Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Ocean
Phanerozoic I - Palaeozoic
Demo

Derdian
DNA
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/18
SCARLET AURA
Hail to You!

11/12/18
ADAESTUO
Krew Za Krew

13/12/18
MIND ENEMIES
Mind Enemies

14/12/18
CURRENTS
I Let The Devil In

15/12/18
SPEED KILLS
Speed Kills

15/12/18
YSENGRIN/STARGAZER
D.A.V.V.N.

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

23/12/18
BOLTHORN
Across the Human Path

CONCERTI

10/12/18
RISE OF THE NORTHSTAR + DOPE D.O.D.
LEGEND CLUB - MILANO

10/12/18
THE DEAD DAISIES
REVOLVER - SAN DONA DI PIAVE (VE)

11/12/18
CLUTCH
FABRIQUE - MILANO

11/12/18
H.E.A.T + ONE DESIRE + SHIRAZ LANE
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

14/12/18
EXODUS + SODOM + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS - MTV Headbangers Ball Tour
PHENOMENON - FONTANETO D'AGOGNA (NO)

14/12/18
NANOWAR OF STEEL
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

14/12/18
OPERATION MINDCRIME + GUEST
TEATRO CARIGNANO - GENOVA

14/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
ARCI TOM - MANTOVA

15/12/18
WITHIN TEMPTATION
FABRIQUE - MILANO

15/12/18
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA DI PIAVE (VE)

Nightwish - Wishmaster
( 9703 letture )
Ascoltare Wishmaster dopo un non così breve periodo di rifiuto causa infiniti passaggi nel mio lettore, è stato come avvicinarsi al calore del fuoco di casa: quest'album, come molti altri dei Nightwish, ha infatti significato moltissimo per la mia formazione musicale, e mi ha inizialmente fatta avvicinare al mondo del metal sinfonico con una passione che ancora oggi non dà segno di affievolirsi.
Eh sì, è stato metaforicamente come avvicinarsi al calore di casa propria, ma questi brani mi fanno ancora venire la pelle d'oca su tutto il corpo, e più li ascolto più mi rendo conto che -esclusi alcuni periodi di fisiologica "pausa"- non mi stancherò mai di ascoltare la band che mi ha rapito il cuore quando questo era ancora giovane e tenero.

Wishmaster è senza dubbio un album importante per i Nightwish: si tratta della loro terza uscita, risalente al 2000 (precisamente il 18 giugno) e sicuramente rappresenta un punto di svolta consistente, piazzandosi alla prima posizione per tre settimane nelle classifiche finlandesi. Il disco, pur non tradendo il trademark sinfonico e tastieristico della band, esplora un insieme di generi precedentemente meno sperimentati, come ad esempio si vede nei brani di stampo power.
Wishmaster possiede molteplici sfaccettature e penso sia d'obbligo ricordarvi che esso prende ispirazione da una collana di libri fantasy (Le Cronace di Dragonlance, ciclo scritto negli anni '80 da Margaret Weis e Tracy Hickman); esso si sviluppa pertanto in modo evocativo, concedendosi tuttavia continue virate per quanto concerne le atmosfere, le quali si differenziano più volte anche all'interno del medesimo brano.
Obiettivamente parlando, se decidessi di scrivere questa recensione analizzando track by track l'album, finirei con il parlarvi di ogni singolo brano in dettaglio e, forse, mi farei trascinare troppo da quelli che sono i miei sentimenti ed i ricordi che vi sono legati indissolubilmente (e credetemi, sono molti).
Per questo, reputo che la cosa migliore sia dividere oggettivamente i brani in diverse categorie, in modo da riuscire a delineare un sommario generale di cosa si può ritrovare all'interno di Wishmaster, così da orientare coloro che non l'hanno ancora ascoltato verso una scelta oculata dei brani.
Principalmente, la mia divisione si attua in tre categorie: una di ispirazione power (anche neoclassico), una composta da ballad ed infine una terza consistente in un intreccio tra prima e seconda tipologia, con influenze prevalenti che variano da brano a brano.
Nella prima categoria rientrano senza dubbio alcuno She Is My Sin, The Kinslayer, Wanderlust, Wishmaster, Crownless e Fantasmic: questi sono tutti brani caratterizzati da ritmiche piuttosto sostenute, veloci ed efficaci (onnipresente il piacevole controtempo della batteria); gli strumenti ritmici e le tastiere si fanno avanti a continue cavalcate sostenendo perfettamente la sopracitata ritmica, ed anche la voce riesce in questo perfettamente, snodandosi in linee movimentate ed a volte picchiettate.
Two For Tragedy e Dead Boy's Poem fanno capo alla categoria delle ballad: esse sono entrambe caratterizzate da atmosfere evocative, linee morbide (sia per quanto riguarda la voce che la parte strumentale) e sensuali, che si sviluppano in modo curatissimo, a volte intervallate da parti di sola voce (parlata o cantata); entrambe le composizioni presentano una vena malinconica piuttosto sviluppata, come ad esempio dimostra il testo di Dead Boy's Poem:

