Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Phil Campbell
Old Lions Still Roar
Demo

Pinewalker
Migration
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

25/11/19
INFERITVM
The Grimoires

25/11/19
NOCTURNAL DEPRESSION
Tides of Despair

27/11/19
EGOSYSTEMA
Distance

28/11/19
DISHARMONY
Messe de Minuit

28/11/19
BLOOMING CARRIONS
Sisters in Blooming Flesh

29/11/19
CORONATUS
The Eminence of Nature

29/11/19
MOLLY HATCHET
Battleground

29/11/19
SUN OF THE DYING
The Earth Is Silent

29/11/19
MISERY LOVES CO.
Zero

29/11/19
ÖXXÖ XÖÖX
Ÿ

CONCERTI

23/11/19
EARTH
TPO - BOLOGNA

23/11/19
HELLUCINATION + JUMPSCARE
PHOENIX FEST - FORMIA (LT)

23/11/19
HEIDEVOLK + GUESTS
REVOLVER - SAN DONÀ DI PIAVE (VE)

23/11/19
STRANA OFFICINA
THE FACTORY - CASTEL D'AZZANO (VR)

23/11/19
GESCHLECHT + GUESTS
HT FACTORY - SEREGNO (MB)

23/11/19
MORTUARY DRAPE + GUESTS
CIRCOLO SVOLTA - ROZZANO (MI)

23/11/19
NEID + GUESTS
LIBERA OFFICINA - MODENA

23/11/19
THE END AT THE BEGINNING + GUESTS
DEDOLOR MUSIC HEADQUARTER - ROVELLASCA (CO)

24/11/19
GRETA VAN FLEET
ALCATRAZ - MILANO

24/11/19
HEIDEVOLK + GUESTS
TRAFFIC LIVE CLUB - ROMA

Death SS - Heavy Demons
( 6355 letture )
I Death SS sono una delle band più significative dello scarno panorama heavy italiano, in particolare per aver saputo ricercare uno stile personalizzato, conosciuto come horror metal, che li identifica chiaramente a differenza di tanti altri gruppi che, seppur validi, finiscono per essere associati inevitabilmente alle storiche formazioni angloamericane. L’horror metal trova la sua migliore espressione nell’album Black Mass, rilasciato nel 1989 e giudicato da molti il più significativo della loro discografia. La caratteristica peculiare è quella di trattare tematiche sataniche, esoteriche e far riferimento esplicitamente alla filmografia dell’orrore; sotto il profilo squisitamente musicale, un’efficace e dirompente matrice heavy si mischia abilmente ad atmosfere tenebrose e goticheggianti, che in sede live sono accompagnate da una coreografia teatrale davvero suggestiva.

Il platter che due anni dopo segue cronologicamente Black Mass si intitola Heavy Demons e presenta una line up totalmente diversa, con la sola eccezione del carismatico singer Steve Sylvester. Si tratta sostanzialmente del primo full lenght con pezzi nuovi, salvo Inquisitor che era già inclusa nell’EP del 1983 Evil Metal -all’epoca il cantante era Sanctis Ghoram- e nuovamente registrata, per l’appunto, nel 1991. Il songwriting è per certi versi una sorpresa perché viene privilegiata nettamente la componente heavy rispetto all’horror metal -presente, comunque, nell’inquietante opener Walpurgisnacht, con l’attore Oliver Reed nella veste di narratore, nell'angosciante Lilith e nella strumentale Sorcerous Valley (Back to the Real)- rendendolo in un certo qual modo convenzionale, sebbene le composizioni siano di assoluto livello artistico. Caratteristiche anche le tastiere, assicurate tra l’altro anche da Andy Panigada dei Bulldozer e ottimo il lavoro alla sei corde del duo Jason Minelli/Al Priest specie per i meravigliosi riff.

