Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Ocean
Phanerozoic I - Palaeozoic
Demo

Derdian
DNA
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

11/12/18
SCARLET AURA
Hail to You!

11/12/18
ADAESTUO
Krew Za Krew

13/12/18
MIND ENEMIES
Mind Enemies

14/12/18
CURRENTS
I Let The Devil In

15/12/18
SPEED KILLS
Speed Kills

15/12/18
YSENGRIN/STARGAZER
D.A.V.V.N.

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

23/12/18
MALVENTO/THE MAGIK WAY
Ars Regalis

CONCERTI

11/12/18
CLUTCH
FABRIQUE - MILANO

11/12/18
H.E.A.T + ONE DESIRE + SHIRAZ LANE
LOCOMOTIV CLUB - BOLOGNA

14/12/18
EXODUS + SODOM + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS - MTV Headbangers Ball Tour
PHENOMENON - FONTANETO D'AGOGNA (NO)

14/12/18
NANOWAR OF STEEL
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

14/12/18
OPERATION MINDCRIME + GUEST
TEATRO CARIGNANO - GENOVA

14/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
ARCI TOM - MANTOVA

15/12/18
WITHIN TEMPTATION
FABRIQUE - MILANO

15/12/18
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA DI PIAVE (VE)

15/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/18
NECROART + GUESTS
BONNIE & CLYDE - TORRICELLA VERZATE (PV)

Vision Divine - Destination Set to Nowhere
( 8001 letture )
Tempo di novità in casa Vision Divine, che con Destination Set to Nowhere giungono al loro ottavo album in studio, dopo aver cambiato casa discografica e dopo aver riabbracciato Andrea “Tower” Torricini (basso), rientrato in line up al posto del partente Cristiano Bertocchi. Bisogna tuttavia sottolineare l’importanza del nuovo deal discografico che la band di Thorsen è riuscita a strappare -meritatamente- dopo anni di onoratissima carriera. Di un contratto discografico con la ear Music, una divisione del colosso Edel, dovrebbe essere fiera e contenta tutta l’Italia, metallara e non, perché una band che ha finalmente il potenziale per proporsi al mondo intero con alle spalle una label di questa caratura, non può che far bene alla musica metal in Italia. Mettendo da parte l’annosa divisione tra musica metal italiana e resto del mondo, divisione che Olaf Thorsen tanto odia, vale la pena concentrarsi sul nuovo album della band: Destination Set to Nowhere. Anche se il titolo sembra suggerire un viaggio senza meta, posso senza dubbio affermare -dopo aver ascoltato fino allo sfinimento il disco- che mai titolo poteva essere così fuorviante, perché i Vision Divine sanno davvero molto bene quali sono i territori -musicalmente parlando- su cui portare l’ultimo nato. E sanno farlo dannatamente bene, grazie alla consapevolezza di chi, dopo tanti anni di carriera, può permettersi di scegliere liberamente, con la mente libera da condizionamenti, la direzione da seguire per la propria musica. Destination Set to Nowhere rappresenta, e per una volta sono d’accordo con la presentazione fatta dall’etichetta, la summa di tutta la carriera della band. Non sarà difficile ritrovarvi la carica e la furia degli esordi, per passare attraverso la sterzata progressive a partire da Stream of Consciousness, per giungere infine a 9 Degrees West of the Moon, ultimo album della band, diverso dai precedenti, anche grazie al ritorno di Fabio Lione. Ed è proprio di Lione che vorrei tessere le lodi in questa sede: un cantante incredibilmente bravo, maturo, che in questo disco fa della versatilità del suo registro il suo punto di forza. Non scopriamo certo oggi le capacità di Fabio ma, credo che mai come su questo disco ha saputo metterle in mostra senza mai risultare manieristico. Dalle parti più aggressive a quelle più melodiche, non si ha mai la sensazione che ci siano passaggi a vuoto, mai il pensiero che forse quella strofa avrebbe potuto essere interpretata in altra maniera. Del resto, recentemente il Lione nazionale aveva dichiarato che i Rhapsody of Fire e i Vision Divine sarebbero stati i sue due gruppi d’ora in avanti, e che ad essi avrebbe dedicato tutti i suoi sforzi artistici. Bè, che dire, meglio di così non avrebbe potuto farlo, complimenti.
Altro incensamento, doveroso e strettamente necessario, va fatto ad Olaf Thorsen, fondatore e principale compositore di questa band. Anche da parte sua non una sola nota che sembri fuori posto, non un solo assolo che duri più del dovuto. Se questa band è arrivata dove è arrivata è soprattutto merito suo, chapeau. Il resto della band si comporta in maniera impeccabile, dando l’idea di un affiatamento sempre maggiore, la dimensione live mi darà torto o ragione, staremo a vedere. Mi è sembrato di notare una minore presenza delle tastiere di Alessio Luccatti, probabilmente per creare un sound maggiormente guitar oriented.