Sing what you can't say
Forget what you can't play
Hasten to drown into beautiful eyes
Walk within my poetry, this dying music
My loveletter to nobody
Never sigh for better world
It's already composed, played and told


Questa malinconia si risolve però in una pacifica rassegnazione; l'intero album -ma diciamo pure l'intera discografia- presenta testi che si avvalgono di continue metafore e di descrizioni evocative ed originali, peculirità che ho sempre amato in questa band.
La terza ed ultima categoria contiene al suo interno Come Cover Me, Bare Grace Misery, Deep Silent Complete e Sleepwalker (bonus track): questi, senza dubbio, sono i brani che preferisco all'interno dell'intero album, risultando un continuo intreccio fra parti molto melodiche e drammatiche ed altre più lanciate e veloci. Sono molti gli intervalli di tastiera e voce, ma i brani rinascono di continuo proprio grazie al continuo alternarsi delle diverse atmosfere. Qui gli strumenti a corde si fanno sentire in parti maggiormente lineari, con ritmiche interessanti ma mai troppo invasive o complesse; la batteria, pur rimanendo maggiormente nell'ombra rispetto ai brani della prima categoria, riesce a svolgere comunque egregiamente il suo ruolo avendo inoltre la funzione di sottolineare i cambi d'atmosfera; la voce, infine, è proprio qui che dà senza dubbio il meglio di sè, riuscendo ad interpretare tutti i diversi momenti presenti nei brani, arricchendoli inoltre con vocalizzi.
I suoni dell'album sono curati e ricercati e la produzione ritaglia il giusto spazio sia alla parte sinfonica e melodica della band che a quella ritmica, il cui suono risulta sempre ben definito, pieno e studiato.

Essendo uno dei miei album preferiti, so con certezza che la valutazione non risulterà mai oggettiva (d'altra parte, nessuno di noi è un automa senza sentimenti), tuttavia spero di avervi comunicato con il mio scritto proprio alcune delle sensazioni che quest'album ha ispirato al tempo e mi ispira tutt'oggi, oltre ad una panoramica di quella che è la sua composizione ed il suo sviluppo.



