Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

At the Gates
To Drink from the Night Itself
Demo

Below a Silent Sky
A View from Afar
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

25/05/18
SKYBORNE REVERIES
Winter Lights

25/05/18
SCIENCE OF DISORDER
Private Hell

25/05/18
SPACE ELEVATOR
Space Elevator II

25/05/18
MICAWBER
Beyond The Reach Of Flame

25/05/18
FILII NIGRANTIUM INFERNALIUM
Hóstia

25/05/18
BLEEDING THROUGH
Love Will Kill All

25/05/18
DJEVELKULT
Når Avgrunnen Åpnes

25/05/18
FORGED IN BLOOD
Forged in Blood

25/05/18
LIV SIN
Inverted - EP

25/05/18
ABHOR
Occulta ReligiO

CONCERTI

24/05/18
CIRCUS MAXIMUS + ANGEL MARTYR + NEW HORIZONS (ANNULLATO!)
EVOL - ROMA

24/05/18
ALKYMENIA
CLUB HOUSE 22 - AULLA (MC)

25/05/18
CIRCUS MAXIMUS + ANGEL MARTYR + NEW HORIZONS (ANNULLATO!)
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

25/05/18
MORTIIS + GUESTS
OFFICINE SONORE - VERCELLI

25/05/18
ALKYMENIA + ANCIENT DOME + RAWFOIL
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

25/05/18
METAL QUEEN FESTIVAL (day 1)
SALONE POLIVALENTE - STRAMBINO (TO)

25/05/18
CORAM LETHE + SYMBIOTIC + CELEPHAIS
EXENZIA - PRATO

25/05/18
THE CRUEL INTENTIONS + SPEED STROKE + LETHAL IDOLS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

26/05/18
CIRCUS MAXIMUS + ANGEL MARTYR (ANNULLATO!)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

26/05/18
MILADY METAL FEST
ARCI TOM - MANTOVA

Caliban - I Am Nemesis
( 3632 letture )
I Defenders del metalcore.

Il metalcore è sempre più una barca alla deriva. Finiti i tempi d’oro nei quali le pubblicazioni di tale genere avvenivano per gemmazione più che per indole creativa, contribuendo allo svilimento delle idee in clonazione industriale, molte di quelle band che ne avevano cavalcato gli umori vedono in caduta la propria popolarità. Una di queste è costituita dai tedeschi Caliban.

Ad onor del vero bisogna ammettere che tale gruppo abbia fiutato l’affare prima di tanti altri e, se non altro, sia rimasto coerente con i concetti di fondo. Il problema è che con gli anni i generi che spopolano tendono a scomparire con la stessa velocità con cui si sono diffusi. In altri settori si definisce il fenomeno quale bolla speculativa, e pure in tal caso le responsabilità andrebbero quantomeno ripartite a vari livelli. Anche le etichette hanno le proprie colpe, anzi, probabilmente sono state proprio loro a pretendere troppo latte dalle stesse vacche. Fatto sta che il metalcore è in quella fase melanconica in cui si cerca ancora di raschiare il fondo del barile (avete presente la gente che la sera del primo Gennaio spara i botti rimasti dalla notte precedente? Non è sufficiente fratturarcele il 31 Gennaio? Evidentemente no).