Il disco è un concept sulla fuga dalla Terra, posto ormai sempre meno vivibile per l’essere umano. L’astronave raffigurata in copertina è l’icona della ricerca del nuovo, dell’ignoto da parte dell’uomo, sua peculiare caratteristica che si perde nella notte dei tempi. La genesi del disco, con la conseguente fuga verso lo spazio, è stata suggerita a Thorsen dalle belle promesse che un politico italiano faceva in una trasmissione televisiva. Alla base del concept fantascientifico c’è quindi un tema -ahimé- di strettissima attualità. Il disco, volendolo imbrigliare per comodità con un’etichetta, si muove liberamente a cavallo tra i territori del progressive e del power metal, con picchi dell’uno piuttosto che dell’altro in un’alternanza che rende il disco estremamente gradevole. Non credo ci sia bisogno di snocciolare l’album traccia dopo traccia, anche per non rovinarvi la storia, ma devo citare qualche pezzo per trovare riscontro per quanto ho appena scritto. Dopo la roboante The Dream Maker, frustata power-prog di gran classe, Beyond the Sun and Far Away è un up tempo dove Fabio Lione mette in mostra tutto il range vocale che possiede. Mermaids from Their Moons è la traccia scelta dalla casa discografica per presentare il disco, e anche qui viene sciorinato tutto il repertorio della band: melodia e potenza miscelate per uno dei migliori pezzi del disco. Altra citazione la merita Message to Home malinconica semi ballad ricca di pathos che mette in luce la sofferenza di chi è lontano dai propri affetti. Il pezzo è ricco di passaggi di chitarra acustica, come il resto del disco del resto, e questo elemento l’ho apprezzato non poco. The Lighthouse e House of the Angels sono due pezzi costruiti sulla velocità e hanno un ritornello che farà stragi dal vivo. Non voglio dilungarmi oltre, anche perché credo che abbiate capito che il disco mi è piaciuto.

In sintesi, pur non presentando niente di rivoluzionario, i Vision Divine tornano a far parlare di sé grazie ad un ottimo album, solido e compatto. Ad oltre tre anni dall’ultima prova in studio, la band si conferma su alti livelli, miscelando magistralmente le influenze che l’hanno forgiata, e riassumendo in un disco tutto ciò che hanno fatto fino ad ora, e questa non è certo cosa facile da fare. Modificando la famosa canzone di Giorgio Gaber, è grazie a gruppi come i Vision Divine che sento di poter dire: Io (non) mi sento Italiano ma per FORTUNA o purtroppo lo sono.



