Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Esoteric
A Pyrrhic Existence
Demo

Prysma
Closer To Utopia
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

07/12/19
CARONTE
Wolves of Thelema

11/12/19
THE RIVER
Vessels into White Tides

12/12/19
ALASTOR
Šumava

13/12/19
ARKONA (PL)
Age Of Capricorn

13/12/19
HORRIFIED
Sentinel

13/12/19
VOLTUMNA
Ciclope

13/12/19
SATYRICON
Rebel Extravaganza (rimasterizzato)

13/12/19
MOSAIC
Secret Ambrosian Fire

13/12/19
COMANDO PRAETORIO
Ignee Sacertà Ctonie

13/12/19
EREGION
Age Of Heroes

CONCERTI

07/12/19
AGENT STEEL + CRISALIDE + INNERLOAD
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

07/12/19
NAZARETH
LEGEND CLUB - MILANO

07/12/19
KADINJA + GUESTS
LA TENDA - MODENA

07/12/19
SCALA MERCALLI
BANDIT BIKERS PUB - PARMA

07/12/19
JUGGERNAUT + SUDOKU KILLER
NUOVO CINEMA PALAZZO - ROMA

07/12/19
ESSENZA + GUESTS
GALTOR CAFFE' - MORROVALLE (MC)

07/12/19
ANTIDEMON + GUESTS
CASTELLO INCANTATO - SCIACCA (AG)

07/12/19
WRETCHED CONCEPTION FEST
STELLA NERA - MODENA

07/12/19
JUMPSCARE + ASPHALTATOR
EQUINOX PUB - VEROLI (FR)

07/12/19
NATIONAL SUICIDE + GUESTS
GRIND HOUSE CLUB - PADOVA

Deep Purple - Made In Japan
( 35883 letture )
Ascoltai per la prima volta il live dei Deep Purple, che è il più famoso hard-rock live della storia, nel 1979 - sette anni dopo la sua uscita ufficiale, anche questo per merito dei miei cugini più grandi. Se è vero che per il mio primo acquisto di un disco Heavy dovevo attendere altri due anni, con quel Denim and Leather dei Saxon di cui abbiamo già parlato, Made In Japan è stata la prima registrazione Hard Rock ad entrare in casa mia, ed ancora oggi -almeno per i rocker di generazione precedente alla mia- è il primo disco che con orgoglio si fa ascoltare ai figli non appena in età.

A posteriori posso dire di essere stato oltremodo fortunato, avendolo potuto ascoltare sul vinile originale del '72 -sicuramente l’edizione più giusta per apprezzare quel suono proveniente ancora dagli anni '60, ma che già annunciava alcune innovazioni stilistiche dei '70- e con l’ausilio di un buon impianto per l’epoca. Le registrazioni furono effettuate durante un breve tour Giapponese tra Tokio e Osaka di buon, ma non incredibile, successo con la storica formazione Mk2 e furono affidate a Martin Birch, un nome che per chi conosce la storia del rock e legge le note di copertina sul retro dei dischi, sicuramente vuol dire qualcosa.
Brani come Highway Star, Strange Kind of Woman, Child in Time e la celeberrima Smoke on the Water, già molto famose nelle versioni da studio, qui acquistano una freschezza ed un impatto trascinanti e largamente superiori alla gran parte dei pezzi di altre formazioni che si potevano ascoltare all’epoca.
Storici poi gli assoli di Ritchie Blackmore alla chitarra, che costellano tutto il disco, e di Ian Paice alla batteria in The Mule; divertentissimo il duello voce/chitarra tra Ian Gillan e Blackmore; grandi passaggi anche per Jon Lord e Roger Glover.
Imponente la suite Space Truckin’, che occupa l’intera quarta facciata: una doverosa parentesi sul suono degli Hammond di Lord, che caratterizzarono un’epoca e che a tutt’oggi nessuna tastiera digitale moderna è riuscita ad avvicinare in fascino e potenza -solo alcune esecuzioni d'organo lo sono altrettanto.

Per i più giovani ricordo che ne è uscita una versione rimasterizzata in occasione del 25° anniversario con tre bonus-track -Black Night, Speed King e Lucille- che sicuramente sarà più soddisfacente per orecchie educate alla musica dagli anni '90 in poi e che considerano un po’ di fruscio di sottofondo un reato penale e conoscono, forse, solo Maiden Japan degli omonimi Iron Maiden; il vero intenditore conserverà comunque sullo scaffale il buon vecchio vinile nero.

Piccola curiosità: durante le registrazioni dal vivo, Ian Gillan cadde proprio sull’attacco di Highway Star, producendo rumori e feedback vari, quindi nel disco quella è l’unica parte con sovraincisione recuperata da registrazioni successive.