Cosa c’è nel nuovo disco, l’ottavo dei Caliban? Quello che c’era nei precedenti, ma suonato meglio.
Devo ammettere che ogni volta che ascolto i lavori della band tedesca attiva dal 1997 nutro più di un rimpianto. Il gruppo è difatti dotato tecnicamente, mostra di cavarsela in maniera egregia quando pesta tonalità hardcore. In quei momenti, a mio modo di sentire, i cinque teutonici mostrano il lato migliore. Non a caso le prime due tracce fanno ben sperare per l’impatto trasmesso.
Eppure, puntuale come la diarrea dopo un overdose di nutella, ecco arrivare la solita ostinazione nella ricerca melodica fine a se stessa. Memorial ne costituisce l’esempio.
No Tomorrow prova a rimescolare le carte, orientando le linee verso quanto prodotto dagli ultimi In Flames e vi riesce anche meglio degli ultimi prodotti di casa Friden.
Con Edge Of Black e Davy Jones si ritorna pericolosamente verso il refrain emocore.
La seconda parte di I Am Nemesis (un titolo, una minaccia) prosegue con i medesimi sbalzi che hanno caratterizzato la prima. Mosh, breaks, ritornelli melodici e accelerazioni. Ritorna quindi il discorso iniziale, quel ragionamento che mi porta al rimpianto per quel che potrebbero realizzare i Caliban e che puntualmente evitano.

Francamente non riesco a capire il motivo per cui un gruppo ormai esperto e rodato, per di più tecnicamente dotato, debba continuare a rimestare nel metal-emo-core trito e ritrito.
Aveva un senso anni fa, quando tutto poteva suonare nuovo, attuale e conveniente dal punto di vista commerciale. Da qualche tempo le cose sono cambiate, quel che era affezione verso un genere si sta trasformando sempre più nell’indifferenza generale.
E’ vero che I Am Nemesis resta comunque un album prodotto e suonato formalmente bene, migliore dei precedenti, così come è doveroso ricordare ancora quanto i Caliban ci sappiano fare tecnicamente. E’ altrettanto giusto sottolineare come le parentesi più violente siano assolutamente degne di menzione, a dimostrazione del fatto che è sempre opportuno ascoltare piuttosto che dare adito a pregiudizi. Non sarebbe ora, però, di usare le proprie qualità in modo migliore? Non è un caso che una delle tracce più riuscite sia We Are The Many, forte della partecipazione di Marcus Bischoff degli Heaven Shall Burn, un gruppo al quale i Caliban dovrebbero guardare con molta attenzione.

Io penso che sia il caso di rifletterci, anche perché le etichette grosse ci mettono poco a scaricarti: il tempo di una moda.