VOTO RECENSORE
83
VOTO LETTORI
69.33 su 126 voti [ VOTA]
gino
Domenica 24 Novembre 2013, 11.47.57
59
Ottimo disco, bellissima la voce di Lione, Thorsen ha fatto un gran lavoro nei solos il mio voto è 80!
ick
Domenica 10 Febbraio 2013, 20.20.23
58
Pretenzioso, meglio altri gruppi in italia..piu spontanei e veri.
Gamma
Sabato 9 Febbraio 2013, 12.32.58
57
Gran bel disco.....in merito alla voce preferisco ancora Luppi, lione trovo abbia un qualcosa in più con i Rhapsody...
lopa
Lunedì 28 Gennaio 2013, 18.53.49
56
il problema di quest' album non è la tecnica esecutiva o la copertina o la prova del singer, ..è la sua completa inutilità.
lux chaos
Giovedì 27 Dicembre 2012, 20.11.16
55
Comunque più ascolto questo album (ed anche il best of) più mi rendo di quanto Lione sia un singer migliore di Luppi per tanti motivi...a volte viene molto bistrattato per cui ci tenevo a dire: FABIO SEI UN GRANDE
JokAR
Domenica 18 Novembre 2012, 21.37.11
54
Non un capolavoro, però un disco validissimo, suonato alla grande (ovviamente), evocativo... E che Artwork ragazzi! Splendido! Avrei gradito qualche intermezzo strumentale, qualche "suono futuristico" in più...!
Sandro70
Giovedì 8 Novembre 2012, 21.39.42
53
Sono d'accordo con metalmadman666, disco power metal dell'anno insieme a sabaton e white skull.
Eddy_van_halen2001
Venerdì 26 Ottobre 2012, 20.29.16
52
A leggere i commenti c'è sempre da ridere. In Italia siamo tutti critici musicali super-esperti. Si va a spulciare l'estensione dei cantanti e addirittura la produzione del disco e la sua resa a basso, medio e alto volume... Quindi o c'è un sacco di gente valida che deve sbocciare e quando produrrà/suonerà qualcosa spaccherà tutto, oppure è semplicemente pieno di chicchieroni-ca**oni (io propendo per questa visione). Inoltre non è che un disco o spacca tutto oppure fa cagare, esistono anche i bei lavori che non saranno delle pietre miliari. Per me questo è un bel disco, non eccezionale ma bello, godevole. Una spanna ampia meglio di "9 Degrees West Of The Moon", che non era male nemmeno lui in verità. Meno bello di The 25th Hour e Perfect Machine, sicuro come l'oro anche questo, ma devo ammettere che mi piace sempre più man mano che lo ascolto. Giusto così per dire la mia cazzata quotidiana anche io. Luppi coi Vision mi faceva impazzire, Lione bravissimo ma non so, manca quel che di hard rock che prima c'era. Sensazioni diverse. Sul discorso bravura non dico nulla, per fare 2 esempi famosi: Ozzy vs Dio e Sammy Hagar vs David Lee Roth. Chi era meglio come cantante? Io una idea ce la ho. Chi era meglio come voce nelle rispettive band? Ecco che i nomi si invertono. La bravura non è tutto, a meno che tu non sia un cantante lirico, e l'amalgama dello stile nella band vuol dire molto.
metalmadman666
Giovedì 11 Ottobre 2012, 16.18.46
51
Per me, il disco dell'anno. Prestazione eccezionale di Lione, forse uno dei dischi in cui ha cantato meglio. E basta con questa diatriba Luppi Vs Lione dai!
ASD
Domenica 7 Ottobre 2012, 23.32.35
50
Diciamo che id discorsi su migliore, peggiore, ottavi e note sono banalotti e sciocchi L'estensione è una questine di allenamento, ma anche di natura. I due singer hanno due voci diverse, due stli diversi e due modi divrrsi di interpretare il pezzo, oltre che di scrivere le linee vocali. Vi prego, basta, si è capito che ognuno ha i suoi gusti in termini di stile vocale. Più che fan di Vision Divine, Luppi o Lione, cercate di essere fan della buona musica, quella senza compromessi e trovate commerciali che, checchè quest'album piaccia o meno, I Vision Divine hanno sempre fatto