VOTO RECENSORE
90
VOTO LETTORI
70.81 su 136 voti [ VOTA]
megna
Lunedì 11 Giugno 2018, 16.56.39
61
Gloria a Tarja Turunen per tutti i secoli dei secoli, amen ! Che cappellata madornale darle il benservito senza troppi complimenti. Forse la cappellata del secolo. Una della poche cantanti soprano che si sposa perfettamente con la musica rock. Un bijou.
Faberxander
Sabato 2 Settembre 2017, 0.40.00
60
Per favore, togliete il voto dei lettori. Oltre che inutile, è pure fuorviante.
Fabio Yaaaaaaaahhhhhh
Martedì 31 Gennaio 2017, 0.05.11
59
Per me il loro miglior album dove si incontrano perfettamente la velocità del power ed il suono bombastico del gruppo con la parte mistica e sognante della componente sinfonica,e proprio in questo equilibrio sta l'unicità di quest'album,che aveva già fatto la storia con Oceanborn ma che per me raggiunge livelli ancora più elevati qui...Tarja canta con un'intensità che raramente si sente negli altri album e questo contribuisce ad aumentare il pathos...tutte le canzoni sono ottime,dall'immediatezza dell'opener She is My Sin fino all'elaborata Fantasmic con un bridge drammatico ed evocatico come pochi...la titletrack è probabilmente la parte migliore,travolgente fin da subito e emozionante ogni volta che si districa nei vari passaggi...Come Cover Me è insieme a Two For Tragedy la traccia che punta a far leva maggiormente sui sentimenti dell'ascoltatore ma non per questo risultando banale,anzi direi che ci riesce in pieno...l'album è perfetto sia nelle canzoni prettamente "Power" come Crownless,The Kinslayer e Wanderlust,che contiene una delle migliori prestazioni di Tarja,sia in quelle lente ed evocative come Deep Silent Complete...Veloce,emozionante e potente,il mio album preferito dei Nightwish e uno dei migliori in assoluto.per me è 100
VALERIO
Domenica 27 Marzo 2016, 15.18.19
58
DISCO A MIO PARERE ANCORA EMBRIONALE PER I NIGHTWISH, MA SI INTRAVEDONO GIA’ SPRAZZI NOTEVOLI COME “THE KINSLAYER”, STRATOSFERICA CANZONE CHE ANTICIPA GIA’ I CONTENUTI DELLA FUTURA POETICA DELLA BAND; SUGGERISCO DI ASCOLTARLO CON CALMA, BRANI NON COMMERCIALI MA MOLTO INTERESSANTI…
Rob Fleming
Lunedì 1 Febbraio 2016, 11.59.03
57
Più diretto del predecessore, offre grandi momenti metal con la title-track e The kinslayer, mentre Two for tragedy ci offre un'incantevole parentesi impreziosita da un flauto soave.
Rosario
Sabato 23 Gennaio 2016, 23.56.54
56
Un capolavoro del genere! La voce di Tarja è divina! Sono pochi i dischi che riescono a trasmettere simili emozioni! Tra milioni di gruppi power metal tutti uguali loro si distinguevano per l' approccio sinfonico e la stupenda voce della cantante! Sono stati una perla nell' oceano di gruppi tutti uguali! Dopo Tarja però hanno perso anche la loro originalità e vena compositiva. Merita appieno 90 come minimo.
PIE'
Mercoledì 11 Dicembre 2013, 18.45.57
55
Molto bello lo dico da grande fan dei nightwish
stecca
Giovedì 8 Agosto 2013, 1.16.43
54
uno dei dischi migliori della loro discografia sicuramente sul podio...solo l'inizio di wishmaster mi fa venire la pelle d'oca figurarsi il resto della canzone! Album con pochissimi cali...e uno dei miei primi contatti con la musica metal....incredibilmente emozionante! Per me 90 ma forse anche qualcosa in più
theclansman74
Giovedì 23 Maggio 2013, 0.12.48
53
Premetto che ha me il disco piace, ma la voce di tarya non mi ha mai convinto piu' di tanto. La melodia di she is my sin e' uguale a una canzone del primo disco dei children of bodom, e riguardo all' originalita' spesso sembrano gli stratovarius con una cantante lirica. Rispetto la bellissima recensione che mi ha fatto ricordare quanto adoravo i miei primi dischi metal, ascoltandoli fino allo sfinimento, e dopo un distacco fisiologico,ricascarci come una droga.
