Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Caligula’s Horse
Rise Radiant
Demo

Black Pestilence
Hail the Flesh
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

05/06/20
THE GHOST INSIDE
The Ghost Inside

05/06/20
HANGING GARDEN
Against the Dying of the Light

05/06/20
BLIGHT
Temple Of Wounds

05/06/20
CURRENTS
The Way it Ends

05/06/20
16
Dream Squasher

05/06/20
FROST*
Others

05/06/20
GRUESOME/EXHUMED
Twisted Horror (split)

05/06/20
HAKEN
Virus

05/06/20
NANOWAR OF STEEL
Sodali Do It Better

05/06/20
-(16)-
Dream Squasher

CONCERTI

09/06/20
PERIPHERY (ANNULLATO)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

10/06/20
IN.FEST
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO

12/06/20
SYSTEM OF A DOWN + KORN + GUESTS TBA (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

12/06/20
GUNS N` ROSES + GUESTS TBA (ANNULLATO)
FIRENZE ROCKS - VISARNO ARENA (FIRENZE)

13/06/20
AEROSMITH + GUESTS (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

16/06/20
STEEL PANTHER + THE WILD (SOSPESO)
ALCATRAZ - MILANO

16/06/20
DEATHLESS LEGACY
CRAZY BULL - GENOVA

17/06/20
SOCIAL DISTORTION + GUEST TBA
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

18/06/20
GLORYHAMMER
ALPEN FLAIR - BOLZANO

21/06/20
INFECTED RAIN + ANKOR + TBA
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

Jethro Tull - Aqualung
( 12654 letture )
Ci sono dischi ormai molto lontani nel tempo, ed appartenenti a generi che a lungo sono stati dimenticati, che forse ai più giovani possono dire poco, ma visto il tipo di sezione che curo, credo di dover fare, nel mio piccolo, anche opera di divulgazione e cominciare ad inserire qualcosa che può servire a spiegare come e perché si è giunti ai nostri giorni. Di questi tempi si assiste ad un fiorire di band che si rifanno ad atmosfere classicheggianti e prog che presero le mosse sul finire degli anni '60, e che produssero delle band di altissimo livello tecnico e compositivo come i Jethro Tull; ma andiamo ad Aqualung.

La cover del disco è una delle più famose della storia del rock, ed il barbone che vi è raffigurato seguirà sempre l’immagine pubblica di Anderson. La musica è una mistura di hard rock, blues, folk celtico, e “aperture” tipiche del prog dei 70's, meno immediate però di quelle dei Genesis, per fare un nome che tutti conoscono, e con un utilizzo della ritmica molto personale. Si apre con la title-track, ed è già chiara la vena compositiva della band. Tanti cambi e testo che parla della solitudine di Aqualung (respiratore, dal suono del respiro affannato dei barboni); poi Cross-Eyed Mary, uno dei pezzi più acclamati dal vivo, con l’istrionico Anderson sempre sugli scudi con il suo flauto a tessere la storia di Mary che va coi ricchi e da ai poveri. I successivi tre pezzi si reggono alla grande su chitarra acustica, flauto e violini, e sulla voce nasale di Ian, oltre che su una ritmica di grande effetto. Up To Me sembra descrivere atmosfere medioevali, ma il testo si riferisce alla società proletaria del tempo; ancora chitarra e flauto a farla da padroni.

Il lato B comincia col brano più importante del lavoro, per me tra i primi dieci degli anni '70. My God è infatti un capolavoro che contiene tutto quello che i Jethro Tull potevano dare, ossia una architettura musicale completa e varia (dall’HR alla musica medioevale) ed una tessitura ritmica complessa e coinvolgente più di quanto si immagini ai primi ascolti, da sezionare nota per nota. Opportuno il successivo rock semplice di Hymn 43, utile per rifiatare prima delle atmosfere rarefatte di Slipstream.
Vero Hard Rock per Locomitive Breath, anthem live che consentiva ad Anderson di sfogare tutta la sua classe on stage tra canto, flauto e movenze tipiche delle sue esibizioni. Pianoforte e testo ancora contro l’uso strumentale della religione -tematica ricorrente- per Wind Up, che chiude degnamente il platter.

