Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Flower Kings
Islands
Demo

Veritas
Threads of Fatality
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

27/11/20
Volbeat
Rewind, Replay, Rebound - Live in Deutschland

27/11/20
IN EXTREMO
Kompass Zur Sonne 2CD Extended Edition

27/11/20
MARATHON
Mark Kellys Marathon

27/11/20
ULTIMATIUM
Virtuality

27/11/20
DARKNESS
Over and Out

27/11/20
DIAMOND HEAD
Lightning to the Nations 2020

27/11/20
JADED HEART
Stand Your Ground

27/11/20
WITHIN THE RUINS
Black Heart

27/11/20
CADAVER
Edder & Bile

27/11/20
TERRAVORE
Vortex of Perishment

CONCERTI

26/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

27/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

28/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
LEGEND CLUB - MILANO

28/11/20
BELPHEGOR + GUESTS
BLACK WINTER FEST - MILANO

29/11/20
ORPHANED LAND
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

29/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

30/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

01/12/20
ORPHANED LAND
LEGEND CLUB - MILANO

02/12/20
ORPHANED LAND
TRAFFIC CLUB - ROMA

03/12/20
ROSS THE BOSS + GUESTS (CANCELLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

Fear Factory - Obsolete
( 7634 letture )
Dopo aver debuttato un po' in sordina, con il meritevole (ma poco considerato) Soul Of A New Machine, i Fear Factory fecero letteralmente il botto con il seguente (trascurando l'EP di remix Remanufacture) full-length Demanufacture. Non mancarono le polemiche, ma la band era entrata a forza nel novero dei gruppi "importanti", e neanche l'uscita del chiaccheratissimo Remanufacture riuscì a rispedirli al mittente. Il problema era ora mantenere lo stesso altissimo standard qualitativo, e l'uscita di un nuovo album di inediti era indubbiamente il banco di prova più duro.

Eccoci dunque ad Obsolete, eccellente lavoro del quartetto californiano che a mio parere è (quasi) in grado di eguagliare, se non superare, il proprio predecessore e non a caso fu la vera e propria consacrazione della band, nonchè il suo album più venduto. La rabbia rimane la stessa, anche se un sound più caldo e meno cibernetico la rendono forse più esplosiva ed umana. Chitarre potenti e cariche di groove, un basso spesso in primo piano e una batteria dal suono più "naturale" rispetto a quella sfoggiata in Demanufacture sono i colori con cui i Fear Factory dipingono questo concept album, ancora una volta basato sul futuribile (e un po' luddista) scontro fra uomo e macchina. Il concept lirico, aiutato dalle parti narrative contenute nel bellissimo booklet, illustrato dal visionario David McKean, narra in sostanza della resistenza, capitanata da un personaggio noto come Edgecrusher, contro un oppressivo stato tecnocratico. Lo stile dei Fear Factory rimane perfettamente riconoscibile e personale, soprattutto il riffing di Cazares ricalcato dalla doppia cassa di Herrera, batterista dotato dell'incredibile dote di essere originale e prevedibile allo stesso tempo.
L'album esplode subito con l'opener Shock, canzone-manifesto in cui Burton Bell torna a sfoggiare la sua tradizionale alternanza fra clean vocals e inserti più rabbiosi (che dal vivo non riesce però mai a rendere in modo altrettando convincente). La seguente Edgecrusher mostra una maggiore attenzione per il groove e una certa aria nu-metal figlia dei tempi (che troverà libero sfogo in Digimortal) soprattutto nella parte vocale e negli scratch dell'ospite Dj Zodiac. La tracklist continua così, una stilettata dopo l'altra, fino alla parentesi melodica di Descent, per poi riprendere con ancora più astio con le potentissime Hi-Tech Hate e Freedom Or Fire. Arriva quindi il turno della title-track, una delle perle maggiori di una tracklist peraltro priva di cedimenti. I toni tendono quindi a smorzarsi con Resurrection, grazie agli azzeccatissimi passaggi orchestrali dell'ospite fisso Rhys Fulber, che con i suoi inserti industrial (synth, loop, campionature) si conferma un valore aggiunto non indifferente del quartetto anche in veste di produttore (non a caso seguirà la band fino al controverso Transgression). L'album si chiude quindi con Timelessness, brano intimista in cui i soli synth accompagnano il lamento dell'Edgecrusher, catturato ed imprigionato dalla Securitron e presumibilmente condannato e giustiziato, coronando un album compatto ed incredibilmente unitario. Nonostante tutti i brani siano di alto livello, infatti, credo che Obsolete dia il meglio di sè nel suo insieme, come album, anche al di là del concept lirico, regalando all'ascoltatore non solo dieci brani mozzafiato, ma 46 minuti filati di pura Musica (con la maiuscola), e fotografa la line-up "definitiva" e migliore dei Fear Factory, che durerà purtroppo per soli tre album. A Digimortal seguirà infatti un breve periodo di scioglimento dei nostri, che riprenderanno quindi l'attività senza Cazares. Ma questa, come si suol dire, è un'altra storia...

