Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

The Flower Kings
Islands
Demo

Veritas
Threads of Fatality
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

27/11/20
WRECK-DEFY
Powers That Be

27/11/20
TOBLAKAI
Puritans Hand

27/11/20
SOMBRIA
Chirographon Dei

27/11/20
FULL HOUSE BREW CREW
Bare Knuckle

27/11/20
ONDSKAPT
Grimoire Ordo Devus

27/11/20
ANTHENORA
Mirrors and Screens

27/11/20
FURIOUS TRAUMA
Decade at War

27/11/20
TERRAVORE
Vortex of Perishment

27/11/20
ULTIMATIUM
Virtuality

27/11/20
JADED HEART
Stand Your Ground

CONCERTI

26/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

27/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

28/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
LEGEND CLUB - MILANO

28/11/20
BELPHEGOR + GUESTS
BLACK WINTER FEST - MILANO

29/11/20
ORPHANED LAND
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

29/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

30/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

01/12/20
ORPHANED LAND
LEGEND CLUB - MILANO

02/12/20
ORPHANED LAND
TRAFFIC CLUB - ROMA

03/12/20
ROSS THE BOSS + GUESTS (CANCELLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

Europe - The Final Countdown
( 11949 letture )
Un lavoro controverso. Per tantissimi rocker di quei tempi, questo era un disco spudorato, sfacciato, finto, leccato, sintesi della commercialità più bieca, quella che faceva storcere il naso e pronunciare insulti pesanti. Accuse mosse da ogni parte. Non tanto per i suoi contenuti eccellenti, ma per il fatto che questi cinque svedesoni sbancarono letteralmente tutto lo sbancabile. Costantemente in televisione, video in heavy rotation che divennero reali tormentoni di un’epoca, le loro facce in ogni giornale, addirittura sui rotocalchi di gossip che la nostra italietta consuma ancor oggi a dismisura e poi, ancora, speciali tv, interviste esclusive, radio impazzite e soprattutto San Remo e, come ben si sa, sui nostri lidi, chi si reca a quella kermesse popolar-nazionale merita il linciaggio. Che poi il palco dell’Ariston, negli anni, sia stato calcato anche da Queen, Saxon, Toto, Def Leppard e tanti altri nomi inattaccabili, non conta nulla per chi ha la memoria corta e ottenebrata dall’invidia del successo di questa band; l’importante era gettare tonnellate di merdoso fango sulle loro facce truccatine e le loro pettinature permanentate e perfette. Il fatto che questi ragazzi avessero fatto breccia nel cuore della sfera femminile di quel momento storico, divenne un’ennesima colpa capitale: per gli Europe tornò in auge il “gridolinismo” e l’isteria femminina collettiva che aveva accompagnato, pochi anni prima, fenomeni da baraccone della musica artificiale come Duran Duran e Spandau Ballett. Ma gli Europe non sono mai stati assimilabili ai loro predecessori d’esaltazione mediatica e collettiva: loro sono una hard rock band e lo sono sempre stati. Questa la reale genesi di questo discusso quintetto. L’approdo ad una major, dopo due album in avanscoperta, giocò innegabilmente a loro favore; tra l’altro il contratto di oltre cento pagine venne praticamente siglato da Joey Tempest e soci all’oscuro, senza aver letto per intero il malloppone di carta inchiostrata: quella era la loro grande occasione e la colsero a scatola chiusa. Le asperità della loro musica vennero arrotondate da un nuovo songwriting e, più di ogni altra cosa, dalla produzione magistrale di Kevin Elson, uomo che si era già mosso dietro a miti dell’AOR mondiale come i Journey, decretandone trionfi mondiali. The Final Countdown è la terza incisone in studio e rappresenta il salto di qualità che tutti si attendevano, non senza problematiche o abbandoni improvvisi, quanto repentini. John Norum, grande chitarrista e virtuoso dello strumento amava la musica della band, ma all’indomani dell’uscita del pluriplatinato disco cominciò a chiudersi in se stesso, a non essere felice del prodotto stampato e a mal sopportare il successo:

“La chitarra ritmica era sparita, era solo un rumore in sottofondo e davvero le tastiere avevano preso il sopravvento... Ed io amo le tastiere, non fraintendetemi... Ma a quel tempo ero molto coinvolto dai lavori di Gary Moore... Fui deluso dal modo in cui venne mixato l'album”.

Dichiarazioni dure e perentorie presto seguite da ulteriori, drastici passi indietro nell’evoluzione del disco del “countdown”:

“Tutto riguardava i soldi e la nostra immagine, la musica era passata in secondo piano. Tutto era diventato metal da masticare e questo non mi piaceva. Odiavo la nostra immagine, quei tagli di capelli ci facevano sembrare dei barboni”.

Insomma, l’abbandono di Norum diventerà pressoché fisiologico dopo un bel pugno di concerti e una promozione asfissiante giocata su tavoli sparsi nei vari continenti, lo sostituirà il talentuoso, ex Easy Action, Kee Marcello, anch’egli svedese. John abbandonerà la band che aveva fondato con una riga di dichiarazione, tosta e verace:

“Finalmente è tutto finito. Adesso potrò comporre la mia musica”.

Il disco è assolutamente splendido, brillante, ricco di contenuti musicali d’eccellenza, armonie che si stampano istantaneamente nella mente di chi ascolta, cori, melodie, arrangiamenti deluxe e un sound che in quei tempi fece sfracelli. Inutile parlare della triade iniziale (The Final Countdown-Rock the Night-Carrie) che ormai anche le locuste conoscono, anche se magari pochi sanno che il tormentone della titletrack è stato scritto da Tempest -d’altronde tutto l’album è a sua firma-, ispirato da David Bowie e dalla sua Space Oddity. Songs come Danger on the Track e Cherokee spiccano per melodie galattiche e soli incrociati di chitarra e tastiere davvero pregevoli, rigurgiti hard rock con vocalità da empireo come in On the Loose e Ninja, quest’ultima caratterizzata da un guitar solo sospeso tra il paradiso e l’inferno, e ancora la vellutata Heart Of Stone con Joey Tempest che detta le operazioni dalla plancia di comando incalzato da un Norum che si getta in un solismo efficace, con sfumature funky, ricco di pennate hard, senza dimenticare Love Chaser. Time Has Come è una semiballad incisiva con coralità pazzesche, da notare che Tempest lanciò una moda e un nuovo modo di cantare che seguirono in tantissimi interpreti, merito in più che gli va ascritto.

Forse l’unica pecca di questo disco deriva da un nome e un destino: Les Katz si occupò della cover illustration, una riuscita non proprio memorabile. A prescindere dai risultati economici giganteschi di questa operazione: 10 milioni di copie vendute nel mondo del CD, singolo a quota 12 milioni di copie, 40 contando anche i vari estratti che furono ben 6 per quattro clip, 9 dischi d’oro e 20 di platino, The Final Countdown è diventato un disco da leggenda e ha solcato un'epoca, portando nuovi fans al metal che probabilmente non sarebbero mai giunti a scoprire il nostro genere. Che cosa può la grande diffusione. Senza contare la bravura della band nelle esibizioni live, partendo dai primi tempi sino ad arrivare ad oggi. Piaccia o non piaccia queste canzoni, marcate Europe, rimarranno nella leggenda del rock duro, ora e per sempre! Album semplicemente stellare.