Where Have You Gone? presenta un refrain azzeccato e pone subito in evidenza la nuova direzione intrapresa dalla band; si tratta di una track ben congeniata -mirabile la doppia cassa di Ross Lukather-, tra le migliori dei Death SS, che vira su un canonico heavy, così come il potente mid tempo della title track -meno brillante, tuttavia, a causa di un ritornello stavolta troppo scontato. Efficace la vena malinconica di Family Vault (la chitarra acustica è suonata da Andy Fois dei Sabotage, già nei Death SS con lo pseudonimo Kurt Templar), mentre Lilith colpisce per la potenza delle chitarre che sfornano riff pesanti come macigni; convincente l’apertura affidata al basso di Andy Barrington e magistrale il vocalism di Steve Sylvester -da ricordare che durante le esibizioni dal vivo compariva nelle vesti della protagonista della canzone Alessandra Simeone. La dirompente Peace of Mind fa permanere il full lenght a livelli altissimi e il triste ed umbratile incedere di Way to Power pone in risalto un’avvolgente chitarra acustica. Baphomet è un altro capolavoro, con tanto di coro in latino e con sugli scudi il drumming devastante di Ross Lukather e i cori assicurati dallo special guest Morby (Sabotage/Divine). La rivisitazione di Inquisitor è eccellente grazie all’ugola aggressiva di Steve Sylvester e alle pregevoli parti di chitarra. Templar's Revenge permane nell’heavy metal più ortodosso e All Soul's Day ha contorni lievemente più orientati al doom.

Consiglierei agli appassionati la versione rimasterizzata per l’ottima cover di Death Walks Behind You degli Atomic Rooster e per Thrill Seeker con l’organo protagonista a disegnare un’atmosfera medievale e intrigante. In definitiva un gran bel disco, con un Steve Sylvester in perfetta forma e una produzione, purtroppo, non egregia, che negli anni è rimasto nel cuore dei fan italiani e non solo. Lo giudico leggermente inferiore all’illustre predecessore solo perché meno innovativo.
I Death SS muteranno in futuro il loro sound, virando sull’elettronica e non raggiungendo più le vette dei due inimitabili masterpiece Black Mass e Heavy Demons: se non li conoscete… procurateveli!