VOTO RECENSORE
92
VOTO LETTORI
92.94 su 459 voti [ VOTA]
Fabio Rasta
Giovedì 14 Novembre 2019, 10.06.16
139
Come la quasi totalità dei Rockers, ho amato questo doppio live fin dalla + tenera età, fu uno dei primi CD che acquistai, e ancora oggi penso che sia una perla di inestimabile valore. Non il miglior live della Storia, questo è esagerato, mentiroso e fuorviante, oltre che estremamente opinabile, ma senz'altro uno tra i + rappresentativi, se non il + rappresentativo, nel panorama Hard'n'Heavy. Con le orecchie e la testa di oggi lo reputo non scevro da difetti. Intanto va detto che, salvo rarissime eccezioni, non sopporto gli assoli di batteria; ma proprio anche l'assolo del singolo strumentista in generale, e qui ce ne sono una vagonata; soprattutto quello di PAICE che mi pare superi il quarto d'ora. Vero che Raven puntualizza che all'epoca era un "Must", xò non è che x questo me lo devo sciroppare x forza. La seconda cosa che non apprezzo + è quella gara fra singers, figlia anch'essa del periodo, tra chi prendeva la tonalità + alta. Quindi, mentre nei dischi in studio, GILLAN non esagerava e si manteneva sempre a livelli cantante abbastanza "Macho", qui, x i miei gusti beninteso, tende a strafare e a tratti la fa fuori dal vaso, e se da ragazzino la lotta con la chitarra mi affascinava, oggi la trovo stucchevole e la "skippo" senza esitazioni, come faccio da sempre con l'assolo di batteria. Ben vengano nel futuro prossimo quindi, Live come If You Want Blood o No Sleep 'til Hammersmith, a spazzare tutta quella inutile, e prolissa oltremisura, vanagloria dei '70. Ripeto: parere mio!
Rasta
Giovedì 14 Novembre 2019, 9.40.30
138
X Rob Fleming: credo che x errori si intenda qualche scala con qualche nota qua e la non perfettamente pulita, o qualche crash che doveva essere qui e magari è di la. Puttanate se pensiamo che si suona dal vivo in un contesto dove tu non lo vedi ma magari BLACKMORE suona mentre fa volteggiare la chitarra o magari LORD sta suonando con i piedi. Onore al merito a loro x non aver cercato di artefarlo x far vedere che sono i migliori. Un saluto!
Rob Fleming
Giovedì 22 Agosto 2019, 11.08.56
137
@DP, una domanda: in un paio di occasioni, commentando questo disco, hai fatto riferimento ad errori tecnici di esecuzione. Puoi indicarli (più o meno ovviamente)? E' uno dei dischi che ho ascoltato di più nella mia vita e non me ne sono mai accorto, forse troppo preso dal turbinio di emozioni in grado di scatenarmi. La mia non è una provocazione è proprio curiosità.
Emanuele
Sabato 1 Giugno 2019, 23.08.36
136
È chiaro che il commento di roby è ironico
tpr
Martedì 14 Maggio 2019, 18.05.32
135
l'umanità è capace delle cose più incredibili. si sono viste intere società basate sul cannibalismo. individui e gruppi che la scienza definisce necrofili o coprofagi..... ma oggi i più attuali sono gli SPARA CAGATE.
roby
Sabato 11 Maggio 2019, 2.39.13
134
a me non piace...versioni lunghissime..noiose...non si possono dilatare i pezzi a 10 minuti dal mio punto di vista... Blackmore non suona preciso...vedi assolo Highway star o l'improvvisazione del solo di Smoke on the water. Album sopravvalutato...ascoltato una volta e non lo riascolteró di certo una seconda!
Togno89
Martedì 12 Febbraio 2019, 22.48.21
133
Trovo che il commento 4 di @FearOfTheDark descriva perfettamente questo live
ObscureSolstice
Martedì 20 Novembre 2018, 19.03.00
132
The Mule solo di Ian Paice da brividi.
ObscureSolstice
Martedì 20 Novembre 2018, 18.55.05
131
ammazza che bassezza, qua si parla del Live Made in Japan dei Deep Purple più bello di sempre, mica di bao bao micio micio al live di bassano del grappa
Jonathan
Martedì 20 Novembre 2018, 17.57.45
130
Live semplicemente FORMIDABILE e non aggiungo altro! Voto 100 senza se né ma.
thrasher
Lunedì 22 Ottobre 2018, 21.48.02
129
Reato dare quel voto... cioè stiamo parlando della storia del rock
tosaerba
Lunedì 22 Ottobre 2018, 21.43.04
128
sulla recensione leggo "reato penale". gli illeciti si distinguono in civili, amministrativi e penali. questi ultimi (cioè gli illeciti penali) si chiamano anche "reati". pertanto non esistono reati al di fuori del diritto penale. dire "reato penale" è totalmente ridondante ed equivale più o meno a dire "storia storica", "scienza scientifica", "informatica computeriale"
thrasher
Lunedì 22 Ottobre 2018, 21.37.07
127
Questo mi era scappato... cioè che significa 92? E poi date 95 al primo dei Venom dove non sapevano ne suonare ne accordare uno strumento... ma con che criterio date i voti? E non ditemi che ai Venom e stato dato un voto alto perche sono stati di rottura... questo disco questa band questo Live sono stati l inizio di tutto
Mirkorock
Lunedì 22 Ottobre 2018, 20.53.49
126
Mi permetto di correggere il recensore voleva dare 192
Emanuele
Venerdì 29 Dicembre 2017, 23.05.26
125
Il più grande, il più autentico, il più significativo, il miglior live della storia del rock. Una sezione ritmica devastante, le urla di Ian Gillan (inarrivabile in Child in time), gli assoli di Blackmore e Lord. Una band in stato di grazia e un sound incredibile: potenza, tecnica, creatività, improvvisazione e sudore, magia dal primo all'ultimo minuto. Immortale e indimenticabile. Se non merita 100 questo album, non lo merita nessun altro live, perché questo è il migliore in assoluto.
Funy
Giovedì 5 Ottobre 2017, 14.07.10
124
92??chiudi sto forum và..
Tartu
Giovedì 5 Ottobre 2017, 11.30.39
123
esatto, se non e' da 100 questo album....allora...
Leostaffan
Lunedì 25 Settembre 2017, 12.04.40
122
Vabbè... Uno degli album che con maggior merito dovrebbe sfoggiare un 100 voi gli date 92. Questa è una pietra miliare, uno degli album live migliori di sempre, un manifesto, un metro di paragone per qualsiasi incisione live successiva, ma come si fa a non dare il giusto peso alle cose!?
tpr
Mercoledì 2 Agosto 2017, 20.52.16
121
accetterei un exaequo, ma non di meno.
Psychosys
Sabato 22 Luglio 2017, 14.28.47
120
Esagero se dico che é il secondo disco Hard Rock di tutti i tempi (dopo Led Zeppelin I) e fra i 10 dischi piú grandi mai realizzati?