Di Obsolete, a testimonianza del suo successo commerciale, uscì nel 1999 anche una ristampa in digipack con ben cinque bonus track. Oltre alla notissima cover di Cars di Gary Numan (presente anche come ospite) e di 0-0 degli Wiseblood, si tratta di brani del tutto slegati dal concept e dal mood dei brani precedenti, che credo aggiungano poco (come spesso accade per i bonus, soprattutto quelli aggiunti a posteriori) alla grandezza dell'album in sè.

Una piccola nota autobiografica, se permettete: acquistai quest'album in vacanza, a Monaco di Baviera (insieme a Follow The Leader dei Korn), in un grosso negozio di dischi che visitai anche in seguito e a cui ebbi occasione di affezionarmi (era diventata una tappa fissa ogni volta che avevo occasione di passare per Monaco). Purtroppo il negozio oggi ha -come accade non solo in Italia- chiuso i battenti.



VOTO RECENSORE
90
VOTO LETTORI
77.44 su 76 voti [ VOTA]
Aceshigh
Mercoledì 10 Giugno 2020, 9.58.05
53
Riascoltato oggi. Per me Demanufacture rimane superiore (e per certi versi anche il debut mi piace di più), ma anche questo è un grandissimo disco. Fino a qui i Fear Factory erano stati grandissimi, peccato che nel decennio successivo si siano accartocciati su se stessi. Qui per me soprattutto la seconda metà dell’album è spettacolare, ma anche Edgecrusher è una figata. Voto 86
Mrsleaze
Domenica 1 Marzo 2020, 22.40.16
52
L’apice creativo dei Fear Factory. Chapeau
TheSkullBeneathTheSkin
Venerdì 23 Marzo 2018, 19.46.54
51
Apro le rece alla voce FearFactory e... solo brutte notizie: la WOM di marienplaatz ha chiuso e credo che NeuRath non sia più in reda, mi spiace, sui FearFactory ha scritto grandi verità e dove l'autore è "metallized" ci sarebbe da rimettere mano: Demanufacture grida vendetta...
Townsend
Mercoledì 25 Ottobre 2017, 10.54.56
50
Mah gruppo molto tendente al crossover industrial x i miei gusti.....Edgecrusher è troppo nu metal. Ma gli assoli Cazzares lo sa cosa sono??
Demanufattura
Mercoledì 25 Ottobre 2017, 1.20.19
49
Spettacolare pure questo. 94/100
ilvinox
Domenica 10 Settembre 2017, 8.24.49
48
Secondo me è molto migliore di demanufacture, molto piu ricco, molto più curato e prodotto meglio. Suona davvero bene. Il loro disco migliore. voto 93
BELLI CHIUSI
Lunedì 21 Agosto 2017, 15.32.39
47
che album anche questo signori...COWAAAAARD
tragedia675
Venerdì 1 Gennaio 2016, 21.38.17
46
Il mio preferito della band, voto sacrosanto
The Godfather
Giovedì 22 Ottobre 2015, 17.30.11
45
Disco fenomenale, quasi all livello dell'ingombrante ed epocale predecessore (e non è dir poco). Non era semplice evolversi dopo un'opera tanto innovativa, che di fatto ha creato un sound e lo ha contemporaneamente portato al punto di non ritorno, ma allo stesso tempo prendere una strada totalmente opposta sarebbe stato un azzardo troppo grande e con ogni probaiblità controproducente. I Factory qui scelsero il compromesso migliore, riprendendo il sound di Demanufacture senza annacquarlo o banalizzarlo (come invece fecero con il successivo Digimortal, che io definisco "Demanufacture per bambini"), ma arricchendolo di nuove sfumature emotive. Più calde, melodiche, umane, a loro modo tragiche. Senza perdere un'oncia di potenza e ispirazione. Il mio voto è 95, semplicemente perchè Demanufacture resta ineguaglabile per impatto e importanza storica, ma Obsolete ha davvero poco da invidiargli in termini di qualità.
