Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Dirge
Lost Empyrean
Demo

In Autumn
Greyerg
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

15/12/18
YSENGRIN/STARGAZER
D.A.V.V.N.

15/12/18
SPEED KILLS
Speed Kills

21/12/18
JON SCHAFFER`S PURGATORY
Purgatory

21/12/18
IN SHADOWS AND DUST
Enlightened By Darkness

21/12/18
BLOOD FEAST
Chopped, Diced and Sliced

21/12/18
WITCHING HOUR
...And Silent Grief Shadows the Passing Moon

23/12/18
ICE WAR
Manifest Destiny

23/12/18
BOLTHORN
Across the Human Path

23/12/18
MALVENTO/THE MAGIK WAY
Ars Regalis

24/12/18
BEATEN TO DEATH
Agronomicon

CONCERTI

15/12/18
WITHIN TEMPTATION
FABRIQUE - MILANO

15/12/18
NANOWAR OF STEEL
REVOLVER CLUB - SAN DONA DI PIAVE (VE)

15/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
TRAFFIC CLUB - ROMA

15/12/18
NECROART + GUESTS
BONNIE & CLYDE - TORRICELLA VERZATE (PV)

15/12/18
STONEDRIFT + TOTEM AND TABOO
CONDOR DARK CLUB - RUBIERA (RE)

15/12/18
SPEED KILLS + CARRION SHREDS + ADEPTOR
CIRCUS - SCANDICCI (FI)

15/12/18
BARBARIAN + MERCILESS ATTACK + APOCALYPTIC SALVATION
CIRCOLO MU - PARMA

16/12/18
NOVEMBRE + LES DISCRETS
CYCLE CLUB - CALENZANO (FI)

18/12/18
A PERFECT CIRCLE
MEDIOLANUM FORUM - ASSAGO (MI)

19/12/18
A PERFECT CIRCLE
PALALOTTOMATICA - ROMA

Diablo Swing Orchestra - Pandora’s Pinata
( 3990 letture )
I Diablo Swing Orchestra sono una grande band. Stile, classe, originalità, poliedricità, fantasia e via dicendo sono tutte qualità facilmente evidenti in questo loro nuovo lavoro. Questo è un gruppo divertentissimo e scanzonato ma maledettamente credibile; il genere suonato lo consideriamo avantgarde, ma qui c’è veramente di tutto e di più. Si passa dallo swing al flamenco, dalla musica anni 40 e 50 al metal; il tutto cantato dalla dotatissima Annlouice e suonato in maniera sopraffina. Ovviamente è una proposta rigorosamente per persone duttili e che usano il “true” come carta igienica, in caso contrario Pandora’s Pinata potrebbe causare un colpo apoplettico sia al defender che alla sua moto, riducendoli ad andare a Wacken con una vecchia Lambretta scassata. Blues, jazz, folk, qui c’è l’imbarazzo della scelta e il denominatore comune è sempre quello di non riuscire a stare fermi. Voodoo Mon Amour, Black Box Messiah, Guerrilla Laments sono perle di pura genialità e follia.

Difficile poi descrivere adeguatamente l’effetto della proposta, andrebbe ascoltata e capita a fondo: tantissimi cambi di genere, tantissime sfumature, la cantante (se non sbaglio un soprano) cambia registro molto rapidamente con una facilità impressionante. Il riffing di Pontus e Daniel è corposo e sempre al servizio del pezzo; nonostante di primo acchito possano sembrare un gruppo “stupido”, osservando nel profondo, il tasso tecnico dell’act è veramente notevole. Non è una dote da poco il far sembrare semplice e orecchiabile una gran dose di tecnica e funambolismo; i Diablo Swing Orchestra riescono comunque nell’intento in maniera magistrale, senza auto-citazionismi né sbrodolamenti fini a se stessi. Forse hanno solo un difetto: sono al terzo album e manca l’impatto e la sorpresa che aveva avuto il primo The Butcher’s Ballroom. Un arrampicarsi sugli specchi in confronto alla bontà e alla freschezza della proposta. Pandora’s Pinata non presenta cali né filler; è comunque un disco che necessita di molti ascolti per essere compreso e apprezzato. Lasciate però perdere le etichette e gli stilemi dei vari sottogeneri: qui non ne troverete. Come non troverete musica banale, perché questa non lo è affatto. Lo può sembrare solo se ci si ferma alla superficie, ma sarebbe un grave errore e vi precluderebbe un titolo altamente godereccio.