Un lavoro da avere assolutamente, al di là delle etichette di genere che oggi dilagano, di una band ancora attiva e che continua a fare buone cose, seppur in formazione molto rimaneggiata. Se vi capita qualche dvd con le loro esibizioni live anni '70 prendetelo subito; qualità garantita.



VOTO RECENSORE
93
VOTO LETTORI
83.12 su 144 voti [ VOTA]
Rasta
Lunedì 2 Dicembre 2019, 14.11.29
29
Dimenticavo quello che poi è il sunto del discorso: la vera genialità di Aqualung, secondo me, sta proprio nell'essere riusciti a rendere un genere tutt'altro che immediato come il Progressive Rock, accessibile anche agli ascoltatori comuni ed ai normaloidi. Quante persone non sanno una cippa di Rock e dintorni, xò dicono che gli piace Aqualung? Personalmente ne ho conosciute a dozzine. Quando riesci a trasmettere il tuo messaggio a livello universale, senza xò tradire il tuo valore di fondo, il credo che fino lì ti aveva caratterizzato, lì sta il colpaccio.
Fabio Rasta
Domenica 1 Dicembre 2019, 15.34.37
28
Forse complice l'indovinato riff iniziale di MARTIN BARRE, Aqualung è un LP che ha mietuto molte vittime anche fra gli accaniti dell'Hard'n'Heavy. Ma è tutto il disco che è, e rimarrà x sempre, un vero Capolavoro. Famoso a cominciare dalla copertina, una volta tanto la fama è + che meritata. Il certosino IAN ANDERSON, dirige la baracca e cura tutto il prodotto nei minimi particolari, ma senza perdere spontaneità ed immediatezza, pur uscendone con i requisiti di grande Musicista e sopraffino compositore; Almeno tra i Rockers. Su My God poi, ci delizia con alcuni trucchetti da palcoscenico, che riescono a divertire anche in un disco in studio. E non è cosa facile. Senz'altro, tralasciando Thick As A Brick che è una canzone unica, il loro apice.
gianfriSono d'accordo
Giovedì 4 Aprile 2019, 21.38.41
27
Sono d'accordo co I.S. il miglior album progressivo superiore anche agli lp di Genesis,ELP,King Crimson ecc. Ai miei tempi avevo la cassetta che si era consumata a forza di ascoltarla come ho ascoltato tutto il progressivo ed ora che ormai sono vecchio continuo ad ascoltare molto progressivo.
gianfri
Giovedì 4 Aprile 2019, 21.24.27
26
Album stupendo, Anderson incredibile come del resto tutta la band. Secondo il mio modesto sapere i JT sono stati uno dei migliori gruppi progressivi del periodo forse i migliori.
Aceshigh
Venerdì 26 Gennaio 2018, 10.06.12
25
A quest'album basterebbero anche solo le sue prime sei note per entrare di diritto nella storia del rock. Ma se proprio non fosse sufficiente... beh allora oltre alla title-track possono risolvere il problema pezzi epocali come Locomotive Breath, My God o Cross-Eyed Mary. Da avere! Voto 92
InvictuSteele
Lunedì 8 Agosto 2016, 19.25.38
24
Che cosa c'è da aggiungere a riguardo di uno dei più geniali album di tutti i tempi? Probabilmente il più grande disco prog della storia, di un livello mai raggiunto da nessun altro gruppo. Se questo non è un 100 pieno non so proprio cosa pensare... nella mia personale classifica rientra sicuramente nella mia top ten dei migliori album rock di sempre.
joe falco
Mercoledì 11 Maggio 2016, 0.46.47
23