Galilee
Lunedì 26 Gennaio 2015, 15.18.17
44
Un gradino inferiore ai primi due, ma sempre ottimo. Peccato non aggiunga ingredienti nuovi alla ricetta, o comunque pochi. 85/100
freedom
Sabato 27 Settembre 2014, 16.20.40
43
Disco da avere assolutamente. Comprato appena uscito dopo aver sentito il brano HI-tech Hate su un cd allegato ad una rivista (di cui non ricordo il nome) con i quattro in copertina conciati tipo robot o cose del genere...ah che bei tempi! Una mitragliata in piena faccia, non ci sono altre parole, un vero gioiello. Voto 95.
MetalDeprival
Giovedì 17 Luglio 2014, 13.24.20
42
Una lode particolare al trittico Hi-Tech Hate/Freedom or Fire/Obsolete, devastante.
Morganne91
Martedì 2 Aprile 2013, 15.51.16
41
Mi sono snocciolata da poco tutta la discografia e questo è diventato il mio preferito, da un mese lo ascolto minimo 2 volte al giorno
JFMetalMusic
Domenica 17 Febbraio 2013, 22.20.56
40
Album che ho consumato.. a dir poco fantastico.
Interstellar Overdrive
Martedì 14 Febbraio 2012, 0.02.15
39
Un disco carino, con qualche bel pezzo. Di certo non si tratta di un gruppo di fenomeni. Il precedente "demanufacture", da quasi tutti indicato come il loro capolavoro, francamente mi ha abbastanza annoiato. Questo è migliore, molto più curato dal punto di vista delle melodie. La parte ritmica è troppo monotona.
N.I.B.
Venerdì 10 Febbraio 2012, 18.11.30
38
Qua si che si parla di un capolavoro... Album stupendo...!!!!
Matocc
Mercoledì 8 Febbraio 2012, 22.27.28
37
davvero un ottimo disco, tra i miei preferiti dei FF insieme all'inarrivabile Demanufacture e al bellissimo Mechanize. adoro Descent, Timelessness e Edgecrusher ma la migliore secondo me è Resurrection .anche in questo caso il magnifico artwork è una genialata grandiosa
NeuRath
Martedì 7 Febbraio 2012, 17.43.43
36
@Piggod: Io pur di avere le bonus mi presi i singoli di Cars e di Resurrection, che come b-sides ha appunto 0-0 e Soulwound. Come b-sides non sono male, secondo me, anche se ovviamente rispetto all'album c'è un abisso...
Aelfwine
Martedì 7 Febbraio 2012, 1.01.17
35
Da tempo aspettavo una recensione di Obsolete su Metallized... Condivido l'esaltazione del recensore, ed avrei difficoltà a dare meno di 90, soprattutto per il concept ed il booklet. Per me rimane il mio preferito dei FF, in cui si uniscono tecnica ed atmosfera forse ancor più che in Demanufacture.
piggod
Lunedì 6 Febbraio 2012, 20.40.04
34
Ho il digipack (acquistato in Italia non appena uscito) con le bonus track. Va detto che questa versione uscì solo qualche mese dopo la prima (classica operazione Roadrunner), quindi molta gente iniziò a maledire il mondo, perché per avere 5 canzoni in più fu costretta a ricomprare l'album. Ad ogni modo, le canzoni bonus, come ho già scritto in precedenza, sono pessime (ad eccezione di Where Evil Dwells) e anch'io rimasi stupefatto nel vedere i Fear Factory acqisire successo a causa di una cover schifosa di una canzone schifosa. Resta il fatto che le tracce effettive di Obsolete sono splendide.