Non si può per ovvie ragioni consigliarlo a tutti: l’ecletticismo al giorno d’oggi divide troppo e il mondo sembra ancora non essere pronto. Erroneamente. Esistesse un mondo esente da paraocchi, molte cose belle verrebbero rese grandi come meritano; invece il trend contrario crea le nicchie, purtroppo, e ci relega i Diablo Swing Orchestra in maniera clamorosa.
Peccato.



VOTO RECENSORE
82
VOTO LETTORI
83.42 su 14 voti [ VOTA]
AnalBag
Sabato 13 Febbraio 2016, 21.22.03
19
gruppo divertentissimo e spassoso,i loro dischi sono sempre piacevolissimi da ascoltare e Pandora's Pinata non fà eccezione!
Macca
Martedì 22 Dicembre 2015, 14.07.04
18
Mi hanno regalato per il compleanno (limited edition con i due vinili azzurri): band spettacolare, longeva e unica nel suo genere. Quantomeno io non ne conosco altre che suonino così... Voto 85
Rubbio
Martedì 12 Maggio 2015, 16.37.33
17
Condivido la recensione. Non conoscevo sto disco..ma lho trovato bellissimo..qualcosa di Veramente Originale, secondo me questi oggi mangiano in testa a tutti i gruppi come Nightwish/ Within temptation etc etc..
Giangianni
Venerdì 21 Febbraio 2014, 10.55.01
16
ascoltato stamattina...fantastico
Athranax
Sabato 17 Agosto 2013, 15.07.52
15
Consiglio la visione su youtube di un loro concerto a Mosca della durata di quasi 1 ora e mezza (in fullHD) per farvi un'idea di che personaggi siano....
Luxifer
Giovedì 1 Novembre 2012, 14.51.42
14
ferex, perché "più" dubstep? xD In quest'album non ne hanno messa (il finale di Justice For Saint Mary è electro-glitch, non dubstep). Però sì, la prossima volta più elettronica anche dubstep! Quest'album è stupendo, formalmente il loro migliore, ma è venuto a mancare l'effetto sorpresa. Il prossimo album dovrà ricominciare a sorprendere!
ferex
Giovedì 1 Novembre 2012, 7.05.33
13
Ah, e ovviamente abbasso i tradizionalisti
ferex
Giovedì 1 Novembre 2012, 7.03.48
12
Bellissimo e loro geniali come sempre. Ma la prossima volta più dubstep. Osare, osare...
Luxifer
Martedì 30 Ottobre 2012, 14.47.14
11
Grandissimo album! C'è di tutto: swing, jazz, symphonic metal e musica classica, elettronica, ska, musica latino-americana, funk, musica orientale/araba, progressive metal, ma anche qualcosina di death/black metal. Il tutto in un turbine di emozioni. I due cantanti sono come sempre strepitosi, e anche i musicisti dimostrano un tasso tecnico notevole. Voto: 86
Sabbracadabra
Lunedì 29 Ottobre 2012, 16.20.06
10
Sempre grandi ma rispetto ai primi dischi le canzoni ti si stampano meno in mente. Io tutta sta "avantgarde" non la sento, sono + metal degli ultimi Iron maiden....
Stefano75
Domenica 28 Ottobre 2012, 21.00.59
9
sono molto felice che questa band stia iniziando a riscuotere consensi, li seguo fin dal primo album che è liberamente scaricabile da jamendo, questo l'ho ascoltato solo una volta ma (sono d'accordo con il recensore) mi pare che si stiano specchiando un tantino troppo sempre sulla stessa minestrina.....per adesso non voto....
Flag Of Hate
Domenica 28 Ottobre 2012, 20.38.02
8