VOTO RECENSORE
93
VOTO LETTORI
72.29 su 98 voti [ VOTA]
viki
Lunedì 5 Ottobre 2020, 16.17.36
166
amo sta canzone peccato essere così giovane, ho perso tantissimo non vedendola dal vivo
Bestial Invasion 98
Mercoledì 29 Agosto 2018, 11.29.08
165
Sisi @lisablack anche quello è un classico. Hai ragione,tristemente chi non è nato in quegli anni si è perso tanta musica (come me), recuperarla è bello, ma non sarà mai come viverla
lisablack
Mercoledì 29 Agosto 2018, 6.32.00
164
Ascoltati anche Out of this world, se non l'hai ancora fatto. È stupendo..Anche Prisoners in Paradise è un bel disco. È inutile fare dei paragoni..adesso c'è davvero brutta musica, mi dispiace dirlo. Chi non c'era negli anni 80, si è perso veramente qualcosa di bello e irripetibile..
Bestial Invasion 98
Mercoledì 29 Agosto 2018, 0.33.13
163
Gran bel disco, il mio preferito assieme a Wings of Tomorrow. Musica Commerciale? Ben Venga!!! Secondo me se molti ragazzi delle nuove generazione non sanno nemmeno co sia l' Hard Rock o l'HM è anche perché si sono persi tutti questi grupponi che sfondavano le classifiche… altro che il reggaeton e tutti ste m***e che girano in radio e in tv ora, meglio sentire una canzone come The Final Countdown o Carrie che 10 secondi di Baby K...
progster78
Venerdì 8 Giugno 2018, 21.59.55
162
Bel disco, ma personalmente reputo "Out Of This World" superiore.
lisablack
Venerdì 8 Giugno 2018, 20.31.54
161
Anche per me è un'album importante. Ho sempre adorato gli Europe, non hanno sbagliato un disco per me. Per questo straquoto il commento di The Skull, anni e ricordi bellissimi in sottofondo di queste note.
Aceshigh
Venerdì 8 Giugno 2018, 18.01.18
160
No beh, questo è un discone. Troppo facile liquidarlo con un "è l'album di quella canzone lì che l'ascoltavano pure i miei nonni alla sagra del paese" (comunque gran pezzo!). Qui ci sono pezzi come Rock the Night, Cherokee, On the Loose, Carrie, una ballad tra le più belle di sempre (e sentite Joey Tempest come la canta!); anche le canzoni meno conosciute è un insulto chiamarle filiera. 90 è il minimo
Argo
Venerdì 8 Giugno 2018, 17.33.07
159
Il commento qui sotto è da incorniciare.
TheSkullBeneathTheSkin
Venerdì 8 Giugno 2018, 15.41.22
158
La storia è passata di qua. La storia del rock degli anni 80 e la storia di vita di tanti di noi. The Final Countdown ha contagiato tantissima gente, molti si sono fermati lì, alla hit, e magari hanno continuato il proprio percorso di ascolto con altre hit (pochi mesi dopo uscì Bad).... il disco e l'amore per questa musica invece, per me, cominciano con Rock The Night. Anche se dopo poche tracce poi l'album finisce, l'amore è rimasto intatto fino ad oggi, anzi è cresciuto sempre più: a chi ci apre la porta di un mondo non si può che esprimere gratitudine. Voto 90
megna
Venerdì 8 Giugno 2018, 15.27.11
157
Ehm, anche se mi sono avvicinato al mondo della musica hard rock (e poi metal) proprio con la title track di questo album, andrò controcorrente. La mia opinione è che si salva ...solo la traccia The Final Countdown, per l'appunto (la song che vanta innumerevoli tentativi d'imitazione). Il resto del disco è tranquillamente passabile. Troppo ordinario e plasticoso. Puzza di commercialata destinata agli U.S.A. lontano un km.
Philosopher3185
Venerdì 12 Gennaio 2018, 0.18.13
156
Dopo tanti anni che ascolto musica mi sono finalmente deciso ad as coltare questo album..a parte qualche pezzo,non riesce a prendermi..per me l'album rock commerciale classico e' slippery when wet dei Bon jovy! Ecco,quello e' un album commerciale fatto bene come dio comanda..qui' che sento che manca qualcosa..
ObscureSolstice
Martedì 5 Dicembre 2017, 7.27.12
155
Persino le tastiere in risalto dei Van Halen di Jump vengono battute con questo The Final Countdown.
Angus71
Lunedì 4 Dicembre 2017, 23.36.44
154
Ecco. Uno di quegli album di cui non posso parlare male ma chw, sinceramente, non mi ha mai preso tantissimo, anzi. Come black album o nevermind. Non so neanche spiegarmi bene il perche'.
Joey
Lunedì 4 Dicembre 2017, 23.21.14
153
Album da cui nacque tutto, dall'amore per un certo tipo di musica, ai capelli lunghi, alle maglie e giubbotti di jeans con i loghi dei gruppi ecc...Nel 1986 avevo 9 anni e mi feci comprare la cassetta da mia nonna...apriti cielo, mi si aprì un mondo dal quale non sono mai più uscito, considerando che poco dopo, sempre dalla mia grande nonna, mi feci acquistare Slippery when wet, Skid Row, Black album ecc... Diatriba se più pop o più rock? Meglio i Duran? The Final è stata una condanna anziché una benedizione per gli Europe? Chi se ne frega, è stata una benedizione per me, ringrazio dio che l'abbiano fatto esattamente così com'è. Oltre alla title track, notevoli anche tutte le altre, oltre alle "solite" più conosciute, grandissime Love Chaser, Ninja, Heart of stone ecc...Dovessero puntarmi una pistola alla tempia per costringermi a dire quella che scarterei, forse Time has come, ma solo con una pistola puntata. Disco da avere assolutamente, che ascolto oggi esattamente come trentanni fa, con le stesse emozioni a fare da corollario.
Maz
Giovedì 5 Ottobre 2017, 22.10.34
152
Disco da avere assolutamente....senza limiti di tempo e di generi musicali....fantastico dall'inizio alla fine....evocante indimenticabili ricordi di gioventù.....quante volte l'ho ascoltato....tra tutte "Rock The Night" e "On the Loose"....ma tutte belle le tracce....grande disco anche perché lo ascolto adesso e mi da ancora emozione....cosa che spesso non succede con dischi nuovi che seppur belli non ti lasciano granché.....stay metallized
ObscureSolstice
Giovedì 5 Ottobre 2017, 22.00.26
151
io non capisco perchè quando si deve perculare una band rock si debba tirare fuori i Duran Duran...mah. Se questo è un disco pop, io sarei un poppettaro. Ha fatto saltare pure mia nonna dalla sedia quando è uscito e ancora oggi mia nonna se lo ascolta con piacere e gli dà la stessa adrenalina di quando è uscito...la qualità si vede a lunga distanza appunto. Ok che hanno fatto dischi più granitici, ok che questo è un disco che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo e può dar fastidio a molti, all'uso di sintetizzatori e tastiere prevalenti, ma sta di fatto che hanno fatto ugualmente centro. Ok è il disco più popolare a chiunque anche a chi non sa minimamente cos'è il rock, ma bisogna valutarlo per quello che è: un disco davvero bello con bei pezzi e lo dico senza capricci, dispetti o stronzate che probabilmente da ragazzino avrei detto o fatto ma che adesso sono finite. Sfido io a qualsiasi band di oggi a fare un quarto di quello che hanno fatto gli Europe...troppo grandi per arrivarci...solo chi possiede qualcosa di speciale ci riesce. E vogliamo parlare delle tastiere che ci sono sotto?? Oh si, e che tastiere!!! Dove non danno alcun fastidio per come sono state concepite, alcun fastidio, perchè si susseguono soli ruggenti, melodie adrenaliniche e una produzione rock di tutto rispetto a una voce di un Tempest grandioso...poi ok sono scesi a patti con le major e dite quello che volete...ma di solito quando si fa uscire il disco più che fa il boom più degli altri, di solito è un disco brutto, insipido, senza mordente e fiacco se venuto troppo a patti....invece questo all'incontrario è senza dubbio un gran bel disco. Di notorietà, ma bello. Inutile rompere le palle che oggigiorno non ci siano band di questo tipo a seguire l'eredità che hanno lasciato i grandi, se appena fanno un disco che vende tanto si debba tirare secchiate di piscio quando la qualità è alta e godibile
duke
Giovedì 5 Ottobre 2017, 21.22.08
150
un disco che ha fatto la storia...
lisablack
Giovedì 5 Ottobre 2017, 21.00.24
149
Il tuo vecchio ci aveva visto bene!! Bel colpo!
Mulo
Giovedì 5 Ottobre 2017, 20.53.16
148
Scherzi a parte il mio vecchio se ne vnne a casa con il vinile di final countsow nel '87 e l'anno dopo bissò con Out of tis world.Daddy rocks!
Mulo
Mercoledì 4 Ottobre 2017, 21.15.54
147
I Duran son pop dai,la sessione ritmica è molto funky e i pezzi dei primi 2 sono belli,orecchiabili e a dire il vero mai banali.Chissà le 13enni cosa ci capivano della loro musica ah ah! forse guardavano le foto su cioè e basta ah ah!
lisablack
Mercoledì 4 Ottobre 2017, 21.10.03
146
Arena è un bel Live, i Duran erano una grande band..ne hanno fatta di bella musica! Chi dice che erano pop ha un grosso abbaglio! D'accordo, sul fatto che su questo disco ci sono assoli ottimi, penso a quello di Carrie ma anche nella Title track.
Mulo
Mercoledì 4 Ottobre 2017, 20.24.50
145
Visto che si parla di Duran,sto sentendo Arena... Ma davvero è live quel disco??Sembra fatto in studio!A chi dice chi i Duran prima di Wild boys non se li cagava nessuno dico che è un discorso valido x l'Italia perchè in Uk, USA (nel '83 sold out al Madison x diverse sere di fila) e nel resto del mondo erano già megastar.Cmq del disco degli Europe in questione mi piaciono veramente tantissimo gli assoli,veramente eccezzonali! Per il resto è veramente troppo laccato e costruito x piacermi anche se i pezzi sono eccezzionali a livello qualitativo.
HeroOfSand_14
Mercoledì 4 Ottobre 2017, 19.50.52
144
Come detto da molti, questo può essere considerato come un album con canzoni sottovalutate solo "grazie" alla titletrack, che in sè è un gran pezzo, pur avendo unpò stufato ormai come tutti i brani che si sentono dovunque per qualsiasi motivo. Questo disco, Out Of This World e Prisoners In Paradise sono spettacolari, canzoni splendide e melodie inddimenticabili, con un Tempest in forma ottima. Ninja, Rock The Night e la sua commercialità grandiosa, Danger On The Track, Love Chaser, Cherokee...non manca nulla, ballate immortali come Carrie affiancate a pezzi più veloci come la citata Ninja, uno degli apici per i miei gusti. A chi piace il pop metal, il pop e il rock più leggero e radiofonico questo (come Out e Prisoners) è un must
