Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Enslaved
Utgard
Demo

Veritas
Threads of Fatality
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

27/11/20
ONDSKAPT
Grimoire Ordo Devus

27/11/20
SCOUR
Black

27/11/20
EAST TEMPLE AVENUE
Both Sides of Midnight

27/11/20
ULTIMATIUM
Virtuality

27/11/20
DARKNESS
Over and Out

27/11/20
CARNAGE ALPHA
From There to Oblivion

27/11/20
DIAMOND HEAD
Lightning to the Nations 2020

27/11/20
WITHIN THE RUINS
Black Heart

27/11/20
ARRAYAN PATH
The Marble Gates to Apeiron

27/11/20
WRECK-DEFY
Powers That Be

CONCERTI

26/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
TRAFFIC CLUB - ROMA

27/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
ALCHEMICA MUSIC CLUB - BOLOGNA

28/11/20
RHAPSODY OF FIRE (POSTICIPATO)
LEGEND CLUB - MILANO

28/11/20
BELPHEGOR + GUESTS
BLACK WINTER FEST - MILANO

29/11/20
ORPHANED LAND
REVOLVER CLUB - SAN DONA' DI PIAVE (VE)

29/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

30/11/20
MARDUK (RIMANDATO)
SLAUGHTER CLUB - PADERNO DUGNANO (MI)

01/12/20
ORPHANED LAND
LEGEND CLUB - MILANO

02/12/20
ORPHANED LAND
TRAFFIC CLUB - ROMA

03/12/20
ROSS THE BOSS + GUESTS (CANCELLATO!)
LEGEND CLUB - MILANO

Van Halen - Van Halen
( 20046 letture )
Arrivai ai Van Halen con grande ritardo, addirittura nell’85, quando cominciai a prendere lezioni di chitarra per mettere su il mio gruppo. Me li fece conoscere il mio maestro, grande chitarrista ed attualmente affermato musicista classico professionista, che considerava Eddie Van Halen una specie di semi-dio, ed aveva ragione. Lo capii subito quando lo vidi eseguire Eruption sulla sua Gibson SG e rimasi elettrizzato quando mi disse che in 6 mesi lo avrei fatto anch’io, anche se poi non sono mai riuscito a farcela.

Van Halen uscì dopo la registrazione di una demo finanziata da Gene Simmons dei Kiss, il quale intuì le potenzialità della band, ma non riuscì mai a farli arrivare ad incidere. L’arrivo sugli scaffali dei negozi di questo vinile rappresentò una immane deflagrazione, sia per la qualità dei pezzi in esso contenuti (su tutti Ain’t Talkin’ Bout Love, I’m The One ed Atomic Punk), sia per la presenza scenica del frontman David Lee Roth: un altro di quei cantanti senza incredibili doti vocali, ma semplicemente nato per stare on stage e coinvolgere fisicamente il pubblico. In questo quadro generale dominato dal duo chitarra/voce, la presenza di Michael Anthony al basso e di Alex Van Halen alla batteria, si riduceva a quella di poco più che comprimari, specialmente per il secondo. Tuttavia fu soprattutto per l'incredibile preparazione tecnica di Eddie Van Halen che l'album si impose all'attenzione generale. Già, perché quel minuto e quarantadue secondi di assolo chiamato Eruption, con l’innovativo e spettacolare uso del Tapping, avrebbe influenzato tutti i chitarristi rock degli anni 80 ed oltre, senza contare i meravigliosi riff delle già citate Ain’t Talkin’ 'Bout Love e I’m the One. Le beghe contrattuali e le liti scaturite dopo la fuoriuscita di David Lee Roth dal gruppo, nella seconda metà degli anni 80 erano ancora lontane, come anche i problemi di salute che hanno colpito Eddie e che ovviamente hanno inciso sull’attività della band. Qui comunque il gruppo era al suo massimo, a livelli probabilmente mai più raggiunti, perfettamente in grado di sparare una serie di riff mai sentiti eseguiti con questa tecnica, ed altrettanto perfettamente in grado di risultare una macchina da show in grado di irretire chiunque: che si parli di qualcosa di apparentemente compassato come Runnin' With The Devil o della rielaborazione di You Really Got Me dei The Kinks -da alcuni ritenuta il punto zero dell'Hard Rock- della malinconia rockeggiante di Jamie's Cryin' o della corsa sfrenata di On Fire. Tutto su questo breve album fila perfettamente, in bilico perfetto tra tecnica chitarristica sublime e divertimento (ossia l'essenza del vero rock), a costituire una delle poche, vere rivoluzioni dell'immediato post-punk.

Chiunque ami la musica Rock, o semplicemente la chitarra, deve averlo sul proprio scaffale. I brani sono relativamente duri per l'epoca, ma anche radiofonici e con una attitudine americana veicolata in una maniera tale che il successo non poteva che travalicare i confini dagli aficionados del rock, dando il via ad una saga che si trascina ancora oggi dopo alcuni alti (molto alti), e parecchi bassi (molto bassi), fino a giungere ai rumors circa il loro ritorno sulle scene con un nuovo album, da molti più che atteso. Tornando a Van Halen, esso è in tutto e per tutto considerabile come un manuale del perfetto chitarrista rock moderno, ma servito con una apparente semplicità, tale da farlo sembrare all'ascoltatore incolto, al semplice consumatore di musica usa-e-getta, quasi facile. In realtà chiunque abbia mai tenuto in mano una chitarra e sia mia stato in grado di cavarne fuori un semplice accordo, lo ascolta ancora oggi a bocca aperta, dopo oltre trent'anni dalla sua uscita.