27° anniversario del 1985? Dov'è che devo firmare? No, scherzi a parte... con 'ste battutine sul defender in moto, con tutte queste allusioni ai paraorecchi, sembra che si dica, tra le righe, che chi non apprezza 'sto benedetto eclettismo musicale sia un troglodita con pregiudizi mentali. Ma è troppo difficile considerare che a molta gente, semplicemente e pacificamente, questi pastrocchi musicali non piacciono? Che senso ha lamentarsi se una band VOLONTARIAMENTE elitaria non ha successo di massa? Che eclettismo sarebbe se fosse la norma? Ricordatevi che le Avanguardie in ambito poetico (dal futurismo alla scuola francese e russa) sono cadute in disgrazia quando la loro trasgressione è divenuta la norma!
NagasH
Domenica 28 Ottobre 2012, 20.20.58
7
Flag, mi consenti una battuta, che non è una critica al tuo pensiero ma una cosa più generale? I tradizionalisti che hanno supportato il metal (parliamo del metal tour court no?) in italia, se non parliamo di grossi nomi, fanno fatica a riempire le salette da 80/90 persone, mentre i quei "poser" che ascoltano metalcore e altre "commercialate" fanno il pienone (e per pienone intendo 200/250 persone laddove il locale ne contiene 150 a fatica) in periferia per gruppi semi sconosciuti e pure mediocri (detto tra noi). La tradizione non è la strada, purtroppo direi, perché non garantisce ricambio tra le nuove generazioni, però la "tradizione" è sempre pronta (se mai ti è capitato di fare due chiacchiere con il defender medio) a tirare merda sul nuovo, su ciò che va controcorrente. Fosse per i tradizionalisti saremmo al 27esimo anniversario del 1985. È sbagliato attaccare da una parte e dall'altra ma, a mio modo di vedere, chi ha cominciato prima è palese e coloro che "difendono" la tradizione sono nocivi quanto quelli che banalizzano e commercializzano il genere.
Flag Of Hate
Domenica 28 Ottobre 2012, 20.06.27
6
Che palle questo continuo attacco ai "tradizionalisti"... sono loro che con passione hanno supportato il Metal per 30 anni!
Straisand
Domenica 28 Ottobre 2012, 19.44.38
5
Capolavoro.
tolemak
Domenica 28 Ottobre 2012, 19.19.13
4
GENIALI, LI AMO ALLA FOLLIA!!!!!!!!!
Daniele
Domenica 28 Ottobre 2012, 18.53.49
3
Non voglio fare una sviolinata,ma grazie a questa recensione,mi sono andato ad ascoltare qualche canzone . Per me sono geniali,mai sentito un genere così particolare. Comunque rimedio,mi procuro tutti e 3 gli album.
Lontano
Domenica 28 Ottobre 2012, 18.32.20
2
Comprato a scatola chiusa dopo i due precedenti; Aspetto con ansia la consegna, ma la recensione già mi da fiducia
MrFreddy
Domenica 28 Ottobre 2012, 17.47.35
1
Bellissima recensione per un gran disco, non è prolissa ma parla molto bene di ogni aspetto del disco, bravo!
INFORMAZIONI
2012
Candlelight Records
Avantgarde
Tracklist
1. Voodoo Mon Amour
2. Guerrilla Laments
3. Kevlar Sweethearts
4. How To Organize A Lynch Mob
5. Black Box Messiah
6. Exit Strategy Of A Wrecking Ball
7. Aurora
8. Mass Rapture
9. Honey Trap Aftermath
10. Of Kali Ma Calibre
11. Justice For Saint Mary
Line Up
Daniel Håkansson – Voce, chitarra
Annlouice Loegdlund – Voce
Pontus Mantefors – Voce, chitarra, sintetizzatore, FX
Anders "Andy" Johansson – Basso
Johannes Bergion – Violoncello, backing vocals
Johan Norbäck – Batteria
 
RECENSIONI
82
80
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]