Aceshigh
Giovedì 7 Settembre 2017, 15.08.47
143
Questo e il successivo Out of this world sono due album stratosferici. Poi, per carità, che sia un prodotto fatto per vendere tonnellate di copie è innegabile, ma questo passa in secondo piano quando la qualità del songwriting è così alta. Joey Tempest da 10 e lode su Carrie.
Metal Shock
Venerdì 12 Febbraio 2016, 11.16.15
142
@Luca: dipende dai punti di vista. Questo fu un album molto commerciale poco ma sicuro; da un punto di vista musicale per esempio io preferisco Wings... oppure Start.. o Secret society. Ognuno ha i suoi punti di vista.
Luca
Venerdì 12 Febbraio 2016, 10.58.47
141
Album sopravvalutato? Tolte le due canzoni va nel dimenticatoio? Ragazzi scusate, ma che dite? Forse avete avuto un ascolto superficiale. Conosco praticamente tutti gli album degli Europe, e in questo non ne ne è una brutta! Da ninja, a danger on the track a time has come, alla "scartata" on broken wings! Capolavoro assoluto 95 personalmente
Rob Fleming
Sabato 23 Gennaio 2016, 16.43.24
140
Bello, ma sopravvalutato a causa dell'eccezionale TT. Uno dei brani simbolo degli anni '80 voto 80
robby
Domenica 29 Novembre 2015, 9.38.54
139
album sopravvalutato che comunque ha significato e continua a significare tanto nel mondo del rock, volenti o nolenti. non concordo con il voto del recensore da un punto di vista artistico perché ritengo che tolte la title track e altre 2 canzoni il resto possa andare tranquillamente nel dimenticatoio. concordo con il voto per l'impronta che ha lasciato in quegli anni, impronta che ancora adesso fa sentire il suo peso ed in fin dei conti... anche questo rende grande un disco e lo rende importante.
Rocker_99
Venerdì 18 Settembre 2015, 18.30.01
138
Nonostante sia un album commerciale fino al midollo, io lo adoro. Gli Europe sono una delle mie band preferite e quest' album è bellissimo. Le melodie delle canzoni mi rimangono incollate allla mente. Sembrerà strano ma l'unico pezzo che non mi entusiasma è proprio la title track. Le mie canzoni preferite sono Cherokee, Love Chaser e The Time Has Come
spaceace
Venerdì 26 Giugno 2015, 13.55.32
137
Secondo me album ottimo, godibile fino in fondo. Ho apprezzato parecchio il sound, le parti soliste di Norum e la voce di Joey Tempest, che in quell'anno era veramente al top, come mai era stato prima e, soprattutto, come quasi mai è riuscito a tornare dopo, benché il livello sia sempre stato molto buono, intendiamoci. Rispetto alla rece toglierei un voto abbondante (80), perchè al netto dei pregi innegabili di quest'album, la ripetitività dei pezzi salta all'orecchio di chiunque, e non necessita certo sottolineature particolari, il pattern strofa-ritornello si ripete ininterrottamente per l'intero album, intervallato da qualche bel solo, che attenua il difetto, ma solo in parte. In ogni caso gli Europe sono sempre stati questo, anche prima di TFC, alla faccia di chi parla di commercializzazione e così via... Dopodiché si può discutere quanto si vuole di come l'impatto col grande pubblico abbia cambiato la "forma" del gruppo, ma la sostanza mi sembra sia stata sempre quella: pezzi orecchiabili e notevoli parti soliste.
lisablack
Venerdì 19 Giugno 2015, 13.57.40
136
Si è vero questo è un capolavoro del pop metal, ma forse non è nemmeno la giusta definizione..comunque una grande band che ho sempre ammirato e ascoltato volentieri. Ho letto commenti riguardo i Duran Duran, io dico la mia..i Duran erano musicisti e hanno composto capolavori..lo dico io che ascolto death, black, ma so riconoscere una band valida. Comunque di sicuro lo sono anche gli Europeo !
Lorw
Lunedì 23 Febbraio 2015, 14.17.53
135
Capolavoro del pop metal.
d.r.i.
Mercoledì 31 Dicembre 2014, 9.09.14
134
Disco che ho trovato piacevole ma niente di più, ho sempre preferito il 'grezzume' di Wings of tomorrow. Voto max 72
BlackSoul
Martedì 30 Dicembre 2014, 23.43.04
133
Uno dei rari casi in cui cerchi successo commerciale scrivendo canzoni ruffiane, e ti ritrovi con in mano un capolavoro che, nel suo genere, ha pochi eguali. Fantastico, concordo con il voto.
MetalMark
Lunedì 29 Dicembre 2014, 18.09.50
132
E' vero sarà un album commerciale e quindi? Cioè che c'è di male se uno ha successo? Molti ora possono fare i fighi e storcere il naso di fronte a un pezzo come "The Final Countdown" ma non mi vengano a dire che ai tempi non l'hanno ascoltata e riascoltata più volte! Tralasciando l'enorme successo della title track possiamo tranquillamente affermare che tutto il resto dell'album è pregiatissimo, hard rock melodico, sicuramente più "dolce" dei precedenti dischi ma non per questo di scarso livello anzi! John Norum dopo questo disco ha lasciato perchè voleva dedicarsi a qualcosa di più heavy ma almeno ci ha regalato una serie di solos veramente bellissimi, melodici e veloci (ascoltate "Ninja") molto belle anche "Heart Of Stone" o "On the Loose". Voto 90
Steelminded
Lunedì 3 Novembre 2014, 7.53.13
131
Ottima rece, li ho visti qualche anno fa di fronte ad un pubblico di poche centinaia di persone... Scherzi del destino...
Galilee
Venerdì 10 Ottobre 2014, 15.20.53
130
Michele5150 Sono superiori perchè? Sono diversi non superiori. Nesuno ha fatto meglio di nessun'altro. Sono solo proposte musicali diverse.
Galilee
Venerdì 10 Ottobre 2014, 15.19.00
129
X Peppe. Cos'hai da dissentire, non ho capito. Che i Duran uscissero dalla new wave l'ho scritto pure io, quindi non ho capito a cosa ti riferisci.
michele5150
Venerdì 10 Ottobre 2014, 14.14.16
128
@peppe: Bon jovi e Def Leppard hanno fatto molto di meglio di The final countdown se permetti. Il primo Bon Jovi, Slippery e New Jersey dei BJ e Pyromania e Hysteria dei Def gli sono superiori
venom
Martedì 15 Luglio 2014, 3.45.43
127
che dire ...fa parte di quei dischi che rimaranno nella storia.quindi le parole non servono.
percuoco
Sabato 21 Giugno 2014, 21.52.44
126
Grazie peppe!Io insisto col dire che trovo molto più rock tanti episodi della loro discografia che parecchi dischi recensiti qui..Ma è così..I DD venivano vilipesi da tutto il mondo metal e additati come pagliacci.E i commenti nella rece ne sono conferma.Comunque ognuno ascolta ciò che gli pare.Nel momento in cui si vedrà recensito un disco come Rio(che disintegra in qualità e portata storica l'album qui recensito)se ne può riparlare.Sempre con rispetto verso questo portale e la band svedese che apprezzo molto.
peppe
Domenica 15 Giugno 2014, 10.20.13
125
cmnq galilee permettimi di dissentire, nel senso che più che altro i duran e gli spands, soprattutto i primi, sono nati dalle ceneri del punk, e il loro primo album, l omonimo parla chiaro, e hanno in linea di massima forgiato fefinitivamente cio che notoriamente è venuto alla luce come NEW ROMANTIC, del quale va detto altresì che il primo mattoncino di tale fenomeno l aveva messo bryan ferry!!
peppe
Domenica 15 Giugno 2014, 10.13.54
124
percuoco sono daccordo con te, il tuo è un gran commento!!
peppe
Domenica 15 Giugno 2014, 10.11.17
123
forse ci sta pure dire degli europe che sono stati un po i duran duran e gli spandau dell hard rock. detto questo, nn vuol dire che sia una cosa negativa. saranno anche stati(erroneamente) un fenomeno molto femminino negli 80, ma se uno capisce nn dico tanto, ma un pochino di musica, nn dovrebbe definire le due pop-bands fenomeni da baracconi plastificati, la storia parla chiaro, il successo planetario e tutt ora attuale parla chiaro, così come i live. qui si parla di metal, ok, e io ne sono felice e appassionato come voi, ma se qualcuno pressochè 40enne ha mai avuto ad esempio la fortuna di avere tra le mani il LIVE ARENA dell 84, allora capirà cosa intendo. ma si parla di the final countdown, che io ritengo manifesto di quegl anni (secondo me l album che bon jovi e def leppard avrebbero voluto fare loro) e disco eterno!!
percuoco
Giovedì 29 Maggio 2014, 15.33.09
122
Ahaha!!!Si che si era capito..Come per il sottoscritto credo!
Galilee
Giovedì 29 Maggio 2014, 15.14.53
121
Comunque, non so se si era capito, ma a me piacciono i DD.
percuoco
Giovedì 29 Maggio 2014, 15.11.38
120
Più che Le Bon direi Rhodes che era proprio un sosia di Sylvian..Poi si torna sempre sui gusti..I DD avevano un bel pò di groove funk/disco nel loro DNA(Chic)...Comunque questa discussione sai perchè scaturisce?Perchè è ancora tabù parlare su un sito dedito all'heavy dei DD in termini lusinghieri..Solo che poi trovi recensiti dischi ben più"molli"come"Dynasty"dei Kiss,"Discovery"degli ELO,"Parsifal"dei Pooh o i Daft punk(tutti artisti che mi piacciono,sia chiaro)..Non è cambiato poi molto dagli 80's..Il metallaro comune deve schifare i DD per partito preso..Mah..
Galilee
Giovedì 29 Maggio 2014, 14.57.45
119
Che poi i dischi dei japan quelli belli, prima che il genio se ne andasse con sakamotoe Fripp, sono tutti targati anni 70. Tin drum? E' l'unico che ho boicottato. I miei preferiti, Adolescent sex e gentlemant take polaroids. E comunque anche Le Bon come look si rifaceva a Sylvian in maniera pazzesca. Tra l'altro non hanno mai nascosto questa ammirazione per i Japan
percuoco
Giovedì 29 Maggio 2014, 14.51.13
118
Ho sempre pensato questo..I DD erano i Motley del pop,specie per l'esistenza che hanno condotto..I Japan sono maestri(Tin drum su tutti)ma le emozioni che mi hanno dato le Bon e soci sono difficilmente eguagliabili,in ambito di 80's sound di qualsivoglia estrazione..
Galilee
