Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ayreon
Electric Castle Live and Other Tales
Demo

Morningviews
You Are Not the Places You Live In
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

25/05/20
TILL DIE
Ruthless

25/05/20
SINISTER DOWNFALL
A Dark Shining Light

27/05/20
HELIKON
Myth & Legend

29/05/20
XIBALBA
Anos En Infierno

29/05/20
VIOLENT HAMMER
Riders of the Wasteland

29/05/20
OUR POND
Paraphernalia

29/05/20
GRAVE DIGGER
Fields Of Blood

29/05/20
SORCERER
Lamenting Of The Innocent

29/05/20
PALAYE ROYALE
The Bastards

29/05/20
BEHEMOTH
A Forest (EP)

CONCERTI

29/05/20
RAIN + GUESTS (ANNULLATO)
BLACK DEVILS SPRING PARTY - S. GIOVANNI IN PERSICETO (BO)

29/05/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
LEGEND CLUB - MILANO

30/05/20
MARK LANEGAN BAND (ANNULLATO)
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

09/06/20
PERIPHERY (ANNULLATO)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

10/06/20
IN.FEST
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO

12/06/20
SYSTEM OF A DOWN + KORN + GUESTS TBA (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

12/06/20
GUNS N` ROSES + GUESTS TBA (ANNULLATO)
FIRENZE ROCKS - VISARNO ARENA (FIRENZE)

13/06/20
AEROSMITH + GUESTS (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

16/06/20
STEEL PANTHER + THE WILD (SOSPESO)
ALCATRAZ - MILANO

16/06/20
DEATHLESS LEGACY
CRAZY BULL - GENOVA

Tesla - Psychotic Supper
( 4124 letture )
Grand Theft Auto, serie di videogiochi nata nel 1997, è caratterizzata da una colonna sonora composta di svariati brani, trasmessi durante il normale svolgimento del gioco da stazioni radio virtuali. Le emittenti radiofoniche, diverse fra loro secondo il genere musicale trattato, trasmettono esattamente come nella realtà: i programmi sono condotti da dj, in alcuni capitoli interpretati da artisti famosi come Axl Rose o Iggy Pop. Sulle frequenze di V-Rock, che trasmette heavy metal, glam, thrash e hard rock a manetta, troviamo i Tesla con la loro Comin' Atcha Live. Al netto di questa considerazione, facciamo un salto a ritroso, fino a giungere nel 1991. I Tesla vivono il loro periodo più florido dopo la pubblicazione dei primi due bellissimi album in studio. Il primo nel 1985, Mechanical Resonance, biglietto da visita hard rock, screziato di blues nel sound e di street nella produzione, il secondo del ‘89, The Great Radio Controversy, colmo di devastante hard rock compatto e verace. Queste le credenziali con cui la band di Sacramento propone il qui presente Psychotic Supper, terzo lavoro universale, autorevole, vigoroso!

Prodotto da Michael Barbiero, questo ellepì, dal risultato adulto, variopinto e risoluto, racchiude in se tutte le sfumature del genere, sfoggiando un prodotto di grande equilibrio. Un rock sfacciato alla prima traccia, Change in the Weather, fatto di chitarre lancinanti e voce grattugia-sensazioni, inseguito da Edison's Medicine segmento all’insegna del vero sentiero melodicamente arrapante, a sostegno di Nikola Tesla: il mito dell’energia a costo zero. Siamo alla terza track, Don't De-Rock Me, è un burnout da pestaduro, assoli che sembrano duelli all’arma bianca dalla lama incandescente, brividi dentro e fuori di chi ascolta: ragazzi che botta, pronto a ripartire ad ogni break con un flavour dinamitardo. Call It What You Want, song ruffiana come un tenero abbraccio caldo-morbido-colorato dalla voce raschiante e profonda di Jeff Keith piacerà, invece, molto alle signorine. In un viaggio di oltre 8 minuti brillano le sensazioni graffianti di Song and Emotions, ballad carica di pathos tormentoso. Non manca proprio nulla su questo CD, anche la schizzata, nevrotica e stradaiola di Time, si fa apprezzare che è un piacere. L’abbaiare di un cane sostituisce la campanella dell’intervallo, Government Personnel è solo la breve pausa che precede la seconda parte, nulla di più, mentre la celebrativa e sofferta Freedom Slaves, hard rock da manuale e trionfo delle emozioni, sguaina le armi tra le dita di questi cinque musicisti eccellenti; qualcuno dice che sia solo il pezzo che precede la vera ballad di questo Psychotic Supper. Sarà, ma a me sentire la batteria di Had Enough sbacchettare in modo consistente e richiamare l’attenzione della chitarre “me gusta mucho”! What You give: acustica e voce sono gli ingredienti di questa melodia intimamente coinvolgente, Stir It Up è anima blues succulenta, mentre Can't Stop si rivela un frammento bello scatenato, deciso e molto melodico. A chiudere questo favoloso lavoro arriva un pezzo dal sapore rhythm and blues, Toke About It, impreziosito dal suono dell’organo elettrico e dal sudore di una formazione che non si risparmia mai, in ogni solco.