Giancarlo
Mercoledì 5 Luglio 2017, 17.14.27
119
A casa ho un po' di tutto, ma nell'ambito rock (e non solo) ho ben pochi dubbi: è il TOP. Una band strepitosa al suo apice senza aggiungere altro. Quest'anno sono quaranta che lo ascolto, piaceva pure a quel classicomane-jazzista che era mio papà, classe '35!!
beck59
Venerdì 13 Gennaio 2017, 14.35.27
118
Andai a vederli con un mio amico nel 1973 a Roma al Palasport all'eur (allora si chiamava così). Avevo 13 anni (sò vecchietto) e la buonanima di mio padre ci accompagnò e ci venne a riprendere... Per me l'impatto fu devastante e cambiò la mia vita in fatto di gusti musicali. Me lo ricordo come se fosse ieri, all'uscita del concerto pensai...per me non ci saranno mai più nè Piippi Baudi nè Sanremi, ed è ancora oggi così. Il giorno dopo andai in un negozio di elettrodomestici (Rotundo a via Gallia) dove c'era anche un reparto vinili e comprai Made in Japan a 3.000 lire. L'ho consumato e poi passato a mio figlio, e come si dice...di padre in figlio. Disco epocale e per me ovviamente, per tutto quello che rappresenta, il voto è 100
Steelminded
Mercoledì 23 Novembre 2016, 18.51.08
117
Monumentale ma non posso non segnalare una certa stanchezza da parte mia quando arrivo a the mule e space truckin... così un 95 diventa 85 in my humble opinion...
hermann 60
Venerdì 10 Giugno 2016, 18.59.05
116
Forse il disco che hoascoltato più volte nella mia vita , la copertina da giallo oro è diventata bianca dall'usura
Gilli97
Domenica 15 Maggio 2016, 20.50.59
115
Io ho sempre l'impressione che Gillan sia leggermente stonato in Highway Star in questa versione
joe falco
Domenica 1 Maggio 2016, 23.14.37
114
Ohps...non volevo ignorare gli altri tre componenti della band. Ho scritto troppo in fretta . Correggo il voto per farmi perdonare : 97.
joe falco
Domenica 1 Maggio 2016, 1.48.32
113
Per un disguido l'ho ascoltato solo pochi anni fa, perchè dicevo : ho tutti gli LP precedenti con gli stessi brani incisi in studio,quindi è inutile... E R R O R E !!! E' un album fuori serie, di quelli che andrebbero in una gold list con tutti gli intoccabili e le pietre miliari del rock. La voce di Ian Gillan risalta come un brillante su un anello. Gli assoli di Blackmore ti spiegano la forza di una chitarra nelle mani giuste. E' un live più live degli altri . Hai l'impressione di essere a Tokio o ad Osaka. E' chiaro il motivo della fama solo se lo ascolti . Una volta è sufficiente, non devi studiarlo. La band era in forma come poche altre, non so quali pianeti fossero in congiunzione favorevole,ma chi non ha questo vinile ,gold sia di cover che nella sostanza, deve procurarselo. Imperdibile , per poter affermare di essere entrato in contatto con il rock anni '70 . Io voto 95
Gilli1997
Giovedì 21 Aprile 2016, 16.49.03
112
Album MASTODONTICO,ma ha un difetto. Nonostante io ami Highway Star in questa versione,a volte mi è parsa l'impressione che Ian Gillan fosse leggermente stonato rispetto alla versione live. Per il resto,beh,è solo spettacolo...
Fabio
Martedì 12 Aprile 2016, 23.34.53
111
Sono del 66.....ascoltai i deep per la prima volta intorno ai 17/18 anni..ascoltai Made in Japan...ancora lo ascolto!,,,,, Highway Star di quel Live e' il pezzo che ho ascoltato dipiu nella mia vita. Non ho parole per dirvi quanto mi piace. MADE IN JAPAN. VOTO 100
Max
Lunedì 28 Marzo 2016, 19.37.58
110
Idealmente impossibile attribuire un voto, live senza tempo. A tratti logorroico, ma se calato in quegli anni perfettamente in linea!
Hammond
Lunedì 28 Marzo 2016, 11.10.10
109
Che esperienza .. ho camprato questo disco primo perchè sono diventato un grande fan dei deep purple grazie ai precedenti lavori,fantastici! E in secondo luogo per la nomina che made in japan ha di live piu bello della storia.Sono rimasto letteralmente senza parole io non avrei mai potuto avere la fortuna di assistere ad un loro concerto di quegli anni ma grazie a made in japan a tutto volume un sabato sera a casa con della birra e due amici sono riuscto veramente a gasarmi come se accanto a me ci fosse davvero il rombo del palco e l'energia del pubblico.Per un fan del gruppo è un opera fondamentale perche fa veramente capire cosa erano i deep purple con la loro immensa energia,creatività e tecnica ma anche perchè,ed ora posso dirlo anch'io,è un capolavoro della musica rock senza mezzi termini.
Hammond
Sabato 26 Marzo 2016, 22.09.26
108
apperte che lo amo una domanda : il disco remasterizzato con la copertina nera è il primo cd dopo l'originale in vinile ?
marmar
Venerdì 11 Marzo 2016, 16.35.34
107
Rob Fleming ha detto sapientemente tutto, solo dei pazzi o degli incompetenti possono non assegnare il massimo dei voti a questo disco. L'essenza della musica rock e del concerto rock è tutta i questi solchi, tutto il resto viene dopo. Più di trent'anni fa un mio mitico professore di italiano ebbe a dire ".....per me il rock ha raggiunto il suo apice assoluto con Made in Japan"... (segue applauso della classe). Come dargli torto?
tpr
Domenica 10 Gennaio 2016, 12.37.47
106
rob fleming@: M I H A I C O M M O S S O !!!!!!!!!!!!!! E' P R O P R I O C O S I' !!!!!!
Rob Fleming
Sabato 9 Gennaio 2016, 19.32.51
105
Il più grande album live della storia. D'altra parte non poteva che essere così quando nello stesso gruppo, contemporaneamente, suonano al massimo della loro forma il più grande chitarrista, il più grande cantante (con Paul Rodgers, ma questa è un'altra storia), il più grande tastierista e la più grande sezione ritmica del rock. Ricordo ancora: lo presi in prima superiore ed io che ero abituato a Beatles e a Pink Floyd sentire le urla di Gillan in Child in Time e gli assoli di Blackmore in Highway star (ad oggi ancora il più bell'assolo di tutti i tempi. O quasi) rimasi di sasso. Prima impallidii poi arrossii. Era troppo per me. Lo ascoltavo quasi di nascosto per non condividerlo con nessun altro in famiglia. Ancora oggi il duello voce-chitarra di Strange kind of woman resta insuperato; quello che si inventa Lord in Lazy non è più stato fatto da nessun altro in nessun ambito. E Blackmore ogni volta che solo tocca la chitarra spazza via tutti gli altri colleghi chitarristi: contemporanei e successori. Ho anche preso il Live in Japan, il triplo cd da cui è stato tratto il Made in Japan in cui finalmente si possono ascoltare anche Speed King, Black Night e Lucille. E aggiungo un'altra cosa. Ascoltando il LIVE IN JAPAN, si capisce così significhi improvvisare. In quel triplo cd Highway star, Smoke on the water e Child in time sono presenti in tutti e tre i cd. Non ce ne è una che sia uguale all'altra. Blackmore e C. le stravolgono, le modificano, le plasmano a loro piacimento secondo l'estro della serata (e sono tre serate consecutive!). Oggi in quanti sono in grado di farlo? voto: 100 (ed è poco)