NeuRath
Lunedì 6 Febbraio 2012, 17.50.13
33
@Sbiriguda: a quanto ne so Cars fu inclusa come bonus track nell'edizione americana, mentre in Europa uscì come singolo... in effetti fu un gran successo all'epoca e (pur non essendo per niente Fear Factory-style) trainò parecchio l'album. Era anche una moda del periodo, e molti gruppi esordirono o divennero famosi solo per le cover (anche i Limp Bizkit esplosero con Faith, ad esempio)...
NeuRath
Lunedì 6 Febbraio 2012, 17.50.12
32
@Sbiriguda: a quanto ne so Cars fu inclusa come bonus track nell'edizione americana, mentre in Europa uscì come singolo... in effetti fu un gran successo all'epoca e (pur non essendo per niente Fear Factory-style) trainò parecchio l'album. Era anche una moda del periodo, e molti gruppi esordirono o divennero famosi solo per le cover (anche i Limp Bizkit esplosero con Faith, ad esempio)...
xutij
Lunedì 6 Febbraio 2012, 12.45.35
31
@Sbiriguda : Infatti il mondo gira al contrario. Questa storia mi fà rivenire in mente quella di Angel Dust dei Faith No More (spettacolo,sia la band che il disco). Esce AD ma è un semi fiasco di vendite. Viene ristampato con in piu una cover di Lionel Richie, che viene usata come singolo e giu di un fiotto di copie vendute. Morale : Il modo fà schifo
Sbiriguda
Lunedì 6 Febbraio 2012, 12.35.08
30
D'accordissimo sul fatto che la versione digipack aggiungesse poco o nulla al valore intrinseco dell'album, ma come recitava una rubrica della Settimana Enigmistica, "forse non tutti sanno che" Obsolete deve gran parte della sua fortuna commerciale proprio all'inaspettato successo radiofonico della cover di Cars, che ai tempi imperversò anche nelle frequenze mainstream americane. Che il mondo spesso giri al contrario non lo scopriamo certo oggi...
S.V.
Lunedì 6 Febbraio 2012, 11.16.09
29
Lo metto alla pari del primo, ha una potenza che ti spazza via, è un po' più groovy del precedente, ma è una botta d'adrenalina! E purtroppo non son poi più riusciti a esprimersi su questi livelli.
DIMMONIU73
Lunedì 6 Febbraio 2012, 10.22.55
28
Grande anche Obsolete...la triade iniziale dei FF è da paura, anche se il mio preferito è Soul of a New Machiine, decisamente più grindoso (se po' ddì?)...99 a tutti e tre!
AL
Lunedì 6 Febbraio 2012, 9.01.12
27
questo album l'ho consumato! che ricordi! grandissimi !!!
piggod
Lunedì 6 Febbraio 2012, 8.49.28
26
Decisamente più melodico e meno freddo del suo predecessore, rimane comunque il disco dei Fear Factory che tuttora ascolto più volentieri. Poi, anche se di storie che si focalizzano sulla dicotomia uomo/macchina ce n'è in abbondanza, devo ammettere che il concept di Obsolete è sviluppato molto bene. Mi verrebbe da dire che è un disco perfetto, tuttavia, per chi ha la versione con le bonus track, un difetto c'è ed è enorme: le bonus track sono decisamente pessime (salvo solo la cover dei Wiseblood). Per il resto che dire? Lo preferisco a Demanufacture, il che è tutto dire.
Malleus
Domenica 5 Febbraio 2012, 13.01.22
25
disco fenomenale, alla pari del precedente
BILLOROCK Fci.
