Privacy Policy
 
IN EVIDENZA
Album

Destrage
The Chosen One
Demo

E.G.O
Everything Goes On
CERCA
ULTIMI COMMENTI
FORUM
ARTICOLI
RECENSIONI
NOTIZIE
DISCHI IN USCITA

24/06/19
MONARQUE
Jusqu-à la Mort

26/06/19
ROB MORATTI
Renaissance

26/06/19
H.E.A.T
Live at Sweden Rock Festival

26/06/19
BLOODY HAMMERS
The Summoning

27/06/19
ORDER OF THE EBON HAND
VII: The Chariot

28/06/19
TURILLI/LIONE RHAPSODY
Zero Gravity (Rebirth And Evolution)

28/06/19
DENIAL OF GOD
The Shapeless Mass

28/06/19
VICTIMS
The Horse And Sparrow Theory

28/06/19
MAJESTY
Legends

28/06/19
RHODIUM
Scream into the Void

CONCERTI

24/06/19
THE MELVINS + RED FANG
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

24/06/19
THE AMITY AFFLICTION
TUNNEL - MILANO

24/06/19
ANATHEMA + guests
Live Club - Trezzo sull'Adda

24/06/19
CARACH ANGREN + GUESTS
LEGEND CLUB - MILANO

25/06/19
LACUNA COIL + DAWN OF MEMORIES
PARK NORD STADIO EUGANEO - PADOVA

25/06/19
FLOGGING MOLLY + DESCENDENTS
CARROPONTE - SESTO SAN GIOVANNI (MI)

25/06/19
CANNIBAL CORPSE + SADIST
Parma Music Park c/o Villa del Fulcino - Parma

27/06/19
SLIPKNOT + AMON AMARTH + TESTAMENT + TRIVIUM + LACUNA COIL + ELUVEITIE + GUESTS TBA
ARENA PARCO NORD - BOLOGNA

27/06/19
ELUVEITIE
SONIC PARK - BOLOGNA

27/06/19
KADAVAR (GER) + THE OBSESSED + GUESTS TBA
CIRCOLO MAGNOLIA - SEGRATE (MI)

Kreator - Endorama
( 4968 letture )
Portare avanti il cambiamento stilistico ed evolverlo ulteriormente: questo evidentemente il diktat che si erano autoimposti i tedeschi Kreator di fine XX secolo. I cambiamenti, come noto, erano già cominciati con la pubblicazione di Renewal, passando per Cause For Conflict e Outcast, così incredibilmente diversi dalle sfuriate thrash che ancora imperavano nel non troppo lontano Coma Of Souls. Ma a quanto pare il percorso non era concluso, Petrozza & Co. dovevano osare ancora; e a questo proposito potevano puntare sull'apporto di un cavallo di razza con uno stile tutto suo, particolare e riconoscibile fin dalla prima plettrata: Tommy Vetterli. È vero, il chitarrista rossocrociato figurava già nella line-up del disco precedente ma quando lo registrò la stragrande maggioranza del materiale era già pronta e quindi il suo apporto fu, per così dire, un po' "blando", mentre qui è stato molto più importante nella stesura dei pezzi, come si può ben intuire dal claustrofobico songwriting del platter, registrato in diversi studi tra Germania e Svizzera; inoltre lo stesso Vetterli figura come co-produttore dell'album insieme a Petrozza.

La paura di quello che sarà, le molte incognite legate al futuro, gli ancestrali timori per il passaggio da un Millennio ad un altro (vedi Future Ring) sono tangibili nelle sonorità di Endorama: quando parte l'attacco di Golden Age è chiaro che Mille Petrozza riprende il discorso da dove l'aveva interrotto con i precedenti lavori; non più -o non solo- rabbia e rancore, ma anche il bisogno di cambiare la propria infelice condizione (seppure tramite soluzioni estreme). Tale filosofia viene esposta in maniera piuttosto evidente nel testo della seconda traccia, Endorama:

This is the end of all life's suffering
This is the end of all life's pain
Fear, destruction, greed, exists no longer
Nothings left now nothing can remain...