Per il mercato giapponese il timing venne raffinato con tre tracce bonus con cover di Montrose, Jeff Beck e Jo Jo Gunne, tutte molto riuscite e ben delineate: Rock the Nation, I Ain't Superstitious e Run Run Run. Dopo il mitologico live acustico Five Man Acoustical Jam, primo live-album del genere che lanciò una vera e propria moda infettiva in tutto il panorama del rock duro, i californiani rispondono con una botta adrenalinica come questa, fatta di chitarre ad alto voltaggio, voci e cori da Oscar e una sezione ritmica sempre cementata e pesantissima. Un CD del genere va assolutamente riascoltato: vivete i primi anni novanta in chiave hard rock poco prima del rutilante avvento del grunge. In nome dei Tesla.



VOTO RECENSORE
88
VOTO LETTORI
70.48 su 35 voti [ VOTA]
Kiodo 74
Giovedì 14 Maggio 2020, 23.53.51
16
Stasera mia moglie ha scelto il disco della buonanotte che appassionatamente stiamo ascoltando insieme a letto..... Ma che bello che è Psychotic!! Lo avevo quasi dimenticato..... Ossequi!
Maurizio
Domenica 29 Marzo 2020, 10.38.50
15
Inchiodato a casa dalla pandemia, ho riscoperto un capolavoro assoluto.Se non fosse che questa band ne ha sfornati almeno altri tre...
Maurizio
Domenica 29 Marzo 2020, 10.38.41
14
Inchiodato a casa dalla pandemia, ho riscoperto un capolavoro assoluto.Se non fosse che questa band ne ha sfornati almeno altri tre...
Mic
Sabato 16 Febbraio 2019, 19.08.54
13
Riascoltato oggi . Per me il loro vero capolavoro.
Shadowplay72
Domenica 26 Novembre 2017, 2.57.12
12
I primi 3 cd dei tesla insieme a fine man acoustical jam autentici capolavori!
Rob Fleming
Sabato 13 Febbraio 2016, 15.59.45
11
Change in the Weather e Don't rock me (eccezionale per violenza, velocità e perizia tecnica) i brani migliori in un album veramente bello.
Andrew Lloyd
Domenica 27 Luglio 2014, 11.47.07
10
Il Grunge fu principalmente uno stato mentale. L'hard rock di qualità c'era eccome. Non ne parlavano le riviste e la tv, tutto qui. Slave to the Grind, No More Tears, FUCK, The Razor Edge, User Your Illusion uscirono tutti nel 1991 insieme a questo fantastico Psychotic Supper l'album più maturo della band che rispetto ai primi due, e al totale "Five Man" perde solo (appena) in spontaneità ( ma fu comprensibile).
patrik
Lunedì 17 Marzo 2014, 23.48.32
9
assieme ai vain una delle migliori band anni 80 , quantomeno tra le piu originali
fabio II
Mercoledì 2 Maggio 2012, 14.11.21
8
Grandissima band. Detto questo il debutto per me rimane il migliore. Per un motivo molto semplice: nell'85 l'heavy metal toccò l'apice in fatto di forme chic con Dokken e Ratt in primis, dopodichè spettò proprio a 'M.R.', che da esso attingeva, riportare l'hard rock Usa verso qualcosa di più 'real', anche nel look; un attimo prima dell'invasione street, cioè la metamorfosi completa; da Bel Air ai bassifondi metropolitani. La differenza tra 'M.R.' e gli altri, tutti ottimi come questo 'P.S.', è proprio tutta li, 'M.R.' rimane uno stadio intermedio molto importante nella musica heavy californiana, mentre i successori spostano il tiro sulla tradizione hard '70, tant'è che se rivolgiamo lo sguardo ai '70 troviamo tanti 'P.S.' in formula originale. (...e infatti apprendo ora dal buon Frank che nella versione Japan ci sono cover di Beck e Montrose )
