Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Ayreon
Electric Castle Live and Other Tales
Demo

Morningviews
You Are Not the Places You Live In
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

27/05/20
HELIKON
Myth & Legend

29/05/20
DEF LEPPARD
London to Vegas

29/05/20
XIBALBA
Anos En Infierno

29/05/20
SORCERER
Lamenting Of The Innocent

29/05/20
PARALYSIS
Mob Justice

29/05/20
OUR POND
Paraphernalia

29/05/20
BEHEMOTH
A Forest (EP)

29/05/20
MORBID ANGELS
Altars of Madness – Ultimate Edition

29/05/20
VIOLENT HAMMER
Riders of the Wasteland

29/05/20
GRAVE DIGGER
Fields Of Blood

CONCERTI

29/05/20
RAIN + GUESTS (ANNULLATO)
BLACK DEVILS SPRING PARTY - S. GIOVANNI IN PERSICETO (BO)

29/05/20
NECRODEATH (ANNULLATO)
LEGEND CLUB - MILANO

30/05/20
MARK LANEGAN BAND (ANNULLATO)
TEATRO MANZONI - BOLOGNA

09/06/20
PERIPHERY (ANNULLATO)
ORION - CIAMPINO (ROMA)

10/06/20
IN.FEST
CIRCOLO MAGNOLIA - MILANO

12/06/20
SYSTEM OF A DOWN + KORN + GUESTS TBA (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

12/06/20
GUNS N` ROSES + GUESTS TBA (ANNULLATO)
FIRENZE ROCKS - VISARNO ARENA (FIRENZE)

13/06/20
AEROSMITH + GUESTS (SOSPESO)
I-DAYS - AREA EXPO - MILANO

16/06/20
STEEL PANTHER + THE WILD (SOSPESO)
ALCATRAZ - MILANO

16/06/20
DEATHLESS LEGACY
CRAZY BULL - GENOVA

M.I.L.F. - Let’s Roll
( 3805 letture )
Una nuova band hard/glam, bene, bene, bene. Un combo relativamente giovane se pensiamo che tutto iniziò nel novembre 2010, quando il chitarrista Zip Faster, abbandonati gli Hogans' Alley, decise di ripartire con una nuova creazione. Fin da subito Zip viene affiancato nella ricerca di altri musicisti dal Ciccio, bassista fiorentino di provenienza punk, già reduce da altre esperienze. I due decidono di chiamare la band M.I.L.F. (Make It Long n' Fast), con l'obiettivo di differenziarsi dalla palese associazione al termine inglese, molto volgare, di cui tutti conoscono il significato. Mancano all'appello cantante, chitarrista e batterista che verranno reperiti dopo una lunga selezione, i prescelti Matt Lombardo alla voce, Luke ad affiancare Zip all'altra sei corde e Toby Alley dietro le pelli. Lo stile selezionato, sia musicalmente che scenograficamente parlando, è un misto di glam metal, rock n'roll, hard rock, garage e punk. Un melting pot che mostra tasselli musicali che vanno da Motley Crue, Guns n' Roses, L.A. Guns e Faster Pussycat, fino ad Iggy and the Stooges, Steelheart, Backyard Babies, Skid Row, AC/DC: insomma un bel calderone elettrificato. L’impatto di questa primogenitura è notevole e va subito detto -bravi- a questi ragazzi che sanno cosa mettere su nastro e portare in giro sui palchi italiani. Anche dinamiche e sound del mini-CD qui presente, per essere autoprodotto e senza soldini di un’etichetta alle spalle, spiccano di ottima luce e mostrano un quintetto pregevole, agguerrito, sfrontato ma sopratutto autentico e originale nonostante non sia semplice apparire singolari suonando un genere tale.

Let’s go parte in quarta con chitarre che trescano con la sporcizia di strada, ritmo, sentimenti metallici, cuore glam, una voce pienamente all’altezza della situazione, fattore non banale in un gruppo emergente, insomma, una band già matura per fare un salto in avanti significativo; solismo d’eccellenza, pero ‘sti M.I.L.F. ci sanno fare! I cori sono carichi, la voce comanda una successione di istanti incalzanti, pezzo davvero ok. Midnight ha parvenze settantiane con chitarre a stecca e coralità piene, sezione ritmica elastica e diligenza imbizzarrita prima di lasciar posto alla ballad pianistica Thief Of Love, scheggia energica, con crismi molto validi, i ragazzi sperimentano cori efficaci e mi permetto dire anche insoliti, mentre il singer Matt Lombardo mette in vetrina le sue corde vocali fatte di gusto, estensione e bravura. Alcune band, tanto rinomate, dovrebbero trarre linfa vitale da un pezzo del genere: elaborato, di classe, ben arrangiato, che non rinuncia a spessore strumentale e vivacità, con un ottimo solo delle due asce. Can’t Stop esordisce con un basso pulsante e un panorama di tom percossi, poi irrompono le guitar e un’atmosfera alla Van Halen si insinua tra gli speaker, pronta a dissolversi quando l’incedere si trasforma in una cavalcatona class metal dai ritmi indiavolati, ancora una volta il vocalist dimostra di possedere armi a iosa, ma tutta la band è tetragona, tosta e irriducibile. Conclude il set una song come Beach Blues, inizialmente acustica, subito posseduta a novanta da una chitarra elettrica che non si ferma, così come le coralità penetranti e assai dinamiche che sono un’anima distintiva di questi ragazzi fiorentini. Una sorpresa vera in termini di qualità e songwriting, tanto che 5 pezzi risultano davvero pochi; qui si sente la voglia di ascoltarne altrettanti e anche in fretta. Complimenti ai M.I.L.F., sono una delle realtà nuove più importanti della scena italica nel genere. Bramo altri pezzi di questo standard in tempi brevi, Zip e soci meritano un album intero.