Alucard
Domenica 7 Ottobre 2012, 16.15.16
49
@ raiden vai vedere su tubo le recenti prestazioni di Lione sui pezzi dell'era Luppi ma anche sui suoi, come si fa a dire che è migliore. Va bene essere fan ma qui si esagera. Due ottave di voce, ma scherziamo, mi sa che fra tutti avete un pò di confusione in testa. Due ottave è l'intero spettro vocale di un cantante, non diciamo fesserie.
raiden
Domenica 7 Ottobre 2012, 14.23.06
48
a questo punto nn credo si sia ascoltato il cd a dovere..e devo dar pienamente ragione a luca"diablo"..sulla questione..la varieta' di stile vocale,differente approccio,estensione e soprattutto espressivita'..che si puo' trovare sul nuovo cd Vision e' incredibile..mi fa' strano leggere certi commenti..qui' si parla di estensione..ma devo dire che nel cd ci sono delle parti vocali..che spaziano incredibilmente tra di loro..qua' ci saranno almeno due ottave di voce nei bassi che luppi nn possiede.. l'espressivita',versatilita',potenza etc..pure..in pratica sentire michele su qualsiasi cd che puo' aver fatto nn fa' differenza--perche' grosso modo il suo modo di cantare e' sempre quello..e le tonalita' su cui canta pure..sono sempre le solite..su questo buovo lavoro dei Vision vorrei che qualcuno pensasse seriamente a chi altri potrebbe cantarlo..nn scherziamo..la sola Destination basta per..come dice Luca..a dare il Ko a qualsiasi cosa
Trin
Sabato 6 Ottobre 2012, 17.12.15
47
@Luca "Diablo": come avrai capito mi sono firmato con un altro nick, ma sono sempre io xD
Fabius
Sabato 6 Ottobre 2012, 17.11.14
46
@Luca"Diablo" urtroppo ho pensato subito che Il tuo commento sembra un pizzico da Fan sfegatato (e non avevo letto il corollario LIONE RULES al momento in cui mi era balenata quest'idea in mente) ma de gustibus.. io penso che Luppi e Lione non siano assolutamente sullo stesso piano: per quanto operistico e caratteristico, la tecnica,estensione,ed elasticità vocale di fabio è decisamente inferiorea quella di michele: questo dal punto di vista di un cantante, ma ovviamente poi se ti piace di più c'è poco da fare solo che questo K.O. non ce lo vedo proprio, anzi.. Poi beh, hai ragione che non sto parlando esattamente dello stesso genere, ma l'elemento power è presente in entrambi, e poi mi riferivo più che altro a un paragone concesso da due band italiane che suonano power (chi progressive, chi symphonic), con un disco pubblicato quasi contemporaneamente, approccio vocale simile (in fondo Lione è ben famoso per i Rhapsody) capisci.. tutto qui. Inoltre mi intristisce alquanto che i Thy Majestie non avendo il "NOME" dei VD abbiano meno visibilità in questo album che credo sia uno dei migliori usciti quest'anno.
Luca "Diablo"
Venerdì 5 Ottobre 2012, 18.27.18
45
LIONE RULES!
Luca "Diablo"
Venerdì 5 Ottobre 2012, 18.21.34
44
Trin: con tutto il rispetto stai parlando di due band che suonano due generi completamente differenti pertanto non credo possano essere messi a paragone. La prestazione vocale di Lione fornita su questo album annichilisce tutto quello che ha fatto di buono Luppi nei Vision Divine . In gergo pugilistico per intenderci sarebbe un KO alla prima ripresa.
Trin
Venerdì 5 Ottobre 2012, 14.03.46
43
Decisamente niente di speciale, per quanto bello. Ho ascoltato tutti i loro album e sono sempre nella mia libreria musicale, ma dopo Luppi.. non danno più niente,a quei livelli. Passabile,grazioso,si fa ascoltare.tutto qui. Tolgo dal lettore questo CD, lo ripongo, e ricomincio ad ascoltare ShiHuangDi dei Thy Majestie.. Assolutamente al di sopra,non c'è paragone..
Alucard
Sabato 29 Settembre 2012, 20.17.31