LORIN
Mercoledì 2 Maggio 2012, 8.34.50
7
A me la musica dei Tesla e' sempre piaciuta,fin dal loro esordio,i loro album sono assolutamente da avere. Mi piace molto anche la recensione.
PcKid
Lunedì 30 Aprile 2012, 12.22.08
6
I Tesla mi emozionano come pochi, e forse non ho nemmeno io capito il perchè. Ottima la citazione di GTA!
Elluis
Domenica 29 Aprile 2012, 12.15.05
5
Lo considero il miglior album dei Tesla, anche se Five Man.... e Into The Now gli siano quasi a pari: appena sotto questi tre ci metto The Great Radio Controversy e Forever More. I Tesla sono una band fenomenale, e questo Psychotic... è la consacrazione del loro immenso talento: al Gods del 2009 a Monza mi hanno emozionato come non mi succedeva davvero da tanto con una band. Una cosa che non è stata detta nella rece è che Song & Emotion è dedicata a Steve Clark, chitarrista dei Def Leppard morto pochi mesi prima.
Argo
Domenica 29 Aprile 2012, 1.21.47
4
CD che comprai "in diretta", a suo tempo. Mi fece conoscere i Tesla, fortunatamente! Poco da dire riguardo questo album: assolutamente da avere, figlio del suo tempo, in un periodo di grandi cambiamenti per il rock... bellissimi ricordi...
NoRemorse
Domenica 29 Aprile 2012, 1.01.03
3
Mi è piaciuta un sacco l'introduzione della recensione...io i tesla li ho proprio conosciuti grazie a GTA...andare in giro per vice city con Comin Atcha Live in sottofondo era uno sballo incredibile (per non parlare di tutta la scaletta compresa in V-rock, I wanna rock, you've got another thing comin, peace sells, raining blood, bark at the moon, 2 minutes to midnight...che orgasmo...)...io dovevo avere quella canzone e mi sono andato a ordinare proprio mechanical resonance...è nato l'amore, da allora i tesla li ho sempre adorati e quando ho scoperto song and emotion è stato il colpo finale...crollato sul pavimento, sconvolto dalle note perfette di quella canzone ancora ringrazio di essere stato un nerd che andava in giro ad ammazzare gente con uno scooter con la radio rock senza però sapere nuotare.
Puk
Sabato 28 Aprile 2012, 14.39.09
2
SUPERBE!!!!
Lizard
Sabato 28 Aprile 2012, 11.26.29
1
Disco a dir poco clamoroso che completa una trilogia da urlo in studio e quattro album da leggenda considerando Five Man Acoustical Jam... Band stratosferica che si è purtroppo un po' persa con l'abbandono di Skeoch. Un vero peccato, perché qua brillano come stelle di rara intensità.
INFORMAZIONI
1991
Geffen Records
Hard Rock
Tracklist
1. Change in the Weather
2. Edison's Medicine
3. Don't De-Rock Me
4. Call It What You Want
5. Song & Emotion
6. Time
7. Government Personnel
8. Freedom Slaves
9. Had Enough
10. What You Give
11. Stir It Up
12. Can't Stop
13. Toke About It
Line Up
Jeff Keith (Voce)
Frank Hannon (Chitarra)
Tommy Skeoch (Chitarra)
Brian Wheat (Basso)
Troy Luccketta (Batteria)
 
RECENSIONI
68
81
77
75
80
88
87
89
88
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]