Il voto sarebbe un 96 ma, vista l’esiguità numerica dei brani, la valutazione scende un po’; se amate certe sonorità e soprattutto un gruppo appena arrivato che sa apportare novità ad un genere celeberrimo, i M.I.L.F. fanno per voi. Copertina suggestiva, CD serigrafato, packaging molto professionale, tutto perfetto per un mini consigliatissimo!



VOTO RECENSORE
89
VOTO LETTORI
82.17 su 35 voti [ VOTA]
Baradanz
Giovedì 27 Dicembre 2012, 0.07.30
13
CAZZO GENTE SIETE TROPPO FORTI. CONTINUATE COSI! MA METTERE L'ALUBUM SU ITUNES?? MOLTO COMODO! RNR!
Metal (Sexual) Maniac
Lunedì 24 Dicembre 2012, 22.01.03
12
porca miseria delirious nomad, hai ragione, anche se con molto ritardo ma eccomi... ricordo di averla letta questa recensione, ma non so per quale motivo non l'ho commentata... provvedo subito... EVVIVA I MOTHER I'D LIKE TO FUCK!!! (così, solo per il nome, a prescindere dalla qualità della loro musica... altro che Make It Long n' Fast...)
Jasonic
Lunedì 24 Dicembre 2012, 21.37.56
11
E' tra le cose peggiori che abbia mai ascoltato. Un vero insulto a tutto l'Hard Rock/Glam/Rock'n'Roll. Un vero scempio, seguite il mio consiglio, non ascoltate questo gruppo,
Davide
Giovedì 29 Novembre 2012, 17.23.49
10
Come al solito le valutazioni sono insignificanti. Gradirei capire cos'ha quest'album di così eccezionale. Viene valutato come se fosse una pietra miliare, l'inizio di un genere
Andy '71
Venerdì 16 Novembre 2012, 17.12.19
9
Gran bel disco,sembrano usciti dal Sunset Boulevard in pieno 1987,e facendo r'n'r è un gran bel complimento!Ce ne fossero di dischi così!Ed io ascolto anche molto doom,death e black,ma il r'n'r quando fatto bene,spacca il culo!
Frankiss
Venerdì 16 Novembre 2012, 16.44.29
8
Mark...io la band nn la conosco neanche...quindi trai tu le conclusioni....poi se vuoi alimentare dietrologie...liberissimo di farlo
Mark
Venerdì 16 Novembre 2012, 16.11.21
7
Mi sono avventurato nella loro pagina Fb, ho cercato qualche brano, e mi sembra che questa recensione sia stata fatta o dal loro miglior amico, o addirittura da uno di loro. 89? Siamo pazzi...al massimo 55 (e sono stato buono con il giudizio)
sticazzi
Venerdì 9 Novembre 2012, 22.31.35
6
fate caà
Metalhele
Venerdì 9 Novembre 2012, 16.57.16
5
Dopo averci suonato insieme......che dire.....una delle band con il ritmo più incalzante e coinvolgente che abbia mai avuto la fortuna di conoscere. EP consigliatissimo.
Frankiss
Venerdì 9 Novembre 2012, 3.51.01
4
@Radamanthis...grazie per la definizione di maestro nel settore...
Delirious Nomad
Giovedì 8 Novembre 2012, 17.11.43
3
Qui ci vuole Metal (Sexual) Maniac .
Joe Chrome
Giovedì 8 Novembre 2012, 15.56.51
2
TUTTI e 5 i brani sono completamente disponibili sulla pagina ReverbNation della band. Not bad! reverbnation.com/milfmakeitlongnfast
Radamanthis
Giovedì 8 Novembre 2012, 12.30.40
1
Incuriosito dalle parole di Frankiss (maestro nel settore) e dal voto non posso che quotare. Inoltre farei notare la grande sottiliezza nel moniteck...oggi è proprio il giorno MILF, dopo Doro ecco questi Make It Long n' Fast...anche se forse è una copertura...
INFORMAZIONI
2012
Autoprodotto
Hard Rock
Tracklist
1. Let’s Go
2. Midnight
3. Thief of Love
4. Can’t Stop
5. Beach Blues
Line Up
Matt Lombardo (Voce, Tastiere)
Zip Faster (Chitarre)
Luke (Chitarre)
Il Ciccio (Basso, Chitarra acustica, Cori)
Toby Alley (Batteria, Cori)
 
RECENSIONI
89
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]