Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Caligula’s Horse
Rise Radiant
Demo

Black Pestilence
Hail the Flesh
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

01/06/20
INSTIGATE
Echoes of a Dying World

05/06/20
DEVIN TOWNSEND
Empath - The Ultimate Edition

05/06/20
HAKEN
Virus

05/06/20
GRUESOME/EXHUMED
Twisted Horror (split)

05/06/20
CURRENTS
The Way it Ends

05/06/20
FROST*
Others

05/06/20
16
Dream Squasher

05/06/20
MAKE THEM SUFFER
How To Survive A Funeral

05/06/20
NANOWAR OF STEEL
Sodali Do It Better

05/06/20
THE GHOST INSIDE
The Ghost Inside

CONCERTI

09/06/20
PERIPHERY (ANNULLATO)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

10/06/20
IN.FEST
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO

12/06/20
SYSTEM OF A DOWN + KORN + GUESTS TBA (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

12/06/20
GUNS N` ROSES + GUESTS TBA (ANNULLATO)
FIRENZE ROCKS - VISARNO ARENA (FIRENZE)

13/06/20
AEROSMITH + GUESTS (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

16/06/20
STEEL PANTHER + THE WILD (SOSPESO)
ALCATRAZ - MILANO

16/06/20
DEATHLESS LEGACY
CRAZY BULL - GENOVA

17/06/20
SOCIAL DISTORTION + GUEST TBA
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

18/06/20
GLORYHAMMER
ALPEN FLAIR - BOLZANO

21/06/20
INFECTED RAIN + ANKOR + TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

Aborted - Global Flatline
( 5103 letture )
Comincio subito col dire che avrei paura ad andare ad un concerto degli Aborted. Nella mia immaginazione il tenero De Caluwe, ultimo sopravvissuto, salirebbe sul palco urlando "mani in alto questo è un concerto!", con tutti gli spettatori impauriti a guardarsi tra la disperazione e la paura.
Perché con gli Aborted non si scherza. Fanno sul serio, poche chiacchere e tanta dedizione. Dedizione totale, concentrazione e idee chiare. Il progetto Aborted è più grande persino dei musicisti che ne fanno parte, va oltre, visti i tanti e costanti stravolgimenti in formazione.
Ovviamente passi falsi ce ne sono stati, ce ne sono e ce ne saranno, e come per tutte le grandi band ci saranno sempre seguaci entusiasti e detrattori, ma chi ha il compito di recensire deve cercare di analizzare al meglio (per le proprie capacità).

L'evoluzione stilistica degli Aborted non si è ancora fermata: pur nella brutalità costante riescono a cesellare continuamente il loro sound grazie ad un lavoro ed uno studio certosino. D'altra parte per essere i primi della classe bisogna dare il massimo, e gli alfieri del death/grind europeo dimostrano di volere ancora fare da capi cordata nella scalata alla vetta, e meritatamente, dopo tanti anni di dedizione. Il loro sound nato per derivazione dai Carcass si è col tempo contaminato con altre influenze senza però risultare mai copia di nessuno. Global Flatline a mio avviso è un album che concilia con la storia della musica estrema: tante influenze si possono scorgere all'orizzonte, (ad esempio la strutturazione di alcune parti lente ricorda i Morbid Angel) ma sempre in maniera discreta. Il sound è decisamente Aborted. E questo è cio che importa. Moderni, tiratissimi, possenti, riflessivi quanto basta, completamente padroni del proprio discorso, questi sono gli Aborted di Global Flatline.
Passando alla disamina dell' album, devo cominciare dicendo che ci vuole un po’ di tempo e di ascolti prima di riuscire ad apprezzarne le sfaccettature ed i dettagli, nonostante invece l' impatto sia diretto da fare paura in alcuni momenti (Vermicular, Obscene, Obese). Di primo acchito balza alle orecchie la potenza del neonato, resa tale da una prova tecnica e da una capacità di scrittura notevoli. Il poker iniziale (Global Flatline - The Origin OF Disease - Coronary Reconstruction - Fecal Forgery) è tirato all'inverosimile e vi lascerà senza fiato per circa 12 minuti; successivamente l'album sembra in alcuni frangenti rallentare un poco e strizzare l'occhio all'aspetto più accattivante e melodico (Of Scabs And Bolis) del genere.
Fortunatamente trattasi di attimi di respiro che gli Aborted ci concedono prima di ripiombare nella brutalità, come anche nel caso di Expurgation Euphoria, sinistra e affascinante, o della finale Endstille. Da segnalare inoltre la presenza di ospiti di lusso per le parti vocali, e cioè Trevor Strnad (The Black Dahlia Murder), Julien Truchan (Benighted), Jason Netherton (Misery Iindex), e Keiijo Niinima (Rotten Sound).

In conclusione, se anche voi siete rimasti delusi da alcune prove dei belgi, e avete sperato ascoltando l'EP Coronary Reconstruction nel ritorno ai fasti di un tempo che fu, le vostre speranze infine sono state esaudite.
Così come le mie.



