Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Premiata Forneria Marconi
Emotional Tattoos
Demo

Cortex Complex
Memoirs of an Apocalypse
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

22/11/17
HYPERION
Dangerous Days

24/11/17
ALMANAC
Kingslayer

24/11/17
DEEP AS OCEAN
Lost Hopes | Broken Mirrors

24/11/17
STRAY TRAIN
Blues From Hell

24/11/17
SCORPIONS
Born To Touch Your Feelings

24/11/17
STARBLIND
Never Seen Again

24/11/17
LOCH VOSTOK
Strife

24/11/17
TAAKE
Kong Vinter

24/11/17
HOUSTON
III

24/11/17
AETHERIAN
The Untamed Wilderness

CONCERTI

22/11/17
MARILYN MANSON + GUEST
PALA ALPITOUR - TORINO

22/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
SANTERIA SOCIAL CLUB - MILANO

23/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
QUIRINETTA - ROMA

24/11/17
ULVER + STIAN WESTERHUS
ALMAGIA' TRANSMISSIONS FESTIVAL - RAVENNA

24/11/17
DESPITE EXILE
VECCHIA SCUOLA PUB - PALAZZOLO (BS)

24/11/17
BLACK STAR RIDERS
CIRCOLO COLONY - BRESCIA

24/11/17
6TH COUNTED MURDER + KALIAGE
THE ONE - CASSANO D'ADDA (MI)

24/11/17
UFOMAMMUT + GUESTS
EREMO CLUB - MOLFETTA (BA)

24/11/17
INDACO + MOUNTAINS OF THE SUN
COMUNITA' GIOVANILE - BUSTO ARSIZIO (VA)

25/11/17
THE MODERN AGE SLAVERY + DESPITE EXILE + AMBER TOWN
LA TENDA - MODENA

Anvil - Strength of Steel (Reissue)
( 2413 letture )
With the strength of steel
I'll show you how I feel
All the weak will kneel
For the strength of steel


La ristampa di qualche mese fa mi ha permesso di mettere le mani su questo Strength Of Steel (originariamente uscito nel lontano 1987). Abbandoniamo subito, però, l'analisi della ri-edizione (niente più di un mero pretesto, dal momento che non ci offre nessun tipo di spunto al di fuori della constatazione che un leggero remixaggio è stato effettivamente compiuto) e concentriamoci su cosa gli Anvil hanno da offrirci in questa loro quarta uscita. Niente stravolgimenti stilistici: gli inossidabili metallari canadesi propongono la loro personale interpretazione del movimento heavy metal, con passaggi articolati, un suond granitico e potenza sonora dispensata a piene mani. Siamo però di fronte ad uno dei lavori più ispirati dei nostri e sicuramente uno dei più apprezzabili.

Sono autentiche mazzate sui denti l'opener Strength Of Steel, inno al metallo autoironico quanto basta ed epico dall'inizio alla fine ed anche la seguente Concrete Jungle, con la sua sezione strumentale da capogiro. Da leggere il testo di 9-2-5 (sembra scritto oggi), pezzo tramite i quali i nostro riescono bene a rendere a modo loro la frenesia e l'insensatezza della quotidianità di molti di noi; mentre si rivela più lenta ma non meno efficace I Dreamed It Was The End Of The World, che presenta un refrain leggermente meno efficace, compensato tuttavia da un riffing deciso e coinvolgente. Segue la spiazzante Flight Of The Bumblee Beast: questo strumentale tanto breve quanto ben eseguito è la personalissima interpretazione degli Anvil del celeberrimo Volo del Calabrone. Si ritorna alla normalità con Cut Loose mentre Mad Dog presenta un'interessante influenza hard rock, confermandosi il pezzo più orecchiabile del lotto. Impossibile non citare il video realizzato per questo singolo, a dir poco imperdibile. Seguono Straight Beetween The Eyes, divertente e riuscita fin dal primo riff, che si conferma il punto qualitativamente più alto dell'intero album, e la cover di Wild Eyes degli Stampeders, altro episodio decisamente riuscito. Chiudono in bellezza l'oscura Kiss Of Death, lenta e soffusa ma con un refrain solidissimo, e Paper General, che presenta un'intro ariosa che ci lascia impreparati di fronte al violento assalto chitarristico che i nostri ci sferrano per 4 minuti abbondanti.

Gli Anvil si confermano insomma una delle realtà più affidabili e solide dell'heavy metal e questo Strength Of Steel è probabilmente parte dell'apice della loro carriera (non a caso è ad oggi l'album più venduto dei nostri). Niente grandi rivoluzioni stilistiche o tecniche, “solo” buona musica e una mezz'ora abbondante di divertimento, certamente non un capolavoro, ma sicuramente un platter di ottimo livello. I nostri, per quanto siano rimasti sempre e comunque una realtà “di nicchia” (relativamente, si intende) avrebbero, ancora oggi, moltissimo da insegnare a certi illustri colleghi riguardo valori come la perseveranza e la spontaneità nel portare avanti la propria proposta musicale nonostante le difficoltà a cui spesso e volentieri chi intraprende una carriera come questa va incontro.



VOTO RECENSORE
82
VOTO LETTORI
56.4 su 25 voti [ VOTA]
Aceshigh
Domenica 8 Ottobre 2017, 14.23.19
4
Bel disco! Non all'altezza di Metal on Metal ma comunque una delle loro migliori prove, grazie a brani come Concrete Jungle, la title track o Cut Loose. Avrebbe meritato decisamente più attenzione all'epoca della sua uscita...
The Nightcomer
Giovedì 3 Maggio 2012, 19.04.21
3
Bello, si, anche se non all'altezza di Forged in Fire, per me il loro miglior album.
jek
Domenica 15 Aprile 2012, 12.36.53
2
Altro discone. Gli Anvil continuano dagli albori a fare un metal duro e puro, non faranno capolavori ma dischi di tutto rispetto tenendo alto il vessillo dell'Heavy Metal. Onore a qusto gruppone. Citando Raven sono "mazzate"
Celtic Warrior
Domenica 11 Marzo 2012, 14.07.58
1
Bell Album dei mitici Anvil , questa è vera musica Metal altro che certe boiate che vanno di moda oggi .
INFORMAZIONI
2011
SPV Records
Heavy
Tracklist
1. Strength Of Steel
2. Concrete Jungle
3. 9-2-5
4. I Dreamed It Was The End Of The World
5. Flight Of The Bumblee Beast
6. Cut Loose
7. Mad Dog
8. Straight Beetween The Eyes
9. Wild Eyes
10. Kiss Of Death
11. Paper General
Line Up
Lips (Voce, Chitarra)
Dave Allison (Chitarra)
Ian Dickson (Basso)
Robb Reiner (Batteria)
 
RECENSIONI
70
s.v.
s.v.
82
69
70
80
77
73
65
65
ARTICOLI
13/04/2016
Live Report
UDO + ANVIL
Circolo Colony, Brescia (BS), 09/04/2016
17/08/2013
Intervista
ANVIL
Alla deriva a bordo di un'incudine
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]