VOTO RECENSORE
65
VOTO LETTORI
25.89 su 38 voti [ VOTA]
Jhon90TO
Lunedì 14 Aprile 2014, 10.10.19
37
Rokk grazie d'esistere! Odio chi detesta i Caliban o chi dice "Il cantante è gay" perchè non sa trovare un difetto nella band quando gli chiedi "Scusa, ma perchè non ti piacciono?" Comunque date importanti 15 e 16 maggio 2014,spero di esserci il 16 a Milano!
Lizard
Giovedì 23 Febbraio 2012, 10.17.38
36
Anche meno aggressivo Rokk. Puoi dire la tua tranquillamente senza ricorrere a questo ripo di espressioni che lasciano il tempo che trovano e servono solo a scatenare flames senza senso a livello personale. Il tuo punto di vista può essere senz'altro interessante se ti va di esplicitarlo senza aggredire gli altri. Grazie!
Rokk
Giovedì 23 Febbraio 2012, 10.07.08
35
@ Finntrollfan per me ha meno senso tutta quella marmaglia di druidi fomentati che ti sentirai tu. Vatti a fare spada, scudo e pelliccia d'orso ed emigra da qui per piacere......
Rokk
Giovedì 23 Febbraio 2012, 9.59.21
34
il metalcore è alla deriva??? ma mi sà che qui non ci siamo ancora affacciati alla finestra......cmq sto cd è ottimo, in tutto e per tutto e francamente i caliban mi sanno uno dei migliori gruppi del genere, sebbene è innegabile che abbiano avuto un periodo di monotonia dovuta al contratto con la roadrunner!!!!
Finntrollfan
Mercoledì 8 Febbraio 2012, 12.29.56
33
Quando la musica non ha senso!!!
Alcibiade il Maialino
Lunedì 6 Febbraio 2012, 21.55.13
32
@ Denak de gustibus....io adoro ogni loro lavoro certo ultimamente si sono fossilizzati troppo ma ora come ora non vedo eredi....promettevano piu' che bene gli Youth of Today ma poi si sono scolti peccato...ma come detto de gustibus.
Davide
Lunedì 6 Febbraio 2012, 21.28.47
31
C'E' IL NEMESIS!!!!!!
Denak
Lunedì 6 Febbraio 2012, 20.50.32
30
l'hardcore ERANO gli agnostic front...adesso sono pietosi, sia su disco che dal vivo...
Alcibiade il Maialino
Domenica 5 Febbraio 2012, 14.49.00
29
@ Alex Ve sono un hard-corer della prima ora, volevo dire che quando devo annoiarmi con i Caliban o cose simili preferisco l' hard-core contaminato di metal come le sotto citate bands. Mi dispiace ma l' hard-core SONO gli AGNOSTIC FRONT.
Alex Ve
Domenica 5 Febbraio 2012, 12.39.08
28
@Edoardo ( EdgarAllanCrow ): grazie per i complimenti, per quanto riguarda i gusti degli ascoltatori statunitensi è chiaro che il metalcore abbia ancora un forte seguito da quelle parti. Secondo me la ragione di questo è nel fatto che loro (gli americani) sono arrivati dopo gli europei a certe influenze, che, comunque sia, hanno una matrice nel vecchio continente. Sia il deathcore che il metalcore hanno linee di chiara derivazione melodicdeath. Da noi il melodic death è esploso dalla seconda metà degli anni '90, da loro è arrivato tardi e contaminato. Noi ci siamo "riempiti la pancia" prima, loro ancora no. Gli stessi In Flames per farsi conoscere molto negli USA hanno cambiato il loro modo di suonare, avvicinandolo molto al "core qualcosa" - @Undercover: sì, gli heaven shall burn sono un'ottima band, però li gatalogherei come deathcore più che metalcore (le parti vocali melodiche le evitano come la peste). - @Alcibiade: i Sick Of It All sono Hardcore, anzi sono L'hardcore, i Biohazard sono crossovercore. Lo specifico perchè penso che nessuna delle due band vorrebbe mai essere catalogata quale metalcore
BILLOROCK Fci.
Domenica 5 Febbraio 2012, 12.19.41
27
ha ragione Lambruscore, i sick of it all, sono hardcore....
LAMBRUSCORE
Domenica 5 Febbraio 2012, 11.58.46
26
Dargli ,non dagli, ovvio, mezzogiorno e sono ancora sobrio...quanto durerò?
il vichingo
Domenica 5 Febbraio 2012, 11.58.15
25
Se hai bisogno di un lassativo, te lo consiglio caldamente Labrusco
LAMBRUSCORE
Domenica 5 Febbraio 2012, 11.52.08
24
