Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Kansas
The Absence of Presence
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

15/08/20
PROSANCTUS INFERI
Hypnotic Blood Art

19/08/20
SILVER KNIFE
Unyielding / Unseeing

20/08/20
TIM BOWNESS
Late Night Laments

21/08/20
EXPANDER
Neuropunk Boostergang

21/08/20
VISION DIVINE
9 Degrees West to the Moon (ristampa)

21/08/20
BLUES PILLS
Holy Moly!

21/08/20
THE TANGENT
Auto Reconnaissance

21/08/20
UNLEASH THE ARCHERS
Abyss

21/08/20
VORACIOUS SCOURGE
In Death

21/08/20
REASONS BEHIND
Project - M.I.S.T.

CONCERTI

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

05/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
2DAYS PROG - VERUNO (NO)

06/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
POLITEAMA GENOVESE - GENOVA

10/09/20
THE HOLLYWOOD VAMPIRES
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

11/09/20
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

12/09/20
DOMINE + AEHTER VOID + CHAOS FACTORY
DAGDA LIVE CLUB - RETORBIDO (PV)

12/09/20
ATHEIST + CADAVER + SVART CROWN + FROM HELL
TRAFFIC CLUB - ROMA

Unherz - Die Wahrheit Liegt Dazwischen
( 1861 letture )
“Un disco non si giudica dalla copertina”: ricordatevi queste parole se mai vi troverete in un negozio di dischi tenendo tra le mani il terzo studio album dei tedeschi Unherz, dal titolo significativo e pienamente centrato -più avanti vi spiegherò il perché. I quattro, provenienti dalla Renania-Palatinato, stato federato della Germania situato nell’area sud-ovest del Paese, sono presentati nel file allegatomi dalla Massacre Records in un modo che sta a metà tra l’epico e l’ironico: “Quattro ragazzi provenienti dalla stupenda area della Renania-Palatinato, in Germania! Quattro ragazzi della classe operaia, provenienti da una zona in cui hai bisogno della patente di guida, in quanto non vi è quasi nessun mezzo di trasporto. Quattro ragazzi che hanno imparato a stare coi piedi per terra. Quattro ragazzi che si preoccupano della loro musica e nient’altro!” Insomma, le lodi si sprecano, ma oltre a questa ironica pomposità, cosa ci propongono davvero i Nostri? Ben poco. Eccovi la risposta. La loro musica è un misto di hard rock (che si avvicina pericolosamente al punk in certi punti) ed heavy metal, il tutto senza osare mai più del necessario. Non ci troverete granché di nuovo, salvo qualche spunto interessante sparso qua e là, come assoli di chitarra e alcuni azzeccati tocchi melodici. Torniamo ora alla copertina, ma solo per una curiosità: volete sapere qual è la traduzione italiana del titolo? Ne siete proprio sicuri? Va bene, l’avete voluto voi: Die Wahrheit Liegt Dazwischen significa La verità sta nel mezzo. Saltando le facili e simpatiche conclusioni che ne trarrete collegando le due cose, andiamo ora a vedere più da vicino i contenuti del disco.

All’interno delle undici canzoni qui presenti avremo a che fare con canzoni ispirate e coinvolgenti, altre più ironiche ma ugualmente dirompenti ed addirittura ballad romantiche. Se poi andiamo a vedere i titoli dei vari pezzi -e soprattutto se ci fidiamo del contraddittorio traduttore di Google- ne scopriremo di davvero interessanti, come Dolore Ridefinito, Fianco a Fianco, Questo Sogno, Tutto Ciò Che Voglio e... La Sorella di King Kong. Insomma, non manca proprio niente. Di canzoni belle e meritevoli se ne trovano più d’una: su tutte vale la pena segnalare Paranoia, Dieser Traum e Nur Wenn du Träume Hast. Questi tre pezzi rappresentano a loro modo la summa dei contenuti del disco: la prima perché esprime tutta la carica e la prepotenza sonora insita nel gruppo (da manuale alcune sfuriate di doppio pedale), la seconda perché mette in risalto le loro buone qualità nel creare melodie efficaci ed orecchiabili senza scadere nelle facili tentazioni di “ammorbidimento” del suono, la terza perché è una ballad che non ci saremmo mai aspettati, così stranamente emozionante seppur cantata in tedesco. Notevole la prova vocale del singer Felix Orschel, che dimostra qui di avere una voce adattabile a diversi tipi di brani: la sua voce sporca ma pregnante, accompagnata da alcuni gradevoli inserti di tastiera, è infatti perfetta per la situazione. Anche l’opener Schmerz Neu Definiert e Seite an Seite si candidano per un ruolo di prestigio all’interno dell’album, seppur presentando elementi meno direttamente coinvolgenti. L’anima più movimentata della band viene fuori proprio nel primo di questi due pezzi, così come in Mein Weg, Mein Wille, Mein Leben e in Jag Mich zum Teufel, mentre i restanti brani, ovvero King Kongs Schwester, Leuchtfeuer e la bonus track Alles Was Ich Will sono quanto di più strano i quattro siano stati in grado di pensare. I due pezzi di chiusura si possono definire praticamente due pezzi folk rock, di cui mi è davvero difficile giudicare il potenziale, in quanto probabilmente un ruolo primario lo giocano i testi; mentre non ho dubbi che King Kongs Schwester sia una canzone puramente ironica, un po’ per via del titolo ed un po’ per il suo andamento apparentemente casuale e pieno di suoni preregistrati inseriti sempre apparentemente a caso.