42
@ raiden certo un best of di canzoni che cantate da Lione fanno cagare........
raiden
Venerdì 28 Settembre 2012, 15.10.59
41
bene sara' contento Lione,visto che la canzone in questione l'ha scritta lui!! poi certo..uno ha cantato il terzo album dei Vision(che lione aveva scritto) in un due o tre mesi.. l'altro un best of di 11 canzoni in tre giorni..
Fliron
Venerdì 28 Settembre 2012, 10.50.00
40
Lione è bravo, ma Luppi domina.... "La vita fugge" rimane per me la migliore canzone dei VD.
Giorgio
Giovedì 27 Settembre 2012, 22.32.49
39
Lo sto ascoltando da ieri. La prima impresione è che sia decisamente migliore rispetto al precedente "9 Degrees West of the Moon", soprattutto la voce di Fabio Lione è milgiorata rispetto al cantato su "9 Degrees...". L'album del 2009 non riesco davvero ad ascoltarlo, questo invece si lascia ascoltare abbastanza bene e anche se preferisco i Vision Divine di Michele Luppi, questo "Destination Set to Nowhere" non mi dispiace affatto! In chiusura ci tengo a sottolineare che, per quanto mi riguarda, quei tre album con Luppi alla voce sono dei lavori di Power/Progressive Metal di spessore...non sò come sia andata veramente tra i Vision Divine e Michele Luppi, ma secondo me la band di Olaf senza Luppi è un gradino sotto...
Icarus
Lunedì 24 Settembre 2012, 12.07.44
38
ad ogni modo chiedo scusa se ho offeso qualcuno non era mia intenzione
Icarus
Lunedì 24 Settembre 2012, 12.04.51
37
non sono un detrattore ragazzi, forse dal commento conciso sembrava che volessi utlizzare chissà quale tono accusatorio; il fatto invece noto solo una differenza rispetto a ciò che si proponeva negli anni 90 da parte degli stessi identici musicisti, i pezzi si fanno ascoltare, pur non sembrandomi eccezionali ma c'è qualcosa di artefatto a partire già dalla produzione, quella in particolare definisco "plasticosa" e questo non è certo un'eccezione al giorno d'oggi, questo penso che non si possa mettere in discussione, questa è la mia impressione generale ragazzi,
Luca "Diablo"
Lunedì 24 Settembre 2012, 11.45.01
36
Leggendo alcuni commenti sembrerebbe che gli acerrimi detrattori del power metal italiano si siano dati appuntamento su questo forum. Io sono il primo a riconoscere che non ci troviamo al cospetto di un album che lascierà un segno indelebile nella storia del metal ne tanto meno della musica in generale ma da qui a definire questo album plasticoso o ad asserire che la pronuncia dell'inglese di Lione è penosa ce ne vuole. Denigrare un album per partito preso è assolutamente sbagliato come lo è il decantarne le lodi solo per il fatto che si ama alla follia quel determinato genere.
piggod
Venerdì 21 Settembre 2012, 20.12.59
35
Non avrei mai pensato di intervenire in questa discussione, dato che il disco non l'ho sentito e probabilmente non avrò il tempo di sentirlo. Ad ogni modo il power italiano è sempre stato accusato di essere "plasticoso" (anche negli anni '90), così come c'erano sempre i fan che lo difendevano a spada tratta. Vedo che le cose non sono cambiate di una virgola.
lux chaos
Venerdì 21 Settembre 2012, 18.40.13
34
Quoto al 100% la prima riga e mezza del commento qua sotto!
Diego
Venerdì 21 Settembre 2012, 15.35.00
33
Bah...è un disco che come 9 degrees si fa ascoltare ma con una produzione migliore...si fa ascoltare ma non rimane impresso, per quanto mi riguarda. Sarà che i Vision li ho conosciuti nel 2005 all'Evolution Festival, nel periodo migliore, con Luppi alla voce..Io adoro Fabio con i Rhapsody ma nei Vision non mi piace più di tanto, nonostante la sua interpretazione sia migliore per ogni cd che passa...Inoltre preferivo di gran lunga le tastiere di Smirnoff: qua si sfiora il pop....