I Sick Of It All metalcore? Am bala n'och (mi balla un occhio), nel senso che loro vengono definiti generalmente New York hardcore, sicuramente hanno influenzato moltissime bands che si definiscono metalcore (termine che odio) ed hanno anche influenze rap (nel cantato), altro genere che non mi è molto simpatico....Sui Caliban non ho molto da dire, ho sentito cose vecchie e non mi piacevano, questo non so, vorrei dagli un'ascoltatina veloce....
il vichingo
Domenica 5 Febbraio 2012, 10.49.04
23
Alcibiade: il problema del metalcore è proprio questo: una moltitudine di gruppi fotocopia che continuano a ripetere alla nausea le stesse cose. Certo però che questo I am nemesis è proprio brutto!!!
Alcibiade il Maialino
Domenica 5 Febbraio 2012, 10.43.33
22
Non riesco a digerire il metal-core e di conseguenza i Caliban....forse perche' secondo me i gruppi alla lunga finiscono per assomigliarsi uno con l' altro ma i gusti sono gusti...pero' certo che se voglio farmi male veramente allora preferisco ascoltare il metal core di Sick of il All , Biohazard.
Undercover
Sabato 4 Febbraio 2012, 22.19.57
21
Concordo con Luke quasi in toto il post è sacrosanto e il disco degli Anthrax una delle più grosse schifezze pubblicate nel 2011, sui Toxic Holocaust a me fanno cagare ma a ognuno il suo. I Caliban ha ragione Alex sono il fra il meglio del meglio del metalcore quindi immaginate come si è standardizzato ed è diventato patetico il genere, salvo e continuo a seguire con passione esclusivamente gli Heaven Shall Burn.
Luke_Skywalker_666
Sabato 4 Febbraio 2012, 21.26.14
20
Non è bello stroncare solo per il piacere di farlo, anzi! Ultimamente dischi usciti degni di nota son stati veramente pochi, molti di essi stroncati ugualmente, ma solo per la gioa di andare contro la band per antipatia o contro un genere disdegnato a priori. Ok, questo disco dei Caliban vale poco e la band forse ancora meno, ma "Worship Music" degli Anthrax è ancora peggio nonostante non facciano metal-core e spacciando per thrash metal la musichetta insulsa che ci propinano ora, quindi schifato esco di scena e ritorno all'ignoranza dei miei cari Toxic Holocaust....
Edoardo ( EdgarAllanCrow )
Sabato 4 Febbraio 2012, 19.34.28
19
Alex Ve, voglio farti i miei complimenti per questa recensione, che a mio modo di vedere unisce oggettività e soggettività in maniera egregia. Non so quanto possa essere per te stimolante, occuparti di un genere che tu giustamente definisci alla deriva, ed è proprio in questo aspetto che io trovo la bontà in sé dello scritto. Non riesco in primis ad afferrare quali possano essere le scelte, certo economiche, prese dall'alto in tal senso. E' chiaro come nel panorama odierno non siano più sufficienti una produzione patinata ed un'esecuzione limpida a fare un buon album, ma è mai possibile che le label in questione siano totalmente asservite al pubblico americano ed altro non vogliano che speculare sul lavoro degli artisti? Poichè stando così le cose, finisce che gli oneri della situazione sono da attribuirsi anche un po' alle band stesse; ho tuttavia l'impressione che per una certa fascia di ascoltatori il ritornello " emocore trito e ritrito " sia addirittura piacevole. Puntualmente, quando ci si avvicina a questo tipo di sonorità, é impossibile non notare un netto divario tra quelle che sono le impressioni di critica e fan d'oltremare, assolutamente incogruenti rispetto alle nostre. Prendo ad esempio l'incensato ( non qui, s'intende ) Worship Music degli Anthrax. Possibile che siamo sempre noi gli incontentabili che andiamo gettando il seme della mediocrità dove esso effettivamente non si trova? Perchè questo lavoro tecnicamente è piacevole, ma se procediamo su questa linea di pensiero allora avremmo pezzi da 90 ogni giorno.