...As long as you're alive you've got to suffer
Death will take you from this labyrinth
Open up you'll see
This life just can't be real
Don't look back just let it all go
Into eden or inferno


La collaborazione al pezzo come seconda voce di Tilo Wolff (cantante dei Lacrimosa) non fa che aumentare il pathos delle lyrics e ben si adatta alle atmosfere gothic della title-track che, va detto, permeano l'album nella sua interezza; c'è un non so che di cupo nascosto tra i solchi del disco che rende perfettamente lo stato d'animo dei musicisti. Non mancano brani più movimentati -apprezzabile la doppia cassa di Reil in Shadowland- ma il sound tetro tipico del momento non ci abbandonerà per tutta la durata dell'album. Chosen Few, a mio avviso uno dei brani più interessanti, ha un inizio ipnotico grazie agli accordi sapientemente intessuti dall'ex Coroner e la stessa prova vocale di Mille -che fino a pochi anni prima sarebbe stata ritenuta perlomeno "inusuale"- aggiunge attrattiva alla canzone, la quale sfocia poi nelle note di piano e negli archi di Everlasting Flame. Tutto ciò non fa che aumentare il fascino ammantato di mistero della release. Grandissima importanza ai testi, quindi, e difatti un ispirato Petrozza prende spunto dal romanzo Der weiße Dominikaner dello scrittore austriaco Gustav Meyrink -autore di alcune opere a carattere esoterico- per la composizione di Willing Spirit. Altro picco viene raggiunto con i ritmi incalzanti di Pandemonium, traccia di cui si ricorda l'importante riff di chitarra così come l'incipit allucinato della martellante Soul Eraser, pezzi molto più simili a quelli cui i Kreator ci avevano abituati.

Endorama è cupo, pesante, claustrofobico; ma è anche riflessivo, ragionato, pensato, forse il disco più intimista mai sfornato da Petrozza. Con questo capitolo si chiude l'era delle sperimentazioni, già nel successivo Violent Revolution i Kreator torneranno a lidi a loro più familiari, ma va dato atto alla band proveniente da Essen di aver avuto il coraggio di cambiare sound e attitudine seguendo un certo tipo di percorso.
Esperimento riuscito, quindi? Ascoltando l'album con le orecchie di un "thrasher duro e puro" della prima ora cresciuto a pane e Pleasure To Kill risulta difficile pensarla così, ma chi è in grado di apprezzare sonorità diverse e particolari saprà senz'altro cogliere gli aspetti positivi di questo disco; e, credetemi, qui ce n'è ben più di uno.



