Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Blind Guardian Twilight Orchestra
Legacy of the Dark Lands
Demo

Clepsydra
The Gap
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

21/01/20
NECROPSY
Xiatus (EP)

24/01/20
JORN
Heavy Rock Radio II: Executing The Classics

24/01/20
DIRTY SHIRLEY
Dirty Shirley

24/01/20
WOLFPAKK
Nature Strikes Back

24/01/20
PYOGENESIS
A Silent Soul Screams Loud

24/01/20
CUERO
Tiempo Despues - Reissue

24/01/20
AETHYRICK
Gnosis

24/01/20
BLASPHEMER
The Sixth Hour

24/01/20
LAST FRONTIER
Aether (Equivalent Exchange)

24/01/20
COLOSSO
Apocalypse

CONCERTI

18/01/20
BRVMAK
CIRCOLO CULTURALE HAPPY DAYS - NAPOLI

18/01/20
CANNABIS CORPSE + WITHERED
PIPPO STAGE - BOLZANO

18/01/20
CANDLEMASS
Slaughter Club - Paderno Dugnano (MI)

18/01/20
MELECHESH + W.E.B + SELVANS
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

18/01/20
SCALA MERCALLI + GUESTS
ARCI TOM - MANTOVA

18/01/20
NUCLEAR ABOMINATIONS FEST
POSTWAR CINEMA CLUB - PARMA

18/01/20
SLABBER + BLACK THUNDER
VALHALLA PUB - BORGO TICINO (NO)

23/01/20
TEMPERANCE
LEGEND CLUB - MILANO

24/01/20
SUNN O)))
ORION - CIAMPINO (ROMA)

24/01/20
TEMPERANCE
ASTRO CLUB - FONTANAFREDDA (PN)

Sinheresy - The Spiders and the Butterfly
( 1987 letture )
I Sinheresy sono una band emergente proveniente da Trieste che si fa sentire per la prima volta attraverso l'incisione dell'EP The Spiders and the Butterfly con la Revalve Records, dando vita ad una serie di composizioni che viaggiano su basi heavy, arricchite da linee di tastiera onnipresenti e da ritmiche spesso serrate; il tutto si accompagna ad un duetto composto da una voce femminile, piena e diretta, e da una maschile, più pacata e posta leggermente più in ombra.
La formazione, nata nel 2009 dall'idea di Davide Sportiello (basso), Lorenzo Pasutto (chitarra), Cecilia Petrini (voce) e Alex Vescovi (batteria), si sviluppò inizialmente in una cover band dei Nightwish, con la presenza della voce maschile (Stefano Sain), che si aggregò alla line up in un secondo momento. Con l'entrata di Daniele Girardelli (tastiere) e l'incisione del demo (a dir la verità il secondo dopo un primo di due brani realizzato a scopo promozionale) la band è finalmente pronta ad intraprendere un piccolo tour in Italia, Slovenia, Svizzera ed Austria.

