Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Falconer
From a Dying Ember
Demo

Chaosaint
In the Name of
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

13/07/20
AGONY FACE
IV Time Totems

14/07/20
INISANS/SEPULCHRAL FROST
Death Fire Darkness

15/07/20
EISENKULT
...gedenken wir der Finsternis

15/07/20
THE FUNERAL ORCHESTRA
Negative Evocation Rites

16/07/20
NOCTEM AETERNUS
Landscape of Discord

17/07/20
KANSAS
The Absence of Presence (Nuova data)

17/07/20
THYRANT
Katabasis

17/07/20
WORSHIP
Tunnels

17/07/20
SERENE DARK
Enantiodromia

17/07/20
ZOMBI
2020

CONCERTI

13/07/20
KISS (SOSPESO)
ARENA - VERONA

17/07/20
GIACOMO VOLI + EMPATHICA
THE FACTORY - S. MARTINO BUON ALBERGO (VR)

23/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

24/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

25/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

26/07/20
INSUBRIA FESTIVAL
PARCO GHIOTTI - MARCALLO CON CASONE (MI)

29/07/20
DROPKICK MURPHYS
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

Ramones - Road to Ruin
( 3795 letture )
I Ramones sono uno di quei gruppi che senza mezze misure o si amano o si odiano. Senza voler entrare in discorsi scioccamente estremisti, basta dire che i padri del punk non sono certo un gruppo che si può ascoltare come tanti altri. O si adora la loro attitudine, la loro grinta corrosiva, la loro musica grezza, non levigata, oppure difficilmente si potranno apprezzare come band. Io, lo dico senza vergogna, appartengo a questa seconda schiera, ma il mio non è snobbismo da progster incallito, bensì una semplice propensione per farsi piacere tutto ciò che è complesso, ricco, anche sovrabbondante. Salterei a pié pari il pistolotto sulla natura e storia del punk - se state leggendo questa recensione la conoscete già - per parlarvi del quarto genito in casa Ramone: Road to Ruin, disco del 1978 uscito per conto della Sire Records.

Il disco in questione cambiò - e non poco - il tiro della band, fino a quel momento di successo dal punto di vista dei concerti, ma ancora estranea ai grandi numeri e alle classifiche. Alla base di Road to Ruin c’è soprattutto questa voglia di avere un riscontro come numero di vendite, operazione che non riuscì. Il risultato fu invece opposto, cioè quello di infastidire i fan più oltranzisti, nauseati dalle aperture melodiche e acustiche del disco. Ma prima di snocciolare l’album, bisogna ricordare che dopo l’abbandono di Tommy Ramone fu ingaggiato Markie Ramone (al secolo Marc Steven Bell che resterà il batterista della band - escluso qualche anno a metà anni 80 - fino al 1996, anno in cui la band si sciolse.) Oggettivamente, per qualche pezzo più soft, sembra quasi di aver sbagliato ad inserire cd nello stereo: in effetti, Don’t Come Close, Needles & Pins (una cover), Questioningly poco c’entrano con la furia scanzonata che ha reso celebre la band. È pur vero che rientrano in un percorso artistico di maturazione e di crescita, difficile definirlo sperimentazione, che anche in una band come i Ramones, per quanto a piccole dosi, c’è stato. Il resto del disco alterna bordate di punk rock di buona se non ottima fattura, ne sono un esempio le apripista: I Just Want To Have Something to Do, la più veloce I Wanted Everything. Davvero ottime I’m Against It (il testo esprime perfettamente la filosofia della band) e I Wanna Be Sedated, altro manifesto della band (geniale la sequenza di pe pe pe di Joey Ramone in coda al pezzo). Il disco continua positivamente con She’s the One, Bad Brain e si chiude positivamente con It’s A Long Way Back.

C’è davvero poco altro da aggiungere. Come detto in testa, i Ramones non si possono ascoltare per “piacere”; loro o si amano o si odiano, senza tentennamenti. Il disco, se pur non il più puro e carico della linfa vitale della band, si fa comunque piacere con diverse frecce al suo arco. Da avere assolutamente per i fan, a tutto il resto di voi consiglio di partire da un altro disco.



VOTO RECENSORE
72
VOTO LETTORI
91 su 14 voti [ VOTA]
Sambalzalzal
Venerdì 31 Agosto 2012, 8.47.48
8
Per quello che mi riguarda, ma non dovrebbe essere così solo per me, i Ramones non si possono odiare!!!
Luxifer
Venerdì 31 Agosto 2012, 1.52.48
7
Mi viene in mente il mio periodo punk di qualche anno fa... quanti ricordi!
L'Antipatico
Lunedì 20 Agosto 2012, 22.01.48
6
drmetallo sei un grande!!! io sono con te!!! abbattetelo!!! billorock, il tuo inno è: "You MUST Be Sedated"!!! rigorosamente all'imperativo!!!
drmetallo
Lunedì 20 Agosto 2012, 21.56.16
5
SEDATELO!!! (riferito ovviamente a billorock che spara post a destra e a manca come se sti cd li avesse ascoltati tutti........di ogni tipo). Si, I wanna be sedated è il tuo inno, billo
LORIN
Lunedì 6 Agosto 2012, 18.42.43
4
Io mi ricordo come se fosse ora quando sentii per la prima volta I wanna be sedated. Mi precipitai al negozio di dischi e comprai la loro intera discografia (era il 1979). Grandissimi Ramones...anch'io voto 75
BILLOROCK Fci.
Lunedì 6 Agosto 2012, 10.52.47
3
i wanna be sedated, un inno punk!! Grandi Ramones... voto 75
csi70
Domenica 5 Agosto 2012, 23.32.20
2
@mrFreddy allora lascia perdere.. era quel periodo a non essere scialbo.. e loro men che meno
MrFreddy
Domenica 5 Agosto 2012, 20.56.42
1
Sentita una canzone, sentite tutte. Non mi hanno mai detto nulla, ho un'idea di punk molto differente, per quanto riconosca la grande importanza dei Ramones. Questo disco lo trovo scialbo, noioso e soprattutto molto ripetitivo. Tuttavia non mi sento di dare una valutazione
INFORMAZIONI
1978
Sire Records
Punk
Tracklist
01. I Just Want to Have Something to Do
02. I Wanted Everything
03. Don't Come Close
04. I Don't Want You
05. Needles and Pins
06. I'm Against It
07. I Wanna Be Sedated
08. Go Mental
09. Questioningly
10. She's the One
11. Bad Brain
12. It's a Long Way Back
Line Up
Joey Ramone (Voce)
Johnny Ramone (Chitarra)
Dee Dee Ramone (Basso, Voce d'accompagnamento)
Marky Ramone (Batteria)
 
RECENSIONI
84
72
82
83
92
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]