Icarus
Venerdì 21 Settembre 2012, 14.51.05
32
mi dispiace dirlo ma è plasticoso, negli anni 90 il power italiano era di ben altro spessore
Michele
Venerdì 21 Settembre 2012, 14.20.43
31
Salve a tutti, non sono arrivato neppure alla fine! La produzione riguardo agli strumenti è buona (proprio per fare un regalo eh) ma il volume della voce è registrato altissimo e quindi preclude un ascolto omogeneo. A basso volume, in pratica, si sente solo la voce (bella, tra l’altro) mentre a volume alto le cose peggiorano ancora rendendo l’ascolto una vera tortura! Finchè in Italia si procederà su questa strada di certo non andremo da NESSUNA PARTE! Il mio voto è 30, e anche questo è un regalo perchè in verità un lavoro del genere vale proprio zero, e nel giro di pochi giorni finirà nel dimenticatoio. Grazie dell’attenzione.
Interstellar overdrive
Giovedì 20 Settembre 2012, 22.44.31
30
Il disco è quantomeno carino. Lione ha una gran voce, ma la sua pronuncia dell'inglese è terribile.
lux chaos
Giovedì 20 Settembre 2012, 19.43.23
29
@rada: de gustibus, forse hai ragione, brutti no, ma il secondo e 9 degrees proprio non mi sono calati!
anvil
Giovedì 20 Settembre 2012, 17.56.43
28
passato da un amico mi è piaciuto , 78 il mio voto ma potrebbe salire dopo averlo ascoltato a fondo .
Radamanthis
Giovedì 20 Settembre 2012, 10.13.08
27
Hola Lux...Beh dai, di dischi brutti i VD non ne han mai fatti, il trittico con Luppi è spettacolare ma era la band che godeva di una vena d'ispirazione molto alta in quegli anni!
JokAR
Mercoledì 19 Settembre 2012, 23.11.04
26
Vedrò di ascoltarlo quando riuscirò (se riuscirò) a staccarmi dallo splendido Era targato Elvenking, nessuno si occuperà di recensirlo??
lux chaos
Mercoledì 19 Settembre 2012, 20.02.19
25
ciao rada@! tutta la vita anch'io...e ci aggiungo il primo, il mio preferito con fabio, discone anche quello!!
Radamanthis
Mercoledì 19 Settembre 2012, 19.55.55
24
E comunque preferisco i 3 con Luppi...
lux chaos
Mercoledì 19 Settembre 2012, 18.49.21
23
Ascoltato anch'io...quoto fulvio, rispetto alla ciofecazza precedente non si puo dire che sia un brutto album, ottima produzione, ottime prestazioni (meglio fabio qui, in 9 degrees non mi era piaciuto per nulla!!)...però...però...non mi lascia molto..mi lascia freddino. Riquoto anche fulvio, 100 volte meglio l'ultimo bellissimo (come sempre) elvenking! comunque buon lavoro per i vision..
Radamanthis
Mercoledì 19 Settembre 2012, 18.08.12
22
Finalmente lo sto ascoltando...molto bello devo dire! Mi piace...Voto 85
Icarus
Martedì 18 Settembre 2012, 17.40.44
21
ludwig: molto belli gli Athena di quell'album, ma altri tempi ahimè
Fulvio
Martedì 18 Settembre 2012, 16.22.43
20
Sentito e devo dire che è ben suonato e tutto...ma a livello emotivo mi comunica pochetto. Se devo sentire qualcosa power style proveniente dallo Stivale...mi concentro sull'ultimo stupendo Elvenking!
lux chaos
Lunedì 17 Settembre 2012, 19.09.07
19
@ludwig: mi sa che Lambruscore è rimasto un po indietro! Olaffo Torseni è andato via ma è anche tornato da un pezzo (2009) nei Labyrinth! ...o mi sono perso qualche news??
Kalos
Lunedì 17 Settembre 2012, 15.35.13
18
L'album non l'ho ancora sentito, però ho ascoltato il "best of" incluso alla limited edition con pezzi riregistrati e interpretati da Lione, mi sembra strano che non sia menzionato nella recensione;devo dire ch Fabio se la cava bene in molti pezzi, ma in altri (La Vita Fugge su tutti) non ce la fa proprio a stare dietro a Luppi
ludwig