L'EP si compone di cinque brani, per una durata di 25 minuti totali. La track introduttiva, Temptation Flame, si avvale di un incipit che da subito segna le ritmiche in modo serrato e si caratterizza per i riff taglienti, rivelando inoltre, fin dal principio, come la tastiera possieda un ruolo molto importante all'interno di tutti i brani. Dopo qualche decina di secondi fa la sua comparsa la voce femminile, che si esprime, qui come in tutti i pezzi, con linee molto spigolose e spezzate, a differenza di quella maschile, meno violenta ed a mio parere anche meno incisiva. Il brano si sviluppa in modo piuttosto lineare, con rallentamenti non significativi se non per un breve stacco di tastiera, che però riporta poco dopo alle atmosfere iniziali.
Anche la title-track sembra accostarsi inizialmente al primo brano, ma rivela una maggior diversificazione della parte strumentale, che non subisce rallentamenti ma presenta ad ogni modo una maggior dolcezza soprattutto in presenza della voce femminile – che, purtroppo, risulta in alcuni punti esageratamente discontinua - mentre esprime una grande aggressività nei momenti puramente strumentali. Ottimo lo sviluppo del ritornello, che già dopo due ascolti si sintonizza in testa in modalità “loop”.
When Darkness Falls nasce da una parte di pura tastiera, facendoci quasi sperare in quella che potrebbe essere una track scritta in momenti meno “arrabbiati”, eppure ancora una volta gli strumenti a corda si esprimono attraverso pennate veloci e violente, mentre la tastiera rievoca melodie prevalentemente lente e sinuose. Appare eccellente lo stacco in cui la tastiera (suonata con notevole preparazione tecnica) si ritrova ad essere protagonista indiscussa e, inoltre, si rivela piacevole lo scambio di voci nella strofa.
Finalmente, con Forever Us, ci scontriamo con la prima ballad che i Sinheresy vogliono proporci: piano e voce femminile aprono le danze con una melodia dolcissima, che mette in risalto i due elementi maggiormente melodici della formazione; dopo due minuti, fa la sua comparsa la voce maschile, che si accompagna ad essi creando un climax ascendente che porta all'introduzione degli altri strumenti, tenuti sottotono per sottolineare la drammaticità del brano e le sue peculiarità prevalentemente melodiche. In particolare, ho trovato ispirato e particolarmente adatto il solo di chitarra, che riesce ad introdurre la parte finale del brano senza appesantirlo.
L'ultimo brano, introdotto da una voce effettata decisamente più comune nell'ambiente musicale elettronico, ritorna ai toni dei primi tre brani, sviluppando tuttavia melodie maggiormente accattivanti per quanto riguarda la voce maschile, che qui risulta più presente che in qualsiasi altro brano. Ho adorato la parte centrale del brano, che si rivela essere una vera e propria cavalcata veloce guidata da tastiere imponenti e drammatiche, mentre il ritornello si sviluppa su melodie non troppo forzatamente spinte; il brano si conclude con un’inquietante risata, che rispecchia senza dubbio il titolo del brano: Merciless Game.

Dunque, un EP che si caratterizza decisamente per un'ottima produzione, segnata, nel contempo, da una vena compositiva che si rivela piacevolmente intensa. Inoltre, si lascia ascoltare tutto d'un fiato grazie, senza dubbio, anche alla velocità piuttosto sostenuta di quattro dei cinque brani, accompagnati però da una vena melodica consistente.
Mi sento, in questo caso, di consigliare alla band una maggior diversificazione per quanto riguarda la parte strumentale dei brani, che risulta a volte un po' troppo spedita, lasciando all'ascoltatore davvero troppo pochi momenti per riprendere fiato; inoltre, un utilizzo più diversificato della voce femminile sarebbe ottimo in parti che si avvalgono di atmosfere maggiormente dolci e velate.
Ad ogni modo, The Spiders and the Butterfly si è rivelato un lavoro decisamente apprezzabile, soprattutto tenendo conto del fatto che questa è la prima vera e propria release della band: aspetterò con piacere il vostro prossimo lavoro!



VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
66 su 33 voti [ VOTA]
andrea
Giovedì 5 Aprile 2012, 23.43.03
1
sono contento per i ragazzi, questo debutto sta raccogliendo critiche positive un po' ovunque. li ho visti dal vivo la prima volta tempo fa quando ancora erano una cover band dei nightwish e devo dire che già allora si difendevano molto bene, nel senso che i concerti erano entusiasmanti e divertenti; ora auguro loro un sacco di fortuna con i loro pezzi!
INFORMAZIONI
2011
Revalve Records
Symphonic Metal
Tracklist
1. Temptation Flame
2. The Spiders and the Butterfly
3. When Darkness Falls
4. Forever Us
5. Merciless Game
Line Up
Cecilia Petrini (Vocals)
Stefano Sain (Vocals)
Lorenzo Pasutto (Guitar)
Davide Sportiello (Bass)
Alex Vescovi (Drums)
Daniele Girardelli (Keyboards)
 
RECENSIONI
83
75
ARTICOLI
19/01/2014
Intervista
SINHERESY
Diffondere l'eresia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]