Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Havok
V
Demo

Northern Crown
In a Pallid Shadow
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

03/08/20
ADVERSARIUS
In Nomine Draconis Leviathan

07/08/20
SELBST
Relatos De Angustia

07/08/20
MOONSPELL
The Butterfly Effect (Ristampa)

07/08/20
ARCTIC RAIN
The One

07/08/20
DUKES OF THE ORIENT
Freakshow

07/08/20
RAMOS
My Many Sides

07/08/20
BLACK ROSE MAZE
Black Rose Maze

07/08/20
BLUE OYSTER CULT
45th Anniversary, Live in London

07/08/20
LIONVILLE
Magic is Alive

07/08/20
WOR
Prisoners

CONCERTI

07/08/20
KORPIKLAANI
MONTELAGO CELTIC FESTIVAL - SERRAVALLE (MC)

07/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

08/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

09/08/20
SUMMER METAL 2020
LONCA DI CODROIPO (UD)

11/08/20
BAD RELIGION
FESTIVAL DI RADIO ONDA D'URTO - BRESCIA

12/08/20
BAD RELIGION (SOSPESO)
FESTIVAL DI MAJANO - MAJANO (UD)

19/08/20
PALAYE ROYALE
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

26/08/20
GRAHAM BONNET & ALCATRAZZ + GIRLSCHOOL + ASOMVEL
FESTA BIKERS - COLOGNO AL SERIO (BG)

27/08/20
WOLFMOTHER + HARDCORE SUPERSTAR (SOSPESO)
PIAZZA DUOMO - PRATO

04/09/20
VAN DER GRAAF GENERATOR
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA SINOPOLI) - ROMA

Joe Stump - Revenge Of The Shredlord
( 2958 letture )
Quello di Joe Stump è un nome abbastanza noto tra chi ascolta musica solista, specie tra i neo-classicisti, ma vale la pena spendere due parole per coloro che non rientrano in questo sempre più ristretto circolo: Joe è uno di quei chitarristi nati e cresciuti nel periodo in cui il neo-classic metal aveva raggiunto il suo massimo picco di diffusione, all'ombra di artisti quali Jason Becker, Yngwie Malmsteen e Vinnie Moore; nell'arco della sua lunga carriera, partita nel 1993 con Guitar Dominance!, lo shredder americano ha pubblicato una ventina di album: quello di cui parliamo oggi, Revenge Of The Shredlord, è il nono da solista, recentemente edito dall'autorevole Lion Music.

Composto di undici brani più la classica introduzione, per un running time di poco inferiore ai 70 minuti, come già avvenuto per il precedente Virtuosistic Vendetta (2009, Lion Music), Revenge Of The Shredlord si distingue più per le ombre che per le luci, essendo l'album prevalentemente un esercizio di stile molto ricco nel quantitativo di tecnica impiegata ma altrettanto carente per ciò che concerne la capacità emotiva e comunicativa. Joe Stump è un eccellente chitarrista, lo si nota molte volte nell'arco del disco, le sezioni ritmiche paiono infatti strutturate per mettere in evidenza solo ed esclusivamente i numerosi interventi solisti, pieni zeppi di virtuosismi di ogni genere; in questo senso rilevo un ingombrante problema, perchè la monotematicità ritmica ed armonica di ciascuna singola traccia potrebbe spingere chi ascolta il prodotto -anche solo per la prima volta- a skippare al brano successivo o direttamente a cambiare cd.
Un'altra caratteristica negativa di Revenge Of The Shredlord è costituita dall'eccessiva prevedibilità del contenuto musicale dei pezzi, che non presentano nessun elemento atto a distinguere lo stile di Joe Stump da un qualunque ipotetico "Manuale per novelli virtuosi del neo-classic metal". Se le parti ritmiche sono di una banalità e ripetitività sconcertante, non diversamente si può dire degli assoli: scale su scale, su scale, su scale, su scale, su scale... sembrano non finire mai. E non lo dico per fare un complimento all'autore!
Certo che poi qualcosa di salvabile c'è: mi è piaciuta l'introduttiva The Ritual Begins, tipica rievocazione pseudo-beckeriana, ma anche la parte iniziale di Shredlord's Sonata e l'acustica Master's Prelude, un pezzo che stilisticamente non può non far pensare alla celebre Black Star di malmsteeniana memoria, o la successiva In The Master's House, in cui finalmente si abbandonano i virtuosismi fini a se stessi per creare un pò di magia e melodia, in puro stile neo-classic. In tutto però si tratta di pochi minuti, a fronte di un prodotto che dura più di un'ora: un pò poco per i miei gusti!