BJP
Domenica 7 Aprile 2013, 12.24.00
52
Assieme ad Oceanborn il mio preferito. Anche qui ottimi pezzi. Voto 90 come il predecessore
Sabbracadabra
Mercoledì 2 Gennaio 2013, 14.37.00
51
Leggere questa recensione e non vedere mai citato il nome di Tarja che è il vero punto di forza del disco...è come scrivere il vangelo senza citare Jesus.....
ecodont
Martedì 18 Dicembre 2012, 20.08.17
50
un disco stupendo, il loro miglior lavoro!!!!! ogni volta che ascolto she is my sin mi viene la pelle d'oca!!!
Sabbracadabra
Giovedì 29 Novembre 2012, 15.54.30
49
Uno dei miei dischi preferiti di sempre che se la gioca alla pari con Oceanborn,hanno inventato un genere, imitato + della settimana enigmistica ma che nessuno è riuscito a superare. Tarja poi....The Best!!!
Delirious Nomad
Giovedì 20 Settembre 2012, 16.12.27
48
@Marco: forse sei nuovo di qui, ma se giri su metallized da un po' dovresti aver notato che decine di idioti hanno trovato la felicità votando il minimo a ripetizione in ogni recensione !
Marco
Giovedì 20 Settembre 2012, 15.13.46
47
Voto lettori 59? Neanche la sufficienza? Almeno un 68 o 70 direi che ci poteva stare è ben curato come album!
Cico
Sabato 21 Luglio 2012, 8.59.26
46
Un piccolo gioiello !!
Lorenzo
Sabato 21 Luglio 2012, 3.54.18
45
Voto lettori completamente senza senso,ottima recensione,quanti ricordi questo disco!
"T" Come Tarja
Mercoledì 20 Giugno 2012, 20.33.48
44
la punta di diamante dei nightwish. davvero bello ascoltare ritmiche così epiche e veloci unite alla suadente voce di tarjona turunen (tarjona, tarjona... che dio ce la conservi sempre gnoccolona!!! ). ottimo anche il lavoro di tastiera. un (wish)masterpiece assoluto.
Stefano
Giovedì 8 Marzo 2012, 19.51.47
43
Disco stupendo, molto più power oriented e "arioso" come sonorità e come atmosfera ; avente piacevoli retroflussi AOR insiti nelle magistrali kayboards di Toumas.... Whishmaster così come Oceanborn e i sucessivi dischi sino a giungere alla sublimazione empatica (per me) di Dark Passion Play si muovono tutti sulla altelenanza d'umore dei vari brani, contrapponendo cadenze ora malinoniche, ora gioiose, ora oscure e dannate che nella loro coralica danza eterna inducono l'ascoltatore a un processo d'espiazione, il quale culmina alla fine d'ogni disco. Alchimia perfetta costituita da un filtro di cremisi reminescenze di memorie, ricordi, perdute innocenze e sogni passati sotto la lete marea dell'esperienza. Personalmente preferisco Oceanborn con le sue visoni notture, magice, quasi pagane e ilozoiste rispetto all'incipt intimistico di Whishmaster. Osservando questi dischi e riascoltandoli nuovamente m'accorgo del grande potenziale di musica e contenuto che Whishmaster ha avuto e tutt'ora esercita. Voto 90
Theo
Domenica 4 Marzo 2012, 15.10.22
42
@Snow: hai perfettamente ragione ma è davvero molto triste
Snow
Domenica 4 Marzo 2012, 1.54.39
41
Theo purtroppo l'immaturità delle persone (che si rivela non solo in questa, ma in moltissime altre recensioni) qui si fa vedere... Non ci si può far nulla se non rassegnarsi!
Theo
Sabato 3 Marzo 2012, 22.32.21
40
Vedere che il voto lettori è 56 su 55 voti per un album del genere fa venire davvero da piangere
wishmaster
Domenica 19 Febbraio 2012, 10.15.17
39
Ovviamente album perfetto...
Andrea
Mercoledì 15 Febbraio 2012, 0.50.15
38
@cuordipietra: capisco ciò che dici e apprezzo la tua sincerità, però mi piacerebbe dirti come la penso, ma non è luogo. a risentirci
Aelfwine
Martedì 14 Febbraio 2012, 23.35.34
37
Valeria è riuscita a comunicarmi bene quello che prova con la sua recensione. Anche io con quest'album ho provato molte emozioni, parecchi anni fa. Ora che sono cresciuto, penso che l'attuale voto dei lettori (65) sia proprio giusto. Personalmente, ho capito di non digerirli oltre Angel Fall First.