Giovedì 29 Maggio 2014, 14.00.09
117
La tua ultima definizione calza a pennello. Che i Japan siano di tutt'altro spessore è vero. Dischi come adolescent sex sono una figata. Post punk infarcito di glam e new wave. Un mix pazzesco per i tempi.
percuoco
Giovedì 29 Maggio 2014, 13.21.16
116
A differenza dei Japan avevano più acume pop e una maggiore live attitude..Hanno portato a compimento ciò che i Sylvian aveva cominciato..Poi son gusti..Gli Spandau son validi ma mi portano a noia..Poi i DD nei live(li ho tutti quelli ufficiali in dvd)erano una potenza!!Praticamente una hair metal band infarcita dai synth..
Galilee
Giovedì 29 Maggio 2014, 12.25.02
115
Originali i Duran Duran più o meno. Il loro sound per il 70 % nasce dai japan di David Sylvian che 5 anni prima sguazzavano già su certe sonorità. Poi , come gruppi sono entrambi molto validi, ma io sto con gli Spandau Ballet.
percuoco
Giovedì 29 Maggio 2014, 12.05.11
114
Più raffinati sì(ilhitarrista dei Duran,Andy Taylor era molto più hard nel suono e nell'attirudune)ma meglio proprio no..Tony Hadley gran cantante ma restano decisamente troppo soporiferi e canonici rispetto ai più energici e originali DD..Comunque c'è chi ascolta con passione ancora Beatles e Stones,quindi non vedo problemi in questa diatriba..
percuoco
Giovedì 29 Maggio 2014, 12.05.00
113
Più raffinati sì(ilhitarrista dei Duran,Andy Taylor era molto più hard nel suono e nell'attirudune)ma meglio proprio no..Tony Hadley gran cantante ma restano decisamente troppo soporiferi e canonici rispetto ai più energici e originali DD..Comunque c'è chi ascolta con passione ancora Beatles e Stones,quindi non vedo problemi in questa diatriba..
spandau ballet
Giovedì 29 Maggio 2014, 2.55.02
112
meglio gli spandau dei duran, più raffinati. Ma quanto vecchi siamo?..parliamo di cose di 30 anni fa...come quando mio padre nell'84 mi parlava della musica del '54...
percuoco
Giovedì 29 Maggio 2014, 2.04.35
111
I Duran usa e getta...Gli Europe,neanche se rinascessero dieci volte inciderebbero dischi personali come Rio o Big Thing..Detto da uno che ama gli svedesi..Ma la band dei Taylor è ormai storia.Punto.
Dany 71
Mercoledì 14 Maggio 2014, 15.32.50
110
@Galilee: ho una mc degli Arcadia, ti interessa?........scherzo eh.......(la mc c'è l'ho veramente) quoto tuo post al 100%!
Galilee
Mercoledì 14 Maggio 2014, 15.13.17
109
La musica dei Duran Duran è usa e getta per chi probabilmente non ha mai preso uno strumento in mano. Iniziate a suonare , cantare e a comporre come loro, poi ne riparliamo. Stesso discorso per gli Europe. Grandissimi.
Vitadathrasher
Mercoledì 14 Maggio 2014, 14.43.42
108
Diciamo che è un prodotto ben confezionato....la major, andando contro ai gusti della band, soprattutto di Norum, ha abbassato nel mix la presenza delle chitarre per un più radiofonico tappeto di synts. Però è in assoluto un ottimo album, trovo peggiore il prossimo, pieno zeppo di riff banali, sorretti dalle tastiere di michaeli. Per quanto riguarda i Duran, hanno avuto il successo che meritavano, facevano pop, lo facevano bene e alcune canzoni sono eccezionali. A genialità, superiori di gran lunga agli Europe.
SOL
Mercoledì 14 Maggio 2014, 14.21.14
107
Il paragone con il genere di adesso degli Europe non c'entra nulla, anzi: va a sfavore degli Europe stessi secondo il tuo discorso "artistico": invece che continuare con la strada che li ha resi celebri, si sono messi a seguire le tendenze moderne di look, suoni e produzione di oggi (tutti neri, chitarroni). Ma ci sta: seguivano le mode allora, le seguono adesso, con la differenza che ora li cagano in pochi e quasi tutti li rivorrebbero come nel 1987. Che piaccia o meno, quello suonato allora dagli Europe è un genere a tutti gli effetti, influenzato dalle tendenze degli anni 80, ma non per questo carente sul versante compositivo o emotivo. Bollare loro come usa e getta vuol dire far fuori anche Poison, Crue, Bon Jovi e gran parte del filone hair di quegli anni, il che mi sembra a dir poco esagerato e ingiusto. Inoltre, il successivo Out è sicuramente meno tamarro ma prosegue pienamente la linea tracciata da Final Countdown, idem per Paradise... segno che la band (a parte Norum, del quale Kee Marcello non ha certo fatto sentire la mancanza) stava bene dove stava e voleva suonare quello al di là di etichette o business. La cosa ironica è che adesso, dopo 25 anni, quel genere è rappresentato da tante valide band giovani undeground e di nicchia, mentre molti vecchi si buttano sui trend commerciali di oggi per stare a galla. E tra 20 anni, ciò che oggi è bollato come "commerciale" diverrà di nicchia e così via. Quando si inizierà a valutare musica e songwriting al di là della logica da fanzine oltranzista o con le dietrologie su etichette, fantomatiche costruzioni a tavolino o altro, forse si eviterà di essere smentiti dopo qualche decennio e trovarsi a rivalutare in pompa magna dischi che ai tempi si faceva a gara a denigrare. Tutti duri e puri negli anni ottanta, però ogni portale trabocca di recensioni dorate su aor e compagnia bella... cos'è, l'età rende tutti più morbidi? O forse, una volta finite le guerre ideologiche da pub, rimangono solo dei buoni dischi?
Pietro
Mercoledì 14 Maggio 2014, 12.59.49
106
disco ultracommerciale costruito in studio dalle etichette per vendere..Gli Europe stessi oggi lo dicono e vedendo che genere di musica fanno adesso che sono liberi dalle pressioni discografiche degli anni 80, non fa che confermarlo. Basti osservare anche la netta differenza con gli album precedenti, molto Rainbow oriented e questa commercialata...che non a caso divenne l'inno dei paninari..quelli che inneggiavano alla forma ignorando la sostanza. Sui musicisti bravi non ci sono dubbi, ma come per i Duran Duran buona parte della loro musica di metà/fine 80 è usa e getta e io l'ho già gettata da quando avevo 18 anni
Frankiss
Sabato 25 Gennaio 2014, 16.39.15
105
Grazie ancora x aver lodato la mia verve scrittoria...mi fa molto piacere la tua considerazione..la redazione avrà già letto le tue proposte e le le vaglierà certamente nel prossimo futuro..c-ya!!!
emburio
Sabato 25 Gennaio 2014, 15.39.13
104
Grazie caro Frankiss!!Ripeto quanto scritto su un post precedente..Spero di vedere recensiti su queste pagine,da te,"Thunder"di Andy Taylor e l'omonimo dei Power Station..La tua verve recensoria saprà rendere giustizia a due gran bei dischi!!Ci spero!
Frankiss
Sabato 25 Gennaio 2014, 2.25.17
103
@Emburio...adoro le persone educate che sanno disquisire con civiltà e rispetto e in questo caso è andata proprio così con te e con chi ha partecipato alla discussione...altre volte, purtroppo, non accade e la cosa mi rammarica..si può e si deve parlare di musica apportando idee e convinzioni senza coercire nessuno...ebbene...conosco molto bene i Duran Duran, gli Arcadia e avete dimenticato un progetto come i Powerstation con Robert Palmer, Andy e John Taylor, anch'esso pregevole...da queste mie parole cosa si evince? Che ho sempre rispettato profondamente l'aspetto musicale dei DD, ancor di più maturando negli anni, ma ho ritenuto da baraccone rionale la vendita della loro immagine e lo spargimento di letame mediatico perpetrato dai loro agenti, manager e discografici solo per spennare la gallina dalle uova di platino...Stay tuned guys!!
emburio
Sabato 25 Gennaio 2014, 1.51.19
102
Contento di vedere che anche su questo sito parecchi ragazzi apprezzino i Duran Duran..A dimostrazione che sotto le cotonature,la lacca e i merletti si celavano musicisti d'eccezione...Riporto solo un piccolo accaduto..Durante il live aid dell'85,Plant e Page andarono dai Power station dopo la loro esibizione..Tony Thompson,il potentissimo batterista di colore prima militante negli Chic si esibì anche con gli Zep...I due dissero a Andy,John e Tony:"se decidessimo di riunirci lo faremmo solo con dei bastardi come voi...Grandi davvero!"...Dalla biografia di Andy...E questo dice tanto..Massima stima per questo sito,Frankiss e gli Europe ovviamente!!!See ya!!
blackiesan74
Sabato 25 Gennaio 2014, 0.15.23
101
Disco eccezionale, l'ho consumato. Ah, i Duran Duran sono semplicemente la band più sottovalutata dell'intera storia della musica; "Big Thing" e "Medazzaland" sono 2 capolavori che andrebbero ampiamente rivalutati. Tutto imho, ovviamente!
deedeesonic
Venerdì 24 Gennaio 2014, 23.10.12
100
Ah videoklip@, no, su Cristina Scabbia la pensiamo alla stessa maniera, anzi, io sono un sostenitore "accanito" di Cristina, ma altresì non lo sono dei Lacuna Coil.
videoklip
Venerdì 24 Gennaio 2014, 23.02.10
99
@deedsonic e @Arraya sono pienamente d'accordo con voi,mi avete tolto le parole di bocca.e avete scritto quello che esattamente avrei scritto io, anche per me Taylor è un buon bassista e il project Arcadia è semplicemente sublime.@deedeesonic su Crisina Scabbia dissentiamo ,ma qui concordiamo in pieno,è questo il bello dei forum.
deedeesonic
Venerdì 24 Gennaio 2014, 23.00.37
98
Attenzione ragazzi che fra poco questo sito cambierà il nome in "Popalized"!
Arrraya
Venerdì 24 Gennaio 2014, 22.49.34
97
I Duran Duran sono sempre stati un grande gruppo, sia ai tempi sia ora. A differenza della immagine che gli avevano costruito addosso sapevano e sanno suonare come pochi in ambito pop. j.Taylor è un signor bassista e i primi due album della band si possono definire dei classici della musica. Le cose buone durano nel tempo aldilà dei generi. Anche il side project Arcadia (So red the rose) fu un ottimo album, con ospiti quali David Gilmoue e Sting. Band da avere sempre nella propria discografia...Oltre agli Europe ovviamente.
deedeesonic
Venerdì 24 Gennaio 2014, 22.44.28
96