VOTO RECENSORE
95
VOTO LETTORI
89.49 su 230 voti [ VOTA]
Argo
Mercoledì 14 Ottobre 2020, 16.47.22
122
@Elluis: sono d'accordo, il mio commento era un pò estremo per il fatto che molte mie (nostre) amate band adesso sono invecchiatissime, e a volte mi sembrano delle cover band, e penso che farebbero molto meglio a ritirarsi. La cosa per me più strana è che idealmente mi sento ancora come se fossimo nel 1991/1993 o giù di lì, invece siamo nel 2020: dico, ok per una reunion, nella realtà dei fatti è che i nostri eroi ormai hanno minimo 55 anni! e non più 30/35 come spesso mi immagino.
Elluis
Mercoledì 14 Ottobre 2020, 15.00.46
121
@Argo, sono d'accordo in parte con quello che dici, faccio un discorso in generale ora, ma se una band di allegri ultra-cinquantenni scimmiotta le robe che facevano quando ne avevano venti sono patetici, se si presentano e suonano i loro pezzi con tutta la loro trentennale esperienza, può venirne fuori un gran concerto. Dipende sempre da come si pone la band. Te lo immagini David Lee Roth oggi, che fa i salti con la spaccata come nel video di Jump?
Argo
Mercoledì 14 Ottobre 2020, 13.03.19
120
Una reunion dei WL non avrebbe ormai più molto senso, e questa malinconia e tristezza che mi viene anche solo a pensare a quella band (figuariamoci ad ascoltare i cd) è molto meglio sopportabile piuttosto che un sogno infranto che diventerebbe realtà con dei "vecchietti" che non hanno più ragione di esistere in un movimento rock ormai morto e sepolto da 30 anni. Lunga vita ai White Lion.
Elluis
Mercoledì 14 Ottobre 2020, 12.14.21
119
@Argo ho letto un'intervista a Mike Tramp di circa sei mesi fa, racconta che ogni tanto si sente via mail con Bratta, pare che siano molto amici, e sono entrambi concordi al 100% che non ci sarà mai una reunion dei White Lion. Anni fa lessi che Bratta non poteva più suonare la chitarra per problemi alla mani, ma questa cosa non è mai stata confermata, anche Tramp nell'intervista non conferma 'sta cosa.
Argo
Mercoledì 14 Ottobre 2020, 10.48.08
118
E che fine avrà fatto quel fantastico Vito Bratta, che ispirandosi al grande Eddie ci ha fatto vedere/sentire degli stupendi riff. L'unico chitarrista che si è avvicinato il più possibile ad Eddie Van Halen.
Japoy81
Martedì 13 Ottobre 2020, 23.51.11
117
Ci mancherai Eddie . Ma questo è uno dei tuoi lasciti più importanti . Ora corri Eddie e corri più veloce del Diavolo .
duke
Mercoledì 7 Ottobre 2020, 21.54.59
116
---100.....un disco leggendario...perfettoooo!
The Cowboy
Mercoledì 26 Agosto 2020, 23.22.58
115
La vera heavy music della Big Orange, a different kind of truth
Kiodo 74
Sabato 11 Aprile 2020, 17.56.19
114
Un giorno come un altro Eddie guarda il fratello dritto negli occhi ed esclama :"Qui o si fa la storia o si muore!".... Dopo più di 40 anni quando fai partire questo disco si respira proprio la storia.....quella del Rock! Voto 99....Ossequi!
Brian
Lunedì 2 Marzo 2020, 23.22.05
113
Capolavoro, disco spartiacque, innovativo e suona fresco anche 42 anni dopo.. 100 obbligato. Inarrivabile soprattutto per quello che c'era nel 1978 nel mondo!
Raven
Lunedì 3 Febbraio 2020, 8.35.40
112
Se è per questo risale e ben prima.
ELIO MARRACINY
Lunedì 3 Febbraio 2020, 8.20.25
111
COMUNQUE IL TAPPING È OPERA DI STEVE HACKETT...DA CUI VAN HALEN HA RUBATO PARECCHIE COSE!
Andrew Lloyd
Mercoledì 21 Agosto 2019, 19.00.01
110
Un disco che ha cambiato il modo di intendere la musica e la chitarra rock. Uno dei pochissimi dischi che può fregiarsi del titolo di "spartiacque". Epocale come i primi dei Led Zeppelin e Black Sabbath e negli anni Ottanta i debutti di Maiden e Metallica.
Max1
Lunedì 22 Aprile 2019, 18.59.31
109
Behhh, uno dei pochi dischi dove commentare è superfluo! La storia!
Philosopher3185
Lunedì 22 Aprile 2019, 18.24.07
108
Un classico senza tempo.Non cè solo la tecnica e il suono imponente di chitarra ma anche-la cosa piu' importante alla fine-grandissime canzoni,dure ma orecchiabili,una produzione perfetta e un ottimo affiatamento della band.
Maurizio
Domenica 31 Marzo 2019, 10.49.32
107
Lo sto riascoltando ora... Incredibile come suoni bene questo disco del 1978...e vi assicuro che sta girando su un impianto esigente... Sul contenuto poco da dire, è da portare su un isola deserta. Undici capolavori undici.
Awake
Domenica 23 Dicembre 2018, 22.03.19
106
Una delle rare dimostrazioni dell'esistenza di Dio...
Area
Martedì 11 Dicembre 2018, 12.38.34
105
Questo album solo per la cover di "You Really Got Me" meriterebbe l'acquisto a scatola chiusa. Un album Hard Rock secondo me imperdibile, niente a che vedere con qualsiasi album di un qualsiasi virtuoso delle sei corde che per un ora ti sciorina assoli di chitarra noiosissimi.
brus
Domenica 18 Marzo 2018, 13.13.20
104
Comunque i Van Halen non riesco proprio a farmeli piacere, ho dei loro dischi e ogni tanto ci riprovo ma nulla da fare è proprio una questione di gusti nonostante comprendo bene la qualità tecnica dei musicisti e la qualità del songwriting. E' proprio tutto il rock/metal americano che non mi fa impazzire Nirvana a parte. Ho sempre preferito il sound e la scuola inglese, ma anche il rock italiano