andrea
Martedì 14 Febbraio 2012, 22.18.09
36
[NON sono l'utente che si firma Andrea con la "A" maiuscola; sì, lo so poca originalità e molta confusione, ma che volete, mi sono stufato da tempo d'inventarmi nicknames altisonanti o in linea col sito dove voglio scrivere ] Fintrollfan ha perfettamente ragione! una delle cose che più mi piacciono, da sempre, di metallized, è la democratica possibilità di commentare in calce ad ogni articolo, senza menate tipo iscrizioni ecc. è però anche vero che io stesso tantissime, troppe volte, mi sono lasciato prendere la mano e ho scambiato questo spazio per un forum, finendo altrettante volte con l'andare terribilmente off-topic. mi son ripromesso, per questo 2012, di trattenermi il più possibile. credimi fintroll, ho fatto lo stesso identico tuo pensiero diversi post fa! comunque, visto che ora non posso razzolare male, aggiungo al mio precedente commento che effetivamente, se Oceanborn avesse avuto la produzione di Wishmaster sarebbe un gioiello ineguagliato e ineguagliabile nella storia della musica, davvero! devo in ogni caso dire che ho sempre preferito la versione live di Deep Silent..., c'è uno stacco di chitarra subito prima del secondo ritornello che mi piace in piena! e anche tarja è molto più poderosa, drammatica, ed espressiva (come sempre del resto). secondo me una menzione particolare la merita non solo la meravigliosa Dead Boy's Poem ma anche Two for Tragedy: non bisserà la bellezza di Sleeping Sun ma l'interpretazione... diobono... è. ontologicamente parlando. è! è vero, è un album pieno di virtuosismi vocali, questo. ma credo sia oggettivamente innegabile come tanto tarja quanto i suoi ex compagni d'armi siano stati in grado di emozionare anche senza complicare troppo la vita dell'ascoltatore (o la loro stessa). perché non venitemi a dire che il buon emppu è una specie di malmsteen... ormai anche tuomas ha scassato, pigia un tasto e parte il concerto di vienna del primo gennaio. invece la classe che mantenevano apparentemente senza sforzi a quei tempi resta secondo me impareggiabile; tarja stessa, che avrebbe potuto infiocchettare acuti o barocchismi qua e là, non l'ha quasi mai fatto, il che ci riporta - pensavate di no, eh?! - al mio discorso su Two for Tragedy. insomma. Rest in Our Players!
Cuordipietra
Martedì 14 Febbraio 2012, 20.46.26
35
Caro Andrea, a costo di risultare sgradevole dico sempre quello che penso, e secondo me chi ha avuto TUTTO dalla vita (soldi, bellezza, successo) e la spreca autodistruggendosi per paturnie da primadonna non merita che disprezzo. E a morte il buonismo. La "pena" tienila da parte per quelli che muoiono di fame, di malattie e di guerra, mica per le miliardarie viziate. Saluti.
Finntrollfan
Martedì 14 Febbraio 2012, 19.25.53
34
E che cazzo qui si sta facendo outing: cosa c'entra la Houston?? Torniamo in argomento che è meglio: questo disco mi piace abbastanza, la title track e She is My Sin sono molto belle, ma preferisco Oceanborn. Voto 80.
Andrea
Martedì 14 Febbraio 2012, 19.19.28
33
@Cuordipietra: il tuo commento, come tanti altri tuoi sul sito, fa vedere l'infima bassezza della tua persona. Solo una gran pena per te
Sfursatre
Martedì 14 Febbraio 2012, 17.06.29
32
Bellissimo disco, anche se Oceanborn non lo batte nessuno.
Mickelozzo
Martedì 14 Febbraio 2012, 8.55.51
31
Voto:75 Preferisco Oceanborn e Century Child, questo e` un buon album ma per quanto mi riguarda 90 lo riserverei a ben altre produzioni... Un giorno o l'altro ascoltero` Imaginaerum, giuro.
Radamanthis
Lunedì 13 Febbraio 2012, 17.36.09
30
Sono in liena con il recensore, il disco è ricercato e la produzione miscela quasi alla perfezione la parte sinfonica con quella prettamente metal. Un voto che si aggira sul 90.