Ahahahah!!!!!! Girls on film! Quante seghe!!!! Comunque prima che ci redarguiscano perchè siamo OT , ribadisco nell'essere totalmente d'accordo sul fatto che questi sono musicisti coi controcazzi e che vanno seriamente rivalutati da chi dice di "capirne di musica". Buonaserata @emburio!
emburio
Venerdì 24 Gennaio 2014, 22.33.44
95
deedeesonic,ti capisco..I Duran sono stati la prima band che ho ascoltato da bambino e non li ho mai abbandonati,neanche nel mio periodo più thrash\death...Le versioni contenute in Arena dei 2 pezzi da te citati,sono da headbanging...E tra l'altro hanno condotto una vita di eccessi tra droghe e modelle che neanche i Motley....Non erano dei dandy,erano dei rocker addomesticati e perversi..Il video di"Girls on film"fece scandalo all'epoca,era una sorta di soft porno..Ripeto,capisco che loro fama li ha demoliti ma approfondendoli si capirà facilmente quanta stoffa avevano..
deedeesonic
Venerdì 24 Gennaio 2014, 22.11.39
94
@emburio, beh! è bello trovare qualcuno che ha vedute più larghe, e da cui si capisce che ama la musica nel senso più ampio del termine! Voglio dire; non è che abbia mai trovato metallari che dicano di apprezzare certe cose. Purtroppo, in linea di massima, trovo una "chiusura mentale" che relega la qualità della musica, sempre e solo ad un determinato genere o attitudine. Vai a fargli capire che una "Planeth earth" o una "Careless memories" sono più "Heavy" di quanto possano pensare!
emburio
Venerdì 24 Gennaio 2014, 21.55.48
93
deedeesonic,hai ragione..Bellissimo e raffinatissimo il disco degli Arcadia..Ci suonarono anche David Gilmour e Sting,pensa tu!!Credo che se tanti ragazzi non si facessero fuorviare dai pareri di tanti metallari che li detestano scoprirebbero una band straordinaria e con tanto rock tra i solchi dei loro dischi..Il primo,Rio,l'omonimo del'93 o Medazzaland...E'solo questione di saltare i preconcetti verso questi 5 ragazzi che hanno ricevuto le peggiori offese della storia..Tutto qui..
deedeesonic
Venerdì 24 Gennaio 2014, 21.33.13
92
@emburio, sono d'accordo con te, i Duran DEVONO essere rivalutati. Il fatto che "piacevano alle ragazzine" li hanno relegati a "boy band, arraffasoldi, privi di talento" o ancor peggio a band "costruita a tavolino". Ricordo che i Duran Duran raggiunsero il successo planetario con il loro quarto album dal vivo, grazie alla traccia inedita in studio "Wild boys". Se fosse stata una band costruita a tavolino, beh!, l'hanno costruita male. Voglio dire, alle spalle avevano già tre album in studio,e nessuno se li cagava E vorrei inoltre ricordare il progetto Arcadia, meritovole di attenzione da qualsiasi amante della musica! (Sempre e comunque, con immenso rispetto, sono mie opinioni)!
emburio
Venerdì 24 Gennaio 2014, 21.22.19
91
Anzi Frankiss...Sarebbe fantastico per me vedere recensiti da te"Thunder"di Andy Taylor e l'omonimo dei Power station('85)...Spero accada!!
emburio
Venerdì 24 Gennaio 2014, 21.15.45
90
Frankiss,premetto che adoro le tue recensioni..Quello che ho detto è senz'altro una mia idea ma fondata..La sezione ritmica dei Duran è decisamente più ragionata,complessa..Basta ascoltare una hit come Rio per capire che simili costruzioni gli Europe non le hanno mai fatte...Rhodes,tastiera ,aveva Eno e Moroder come modelli ed era si scuola meno classica rispetto a Michaeli e quindi molto più personale...Conoscerai sicuramente i dischi di Andy,Thunder e Dangerous e sai quanto rock duro c'è la dentro..Sicuramente sai anche di che pasta è fatto Cuccurullo---Sulla voce è difficile dirlo..Sono perfetti nei loro contesti,nulla da dire..E preciso che io amo gli Europe ma era giusto chiarire che i Duran sono stati immensi,schiacciati come hai detto tu da una campagna mediatica al limite della follia e che fece dimenticare il loro reale valore..Ma ora è giusto tributarli quanto spetta loro(Korn,Smashing pumpkins,Moby e persino il mitico Stephen pearcy l'hanno già fatto)..Con ammirazione,Frankiss.
herr julius
Lunedì 20 Gennaio 2014, 16.42.46
89
tranquillo non sono idiota lo so che è musica suonata e sicuramente sono gli ottimi musicisti che dici però dire che sono dieci spanne sopra gli europe è una boiata galattica. Forse l'unico Europe sotto tono è il bassista, ma gli altri sono musicisti superiori alla media, per non parlare di tempest (larsson) che è uno dei migliori singer di tutti i tempi e francamente le bon non lo vede neanche con il binocolo
Alex74VR
Lunedì 20 Gennaio 2014, 16.40.15
88
Voto : 90. D'accordissimo con la recensione. All' epoca avevo 13 anni e li vidi su Rai2 al pomeriggio in cui si esibirono con la triade iniziale. Dopo aver sentito rock the night, ho iniziato ad ascoltare metal ! Disco molto bello e per me indimenticabile.
galilee
Lunedì 20 Gennaio 2014, 14.57.35
87
X Herr Julius I Duran Duran sono ottimi musicisti, non ci vuole molto a capirlo eh...poi se si schifa la loro proposta musicale è un altro paio di maniche. Ma tecnicamente e artisticamente erano eccelsi. Gli Europe anche, gran musicisti e ottimi compositori.
herr julius
Lunedì 20 Gennaio 2014, 14.38.54
86
I duran Duran dieci volte superiori agli Europe: ehhh??? non ci capisco più nulla.
Galilee
Lunedì 20 Gennaio 2014, 13.50.38
85
Tutti i gruppi anni 80 spaccavano il culo, dai superlativi Spandau Ballet ai Duran Duran. Ma il marketing negli anni 80 martellava esageratamente. Non potevi apprezzarli fino in fondo se nell'anima sei rock n roll. Col senno di poi è tutto diverso.
Frankiss
Lunedì 20 Gennaio 2014, 13.34.55
84
@Emburio..io conosco molto bene i Duran Duran credimi....a parte che in quei periodi Warren Cuccurullo era appena giunto dai Missing Persons e quindi non c'entrava nulla con il sound storico degli inglesi....la mia battuta salace ed ironica si riferiva al carrozzone mediatico e di marketing discografico costruito attorno a Simon Le Bon e soci ..io non so se hai vissuto quelle epoche...ma questo è un fatto innegabile! Sul fatto che i Duran Duran siano 10 spanne tecnicamente superiori agli Europe....beh è una tua idea che non condivido affatto...in ogni caso il batterista turnista per eccellenza degli inglesi era Steve Ferrone....
emburio
Domenica 19 Gennaio 2014, 20.32.23
83
D'accordo sulla recensione..Grande band e album adatto ad aggredire le classifiche dell'epoca..Dire che i Duran Duran fossero fenomeni da baraccone però..Mamma mia...Primo,tecnicamnete i Duran sono almeno dieci spanne sopra gli svedesi,dal basso di John Taylor alla chitarra di Cuccurullo(che ricoro,suonava con Zappa..)al drum-work di Roger Taylor..Tutti loro sono stati poi coinvolti in numerosi progetti di varia estrazione musicale,dalla fusion al rock più puro(Rod Stewart si gioverà più volte della chitarra di Andy Taylor)...Dal vivo poi..Visti entrambi..E gli inglesi spaccavano il culo,eccome,altrochè...Bisogna precisare che è una questione di gusti ma offendere una band quando è evidente che si conosce solo Wild boys e le maggiori hits è poco costruttivo davvero..Contento tu..
Sambalzalzal
Mercoledì 13 Novembre 2013, 18.48.25
82
Ovvio che qua fecero vela in maniera spudorata sul commerciale ma cazzo se non lo fecero bene!
CURR
Mercoledì 13 Novembre 2013, 18.44.12
81
L'ignoranza del metallaro. Ai tempi avevano ottime ragioni, i metalheads, ad incazzarsi per album simili vista la qualità media della musica del tempo. Ora che la qualità (non la tecnica) si è appiattita, non avrebbero un cazzo di cui lamentarsi. ROCK THE NIGHT è un pezzo strappabudella, pochi cazzi!
Arj
Lunedì 14 Ottobre 2013, 14.11.01
80
Non posso commentare un disco che ascolto da 27 anni di cui ieri l'ultima volta. No, non posso, non insistete. Davvero.
Argo
Lunedì 26 Agosto 2013, 20.13.27
79
@ Nick: voto 30? ma come si fa? a parte il fatto che il disco è oggettivamente bello, a te i soldi fanno schifo?
Nick
Lunedì 26 Agosto 2013, 16.41.36
78
La svendita degli Europe !!! Un disco vergognoso !! Ci saranno anche belle canzoni come "Carrie" e "Cherokee" ma sembrano i più i Toto che gli Europe...e la disco-dance della title-track è semplicemente insopportabile. John Norum fece bene ad abbandonare dopo questo miserabile "sell-out"... Voto : 30
Dave
Martedì 14 Maggio 2013, 12.26.29
77
Capolavoro!!!! Grande album e grande gruppo! Grazie a questo disco mi sono avvicinato alla musica hard rock e metal. All'epoca c'erano molti pregiudizi, ma leggendo alcuni commenti mi rendo conto che ci sono ancora oggi. Ci arrabbiamo tanto quando parlano male delle nostra musica senza di fatto conoscerla e poi anche noi metallari facciamo lo stesso errore. Prima di parlare male degli Europe bisognerebbe vederli dal vivo e magari ascoltare anche gli altri album. Arriverà il giorno (ormai non troppo lontano) in cui questo grande gruppo verrà considerato alla stregua dei vari Deep Purple, Led Zeppelin, Iron Maiden, ecc. ecc. VOTO 100
Macca
Martedì 7 Maggio 2013, 12.55.28
76
Eh vabbè dai, le prime 3 sono pezzi pressochè immortali del rock...Carrie a 6 anni era la mia canzone preferita
Francesco
Martedì 8 Gennaio 2013, 0.19.56
75
Saranno anche artificiali come dice tu, ma sono due band storiche degli anni Ottanta e la loro musica regala emozioni.
Frankiss
Mercoledì 28 Novembre 2012, 22.39.49
74
Gruppi che basavano tutto sulle registrazioni da studio...
Francesco
Mercoledì 28 Novembre 2012, 22.01.36
73
Frankiss: cosa intendi quando consideri i Duran Duran e gli Spandau Ballet come gruppi "artificiali"?
steve w.
Domenica 18 Novembre 2012, 16.18.32
72
è comunque successo planetario! vallo a rifare.
herr julius
Martedì 30 Ottobre 2012, 14.30.52
71