Domenica 5 Febbraio 2012, 12.26.04
24
andrea : tranky, Lambruscore è il sadomaso del sito, gli piace scatenarsi le ire di noi altri !! Naturalmente il tutto si svolge in modo ironico e simpatico (quasi sempre più o meno ) Stormlord: a tutti gli effetti neanche io l ho mai capito, ma la mia teoria è che risulta essere un metal veloce martellante condito con elettronica !! (vedi Rammastein)
Andrea
Domenica 5 Febbraio 2012, 0.36.52
23
@neurath: non era una polemica, neurath, e soprattutto non era riferita a te cosi come a nesun altro dei redattori. Era solo un "messaggio" perchè chi invece è sempre pronto ad insultare chi non la pensa come lui, rifletta. Il rispetto dei gusti propri e altrui sopra tutto
NeuRath
Domenica 5 Febbraio 2012, 0.13.08
22
@Undercover: Sorry non avevo colto... infatti mi sembrava un po' troppo schizzofrenica sta cosa...
Undercover
Sabato 4 Febbraio 2012, 23.58.17
21
Manca il soggetto nel messaggio ma pensavo fosse implicito dato il mio commento antecedente riguardante il calo qualitativo della band.
Undercover
Sabato 4 Febbraio 2012, 23.55.34
20
@Neurath ti se perso un passaggio non è di "Obsolete" che parlo ma dell'ultimo "Mechanize", è a quello che è rivolta la mia critica
STORMLORD
Sabato 4 Febbraio 2012, 23.17.00
19
L'industrial... un genere che non ho mai capito...
NeuRath
Sabato 4 Febbraio 2012, 23.12.54
18
@Andrea: Mi dispiace disinnescare subito la polemica, ma personalmente ho sempre rispettato le opinioni di tutti, sia i commentatori fissi sia quelli meno abituali, e anche quelli che si contraddicono in modo evidente (Undercover, prima dici "ottimo disco" e poco dopo "a me ha fatto schifo e anche molto", deciditi!)... Mi sembra anche normale che un disco non possa piacere a tutti in assoluto.
Andrea
Sabato 4 Febbraio 2012, 22.44.12
17
se a dire una cosa del genere sui fear factory non fosse stato il vostro amichetto Lambruscore, sarebbe scoppiata la solita bagarre di insulti e il poveretto sarebbe stato tacciato di ignoranza sui fondamentali del metal e bla bla bla....meglio così! anch'io la penso come lui
Undercover
Sabato 4 Febbraio 2012, 22.13.46
16
@enry pensa che a me invece ha fatto schifo e anche molto, mi è sembrato più riciclato del riciclato e i ritornelli li ritengo orribili, il peggio del peggio mai cantato da Burton.
enry
Sabato 4 Febbraio 2012, 20.25.09
15
Come giustamente sottolineato da Alessio da non trascurare l'apporto dato da Fulber, mente dei Front Line Assembly e collaboratore a più riprese con i FF (bellissimo, per me, l'EP Fear is the Mindkiller, con i remix industrial-electro di Fulber).Comunque, dopo questo, purtroppo sono calati di brutto, anche se devo dire che l'ultimo Mechanize mi è piaciuto abbastanza.
ziron
Sabato 4 Febbraio 2012, 19.52.59
14
Dopo anni di ascolti non ho ancora capito se mi piace piu di demanufacture..per essere sicuri, 99 ad entrambi
LAMBRUSCORE
Sabato 4 Febbraio 2012, 19.37.21
13
Pessimo gruppo , per me, successo dovuto solo alla gran pubblicità dell'epoca.
Kupu
Sabato 4 Febbraio 2012, 18.44.54
12
Bel dischetto, meno violento di altri cmq bello. Cyber per i temi trattati immagino, non per il sound in se.
hm is the law