Stefano
Domenica 27 Dicembre 2015, 15.41.22
104
questo non è un concerto, questo è IL CONCERTO. punto
andy 1966
Lunedì 2 Novembre 2015, 17.37.00
103
Vorrei rispondere a Peppe. The Song Remains The Same non e'il massimo come album live, un po' sottotono. Io amo i Led pero'in questo live forse le canzoni o non so cosa non mi prendono. Molto meglio il triplo cd uscito nel 2003 How the West Was Won. Contenente canzoni del tour 1972. Molto più completo, con una versione di Whole Lotta Love di 23 minuti da urlo.
tpr
Martedì 20 Ottobre 2015, 0.22.07
102
the song remains the same è stato realizzato per copiare il successo di made in japan , si si deve portare per ricordarselo.
The Reaper
Domenica 18 Ottobre 2015, 15.43.58
101
Che burloni che siete! Solo 92 all'Album che ha cambiato la storia del Rock. Io avevo il vinile, me l'hanno rubato (non so chi) ne ho comprato un'altro, ho comprato il CD, lo ascolto ogni tanto... decenni sono passati ma non hanno intaccato anzi hanno lucidato come pioggia scrosciante la bellezza di questa musica, che nulla ha perso delle sua potenza primigenia. Ancora oggi all'attacco di Highway Star sento una energia gigantesca che, come scaturita dagli abissi del cosmo, scende ad avvolgere la mia modesta figura penetrando poi e concentrandosi nella regione inguinale... questa è vera magia!
peppe
Giovedì 3 Settembre 2015, 14.36.14
100
andy 1966, scusa la curiosità, ma il "the song remains the same" degli zeppelin, sarebbe di troppo nell isola??
LAMBRUSCORE
Giovedì 2 Luglio 2015, 6.55.46
99
Come ho fatto non commentare 1 dei dischi più importanti della mia gioventù? Per me il live album di tutti i tempi, se qualcuno mi chiedesse qual è il disco live che preferisco, non avrei dubbi, anche se non lo metto ormai su da tempo, ahah, ho ancora 2 cassette sony registrate ,non ricordo neanche in che anno, so che ero un brufoloso giocatore di videogames da bar, all'epoca........
andy 1966
Lunedì 27 Aprile 2015, 19.50.58
98
Secondo me il classico disco da isola deserta, assieme a Hot Rats di FZ, Blood on the Tracks di Dylan, Abbey Road dei Beatles, Led Zep.1. Grande disco live, il migliore. Grandi DP.
jek
Sabato 11 Aprile 2015, 21.53.49
97
made in japan
Steelminded
Sabato 11 Aprile 2015, 21.21.31
96
Made in Europe
peppe
Sabato 11 Aprile 2015, 21.14.31
95
e se vi chiedessi tra il the song remains the same degli zeppelin(il movie/concert del 73 al madison s. g.) e made in Jpan, cosa mettereste al primo posto?
BlackSoul
Venerdì 20 Marzo 2015, 14.33.54
94
@Psychosis finalmente qualcuno che non mi fa sentire piccolo In ogni caso è vero, anche io certi classici li ascolto molto spesso, ma degli altri, e qui rispondo a Steelminded, penso che per apprezzarli appieno avrei dovuto nascere in quel periodo per capirli, anche se personalmente questo limite non è che mi faccia grossi problemi, ognuno ascolta la musica perchè suscita più emozioni a livello personale, non perchè è considerato capolavoro dalla critica
steelminded
Venerdì 20 Marzo 2015, 0.11.06
93
Blacksoul crescerai anche tu non ti preoccupare, poi ne riparleremo... Evviva!
Psychosys
Giovedì 19 Marzo 2015, 23.51.19
92
@BlackSoul, ti capisco perfettamente, anche a me capita di non riuscire ad apprezzare alcuni classici e farli passare in secondo piano fra le mie preferenze. Le nuove generazioni (sono più giovane di te ) purtroppo non possono comprendere alcuni dischi passati a causa di immutabili dati anagrafici. Ciò che manca è una completa contestualizzazione e, purtroppo, non si può rivivere il periodo passato per evidenti motivi. Pur essendo stato iniziato alla musica seria con classici veri e propri (The Number Of The Beast, Ride The Lightning e High Voltage), ammetto che alcuni di essi vacillano per tutti gli ascoltatori più giovani, me stesso incluso.
tpr
Giovedì 19 Marzo 2015, 23.31.08
91
quello che dici è onesto. Dispiace che Ti accontenti delle copie e non gusti gli originali.
tpr
Giovedì 19 Marzo 2015, 23.29.45
90
A BLCKSOUL:
BlackSoul
Mercoledì 4 Marzo 2015, 20.09.05
89
Io lo ammetto, sono giovane, tra qualche manciata di giorni divento maggiorenne. Penso che per chi come me è dell'ultima generazione bisogna fare un discorso su come ci si è avvicinati a un certo tipo di musica. Mi spiego meglio: io sono stato iniziato al metal quando ero nel periodo mtv e di rock conoscevo solo i Queen e un mio compagno di liceo mi ha prestato dei cd di gruppetti come Bfmv, poi sono passato ai Metallica e da lì sono arrivate le altre band, più o meno di ogni genere. Avendo ascoltato prima i derivati dei classici e non i classici veri e propri, questi ultimi non riesco ad apprezzarli, succede con i Led, con i DP, con i Maiden, con i Priest... Penso che sia per questo che molti trovino indifferente questo tipo di musica. Naturalmente non mi metto a criticare le band storiche perchè so che è un limite mio (e non per mie colpe), ma questo è il punto di vista di un giovane, sebbene particolare nei gusti
Philosopher3185
Mercoledì 4 Marzo 2015, 18.07.55
88