brus
Domenica 18 Marzo 2018, 13.07.21
103
Beh ma è solo una intro normalissima che facevano tutti.
Rob Fleming
Domenica 18 Marzo 2018, 11.50.51
102
E così, una domenica mattina qualunque, metti su il debutto dei Cactus (Carmine Appice e Tim Bogert, mica gli ultimi arrivati) e quando arrivi alla quinta traccia "Let me swim" scopri dove il buon Eddie ha preso spunto per i primi 10 secondi di Eruption. Come dire: anche le più grandi invenzioni ed evoluzioni nascono da qualcosa già esistente. Ma lo stesso Jim McCarty sino ad oggi l'ha preso come un complimento e non si è messo ad intentare ridicole cause con 40 anni di ritardo
Aceshigh
Lunedì 19 Febbraio 2018, 20.36.12
101
9 giorni fa questo capolavoro ha compiuto 40 anni !!!! È talmente fresco che ne dimostra 4 : ha l'energia e l'allegra di un bambino al luna park !!! Su Eddie cosa c'è da dire che non sia stato detto in tutto questo tempo... mi limito ad aggiungere che - per quanto abbia avuto miliardi di discepoli che hanno nel miglior caso preso spunto dal suo modo di suonare - lui rimane comunque inconfondibile e unico !!! Il resto della band è all'altezza della situazione, non solo il mitico Dave, ma anche la sezione ritmica, una delle più sottovalutate della storia. Sull'album cosa c'è da dire... nulla se non che non c'è un calo dal primo all'ultimo minuto. Invito tutti a riascoltarlo per l'ennesima volta! Voto 95 perché sono uno stronzo!
Shadowplay72
Mercoledì 29 Novembre 2017, 18.25.55
100
album storico.capolavoro,e che band.eddie poi un gigante!
Suarez
Venerdì 27 Ottobre 2017, 23.55.33
99
Ma sei ubriaco?
you reallly got me
Venerdì 27 Ottobre 2017, 23.43.56
98
Cri cri sella nel culo frociò down
you reallly got me
Venerdì 27 Ottobre 2017, 23.43.42
97
Cri cri sella nel culo frociò down
giggino
Lunedì 23 Ottobre 2017, 8.29.22
96
bello
Joe
Lunedì 2 Ottobre 2017, 15.56.28
95
Ritorno sull'argomento solo perché ho riletto il commento di Diego. Rispetto i suo gusti, ma dire che Van halen 1 non sia il migliore della loro discografia è blasfemo. Nulla a che vedere con il primo dei Maiden ancora ingenuo rispetto ai successivi. I Van halen hanno raggiunto il peak con l'esordio e poi mantenuti su altissimi livelli escludendo periodo Van Hagar. Non ci sono se o ma.... Preferisco uno che dice di non apprezzare i Van halen in toto.
venom
Domenica 12 Febbraio 2017, 14.22.02
94
Disco da 100 uno dei piu belli della storia con un chitarrista di un altro pianeta.capolavoro assoluto.ps lee roth vero e inarrivabile frontman
Philosopher3185
Mercoledì 27 Luglio 2016, 21.04.02
93
Dopo Hendrix,Van Halen è il chitarrista che ha rivoluzionato nuovamente il mondo della 6 corde..senza trascurare il talentuoso fratello dietro le pelli e quell'animale da palcoscenico che è Roth
hermann 60
Venerdì 10 Giugno 2016, 18.49.09
92
Ne andavo pazzo di questo disco anche perché all'epoca era cio che di più duro si potesse sentire
Rob Fleming
Domenica 21 Febbraio 2016, 16.20.09
91
L'apice della loro carriera. A parte la "ovvia" Eruption, quello che stupisce sono la cover dei Kinks (un gruppo mostruoso), Runnin' with the devil, Ain't talk about love in cui Eddie si dimostra grandissimo anche alla ritmica, il blues di I'm the one, l'oscura On fire. Un paio di cose su Eruption. La prima è che l'idea venne a Van Halen dopo aver visto l'esecuzione dell'assolo di Heartbreaker dal vivo in cui Page scorreva con la sola sinistra il manico della chitarra senza usare la destra. La seconda è divertente. Sembra che i Van Halen prima di pubblicare l'esordio aprissero tra gli altri anche per i Journey. Per non farsi fregare la novità Eddie era solito suonare i suoi assoli con le spalle rivolte all'audience. Ho letto in un'intervista che Neil Schon era letteralmente esasperato perché non capiva come facesse fino a quando prorruppe in un: "Hey tu stronzetto! Adesso mi fai vedere come fai!".
rik bay area thrash
Sabato 13 Febbraio 2016, 15.07.29
90
Penso che sia difficile negare l'importanza storica di questo disco, anche se in quell' anno pubblicarono i judas priest stained class, quindi quasi l' abc di tutto quello che verrà dopo. Quando ascoltai il disco la sensazione di felicità che trasmetteva era unica. È stato dirompente. rompeva con il passato (grande senza dubbio ) ma in una situazione di stallo. Van halen ha dato nuovo vigore e nuova linfa a tutto il movimento hard 'n' heavy .voto 100
Simone
Mercoledì 29 Luglio 2015, 23.37.46
89
Non posso resistere... [niente link su Metallized, grazie]
Bathory Fanboy
Venerdì 3 Ottobre 2014, 22.49.01
88
SMETTILA
DP
Venerdì 3 Ottobre 2014, 22.36.09
87
EDDIE VAN HALEN FU' UN VERO PIONIERE DELLA SEI CORDE ASSOLUTAMENTE FONDAMENTALE PER L'EVOLUZIONE DELLA TECNICA CHITARRISTICA MODERNA (NON SOLO METAL) DAGLI ANNI 80 AD OGGI . CONSIDERATO L ' HENDRIX MODERNO NEL SENSO CHE PRIMA DI LORO MAI E POI MAI SI ERA ASCOLTATO QUALCOSA DEL GENERE . E PENSARE CHE DA RAGAZZO INIZIO' A SUONARE COME BATTERISTA E IL FRATELLO ALEX LA CHITARRA ! INVERTITI FORTUNATAMENTE I RUOLI INIZIO ' LA LEGGENDA . IL SOLO DI "BEAT IT" (EDDIE , VOLUTO ESPRESSAMENTE DA JACKSON PER LA REGISTRAZIONE , CHIESE DI PROVARLO PRIMA DI INCIDERE MA ALLA FINE FU' "BUONA LA PRIMA" ANCHE SE LUI NON FU' MAI PARTICOLARMENTE SODDISFATTO DEL RISULTATO ) E' SEMPLICEMENTE STRAORDINARIO NELLA SUA NATURALEZZA, DELLA SERIE "ATTACCA IL JACK E SUONA " . EDDIE VAN HALEN , IL MITO .