E' una macchina del tempo : lo piazzi sul piatto e torni adolescente. Un aspetto bello dell'adolescenza nei primi anni '70 : quella musica ti trasportava in mondi fantastici dove musicisti bravi e geniali crescevano da un LP al successivo ,in gara con altri gruppi simili. Una stagione di grandissima concentrazione di capolavori e pietre miliari, circondati da opere pur sempre validi. Una giungla di titoloni che non possono stancare gli aficionados. Io voto 92.
Rob Fleming
Sabato 30 Gennaio 2016, 12.35.00
22
Niente è fuori posto. E poi con due capolavori assoluti del rock come Aqualung e Locomotive breath non si può sbagliare 85
Pi�\\\'
Lunedì 18 Gennaio 2016, 12.10.48
21
@ogre scusami tanto non vedo per quale ragione tu te la debba prendere così coi metallari. Io in tutta la mia vita ho sempre ascoltato praticamente solo metal e anche in una delle sue forme più dure, con gruppi quali i death o i cradle of filth, e nonostante ciò io amo profondamente i Jethro Tull e conosco a memoria grandissima parte della loro discografia nonostante sia nato nel 2000 quindi molto tempo dopo i loro anni d'oro. Per favore evita di generalizzare in questo modo assurdo dando ai metallari degli ignoranti. PS i cannibal corpse non piacciono neanche a me
Macca
Martedì 29 Dicembre 2015, 10.35.46
20
Mi hanno regalato pochi giorni fa la versione in vinile del 2011 remixata da Steven Wilson e, anche se la cassetta di mio padre che mi ha stregato da ragazzino rimane unica per magia e ricordi, ancora oggi non riesco a trovargli punti deboli o difetti. Per me un album perfetto. 100
nat 63
Lunedì 8 Dicembre 2014, 14.23.14
19
"Se non ti piacciono i Jethro Tull, amico, faresti meglio a controllare le tue pulsazioni: probabilmente sei morto".
SIOUX
Mercoledì 30 Luglio 2014, 0.48.43
18
A QUANTO LA RECENSIONE DI "A PASSION PLAY"????
Delirious Nomad
Sabato 3 Maggio 2014, 15.21.44
17
@ogre: vorrei farti notare inoltre che i voti non sono dati da frequentatori del sito o "metallari ignoranti", ma soprattutto da idioti che si divertono ad abbassarli senza motivo. Ovviamente anche moltissimi grandi dischi metal sono soggetti a questz farsa
Raven
Sabato 3 Maggio 2014, 15.10.59
16
Nel nostra data base troverai un'infinità di recensioni non metal, e non solo di ambito progressive.
Ogre
Sabato 3 Maggio 2014, 14.56.38
15
I soliti "metallari" ignoranti... se non è metal allora fa cagare. 69 è una vergogna, tornassero ad ascoltare la merda tipo Cannibal Corpse dove si parla di scarnare la gente, evidentemente il loro orizzonte è quello. 100 pieno, complimenti a voi che avete scelto di parlare anche dei Jethro.
AL
Lunedì 30 Settembre 2013, 9.24.46
14
album da leggenda.. concordo con la recensione... musica veramente di qualità..
Olof
Sabato 24 Novembre 2012, 11.12.06
13
Non che mi interessi nulla del voto, ma il 65 dei lettori è vergognoso. Mi dispiace, ma al livello del movimento rock / prog rock degli anni 60 / 70 in Albione, non c'è stato niente altro (e lo dico da Thrasher di marca bay area stra-convinto). Zeppelin, Purple, GENESIS, Sabbath, i Queen dei primi 4 album, Yes, il sopracitato nonno Ian (visto l'anno scorso sul palco con la PFM!), Pink Floyd, Emerson Lake & Palmer.... Quindicennio stordente. Tornando a Aqualung, sotto il 95 nemmeno si inizia a ragionare, eh. Fantastico.
fabriziomagno
Martedì 25 Settembre 2012, 22.20.30
12
la storia della musica!!!
The Nightcomer
Giovedì 20 Settembre 2012, 14.43.48
11