VOTO RECENSORE
83
VOTO LETTORI
92.6 su 70 voti [ VOTA]
Andy
Lunedì 3 Settembre 2018, 22.27.59
47
Una delle piu' grandi band heavy horror italiane!!!....questo album fu uno dei migliori degli anni '90!!!...ogni brano aveva un suo motivo di esistere!
Rob Fleming
Martedì 31 Ottobre 2017, 19.41.45
46
È Il trillo del diavolo. All'epoca particolarmente in voga grazie a Dylan Dog
klostridiumtetani
Martedì 31 Ottobre 2017, 19.10.38
45
@Daimon , a me sembra che assomigli al "Trillo del Diavolo" , però "rivisitato" e accelerato.
MANNAGGIACRISTO
Martedì 31 Ottobre 2017, 18.51.36
44
Santa Valpurga save us from evile! Santa Valpurga pray for our soul!
Daimon
Martedì 17 Ottobre 2017, 12.10.28
43
Salve a tutti, ho bisogno di un aiuto in merito all'ultima bonus track (Thrill Seeker). Il brano inizia con una composizione da un flauto (o strumento a fiato simile) e un clavicembalo. Mi sembra che la parte in questione sia un brano di musica classica che ho sentito altre volte. Qualcuno saprebbe dirmi di cosa si tratta? Grazie mille in anticipo per l'eventuale risposta.
Kekko
Mercoledì 20 Luglio 2016, 16.29.19
42
Album da orgasm! ciao!
Arrraya
Sabato 26 Marzo 2016, 23.33.38
41
Ma è vera la storia che Jason Minelli è ora un testimone di Geova? ho letto delle cose a riguardo da qualche parte
Rob Fleming
Domenica 17 Gennaio 2016, 17.29.59
40
L'HM non solo tricolore passa anche da qua
mario
Lunedì 26 Ottobre 2015, 21.02.36
39
Concordo con Alessandro , capolavoro dalla devastante bellezza, un irresistibile horror heavy metal.Per mio gusto personale dopo King Diamond per le mie orecchie ci sono solo loro.Grande Steve, grande tutta la band, il mio preferito insieme a Black Mass.Per me insieme a Black Mass e a in Death of Steve Silvestre 3 pezzi di storia del metal non solo a livello nazionale ma mondiale.Da ascoltare obbligatoriamente anche il periodo iniziale con Chain.Questo e' un disco Superlativo.95.
Alessandro Piria
Lunedì 26 Ottobre 2015, 19.24.55
38
Autentico capolavoro dalla devastante bellezza e potenza, del metal degli anni 90, purtroppo mai più bissato dai nostri Death SS(o Sylvesters Death se preferite)...!..Voto:95
Blackie Lawless
Giovedì 27 Febbraio 2014, 18.14.02
37
Ho preso questo disco domenica...Veramente figo....! Heavy classico oscuro che ricorda molto cose come l'omonimo degli Angelwitch...! Adesso voglio recuperarne altri! Pur conoscendo questa band di fama non mi sono mai messo ad ascoltarli come si deve...VOto 90 per me! PS: Sapevo della storia della sfiga!La trovo davvero assurda, soprattutto se a formulare questo giudizio sono ascoltatori di metal...! Mah... :-/
AL
Giovedì 30 Maggio 2013, 14.25.41
36
buon disco ma li preferisco più oscuri.. qui ci sono dei richiami al power metal e la cosa mi piace poco.. voto 85
Metal Maniac
Mercoledì 23 Gennaio 2013, 15.21.27
35
i death SS portano sfiga? discorsi da ispettore coliandro...
Daniele
Mercoledì 23 Gennaio 2013, 13.59.22
34
Uno dei meno riusciti della band, banale, classicheggiante e noioso. Pochi pezzi buoni, ma "Walpurgisnacht" e "Baphomet" sono ottime.
il vichingo
Domenica 26 Agosto 2012, 13.16.45
33
I Death SS potano sfortuna? Leggende metropolitane....
Radamanthis
Domenica 26 Agosto 2012, 13.11.36
32
Io credo porti più sfiga Marco Masini...il metal non porta sfiga, solo il favore degli dei!
Sambalzalzal
Domenica 26 Agosto 2012, 13.10.49
31
mahhh a portare sfiga la portano... però come band per ciò che hanno fatto rimangono una delle pietre miliari di casa nostra... cmq so che la sfiga è legata a gente che li ascolta in pubblico o che tenta di venderne i cd...
freedom
Domenica 26 Agosto 2012, 13.03.51
30