VOTO RECENSORE
75
VOTO LETTORI
75.66 su 21 voti [ VOTA]
Philosopher3185
Giovedì 1 Novembre 2018, 0.54.43
40
le ultime uscite discografiche del periodo,dimostrano la genuinita' dei Kreator;anziche' rinnegare il metal e gettarsi a suonare un hard rock spompato come fecero' i Metallica,i kreator-almeno-sono rimasti sul metal pur volendo sperimentare e per questo li rispetto e li ammiro molto.Davvero una grande band.Onesta' e dignitosa.
Bestial Invasion 98
Sabato 1 Settembre 2018, 2.18.20
39
A me questo disco piace senza dubbio, l’ho riascoltato diverse volte in questi ultimi giorni e secondo me è un esperimento riuscito (ovvio è senza dubbio inferiore ai dischi leggendari della band)
Steelminded
Giovedì 15 Febbraio 2018, 14.34.48
38
Uno dei dischi più brutti che abbia mai ascoltato... peggio dell'ultimo machine head
Aceshigh
Domenica 22 Ottobre 2017, 10.55.01
37
Sì, c'è decisamente una sterzata evidente verso il gothic... ed è altrettanto evidente che non è questo il genere più congeniale ai Kreator. Per fortuna con l'album successivo si sono rimessi in carreggiata alla grande. Però anche qui non è tutto da buttare: il trittico iniziale non è per niente male, poi però c'è poco altro. 70
nonchalance
Sabato 14 Gennaio 2017, 18.35.14
36
Inutile no..adatto ad un gothic-club, forse sì!
thrasher
Sabato 14 Gennaio 2017, 18.21.13
35
Disco inutile
lisablack
Mercoledì 4 Gennaio 2017, 13.22.12
34
Mai piaciuto sto album..Per me i Kreator sono fermi a Coma of Souls, quello che è venuto dopo non è tutto da buttare, ma non arriva a quei livelli. La cinquina iniziale, non l'hanno più eguagliata.
Ihsahn
Martedì 8 Novembre 2016, 22.00.17
33
Sarei curioso di sapere quali problemi vi affliggono per ritenere questo Endorama, essendo il miglior album dei Kreator insieme a Pleasure To Kill
Stella Rossa
Martedì 18 Marzo 2014, 12.40.58
32
Band che ha fatto dei buoni album , ma per me sopravalutata , questo poi non mi è proprio piaciuto.
barlow
Mercoledì 19 Febbraio 2014, 9.32.36
31
per me è un semi-capolavoro. Non si tratta di una rivalutazione, l'ho sempre considerato tale, una piccola perla dopo il già ottimo otucast. Chosen few ed evelasting flame hanno una vena melodica così dark e matura (e incredibili melodie) che non ti aspetteresti mai dai Kreator. La fine degli anni 90 sono da rivalutare (in ambito di sperimentazione delle vecchie glorie metal). Oggi c'è un ritorno al passato che non è poi tanto sincero in alcuni casi, almeno qui rischiavano e proponevano qualcosa di nuovo. Fatto sta che il seguente "violent revolution" è un altro pezzo da novanta.
Cons
Venerdì 18 Ottobre 2013, 16.32.28
30
Però!!! Fino a dieci anni fa ogni buon metallaro inorridiva al solo sentir il titolo di quest'album, e adesso leggo commenti positivi. Che anche i metallari abbiano aperto le loro menti?Era ora Scherzi a parte mi ricordo quando andavo a concerti fine anni 90, guai parlar bene di quest'album con un real thrasher old school, era peggio che stuprare la sorella. A me personalmente non è mai dispaiciuto come album anche se non posso urlare al capolavoro ma è un album studiato e con degli ottimi passaggi, son felice di vedere che a qualcuno piace.
dudu
Martedì 20 Novembre 2012, 11.18.05
29
ma per piacere dai come fai a paragonare gli album sperimentali (se vogliamo chiamarli così) dei kreator con quelli pop da classifica dei metallica dichiarando più volte di ispirarsi agli u2 erinnengando il thrash , poi cosa c entrano i rammstein con endorama non riesco proprio a capirlo
ERMANNO
Martedì 20 Novembre 2012, 9.19.23
28
Ma andy, come fai a dare un giudizio del genere??!! è senza senso!! è come se te conoscessi di persona sia hetfield che petrozza e sapessi che uno l'ha fatto per i soldi e l'altro per "cambiare"...ma dai...se ci pensi bene potrebbe proprio essere il contrario, Petrozza con i rammstein in ascesa (e molti meno soldi di hetfield!) salì sul carro, mentre i metallica avendo una certa sicurezza economica stabilita ormai da anni, hanno semplicemente fatto ciò che volevano...non si può negare che anche questo punto di vista è logico...no?!
Andy '71
Martedì 20 Novembre 2012, 9.02.22
27
Io adoro i Kreator fin dagli esordi,e a me questo Endorama è sempre piaciuto,forse sono l'unico a cui è piaciuto da subito,non a livello di Terrible,però ci son canzoni che mi piacciono molto,ma anche per Renewal ci fù una sorta di insurrezione,anche quello mi piaque con quei ritagli industriali,ma si sa,sopratutto nel metal chi ascolta è molto restio ai cambiamenti,una band,quando integra,lo senti che ha voglia di provare cose diverse,e non è voglia di sputtanarsi,i kreator sono questo secondo me,al contrario di altri,tipo metallica,dove lo sputtanamentoera evidente, e la smania di divenatre super big band li ha portati a fare dischi orrendi da più di 20 anni a questa parte.
Flag Of Hate
Giovedì 15 Novembre 2012, 18.52.07
26
E' strano assistere alla rivalutazione questo disco, dato che, per quelche ne sapevo io, un pò tutti erano concordi nel giudicarlo una mezza ciofeca... i casi sono due: 1) frequento troppi thrashers oltranzisti 2) ci troviamo di fronte a un caso da manuale di "rivalutazione postuma", si sa che il tempo fa miracoli, crea mit.... chissà, magari tra 20 considereremo Illud Divinum Pacchianum un capolavoro...
CauldronBorn
Martedì 13 Novembre 2012, 20.08.41
25
Quoto totalmente il commento 21 di Lambrusco, e io sono tra quelli che i Kreator li adora..
bau
Martedì 13 Novembre 2012, 19.50.42
24
e ci mancherebbe parliamo di una band che comunque è stata sempre nel metal, con un altra che è passata da: noi non faremo mai nè un videoclip e nè una canzone d'amore ad una che ha virato sul pop, per stare in rotazione su mtv, che rinnegava il thrash, e che rilasciava interviste dicendo di ispirarsi agli U2