Robysus2
Lunedì 9 Giugno 2014, 16.52.05
86
e aggiungo: è un disco del 78 e quale disco aveva un sound così "bello", pieno..non sembra un disco di fine 70, ha dei suoni spettacolari per l'epoca, ancora attuali.
Robysus2
Lunedì 9 Giugno 2014, 15.56.27
85
il disco più importante per la storia della chitarra dopo Are you experienced? di Jimi. I dischi vanno contestualizzati come scrivete qui sotto, non ha senso ascoltare una cosa di 35 anni fa senza tenere conto del contesto storico/musicale. Van halen era unico perchè era un asso a livello stilistico, innovatore ben oltre la tecnica del tapping a terzine e qui sarebbe un lunghissimo discorso. Così Hendrix. I Van halen furono uno dei gruppi che diede il la alle band hard/glam degli anni 80, un po il punto di riferimento stilistico e chitarristico per molte..cantante di bella presenza e intettenitore e chitarrista virtuoso. Leggendo qualche commento sotto, dire che a 9 anni uno suona Eruption nell'87 a me pare quantomeno azzardato......A 15 hai smesso di suonare allora perchè ormai sapevi già tutto e i guitar hero dell'epoca ti facevano un baffo
Arrraya
Sabato 7 Giugno 2014, 0.35.20
84
é lo stesso discorso con Hendrix. Un conto è fare quelle cose ora, in qualsiasi pub, con qualsiasi pezzo, con quarantacinque anni di nozioni,studi,suonate, background vario sviscerato, amato, idolatrato, assorbito, un conto era essere Hendrix quando nessuno era come lui. Lo stesso discorso di Van halen, che rispetto ad hendrix ha avuto una decade di rock gia maturata, ma ha contribuito a far fare un balzo in piu alla chitarra, cosi come Malmsteen subito dopo. Il Tapping come fraseggio c'era, certo, non ha inventato nulla, ma ha sviluppato in maniera abnorme la tecnica, quindi lo si può definire un innovatore a tutti gli effetti, dall' influenza enorme. Ascoltare il solismo chitarristico degli anni Settanta e poi il balzo netto (a volte tamarro) degli anni 80, e ci si rende conto del cambiamento. Certo, ora troviamo assi della chitarra" ovunque, bravissimi per carità, ma cloni dei cloni, anche migliori tecnicamente degli originali, ma non bisogna confondere la bravura e la perizia tecnica con l'essere un Dio della chitarra, quello non si può imparare con 10 ore di studio.
Raven
Venerdì 6 Giugno 2014, 21.33.17
83
E' sempre la stessa storia. Tutto è facile DOPO, ma bisogna sempre contestualizzare. Cosa c'era prima di questo disco e di quell'assolo in questo campo? Quanto ha inciso? Cosa ha cambiato?
jek
Venerdì 6 Giugno 2014, 21.28.47
82
Forse si è persa la visione e la percezione di chi stiamo parlando, EVH è uno dei chitarristi più innovativi e geniali della storia delle sei corde e come dice Raven, Eruption va contestualizzato col periodo d'uscita perché altrimenti non usando quel metodo anche Hendrix sembra un suonatore di okulele confronto a certi fenomeni che vedi sul tubo.
Raven
Venerdì 6 Giugno 2014, 14.38.46
81
ok
peppe
Venerdì 6 Giugno 2014, 14.34.29
80
hai ragione raven,sono mortificato, nn è da me. ..e se sono ancora in tempo per "rifarmi", volevo semplicemente dire che ho sempre ritenuto alex un grandissimo drummer, l anima pulsante dal punto di vista ritmico dei van halen e che in ogni live nn si è mai fatto pregare per un super assolo. per nn parlare del suo enorme equipaggiamento!! ..detto questo, ancora scusa.
peppe
Venerdì 6 Giugno 2014, 14.34.24
79
hai ragione raven,sono mortificato, nn è da me. ..e se sono ancora in tempo per "rifarmi", volevo semplicemente dire che ho sempre ritenuto alex un grandissimo drummer, l anima pulsante dal punto di vista ritmico dei van halen e che in ogni live nn si è mai fatto pregare per un super assolo. per nn parlare del suo enorme equipaggiamento!! ..detto questo, ancora scusa.
Raven
Venerdì 6 Giugno 2014, 10.16.20
78
iL punto è che diventò facile (si fa per dire) dopo che EVH la compose. Prima non c'era nulla di simile. A margine: non intendo tollerare flames, si discute, anche animatamente, ma niente di piùi, grazie. Lo dico a titolo preventivo
Argo
Venerdì 6 Giugno 2014, 8.41.53
77
@KATYA: non insegno chitarra intanto perchè ho imparato per suonare e non per insegnare a mia volta e poi perchè ho la fortuna di avere un lavoro che mi faccia guadagnare da vivere. Tu scrivi che ci vogliono 7 anni per fare Eruption... boh, bisogna essere molto impediti per metterci quel tempo. E comunque non mi pare di avere offeso nessuno.
Argo
Venerdì 6 Giugno 2014, 8.38.35
76
E comunque il mio post precedente era del 2011, quindi meno 25 anni fa il 1986 (anno che ho cominciato a suonare), 1987 l'anno che ho imparato eruption (che non sapevo fosse dei VH, e che comunque poi di loro non ho ascoltato altro). A quell'età certi vanno al conservatorio, certi vogliono imparare la chitarra e se c'è un buon maestro (ottimo nel caso mio), e un minimo di talento la cosa non è difficile. Il bello di Eruption non sta nella difficoltà nell'eseguirlo, ma era "l'idea" ad essere innovativa. In fondo il maestro di Raven gli ha detto che in 6 mesi lo avrebbe fatto, non vedo tutto questo indignarsi. Se volete continuare a prendermi per il culo fate pure se vi fa sentire meglio.