Ma allora non l'ho sentita solo io sta cosa che portano sfiga...giuro che qui conosco un sacco di gente che non li ascolta solo per questo motivo, assurdo. A me non sono mai piaciuti particolarmente, quindi non penso che correrò il rischio di sentire i loro dischi per intero.
Sambalzalzal
Domenica 26 Agosto 2012, 12.55.26
29
Soprattutto Al Ba No@ (Romina dò stà!?!?!?) sono più conosciuti all'estero e seguiti come cult band che in Italia!!!
Al Ba No
Domenica 26 Agosto 2012, 12.38.13
28
Se fossero nati in qualsiasi altra parte del mondo sarebbero una delle band più importanti della storia del napoli, ma sono nati in italia.
nerchiopiteco
Venerdì 13 Luglio 2012, 18.29.54
27
brainfucker: non si scherza su ste cose quando si parla dei Death SS, c'è gente che preferirebbe vedere un esercito di gatti neri per strada
brainfucker
Venerdì 13 Luglio 2012, 18.27.48
26
numero visualizzazioni nel momento in cui ho aperto la rece:666.grandissimi death ss
Fulvio
Giovedì 12 Luglio 2012, 13.55.37
25
io mi tocco..
hm is the law
Martedì 10 Luglio 2012, 12.04.40
24
I pareri come all'epoca in cui uscì sono discordanti, il tempo passa ma non è cambiato niente! Concordo totalmente con Piggod!
piggod
Martedì 10 Luglio 2012, 11.45.51
23
Inferiore ai due lavori precedenti (per non parlare del periodo con Paul Chain del quale però non si hanno registrazioni che rendano giustizia ai pezzi), rimane comunque un buon lavoro. Si sente che Steve Sylvester è rimasto influenzato dalla scena power, pertanto ne risente un pò quella atmosfera malsana che pregnava i suoi predecessori a favore di un sound più leggero.
ODINO
Lunedì 9 Luglio 2012, 18.58.40
22
Si, il voto 83 x questo capolavoro è un pò risicato; credo che il 90 lo raggiunga!
virginsteele77
Lunedì 9 Luglio 2012, 18.53.32
21
Solo 83??? Ok non è un brutto voto, ma è uno dei capisaldi dell'heavy metal italiano... Erano molto "avanti", molti hanno copiato da loro... E poi non si sono mai ripetuti nei loro dischi, magari non tutti capolavori ma sempre di qualità. Valutazione affettiva:100, valutazione oggettiva: 95
Tizi1970
Lunedì 9 Luglio 2012, 12.28.31
20
Heavy Demons è un gran bel disco e contiene alcuni dei pezzi migliori dei Death SS, anche se, personalmente, gli preferisco Black Mass. Io sono uno di quelli legati ai Death SS più horror ed oscuri e che ha consumato anche il cd con i loro vecchi pezzi (The story of Death SS 1977/84) Se la direzione musicale intrapresa con Heavy Demons, fosse stata mantenuta, penso che oggi avrei tutta la loro discografia. Li ho persi di vista da quando sono diventati un pò troppo acidi ed elettronici per i miei gusti.
Nightblast
Lunedì 9 Luglio 2012, 10.09.41
19
Ragazzi, dopo questo disco i Death SS hanno pubblicato quella meraviglia di Do What thou wilt...Non scherziamo...Dopo DWTW hanno un pò perso la bussola purtroppo...
ENRI SIXX
Lunedì 9 Luglio 2012, 9.06.25
18
VOTO 100 PIENO
ENRI SIXX
Lunedì 9 Luglio 2012, 9.04.31
17
GRANDISSIMO DISCO , VERAMENTE BELLO E BEN SUONATO, DOPO QUESTO I DEATH SS SONO FINITI PURTROPPO , SPERIAMO NEL FUTURO
Sambalzalzal
Domenica 8 Luglio 2012, 20.00.50
16
Hab666@ hai veramente ragione! Questo dei DSS è il mio preferito ma dal primo all'ultimo album non riesco a trovare nessuna pecca. Qui in Italia passano inosservati ma fuori hanno un grande seguito! p.s. hai visto il film horror dove Steve fa il prete!?!?!?!?!?!? EATERS!
Hab666
Domenica 8 Luglio 2012, 17.53.50
15
In fatto di musica estrema noi italiani siamo esterofili, non ci piove, ma spesso non è solo colpa di noi fan, ma anche delle band nostrane...e i Death SS lo dimostrano. Hanno cominciato a suonare Heavy in tempi non sospetti, per di più con tematiche esoteriche/horror/blasfeme ma, han sempre ricevuto consensi sia dai fan che dalla critica. Ci fossero (state) più band come loro, non saremmo così esterofili. Grande album e grande carriera. Anche gli ultimi album, che ai puristi potranno non piacere, sono ottimi lavori sia dal punto di vista compositivo che realizzativo (registrazione, design, packaging ecc...). Voto 87.