LAMBRUSCORE
Martedì 13 Novembre 2012, 19.24.06
23
Non amo molto i paragoni, ma per me, anche se nei '90 li ho criticati, molto meglio qualsiasi cosa fatta dai Kreator, rispetto ai Metallica post And justice......
manaroth85
Martedì 13 Novembre 2012, 19.18.13
22
questo disco non mi piace molto anche se non è da buttar...leggendo sotto i commenti condivido il paragone con load o re load...un drastico cambiamento è sempre difficile da accettar--l unica differenza sta che i kreator poi hanno sfornato 4 dischi stupendi e grandi esibizioni live..i metallica.....meglio non commentar
LAMBRUSCORE
Martedì 13 Novembre 2012, 18.42.59
21
Infatti, guai a toccare i Kreator, i cocchi di molta gente su questo sito, ovvio che in quegli anni lì, quando il thrash lo cagavano in 6 e 3 quarti (neanche in 7) loro cosa fanno, sterzano nettamente la proposta,(per carità, bravi in tutti i generi da loro proposti, non lo metto in dubbio) per poi ritornare , sempre su alti livelli , comunque, allo stile di Coma of souls negli ultimi 10 anni.
EdoCFH
Martedì 13 Novembre 2012, 14.44.17
20
ENDORAMA...THRASH???? EEEEEH????
EVARISTO
Martedì 13 Novembre 2012, 11.39.43
19
mamma mia, da piangere. i kreator non mi sono mai piaciuti, ma questo proprio è da censurare. sotto leggo paragoni con load, quello pure è uno scandalo, ma rispetto a questo è cioccolato pregiato...però come risaputo, i kreator sono intoccabili! credo sia perchè non avendo un super successo di massa, i fans si sentono più con loro che con i milionari metallica...l'invidia dei successi altrui, fa apprezzare chi proprio come noi fallisce! strano ma vero.
Witchcraft
Martedì 13 Novembre 2012, 8.47.25
18
a me è sempre piaciuto....la vena dark di Petrozza trova quì modo di essere liberata in pieno.......
ANDREASTARK
Lunedì 12 Novembre 2012, 18.10.17
17
Per me un capolavoro.....premetto di non amare i primi dischi e di adorarli letteralmente da Outcast in poi. Un disco che metto ancora spessissimo nello stereo e che ai tempi andava a rotazione continua nella mia auto. Pezzi bellissimi e coinvolgenti come Golden Age, Endorama, Pandemonium, The Chosen Few, passage to Babylon, Willing Spirit mi hanno accompagnato per parecchio tempo... un disco dove i Kreator hanno mischiato le carte non perdendo le proprie radici. Rispondendo a chi ha fatto l'improbabile paragone se questo è 75(...e per me è 92) Load è forse - 115000!!!!!! e sono generoso.....
the True
Lunedì 12 Novembre 2012, 12.51.01
16
ahahahahaahah grande Gustavo, mi hai piegato dal ridere.
Gustavo
Lunedì 12 Novembre 2012, 12.10.22
15
SE QUESTO E' 75, LOAD E' 150!
fdrulovic
Lunedì 12 Novembre 2012, 12.05.49
14
L'ho riascoltato venerdi' e devo dire che mi piace ancora. Pero' sui Kreator sono poco obiettivo... .
Flv
Lunedì 12 Novembre 2012, 11.35.44
13
per e' un capolavoro , uno dei loro dischi che preferisco in assoluto
fabio II
Lunedì 12 Novembre 2012, 10.34.39
12
Sufficientemente rinunciabile, come detto da molti qui sotto Tommy sembra un turnista.
Nightblast
Sabato 10 Novembre 2012, 18.40.13
11
Controverso...75.
Vulgaris
Sabato 10 Novembre 2012, 16.48.04
10
Ultimo grande disco prima che si dessero al riciclaggio old stile tipico dell'inizio del nuovo millennio.........
il vichingo
Sabato 10 Novembre 2012, 14.33.02
9
Come hanno già scritto in molti non è certo il miglior disco dei Kreator, ma (sarà che sono di parte) lo trovo piuttosto riuscito in alcuni momenti ed alcune canzoni come la titletrack e Golden age le ascolto con molto piacere. Per me è un 77/100.
xXx
Sabato 10 Novembre 2012, 14.29.03
8
Han fatto molto meglio per fortuna!
Flag Of Hate
Sabato 10 Novembre 2012, 14.14.09
7
Di gran lunga il meno riuscito dei Kreator, con la presenza di Vetterli si doveva pretendere molto di più. 63/100. Per fortuna che dopo arriveranno 4 dischi favolosi!
Undercover
Sabato 10 Novembre 2012, 12.58.02
6
Odiato dai puristi, non disdegnato da chi guardava oltre, un disco controverso e molto atmosferico rispetto a ciò che avevano prodotto sino a quel momento, a me "me piace", non è un capolavoro ma si ascolta.
xutij
Sabato 10 Novembre 2012, 12.19.17
5
Con quella line up si poteva far di meglio, tipo un qualcosa vicino a un Grin dei Kreator (visto che c'è Vetterli). Ma il disco è bello, adoro la titletrack.
Er Trucido
Sabato 10 Novembre 2012, 12.07.47
4
All'epoca ricordo che venne stroncato, alla fine non è disastroso, qualche buon pezzo c'è tipo Endorama e Golden Age. Un ascolto piacevole, anche se mi avrebbe fatto piacere vedere Vetterli sfruttato diversamente
marduk
Sabato 10 Novembre 2012, 11.37.24
3
disco estremamente sottovalutato....forse perchè non suona kreator 100% ma penso sia l'apice della loro fase sperimentale....io lo considero cmq tra i capolavori della band...un 90 pieno se lo merita tutto
Red Roger
Sabato 10 Novembre 2012, 11.21.37
2
Un album a cui mi ero accostato pieno di timori e che invece si è rivelato una piacevole sorpresa ....migliore anche di alcune uscite che nelle intenzione dei 4 di Essen dovevano essere un ritorno alle origini..
hm is the law
Sabato 10 Novembre 2012, 10.59.52
1
Il vertice basso della discografia dei Kreator (comunque da 75 pieno) con un Vetterli (ex Coroner) assurdamente poco sfruttato.
INFORMAZIONI
1999
Drakkar Records
Thrash
Tracklist
1. Golden Age
2. Endorama
3. Shadowland
4. Chosen Few
5. Everlasting Flame
6. Passage to Babylon
7. Future Ring
8. Entry
9. Soul Eraser
10. Willing Spirit
11. Pandemonium
12. Tyranny
Line Up
Mille Petrozza (Voce, Chitarra)
Tommy Vetterli (Chitarra, Guitar Synth, Programming)
Christian Giesler (Basso)
Jürgen Reil (Batteria)