Lunedì 17 Settembre 2012, 14.09.20
17
Bello, mi ha ricordato a tratti anche qualcosa del mitico "A New Religion?" degli Athena. Quindi passo avanti netto rispetto al precedente. Non mi risulta cmq che Thorsen sia andato via dai Labyrinth...
AlinoSky
Lunedì 17 Settembre 2012, 9.04.35
16
@piemme: tranquillo , anzi chiedo scusa se ho letto "male" il tuo messaggio @asd: ho visto i due video dei singoli estratti da karma. Sono giapponesi sti ragazzi , non male però i singoli!
piemme
Domenica 16 Settembre 2012, 23.17.42
15
@AlinoSky: la penso come te, la musica fatta bene mi piace tutta, non ascolto solo metal e trovo giusto che gli artisti si confrontino con altri generi. Mi piace meno quando manca la coerenza, e alcune dichiarazioni degli artisti in oggetto sono state abbastanza spietate verso chi proponeva generi che col rock non avevano nulla a che fare, o che verso chi proponeva cover (per esempio) poi trovi i Vision con altro nome fare cover o lo stesso Lione aver progetti di cover. Va bene tutto, la musica è bella tutta, ma coerenza prima di tutto. Detto questo a me piacciono moltissimo i Vision Divine, mi piace la voce di Lione, mi piace sentire altri generi, andrò a vedere i Vision, come altre volte e se mi convince comprerò il disco come i precedenti... non volevo affatto iniziare una polemica
ASD
Domenica 16 Settembre 2012, 22.08.28
14
@AlinoSky: ti consiglio di provare l'album "Karma" dei MUCC uscito nel 2010, se il "sempre e solo metal" ti stufa. Album , con parti molto "dance" per così dire: Personalmente mi è piaciuto molto. Guardati inoltre qualche altra band visual kei, inoltre, ti assicuro che non annoiano mai.
AlinoSky
Domenica 16 Settembre 2012, 21.46.31
13
@piemme: ma davvero ti da cosi fastidio se cantanti o musicisti metal fanno anche altri generi??? solo le persone con i paraocchi fanno sempre la stessa cosa. Ascolto metal ed è il mio genere preferito ma ancora oggi ascolto george michael , michael jackson , pet shop boys , east 17 e tanta altra musica... Adoro la canzone dance di sharon den adel cosi come le canzoni dance di lione , i musical di tiranti e tanto altro. Io rimango scandalizzato da quegli artisti che fanno dei solo album al di fuori dei gruppi metal e propongono sempre e solo metal , tristezza infinita
Claudio
Domenica 16 Settembre 2012, 21.27.32
12
Bel lavoro nulla da dire, produzione ad alti livelli, il migliore insieme il debut
piemme
Domenica 16 Settembre 2012, 13.43.12
11
cercando qualche sample in rete mi sono imbattuto nel progetto J. Storm di Lione e Thorsen!!!! Progetto Tecno eurobeat uscito solo in Giappone... ora qualcuno mi dirà che non è stato fatto per soldi e che loro restano sempre alfieri del metal... Piccola polemica a se, sia chiaro, quello che ho sentito del disco (dei Vision!) mi piace, anche se non è eccelso sembra buon materiale
Fulvio
Domenica 16 Settembre 2012, 11.23.19
10
Sta prendendo mega votoni ovunque...non so...ma quando capitano certe cose non mi fido mai XD dopo me lo sparo e vediamo cosa mi dice.
Luca "Diablo"
Sabato 15 Settembre 2012, 14.58.13
9
Finito di ascoltare in questo momento. Disco promosso a pieni voti e di gran lunga superiore al precedente anche se siamo ben lontani dal capolavoro tanto sbandierato in tutte le recensioni entusiastiche che ho letto sinora sul web. Un pò di obbiettività quando si esprime un giudizio anche nei confronti di un gruppo Italiano non guasterebbe altrimenti si corre il rischio di scadere nel più bieco campanilismo.
ASD
Sabato 15 Settembre 2012, 13.05.10
8