Voto 70. Disco bello ma non stratosferico, valutato con il senno di poi, per me inferiore ad Out of this world che è invece una gemma. Sicuramente le nuove uscite post reunion mi beccano molto di più. Comunque il valore storico dell’album è innegabile. Per la cronaca io ero uno di quelli che all’epoca li odiava perché in quell’anno comprai alcuni dischi a caso: Spreading the disease, master of puppets… Mi ricordo che mi incazzai come una bestia quando ad una festa un amico mise su rock the night e mi disse (non era metallaro) che per lui l’assolo era fatto meglio di quelli di Kirk Hammett (la mia reazione fu “che cazzo dici!!!”). Ovviamente John Norum era ed è su un altro pianeta rispetto a Kirk Hammett… comunque rispetto ad entrambi ma gli Europe erano e sono degli artisti con i la A maiuscola. Gli Europe sono stati disprezzati dalla maggior parte dei metallari (loro naturale bacino d’utenza) come tutti quei gruppi che ce l’hanno fatta a sdoganare capelli lunghi e chitarre elettriche verso la massa (acritica). A parte alcune eccezioni (ac/dc) funziona quasi sempre così (guns, nirvana) Il metallaro medio (ero così anch’io) spesso è molto geloso della propria musica…e preferisce che i propri beniamini non facciano troppo successo, per poi lamentarsi se poi puntualmente vengono regolarmente snobbati. Ps vorrei sapere quanti di coloro che criticano questo lp e questo gruppo ascoltano anche aor (x me musica di altissima qualità): gruppi come Toto, Journey, Touch, Strangeways, Signals, Dare, Diving for Pearls, Foreigner…
AL
Martedì 23 Ottobre 2012, 15.47.41
70
album piacevole mada ascoltare al massimo ad ogni morte di Papa...
Francesco
Sabato 20 Ottobre 2012, 10.39.57
69
veramente pessimi e Basta: guarda che sia The final countdown che Out of this world sono due album storici dell'heavy metal degli anni '80.
vermente pessimi e Basta
Giovedì 18 Ottobre 2012, 10.38.43
68
hard rock?? wet in search of hard cock semmai!!! essendo un disco che mandava in brodo di giuggiole dalle ragazzine dell'epoca, rinnegato poi anche da loro...
vermente pessimi e Basta
Giovedì 18 Ottobre 2012, 10.36.03
67
che norum abbia un certo talento non si discute, che tempest abbia una bella voce in studio nemmeno, ma che sta tamarrata cazzata porcata di album si avvicini al 100, non ci sta. Out of this world è già più apprezzabile.
Radamanthis
Mercoledì 17 Ottobre 2012, 17.40.37
66
Ottimo disco! Voto 90
Unia
Mercoledì 17 Ottobre 2012, 17.02.12
65
Più che "hard", direi "soft"... Non mi piacciono, sia in senso estetico che musicale (sebbene alcuni assoli siano niente male). "The Final Countdown" non l'ho mai sopportata, non perché fosse famosa, ma perché semplicemente è brutta. Tra questa, patteggio per "Jump" dei Van Halen, mettiamola così (come tutta la band del resto).
LAMBRUSCORE
Martedì 16 Ottobre 2012, 19.20.59
64
Ma se mentre questa Carrie, mentre vi fa un servizietto diventa Carrie lo sguardo di satana, cosa fate???
fabio II
Martedì 16 Ottobre 2012, 14.44.21
63
beh se è esplicitamente per quello voto 'Munchies for your love' di Bootsy Collins o 'Whole Lotta Love'
Ubik
Martedì 16 Ottobre 2012, 14.32.35
62
Oddio i Dead Can Dance non li sento molto adatti.. A meno che non stai "copulando" con la sacerdotessa di qualche setta esoterica xD (scusate l'OT)
enry
Martedì 16 Ottobre 2012, 14.26.23
61
I DCD sono una delle mie bands preferite ma...per trombare? In slow motion forse XD Però, son diventate raffinate le tipe dei nostri giorni, negli anni 80 funzionava abbastanza bene Bon Jovi (solo che per era uno strazio) ma anche questo disco faceva la sua parte, quoto Undercover post 52.
freedom
Martedì 16 Ottobre 2012, 14.19.40
60
AHAHAH!!
fabio II
Martedì 16 Ottobre 2012, 14.18.19
59
freedom: è proprio quando sono a gambe levate che devi approfittarne!
anvil
Martedì 16 Ottobre 2012, 14.02.30
58
ahahahahah grande freedom !!
freedom
Martedì 16 Ottobre 2012, 13.59.59
57
Si buona idea, ma comunque con me il problema non si pone...sono sicuro che se mettesi su questo disco farei cilecca al 100%! Per certe cose consiglio a tutti i Dead can Dance...ti sembrerà di essere Tarzan che si accoppia nel bel mezzo della giungla (e in base alla tipa, ti sembrerà anche di essere in compagnia di Cita)...
anvil
Martedì 16 Ottobre 2012, 13.53.45
56
freedom : blocca le portiere della macchina !!
freedom
Martedì 16 Ottobre 2012, 13.43.05
55
Beh dipende dalla tipa...il 90% di quelle che conosco io (3 o 4 in tutto, non ricordo...) scapperebbero via a gambe levate.
Undercover
Martedì 16 Ottobre 2012, 12.26.34
54
e anche situazione alquanto pericolosa
fabio II
Martedì 16 Ottobre 2012, 12.22.40
53
Certo Undercover, ma preferisco 'All I wanted' dei Kansas a 'Carrie'; prova! con una tipa dico; eppoi appunto se seguissimo tutti la stessa donna sarebbe un casino ahhahah!
Undercover
Martedì 16 Ottobre 2012, 11.54.10
52
Boh, io posso dire che anche se il genere non mi ha mai fatto impazzire, ascoltare "Carrie" in compagnia di una tipa ha il suo perché, così quanto, pur essendo strabusata, per fare casino con gli amici da ragazzino s'intonava pure "The Final Countdown", alleggeriva la tensione, ok li si prendeva anche per i fondelli per quelle capigliature ridicole e come cacchio erano conciati, tuttavia dubitare delle loro doti di musicista mi sembra sbagliato a priori, mica sono Milli Vanilli.
fabio II
Martedì 16 Ottobre 2012, 11.27.36
51
Comunque il successo di pubblico non è quasi mai equiparabile al reale songwriting; se piace la musica melodica, ma che comunque contiene una forte componente hard, per me nell'86 basta prendere i Kansas di 'Power' per accorgersi che sono ben altra cosa. Ma dubitare degli Europe come musicisti è grave
vitadathrasher
Lunedì 15 Ottobre 2012, 17.59.17
50
Visti dal vivo...... Sono davvero bravi... io non bado ai gusti quando si parla di tecnica. Dal vivo sono dei veri professionisti, dei veri musicisti. Sono sempre curioso di appurare se quello che è stato registrato sul disco si riflette live. Gli Europe sono davvero convincenti a differenza di altri gruppi che nel disco sembrano chissà chi.
Hellion
Lunedì 15 Ottobre 2012, 17.47.19
49
...quanti esperti di musica!
Frankiss
Lunedì 15 Ottobre 2012, 17.39.41
48
@Mah...solo per curiosità..ma li hai mai visti dal vivo su un palco? Credo proprio di no...
fabio II
Lunedì 15 Ottobre 2012, 10.49.05
47
Gli Europe sono un gruppo di hard rock nati sullo stile dei Purple; questo è sicuramente più radio-oriented, a cui preferisco 'Out Of This World'. Gli inni non fanno per me, che siano 'The Final Countdown' o 'We Are The Champion' cambia poco, però servono ad attrarre adepti verso il rock. Va anche ricordato che hanno fatto da apripista per numerosi acts nordici a metà tra l'hard e l'aor ( mi vengono in mente i Dalton, tanto per citare un valido esempio ) e in questo senso 'TFC' è ovviamente importante, quasi seminale. Visti dal vivo all'epoca ( con gli incredibili Dare a supporto ) impressionarono; una vera e propria festa
Painkiller
Lunedì 15 Ottobre 2012, 10.09.32
46
Io sono fortunato...sono cresciuto in una famiglia nella quale si ascoltava di tutto, dai dire straits ai pink floyd, dai duran duran ai cantautori italiani ed i beatles. Per me l'immagine è sempre stata zero, nel senso che ha sempre contato prima la musica. Se non fosse stato così forse a causa dei lustrini non avrei mai ascoltato questo album, eppure per me è fantastico, in tutti i brani, nel suono anni '80, nei ritonelli e negli assoli di Norum. E col senno di poi mi viene da sorridere al pensiero dei lustrini, chi se ne importa, la musica resta. Grande
mah!
Domenica 14 Ottobre 2012, 23.50.35
45
Europe pessimi e pacchiani. vi consiglio sul tubo The worst cover ever, vi verrà fuori un gruppo che ripropone The final countdown, fatta non proprio bene.........
lux chaos
Domenica 14 Ottobre 2012, 21.36.40
44
@lambrusco e jek: visto che qui non c'è abbastanza hard rock per voi super machi, potreste continuare a parlare dei vosri pisarei e fasoi sulle rece dei napalm death, no? ciao ciao
jek
Domenica 14 Ottobre 2012, 21.25.10
43
Vendemmia buona ist'ann
LAMBRUSCORE
Domenica 14 Ottobre 2012, 21.01.41
42
Elora jek, tot a post? et magnee i pisarei e fasoi? e a gutturnio e ortrugo come siamo messi?
jek
Domenica 14 Ottobre 2012, 20.35.50
41
@LAMBRUSCORE quoto!!!!
LAMBRUSCORE
Domenica 14 Ottobre 2012, 20.28.55
40
Qualcuno ha parlato di hard rock....HARD ROCK questo disco???? hahahaaaa----
Frankiss
Domenica 14 Ottobre 2012, 20.07.06
39
Intruder a me non lo dai del loser? Anche perchè amo questo disco svisceratamente...chi ha il coraggio di affermare che qui non c'è traccia di hard Rock o di grandi capacità.....beh dovrebbe esser più coerente...
marmar
Domenica 14 Ottobre 2012, 18.39.40
38
E perchè caro intruder? Perchè ho detto che mi piace ascoltare quest'album? Non ho scritto che è un capolavoro del rock, ho solo detto che dal detestarli totalmente ho imparato dopo anni a riaprezzarli, e questo principalmente da quando si sono riuniti. Concordo che in quegli anni "The Final..." era un inno da paninari, ma comunque voglia o non voglia ha fatto storia e bisogna riconoscerlo. Ragiona con la tua piccola testolina e lascia perdere l'Enciclopedia del Metal...
GT
Domenica 14 Ottobre 2012, 14.14.08
37
Duran Duran fenomeno da baraccone..beh, a livello musicale tra Europe e DD non so chi sia meglio. Forse gli Europe hanno rappresentato quel baraccone che i DD rappresentavano nella musica più leggera
lux chaos
Domenica 14 Ottobre 2012, 13.49.56
36
si, vabè, che discorsi...anche dei miei amici lontanissimi dal Metal ascoltano sweet child o' mine o crazy, non per questo appetite for destruction e get a grip sono dischi di merda, anzi, il primo è un capolavoro assoluto riconosciuto dal mondo...possono non piacere e ok, ci mancherebbe, ma è ovvio che se un brano ha un successo planetario vi si avvicinano tutti....