Musicista Ospite
Tilo Wolff (Voce su traccia 2)
 
RECENSIONI
85
90
48
90
86
85
75
69
70
77
92
92
95
95
81
ARTICOLI
12/12/2018
Live Report
KREATOR + DIMMU BORGIR + HATEBREED + BLOODBATH - THE EUROPEAN APOCALYPSE
Alcatraz, Milano - 06/12/2018
26/02/2017
Live Report
KREATOR + SEPULTURA + SOILWORK + ABORTED
Live Club, Trezzo sull'Adda (MI) - 21/02/2017
17/02/2017
Intervista
KREATOR
Qualcosa su cui riflettere
11/12/2012
Articolo
KREATOR
Stream of Consciousness - Quarta Parte
06/12/2012
Articolo
KREATOR
Stream of Consciousness - Terza Parte
21/11/2012
Articolo
KREATOR
Stream of Consciousness - Seconda Parte
18/11/2012
Live Report
KREATOR + MORBID ANGEL + NILE + FUELED BY FIRE
Demodè Club, Bari / Live Club, Trezzo sull'Adda. 14-12/11/2012
05/11/2012
Articolo
KREATOR
Stream of Consciousness - Prima Parte
27/04/2012
Articolo
KREATOR
La strada per 'Phantom Antichrist'
21/08/2011
Articolo
KREATOR
La biografia, seconda parte
11/08/2011
Articolo
KREATOR
La biografia, prima parte
18/12/2010
Live Report
KREATOR + EXODUS + DEATH ANGEL + SUICIDAL ANGELS
Estragon, Bologna, 15/12/2010
19/06/2010
Articolo
KREATOR
Terrible Certainty - Petrozza, i Kreator e la caduta del Muro
11/02/2009
Live Report
KREATOR + CALIBAN
Rolling Stone, Milano - 03/02/2009
13/11/2006
Intervista
KREATOR
Parla Mille
 
 
[RSS Valido] Creative Commons License [CSS Valido]