Come ho potuto non commentare un capolavoro? Mea culpa... Le atmosfere di questo disco hanno il potere di ipnotizzarmi, in tutte le loro sfumature (da quelle leggere a quelle più dure). Non desidero aggiungere altro, rischierei di essere ancora più banale di quanto non sia già stato. Da avere e basta!
Blue
Lunedì 12 Settembre 2011, 2.53.16
10
Questo disco meriterebbe 100..per la bellezza delle lyrics che ti fanno riflettere sia sulla imposizione di un Dio ben preciso dalla "bloody Church of England" sia sull'alienazione di molti poveracci nella società inglese di allora come appunto Aqualung.E poi ovviamente per la musica..spettacolari
Matocc
Martedì 6 Settembre 2011, 0.17.20
9
geniale, che capolavoro della Musica gente! LB è una delle loro canzoni che preferisco, My God ha un qualcosa di ipnotico e la title-track è semplicemente leggenda. mi fa strano pensare che all' epoca in cui uscì quest' album io non ero nemmeno nato e ciononostante ho il CD autografato da quel manico di Clive Bunker... meglio di così...
jek
Venerdì 29 Luglio 2011, 14.21.17
8
Non so se i Jethro hanno avuto tutta la riconoscienza dovuta ma per me Anderson e soci entrano di prepotenza nella storia del Rock. Hanno sfornato album immortali che anche se riascoltati a distanza di anni non perdono mai il loro smalto. Nel contesto di aqualng ricordo che il mio vecchio negozio di dischi mi disse che era l'album che aveva venduto di più da quando vendeva dischi. Ormai il negozio non c'è più da anni e anni ma Locomotive Breath continua a farmi godere.
Hook in Mouth
Domenica 9 Gennaio 2011, 16.02.29
7
Un album fantastico, insieme ai precedenti. voto 99. E da bravo flautista, mi inchino a nonno Ian.
Matteo
Lunedì 27 Dicembre 2010, 14.53.33
6
Bellissimo album, grandissimi Jethro tull
Mat295
Mercoledì 8 Settembre 2010, 19.40.08
5
Grandissimo disco. Voto 97.
hm is the law
Sabato 19 Settembre 2009, 9.47.36
4
Uno degli album più belli della storia del rock consumato letteralmente a furia di ascoltarlo. Questo e Thick As A Brick (che recensirò prossimamente) rappresentano gli apici raggiunti dai Jethro Tull nella loro carriera. Voto: 98
pincheloco
Venerdì 1 Agosto 2008, 17.41.41
3
album fondamentale. uno di quelli con cui sono cresciuto. se avete occasione di vederli on stage non mancate assolutamente.
Nikolas
Lunedì 5 Maggio 2008, 22.06.06
2
Dvd live purtroppo non ne ho, ma questo cd non manca assolutamente alla mia collezione.. la prima volta che l'ho ascoltato mi è sembrato di trovarmi di fronte ad una musica nuova, che ha letteralmente stravolto i miei gusti..
Gofro
Martedì 11 Ottobre 2005, 10.57.20
1
Grandissimo Aqualung, l'album che assieme a King Crimson e Led Zeppelin ha rivoluzionato i miei gusti musicali qualche tempo fa.... Sitting in a park bench ... feeling like a dead duck!
INFORMAZIONI
1971
Chrysalis
Prog Rock
Tracklist
1. Aqualung
2. Cross Eyed Mary
3. Cheap Day Return
4. Mother Goose
5. Wondering Aloud
6. Up To Me
7. My God
8. Hymn 43
9. Slipstream
10. Locomotive Breath
11. Wind Up
Line Up
Ian Anderson (vocals, flute)
Martin Barre (guitar)
Jeffrey Hammond (bass)
John Evans (piano, organ)
Clive Bunker (drums)
 
RECENSIONI
82
89
95
90
93
79
93
ARTICOLI
10/09/2018
Articolo
JETHRO TULL
1968-1978, The Golden Years
24/07/2010
Live Report
JETHRO TULL
Teatro Romano, Ostia Antica, 14/07/2010
19/05/2010
Live Report
JETHRO TULL
Il flauto è rock
28/07/2009
Live Report
JETHRO TULL
Il flauto magico
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]