Dunque, il disco l'ho ascoltato orora. Tralasciando i discorsi sulla qualità della produzione e dei singoli musicisti (che è eccellente come di prassi per Olaf e soci), il disco è buono. E' più incisivo senza dubbio rispetto a 9 degreese.., ma il groove è più o meno lo stesso, e non sorprende ne rivoluziona nulla rispetto all'album precedente, lasciandmi personalmente, nonostante il buon lavoro, un sostanziale senso di deja vù. Le tastiere mi sembrano utilizzate meglio, si amalgamono molto bene con le sei corde......però trovo che la batteria sia stata mixata un pò troppo alta rispetto agli alti strumenti in alcuni punti. Tutto molto, molto buono, ma manca quel qalcosa che rende gli album dei must.
LAMBRUSCORE
Sabato 15 Settembre 2012, 11.36.29
7
Qualcuno sa dirmi perchè Olaffo Torseni è andato via dai Labyrinth? Return to heaven denied è l''unico disco che mi piace(va).
Nightblast
Sabato 15 Settembre 2012, 10.24.32
6
Disco ben fatto, ribadisco che sanno fare il loro sporco lavoro. C'è da dire che comunque nulla aggiunge a quanto hanno fino ad adesso proposto...A volte si sentono delle lontane eco del primo album cosa non spiacevole ma che fa capire che le idee sono abbastanza latitanti. Non male ma poco più che sufficiente. 65.
Radamanthis
Venerdì 14 Settembre 2012, 21.16.25
5
L'ultimo disco mi era piaciuto ma il trittico con Luppi sarà molto difficile da eguagliare. Lo ascolterò di sicuro molto volentieri!
piemme
Venerdì 14 Settembre 2012, 21.01.57
4
Lo ascolterò e valuterò volentieri, il precedente non mi era piaciuto ma i Vision han fatto grandi dischi, spero migliorino anche l'impatto live, visti più volte sono tanto bravi e precisi quanto freddi.... inoltre sarebbe bello non leggere inutlili confronti coi Rhapsody, anche se alla fine ognuno è libero di dire ciò che pensa.
xXx
Venerdì 14 Settembre 2012, 17.21.22
3
Devo procurarmelo al più presto...ad ogni costo!
giovanni
Venerdì 14 Settembre 2012, 16.55.37
2
Disco di qualità, secondo il mio parere superiore all'ultimo dei Rhapsody con Conti alla voce.
Stefano
Venerdì 14 Settembre 2012, 15.46.34
1
Mi sembra un buon disco da parte della band. Forse nn aggiungerà nulla di nuovo alla sua proposta, ma è innegabile la qualità e la perizia con cui vengono sfornate le track di questo nuovo LP. Un disco che, insomma, succede a rima baciata il penultimo 9DWOTM...forse la novità è il fresco e sudato contratto con la prestigiosa E A R Music e forse è anche quello di introdurre nei VD testi in italiano come già eccade per i ROF.....Una sola domanda: Per quanto sia pregevole e calda l'interpretazione della poesia di Cecco Angiolieri, che c'entra con il concept???...Ha si'..ok ok ho capito basta ascoltare ascoltare gl'ultimi versi per capire questa scelta :... "S'io fossi vita fuggirei da lui"... tutto ok VOTO 80
INFORMAZIONI
2012
earMusic
Power
Tracklist
1. S’io fosse foco
2. The Dream Maker
3. Beyond the Sun and Far Away
4. The Ark
5. Mermaids from Their Moons
6. The Lighthouse
7. Message to Home
8. The House of the Angels
9. The Sin Is You
10. Here We Die
11. Destination Set to Nowhere
Line Up
Fabio Lione (Voce)
Olaf Thorsen (Chitarra)
Federico Puleri (Chitarra)
Alessio Lucatti (Tastiere)
Andrea “Tower” Torricini (Basso)
Alessandro Bissa (Batteria)
 
RECENSIONI
85
85
88
90
ARTICOLI
01/12/2012
Intervista
VISION DIVINE
Internet e la passione per la musica
21/11/2012
Live Report
VISION DIVINE + METATRONE + DALIA NERA
Rassegna Metal Maniacs, Vol. II - Barbara Disco Lab (CT), 17/11/2012
26/09/2012
Intervista
VISION DIVINE
Tra Cecco Angiolieri e le stelle....
12/04/2009
Intervista
VISION DIVINE
Parla Olaf Thorsen
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]