Room 101
Lunedì 13 Febbraio 2012, 11.34.45
29
con un "mi pare" in meno magari! mannaggia a me e alla mia mania di modificare le frasi senza ricontrollare
Room 101
Lunedì 13 Febbraio 2012, 11.33.29
28
Ragazzi cerchiamo solo cortesemente di non divagare, ne avrei anche io da dire a palate sulle vendite fatte post mortem da certi artisti, però qui si parla di Wishmaster. Sulla Houston mi pare che il nostro Jimi the Ghost mi pare abbia aperto un topic apposito sul forum
Cuordipietra
Domenica 12 Febbraio 2012, 20.30.19
27
Una tossica che ha sprecato la sua vita. Molto suggestivo.
il vichingo
Domenica 12 Febbraio 2012, 20.15.35
26
@ Undercover: mi sa che hai travisato il senso del mio commento. Io non ho mai detto che non mi piace il genere, meno che meno che non mi piace la Houston. Ho semplicemente esposto un dato di fatto: come è accaduto per la Winehouse accadrà anche per la Houston, ovvero gli indici di vendita si impenneranno da qui a poco. In tutta sincerità non mi sembra di aver parlato irrispettosamente ne di aver "sputato sentenze" sulla Houston, anche perchè solitamente non mi piace sparlare di una persona che ha lasciato questa valle di lacrime. PS: questione di gusti ma tra la Houston e i Nightwish di Wishmaster preferisco i secondi, pur non disprezzando il genere di Witney Houston.
LAMBRUSCORE
Domenica 12 Febbraio 2012, 19.42.01
25
Mai detto che se 1 è in testa alle classifiche sia scarso, chiaro che per me sarà solo un motivo in più per non comprare musica pilotata dai media, stesso discorso vale per cibo, vestiario, zoccole....(beh, quelle più famose non posso permettermele....)
Undercover
Domenica 12 Febbraio 2012, 19.31.37
24
Ragà io capisco che il genere non vi piaccia però è irrispettoso parlare in certi termini di un'artista qual era la Houston che non ha di certo avuto bisogno di spinte visto che i suo dischi han già venduto milioni di copie se poi si vuol giocare al massacro su tutto ciò che non ci piace, io dico meglio 100 Whitney Houston, 6000 Tarot ma non ste stronzate filo-sinfoniche dei Nightwish eleganti, raffinate quanto si voglia ma due zavorre sulle palle di dimensioni infinite ora ho torto io o ragione voi? A me sui morti solitamente non piace sputare sentenze soprattutto se in un modo personale all'arte han dato qualcosa non tanto la Winehouse ma la Houston il suo perché l'aveva eccome e non solo fisicamente parlando.
il vichingo
Domenica 12 Febbraio 2012, 18.42.55
23
Ehe eh Lambrusco penso anch'io che per la Houston succederà quello che è avvenuto con Amy Winehouse (si scrive così??? ): tra qualche giorno i suoi dischi subiranno un impennata delle vendite, balzando in testa alle classifiche di mezzo mondo... e così che funziona!
STORMLORD
Domenica 12 Febbraio 2012, 18.27.07
22
Quindi se un disco raggiunge i vertici delle classifiche deve per forza far cagare??? Che discorso del cazzo!
LAMBRUSCORE
Domenica 12 Febbraio 2012, 18.20.47
21
Lo comprerei solo perche è stato primo in classifica in Finlandia, lo so bene , visto che un mio vecchio amico abita là, però vedrete che entro una settimana, in tutto il mondo ci saranno almeno 10 best of di Whitney Houston in cima alle charts, quindi mano al portafogli....
STORMLORD
Domenica 12 Febbraio 2012, 17.06.12
20
Ahah incredibili certe persone che scrivono puttanate solo per sgranchirai le dita. Eh non si può voler tutto dalla vita, vero Ziron??
samu
Domenica 12 Febbraio 2012, 16.55.59
19
bello bello questa è musica
ziron
Domenica 12 Febbraio 2012, 16.55.58
18
gay metal
GioMasteR
Domenica 12 Febbraio 2012, 13.36.44
17
Per me il loro punto più alto della carriera insieme a Century Child, mi avevano letteralmente rapito all'epoca..
Hel
Domenica 12 Febbraio 2012, 4.15.41
16