waste of air
Sabato 4 Febbraio 2012, 19.14.10
18
Ossequi all'amico vichingo! Qui di geni incompresi ci sono solo quelli nel loro DNA che ancora non si capacitano! :F
il vichingo
Sabato 4 Febbraio 2012, 16.11.33
17
Porca putt... ho sbagliato a scrivere, volevo dire "incompresi"
il vichingo
Sabato 4 Febbraio 2012, 16.10.30
16
Eh ehe he voto 1 su 7 commenti... incredibile ragazzi . Ciao waste of air!!! A quanto pare si tratta di geni compresi
Ad Astra
Sabato 4 Febbraio 2012, 16.10.13
15
oggi mi sento molto nemesis.... grazie ragazzi, i commenti aiutano
waste of air
Sabato 4 Febbraio 2012, 15.31.28
14
Voi non capite. La passione, la sofferenza, i richiami a questa società oppressiva, il male di vivere e la grandezza delle emozioni che sprigiona questa band. Ottusi!
Celtic Warrior
Sabato 4 Febbraio 2012, 15.08.19
13
STORMLORD
Sabato 4 Febbraio 2012, 14.36.52
12
Ragazzi non c'è niente da ridere: ad ascoltare questi album c'è soltanto da piangere!! Ho ascoltato la prima We are the many e dopo 20 secondi volevo strapparmi i capelli dalla disperazione!! E' proprio il caso di dire: quando la musica non è più arte!
BILLOROCK fci.
Sabato 4 Febbraio 2012, 14.26.06
11
hahahaha
il vichingo
Sabato 4 Febbraio 2012, 14.20.49
10
Beh ragazzi, il fatto che il voto lettori sia 1 dopo 5 voti mi dice molte cose
BILLOROCK fci.
Sabato 4 Febbraio 2012, 14.08.55
9
Ahahahahahhahahah sono piegato in due.....
STORMLORD
Sabato 4 Febbraio 2012, 14.02.10
8
Che band del cazzo! A zappaaaaare!!
Ad Astra
Sabato 4 Febbraio 2012, 13.57.49
7
ma perchè qualcuno ha il coraggio di produrli ancora!?... michele zarrillo è più brutal di loro!!!.....
Michele
Sabato 4 Febbraio 2012, 13.55.58
6
I Caliban saranno uno di quei gruppi di cui nessuno si ricorderà con gli anni... tranne i sostenitori del genere. A me non hanno mai detto nulla E io ascolto taaanto metalcore .-.
waste of air
Sabato 4 Febbraio 2012, 11.45.17
5
Ho sempre detestato il genere, ma memorial l'ho sentita! Più o meno accettabile, ma quando scatta il ritornello clean con quell'aaaaaaaaaaaaaaaaaaaa che sembra dovuto alla rottura accidentale di un capello ho spento. Sembra tutto di plastica...ottima recensione, comunque!
il vichingo
Sabato 4 Febbraio 2012, 11.40.36
4
Quoto Electric Warrior
Alex Ve
Sabato 4 Febbraio 2012, 11.38.37
3
Flag Of Hate: quel che non riescono a gestire sono le parti pulite, proprio perché sfociano nell'emo/core (anche se meno che negli ultimi dischi). Potrebbero utilizzare il cantato pulito in altri modi, evitando tutto quello "zucchero", ma evidentemente a loro va bene così. Pazienza.
Flag Of Hate
Sabato 4 Febbraio 2012, 11.31.12
2
"Francamente non riesco a capire il motivo per cui un gruppo ormai esperto e rodato, per di più tecnicamente dotato, debba continuare a rimestare nel metal-emo-core trito e ritrito" semplice, perchè non sanno fare altro, sono organismi specializzati, come il Panda. Se gli levi il bambù, tira le cuoia. Se a questi levi l'emo-core, crepano, perchè altro non sanno fare.
Electric Warrior
Sabato 4 Febbraio 2012, 8.58.32
1
"...e liberaci dal male, Amen."
INFORMAZIONI
2012
Century Media
Metal Core
Tracklist
01. We Are The Many
02. The Bogeyman
03. Memorial
04. No Tomorrow
05. Edge Of Black
06. Davy Jones
07. Deadly Dream
08. Open Letter
09. Dein R3.ich
10. Broadcast To Damnation
11. This Oath
12. Modern Warfare
Line Up
Andreas Doerner – Vocals
Marc Goertz – Guitar
Patrick Gruen – Drums
Denis Schmidt – Guitar & vocals
Marco Schaller – Bass
 
RECENSIONI
49
65
40
60
70
69
ARTICOLI
31/12/2010
Live Report
ALL THAT REMAINS + SOILWORK + CALIBAN + BLEED FROM WITHIN + NEAERA
Magazzini Generali, MIlano, 14/12/2010
11/02/2009
Live Report
KREATOR + CALIBAN
Rolling Stone, Milano - 03/02/2009
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]