Argo
Venerdì 6 Giugno 2014, 8.31.17
75
Il bello è che poi la gente anche si incazza e ti vorrebbe mettere al rogo. Talvolta faccio di questi esperimenti. E' il bello (o brutto) di scrivere davanti ad un pc...
chinese child
Venerdì 6 Giugno 2014, 0.56.53
74
@katia: argo, scherzava, guarda il suo post n.21. argo, ti consiglio 1984, e invece F.U.C.K. per il periodo van hagar. Forse li trovi pallosi perchè sono "strani" nel senso che non sono per niente scontati e talvolta sperimentali come suoni e stile dei pezzi. Atipici e unici.
KATYA
Venerdì 6 Giugno 2014, 0.47.14
73
ahaha
Arrraya
Venerdì 6 Giugno 2014, 0.43.06
72
Escludendo i bambini Cinesi alieni di quattro anni che sanno gia fare tutto ah ah ah.
KATYA
Venerdì 6 Giugno 2014, 0.37.47
71
mediamente oggi per fare eruption in un percorso medio di accademie musicali che nell'87 non esistevano, per fare un'eruption ci vogliono almeno 6/7 anni di studio intenso mediamente in un percorso di studi partendo da zero....
KATYA
Venerdì 6 Giugno 2014, 0.32.34
70
@ARGO: certo argo, te sai fare tutto..nel 1987 fare eruption era durissima per quelli molto bravi e adulti e te a 9 anni facevi eruption.....suvvia...fa scalpore oggi una tipa su youtube che lo fa nel 2014 a 14 anni... Perchè allora se sei così tanto fico e bravo sei qui a scrivere CAZZATE ED ERESIE e non sei a insegnare chitarra alla Lizard, MMI o Music academy (eruption a qualche 9enne)? Questo disco è ovviamente 100, se volete i motivi avrei almeno 100 righe consecutive..non vi conviene
Dany 71
Venerdì 6 Giugno 2014, 0.24.43
69
Si si cazzatina.....vietato commentare qualsiasi cosa hanno fatto le mani di E.V.H., per non finire come l'amico che tutti hanno che quando (per ex) descrive le sue giornate sugli sci sembra di vedere Alberto Tomba, salvo poi ritrovarsi davanti agli occhi uno scarsone! Tempo fa commentando l'album S.C. dei Possessed dicevo che chi ha dato il "la"ad un genere non è detto che sia anche in assoluto il più bravo, cosa che non affermo per E.V.H......
Raven
Giovedì 5 Giugno 2014, 23.21.32
68
Forse, ma quando se ne conosce la tecnica. All'epoca il tapping non era così diffuso e se nel 1987 il tuo maestro di chitarra lo conosceva forse lo doveva anche ad Eddie. Ogni cosa va contestualizzata.
Argo
Giovedì 5 Giugno 2014, 23.18.12
67
Il mio maestro chitarrista mi ha insegnato Eruption dopo circa un anno che avevo imparato a suonare, e ci sono riuscito a meraviglia, avevo 9 anni (era il 1987). Di per se Eruption è una cazzatina, molta scena ma è molto semplice da eseguire. Qui chiaramente non sto a sminuire ne Raven, ne quantomeno Eddie
Raven
Giovedì 5 Giugno 2014, 22.24.25
66
No. Se poi volessi esprimerti in maniera minimamente educata TI faresti un gran favore.
peppe
Giovedì 5 Giugno 2014, 22.09.05
65
scusa ma...la tua descrizione di alex van halen nn èuna leggera...MEGA STRONZATA??
joe
Sabato 1 Marzo 2014, 14.25.53
64
Capolavoro assoluto ! Non ci sono altre parole per descriverlo.. non solo per le vendite milionarie ma per l'influenza seminale che ebbe nel rock hard & heavy negli anni a seguire. Tutti i chitarristi cambiarono approccio alla chitarra alla ricerca di quel brown sound che faceva impallidire anche i migliori e per le nuove tecniche che contribuirono alla sviluppo della chitarra rock . Un nuovo approccio per stare sul palco e dimostrare come il rock e l'ironia possono convivere al contrario di certe facce truculente che comparivano sulle riviste metal dell'epoca. Ogni brano di questo album ha insegnato qualcosa, oltre Eruption oramai straconosciuta, direi Aint talking bout love era furente con intro pazzesca e Im the one con incredibili riff veloci e sonorita' per l'epoca mai sentite... nemmeno una canzone sotto tono ! Un must che ogni rockettaro deve avere e saper apprezzare ancora oggi visto gli oltre 35 anni passati...
Celtic Warrior
Giovedì 13 Febbraio 2014, 13.13.43
63
Capolavoro assoluto non ci sono palle , lo metto tra i migliori album rock/hard/heavy di sempre e la voce di david è buona altro che….
Debiti verso fornitori
Mercoledì 6 Novembre 2013, 12.46.03
62
sembra un piano cartesiano
Danimanzo
Domenica 22 Settembre 2013, 16.23.48
61
Capolavoro ed esempio supremo di un certo modo di intendere la musica rock' n roll. Riff memorabili, assoli tecnici, ritmo e passione. E un cantante nato per essere un frontman.
Awake
Venerdì 16 Agosto 2013, 23.24.25
60
A parte che per me DLR di viso ci assomiglia di brutto, a Frank Sinatra voglio dire.
Awake
Venerdì 16 Agosto 2013, 18.14.59
59