Sabato 4 Febbraio 2012, 18.39.25
11
Concordo con Undercover, ma rimane un disco da paura!!!
Undercover
Sabato 4 Febbraio 2012, 15.25.12
10
Gran disco ma non regge il confronto con il primorde "Soul Of A New Machine" cattivo e l'evoluzione iniziata ed esplosa in "Demanufacture". Ottimo disco peccato che dopo non abbiano più ripetuto prestazioni di tale livello.
Er Trucido
Sabato 4 Febbraio 2012, 13.58.06
9
Il primo disco dei Fear Factory che ho ascoltato, forse il mio preferito della loro discografia. Concordo con la bellezza del libretto, il quale completa il concept grazie ad una specie di copione cinematografico.
enry
Sabato 4 Febbraio 2012, 13.44.17
8
Stupendo, credo di averlo ascoltato anche di più di Demanufacture. Voto giusto e meritato.
a luci di pietra fci
Sabato 4 Febbraio 2012, 13.42.19
7
invece di pensare ai generi del cazzo pensate alla musica...album stupendo
a luci spente (ex luci di ferro)
Sabato 4 Febbraio 2012, 13.28.23
6
@ BILLOROCK fci. grandissimo, grandissimo, grandissimo hai risposto in maniera perfetta e hai fatto centro - risposta super intelligente secondo me. Azzeccata al 100%, Cuordipietra basta leggere il commento sopra il tuo e capirai tutto.
NeuRath
Sabato 4 Febbraio 2012, 13.21.11
5
Sì il cyber è un sottogenere dell'industrial. E' un po' una pignoleria, ma "industrial" è un termine talmente vago che è stato a sua volta suddiviso...
BILLOROCK fci.
Sabato 4 Febbraio 2012, 13.01.55
4
è solo un altro nomignolo del cazzo affibbiato al metal... è un sottogenere del sottogenere, del industrial....
Cuordipietra
Sabato 4 Febbraio 2012, 12.38.46
3
Oh, io sono ignorante come un laureando del CEPU, quindi mi spiegate la differenza tra "industrial" e "cyber" metal? Io sapevo che i FF facessero il primo...
eddie
Sabato 4 Febbraio 2012, 12.35.25
2
album bellissimo...recensione che aspettavamo da tempo...voto alto...Dark night of my soul.........90
tribal axis
Sabato 4 Febbraio 2012, 11.06.25
1
gran disco, anche se continuo a preferire il precedente. secondo me il sound dei fear factory è demanufacture, freddo e cibernetico. a me la cover di cars piace moltissimo, gary numan sembra un alieno!
INFORMAZIONI
1998
Roadrunner Records
Cyber Metal
Tracklist
1. Shock
2. Edgecrusher
3. Smasher/Devourer
4. Securitron (Police State 2000)
5. Descent
6. Hi-Tech Hate
7. Freedom or Fire
8. Obsolete
9. Resurrection
10. Timelessness

Bonus track
11. Cars
12. 0-0 (Where Evil Dwells)
13. Soulwound
14. Messiah
15. Concreto
Line Up
Burton C. Bell - Voce
Dino Cazares - Chitarra
Christian Olde Wolbers - Basso
Raymond Herrera - Batteria

Musicisti Ospiti:
Rhys Fulber - Keyboards, Programming
Gary Numan (Voce su traccia 11)
Dj Zodiac (Scratching su Traccia 2)
 
RECENSIONI
65
80
60
69
75
90
91
82
ARTICOLI
01/12/2015
Live Report
FEAR FACTORY + GUESTS
Magazzini Generali, Milano (MI) , 27/11/2015
05/12/2012
Live Report
FEAR FACTORY + DEVIN TOWNSEND PROJECT + DUNDERBEIST
Magazzini Generali, Milano, 25/11/2012
01/06/2012
Live Report
FEAR FACTORY
Orion Live Club - Roma 29/05/2012
14/02/2010
Intervista
FEAR FACTORY
Concretizzare la Paura
18/08/2004
Articolo
FEAR FACTORY
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]