Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Flower Kings
Islands
Demo

Veritas
Threads of Fatality
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

27/11/20
WRECK-DEFY
Powers That Be

27/11/20
TOBLAKAI
Puritans Hand

27/11/20
ARRAYAN PATH
The Marble Gates to Apeiron

27/11/20
SOMBRIA
Chirographon Dei

27/11/20
ANTHENORA
Mirrors and Screens

27/11/20
FURIOUS TRAUMA
Decade at War

27/11/20
TERRAVORE
Vortex of Perishment

27/11/20
ULTIMATIUM
Virtuality

27/11/20
JADED HEART
Stand Your Ground

27/11/20
FULL HOUSE BREW CREW
Bare Knuckle

CONCERTI

26/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

27/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

28/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
LEGEND CLUB - MILANO

28/11/20
BELPHEGOR + GUESTS
BLACK WINTER FEST - MILANO

29/11/20
ORPHANED LAND
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

29/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

30/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

01/12/20
ORPHANED LAND
LEGEND CLUB - MILANO

02/12/20
ORPHANED LAND
TRAFFIC CLUB - ROMA

03/12/20
ROSS THE BOSS + GUESTS (CANCELLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

Sadistik Forest - Death, Doom, Radiation
( 1106 letture )
Un bel salto negli anni '90!
Ecco cosa si propongono di regalarci i finlandesi Sadistik Forest, fondati dal chitarrista Antti Heikkinen nel 2007 sull'onda dell'entusiasmo per la reunion dei Possessed. Il fine dichiarato è quello di celebrare lo spirito originario del death metal, e con questo questo loro secondo lavoro tengono fede alla loro missione.

Death, Doom, Radiation non concede nessuno spazio a qualsivoglia ricerca di modernità o contaminazione: i riff sono una sintesi delle lezioni apprese dalla scuola svedese e da quella floridiana, il cantato richiama alla memoria interpreti storici come Glen Benton con l'alternanza di growl gutturale e screaming lancinante, gli assoli sono i più slayeriani sentiti da qualche tempo a questa parte e il drumming è implacabile e quadrato.
La costruzione dei brani è buona anche se non regala particolari sorprese: ci sono cambi di tempo, blast-beats e ritmiche più thrasheggianti, il tutto è messo proprio dove ci si aspetta che sia.
La produzione, forse un po' troppo in linea con il periodo che questo disco vuole in qualche modo rievocare, è buona ma non eccelsa: per gli standard attuali chitarre e batteria suonano un po' troppo piccole ed il basso, pur avendo un bel suono sferragliante al punto giusto, è troppo evidente nel mix.

Se da una parte il lavoro dei Sadistik Forest merita un certo apprezzamento, per la volontà di proporre sonorità che da qualche tempo non sono più così alla luce della ribalta, dall'altra vi è anche perplessità riguardo l'utilità di una uscita del genere, in un momento in cui le band a cui il sound generale di Death, Doom, Radiation si ispira sono comunque attive e lavorano per un'evoluzione del proprio sound.
Un buon revival, niente di più. Qualche super appassionato lo potrà trovare interessante per un paio di ascolti ma tutti gli altri è meglio che guardino avanti.



VOTO RECENSORE
60
VOTO LETTORI
45.63 su 19 voti [ VOTA]
Undercover
Martedì 17 Luglio 2012, 16.54.06
3
Mi è arrivato una settimana fa, il disco è piacevole e prosegue in tutto e per tutto il percorso d'integralismo sonoro già ascoltato nel debutto, onestamente trovo 1000 volte più valido e sincero un disco elementare ma ben fatto come questo che certe produzioni stellari che alla fine dei conti tiran fuori della cagate immonde vedasi ultimo Nile. Promossi ancora una volta.
marduk
Martedì 6 Marzo 2012, 15.54.55
2
onestissimo gruppo di mestieranti....65
Bloody Karma
Martedì 6 Marzo 2012, 10.24.21
1
questo onestamente non l'ho ancora sentito, ma il debut non era affatto male...robba old-school suonata con rabbia e convinzione...appena possibile vedo di spararmi anche il nuovo
INFORMAZIONI
2012
Violent Journeys Records
Death
Tracklist
1. Radiation Cloud
2. Fabrics of Lies
3. Code for Liberation
4. Down Pours the Rain of Blood
5. Pit of Debris
6. Entrapment
7. It's Raining Napalm
8. Lacking Capacity
9. Violent Confrontation
Line Up
Antti Heikkinen - guitar
Markus Makkonen - vocals & bass
Vesa Mutka - drums
Matti Salo - guitar
 
RECENSIONI
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]