Ok per Eruption assolo seminale che in poco più di un minuto e mezzo ha cambiato l'approccio allo strumento a migliaia di chitarristi in tutto il pianeta: ma dei riff e dei due assoli contenuti in "I'm the one" ne vogliamo parlare? Riascoltandolo nel 2013 non mi sembra vero che 'sto pezzo sia stato composto ed eseguito la bellezza di 35 anni fa. Tutt'ora freschissimo ed attuale. La voce di DLR non la si apprezza a fondo se ci si limita a valutarne la sola estensione vocale (che cmq non è male), la si dovrebbe altresì valutare per il timbro, per il tiro, per la carica erotica che trasmette, per le continue urla, sussurri, strilli, sibili e gorgheggii a coronamento dei riff e degli assoli di EVH: per non parlare poi di quel mood tipico che rimanda al grande Frank Sinatra. Al di là della voce che ovviamente può piacere o non piacere Diamond Dave resta cmq un personaggio unico ed Inimitabile. Gran gruppo, colonna sonora della mia adolescenza ribelle e scapigliata.
Andy '71 vecchio
Martedì 13 Agosto 2013, 10.08.23
58
Capolavoro assoluto!Canzoni perfette,"Atomic Punk"la mia preferita,e poi "Eruption"un minuto e poco più per cambiare il modo di concepire e suonare la chitarra,dopo nulla sarà più come prima,cambiò la musica!DLR padrone del palco virtuale,e poi cori perfetti di Antony che diverranno il loro marchio di fabbrica per gli anni a venire.39 minuti?bastano e avanzano,aq volte anche meno per fare un capolavoro,99!
Diego
Martedì 13 Agosto 2013, 9.57.57
57
@Raven Non critico la durata, gli LP dell'epoca avevano in media due lati da 20 minuti, ma valuto quello che ottengo dopo aver tolto le due cover ed Eruption, che è seminale, ma pur sempre un assolo di chitarra, di un chitarrista che, successivamente, ha scritto assoli (dentro e al servizio delle songs) straordinari. Il giudizio medio dei lettori è quello che si avvicina alla mia "fredda" valutazione dell'album. Quando ti trovi a skippare dei brani significa che l'album non è perfetto. Una volta non lo facevo per paura di rovinare la puntina del giradischi...
Raven
Martedì 13 Agosto 2013, 9.42.49
56
E' la tua rispettabile posizione, ma quell'assolo ha cambiato la storia del rock in poco più di un minuto. Cosa vuol dire poi che dura 39 minuti? INtanto all'epoca era una durata normale visto il supporto, inoltre i capolavori si valutano a durata? La Gioconda non vale poi così tanto perchè è piccola? Un Fontana 30 x 50 vale meno di un quadro di un pittore inutile 100 x 100? Intendiamoci: nemmeno io gli ho dato 100, ma non certo per quei motivi.
Diego
Martedì 13 Agosto 2013, 9.38.39
55
Ci sono dischi che hanno fatto la storia senza essere i migliori nella discografia di una band. Io credo che Van Halen I sia uno di questi. Se vogliamo farci trascinare dall'entusiasmo del disco "storico" ed "imprescindibile", ok diamogli 100, ma se dobbiamo valutarlo insieme a quello che ha fatto la band nei 30 successivi...beh, 39 minuti di album, con due cover e un assolo di chitarra, 5 grandissimi brani e 3, per il sottoscritto, non esaltanti. Può bastare questo per definirlo capolavoro? Per me i Van Halen hanno fatto di meglio negli anni successivi. Non fraintendetemi, io adoro questo gruppo, ma è come definire Iron Maiden il migliore album della vergine di ferro. Storia sì, capolavoro no.
Delirious Nomad
Martedì 13 Agosto 2013, 8.55.27
54
In effetti concordo con dario, il timbro di Roth non mi é mai piaciuto... Poi questo e gli altri loro album sono imprescindibili, non ci piove!
Sambalzalzal
Martedì 13 Agosto 2013, 8.12.19
53
No piùcchealtro chiedo, ma lo avete mai visto dal vivo? praticamente uno stuntman!!! Sicuramente uno dei più enormi frontman della storia della musica!!! Tornando all'album, d'accordo con la recensione, 95 ci sta tutto!!! Little Dreamer mi fa morire ancora come la prima volta che l'ho ascoltata!!!
Raven
Martedì 13 Agosto 2013, 7.56.59
52
Come al solito si confonde l'estensione e la qualità tecnica con quel non so che e con la capacità di risultare piacevole , se non godibilissimo che certi artisti possiedono. Che DLR sia un cantante in grado di coinvolgere emozionalmente, che sia "bello", che piaccia, è indubbio. Che sia un cantante tecnicamente dotato, che possa competere con i migliori e che abbia un'estensione particolare è altro paio di maniche. La storia del resto, è piena di cantanti che hanno costruito intere carriere sulla capacità di emozionare e non sul resto. Per la massa: Vasco Rossi è dotato? Non direi, eppure emoziona milioni di persone.
dario
Martedì 13 Agosto 2013, 5.29.36
51
Questo è un album che ha fatto storia, con Eddie vero rivoluzionario della chitarra rock. Da avere nella propria Rock-collection assolutamente. Anche a mio avviso, David Lee Roth è un buon cantante e non sfigura assolutamente; però non so spiegare bene il motivo, ma anche a me a sempre lasciato un pò l'amaro in bocca . il timbro vocale non mi ha mai convinto appieno: de gustibus.
Awake
Martedì 13 Agosto 2013, 1.52.53
50
David Lee Roth un altro di quei cantanti senza incredibili doti vocali???? Dio mio cosa mi tocca leggere,,, una delle più belle voci "rock'n blues" che ho sentito in vita mia. Tutt'ora spacca il culo ai tanti, un pò come il vino: più invecchia è più il sapore si fa intenso e pregiato.
D.P.
Sabato 3 Agosto 2013, 19.36.45
49