In sostanza Revenge Of The Shredlord è un album che, pur offrendo alcuni spunti di interesse, non riesce a superare i grossi limiti di un musicista che, ancora una volta, pare aver messo al centro se stesso e le sue abilità anzichè la musica. Come risultato abbiamo un platter il cui ascolto ininterrotto, dalla prima all'ultima traccia, è per chi scrive un avversario assolutamente imbattibile. C'è poco altro da dire.
Bocciato senza possibilità di recupero.



VOTO RECENSORE
34
VOTO LETTORI
56.5 su 8 voti [ VOTA]
Gigy rock n roll
Giovedì 27 Settembre 2012, 0.54.25
9
Ok ragazzi,è uno che copia Malmsteen al 95% però non mi sembra giusto criticare, in fin dei conti penso che nessuno tra noi italiani sia riuscito a far ben 9 album strumentali! E nel suo, è uno che sa, (insegnante alla Berklee) oltretutto è normale che d'idee ne ha ancora ben poche: di neoclassico è stato quasi detto tutto! Provate a farlo voi! Secondo me non è male!
d.r.i.
Martedì 18 Settembre 2012, 23.30.16
8
A me lo shred piace ma questo disco è monotonia all'ennesima potenza...6 corde 6 balle gonfie
Blue
Lunedì 17 Settembre 2012, 12.55.23
7
Mai piaciuto questo genere...solo esibizionismo puro e tecnica...musica 0
Remedy
Lunedì 17 Settembre 2012, 12.41.21
6
uno dei pohci brani decenti che ricordo è Speed Metal Messiah e forse The Beacon
anvil
Lunedì 17 Settembre 2012, 6.17.39
5
Shred/Neo-Classic e basta basta !!!!, non se ne pùo piu di ste etichette ......
waste of air
Lunedì 17 Settembre 2012, 1.25.26
4
Porca Troia ho fatto il somaro in un altro post ed è rimasto il nick diverso!
waste of aborym
Lunedì 17 Settembre 2012, 0.20.04
3
Stavo ascoltando un pezzo ma pensavo di avere sbagliato disco: sembra Nixxi Sixx 'sto tipo! A me il genere non piace, non saprei neanche giudicare, però posso dire che in un gods of metal con malmsteen sono riuscito ad addormentarmi!
Delirious Nomad
Domenica 16 Settembre 2012, 22.18.22
2
"Come distruggere un artista in una pagina o meno", il nuovo best-seller del dr. Khaine! Sinceramente, non ho sentito il disco, ma già non reggo il neoclassic shred "di qualità", figuriamoci quello scadente!
therox68
Domenica 16 Settembre 2012, 22.08.40
1
Confermo le impressioni riportate nella recensione al punto tale che si sarebbe potuto recensire il disco in questione senza neanche ascoltarlo. Ovviamente Khaine ha fatto bene ad ascoltarlo lo stesso, ci mancherebbe. E dire che Stump, che ha uno dei migliori alternate picking esistenti, se avesse voluto ampliare le sue "visioni" potrebbe essere un musicista migliore non solo un mitragliatore di note. Tutta la sua carriera dimostra però che gli interessa solo quest'ultimo aspetto.
INFORMAZIONI
2012
Lion Music
Shred/Neo-Classic
Tracklist
1. The Ritual Begins
2. Man Your Battlestations
3. Pistoleros
4. Shredlord’s Sonata
5. Master’s Prelude
6. In The Master’s House
7. The Black Knight’s Castle
8. Enter The Coven
9. Evil Beasts Below
10. Strat Outa Hell
11. White Knuckle Mayhem
12. The End Approaches
Line Up
Joe Stump (Chitarre)
Jay Rigney (Basso)
Hector Jaramillo (Batteria)
Rock Jetstream (Tastiere)
Francisco Palomo (Tastiere)
 
RECENSIONI
45
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]