Ho letto un po' di commenti,e purtroppo è propio vero,oggi le nuove generazioni consumano muscia molto commerciale,o si indirizzano verso band nu metal o estreme o prog..non che ci sia qualcosa di male,ma non si puo' sputare su album come questirimo,perchè la storia non si snobba ma si ascolta e si ammira,e secondo perchè la prestazione dei Purple è terremotante,e inoltre questo è tra i live piu' sinceri e genuini della storia del rock..si sentono gli errori,il pubblico,i fischi degli strumenti.Monumentale.
Walterock
Domenica 15 Febbraio 2015, 16.38.32
87
in effetti comunque qualche imperfezione di Blackmore c'è...ma ciò no c'entra nulla con l'importanza storica del disco
Walterock
Domenica 15 Febbraio 2015, 16.35.56
86
100 per il miglior album dal vivo mai stato fatto
dimebag89
Domenica 21 Dicembre 2014, 19.17.43
85
Il migliore album dal vivo di sempre. Il più puro e il più vero. I DP live erano strepitosi. 100 è pure poco
spiderman
Domenica 7 Dicembre 2014, 14.01.22
84
Preferisco How the West Was Won dei Zeppelin, tranne 3 album I Deep Purple non li ho mai potuti sopportareanche se non ho mai odiato nessun gruppo, pazienza non puo' piacere tutto cio'che piace alla massa.
Ermes92
Martedì 11 Novembre 2014, 9.28.19
83
Condivido in pieno il parere di Billbax. E aggiungo che se questo album live non è da 100 allora nessun altro album della storia della musica lo è.
DP
Martedì 16 Settembre 2014, 15.42.41
82
la perfezione non si puo' raggiungere , ci si puo' solo avvicinare . Come gia' detto, d'accordo con il recensore , 92 e' un voto giusto. Perche' ? Semplice. "Made In Japan" e' una grande, grandissima testimonianza di cosa puo' fare una rock band (una grande rock band) nell ' arte dell ' improvvisazione e di carica energetica live ma purtroppo e' ricco di errori tecnici di esecuzione che hanno comunque il loro fascino ma inevitabilmente abbassano la media del valore complessivo dell ' opera. Sarebbe stato chiedere troppo.
hm is the law
Mercoledì 2 Aprile 2014, 17.37.22
81
Ma io mi soffermerei di più sul voto dei lettori che su quello del recensore
Raven
Mercoledì 2 Aprile 2014, 17.17.56
80
Già, arrivare ad 8 centesimi dalla perfezione è un'onta.
iron
Martedì 1 Aprile 2014, 22.49.50
79
Bho solo 92?
Billbax
Mercoledì 26 Febbraio 2014, 22.32.15
78
Mi spiace leggere tante cavolate, ragazzi sto live e' stato registrato con un 8 piste! Cosa pretendevate? Made in Japan per chi ha vissuto l'epoca vale ben piu' di 100 e perdonatemi ma paragonarlo ai lavori dei Zeppelin.. suvvia non scherziamo. Nessuno e' mai stato in grado di suonare dal vivo come i Deep Purple e poche balle, se non vi piacciono e' un altro discorso ma quello che hanno fatto loro non lo ha mai fatto nessuno. Se non siete in grado di capirli (cosa che peraltro successe anche all'epoca) e' un vostro limite quindi non sprecatevi in giudizi di cui non siete all'altezza. Grazie
davide
Domenica 26 Gennaio 2014, 15.10.32
77
questo secondo me il terzo miglior live di sempre voto 97
Carmine
Venerdì 10 Gennaio 2014, 16.07.49
76
Il miglior live della stoira del rock!
Weston-super-Mare
Giovedì 3 Ottobre 2013, 21.54.57
75
L'apice del rock mitologico, cazzuto e invincibile. E fu il verbo.
Steelminded
Martedì 1 Ottobre 2013, 0.16.02
74
Bellissimo, ma se devo scegliere tra questo e How the Weste Was Won (Led Zep) mi impressiona più quest'ultimo.
DP
Giovedì 5 Settembre 2013, 22.45.50
73
la prima cosa che mi ha colpito e' il voto. Pensai, come e' possibile assegnare solo 92 ? Un altro superficialmente gli avrebbe assegnato un 100 pieno pieno. Analizzando con attenzione la splendida recensione di Raven sono in tutto e per tutto d'accordo con lui. Avrei dato quel voto anche per un semplice motivo : ora mi faro' dei nemici ma ho sempre considerato In Japan fin dalla sua uscita un grande live ma non grandissimo (come molti ritengono) a causa degli innumerevoli errori di esecuzione. La sfrenata e incontrollata energia che regnava sul palco portava inevitabilmente a sottovalutare l'esecuzione cosa che ad esempio in Made In Europe non avvenne grazie alla ormai maturita' raggiunta dal gruppo. Ecco propio la mancanza di "controllo" fu' la causa, dove tutto doveva andare a mille a un volume assordante. Ma propio questo divenne il fascino del disco che rimane storico.
Joker
Domenica 7 Luglio 2013, 14.16.59
72
Disco fantastico, ovviamente uno dei migliori live album di sempre, poi impreziosito di quelle bellissime 3 encore alla fine (che secondo me sono buone come il pane da ascoltare dopo l'estenuante Space Truckin'). Child In Time poi fa venire le lacrime...Quoto 97
vecchio peccatore
Domenica 21 Aprile 2013, 18.38.33
71
Beh ovvio che bisogna contestualizzare , ma quel solo mi annoia lo stesso... Comunque questo disco resta tra i grandi live degli anni '70 con "Take no prisoners di Lou Reed", "Live at Fillmore East" della Allman Brothers Band e "Metallica K.O." degli Stooges...
Raven
Domenica 21 Aprile 2013, 15.22.13
70
bisogna sempre contestualizzare. All'epoca non c'era il concetto di durata che c'era oggi,mentre i soli di batteria erano irrinunciabili all'interno di un live che senza non sarebbe stato completo. Ovviamente anche il batterismo era diverso, e forse migliore come feeling.
vecchio peccatore
Domenica 21 Aprile 2013, 12.06.51
69
Un ottimo live sicuramente, tra i migliori della storia del Rock, ci mostra una band veramente in forma ed esplosiva. Trovo però noiosetta "The mule" col suo solo di batteria interminabile e forse nelle ultime 3 canzoni ci sono dei minuti di troppo. Consiglio di comprare la versione rimasterizzata di 2 cd, il secondo ha tre ottimi pezzi, comunque il mio voto per questo disco è 90.
vultano
Sabato 23 Marzo 2013, 19.01.04
68
e' il live per antonomasia tutti gli altri vengono dopo e nonostante abbia piu' di quarant'anni e' di una freschezza pazzesca mille volte 100
dario
Domenica 16 Dicembre 2012, 16.51.54
67
Made in japan è l'album della mia "inizzializzazione" all'hard rock. Non c'è molto da dire, un live perfetto con tutti i membri storici in forma smagliante, blackmore su tutti Voto 100
Delirious Nomad
Domenica 2 Dicembre 2012, 22.23.15
66
Masterpiece.100. Cento. C-E-N-T-O.
NihilisT
Sabato 25 Agosto 2012, 16.22.58
65