signori, ecco i Van Halen. Disco strepitoso (per giunta d'esordio) dove ovviamente ogni chitarrista non solo appassionato di metal dovrebbe ascoltare decine e decine di volte. La testimonianza di come Edward (Eddie) era all ' epoca senza dubbio uno dei migliori chitarristi in circolazione o quanto meno il piu' innovativo a tal punto che qualche anno dopo un certo Michael Jackson gli diede il plettro su Beat It e lui si invento' in prima battuta praticamente un solo capolavoro (della serie "buona la prima") ricco di tecnica altamente innovativa per quegli anni che possiamo ammirare ancora oggi.
gullit
Lunedì 3 Giugno 2013, 1.01.08
48
1000
baxialby
Lunedì 3 Giugno 2013, 0.47.33
47
Ma daaiii.. uno dei dischi più belli della storia! voto 100 senza dubbi
Ozzyzig
Martedì 26 Marzo 2013, 21.29.36
46
Grande album, anche se sono piú affezzionato a 1984
GlamRow
Lunedì 25 Marzo 2013, 18.20.22
45
Beh, il capolavoro dei Van Halen: voto 100
Marcxxx
Giovedì 15 Marzo 2012, 11.33.36
44
Per fabio II: anche a me piace un sacco Fight to survive, il mio preferito è Pride, Vito Bratta incredibile!!
fabio II
Martedì 13 Marzo 2012, 12.10.11
43
Bravo marcxxx, bravo. Floyd Rose che poi è il chitarrista dei Q5. Neanche a farlo apposta ieri ho riascoltato non so quante volte 'Atomic Punk', forse uno degli apici dei Van Halen, si passa dallo scratch iniziale di chitarra al finale quasi blues, in mezzo un riff memorabile come pochi e David più istrionico che mai, mentre con ironia intona 'i'm a victim of the science age' PS: il primo White Lion è pazzesco
marcxxx
Martedì 13 Marzo 2012, 11.54.29
42
100 per importanza storica rock, per importanza per la scena hard-hair degli 80s e, non ultimo, per importanza nel modo di suonare la chitarra. Eddie è stato lo spartiacque tra vecchio e nuovo chitarrismo, ricrodo ancora un numero di una rivista di chitarra dove veniva desritto il modo di suonare pre e post '78, post Van Halen 1. L'uso della leva, il floyd rose, il tremolo picking, il "brown sound" grossissimo e spaccasassi per l'epoca, gli effetti, gli armonici naturali di abbellimento durante i riff, a tapping, le scale a 3 note per corda. L'accoppiata David Lee Roth/Eddie Van Halen diverrà copiata in lungo e in largo negli anni '80. Cantante piacente e istrionico e chitarrista super...basti pensare agli Extreme, ai White Lion ai Dokken Non c'è una , dicasi una canzone brutta. E ha una produzione incredibile che nel 2012non suona "vecchia" come tanti album di quel periodo. Se non è da 100 un album di questa portata...
roberto
Domenica 11 Marzo 2012, 0.19.17
41
beh, se non è da 100 questo album in ambito di hard rock, nessuno lo può essere!!! Come diceva wolf marshall come prima nota introduttiva dello spartito di questo album: there's nothing better than this!
Celtic Warrior
Martedì 21 Febbraio 2012, 14.49.13
40
Caxxo se spacca lo stò sentendo ora MAGNIFICO !!!!
Celtic Warrior
Giovedì 16 Febbraio 2012, 16.02.13
39
Oooh, yeah ...(Ahh!) Runnin' with the devil (Ahh-hah! Yeah!)
fabio II
Giovedì 16 Febbraio 2012, 15.02.40
38
Beh Celtic questo è il verbo: io rocco, tu rocchi...donne dododo da-da-da
Celtic Warrior
Giovedì 16 Febbraio 2012, 14.50.52
37
Capolavoro !!! un pezzo più bello del altro , ancora oggi lo ascolto e mi stupisce !!
Gimlet
Mercoledì 15 Febbraio 2012, 17.19.31
36
Senza parole........ Voto: 97
Prodo
Mercoledì 18 Gennaio 2012, 20.57.15
35
Un bellissimo album,uno dei miei preferiti
The sinner
Martedì 25 Ottobre 2011, 14.42.03
34
Grande, superbo ed irrinunciabile...Qua si parla di un album storico uscito nel 1978 e portatore sano di un Heavy Rock eccellente... Basta il riff di "Ain't talkin' about love" per farlo entrare nella leggenda...Lo stile di Eddie fuso ad una timbrica chitarristica fino ad allora mai sentita fa si che questo esordio dei Van Halen sia diventato un album capostipite per le bands nate sucessivamente....C'è ben poco da recensire...questa è arte allo stato puro !!!
Bio
Mercoledì 17 Agosto 2011, 16.44.02
33
il mio preferito dei Van Halen . Bellissimo
MAIDEN 65
Giovedì 4 Agosto 2011, 20.53.02
32
rock mica tanto sono a pezzi !
BILLOROCK fci.
Giovedì 4 Agosto 2011, 20.51.45
31
buona serata a te rock
MAIDEN 65
Giovedì 4 Agosto 2011, 20.50.22
30
Buona Serata Metal .
BILLOROCK fci.
Giovedì 4 Agosto 2011, 20.45.28
29
Grandi van halen e gran disco !!
MAIDEN 65
Giovedì 4 Agosto 2011, 20.37.26
28
Capolavoro ASSOLUTO.
fabio II
Giovedì 21 Luglio 2011, 17.48.16
27
Beh questo è un disco storico non solo per i fans dell'hard, ma per tutta l'estetica musicale rock; eddie ha rivoluzionato la chitarra rock, quanto Hendrix rivoluzionò quella blues. E' anche il disco dello schiaffo morale al punk - così fu etichettato. Se davvero qualcuno dovesse imbarcare 10 dischi per andare sulla luna....
Maurizio
Venerdì 20 Maggio 2011, 16.56.58
26
Altro disco fondamentale, immancabile in qualsiasi scaffale. Ha rivoluzionato le parti di chitarra ed è un debut da far rizzar ei capelli. Ain't talking, you really got me, altri brani che tutti conoscono, ma date un ascolto anche alla rielaborazione di Ice Cream Man..
Zarathustra
Martedì 17 Maggio 2011, 10.17.19
25
Tra l'altro il voto degli utenti è...95!
Raven
Martedì 17 Maggio 2011, 9.30.08
24
e bè, certo, dare solo 95 ad un disco, un voto veramente basso, scandalosamente basso.....io a scuola litigavo sempre con i professori quando mi davano solo 9,5,. una vera , inaccettabile ignominia...
