Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Five Finger Death Punch
F8
Demo

Conception
State Of Deception
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

10/04/20
PRETTY MAIDS
Maid In Japan

10/04/20
FM
Synchronized

10/04/20
MEGATHERIUM
GOD

10/04/20
DENNIS DEYOUNG
26 East Vol. I

10/04/20
METAL CHURCH
From the Vault

10/04/20
JOE SATRIANI
Shapeshifting

10/04/20
DOOL
Summerland

10/04/20
ACROSS THE SWARM
Projections

10/04/20
HER CHARIOT AWAITS
Her Chariot Awaits

10/04/20
CORDYCEPS
Betrayal

CONCERTI

07/04/20
VAN DER GRAAF GENERATOR (POSTICIPATO)
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

08/04/20
VAN DER GRAAF GENERATOR (POSTICIPATO)
TEATRO CELEBRAZIONI - BOLOGNA

09/04/20
VAN DER GRAAF GENERATOR (POSTICIPATO)
AUDITORIUM DI MILANO - MILANO

09/04/20
IMONOLITH (ANNULLATO)
BLAH BLAH - TORINO

09/04/20
WILLIAM DUVALL
FABRIK - CAGLIARI

10/04/20
WILLIAM DUVALL
SANTERIA TOSCANA 31 - MILANO

10/04/20
IMONOLITH (ANNULLATO)
CENTRALE ROCK PUB - ERBA (CO)

11/04/20
IMONOLITH (ANNULLATO)
THE FACTORY - SAN MARTINO BUON ALBERGO (VR)

16/04/20
CULT OF FIRE + MALOKARPATAN
CAMPUS INDUSTRY MUSIC - PARMA

16/04/20
STORMTIDE + TBA
UFO CLUB - BERGAMO

I Will Kill You - Plastination
( 3109 letture )
Sono rimasto favorevolmente colpito dai ventidue minuti circa dell’EP Plastination, promettente esordio dei siciliani I Will Kill You -formazione attiva dal 2010 e il cui monicker mi ha rammentato la celebre song dei Cannibal Corpse, contenuta in Gallery Of The Suicide- per due fondamentali ragioni: la qualità e versatilità del songwriting proposto e l’eccellente lavoro in sede di registrazione, a dir poco inusuale quando si tratta di lavori autoprodotti. E’ indubbio che i componenti di questo gruppo, dedito ad un feroce death/thrash (più death che thrash) condito da atmosfere goticheggianti, non lascino nulla al caso vista la cura con la quale si presentano le loro composizioni e la meticolosità in certi frangenti è davvero una dote rara. La presenza alla voce dell’avvenente Klaudia non rappresenta in alcun modo una diminutio, nonostante il genere proposto (definito dalla stessa band come Extreme obscure metal) non sembrerebbe propriamente adatto al gentil sesso, anzi, uno dei punti di forza dei I Will Kill You è rappresentato proprio dalla sua ugola che non ricercando indefessamente il growl ossessivo sullo stile di Rachel Heyzer (Sinister), si attesta più su di uno screaming grezzo e marcatamente aggressivo.

Plastination si apre con la title track, una strumentale dall’atmosfera tenebrosa, dominata da pianoforte ed archi che ha il precipuo compito di far crescere la climax; la dirompente e violentissima Embalming The Human Corpse sfocia nel death ed è contraddistinta da un’irruente quanto efficace doppia cassa e dalla presenza ad un certo punto di ossessive e inquietanti grida di disperazione, accompagnate da un arpeggio di chitarra acustica. Dissemble The Faults, aperta da un oscuro fraseggio alla sei corde, esplode in una ritmica incisiva e dinamica, ponendo maggiormente in risalto il lavoro alla sei corde di L.M.. Dopo la meno brillante e lineare Senza Respiro (To Ophelia D.), seconda traccia strumentale, il finale è letteralmente al cardiopalma: Mirrors è il pezzo più diretto e immediato dell’EP, con una prestazione della singer straordinariamente efficace, mentre nella più variegata Black Vendetta si apprezzano i cori e l’incedere del finale veramente accattivante con dapprima ancora la doppia cassa protagonista e poi un riff ossessivo di chitarra che porta l’ascoltatore al termine dell’EP.

Se dovessi trovare a tutti i costi un difetto a questo lavoro, senz’altro lo ascriverei all’eccessiva esiguità del materiale proposto, atteso che su sei composizioni ben due sono, come predetto, strumentali, ma l’interessante e per certi versi già matura proposta dei I Will Kill You rende, di contro, maggiore le aspettative per il loro prossimo e più corposo lavoro: le premesse sono, infatti, ottime e vedremo in futuro se L.M. e compagni sapranno mantenerle o si perderanno, come accade purtroppo a molte band del sud, nel mare magnum dell’underground italiano.



VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
49.10 su 19 voti [ VOTA]
INFORMAZIONI
2011
Autoprodotto
Death / Thrash
Tracklist
1. Plastination (Intro)
2. Embalming The Human Corpse
3. Dissemble The Faults
4. Senza Respiro (To Ophelia D.)
5. Mirrors
6. Black Vendetta
Line Up
Klaudia “Disasterhate” (Voce)
L.M. “Goya” (Chitarra)
Andrea “Mannaka” (Basso)
Peppe “Memories of a lost souls” (Batteria)
 
RECENSIONI
75
ARTICOLI
20/12/2012
Live Report
CADAVERIA + UEICKAP + I WILL KILL YOU
Barbara Disco Lab, Catania, 15/12/2012
08/04/2012
Live Report
BOMBERS + I WILL KILL YOU + THRASH BOMBZ
Blacknight, Palazzolo Acreide, (SR), 23/03/2012
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]