VOTO RECENSORE
80
VOTO LETTORI
65.86 su 52 voti [ VOTA]
lisablack
Sabato 9 Febbraio 2019, 20.53.29
22
Album di puro godimento fatto in musica..forse il migliore degli Aborted, ma son tutti ottimi dischi, 80.
Doom
Venerdì 24 Febbraio 2017, 22.56.57
21
Album micidiale...tra i loro migliori. Anche se comunque non hanno mai toppato. Alzo il voto a 8,5...
Marco 75
Martedì 13 Settembre 2016, 12.57.23
20
Dopo qualche pezzo sentito qua e là su youtube mi sono finalmente deciso a prendere un disco degli Aborted e sono caduto su questo Global Flatline. Disco strepitoso, ogni canzone è un piccolo gioiello, mai un calo di tono, mai un attimo di noia, un lavoro perfettamente a fuoco e decisamente moderno. Penso proprio che comprerò altri dischi di questi fenomeni belgi.
Luca
Martedì 15 Ottobre 2013, 17.57.40
19
Però. .....
Macca
Lunedì 16 Settembre 2013, 10.50.37
18
Alla fine l'ho preso, e devo dire che non mi ha deluso. Fermo restando che per me questo è un genere di puro divertimento e che il death/grind insieme al brutal non sono per me generi di tutti i giorni, il disco scorre liscio nonostante sia pesante come un macigno e iper violento. Voto 75
Macca
Venerdì 6 Settembre 2013, 9.49.00
17
Mi sono imbattuto qualche giorno fa in questo gruppo, iniziando proprio da alcune tracce di questo lavoro: la title track e Origin Of Disease mi hanno colpito abbastanza e li approfondirò con piacere. Tra l'altro l'ho visto in negozio a 9,90 €, quasi quasi...
Punto Omega
Martedì 3 Settembre 2013, 14.18.20
16
A più di un anno dalla sua uscita mi trovo a dire: disco mostruoso, in cui ultraviolenza, groove e melodia vanno a braccetto. Un disco praticamente perfetto dall'inizio alla fine. Nota di merito per l'artwork, veramente ben fatto.
gianmarco
Sabato 6 Luglio 2013, 13.58.11
15
grandi mai sbagliato nulla
teddy
Lunedì 18 Marzo 2013, 20.33.51
14
@waste of air; Ti erano scaduti da Archaic Abattoir?!?!?!?!?!?!?! ...è come dire che i Metallica ti erano scaduti con Master of Puppets. Gli Iron Maiden con The Number of the Beast, ecc ecc ecc. Ma sei sicuro che hai ascoltato The Archaic Abattoir???????? Mah!!!
Ocean (fu Zarathustra)
Lunedì 10 Dicembre 2012, 22.18.24
13
Riappaio per dire che stavo riascoltando questo disco e il buon Mika ci ha preso in pieno. Vermicular, Obscene, Obese ha qualcosa che mi attira, in particolare.
Andy '71
Venerdì 7 Dicembre 2012, 12.35.09
12
Gran bel disco!Questa è una band che per quanto mi riguarda si è sempre mantenuta su livelli di assoluta eccellenza,sbagliando veramente poco.Una gradita costante devastazione!
Sonn
Venerdì 7 Dicembre 2012, 12.12.59
11
Davvero BELLO! Ma loro è raro che sbaglino qualcosa...
Ascarioth
Giovedì 27 Settembre 2012, 9.58.16
10
Dopo tanti ascolti, ancora non riesce a stancarmi, in particolare la titletrack è la DEVASTAZIONE.
MrFreddy
Domenica 4 Marzo 2012, 9.55.57
9
Chi è l'imbecille che mette sempre voti alla cazzo senza motivare?
Ascarioth
Lunedì 13 Febbraio 2012, 19.33.37
8
BELLA MAZZATA!
waste of air
Lunedì 30 Gennaio 2012, 10.47.19
7
Finalmente un buon disco! Mi erano scaduti da Archaic Abattoir, ottima ripresa!
BILLOROCK fci.
Lunedì 30 Gennaio 2012, 10.17.42
6
Non li conosco bene, ma sentendo qualche canzone in giro si sono dimostrati validi... un pensierino ci stà....
Ad Astra (A___H)
Domenica 29 Gennaio 2012, 11.53.38
5
proprio i passi falsi ( strichinine ) han fatto capire a sven cosa doveva fare... dopo gorearmaggedon, propabilmente l migliore....
Alex Ve
Domenica 29 Gennaio 2012, 11.42.33
4
Viuleeeeeeeeeeeeeeeeenz'
Flv
Domenica 29 Gennaio 2012, 11.28.00
3
grande sorpresa ,disco micidiale !
Enrico
Domenica 29 Gennaio 2012, 7.46.17
2
Mah... a mio avviso questo è molto buono. Diciamo non esattamente al livello dei primi ma quasi.
DIMMONIU73
Sabato 28 Gennaio 2012, 20.30.35
1
...sempre molto bello vedere che c'è qualche buontempone che molla voti a cazzo senza neanche commentare...va beh, caro Mika, hai visto giusto, non solo su Global Flatline, che è una bomba al vetriolo, ma sul buon de Caluwè...il tipo è una macchina da guerra, li ho visti al Rainbow (RIP), e hanno disintegrato tutto, Behemoth compresi!!! Tra circle-pit e wall of death là dentro non si capiva più un cazzo!!!
INFORMAZIONI
2012
Century Media
Death
Tracklist
1. Omega Mortis
2. Global Flatline
3. The Origin Of Disease
4. Coronary Reconstruction
5. Fecal Forgery
6. Of Scabs And Boils
7. Vermicular, Obscene, Obese
8. Expurgation Euphoria
9. From A Tepid Whiff
10. The Kallinger Theory
11. Our Father, Who Art Of Feces
12. Grime
13. Endstille
Line Up
Sven De Caluwe: vocals
Eran Segal: guitars
Michael Wilson: guitars
JB van de Wal: bass
Ken Bedene: drums
 
RECENSIONI
77
s.v.
82
80
80
100
90
85
76
ARTICOLI
26/02/2017
Live Report
KREATOR + SEPULTURA + SOILWORK + ABORTED
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI) - 21/02/2017
01/02/2013
Live Report
VADER + ABORTED + BONDED BY BLOOD + FHOBI + BLOODSHOT DAWN
Colony Club, Brescia, 27/01/2013
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]