Marco
Martedì 17 Maggio 2011, 6.50.04
23
Come si fa a dare 95 ad un album capolavoro!!! I Van Halen hanno insegnato a tutti più che altro, che altro dire, in Italia non arriveremo mai a capire i Van Halen siamo nel 2011 e cè gente che ancora li conosce, è vergognoso... Ho sentito tante persone parlare di commerciale ai Van Halen, Be loro sono i maestri e mi fa ridere il fatto che qualcuno li definisce commerciali in certi album, che poi alla fine sono dei firmatari di un hard rock complesso e originale!!! Prendete tutti gli album anni 80 capirete molto di più sul loro conto il sesso, il sole, le palme, il mare , la California questo sono i Van Halen, i grandi del Rock!!!
Raven
Venerdì 13 Maggio 2011, 18.00.27
22
Direi che dovresti prendere almeno il secondo, intanto.
Argo
Venerdì 13 Maggio 2011, 17.58.09
21
Ottimo disco. Comprato da poco, nonostante ascolti metal da 25 anni, è la prima volta adesso che mi metto ad ascoltare i VanHalen. Ho quindi questo cd, e ho preso anche il best of "best of Both worlds", che mi è piaciucchiato, qualche canzone la trovo pallosa. Qualcuno mi consiglia un altro cd oppure va bene il primo e il best of? grazie
Echoes
Sabato 23 Aprile 2011, 19.59.51
20
*disco
Echoes
Sabato 23 Aprile 2011, 19.39.33
19
Chi non ha mai ascoltato questo discho si è perso qualcosa
joe
Venerdì 18 Marzo 2011, 12.03.31
18
Un disco uscito piu di 30 anni fa ma ancora oggi e' da considerare un capolavoro ! Grande Eddy e David ... davvero unici. E non dimentichiamoci il suono incredibile della sua chitarra cosi graffiante e tagliente, un esempio per tutti i chitarristi venuti dopo... Da ricordare solo il periodo con David, il resto solo per fare un po di soldi... non si vive di solo rock ! Hagar e Cherone si sono adeguati , in realta' sono altri 2 validi cantanti nelle rispettive carriere solistiche. Van halen is come back !!
Matteo
Lunedì 27 Dicembre 2010, 14.48.56
17
Sicuramente il mio preferito dei Van Halen!!! Eddie sensazionale in Eruption
blackie
Giovedì 16 Dicembre 2010, 1.41.23
16
EPOCALE!PERFETTO!UN CHITARRISTA CHE SUONA DA DIO e un cantante magnifico!la storia!
Raven
Martedì 23 Novembre 2010, 12.13.57
15
Cit. "Chiunque ami la musica Rock, o semplicemente la chitarra, deve averlo sullo scaffale.I brani sono duri, ma anche radiofonici e con una attitudine americana in una maniera tale che il successo non poteva che travalicare i confini dagli aficionados del rock, dando il via ad una saga che si trascina ancora oggi " , non mi sembra di aver ridotto tutto all'esuberanza di Eddie, e la disonestà non mi appartiene.
toni
Martedì 23 Novembre 2010, 12.06.15
14
E' un po da disonesti ridurre la grandezza di questo disco alla sola esuberanza chitarristica di EVH. E' tutto il suono che è una bomba e i pezzi sono straordinari.
jek
Giovedì 24 Giugno 2010, 20.00.02
13
No è una paces series nera!!!
Raven
Giovedì 24 Giugno 2010, 8.10.36
12
La mitica Kramer bianca?
jek
Mercoledì 23 Giugno 2010, 20.17.43
11
Come te raven, ma solo un pò prima mi sono accostato alla chitarra elettrica formando una band (molto dilettantistica), e dopo tanti sacrifici sono riuscito a comprarmi un KRAMER. Questo dovrebbe darti la misura di chi è per me eddie. Conservo ancora come un'icona VH1 in vinile. Fantastico
ares
Domenica 4 Aprile 2010, 15.09.44
10
Eruption un orgasmo ogni volta che la sento!!!!!!
zerba
Martedì 9 Febbraio 2010, 18.27.42
9
il loro migliore album, puoi dargli 95 o 100 ma la sostanza non cambia: capolavoro dell'hard rock
hm is the law
Venerdì 8 Gennaio 2010, 17.11.41
8
Un album spettacolare. Eruption da brividi!
AL
Mercoledì 25 Marzo 2009, 9.07.23
7
...vado subito!! grazie mille!!!! son troppo un metallaro nostalgico!
Raven
Martedì 24 Marzo 2009, 18.38.49
6
Anzi no, da pag. 31, cacchio, come passa il tempo.
Raven
Martedì 24 Marzo 2009, 18.37.37
5
dai un'occhiata alle rece dei classici da pag 25 circa, (da quando sono entrato ) a ritornare indietro, ti verranno le lacrime
AL
Martedì 24 Marzo 2009, 14.23.10
4
uno dei primi dischi metal che ho preso (e ce l'ho ancora in cassetta!)... Raven mi fai tornare indietro di 20 anni... grandeee!!!!
METALMURDERMELI
Mercoledì 11 Febbraio 2009, 21.18.03
3
Grande disco. Ho fatto una fortuna comperandolo al mediaworld a 8.90 anche se in realtà vale molto di più. Voto : 95. Si sente che c'era david lee roth con i fratelli van halen, moto superiore a quello sdolcinato commerciale di sammy hagar e allo sconosciuto gary cherone (cantanti inetti).
Marattroni
Sabato 10 Gennaio 2009, 4.33.15
2
Eddie, un idolo, un genio.
Brokrn Dream
Domenica 30 Ottobre 2005, 22.36.56
1
Stratosferico disco, strabordante Eddie!!!
INFORMAZIONI
1978
Warner Bros
Hard Rock
Tracklist
1. Runnin' With The Devil
2. Eruption
3. You Really Got Me
4. Ain't Talkin' 'Bout Love
5. I'm The One
6. Jamie's Cryin'
7. Atomic Punk
8. Feel Your Love Tonight
9. Little Dreamer
10. Ice Cream Man
11. On Fire
Line Up
David Lee Roth (vocals)
Eddie Van Halen (guitar)
Michael Anthony (bass)
Alex Van Halen (drums)
 
RECENSIONI
70
89
92
90
83
80
57
81
93
83
95
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]