cioe'..spiegatemi...voto 92 per Made In Japan???ma dai...e qui sotto ancora che qualcuno guarda le "imperfezioni"...vi prego...e che cazzo siete dei professori di matematica con la penna rossa in mano...questo è un album FONDAMENTALE...e vaffanculo le seghe mentali le imperfezioni...
Vince
Lunedì 20 Agosto 2012, 19.43.33
64
Auguri per i tuoi 40 anni, anche se in ritardo di 3,4 e 5 giorni, caro Made in Japan...
celtic warrior
Giovedì 19 Luglio 2012, 9.53.29
63
Sicuramente uno dei live più belli della storia del rock , lo ascolto ancora oggi e mi regala le stesse emozioni di tanti anni fa . Questo album insieme ai primi capolavori dei Led Zeppelin mi hanno introdotto nel mondo del Heavy Metal genere a cui sono molto legato .
Serial
Mercoledì 18 Luglio 2012, 20.35.29
62
Vorrei sapere se esistono filmati relativi a questo leggendario concerto della storia della musica. Grazie
Profondo Porpora
Martedì 17 Luglio 2012, 18.46.34
61
ho appena finito di studiare storia. ci ho messo 1 ora, 39 minuti e 54 secondi. questo è il tempo che dura questa autentica pietra miliare, 7 tracce del primo disco più le 3 "encores" del secondo. mi è sembrato il modo più corretto per onorare la memoria del grande jon lord. ieri se ne è andato un pezzo di storia, e come dicevo all'inizio questa non è altro che storia, che neanche la morte di uno dei suoi componenti potrà mai cancellare. la sua musica rimarrà per sempre con noi. R.I.P. mitico jon.
Strano Tipo Di Donna
Lunedì 25 Giugno 2012, 19.05.15
60
è forse il live più importante della storia della musica. punto.
Nihil
Sabato 31 Marzo 2012, 23.49.57
59
secondo me è un album sopravvalutato, cioè nessuno ha mai notato delle evidenti imperfezioni di blackmore nei soli... Caro fabio tu la vedi così, io resto basito da questa tua affermazione. E' e resta il più grande album dal vivo (non ce ne per nessuno) e Blackmore sciorina riff su riff con maestria unica.
fabio
Domenica 25 Marzo 2012, 1.40.36
58
secondo me è un album sopravvalutato, cioè nessuno ha mai notato delle evidenti imperfezioni di blackmore nei soli..e non sciocchezzuole
Room 101
Sabato 13 Agosto 2011, 23.36.02
57
@Eli6slash: lo trovi nella colonna di destra in questa recensione sotto i link alle recensioni degli altri dischi
Eli6slash
Sabato 13 Agosto 2011, 23.19.33
56
come faccio a trovare il report?
Raven
Sabato 13 Agosto 2011, 20.32.38
55
Abbiamo il report del concerto di Acireale, c'ero anch'io, ed assieme a mio figlio
Eli6slash
Sabato 13 Agosto 2011, 19.06.47
54
ho 18 anni e nel 2007 sono andato al concerto dei deep purple ad acireale, da quel giorno è cambiata completamente la mia vita e la musica è divertata parte fondamentale di essa. Adesso ho una modesta collezione di album e in risposta al commento 8 di bannit voglio dire che il mio sogno è che un giorno mio figlio possa ascoltare la stessa musica e continuare a tramandarla alla sua prole...la buona musica è una delle pochissime cose che l' umanita ha fatto di buono nella sua storia.
Filippo
Mercoledì 15 Giugno 2011, 19.06.43
53
Il disco Rock Live Supremo, più in alto non si può..
Raven
Lunedì 6 Giugno 2011, 22.50.49
52
c'è del buono in ogni tempo, ora però è diventato più difficile trovarlo, ma non è mai stato a portata di mano, bisogna lottare e scovarlo. forse è questo che non sapete più fare come un tempo, però ci sono delle persone che lo capiscono come te, ed allora si può ancora sperare
Chiara
Lunedì 6 Giugno 2011, 22.48.31
51
Hai ragione, alla fine il voto non è la cosa che conta di più... e poi a quanto vedo è un album importante anche per te Questo è uno dei dischi che più hanno influenzato i miei gusti musicali ed è super-mega-iper importante per me, ma purtroppo non ce l'ho (ma è nella mia lista degli album fondamentali da avere). Ascoltarlo è un piacere grandissimo, ma contemporaneamente mi rattrista un po' e mi fa odiare me stessa, perchè sono nata negli anni sbagliati odio la mia generazione, non abbiamo niente in comune... uffa, dovevo nascere all'inizio degli anni 60.
Raven
Lunedì 6 Giugno 2011, 17.25.03
50
E' strano, ma questo è stato il mio primo contatto con l'HR, intorno al 79 -come ho scritto- ma non riesco a dilungarmi troppo su questo album. Sarà che è così parte di me che trovo difficile condividerlo, ma è così. Quanto al voto, ai miei tempi arrivare oltre l'8 a scuola era qualcosa di epocale, era rasentare la perfezione, qui si supera il 9, ma è un diverso modo di intendere i voti, dettagli cmq. Mi fa piacere che una 14enne viva così il disco in oggetto.
Chiara
Lunedì 6 Giugno 2011, 14.37.48
49
Bella recensione, breve ma interessante ma non condivido la scelta del voto, per me è 99 Per quanto riguarda la discussione iniziale... è vero, ci troviamo proprio in questa situazione. E volete il parere di un'under 25? Ecco quello di una quattordicenne: questo è un live FENOMENALE! Pefetto da ascoltare al mattino, perchè ti da un'energia incredibile! Molti gruppi di oggi dovrebbero prendere d'esempio questo disco...
B-DEEP
Domenica 17 Aprile 2011, 15.09.13
48
Made in Japan e' Made in Japan. Punto.
lali
Giovedì 10 Febbraio 2011, 21.34.36
47
made in japan e' sublime... i deep purple sono sublimi... tutti e cinque ... ma io ho una passione per ian paice e per il suo modo di suonare: mitico e unico!
Painkiller
Lunedì 31 Gennaio 2011, 9.10.32
46
Anche io ho la fortuna di avere il vinile.....questo è per il sottoscritto "IL LIVE" per eccellenza, con tutti gli elementi della band in grande forma, nonostante......LA RAUCEDINE. Raucedine? Sì, Ian Gillian era in forse per queste esibizioni giapponesi a cauda del mal di gola, questo aggiunge altro valore alla sua prestazione, anche perchè passati gli anni '70 non canto più su questi livelli. Il mio preferito resta Live in London con Coverdale ma più o meno il livello (altissimo) è quello.
Khaine
Lunedì 31 Gennaio 2011, 8.44.37
45
France, dai, lo sai che avresti dovuto COME MINIMO mettergli 200! 300! 400! 92 è quasi una bocciatura!! Queste sono le fondamenta dell'Omniverso!
Raven
Lunedì 31 Gennaio 2011, 8.29.34
44
In questi giorni mi tocca ripertlo molto spesso: ma perchè guardate solo i voti che lasciano il tempo che trovano e non vi concentrate sullo scritto?