Insomma, avrete capito che questo Die Wahrheit Liegt Dazwischen mi lascia tuttora un po’ perplesso, confuso e disorientato. I momenti divertenti o coinvolgenti non mancano, ma sono forse in numero maggiore quelli in cui a regnare è il dubbio su cosa si stia effettivamente ascoltando. Anche per questo motivo è difficile definire il genere degli Unherz. Hard rock? Heavy metal? Niente di tutto questo? Forse tutte e tre le cose, forse nessuna. I dubbi sono molti, e il risultato finale è che un album del genere non si presta ad essere vivamente consigliato, ma neppure vivamente sconsigliato. Un’ascoltata gli andrebbe comunque concessa, dopotutto tre quarti d’ora passati in compagnia di una band del genere non potranno certo far male... No?



VOTO RECENSORE
67
VOTO LETTORI
71.36 su 11 voti [ VOTA]
Icarus
Venerdì 21 Settembre 2012, 11.37.31
15
esempio di musica... in rete
fabio II
Venerdì 21 Settembre 2012, 11.32.23
14
Ahahahah questa che spalanca le chiappe proprio sopra il boss è la cosa più rock che veco al momento
Metal Maniac
Martedì 18 Settembre 2012, 14.18.46
13
voglio il nome di costui che ha osato "rovinare" la media voto lettori... doveva essere un 69 perfetto! fino a un certo punto siete stati bravi a capirlo, ora sarà dura rimetterla a posto...
GorgoRock
Martedì 18 Settembre 2012, 11.13.41
12
Questo è un disco che ac..chiappa!!
ObscureSolstice
Martedì 18 Settembre 2012, 10.28.24
11
Voglio conoscere la modella in copertina.
Ascarioth
Domenica 16 Settembre 2012, 13.18.55
10
Condivido il parere di Flight 666, se fai un album, metti un culo in copertina e scrivi la verità sta nel mezzo come titolo che ti aspetti? LOL
Metal Maniac
Domenica 16 Settembre 2012, 0.57.41
9
evviva le ciapett!!!
scimmione onduregno
Domenica 16 Settembre 2012, 0.43.47
8
e basta co ste chiappe!e' metal o porno?ma io non lo so..
Metal Maniac
Sabato 15 Settembre 2012, 23.23.19
7
è vero, non l'avevo notato, è identico! e io aggiungo: oltre a pelù li avranno pagati anche agli aerosmith? è un ideale misto fra il cuore "cornuto" del cantante fiorentino e le ali del combo di tyler... quando si dice l'originalità...
Ovest
Sabato 15 Settembre 2012, 23.17.13
6
per quel logo avranno pagato i diritti a Pelù?
Theo
Sabato 15 Settembre 2012, 14.51.31
5
@il vichingo: Sai che stavo per scrivere la stessa identica frase?
il vichingo
Sabato 15 Settembre 2012, 14.04.51
4
A quanto pare la copertina "chiappe in vista" va di moda ultimamente
Metal Maniac
Sabato 15 Settembre 2012, 14.03.40
3
e sono 5!!! ma chi me lo fa fare a sbattermi per cercare siti porno in giro per il web, vengo qua su pornallized ed è la stessa cosa! ma vi sembra un caso che la media voto lettori sia 69?!? è un altro segnale delle tematiche affrontate in questo sito! ah ah ah!
anvil
Sabato 15 Settembre 2012, 11.15.22
2
Quella faccia l ho già vista !!! , bella rece .
enry
Sabato 15 Settembre 2012, 9.04.01
1
Bel culo, qui un facesitting ci scappa tutto...
INFORMAZIONI
2012
Massacre Records
Heavy Rock
Tracklist
1. Schmerz Neu Definiert
2. Mein Weg, Mein Wille, Mein Leben
3. Seite an Seite
4. Benzin
5. Paranoia
6. Dieser Traum
7. King Kongs Schwester
8. Jag Mich zum Teufel
9. Nur Wenn du Träume Hast
10. Leuchtfeuer
11. Alles Was Ich Will (Bonus Track)
Line Up
Felix Orschel (Voce, Chitarra)
Andy Arnold (Chitarra)
Locke Heylmann (Basso, Voce)
Christian “Bogi” Bogert (Batteria)
 
RECENSIONI
67
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]