24.31
21
Qua si parla di un classico che più classico non si può....Dall'epico ed immortale intro dell' HELLION in avanti sembra quasi di ascoltare un "Best of..." ed invece trattasi di 10 brani nuovi di zecca che riportano i Priest ai vertici del metal-rama dopo il bello ma non epocale "Point of entry". La furia di "RIDING ON THE WIND" con quell'intreccio di assoli da maestri (K.K e Glenn inimitabili nell'arte del duello chitarristico) la scorticante "ANOTHER THING COMIN'" e la blasfema e cattiva "DEVIL'S CHILD" valgono da sole l'acquisto dell'album che straborda di pezzi D.O.C - "ELECTRIC EYE" - "BLOODSTONE" nonchè la title track...ma i Priest ci aggiungono anche la super azzeccata cover con "TAKE THESE CHAINS" ed un mid-tempo "PAIN & PLEASURE" che quasi passa in secondo piano visto lo standard dell'album. Che dire? Un MUST !!
SNEITNAM
Lunedì 15 Agosto 2011, 13.43.19
20
Ennesimo capolavoro di una band monumentale. Arrivare da tutta una discografia che come quella che va da Sad Wings of Destiny a British Steel e riuscire a sparare un colpo del genere non è da tutti. E il bello è che mancano ancora Defenders of the Faith, Painkiller e Nostradamus
Master of Reality
Lunedì 1 Agosto 2011, 0.12.21
19
The Hellion = 6.5; Electric Eye = 6.5; Riding on the Wind = 6.5; Bloodstone = 6.5; (Take These) Chains = 6.5; Pain and Pleasure = 5; Screaming for Vengeance = 7; You've Got Another Thing Comin' = 7; Fever = 6.5; Devil's Child = 6.5; Voto album = 7
MAIDEN 65
Venerdì 29 Luglio 2011, 20.17.08
18
Judas Priest Grandissimi questo è il mio preferito insieme a Defenders Of The Faith e Painkiller .
raven
Giovedì 25 Novembre 2010, 18.12.25
17
errore di battitura, caro Toni, bastava segnalarlo senza troppo sarcasmo, fin lì ci arrivo.
toni
Giovedì 25 Novembre 2010, 15.42.51
16
ah si...me lo ricordo il miticoo "quinquennio 80/82" (!!!?!?!!!????)
hellvis
Venerdì 10 Settembre 2010, 15.38.10
15
Con questo fecero il botto in America (era ora), però non è che il mondo sia l'America o che personalmente me ne freghi più di tanto. Bel lavoro con un po' di fillers che non mi hanno mai detto niente (Pain and Pleasure, Devil's Child).
Franky1117
Lunedì 23 Agosto 2010, 13.21.00
14
disco stupendo,lo metterei al quarto posto di una ipotetica classifica di preferenza dei dischi dei priest, dopo painkiller,sad wings e defenders
Raven
Giovedì 17 Giugno 2010, 8.14.35
13
Finalmente un "Turbato da Turbo" come me
jek
Mercoledì 16 Giugno 2010, 20.25.15
12
Che dire, con questo album nulla sarà più come prima. I Judas non fanno heavy metal, i Judas SONO l'heavy metal. n.b. concordo con raven per turbo, ma sono perdonati!!!
onofrio
Sabato 5 Giugno 2010, 16.12.40
11
semplicemente un C A P O L A V O R O Screaming For Vengeance grandi Judas Priest, bella recensione Raven complimenti.
Frank93
Venerdì 21 Maggio 2010, 22.12.26
10
Un album a dir poco perfetto! Rob Halford è ai suoi massimi livelli e sforna una grande prova vocale degna delle sue capacità. 10 canzoni una più bella dell'altra, produzione eccellente, band in forma strepitosa: il successo non tarda ad arrivare e i Judas Priest guadagnano anche il disco di platino. Assolutamente da avere!
Raven
Mercoledì 18 Novembre 2009, 10.44.23
9
Sono d'accordo per Defenders...., Painkiller per me appena al di sotto, questione di gusti, ovvio.
Painkiller
Mercoledì 18 Novembre 2009, 10.27.10
8
Mmmh... i Priest sono il mio gruppo preferito insieme agli Iron...questo é un album straordinario per l'eco che ha avuto ma Defenders e Painkiller secondo me sono molto più heavy....
jemini
Martedì 20 Ottobre 2009, 19.44.21
7
i PRIEST??storia...questo è il classico disco della mia collezione che ha i solchi x quante volto lo ho ascoltato....la recensione è perfetta a parte alla fine: a mio avviso painkiller ha meno carisma che SFV , meno standard e molto più vario. da chitarrista non posso dimenticare l'assolo di electric eye... ROCK HARD RIDE FREE:::
Raven
Venerdì 15 Maggio 2009, 8.19.12
6
Altra rece rivista ed ampliata
AL
Mercoledì 4 Marzo 2009, 9.52.25
5
il mio primo album dei priest!!! grandi!! ho sempre preferito gli iron maiden a loro ma questo è un disco potente e senza pezzi scarsi o noiosi!
angelsdontkill
Sabato 31 Gennaio 2009, 14.37.46
4
Il PrImo album dei JUDAS PRIESTche ho ascoltato è appunto questo. Un capolavoro nn c'è una canzona brutta sono tutte abbastanza heavy. Grandssimi.
fireblade
Sabato 8 Settembre 2007, 10.07.04
3
La prima ed unica volta che ho fatto headbanging è stato ascoltando "electric eye": è perfetta per questo scopo! Ho smesso dopo 20 secondi perchè mi era venuto mal di testa, ma mi sono divertito.
HABCORE
Martedì 30 Maggio 2006, 12.45.02
2
Mi inchino di fronte alla storia del Metal...Screaming for Vengeanche NON PU0' mancare dallo scaffale di nessun appassionato di metallo pesante
valentino
Lunedì 29 Maggio 2006, 19.23.10
1
bella recensione anche se nn ho avuto il piacere di ascoltare l' album. forse un po meno evocativa di altre recensioni che hai fatto ma anche se concisa riesce a dare una descrizione non avara al gruppo
INFORMAZIONI
1982
CBS
Heavy
Tracklist
1. Hellion
2. Electric Eye
3. Riding On The Wind
4. Bloodstone
5. (Take These) Chains
6. Pain And Pleasure
7. Screaming For Vengeance
8. You've Got Another Thing Comin'
9. Fever
10. Devil's Child
Line Up
Rob Halford - Vocals
K.K. Downing - Guitar
Ian Hill - Bass
Gleen Tipton - Guitar
Dave Holland - Drums
 
RECENSIONI
67
79
75
50
59
100
74
55
97
95
s.v.
95
90
87
92
71
85
70
ARTICOLI
28/06/2015
Live Report
JUDAS PRIEST + FIVE FINGER DEATH PUNCH
Summer Arena, Assago (MI), 23/06/2015
21/06/2011
Articolo
JUDAS PRIEST
Vittime del cambiamento
30/11/2010
Articolo
JUDAS PRIEST- ROB HALFORD
Chrome master, steel warrior
02/07/2005
Articolo
JUDAS PRIEST
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]