Alberto
Domenica 30 Gennaio 2011, 20.20.59
43
della musica
Alberto
Domenica 30 Gennaio 2011, 20.20.10
42
solo 92????? ma questa è la base dell'hard rock!
jek
Martedì 19 Ottobre 2010, 20.30.50
41
Questo è il live per eccellenza. Un vero capolavoro che non può mancare in nessuna discografia o classifica. Effettivamente come dice Raven l'ascolto in vinile e emozionante per le orecchie e chi non lo ha deve procurarselo.
hellvis
Mercoledì 8 Settembre 2010, 17.47.39
40
Che sia hard, metal e più genericamente rock questo live rappresenta l'assoluta perfezione nel suo genere. Peccato non potere dargli 1000.
Painkiller
Mercoledì 8 Settembre 2010, 17.43.51
39
Questo "IL LIVE" per eccellenza, un compendio di cosa sia l'hard rock. Tra l'altro Gillian era stato colpito dalla raucedine in quei giorni ed anche se gli ho sempre preferito Coverdale a quei tempi era davvero mostruoso. Se posso citare un altro Live davvero vicino a questo per qualità, ovviamente da me custodito gelosamente anche in vinile originale, direi ON STAGE dei Rainbow. Devo dire poi che anche il Live in London sempre dei Purple ha un suono strepitoso, con l'attacco dell'assolo di Mistreated da pelle d'oca. I tre migliori live di sempre.
Mat295
Mercoledì 8 Settembre 2010, 17.10.32
38
Disco mitico da una band mitica!
zoso
Mercoledì 7 Luglio 2010, 18.19.52
37
splendido.....il miglior live della storia della musica
ritchiemike
Mercoledì 27 Gennaio 2010, 22.19.16
36
Devastante. Strepitoso all' ennesima potenza
MyCoven
Venerdì 13 Novembre 2009, 12.09.07
35
Alex ha pienamente ragone e bisogna dar merito a Raven per aver comunque reso la recensione interessante.
alex
Lunedì 9 Novembre 2009, 13.53.39
34
Non esiste recensione sufficiente a rendere giustizia a questo album. Trattasi del LIVE e non di un live. Qui c'è tutto cosa una hard rock band dovrebe fare in concerto.Se ci riesce.... Voto : INSUPERABILE.
Khaine
Martedì 14 Luglio 2009, 19.07.41
33
E soprattutto la versione qui contenuta di Highway Star è inarrivabile per carica emotiva... semplicemente strepitoso.
riccardo
Martedì 14 Luglio 2009, 15.27.19
32
il piu grande live della storia!!! bisogna farlo ascoltare a tutti, anche a quei pezzenti di discomani.... che cosi capiscono cosa vuol dire MUSICA LIve: inprovvisazioni, sudore, e tanta classe...
Cenzino
Venerdì 26 Giugno 2009, 0.01.10
31
Ho ascoltato questo disco la prima volta 20 anni fa,all'epoca avevo 16 anni ed ascoltavo solo musica leggera. E' stato il disco che mi ha stravolto la vita. Posseggo 2 copie in vinile,3 edizioni in vinile,una in cassetta.....insomma è un evergreen che sto facendo ascoltare anche a mio figlio di 3 anni!!!!! Il disco che dovrebbe trovarsi in tutte le case del mondo!!!!!
tribal axis
Sabato 6 Giugno 2009, 20.02.02
30
il miglior concerto hard rock di tutti i tempi. insuperato. insuperabile
Demon
Domenica 17 Maggio 2009, 18.40.35
29
Il miglior live mai realizzato il vinile l'ho consumato!!!!!!!!!
Marattroni
Sabato 10 Gennaio 2009, 4.32.04
28
da rockettaro 27enne non posso che dire che è una delle colonne, dei pilastri che reggono il mondo del rock. Ho avuto la fortuna di vedere i DP 3 volte live e anche arrivati ai 60 sprizzano classe e voglia di divertirsi più di mille band anni 90/2000. L'ultima volta (Montreux, Svizzera, Luglio 2006) ero andato il giorno prima a vedere gli strokes, giusto per far eun nome di band rock degli ultimi 10 anni. Impossibile anche solo tentar eun paragone, non tanto per l'ovvia differenza di classe e tecnica nei pezzi, ma proprio per la grinta e la voglia di spaccare tutto. mitici.
Raven
Giovedì 27 Novembre 2008, 9.03.35
27
Onestamente mi metti in difficoltà, cmq ragazzi, non formalizziamoci sui voti, se rapporti il tutto in scala 1:10 stiamo a disquisire su decimi di punto
Nihil
Mercoledì 26 Novembre 2008, 23.49.47
26
Per Francesco Gallina "Raven": ma secondo te un live migliore di Made in Japan, è mai stato registrato? Se la tua risposta è affermativa, cortesemente, mi faresti i nomi di questi live? Un caro saluto.
Khaine
Domenica 7 Settembre 2008, 23.39.00
25
In accordo alla richiesta fatta da Francesco in apice dei commenti, dico la mia: di live come questo non ce n'è abbastanza. Contando che è stato fatto 36 anni fa (tra una decina d'anni saranno quasi MEZZO SECOLO), credo di aver detto tutto: anzi sfido chiunque a trovarmi altri 9 live importanti e ben realizzati come questo, in cui venga dato risalto ai re-arrangiamenti e alle qualità non tanto tecniche ma musicali di ciascun musicista. In una parola: spettacolare; infine, credo sia inutile polemizzare sul voto... è un 92, non un 60
Sephirock
Domenica 7 Settembre 2008, 16.41.00
24
Hai chiesto un under 25 ed eccotelo qui. Per me 92 è un po' poco, io gli do assolutamente 99, il più bell'album live di sempre!
pincheloco
Venerdì 1 Agosto 2008, 18.12.50
23
mi sa che anch'io sono un coetaneo.
pincheloco
Venerdì 1 Agosto 2008, 18.11.43
22
questo è IL DISCO ROCK PER ECCELLENZA. ho la fortuna di avere l'originale oltre alle versioni cassetta, cd, MP3 ecc. ogni volta che ho comprato un nuovo impianto o auto o MANGIACASSETTE , l'album inaugurale è sempre stato questo e credo lo sarà sempre.
ComeIntoMyCoven
Venerdì 30 Maggio 2008, 17.13.09
21
Gusto e classe da vendere, in questo album ce n'è a tonnellate. Il "duello", come lo chiama il buon Raven, ha un qualcosa di disumano. Album da tramandare ai posteri.
Raven
Sabato 29 Marzo 2008, 11.47.31
20
Vero, e se ne fregano dei voti dei recensori
Nihil
Sabato 29 Marzo 2008, 0.56.30
19
Caro Francesco, (siamo quasi coetanei e mi permetto di darti del tu), intendevo il mio appunto dal fatto che "Made in Japan" è un disco spartiacque come in epoca più recente è stato quello dei Sepultura (Roots) e prima ancora quello dei Celtic Frost (Into the Pandemonium). Sono quei dischi che cambiano un pochino la musica: ci sono loro eppoi li altri. Con stima
Raven
Mercoledì 26 Marzo 2008, 20.08.00
18
Andiamo....9,2 su 10 non è poco
Nihil
Mercoledì 26 Marzo 2008, 11.01.12