Nightblast
Domenica 8 Luglio 2012, 14.36.43
14
Il disco che mi ha fatto conoscere i Death SS...da lì in avanti è stato amore puro...che band meravigliosa...Spero di cuore che si riformino al più presto...Steve mi sentiiiiiii???
LORIN
Sabato 7 Luglio 2012, 15.58.38
13
Mi sono sempre piaciuti i Death SS e questo disco lo adoro. Anche il mio voto è piu' alto: 90.
Pirox
Sabato 7 Luglio 2012, 15.45.52
12
Grazie per la recensione... la aspettavo da po'! Grandissimo disco!
murasaki
Sabato 7 Luglio 2012, 15.43.16
11
a sig genenerale a noi ussaf ci fa piple !!!
Gen. Mac Namara
Sabato 7 Luglio 2012, 15.34.25
10
"sig Murasaki firmate la resa o useremo le maniere forti! " dannati banzai....
Undercover
Sabato 7 Luglio 2012, 15.22.57
9
Già qui non mi piacevano più di tanto, mancava qualcosa rispetto agli album passati pur essendo un disco ancora di tutto rispetto. Steve e soci sono storia della nostra musica e poi lui lo ricordo come una persona affabile.
murasaki
Sabato 7 Luglio 2012, 15.21.17
8
pule noi li conosciamo ! blavissima band !
ODINO
Sabato 7 Luglio 2012, 15.17.05
7
Grande disco made in italy...mò non li fanno mica più album del genere! Contiene capolavori, su tutti Where have you gone? Stupenda, la migliore!
nerchiopiteco
Sabato 7 Luglio 2012, 12.07.02
6
Porteranno pure sfiga ma ad avercene gruppi così in Italia...questa è la maturazione e Baphomet è stupenda, però il primo non si batte
MetalBert
Sabato 7 Luglio 2012, 12.05.04
5
Solo Baphomet vale l'acquisto! Un disco capolavoro! Grande Jason Minelli!
BILLOROCK fci.
Sabato 7 Luglio 2012, 11.17.03
4
non conosco molto bene questa band, penso che mi ascolterò qualcosa sul tubo !!
il vichingo
Sabato 7 Luglio 2012, 10.59.45
3
Concordo con Rada. Anche per me si tratta dell'apice dei Death SS, un capolavoro che ogni appassionato di Heavy metal deve avere. Voto 90/100
Radamanthis
Sabato 7 Luglio 2012, 10.57.10
2
Favoloso,il mio preferito dei DeathSS, contiene i brani migliori senza dubbio! Ricordo ancora quella povera cassetta usata e strausata...per fortuna poi mi presi il cd...non credo funzioni più...evo averla ancora in giro da qualche parte col nastro un pò andato...Voto 95
lux chaos
Sabato 7 Luglio 2012, 10.52.07
1
Storico, bellissima questa virata heavy, qui dentro ci sono tra i pezzi che preferisco maggiormente di questo gruppo. Che tempi...
INFORMAZIONI
1991
Contempo Records
Heavy
Tracklist
1. Walpurgisnacht
2. Where Have You Gone?
3. Heavy Demons
4. Family Vault
5. Lilith
6. Peace of Mind
7. Way to Power
8. Baphomet
9. Inquisitor
10. Templar's Revenge
11. All Soul's Day
12. Sorcerous Valley (Back to the Real)
13. Death Walks Behind You *
14. Where Have You Gone? (remix) *
15. Horrible Eyes (live) *
16. Thrill Seeker *

* Bonus Track
Line Up
Steve Sylvester “The Vampire” (Voce)
Jason Minelli “The Death” (Chitarra)
Al Priest “The Zombie” (Chitarra)
Andy Barrington “The Mummy” (Basso)
Ross Lukather “The Werewolf” (Batteria)
 
RECENSIONI
78
77
80
81
85
80
83
88
77
75
ARTICOLI
08/09/2018
Intervista
DEATH SS
Rock contro la stupidità
21/01/2014
Intervista
DEATH SS
Un horrorgiastico teatro musicale
28/10/2013
Live Report
DEATH SS
Orion Live, Ciampino (RM), 25/10/2013
02/06/2013
Intervista
DEATH SS
La magia della vita, parla Steve Sylvester
16/12/2006
Intervista
DEATH SS
Parla Steve Sylvester
26/11/2006
Articolo
DEATH SS
La biografia
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]