freedom
Domenica 14 Ottobre 2012, 12.34.59
35
Ho scritto un sacco di scemenze ma non ho ancora commentato il disco...sorry. Li odio a morte, e il pezzo The Final Countdown è una tamarrata di proporzioni galattiche. Qui a Catania ho visto con i miei occhi una marea di "persone" (quelli che tengono il braccio fuori dal finestrino dell'auto con la radio a tutto volume) ascoltare quel brano, e poi passare a Gianni Celeste o Laura Pausini. Insomma, non è roba per me, mi dispiace. Molto meglio la versione di Brigantony.
Gioele Tempesta
Domenica 14 Ottobre 2012, 12.16.04
34
la recensione non l'ho letta come il 90% dei "lettori" qui dentro, comunque 93 a un periodo che viene rinnegato dalla stessa band che a detta loro erano sotto pressione dalle case discografiche per fare musica vendibile. Intravedo scritto che questo album avrebbe portato nuovi fans al METAL..AHAHAHAH...sto disco sta al metal quanto Britney Spears sta al rock...però a detta delle tipe dell'epoca eran fighi quello si, Tempesta in primis
intruder
Domenica 14 Ottobre 2012, 1.41.55
33
marmar, detto tra noi: sei un vero loser
intruder
Domenica 14 Ottobre 2012, 1.40.04
32
no, mi spiace, come anche dice L'enciclopedia Metal fatta dai redattori di Metal hammer questo col cavolo che è da 93... Diciamo che se non avesse avuto il pezzo The Final Countdown (inno dei paninari/poppettari dell'epoca ricordiamolo), questo album sarebbe stato uno dei tanti senza così grosse vendite..gli album precedenti degli Europe ricordiamo che non se li era filati fino a quel momento nessuno. Album carino secondo me, molto costruito in studio e ricordiamo che Tempest non è mai stato così brillante come in studio. Per me 67/100
Argo
Domenica 14 Ottobre 2012, 0.59.07
31
@ Lizard: perfetto, mi pareva strano! Comunque come già scrissi quella volta, direi che questo stupendo album sia da consigliare ad ogni giovine che volesse avvicinarsi al rock o al metal in generale, come lo fu per me assieme allo stupendo Somewhere in time.
lux chaos
Sabato 13 Ottobre 2012, 21.44.26
30
Strepitoso, un disco da cui, volenti o nolenti, si è probabilmente passati tutti per arrivare a conoscere e approfondire il nostro genere. Giudicato oggi, tolti tutti i pregiudizi del tempo come dice marmar, risulta ancora stupendo con una canzone più bella dell'altra (delle meno "famose" adoro cherokee!!)....capolavoro, insieme al successivo, e simbolo di un certo modo di intendere l'hard rock!
marmar
Sabato 13 Ottobre 2012, 21.21.27
29
Caro Leonetti, all'epoca ero un rocker di quelli che tu descrivi nelle prime righe, per il quale i cotonati Europe erano un fastidio, se non quasi una vergogna dalla quale rimanere alla larga (band per signorine). Non ti dico poi quanto mi stava sulle palle "The final countdown", si sentiva dappertutto (e che ero sotto naja....), e come ho già scritto in qualche altro sito, se all'epoca avessi incontrato il sig. Tempest gli avrei sputato su un occhio. I tempi passano, certe intransigenze svaniscono e molte cose si rivalutano alla luce del poi; questo disco è bellissimo, spesso finisce in autoradio nei lunghi viaggi e alla fine la famiglia riunita si ritrova a cantare i vari ritornelli (quello di "Rock the night" in particolare). Che dire, all'epoca l'immagine non faceva il monaco, gli Europe sono una Grande Band di cui mi onoro di avere tutta la collezione discografica. p.s.: se oggi dovessi incontrare il sig. Tempest non potrei che porgli i miei più sentiti complimenti
jek
Sabato 13 Ottobre 2012, 20.34.14
28
Forse sono rincoglionito, ma non c'era già una recensione di The Final Countdown? Boh, comunque visto che in quegli anni in pieno delirio metal riconfermo il mio pensiero, odiavo Joey Tempest e questo disco, lè l'ho detto e pace . N.B. a San Remo sono transitati anche i Van Halen e sottoscrivo il pensiero di Frankiss sui DURAN e gli SPANDAU
vitadathrasher
Sabato 13 Ottobre 2012, 19.30.46
27
Ammiro john norum, l'ho sempre ammirato come chitarrista e quando scelse di andarsene dalla band subito dopo il successo planetario. Certamente un' artista serio, quando ha cominciato a capire l'andazzo musicale......tutto capelli cotonati e musichette da radio. Infatti l'era kee marcello ha decretato il countdown...finale della band. Non per colpa sua, ma per i produttori e il singer. Un ottimo album, rock e poco hard. Un po troppo rileccato. Voto 89
csi70
Sabato 13 Ottobre 2012, 18.51.01
26
93?? a the final countdown?? siamo su scherzi a parte vero, ditelo !!! .. seriamente, voto per me spropositato
Hellion
Sabato 13 Ottobre 2012, 18.01.22
25
..grande rece e grande disco, nelle prime 9 righe sono descritti gli anni 80!!!
Frankiss
Sabato 13 Ottobre 2012, 16.36.44
24
@Lambruscore...come hai visto sul tubo...confermo che i nomi citati, ma anche tanti altri sono passati x la vetrina sanremese!! Compresi i Bon Jovi!!
Claudio
Sabato 13 Ottobre 2012, 16.35.21
23
Qui si parla della mia band preferita in assolto, album splendido, e vi confesso che adoro di piu la seconda parte del disco come - Time Has Come - Heart Of Stone - On The Loose - Love Chaser - Grandi
LAMBRUSCORE
Sabato 13 Ottobre 2012, 16.23.11
22
Ho visto adesso un video del 1983 dei Saxon a Sanremo, non lo sapevo, anche in playpack ,che pena.....
LAMBRUSCORE
Sabato 13 Ottobre 2012, 16.15.47
21
Scusa Frankiss,ma davvero i Saxon e gli altri da te citati sono stati a Sanremo???? Sono io ignorante allora o forse (per fortuna) guardo poca tv, boooo....
Lizard
Sabato 13 Ottobre 2012, 16.02.25
20
@Argo: no, semplicemente abbiamo ritenuto che la precedente non fosse più in linea con gli standard qualitativi qttuali ed abbiamo deciso di dare giusto merito a questo discone.
freedom
Sabato 13 Ottobre 2012, 15.40.52
19
Ah beh quello anch'io, il sabato poi è la giornata della distruzione per eccellenza...
LORIN
Sabato 13 Ottobre 2012, 15.40.31
18
Questo disco col tempo ho imparato ad apprezzarlo ma appena uscito non lo digerivo proprio.Eravamo un pò tutti più per Saxon ed Iron Maiden.
LAMBRUSCORE
Sabato 13 Ottobre 2012, 15.37.51
17
Freedom ,anch'io credo che tra qualche ora parlerò un po' male ,per altri motivi haha...
freedom
Sabato 13 Ottobre 2012, 15.24.07
16
Ahahah! Io riuscivo a malapena a parlare all'epoca...
LAMBRUSCORE
Sabato 13 Ottobre 2012, 15.18.26
15
@Freedom ,sì, avevo 15 anni e facevo molto sport, soprattutto la corsa alle gnocche, pratica che oggi mi riesce meno, colpa di una cantina al posto degli addominali....tornando al disco, di sicuro non lo ascolto più, però ricordo con piacere alcuni pezzi (discorso che fanno gli anziani quando parlano della loro gioventù, forse sono vecchio anch'io....)
Argo
Sabato 13 Ottobre 2012, 15.05.54
14
Ma le recensioni ogni tot di tempo vengono "azzerate"? Ricordo che votai già e commentai questa recensione... boh, album da avere assolutamente.
freedom
Sabato 13 Ottobre 2012, 14.57.41
13
Ammazza Lambru...sei bello cresciutello eh! Sempre fenomenali i tuoi commenti.
LAMBRUSCORE
Sabato 13 Ottobre 2012, 14.51.07
12
Poco tempo fa, con un mio amico, stavamo ricordando l'inverno di quell'anno lì, tutti studenti (io poco) a sciare in trentino per le vacanze anal-izie con la parrocchia, la colonna sonora era ovviamente questo disco, con le fighette che si passavano la casseta registrata (e che non ce la davano neanche a pagarla), NON LA CASSETTA...
manaroth85
Sabato 13 Ottobre 2012, 14.09.28
11
mi piace un casino anche se preferisco gli album precedenti...voto 8
MrFreddy
Sabato 13 Ottobre 2012, 13.52.11
10
Davvero fantastico questo disco, la titletrack è un brano totale, tra i migliori di sempre o quasi.
Frankiss
Sabato 13 Ottobre 2012, 13.20.26
9
@ G.... evidentemente non hai vissuto quei tempi ...all'epoca i suddetti gruppi che tu hai citato venivano definiti anche molto peggio da chi ascoltava hard rock e metal...
Marcojoeytempest
Sabato 13 Ottobre 2012, 13.08.58
8
Un album idilliaco Negli anni ke sn passati ancora deve riaccadere Ke qualcun altro srtista faccia sl la meta' d cosa Hanno fatto gli EUROPE!!! "BAG OF BONES" e' supremo! ...ascoltatelo...
freedom
Sabato 13 Ottobre 2012, 12.59.06
7
Tra l'altro possiedo ancora le cassette di "Vamus a pilus", " A ciolla" e "U sucu 'do pollu". Da piccolo mio padre me le portava e le ascoltavo col mio compagno di banco delle elementari...ridevamo fino alle lacrime. Un mito.
G
Sabato 13 Ottobre 2012, 12.58.02
6
recensione ed analisi ottima, rovinata quando si definiscono i DURAN e gli SPANDAU "fenomeni da barraccone e musica artificiale"....
Raven
Sabato 13 Ottobre 2012, 12.56.04
5
Dubito che sotto linea del PIave qualcuno possa conoscere ciò cui state parlando, e per chi abita al di sopra della linea è certamente un grosso vantaggio
freedom
Sabato 13 Ottobre 2012, 12.41.08
4
Mi stuppai 'na fanta!
Undercover
Sabato 13 Ottobre 2012, 12.36.40
3
E' un gran bel disco ma lo stile non mi ha mai colpito granché, di "The Final Countdown" apprezzo la "cover" di un artista folkloristico catanese, credo che Raven possa capire di chi stia parlando
MyCoven
Sabato 13 Ottobre 2012, 12.34.52
2
Uno dei dischi che mi hanno spianato la strada verso la nostra splendida musica. Grande. E gran bella recensione!!
hm is the law
Sabato 13 Ottobre 2012, 12.04.57
1
E' un gran bel disco!
INFORMAZIONI
1986
Epic Records
Hard Rock
Tracklist
1. The Final Countdown
2. Rock the Night
3. Carrie
4. Danger on the Track
5. Ninja
6. Cherokee
7. Time Has Come
8. Heart of Stone
9. On the Loose
10. Love Chaser
Line Up
Joey Tempest (Voce)
John Norum (Chitarra)
Mic Michaeli (Tastiera)
John Levén (Basso)
Ian Haugland (Batteria)
 