17
Ho consumato non so quante delle vecchie cassette, il 33 di vinile e ho comprato anche il Cd doppio: l'unico disco da avere sempre e il primo da salvare in una ipotetica catastrofe, guerra nucleare e/o attacco alieno! Qualsiasi votazione che viene data è poco (anche quella data da Francesco Gallina "Raven" è avara). Made in Japan è il disco.
Francesco Gallina
Mercoledì 31 Ottobre 2007, 9.41.09
16
Giusto, chiedo venia
Ran
Giovedì 18 Ottobre 2007, 12.28.55
15
"Ian GILLAN cadde proprio sull’attacco di Highway star" Forse volevi dire Strange Kind of Woman...
Francesco gallina
Martedì 4 Settembre 2007, 18.12.48
14
Letto il reportage del concerto?
Francesco Gallina
Martedì 4 Settembre 2007, 11.56.32
13
Qualcuno ci sarà dopo di noi allora...
Mattia
Lunedì 3 Settembre 2007, 18.24.06
12
ho 18 anni....li faccio tra poco e questo disco...questo capolavoro sin dalla mia prima infanzia e stato la ia coperta di Linus...l'oggetto da cui non potevo separarmi...ora sono cresciuto e ringrazio il mio babbo x avermelo fatto godere già in tenera età....non è un caso se come bassista mi sono fatto le ossa su pezzi come Space Truckin' e Black Night..Per me i Deep Purple sono sull'Olimpo dei Rockettari assieme a Black Sabbath, AC/DC e Led Zeppelin
Francesco gallina
Lunedì 7 Maggio 2007, 8.38.35
11
Certo, ma è sempre stato così...la buona musica, come per le altre forme d'arte, richiede voglia ed impegno per essere scovata. Ma forse è meglio, più siamo più viene contaminata...
Bandit
Venerdì 13 Aprile 2007, 13.22.18
10
e poi secondo me c è un alro fattore k determina tt questo: alla gente può piacere sl ciò cn cui viene a contatto.. sembra banale ma adesso mi spiego: se la gente viene a contatto cn la "musica" solo x mezzo di radio o mtv, e su d esse passano solamente canzoni commerciali, come faranno ad apprezzare i classici se nn gli ascoltano mai? scusate l off-topic butèi ma la situazione è davvero tragica ormai
Bandit
Venerdì 13 Aprile 2007, 13.09.07
9
..cmq riguardo alla situazione attuale confermo k è così; se si guarda il panorama musicale attuale (specialmente qui in Italia) si vede ke ormai i grandi classici nn fanno + presa xkè adesso basta k qualcosa sia orecchiabile e diventa una hit.. ma forse c è un perchè a tt questo: c è poca gente ormai che ASCOLTA davvero la musica, che invece di guardare (ad esempio) l ennesima cazzata alla tv dice "oggi mi sparo un buon cd".. la musica oggi è x i + solamente 1 sottofondo
Bandit
Venerdì 13 Aprile 2007, 13.00.48
8
La prima volta k ho ascoltato questo album (scovato tra i dischi del mio vecchio) nn sn riuscito a dormire.. ho dovuto riascoltarlo x tutta notte! un bel 99
francesco gallina
Lunedì 11 Luglio 2005, 15.36.12
7
ops, al posto di "comentui" leggasi "commenti".
francesco gallina
Lunedì 11 Luglio 2005, 15.35.19
6
Tutti qui i comentui? Due esterni e due "interni"?. Forza under 25, fatevi sentire.
Pietro
Venerdì 8 Luglio 2005, 14.53.58
5
Signi miei, purtroppo la situazione é proprio questa. Oggi l'indifferenza viene vomitata su qualunque band o pezzo che non passi almeno 500 volte su mtv con un bel video effettistico, pieno di donnine e perché no, anche una bella nfluenza rap. Premettendo che sono uno che apprezza di tutto (ma non ascolta di tutto, c'é una bella differenza), trovo sconcertante come tutti voi che un giovane pieno di grinta ed energia non sappia apprezzare una pietra miliare del rock come Made in Japan. La prima volta che lo ho ascoltato ho rimpianto di non essere nato qualche decennio prima per godermelo anche dal vivo... io ho 21 anni. E' da MIJ che ho cominciato ad appassionarmi all'immenso mondo del rock, quindi del metal per tornare infine sulla musica classica, senza mai abbandonare musica come quella di Franco Battiato. Insomma devo proprio ringraziare quel disco e i Deep perché é grazie a loro che oggi coltivo una grande passione per tutta la musica, trovando anche il tempo per suonare la ta
FearOfTheDark
Venerdì 8 Luglio 2005, 7.57.50
4
Gillian è soprannaturale...
ilsegugio
Giovedì 7 Luglio 2005, 21.04.48
3
Se puoi controlla cosa ascoltano quelli che hanno commentato in quel modo; probabilmente la loro collezione di dischi dei Linkin Park li fa ritenere di conoscere già a sufficienza la storia del rock.
Broken Dream
Giovedì 7 Luglio 2005, 16.01.12
2
Il miglior album rock live è sufficiente? Semplicemente un saggio di quanto possa essere trascinante un gruppo rock e di quanto possa essere straordinariamente attuale anche ai giorni nostri. Da COMPRARE in maniera INCONDIZIONATA!!!
francesco gallina
Giovedì 7 Luglio 2005, 14.58.17
1
Dopo aver scritto questa breve recensione, ho fatto un giro sul web per leggere quelle degli altri, e mi sono accorto con estremo stupore che molti commenti a questo disco, specialmente da parte dei più giovani, erano improntate più o meno verso l'indifferenza per un gruppo dal sound per loro alieno, e verso un certo disprezzo per il virtuosismo tecnico. E' mai possibile che questa sia le situazione attuale? Vi invito a commentare il disco, a farmi sapere cosa ne pensate, perchè è triste pensare che un disco del genere non significhi niente per molti.
INFORMAZIONI
1972
Emi Records
Hard Rock
Tracklist
1. Highway Star
2. Child In Time
3. Smoke On The Water
4. The Mule
5. Strange Kind of Woman
6. Lazy
7. Space Truckin'

The Remastered Edition
CD 1 - Made in Japan
1. Highway Star
2. Child In Time
3. Smoke On The Water
4. The Mule
5. Strange Kind of Woman
6. Lazy
7. Space Truckin'/Fools
CD 2 - The Encores
1. Black Night
2. Speed King
3. Lucille
Line Up
Ian Gillan (vocals)
Ritchie Blackmore (guitar)
Roger Glover (bass)
Jon Lord (keyboards)
Ian Paice (drums)
 
RECENSIONI
s.v.
77
76
75
78
85
80
81
72
56
86
93
90
82
80
94
83
92
95
85
98
68
86
78
ARTICOLI
16/07/2018
Live Report
DEEP PURPLE
Arena di Verona, Verona, 09/07/2018
03/07/2017
Live Report
DEEP PURPLE + TYLER BRYANT & THE SHAKEDOWN
Mediolanum Forum, Assago (MI), 27/06/2017
10/03/07
Live Report
DEEP PURPLE
Lo show di Acireale
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]