Il disco del mio primo approccio al metal, dieci anni fa come ridere, so ancora tutte le canzoni a memoria. Erano bei tempi XD
Theo
Sabato 11 Febbraio 2012, 22.29.39
15
NO sense il voto lettori!! O.O ad ogni modo l'album piu bello dei nightwish assieme century child, mio voto: 92
Theo
Sabato 11 Febbraio 2012, 22.29.37
14
NO sense il voto lettori!! O.O ad ogni modo l'album piu bello dei nightwish assieme century child, mio voto: 92
andrea
Sabato 11 Febbraio 2012, 21.42.23
13
per chiunque mi conosca credo che ogni mio commento sia superfluo! sono fermamente convinto che finirò all'inferno per non aver mai visto i Nightwish dal vivo. voglio dire, li ho visti nel 2009. ok, battutaccia... ma senza cattiveria, giuro.
STORMLORD
Sabato 11 Febbraio 2012, 17.11.50
12
Dimenticavo... grande Tarja. Da quando sei andata via i Nightwish sono sprofondati nell'abisso del Pop easy-listening!!
STORMLORD
Sabato 11 Febbraio 2012, 17.09.39
11
Voto lettori 48?? È incredibile la quantità di bimbi minchia del cazzo che frequentano sto sito!!!
Ad Astra
Sabato 11 Febbraio 2012, 16.45.49
10
ma figurati, se ci si deve scusare per questo... vieni qui che ci si beve una birra piuttosto. dimmi tu se bisogna prendersela per i nightwish eheheheh
il vichingo
Sabato 11 Febbraio 2012, 15.56.06
9
@ Ad Astra: scusami amico, non volevo recitate il ruolo del professorino! Te l'ho detto per il semplice fatto che, una volta, un mio amico aveva trovato le lyrics tarocche in internet ed era convintissimo che si trattasse del testo originale ... scusami ancora!
BILLOROCK fci.
Sabato 11 Febbraio 2012, 15.53.09
8
Anche io non li amo molto, non è un genere che prediligo tanto !!
Ad Astra
Sabato 11 Febbraio 2012, 15.48.36
7
@ Ill Vichingo.... "ma vàààà" non lo sapevo che eran quelle tarocche... era un messaggio subliminale, " tarja per quanto brava non ha mai saputo parlare inglese , mentre ora le cose son migliorate"... penso di essere uno dei pochi che li apprezza più ora.
roger
Sabato 11 Febbraio 2012, 15.44.16
6
...mai piaciuti...nè prima nè ora...bah!
NickyDarrell
Sabato 11 Febbraio 2012, 15.32.00
5
Tarja.....non dico altro....
Celtic Warrior
Sabato 11 Febbraio 2012, 15.24.59
4
Grande Album , la voce di Tarja è immensa . 92/100
il vichingo
Sabato 11 Febbraio 2012, 15.21.29
3
@ Ad astra: quadra che quelle sono le lyrics "tarocche"! Quelle vere dicono ben altro . Comunque bella recensione, She is My Sin, The kingslayer e Wishmaster sono canzoni stupende! Questi erano i Nightwish che piacevano a me! Voto 88
NickyDarrell
Sabato 11 Febbraio 2012, 15.17.02
2
Tarja.....non dico altro....
Ad Astra
Sabato 11 Febbraio 2012, 15.06.00
1
HAMSTEL, A DENTIST, THE FISHMASTER, HARDO PORN, STEVEN SEGALLL.... THE FISHMASTERR.. OHHHHHHHHH EL BERETTTTTT ( chi capisce capisce)
INFORMAZIONI
2000
Spinefarm Records
Symphonic Metal
Tracklist
1. She Is My Sin
2. The Kinslayer
3. Come Cover Me
4. Wanderlust
5. Two For Tragedy
6. Wishmaster
7. Bare Grace Misery
8. Crownless
9. Deep Silent Complete
10. Dead Boy's Poem
11. FantasMic
12. Sleepwalker (Bonus Track)
Line Up
Tarja Turunen - vocals
Tuomas Holopainen - keyboards
Erno "Emppu" Vuorinen - guitars
Sami Vänskä – bass
Jukka Nevalainen - drums
 
RECENSIONI
84
67
82
s.v.
76
65
65
84
86
90
85
76
ARTICOLI
10/12/2016
Intervista
NIGHTWISH
Questo è ciò che siamo oggi
16/09/2016
Live Report
NIGHTWISH + TEMPERANCE
Palabam, Mantova, 12/09/2016
04/12/2015
Live Report
NIGHTWISH + ARCH ENEMY + AMORPHIS
Unipol Arena, Casalecchio di Reno (BO), 29/11/2015
01/05/2012
Live Report
NIGHTWISH + BATTLE BEAST + EKLIPSE
Mediolanum Forum, Assago (MI), 25/04/2012
06/12/2011
Intervista
NIGHTWISH
Finlandia? Italia? La passione è sempre quella
13/11/2004
Live Report
NIGHTWISH + SONATA ARCTICA
Mazda Palace, Milano, 28/10/2004
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]