RECENSIONI
86
77
80
80
89
88
93
80
70
ARTICOLI
12/12/2018
Live Report
KREATOR + DIMMU BORGIR + HATEBREED + BLOODBATH - THE EUROPEAN APOCALYPSE
Alcatraz, Milano - 06/12/2018
04/12/2017
Live Report
EUROPE + SOUL SELLER
Alcatraz, Milano, 29/11/2017
25/11/2016
Live Report
EUROPE + TAX THE HEAT
Alcatraz, Milano, 20/11/2016
23/11/2016
Live Report
BATTLE OF THE BAYS EUROPEAN TOUR: OBITUARY + EXODUS + PRONG + KING PARROT
Zona Roveri Music Factory, Bologna (BO), 19/11/2016
04/12/2015
Live Report
EUROPE
Alcatraz, Milano (MI) , 28/11/2015
02/03/2015
Intervista
EUROPE
Il passato porta verso un nuovo futuro
09/03/2014
Articolo
LOOKING FOR EUROPE
La Recensione
22/05/2013
Live Report
LUCIFER OVER EUROPE TOUR 2013 - AGALLOCH + FEN
15-16/05/2013, Motstovna, Nova Gorica - Traffic Club, Roma
10/05/2013
Live Report
THE GREAT MASS OVER EUROPE TOUR 2013 – SEPTICFLESH + FLESHGOD APOCALYPSE + CARACH ANGREN + DESCENDING
Fillmore, Cortemaggiore (PC), 06/05/2013
30/10/2012
Live Report
EUROPE + STONERIDER
Viper Theatre, Firenze, 25/10/2012
24/01/07
Live Report
EUROPE
La data di Roma
22/11/2004
Live Report
EUROPE
Alcatraz, Milano, 04/11/2004
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]